Lavoro – Consumi – Economia: Considerazioni sui dati ISTAT, di Pier Carlo Lava

Lavoro – Consumi – Economia, considerazioni sui dati ISTAT

di Pier Carlo Lava

BE001089-1515--U10104084845792Aa-590x387-kcsF-U101040850413241UH-330x185@LaStampa.it

Alla luce degli ultimi dati Istat si possono fare le seguenti…

Considerazioni

1) Da un analisi degli stessi si evince che oggi la questione lavoro risulta essere il problema principale dell’Italia, sulla quale il Governo dovrebbe concentrare gli sforzi e tutte le risorse disponibili per invertire il trend della recessione in atto nel paese.

2) L’efficienza dello stesso si misura anche su questo tema, a tale proposito occorre ricordare che ad un aumento dell’occupazione corrisponde un maggiore potere di acquisto complessivo delle famiglie e conseguentemente una crescita dei consumi interni che sono fondamentali per il rilancio dell’economia.

3) In sintesi se si mettono più soldi nelle tasche delle famiglie italiane queste automaticamente li spendono sul territorio con tutte le positive conseguenze del caso, aumento dei consumo, del prodotto interno lordo oltre ai relativi benefici per il bilancio dello Stato. Continua a leggere “Lavoro – Consumi – Economia: Considerazioni sui dati ISTAT, di Pier Carlo Lava”

Investire su lavoro e imprese, con un massiccio recupero dell’evasione fiscale, di Pier Carlo Lava

operai-grattacielo-new-york copia

di Pier Carlo Lava

Negli ultimi vent’anni mentre il mondo stava cambiando con l’avvento sulla scena internazionale di paesi, inizialmente considerati emergenti, come Cina, India, Brasile, ecc. ma ben presto diventati nuovi soggetti economici con i quali confrontarsi, nella vecchia Europa i paesi industrializzati si sono immediatamente adeguati all’evoluzione dei tempi.

In Italia, al contrario, per colpa di politici incapaci di vedere più distante del proprio naso, sono stati trascurati settori chiave come ricerca, scuola, economia, lavoro e patrimonio artistico, tanto per citare i più importanti.

Questa incredibile noncuranza ha determinato l’attuale situazione, alla quale un Governo serio dovrebbe cercare di porre rimedio con interventi per mettere più soldi nelle tasche dei lavoratori e ridurre le tasse per le imprese, iniziative che consentirebbero rilanciare l’economia e l’occupazione. Continua a leggere “Investire su lavoro e imprese, con un massiccio recupero dell’evasione fiscale, di Pier Carlo Lava”

AUTOSTRADE SICILIANE, 6 MISURE CAUTELARI PER ABUSO D’UFFICIO E CORRUZIONE NEGLI APPALTI

autostrada-gela

Turbata libertà degli incanti, abuso d’ufficio e corruzione i reati contestati. Le indagini eseguite dalla Sezione di P.G. della Polizia di Stato presso la Procura di Messina e dalla Squadra Mobile di Messina si riferiscono ad una vicenda di turbativa d’asta relativa alla gara d’appalto del C.A.S. (Consorzio per le Autostrade Siciliane), pubblicata nel 2013, per l’affidamento dei lavori di costruzione del tronco dell’autostrada Siracusa – Gela.

Messina, 13/03/2018 – Nella mattinata del 13 marzo 2018, la Polizia di Stato di Messina ha dato esecuzione all’ordinanza di applicazione di misure cautelari n° N. 2191/15 R.G.N.R. – N.4356/15 R.G.G.I.P emessa il 5.3.2018 dal GIP presso il Tribunale di Messina (Dott. Salvatore Mastroeni) su richiesta dei P.M. della Procura Ordinaria di Messina (Dott.sse Alessia Giorgianni e Rosanna Casabona), relativa a n°6 misure cautelari (due di custodia cautelare in carcere e quattro di arresti domiciliari e), a carico di altrettanti soggetti, ritenuti responsabili – a vario titolo – dei delitti di turbata libertà degli incanti, abuso d’ufficio e corruzione, commessi in Messina tra il 6.3.2014 ed il 5.11.2015. Le indagini eseguite dalla Sezione di P.G. aliquota della Polizia di Stato presso la Procura di Messina e dalla Squadra Mobile di Messina si riferiscono ad una vicenda di turbativa d’asta relativa alla gara d’appalto del C.A.S. (Consorzio per le Autostrade Siciliane),[1] pubblicata nel 2013, per l’affidamento dei lavori di costruzione del tronco dell’autostrada Siracusa – Gela. Continua a leggere “AUTOSTRADE SICILIANE, 6 MISURE CAUTELARI PER ABUSO D’UFFICIO E CORRUZIONE NEGLI APPALTI”

Napoli, corruzione e finanziamento illecito. Indagato Passariello, candidato del centrodestra alla Camera

Luciano-Passariello-675

Il consigliere regionale, candidato nel collegio uninominale di Napoli-Ponticelli e tra gli uomini più vicini a Giorgia Meloni nel napoletano, è stato perquisito stamane dagli agenti dello Sco e della Squadra Mobile. “Non mi è stata contestata nessuna condotta diretta che si ipotizzi antigiuridica”, fa sapere. Determinante un’inchiesta di Fanpage, la testata web che nel 2016 filmò le monetine regalate fuori dai seggi delle primarie Pd. I cui cronisti sono finiti nel registro degli indagati

 

Due inchieste, una giornalistica, l’altra giudiziaria. Al centro i vertici della Sma Campania e il sistema degli appalti nel settore del trasporto e dello smaltimento dei rifiuti. Per 6 mesi, con l’aiuto di un ex boss, i giornalisti di Fanpage hanno contattato i vertici della società regionale che si occupa della tutela dell’ambiente per proporre ‘affari’ sullo smaltimento dei fanghi. E così sono entrati in contatto – tra gli altri – con l’entourage del consigliere regionale Fdi Luciano Passariello, candidato del centrodestra alla Camera nel collegio uninominale di Napoli-Ponticelli, uno degli uomini più vicini a Giorgia Meloni in territorio partenopeo. Ma a finire indagati sono stati gli stessi giornalisti della testata web che nel 2016 filmò le monetine regalate fuori ai seggi delle primarie Pd di Napoli e che in questa occasione hanno fornito ai magistrati materiali video che documentano gli illeciti. “Questa cosa mi ha ferito – racconta a IlFattoQuotidiano.it il direttore Francesco Piccinini – in questi mesi abbiamo tenuto un rapporto di dialogo con i magistrati e abbiamo anche consegnato tutto il girato, per non lasciare dubbi sulla nostra buona fede”. Continua a leggere “Napoli, corruzione e finanziamento illecito. Indagato Passariello, candidato del centrodestra alla Camera”

Corruzione e arresti per inchieste Roma e Messina: Altri due giudici indagati, potrebbe essere punta dell’ICEBERG

da: https://parcodeinebrodi.blogspot.it

Corruzione e arresti per inchieste Roma e Messina: M5S: quadro inquietante, potrebbe essere punta dell’iceberg. Il gruppo regionale all’Ars: nuovi aggiornamenti di oggi lasciano supporre che le indagini delle due procure con le importanti ramificazioni a Siracusa potrebbero riservare ulteriori colpi di scena. Plauso a inquirenti e forze dell’ordine. Il deputato Stefano Zito sul ‘Sistema Siracusa’: “Vaghe le risposte di Garozzo in Antimafia”.

Palermo 8 febbraio 2018 – Altri due magistrati sono indagati dalla procura di Messina nell’inchiesta che ha coinvolto l’ex pm di Siracusa Giancarlo Longo, arrestato martedì scorso con le accuse di corruzione, associazione a delinquere e falso. Gli altri 2 magistrati indagati sono il sostituto procuratore Marco Di Mauro e l’ex pm Maurizio Musco, quest’ultimo già condannato per abuso d’ufficio, con sentenza definitiva. Indagati pure l’avvocato Ornella Ambrogio e il suocero dell’ex pm di Siracusa Giancarlo Longo, con l’accusa di riciclaggio. Continua a leggere “Corruzione e arresti per inchieste Roma e Messina: Altri due giudici indagati, potrebbe essere punta dell’ICEBERG”

Nuovo anno giudiziario. Tra corruzione percepita e corruzione reale

nuovo Pane-e-giustizia-1-febbraio-2018

La scorsa settimana (venerdì presso la Corte di Cassazione e sabato presso le Corti d’appello) si sono tenute le cerimonie di inaugurazione dell’anno giudiziario 2018. Almeno stando all’eco mediatica, è risultata minore, rispetto al passato, l’attenzione verso il tema della corruzione e la sua pesante incidenza sulla nostra convivenza civile, pur non essendo mancate alcune prese di posizioni autorevoli. Ce ne parla Renato Balduzzi nella rubrica Pane e giustizia in edicola oggi su Avvenire.

Per leggere il testo dell’articolo, clicca sul seguente link: Pane e giustizia – 1 febbraio 2018.

Ufficio stampa del prof. Renato Balduzzi

www.renatobalduzzi.com

Politici: Ora basta fare cassa sulle pensioni!

di Pier Carlo Lava. Alessandria

Politici: Ora basta!!! Ancora sulle pensioni! quando ci sono altri cancri che divorano il Paese!

Ora basta, questa politica che fa l’interesse di pochi a danno di molti non ci serve, non la vogliamo più. I politici sono sempre più lontano dalla gente, non si rendono conto che continuando di questo passo alle prossime elezioni la percentuale dei votanti scenderà ulteriormente e che nel paese cresce un sentimento di odio nei loro confronti. Come si fa ad ascoltare certi interventi nei quali si parla di fare cassa sulle pensioni dei cittadini, come si fa a definire pensionato d’oro, chi dopo avere lavorato una vita e pagato regolarmente i contributi, percepisce 2.300 euro.

Perchè non si interviene invece sull’evasione fiscale e sulla criminalità organizzata, che rappresentano una cifra compresa fra i 250 e i 270 miliardi di euro, il18% del PIL del nostro Paese. Secondo l’ultimo rapporto 2016 dell’Eurispes, l’Italia avrebbe un Pil sommerso di 540 miliardi, oltre a ulteriori 200 miliardi derivanti dall’economia criminale, per un totale di 740 miliardi sui quali, considerando una tassazione del 50%, l’evasione fiscale sale a 270 miliardi. Continua a leggere “Politici: Ora basta fare cassa sulle pensioni!”

M5S: Dalle stelle Locali alle stalle Nazionali?

Luigi Di Maio

di Pier Carlo Lava

Alessandria, premetto che pur non condividendo sempre le loro idee, apprezzo e stimo gli esponenti politici locali del M5S, sia i precedenti che gli attuali (fatta eccezione per un unico caso) per l’onesta, la qualità, l’impegno e la professionalità del lavoro svolto a tutela dei cittadini in questi ultimi sei anni.

Non posso però dire altrettanto di taluni deputati del M5S, sia per alcuni fatti successi in passato, ma sopratutto per le recenti dichiarazioni del loro leader Luigi Di Maio, il quale in una recente intervista ha avanzato la proposta di recuperare 12 miliardi di euro, facendo cassa sulle pensioni dei cittadini di 2300 euro al mese. Continua a leggere “M5S: Dalle stelle Locali alle stalle Nazionali?”