Celebrazioni per Sant’Antonio, di Cristina Saracano

Alessandria: Oggi, 16 gennaio all’ospedale alessandrino, Santi Antonio e Biagio, verrà ricordato Sant’Antonio, ricorrenza che cade il 17 gennaio, ma, le celebrazioni locali saranno già oggi stesso.

Verranno ringraziate le Associazioni di volontariato, a cominciare dalla fondazione Uspidalet, co-organizzatrice dell’evento, le famiglie e i collaboratori.

Le iniziative cominceranno alle ore 16 con una Santa Messa e alle 17 una cerimonia di ringraziamento per i donatori nel salone di rappresentanza.

Costruire tra sogno e realtà, di Cristina Saracano

Sabato 19 gennaio alle 17,30, presso il Caffè Alessandrino di Piazza Garibaldi 39 Alessandria,

L’Associazione Culturale LiberaMente, presieduta da Fabrizio Priano, organizza “Costruire tra sogno e realtà”, mostra di Giuliano Saba.

Giuliano Saba nasce in Sardegna nel 1949, ma a vent’anni lascia la sua isola per lavorare in Piemonte. Attualmente risiede a San Giuliano Nuovo (Al).

Da sette anni è artista per hobby.

La maggior parte delle sue sculture, in acciaio e ottone, simboleggiano l’amore, la distanza e la nostalgia. Da circa un anno si esprime anche su tela con i colori acrilici.

Nel 2014 ha esposto a Gonnosfanandiga, suo paese natio e alla Floreale di Alessandria.

Nel 2015 è alla prima biennale d’Arte di Alessandria.

Una sua scultura è stata ospitata a Milano nel corso dell’evento “Dal design all’arte”.

Nel maggio del 2018 ha partecipato con una sua opera alla cinquantasettesima Biennale d’arte di Venezia.

Sempre attento alle problematiche sociali, non esita a partecipare ad aste benefiche dove offre le sue pitture e sculture per una buona causa.

Caro Fausto… di Cristina Saracano

1919: sono passati cent”anni da quando, tra le colline di un paesino sconosciuto del Piemonte sudorientale, a metà strada tra Tortona e Novi Ligure, nasceva Fausto Coppi.

Con quella sua aria da ragazzo fatto uomo in fretta, anche per colpa dei suoi vent’anni compiuti in tempo di guerra, con quel suo naso così pronunciato, il sorriso discreto, da uomo di campagna, ha saputo entrare nei cuori degli italiani e non solo.

Amatissimo anche in Francia, protagonista del gossip degli anni Cinquanta in un’Italia perbenista e bacchettona, Fausto è stato soprattutto un campione umano.

Un’amica della famiglia, Luciana Rota, giornalista sportiva, ha raccolto le emozioni e i ricordi di suo padre, ha ritrovato le memorie di Bruna, la prima moglie e ne ha fatto un libro.

Con molto piacere, questo pomeriggio ne ho letto alcune pagine, durante una presentazione con l’autrice.

Pagine di storia, di vita, di semplicita’ e delicatezza, di persone comuni, pagine d’amore per la bicicletta, che è un po’ come lo scorrere delle nostre esistenze.

Tra le curve di Castellania si celano sorprese e incognite come nella vita di tutti i giorni.

Nelle incertezze ci si fa più forti, come quando il campionissimo s’alzava sulla sella e pedalava con energia.

A volte si cade, ci si rialza, e se non dovesse succedere, si ha comunque la certezza di avercela messa tutta.

Kataklo’ ad Alessandria, di Cristina Saracano

Dopo un tour che ha toccato mezzo mondo, venerdì 11 gennaio al Teatro Tenda di Viale Milite Ignoto ad Alessandria, sarà di scena “Kataklo’.”

Il nome greco, che significa

“io ballo piegandomi e contorcendomi”, fa già capire di che cosa si tratta: una performance di 6 persone che sanno dare vita a oggetti di uso comune attraverso una eccellente danza acrobatica.

Da un’idea di Giulia Staccioli, ex campionessa olimpica e ora regista e coreografa, uno spettacolo che ci terrà col fiato sospeso.

Info e biglietti 0131 250600

L’arte come metafora del divenire, di Cristina Saracano

Sabato 12 gennaio 2019 alle ore 18 presso il Bio Cafè di via dell’Erba 12 Alessandria, espone

Giancarlo RAINA ,

pittore-scultore alessandrino contemporaneo, appartenente
alla corrente artistica detta costruttivista, nato a Sale in provincia di Alessandria,
vive e lavora ad Alessandria.
Dal 1975 ha partecipato a numerose mostre e rassegne nazionali ed
internazionali ottenendo consensi e diversi riconoscimenti
Tra queste, si ricordano le più significative:

• 1983 – Mostra personale a Palazzo Guasco (Alessandria) con sculture parietali di enormi dimensioni
• 1986 – I Mostra Internazionale di scultura Teatro Comunale di
Alessandria
• 1988 – II Mostra Internazionale di scultura Teatro e Giardini di
Alessandria
• 1989 – IV Mostra della piccola scultura e III Mostra della scultura
all’aperto – Comune di Castellanza (Varese)
• 1991 – I Mostra Internazionale di scultura Città di Legnano (MI)
• 1994 – Mostra con il gruppo del laboratorio artistico Il Castello -nella Torre
Capitolare di di Portovenere (La Spezia)
• 1994 – XXXIV Premio Suzzara (Mantova) a cura del Centro Culturale
Artestruktura di Milano
• 1994 Mostra collettiva : Costruttivismo, concretismo, cinevisualismo
internazionale – Museo delle Collezioni – Bucarest – Romania
• 1995 – Etruriarte -Fiera internazionale- Venturina(LI)
• 1995 – Collettiva di scultura -Palazzo Robellini -Acqui Terme
• 1996 – Mostra collettiva con 5 artisti del Museo Pagani alla Camera del
lavoro di Alessandria
• 1996 – Mostre collettive ad Arona, Acqui Terme, Asti, Omegna, Trieste,
Alessandria
• 1997 -Mostra di scultura – Città di Casale Monferrato
• 1997 – Mostra “l’arte costruita” – palazzo Cuttica – Alessandria
• 1998 – Mostra BNLper il centroD’ARS di Bergamo e di Brescia
• 2000 – Opere di piccolo formato Galleria Antonio Battaglia, Milano
Galleria Kassel Innsbruk (Austria)
Galleria Artestuktura, Milano
• 2003 – Mostra di scultura : “Omaggio a Enzo Pagani” – Museo Pagani –
Castellanza (VA)
• 2008 – Mostra “L’Arte costruisce l’Europa” – Desenzano del Garda -Arte
Struktura
• 2016 ¬ Mostra personale presso la Libreria Mondadori di Alessandria.

17 anni… di Cristina Saracano

Alessandria: Venerdi’ 11 gennaio alle 20,30 presso l’Associazione Cultura e Sviluppo di piazza De Andrè 76, in collaborazione con Il Progetto genitori e La voce della Luna, verrà proiettato il film “17anni e come uscirne vivi”.

Vincitore del Golden Globe 2017, diretto da Kelly Fremon, narra le vicissitudini di Nadine, impacciata diciassettenne, alle prese con un fratello modello, una madre isterica e un insegnante distratto e un’amica non proprio degna di questo nome…accadranno cose terribili…

Presentano la serata Barbara Rossi e Michele Maranzana.

La guerra dei Roses ad Acqui Terme, di Cristina Saracano

La-guerra-dei-roses.jpg

Acqui Terme: Si apre questa sera al Teatro Ariston di Acqui Terme la stagione 2019 con “La guerra dei Roses”, spettacolo tratto dal romanzo di Warren Adler.

La storia, resa famosa dal film omonimo, interpretato da  Michael Douglas e Kathleen Turner,  racconta la lenta e terribile separazione tra i coniugi Rose, lui ricco e ambizioso uomo in carriera, lei moglie obbediente, al suo fianco durante la sua ascesa professionale, sempre con amore e stima. Una commedia comica, intensa, reale, che ci aiuta a comprendere meglio i rapporti coniugali.

Gli interpreti sono Ambra Angiolini e Matteo Cremon, la regia è di Filippo Dini.

Info biglietti: 0144 58067.

I mercoledi’ del Conservatorio, di Cristina Saracano

violoncello_piano-600x420

Il 9 gennaio 2019 alle 17 si svolgerà il primo appuntamento dell’anno con ” I mercoledì del Conservatorio”.

Ad esibirsi sul palco dell’Auditorium Pittaluga, via Parma 1 , Alessandria, sarà il duo formato da Margherita Succio (violoncello) e Ana Ilic (pianoforte), che proporrà brani di Beethoven, Schumann e Brahms.

Ingresso libero.

Donne unite per la pace, di Cristina Saracano

Nel giorno in cui si festeggia l’Epifania, festività religiosa divenuta troppo commerciale ed esageratamente ironica nei confronti delle donne ( basta con queste Befane!), mi piace ricordare un gruppo di donne che meritano davvero una festa: le donne musulmane, cristiane ed ebree unite.

La cantante israeliana Yael Deckelbaum (nella foto) le ha riunite nel video ufficiale scaricabile con YouTube, Women Waye Peace, insieme marciano e cantano Prayer of the Mothers

Per un’unione solidale femminile e una speranza in un mondo di pace.

La “divota cumedia”, di Cristina Saracano

Alessandria: 94 anni di rappresentazioni per “Gelindo”, ovvero, la divota cumedia tutta in alessandrino.

Manca poco ad arrivare a “quota 100”, nella prima parte dello spettacolo si fa un po’ di ironia, una busina’, così si chiama in alessandrino, parlando del nostro tempo, della politica e della vita di tutti i giorni.

A seguire, la storia del pastore Gelindo che, accompagnato dal figlioletto e dai fedeli amici, l’anziano Mafen, Medoro e il giovane Tirsi, simpatico scansafatiche, si ritrova sulla strada di Betlemme e, tutti insieme, riescono miracolosamente a trovare la capanna dove alloggiano Giuseppe e Maria e dove possono adorare il Bambino.

La rievocazione della nascita di Gesù, rivista in chiave ironica e recitata magistralmente in dialetto alessandrino scivola via veloce per oltre due ore divertenti e spensierate.

Nel mezzo gli allegri personaggi propongono anche una lotteria con ricchi premi, tutti a Km O, offerti da note attività commerciali cittadine.

La memoria del tempo passato è cibo per il tempo attuale e un po’d’allegria è un toccasana per tutti.

Non perdetevi le ultime programmazioni previste al Teatro San Francesco di Alessandria, come mostra la foto qui sotto.

Amabili Letture

I "Se" e i "Ma" fermano la vita, i "Forse" donano una promessa e gli "Ora" e "Subito" conquistano il mondo. -A. M. D'Alò-

NINAESPOSITION

PRIMA DI CHIUNQUE ALTRO CI CREDO IO!!!

Dancard writer and much more..

#Books, #Histories, #Fantasy, #Social

alle sette

nientedimportante

Etiliyle © -poetry and photography ™

Etiliyle © - la poesia in una fotografia ™

prima della pioggia

Patrizia Caffiero

La vie d'une Maison®©di Assunta Mazzacane

wedding planner e piattaforma interattiva internazionale commerciale

gialloecucina

Non c'è nulla di più personale che leggere un libro!

la gilda dei lettori

"Uno scrittore non sceglie i suoi argomenti, sono questi ultimi a sceglierlo." Mario Vargas Llosa

wwayne

Just another WordPress.com site

giuseppecartablog

Tutto inizia da adesso

Il cielo tra le nuvole

"un viaggio tra i colori della vita"

Cap's Blog

La musica ha inizio dove finiscono le parole

El bosque silencioso

Es el blog literario de Antonio Pavón Leal

territori del '900

identità luoghi scritture del '900 toscano

ioinviaggio

Ti disegno un cuore per riempirlo di emozioni, ti disegno un sorriso perché tu sia felice, e due ali libere per volare via, ti coloro di blu trapuntato di stelle per amarti ogni notte guardando il cielo.

Laura Parise

Come le onde del mare... un moto perpetuo... perché la vita è un libro pieno di pagine bianche...

unbolt me

the literary asylum

Luca Cozzi

leggere, scrivere, emergere

Il mio cuore nudo

Poesia artigianale

Diario di una Mamma 2.0

Avventure e disavventure di una mamma di oggi