M5S Alessandria: preoccupati per DL Sicurezza, un immigrato su due rischia di finire in mano alla criminalità organizzata.

M5S Alessandria: preoccupati per DL Sicurezza, un immigrato su due rischia di finire in mano alla criminalità organizzata.

Il Movimento 5 Stelle Alessandria esprime forte preoccupazione sul possibile impatto del Decreto Sicurezza sul nostro territorio, un provvedimento che aumenta il disagio di soggetti già in difficoltà, la loro vulnerabilità e di conseguenza rischia di favorire un incremento delle attività illecite.

M5 S

Il Movimento sottolinea come il provvedimento amplifichi notevolmente le difficoltà di inclusione, eliminando i percorsi di integrazione anche nelle realtà più piccole, con un impatto negativo sulla vita quotidiana di tutti i cittadini. “Lascia infatti molto perplessi il fatto che si favoriscano strutture di accoglienza straordinaria, in cui sono state registrate molte criticità, smantellando il sistema degli SPRAR gestiti dai comuni con i relativi percorsi di integrazione”, commentano Michelangelo Serra e Francesco Gentiluomo, portavoce in Comune.

“In Piemonte ci sono 5000 persone che rischiano di diventare irregolari delle circa 10000 accolte nei centri di accoglienza, in pratica un immigrato su due si troverà improvvisamente abbandonato a se stesso e rischierà di finire nelle mani della criminalità organizzata – evidenziano i portavoce – ma oltre alle attività criminali, con l’aumento di soggetti vulnerabili cresceranno di conseguenza anche i costi per la collettività, che Anci stima in 280 milioni di euro, che ricadranno in particolare su comuni, servizi sociali e sanitari”. Continua a leggere “M5S Alessandria: preoccupati per DL Sicurezza, un immigrato su due rischia di finire in mano alla criminalità organizzata.”

Gianfranco Cuttica, massima attenzione al racket organizzato dell’accattonaggio”.

Cuttica

Nelle prime ore di questa mattina i Carabinieri del Comando di Provinciale di Alessandria hanno tratto in arresto quattro cittadini di origine marocchina, già noti alle Forze dell’Ordine, due dei quali residenti ad Alessandria, ritenuti responsabili dei reati di sequestro di persona e rapina ai danni di un loro connazionale.

Il Sindaco di Alessandria ha così commentato la notizia:

Ringrazio le Forze dell’Ordine che hanno portato a compimento questa importante operazione dopo mesi di indagini sul territorio. I colpevoli sono stati identificati e tratti in arresto. I fatti compiuti appaiono di gravità estrema per una Città come Alessandria e sono l’ennesima conferma che in Città non dobbiamo abbassare la guardia di fronte al rischio di una criminalità capillare ed invasiva nei confronti della quale tutti, istituzioni e cittadini, dobbiamo essere vigili.

Per questa ragione dobbiamo prestare la massima attenzione anche agli episodi che in apparenza possono sembrare meno rilevanti, come il racket organizzato dell’accattonaggio”.

M5S: Dalle stelle Locali alle stalle Nazionali?

Luigi Di Maio

di Pier Carlo Lava

Alessandria, premetto che pur non condividendo sempre le loro idee, apprezzo e stimo gli esponenti politici locali del M5S, sia i precedenti che gli attuali (fatta eccezione per un unico caso) per l’onesta, la qualità, l’impegno e la professionalità del lavoro svolto a tutela dei cittadini in questi ultimi sei anni.

Non posso però dire altrettanto di taluni deputati del M5S, sia per alcuni fatti successi in passato, ma sopratutto per le recenti dichiarazioni del loro leader Luigi Di Maio, il quale in una recente intervista ha avanzato la proposta di recuperare 12 miliardi di euro, facendo cassa sulle pensioni dei cittadini di 2300 euro al mese. Continua a leggere “M5S: Dalle stelle Locali alle stalle Nazionali?”

Aggressione autista AMAG Mobilità: commento del vicesindaco Davide Buzzi Langhi

Autobus ATM

Alessandria: A seguito della recente aggressione di un autista in servizio su un autobus di AMAG Mobilità, il vicesindaco ed assessore alle Partecipate, Davide Buzzi Langhi, ha commentato come segue:

“Ho immediatamente chiesto un incontro con i vertici di AMAG Mobilità per approfondire il tema della sicurezza sia per i conducenti che per i passeggeri dei mezzi pubblici. E’ nostra intenzione pianificare insieme ai vertici dell’azienda le migliori strategie per evitare il ripetersi di episodi di questa gravità.

AMAG mobilità ha già investito molto in termini di sicurezza, l’azienda è molto scrupolosa e gestisce con attenzione il servizio pubblico.

Questa società in evoluzione, tuttavia, richiede che, sempre più costantemente, si alzi il livello di allerta per la tutela dei cittadini. Continua a leggere “Aggressione autista AMAG Mobilità: commento del vicesindaco Davide Buzzi Langhi”

Occorre tutelare la sicurezza dei cittadini e delle forze dell’ordine

In un contesto di terrorismo crescente, immigrazione dilagante e crisi economica perdurante, non è improbabile prevedere in prospettiva un aumento dei comportamenti criminali, pertanto alfine di non farci trovare impreparati e rischiare di essere travolti dagli eventi, servono leggi, mezzi e strumenti idonei a garantire la sicurezza dei cittadini e delle forze dell’ordine nell’espletamento delle loro mansioni.

di Pier Carlo Lava. Alessandria

Alessandria: Tempo fa il giornale Il Piccolo ha riportato la notizia di una maxi rissa (e non è la prima volta che succede) in viale Milite Ignoto angolo Spalto Marengo. Verso le 21.00 gli agenti della sezione volanti della Questura di Alessandria sono dovuti intervenire per sedare una rissa fra extracomunitari, di eta compresa fra i 19 e i 30 anni, che si picchiavano selvaggiamente. Due sono stati fermati mentre gli altri si sono dati alla fuga, inseguiti e raggiunti, per evitare l’arresto hanno cercato di aggredire gli agenti, che nonostante i colpi ricevuti sono riusciti a bloccarli. Portati in Questura i due hanno continuato a mettere in atto comportamenti aggressivi nei confronti degli agenti.

telecamera-polizia copia.jpg

In questo caso fortunatamente per le forze di pubblica sicurezza non ci sono state gravi conseguenze, ma come ben sappiamo poteva andare diversamente, come purtroppo è già successo in altri casi a livello Nazionale. Pertanto anche alla luce di un crescente aumento della criminalità nel nostro Paese (e in prospettiva la situazione non migliorerà di certo) forse è giunto il momento di prendere in considerazione l’approvazione di nuove leggi, sia in merito alla legittima difesa per quanto riguarda i cittadini, che per dotare le forze dell’ordine di strumenti idonei da utilizzare per fermare chi commette violenze e reagisce all’arresto e questo indipendentemente se italiano o extracomunitario. 

Occorre ricordare che molti agenti sono anche padri di famiglia con mogli e figli a carico, perciò vanno messi nelle condizioni di continuare a tutelare la sicurezza dei cittadini, senza rischiare la vita ogni volta che sono chiamati ad intervenire in tali situazioni.