Momenti di poesia. Magico istante di Grazia Denaro

22221976_1426211537456824_3809123780692150250_n

 

Magico istante tra noi…

quel fioco grido che ci unisce

è un canto!

 

Si, un canto che sgorga dall’anima

intriso di gioia e sentimento.

 

Se al futuro guardo,

penso che anche il deserto selvaggio

per noi due sarà giardino ameno.

 

Immagino splendide fioriture

dento il cerchio delle nostre braccia

fili d’erba come seta

e fiori profumati

ci accompagneranno

lungo i bordi dei sentieri

e parole a coprire l’ombra dei pensieri

in una luce sontuosa

senza ombra d’inganno

in una fiamma rifulgente di zaffiro.

 

@Grazia Denaro@

Una nuova copertina per la testata Alessandria today

Una nuova copertina per la testata di Alessandria today

di Pier Carlo Lava

Nel contesto di un piano di marketing finalizzato ad costante sviluppo e crescita di Alessandria today abbiamo deciso di cambiare periodicamente la copertina della testata del blog.

Siamo sempre stati fermamente convinti e questo non vale solo per il commercio e l’impresa ma anche per un media online, che chi non innova con una certa frequenza rischia di rimanere indietro rispetto ai competitor, con le relative inevitabili conseguenze.

Ecco perchè anche Alessandria today è sempre alla ricerca di soluzioni creative in ogni direzione per evolvere, i questo caso ci siamo dedicati alla copertina che rappresenta l’immagine del blog agli occhi de mondo, visto che siamo seguiti da lettori di oltre 130 paesi.

Santa Maria di Castello oggi.jpg

Per la nuova copertina della testata del blog “Alessandria today” abbiamo scelto un immagine che riteniamo meglio di tutte possa rappresentare la nostra cara Alessandria, “Piazza Santa Maria d Castello” con l’omonima Chiesa che è stata consacrata nel 1545.

E come al solito ci siamo avvalsi della collaborazione di un amico e grande fotografo alessandrino Vittorio Destro, al quale abbiamo sottoposto le nostre idee in merito a quella che dovrebbe essere la linea delle immagini che periodicamente dovranno presentare Alessandria today.

Ovviamente gli abbiamo anche lasciato carta bianca in modo che possa dare spazio alla sua creatività a seguito della quale come da tempo sappiamo e come noi tantissimi in città, Vittorio può esprimere grandi risultati, a nostro avviso le immagini colgono l’attimo, la storia di una città e l’essenza delle persone che ci abitano e solo chi come lui è quotidianamente sul campo può coglierle.

foto epoca Santa Maria di castello foto epoca.jpg

Leggi anche: Santa Maria di Castello, cenni storici:

https://alessandria.today/2019/03/06/la-chiesa-di-santa-maria-di-castello-cenni-storici/

Altri cenni storici, da Città e Cattedrali: La chiesa di Santa Maria di Castello nasce in epoca medievale come chiesa “infra castrum”, in posizione centrale nella città precomunale e comunale. Non vi sono però testimonianze dirette della posa della prima pietra dell’edificio, né del lungo cantiere aperto dal 1486 al 1545, anno della consacrazione della chiesa in una forma vicina a quella che oggi conosciamo, momento del passaggio del convento dalla tutela dei Mortariensi a quella dei Lateranensi. Continua a leggere “Una nuova copertina per la testata Alessandria today”

Chi è il poeta Gianfranco Isetta?, conosciamolo meglio con la sua biografia

Gianfranco Isetta

La redazione di Alessandria today è lieta di presentare la biografia di Gianfranco Isetta, un poeta della nostra provincia, dello stesso in seguito pubblicheremo anche una intervista.

Gianfranco Isetta è nato a Castelnuovo Scrivia (AL) nel 1949. Ha conseguito il diploma di laurea in Statistica presso l’Università Cattolica di Milano. Ora in pensione, è stato Direttore amministrativo dell’Istituto Scolastico Comprensivo di Castelnuovo Scrivia.

Ha dedicato molto tempo all’attività pubblica: per 10 anni è stato sindaco di Castelnuovo S., mantenendo per sé la delega alla Cultura.

In tale veste ha promosso, tra le varie iniziative, il rilancio del Centro Internazionale di Studi dedicato al novelliere castelnovese Matteo Bandello e alla Letteratura rinascimentale presieduto dal prof. Giogio Bàrberi Squarotti. Ha iniziato a scrivere solo dall’inizio del 2000.

La poesia non è la sua unica passione, infatti anche l’astrofisica e la fisica, in particolare la meccanica quantistica, rappresentano qualcosa di più di un semplice interesse e spesso se ne coglie il segno in varie sue composizioni. Continua a leggere “Chi è il poeta Gianfranco Isetta?, conosciamolo meglio con la sua biografia”

ANSA: Tir invade cantiere su A14, due morti

ANSA: Tir invade cantiere su A14, due morti

Intorno alle 23 di ieri.Camionista indagato per omicidio colposo

Redazione Ansa BOLOGNA 06 agosto 2019 http://www.ansa.it/

288f26fbf3f679b2dc35b4c98ea8e6be.jpg

(ANSA) – BOLOGNA, 6 AGO – Due operai che lavoravano per conto di Autostrade sono morti, investiti da un Tir che ha invaso un cantiere allestito nel tratto bolognese della A14, a Borgo Panigale. L’incidente è avvenuto poco prima delle 23 di ieri al km 9, nei pressi dello svincolo per il raccordo interno. Gli operai stavano terminando l’allestimento del cantiere, necessario al rifacimento delle segnaletica orizzontale, e c’era un restringimento della carreggiata indicato con cartelli e segnali luminosi.
L’autista del mezzo pesante, un 62enne albanese residente in Italia, è entrato nell’area del cantiere investendo i due e rischiando di travolgere un terzo addetto riuscito a spostarsi in tempo. Le vittime sono Antonio Pizzutelli, 38 anni, e Salvatore Vani, 46 anni, entrambi della provincia di Frosinone.
Erano dipendenti di una ditta che lavora in appalto per Autostrade. Sul posto la Polizia Stradale. Il camionista, indagato per omicidio colposo, è stato sottoposto ai test per verificare se fosse sotto effetto di alcol o droghe.

Il poeta Salvatore Pintus entra nella redazione di Alessandria today – biografia e due poesie

Il poeta Salvatore Pintus entra nella redazione di Alessandria today – biografia e due poesie

di Pier Carlo Lava

Alessandria today è lieta di presentare la biografia e due poesie del poeta Salvatore Pintus che da oggi è un nuovo componente della redazione del blog, in attesa di leggere i suoi post gli do il mio benvenuto anche a nome di tutta la redazione.

Salvatore Pintus.jpg

Biografia di Salvatore Pintus.

Mi chiamo Salvatore Pintus, sono nato a Sassari il 2 gennaio 1948.

Maturità classica

Laurea in Scienze politiche

Ho lavorato come formatore, Direttore e responsabile della progettazione presso lo IAL Sardegna.

Negli ultimi anni di lavoro ho prestato la mia attività presso la Regione Sardegna, Assessorato del Lavoro. Ora sono in pensione e mi occupo di volontariato.

Accomunare e rivisitare 

 

Sghembo quel ragionare

di ricordi

da polvere confusi

nel ripostiglio dell’anima.

Rovistando con te

accomuno vissuti

e intreccio

complicità e futuri,

virtuose interpolazioni

d’orizzonti ;

incontro di spiriti

sulla sponda del vivere

che ci scorre davanti. Continua a leggere “Il poeta Salvatore Pintus entra nella redazione di Alessandria today – biografia e due poesie”

Ti piace scrivere, vuoi fare parte della redazione di Alessandria today @ Web Media Network ?

Ti piace scrivere, vuoi fare parte della redazione di Alessandria today @ Web Media Network ?

di Pier Carlo Lava

Alessandria today @ Web Media Network nasce a dicembre 2017, partendo da zero ha già raggiunto 571.000 visite con una crescita costante e continua dovuta all’impegno di tutti i numerosi Autori e Autrici che scrivono e pubblicano i loro post, che con l‘occasione ringrazio per l’impegno profuso e la qualità del livello creativo del loro lavoro.

Pier.jpg

La redazione vuole ulteriormente crescere, perciò vorrei invitare chi ne vuole fare parte e pubblicare direttamente nel blog a scrivermi in privato sul messenger di facebook dopo il 28 luglio 2019 (Pier Carlo Lava) oppure per mail precisando quanto segue:

Nome e cognome, num. di cellulare, indirizzo email e una breve biografia con foto.

L’invito è rivolto a tutti in particolare ai blogger, in tal senso informo che attualmente sono già molti nella redazione.

Non ci sono particolari restrizioni sui temi dei post, se non un civile rispetto dei numerosi lettori di oltre 130 paesi nel mondo.

Grazie per l’attenzione e cari saluti a tutti.

Iscriviti, riceverai gratis tutti gli articoli di Alessandria today @ Web Media Network

Iscriviti, riceverai gratis tutti gli articoli di Alessandria today @ Web Media Network

Pier

di Pier Carlo Lava

Un servizio che con una semplice iscrizione permette di ricevere gratis tutti gli articoli pubblicati su Alessandria today.

Un servizio che tramite e-mail segnala titolo e incipit del ‘pezzo’, e consente a chi è interessato di leggerlo in real time.

Per iscriversi è semplice, gratuito e senza impegno, sulla home page di Alessandria today nella colonna di destra quasi all’inizio c’è la seguente dicitura:

Segui insieme ad altri 2.718 follower.

Clicca per seguire questo blog e ricevere email di notifica per i nuovi articoli.

ISCRIVITI.

Segui Alessandria today via e-mail, clicca per seguire questo blog e ricevere email di notifica per i nuovi articoli e sarai informato su tutto quello che succede in Alessandria e non solo: eventi culturali, cronaca, politica, turismo, spettacoli, associazioni, ambiente,  animali, agricoltura, commercio, economia, imprese, ecc.

ISCRIVITI

E’ sufficiente cliccare sulla dicitura “ISCRIVITI”, seguire una semplice procedura che prevede l’indicazione di nome ed e-mail, ed il servizio sarà attivo immediatamente.

In qualsiasi momento che lo si voglia si può facilmente annullare l’iscrizione.

http://feeds.feedburner.com/AlessandriaToday

Prurito dopo la doccia: Ecco quattro possibili cause

Prurito dopo la doccia: Ecco quattro possibili cause

di Dr. Filippo Fassio  https://www.allergologo.net

doccia2.png

Capita a molti: dopo una doccia calda, soprattutto in inverno, dopo che ci si è asciugati e vestiti, la pelle prude leggermente. Per la maggior parte delle persone, questi sintomi sono lievi, durano solo qualche minuto e sono causati principalmente da pelle secca e provata dal freddo o da una temperatura troppo calda dell’acqua.

Per qualcuno, però, il prurito può essere cronico, grave e anche debilitante. Le cause di questo disturbo possono essere diverse. Ecco quattro possibili cause. Xerosi: quando la pelle secca è patologia Con xerosi si intende una variante patologica della pelle secca.

Questa patologia può colpire persone di tutte le età, ma è più diffusa nelle persone anziane. La xerosi, nota anche come prurito invernale, si verifica più spesso durante i mesi più freddi, soprattutto quando si bagna la pelle senza prevedere subito dopo l’uso di idratanti. I sintomi sono pelle secca, prurito, arrossamenti, dolorose screpolature sulle mani e sui piedi. Continua a leggere “Prurito dopo la doccia: Ecco quattro possibili cause”

Armiamoci e partite?, di Pier Carlo Lava

Armiamoci e partite?, di Pier Carlo Lava

Molti di noi alla domanda: cosa farebbe se dovesse rinascere risponderebbe che farebbero un altro lavoro, mentre per quanto mi riguarda risponderei che rifarei esattamente lo stesso lavoro, cercando se possibile di dedicare un po più di tempo alla famiglia… .

Pier Carlo

Alessandria today, negli ultimi 20 anni della mia attività lavorativa come direttore vendite e marketing, sia per il mio carattere che per convinzione anzichè limitarmi impartire ordini nelle riunioni a venditori e ispettori su come dovevano operare, preferivo cercare di convincere chi al termine delle stesse mi sembrava poco convinto sulla presentazione di vendita da effettuare ai clienti.

Infatti con taluni mi fermavo per colloqui individuali per cercare di capire cosa non li convinceva della mia presentazione nella riunione appena terminata e dialogavo con ulteriori argomentazioni per risolvere il problema al fine di migliorare la loro operatività nel canvass di vendita che sarebbe iniziato dal giorno dopo, alfine di metterli nelle migliori condizioni possibili per raggiungere i target assegnati.

Se al termine dei colloqui taluni non mi parevano ancora persuasi ad adottare i metodi suggeriti, gli chiedevo di uscire in accompagnamento per visitare i clienti della propria zona e se al termine della presentazione di vendita mi rendevo conto che ancora non seguivano i metodi indicati, al cliente successivo (ovviamente se non mi conosceva come direttore vendita della società in questione) mi facevo presentare come un nuovo venditore in training e facevo io stesso la presentazione di vendita. Continua a leggere “Armiamoci e partite?, di Pier Carlo Lava”

Daily Mirror (UK): una vita inumana lavorare in Amazon

Daily

di francogavio https://democraticieriformisti.wordpress.com/

Alessandria: La lettura dello scoop giornalistico che fece la scorsa settimana il Daily Mirror (uno dei più venduti tabloid inglesi) sulle condizioni di lavoro delle maestranze Amazon a Tilbury nel Regno Unito ad alcuni di noi non lascia per nulla esterrefatti. Forse, qualche giovane rampante presente nell’ultima Leopolda penserà che si tratti di una delle solite fake news costruite artatamente dagli scherani di Putin o da qualche complottista grillo-leghista per insudiciare il generoso apporto del capitale d’oltreoceano in qualità di creatore di posti di lavoro nella vecchia Europa. Sinceramente, vorremmo anche noi che lo fosse. Purtroppo, il prestigio della stampa britannica, le doti “atletiche” di Alan Selby (l’inviato del Mirror), nonché la documentazione fotografica, complessivamente ci induce a pensare che il tutto corrisponda a verità.  Non ci sarebbe altro d’aggiungere se non una inquietante analogia con il passato.

A metà degli anni 30, George Orwell fu “ingaggiato” da un noto quotidiano britannico affinché svolgesse un’indagine sulle condizioni di vita dei minatori inglesi nella regione industriale delle Midlands. Ne sortì un libro “The Road to Wigan Pier” (La strada che porta al molo di Wigan), ove lo scrittore scozzese non si fece scrupolo di denunciare il degrado in cui viveva la classe operaia del tempo e lo sfruttamento a cui era sottoposta. Ma fu altrettanto severo con quella che lui ritenne “l’indifferenza” dei sindacati e la “spocchia” dei burocrati Labouristi. Il partito reagì in modo furente “censurando” l’opera e ostracizzando Orwell. Lo stesso accadde, sebbene in misura minore, non appena fu pubblicato 1984. Continua a leggere “Daily Mirror (UK): una vita inumana lavorare in Amazon”

Non è questo l’amore, di hashtagcomunicazione

di hashtagcomunicazione

“In Italia, in media ogni due o tre giorni un uomo uccide una donna, una compagna, una figlia, un’amante, una sorella, una ex.

Magari in famiglia, perché non è che la famiglia sia sempre, per forza, quel luogo magico in cui tutto è amore.

La uccide perché la considera una sua proprietà, perché non concepisce che una donna appartenga a se stessa, e sia libera di vivere come vuole lei e persino di innamorarsi di un altro.

E noi che siamo ingenue, spesso, scambiamo tutto per amore.

Ma l’amore, con la violenza e le botte non c’entrano un tubo.

L’amore, con gli schiaffi e i pugni c’entra come la libertà con la prigione.

Noi, a Torino, che risentiamo della nobiltà reale diciamo che è come passare dal risotto alla merda.

Un uomo che ci mena non ci ama, mettiamocelo in testa, salviamolo nell’hard disk.

Vogliamo credere che ci ami, bene, allora ci ama male.

Non è questo l’amore.

Un uomo che ci picchia è uno stronzo, sempre, e dobbiamo capirlo subito, al primo schiaffo, perché tanto arriverà anche un secondo, e un terzo, e un quarto.

L’amore rende felici e riempie il cuore, non rompe le costole, non lascia lividi sulla faccia.

Pensiamo mica di avere sette vite come i gatti. No, ne abbiamo una sola.

Non buttiamola via.”

Dal monologo di Luciana Littizzetto sul palco del Festival di Sanremo 2013.

https://hashtagcomunicazione.com

Ti piace scrivere e vederlo pubblicato su Alessandria today ?

Ti piace scrivere e vederlo pubblicato su Alessandria today ?

di Pier Carlo Lava

ti-piace

Se ti piace scrivere come altri 30 autori del blog e vedere pubblicato quello che scrivi, puoi inviare i tuoi articoli, recensioni, racconti, poesie, cronaca, politica, cinema, teatro, segnalazioni, ecc. anche con immagini, al seguente indirizzo e-mail, piercarlolava@gmail.com verrano pubblicati gratuitamente (a insindacabile giudizio della redazione) sul blog: https://alessandriatoday.wordpress.com/ e ovviamente anche su varie pagine social…

ps. siamo disponibili a valutare anche una tua collaborazione diretta sul blog

500.000 Grazie a tutti, lettori, blogger e autori, di Pier Carlo Lava

500.000 Grazie a tutti, lettori, blogger e autori

http://feeds.feedburner.com/AlessandriaToday

Alessandria: Ebbene si, sembrava quasi impossibile invece è proprio realtà, infatti Alessandria today in soli 18 mesi di vita, essendo praticamente nata ad inizio 2018 ha già raggiunto 508.000 visite.

500-000-visitas-medio-millc3b3n

Un risultato insperato in così breve tempo per un blog, soprattutto considerando che siamo partiti da zero (e che la redazione era composta solo dal sottoscritto oltre a  due autrici) e che nel mese di dicembre 2017 erano state registrate appena 7.522 visite, ma che in seguito con un crescendo continuo e costante siamo arrivati ai risultati più sopra indicati (oggi la media mensile è di oltre 35.000 visite).

La redazione sin dal primo giorno si è impegnata moltissimo per costruire un blog a 360° in grado di soddisfare tutte le esigenze e gli interessi dei navigatori, che hanno risposto con entusiasmo e soprattutto con continuità.

Vogliamo perciò ringraziare tutti i lettori, i numerosi amici blogger, oltre 600 che trovano spazio su Alessandria today e ovviamente tutta la redazione che attualmente è composta da oltre 20 Autori per questo risultato che stimola tutti noi di Alessandria Today ad impegnarci ulteriormente per non deluderli, continuando a rendere sempre più interessante, creativa e multi-lingue la navigazione del nostro blog. Continua a leggere “500.000 Grazie a tutti, lettori, blogger e autori, di Pier Carlo Lava”

Ribaltone: Lega boom, crollo 5Stelle

Ribaltone: Lega boom, crollo 5Stelle

I risultati delle elezioni europee ribaltano gli equilibri politici in Italia. La Lega di Salvini oltre il 30 per cento: “Grazie Italia, il governo non cade”. Sorpresa Pd: con Zingaretti è diventato il secondo partito. Grillini in palese difficoltà ma Di Maio fa sapere: “Restiamo ago della bilancia”.

Salvini.jpg

Il premier Conte ammette: la campagna elettorale non ci ha aiutato. Il commento di Sorgi: il capitano alla prova del successo. Feltri descrive la parabola leghista: da Roma ladrona ai nemici di Bruxelles.

Geremicca sulla discesa grillina: una catena di errori dalla Tav al flop del reddito.

Nel voto negli altri Paesi Ue molte novità: Le Pen supera Macron in Francia, volano i Verdi tedeschi, i nazionalisti si impongono in Polonia e Farage domina in Gran Bretagna ma a conti fatti Strasburgo respinge l’onda sovranista e si avvia verso una maggioranza popolare-socialista-liberale. Il commento di Zatterin: il fossato delle due Europe.

Il commento di Bernard-Henri Levy: ora inizia lo scontro frontale.

In Formula 1 capolavoro di Hamilton a Montecarlo nel ricordo di Niki Laura. Chiude la Serie A con Atalanta e Inter in Champions, salvi Genoa e Fiorentina.

Maurizio Molinari

La Stampa

Ti piace scrivere e vederlo pubblicato su Alessandria today ?

Ti piace scrivere e vederlo pubblicato su Alessandria today ?

di Pier Carlo Lava

ti-piace

Se ti piace scrivere come altri 30 autori del blog e vedere pubblicato quello che scrivi, puoi inviare i tuoi articoli, recensioni, racconti, poesie, cronaca, politica, cinema, teatro, segnalazioni, ecc. anche con immagini, al seguente indirizzo e-mail, piercarlolava@gmail.com verrano pubblicati gratuitamente (a insindacabile giudizio della redazione) sul blog: https://alessandriatoday.wordpress.com/ e ovviamente anche su varie pagine social…

ps. siamo disponibili a valutare anche una tua collaborazione diretta sul blog

Ti piace scrivere e vederlo pubblicato su Alessandria today ?

Ti piace scrivere e vederlo pubblicato su Alessandria today ?

di Pier Carlo Lava

ti-piace

Se ti piace scrivere come altri 30 autori del blog e vedere pubblicato quello che scrivi, puoi inviare i tuoi articoli, recensioni, racconti, poesie, cronaca, politica, cinema, teatro, segnalazioni, ecc. anche con immagini, al seguente indirizzo e-mail, piercarlolava@gmail.com verrano pubblicati gratuitamente (a insindacabile giudizio della redazione) sul blog: https://alessandriatoday.wordpress.com/ e ovviamente anche su varie pagine social…

ps. siamo disponibili a valutare anche una tua collaborazione diretta sul blog

Ti piace scrivere e vederlo pubblicato su Alessandria today ?

Ti piace scrivere e vederlo pubblicato su Alessandria today ?

di Pier Carlo Lava

ti-piace.jpg

Se ti piace scrivere come altri 30 autori del blog e vedere pubblicato quello che scrivi, puoi inviare i tuoi articoli, recensioni, racconti, poesie, cronaca, politica, cinema, teatro, segnalazioni, ecc. anche con immagini, al seguente indirizzo e-mail, piercarlolava@gmail.com verrano pubblicati gratuitamente (a insindacabile giudizio della redazione) sul blog: https://alessandriatoday.wordpress.com/ e ovviamente anche su varie pagine social…

ps. siamo disponibili a valutare anche una tua collaborazione diretta sul blog

Corri con Luca: le iniziative di chiusura della campagna elettorale con Luca Gioanola, candidato Sindaco

Corri con Luca: le iniziative di chiusura della campagna elettorale con Luca Gioanola, candidato Sindaco

Una ultima giornata di campagna elettorale insieme a Luca Gioanola, candidato Sindaco, e ai candidati consiglieri della coalizione “Casale nel Cuore – meglio Gioanola Sindaco” con un crescendo di iniziative, opportunità di incontro e un coinvolgimento per tutte le età: bambini, famiglie, giovani, adulti.

candidato CORRICONLUCA.jpg

Si parte infatti al mattino dalle 9 alle 12 con i Gazebi delle liste presenti in Piazza Castello durante il mercato ambulante.

Al pomeriggio dalle 16, via a una sequenza ininterrotta di eventi.

Alle 16: Corri con Luca. Una corsa leggera/passeggiata per tutte le età che partendo da Via Roma 148, sede elettorale, proseguirà attraverso Piazza Castello, il lungo Po, il Ronzone, il Bosco della Pastrona, il Parco della Cittadella, i Giardini della Stazione, per chiudersi in Piazza Mazzini. Continua a leggere “Corri con Luca: le iniziative di chiusura della campagna elettorale con Luca Gioanola, candidato Sindaco”

Bar e Teatro comunale, un angolo della città triste e desolante

Bar e Teatro comunale, un angolo della città triste e desolante

di Pier Carlo Lava

Alessandria in questi ultimi anni ha vissuto e in parte continua a vivere il problema del dissesto della casse comunali che ha lasciato dei segni profondi e delle cicatrici che al momento non sono ancora state cancellate, le stesse sono particolarmente visibili in alcune aree della città, come ad esempio la zona dei giardini pubblici.

Teatro comunaleBar teatro 1aBar teatro 1aa

Lo si evince passando davanti al teatro comunale anche questo in gran parte chiuso e solo saltuariamente e parzialmente utilizzato per qualche evento perciò usufruibile solo in minima parte e il locale bar annesso, in passato fiorente e frequentato, ma ora tristemente chiuso e in stato di apparente degrado.

Abbiamo citato questi come altri casi che rappresentano un segnale evidente che purtroppo Alessandria non riesce ancora a rialzarsi come meriterebbe per la sua storia e le sue tradizioni del passato.

foto mie di qualche tempo fa…

PER NON DIMENTICARE MAI !!!!! di Diego De Nadai

PER NON DIMENTICARE MAI !!!!! di Diego De Nadai

Ripubblichiamo questo post di Diego De Nadai per ricordare Don Giuseppe Diana. Il Prete ucciso nella sua Chiesa dalla camorra il 19 marzo 1994.

Pier Carlo Lava

Il 9 di Dicembre 2018 sarò a Villa Di Briano (CE) ospite di Don Giuseppe Sagliano e della sua comunità con il “Premio Europeo Clemente Rebora 2018- 2019,” per un recital poetico al centro culturale dedicato a Don Giuseppe Diana. Il Prete ucciso nella sua Chiesa dalla camorra il 19 marzo 1994 ( per non dimenticare mai )!!!!

220px-Giuseppe_Diana

Giuseppe Diana nasce il 4 luglio del 1958 a Casal di Principe, vicino ad Aversa, figlio di genitori proprietari terrieri. A dieci anni entra in seminario ad Aversa, dove frequenta le scuole medie. Ottenuto il diploma di liceo classico, si trasferisce a Posillipo per compiere studi teologici nel seminario locale, sede della Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale.
Giuseppe si licenzia in Teologia Biblica, per poi laurearsi presso l’Università Federico II di Napoli in Filosofia. Entrato nell’Agesci (Associazione Guide e Scouts Cattolici Italiani), viene ordinato sacerdote.
Nominato assistente ecclesiastico del Gruppo Scout di Aversa, ottiene in seguito la carica di assistente del settore Foulards Bianchi. A partire dal 19 settembre 1989 è parroco a Casal di Principe, nella parrocchia di San Nicola di Bari.
Poco dopo viene nominato segretario di monsignor Giovanni Gazza, vescovo della diocesi di Aversa, e diventa insegnante di religione cattolica all’istituto professionale alberghiero e all’istituto tecnico industriale statale “Alessandro Volta” di Aversa; insegna, inoltre, materie letterarie nel liceo del seminario “Francesco Caracciolo”. In questi anni Giuseppe, da tutti conosciuto come Don Peppino, si impegna ad aiutare la gente della sua città: è il periodo in cui la camorra casalese legata a Sandokan (così è soprannominato il boss Francesco Schiavone) semina terrore e paralizza la vita campana.
Continua a leggere “PER NON DIMENTICARE MAI !!!!! di Diego De Nadai”

I  rinoceronti, di Dario Fornaro

I  rinoceronti, di Dario Fornaro

https://appuntialessandrini.wordpress.com

Alessandria: E’ già in atto da mesi – da anni, tenendo conto dei prodromi e dei trascinamenti – il penoso riandare, col pensiero e le prospezioni storiche, al quesito ormai incombente:  ma come è potuto accadere, ma come può avverarsi ancora, con foga raddoppiata, il tentativo, subdolo o palese, di alterare, per via  popolar-populista, i fondamenti, decorosamente sopravvissuti, della vita democratica del nostro Paese?

I rinoceronti

Classica “bella domanda”, attorno alla quale sono già al lavoro storici e saggisti politici. Ai quali non mancherà certo materiale per ricostruire, a grandi linee o piccole maglie,  questo periodo di turbolenza socio economica e culturale con  gli eventuali esiti in ballo.

Orbene, mentre gli storici – nelle varie loro declinazioni – attendono alle indagini del caso, a me sovviene un piccolo richiamo  letterario volto ad illuminare una diffusa pre-condizione  umana, ad un tempo individuale e collettiva, consistente nella di neutralizzazione automatica delle novità di vita, per quanto inaudite o intriganti si presentino. Insomma una specie di cautelare “vedo ma non intendo” moltiplicabile a piacere.

Si tratta di due testi teatrali  pubblicati e rappresentati attorno al 1960 e risalenti, come autori, al franco-rumeno Eugene Ionesco (“Il rinoceronte” – Einaudi 1960 ) e all’elvetico Max Frish (“Omobono e gli incendiari” – in “Teatro di MF” – Feltrinelli, 1962). Continua a leggere “I  rinoceronti, di Dario Fornaro”

Attenzione a scegliere il compagno di viaggio

Attenzione a scegliere il compagno di viaggio

di Pier Carlo Lava

Alessandria: Come ben sappiamo le persone non si finiscono mai di conoscere, ecco perchè occorre fare molta attenzione a chi si sceglie come compagni viaggio. Purtroppo non solo i comportamenti virtuali ma anche l’apparenza nella conoscenza diretta a volte inganna, dato che poi non corrisponde alla realtà effettiva dei fatti.

Pier Carlo Lava ok copia 2.jpg

Fare una scelta che in seguito si rivela sbagliata, sia nella vita che in politica, può creare dei problemi che a volte si possono risolvere con dei semplici chiarimenti mentre in altre possono avere delle conseguenze  irrimediabili.

E’ di qualche giorno fa un fatto di cronaca politica successo in Alessandria, che ha sollevato polemiche e sdegno da parte di molti: dopo la cerimonia locale del 25 aprile Carmine Passalacqua, Forza Italia, Consigliere comunale e Presidente della Commissione comunale Cultura, ha attaccato duramente Sandro Pertini e Walter Audisio con frasi ingiuriose.

La condanna alle stesse è arrivata anche dal Sindaco di Alessandria Gianfranco Cuttica di Revigliasco della Lega, il quale ha affermato che “ bisogna usare il cervello, dipendesse da me lo farei dimettere, ma dipende dai Consiglieri”.

Non basta, come dice Papa Francesco, andare in Chiesa per essere un buon cristiano ma occorre dimostrarlo con i comportamenti e certe frasi che possono istigare alla violenza non rientrano fra questi.

Non ci dilunghiamo oltre su questo episodio ma questo fatto ci ricorda che occorre riflettere con molta attenzione nella scelta dei compagni di viaggio.

“Commissari sulle tracce del male”, un programma condotto da Pino Rinaldi, con la collaborazione della Polizia di Stato

“Commissari sulle tracce del male”, un programma condotto da Pino Rinaldi, con la collaborazione della Polizia di Stato

Questura di Alessandria: Da sabato 24 novembre 2018 e per 8 serate è andata in onda la seconda serie di “Commissari – sulle tracce del male” un programma condotto da Pino Rinaldi e realizzato con la collaborazione della Polizia di Stato.  

La serie racconta l’attività d’indagine svolta dagli “investigatori” della Polizia di Stato su alcuni casi di cronaca giudiziaria avvenuti in diverse città d’Italia che hanno segnato profondamente il loro lato umano.

Protagonista di ogni puntata è il “Commissario” che ha trattato il caso, colui che alla fine si è trovato faccia a faccia con il responsabile del reato. Sarà lui, intervistato da Pino Rinaldi, il volto e la voce narrante del racconto dell’attività investigativa svolta.

Il racconto del “Commissario” sarà arricchito dal materiale documentaristico di repertorio e dal ricordo dell’esperienza vissuta insieme alla sua squadra che lavorando al suo fianco ha contribuito alla risoluzione del caso di cronaca giudiziaria.

Prima Puntata
La Donna senza mani

È il 5 novembre del 2009, siamo a Varese, il “Commissario” Sebastiano Bartolotta è a cena.

Riceve la telefonata da un suo collaboratore che gli comunica che c’è stato un omicidio, una donna è stata uccisa nella propria abitazione con ventidue coltellate e le sono state mozzate le mani.

Il “commissario” si precipita immediatamente sul luogo del delitto. Perché tanta ferocia? Chi puo’ aver compiuto quel gesto così efferato?

In questa puntata Pino Rinaldi e il Dirigente della Polizia di Stato Sebastiano Bartolotta ripercorrono le fasi delle indagini per arrivare alla verità.

“COMMISSARI – Sulle tracce del male” è un programma di Giuseppe Rinaldi scritto con Marcello Conte, Produttore esecutivo Giovanna Canosa, Delegato Rai Valeria Durante, Regia di Andrea D’Asaro. Una produzione Magnolia per Rai.

ANTARTIDE IL PIANETA BLU, dove l’Anima tocca l’Infinito… di Marcella Nardi

ANTARTIDE IL PIANETA BLU, dove l’Anima tocca l’Infinito… di Marcella Nardi

 

Marcella – La viaggiatrice

Sono un ex-Informatico che più dei bit e dei byte, ama la vita e questo pianeta. Figlia di un veneto e di una tarentina, ho vissuto un po’ dovunque in Italia. Nel 2008 mi sono trasferita da Milano a Seattle, Stati Uniti. Non è stato facile, dopo una vita trascorsa nella mia nazione, prender tutto e andare via. Ma si sa… nella vita molte cose hanno un prezzo da pagare. Ho percorso in lungo e in largo questo magnifico pianeta con la macchina fotografica, da sempre mia instancabile compagna di viaggio. Clicca QUI per vedere un video realizzato con le piu’ belle tra le mie foto scattate in Antartide.

 Marcella – Il viaggio con l’Explorer della National Geographic

Il mio è stato un viaggio dal nord del mondo verso i confini meridionali del pianeta: cinque ore da Seattle per raggiungere Atlanta (Georgia, USA); dieci ore per arrivare a Buenos Aires e per fortuna lì abbiamo incontrato i nostri accompagnatori e gli altri “colleghi” di viaggio. Riposo di una notte con bellissima escursione cittadina a Buenos Aires. Il giorno dopo, zaino in spalla e via per Ushuaia, nella Terra del Fuoco: quattro ore di aereo. Con gli altri passeggeri, il 29 dicembre ci siamo imbarcati sull’Explorer della National Geographic. Tra i nostri accompagnatori c’era James Balog (quello del film documentario “Chasing ice”) e molti naturalisti che lavorano per la National Geographic. Il viaggio è stato un po’ come vivere nel bel mezzo di un documentario.

Abbiamo provato l’ebrezza di navigare nel famigerato Canale di Drake… Non è stata una passeggiata!

Il 31 dicembre abbiamo avvistato il primo e gigantesco iceberg che, solo soletto, ha fatto gli onori di casa: eravamo oramai quasi in Antartide. Ogni giorno facevamo due escursioni a terra con i naturalisti che ci spiegavano quello che stavamo vedendo, quasi sempre in lieta compagnia di pinguini e foche.

Ci siamo spinti oltre il Circolo Polare Antartico fino a Crystal Sound: 66’ 53’’. Poi il viaggio di ritorno.

Marcella e le sue emozioni nel Blu dell’Antartide

Lì, all’estremo Sud della Terra, la mia anima ha percepito emozioni fino allora inimmaginabili.

In quel Mondo sterminato,

un prorompente Silenzio,

una Luce accecante

e una Bellezza senza pari,

mi hanno fatto udire…

la melodia dell’Infinito!

La mia anima si è finalmente librata attraverso spazi dove lo sguardo non riusciva a raggiungere una fine. Sapevo che andare in Antartide avrebbe colpito per sempre il mio cuore. Così è stato. Da questo viaggio, ognuno torna con qualcosa in più dentro di sé.

Eppure non c’è nulla, solo ghiaccio… dicono in tanti.

Invece c’è il suono puro della Natura. Ho camminato tra i pinguini, creature dolcissime e intelligenti. Con l’Explorer abbiamo navigato tra le balene e le più belle sculture che la nostra mente possa immaginare: gli Iceberg. Questi colossi di ghiaccio hanno le forme più strane e i colori vanno dal bianco al celeste al blu al verde!

Ho visto la Natura in tutta la sua potenza e bellezza.

In Antartide non ci sono ristoranti, né bar… nulla. C’è il suono del Creato.

Per le temperature e la difficoltà di camminare in certe zone impervie, fare un viaggio in Antartide vuol dire amare davvero questo pianeta.

Consiglio a chi volesse intraprendere questo viaggio di farlo con laLindblad/National Geographic. Sulla nave e a terra si è sempre accompagnati da scienziati di cui molti, come già detto, lavorano proprio per National Geographic.

Marcella – Le mie conclusioni

È un viaggio unico nel suo genere. Direi che è pari solo all’Egitto, anche se i due viaggi hanno peculiarità diverse. In Egitto si ammira l’operato umano e si rimane senza fiato davanti ai templi e alle piramidi dei Faraoni. In Antartide si ammira una Natura incredibile, completamente diversa da qualsiasi altro posto della Terra.

ALLE DONNE CHE STANNO OPERANDO AFFINCHÉ LE DONNE E GLI UOMINI DIVENTINO MIGLIORI, di Lorella Ronconi

di Lorella Ronconi

#riflessionidalletto, eccomi in versione notturna, I’m , il cervello viaggia. Miliardi di pensieri, prima di dormire, la sera. Nella calma, nella solitudine del mio letto símil ospedale , una marea frusciante di pensieri  cavalca la mia testa; nelle stanze della mente mi volteggiano, invadenti, coloratissimi, psichedelici pensieri: paure, ansie, idee, da finire, da fare, sensi di colpa, dubbi  . Appuntamenti, impegni, persone, genitori, medicine, desideri, dolori. 

E i soldi e il lavoro? Come fare? Dove trovare le cure e le soluzioni? Quale sarà mio futuro? 

Penso alle #donne  in questa giornata particolare. 

Cosa pensano, le donne prima di dormire?  Ci saranno donne sveglie adesso a fare slalom tra ansie, problemi, soluzioni? Le immagino con le loro piccole grandi sofferenze quotidiane: donne che stanno andando al lavoro, altre che tornano a casa, in aereo  a fissare le luci dell’aeroporto che si avvicina. Donne che si struggono in dolce attesa e donne che aspettano un lavoro, donne in fila per una tazza di riso. 

E ancora, donne in un angolo buio per dare ‘gioie’ d’amore ed altre che stanno fingendo un amore che è evaporato da molto tempo. Donne in acquerello, scolorite dal tempo, in attesa del sorriso di quel figlio che non chiama mai. Donne che promettono di non farlo mai più. Le donne…  Quante donne in questo momento sono tra le violenze? Nelle guerre? Sono schiave di dipendenze, incatenate alle sale giochi… O tra braccia carnefici?  Sento il loro camminare, il loro pensare e il mio:  sono una donna , avremo mai pari opportunità? Dedicato alle donne, alle donne invisibili, alle donne diversamente abili, come me, alle donne sole, alle donne che cercano di camminare a testa alta alle donne che desiderano un mondo migliore e muoiono tra le braccia di chi avevano amato. Alle donne che stanno operando per le donne e gli uomini, affinché diventino migliori.

#GiornataControLaViolenzaSullaDonna #senzabarriere #setedisapere #determined #SirenaGuerriglia #iosonosmart #JeRouleAvecToi

https://lorellaronconi.wordpress.com/

Maurizio Molinari: Ultime News La Stampa

Maurizio Molinari: News La Stampa

unnamed-1

In Sardegna prevale il centrodestra e il leader di Forza Italia avverte l’alleato: la gente apre gli occhi sui disastri del governo. Dopo il crollo nelle urne i grillini trovano un colpevole: Tria e le aperture alla Tav. L’impatto sullo scenario politico: nel centrodestra, scrive Feltri, la Lega non tornerà ad Arcore; nel centrosinistra, scrive Geremicca, la sfida viene dal nuovo bipolarismo. Reportage fra gli operai del Sulcis: “Siamo stati traditi dai 5 Stelle”. Intervista a Bazoli: contro la crisi all’Occidente serve un Consiglio Ecumenico. Ad Hanoi domani si apre il summit Trump-Kim che può far finire la guerra di Corea. A Villar Perosa l’ultimo saluto a Marella Agnelli. Nell’assegnazione degli Oscar Hollywood ha subito il fascino delle Regine.

Approfondimenti a questi link:

Sardegna al centrodestra, i grillini sprofondano al 10%

Berlusconi: “Così Salvini rischia. Dopo i grillini può toccare a lui”

Il capro espiatorio è Tria. Di Maio: “Se vuole, lasci”. E arriva il direttorio a 10

Ma la Lega non tornerà ad Arcore

Alle prese con il nuovo bipolarismo

“Traditi dal Movimento. Non vogliamo l’elemosina ma lavoro nelle industrie”

Giovanni Bazoli: “Un nuovo Concilio Ecumenico contro la crisi dell’Occidente”

Coree, Seul spinge per il trattato di pace: Trump chiederà a Kim misure concrete

Mozart e le rose: l’addio riservato della famiglia a Marella Agnelli

L’Oscar a Green Book, nell’epoca della cattiveria Hollywood premia la bontà

I Sette di Göttingen, di Vincenzo Pollinzi

I Sette di Göttingen, di Vincenzo Pollinzi

Hannover: Il monumento, ideato dall’artista Italiano Floriano Bodini, è stato realizzato nel periodo precedente all’ Expo 2000 da un’iniziativa congiunta di Città e Stato. Il Gruppo delle sculture in bronzo è situato ad Hannover davanti alla sala plenaria del Parlamento della Bassa Sassonia e commemora un evento significativo nella storia costituzionale tedesca.

2 52893120_1278025725690417_8077913037924728832_n

Onora sette personalità storiche della Regione: i cosiddetti Göttinger Sieben ( I sette di Göttingen).

Erano questi un gruppo di professori dell`Università di Göttingen che protestarono nel 1837 contro l’abrogazione  che di fatto annullava la costituzione liberale nel regno di Hannover.

La Storia

Dopo che l`Unione tra la Gran Bretagna e Hannover(1714-1837) era finita, Ernst August I salì sul trono del Regno di Hannover il 1837. Immediatamente dopo la sua incoronazione, il 1° Novembre 1837 revocò la Costituzione relativamente liberale della Bassa Sassonia, entrata in vigore quattro anni prima.Il 18 novembre dello stesso anno,sette Professori dell`Università di Göttingen presentarono per questo una protesta scritta che rimase famosa.

1 52165123_2481162418579533_8359259105486962688_n

Uno stralcio della lettera :

“La storia ci mostra uomini nobili e liberi, che hanno osato dire tutta la verità alla presenza dei re; l’autorità appartiene a coloro che hanno il coraggio di farlo. Spesso, la loro Riflessione contraria è fruttuosa, altre  volte li rovina, ma mai spegne la loro Sapienza e la loro Dignità. Anche la poesia, la Storia della Filosofia, non manca di valutare le azioni dei Principi per la Giustizia.

Il 12 dicembre 1837 Ernst August I licenziò i professori e  mandò tre di loro – Friedrich Dahlmann, Jacob Grimm e Georg Gottfried Gervinus – persino in Esilio. Questi furono poi ricevuti nel 1840 dal re prussiano Friedrich Wilhelm IV, che li riabilitò politicamente.

Intanto il grande effetto solidarizzante della popolazione, che ha continuato a pagare gli stipendi  ai tre deportati,ha costretto le forze politiche dello Stato ad accettare che il liberalismo come movimento di massa, non poteva più essere soppresso da risoluzioni e ordinanze. Continua a leggere “I Sette di Göttingen, di Vincenzo Pollinzi”

Il Diario di Albertina Prato:  Un allievo fuori-classe

Cuore-illustrazione-originale-300x224

Alessandria: da RADIO BBSI · di Piercarlo Fabbio LMCA

Riprendo il discorso già affrontato. Vi ricordate? Parlavo di un diario particolare scritto da una maestra di San Giuliano Nuovo, Albertina Prato. Vi ho anche promesso di farvi raccontare, estratto direttamente dalle sue parole, un episodio significativo raccolto in quelle pagine.

Bene. È arrivato il momento di farlo, ma prima lasciatemi ricordare quale personalità caratterizzasse la Maestra Albertina, che era nata a San Giuliano Vecchio il 26 maggio 1870. Figlia di buona famiglia, visto che la madre, Vincenzina Parini, era già maestra a San Giuliano fin dal 1857, mentre il padre, Angelo Prato, era chirurgo e flebotomo, come allora si chiamavano coloro che operavano direttamente sui pazienti, e svolgeva la sua attività proprio in paese. Continua a leggere “Il Diario di Albertina Prato:  Un allievo fuori-classe”

Picchiato dal padre con un tubo perché non fa i compiti: è morto – Il Mattino

Mertcan, 6 anni, il piccolo picchiato dal padre con il tubo dell’aspirapolvere perché non aveva fatto i compiti, è morto. che ha perso il proprio padre, è stato perso nel distretto di İskenderun a Hatay, in Turchia.

Dopo il brutale pestaggio di mercoledì (2 gennaio), Mertcan, che era stato ricoverato in ospedale nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale, era tenuto in vita da una macchina. Oggi, al mattino, i medici hanno annunciato di aver staccato la spina perché il piccolo paziente risultava cerebralmente morto.

Sorgente: Picchiato dal padre con un tubo perché non fa i compiti: è morto | Il Mattino

Ti piace scrivere, vuoi fare parte della redazione di Alessandria today?

Ti piace scrivere, vuoi fare parte della redazione di Alessandria today?

di Pier Carlo Lava

Il blog Alessandria today nato circa un anno fa, partendo da zero ha già raggiunto 322.000 visite, con una crescita costante e continua dovuta all’impegno di tutti i componenti della redazione che ringrazio.

MesiPier Carlo

Anche la redazione vuole crescere perciò vorrei invitare chi ne vuole fare parte e pubblicare direttamente nel blog a scrivermi in privato su messenger oppure per mail, precisando quanto segue:

Nome e cognome, num. di cellulare, indirizzo email e una breve biografia con foto.

ps. Non ci sono particolari restrizioni sui temi dei post.

Grazie per l’attenzione e cari saluti a tutti.

allego grafico trend 12 mesi

Grandi opere, tutti i no del Movimento Cinque Stelle.

Succedeva il 7 dicembre 2017…

logom5snuovo

Alessandria: Sono elencati da una fonte insospettabile, La Stampa, che fa propaganda elettorale: intenzionalmente contro M5S ma involontariamente a favore se il lettore è ambientalista.

Tredici, secondo i grillini, le “grandi opere” inutili dannose costose da fermare, per un risparmio per le casse pubbliche di 10 miliardi, 9 al netto delle eventuali penali. Continua a leggere “Grandi opere, tutti i no del Movimento Cinque Stelle.”

Nuova vita al Parco Carrà, di Pier Carlo Lava

Succedeva il 5 dicembre 2917…

 

di Pier Carlo Lava

Alessandria: Al Parco Carrà il campo di Basket è stato dipinto dallo street artist Gue, un iniziativa co-finanziata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Gioventù e del Servizio civile nazionale. 

Comune di Alessandria e Anci con Ideali tu, Lab121, CissacaAzienda Speciale Multiservizi Costruire Insieme, IISS Saluzzo Plana e Avis Comunale di Alessandria.

Nelle immagini allegate anche la palestra per il Freeclimbing e la pista per lo Skateboard.

fonte notizie by Andrea Musso

foto allegate by Stefania Marina

La questione meridionale nel 2016, di Elvio Bombonato

101614_t6

di Elvio Bombonato. Alessandria (4 dicembre 2017)

Prendo spunto dall’ineccepibile considerazione di Carlo Emanuele Morando “Maturità, valanghe di 100 e lode nelle scuole del Sud: vi pare normale?”, pubblicato sul Corriere Alessandrino del 22/9/16.

Premetto che le regioni meridionali hanno prodotto eccellenti studiosi, ricercatori e docenti universitari in tutti i campi: penso, in letteratura, a Croce, Luigi Russo, Blasucci ecc. Se li nominassi tutti non basterebbe una pagina.

Ma è assodato che la qualità media delle scuole superiori del Sud sia lontanissima da quella del Centro Nord.

Una spiegazione: la mafia. Quando se ne parla, sembra una parola astratta, invece è composta da persone con nome e cognome, conosciute da tutti. Anzi, della propria fama fanno uno strumento di potere: pensiamo alle processioni con le soste e gli inchini, all’elicottero dei matrimoni, allo sfarzo esibito, alla sfida di quello che espone il pacchetto di multe non pagate sul parabrezza del proprio SUV. Continua a leggere “La questione meridionale nel 2016, di Elvio Bombonato”

La mia incantevole Torino, di hashtagcomunicazione

di hashtagcomunicazione(5 dicembre 2017)

Mi ha vista saltare dentro le sue pozzanghere dopo la pioggia.

Salire e scendere da una metro troppo affollata.

Correre all’università con sotto il braccio pagine di appunti.

Mi ha vista ballare a notte fonda in una piazza desolata, mentre il mondo dormiva.

Sfogliare un libro sotto un albero del Parco Valentino.

Mi ha visto baciare un amore.

Brindare con le amiche. Ubriacarmi di sorrisi.

Cantare, con le cuffie dell’iphod alle orecchie.

Mi ha visto godere il silenzio rumoroso della città dal monte dei Cappuccini.

Mi ha visto sorpresa davanti ai suoi monumenti e opere.

Mi ha visto perdere tra le sue strade, per poi ritrovarmi e perdermi ancora.

Fotografarla, cercando di avere gli occhi di un turista ingenuo ed entusiasta.

Mi ha visto fare tante cose la mia Torino. La mia elegante, maestosa, isterica, lunatica, discreta, incantevole Torino.

Mi ha visto e mi rivedrà fare la valigie, per poi tornare. Sempre.

https://hashtagcomunicazione.com/

Rapporto Censis. I giovani che in Italia leggono un quotidiano sono il 5,6%.

succedeva l’8 dicembre 2017…

Censis

In 15 anni più che dimezzate le copie vendute in edicola. Prima fonte d’informazione la tv, poi internet

da GIORGIOLEVI

Il Censis ha presentato il “51° Rapporto sulla situazione sociale del Paese”’ del Censis.  Secondo le ultime rilevazioni dello studio gli italiani che leggono regolarmente i quotidiani cartacei per informarsi durante la settimana si sono ridotti nel 2017 al 14,2%. E ad appena il 5,6% tra i giovani.

I giornali continuano a soffrire per la mancata integrazione nel mondo della comunicazione digitale, prosegue il capitolo “Comunicazione e media”, e oggi solo il 35,8% degli italiani li legge. Anche se una lieve inversione di tendenza ha riguardato, nell’ultimo anno, i periodici (mensili e settimanal) che hanno fatto registrare una lieve ripresa. Continua a leggere “Rapporto Censis. I giovani che in Italia leggono un quotidiano sono il 5,6%.”

Ecco le nefaste previsioni elaborate dagli scienziati, causate dall’effetto serra

Succedeva… il 6 dicembre 2017…

 

L’ecocatastrofe globale che ci aspetta – Gli scenari futuri possibili per colpa dell’effetto serra sul clima del pianeta

Fonte: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2017/12/lecocatastrofe-globale-che-ci-aspetta.html

Non per terrorizzarvi più di tanto, ma solo per informarvi su quello che realmente, a causa del riscaldamento globale del pianeta, stiamo rischiando A Bonn Accademia Kronos ha partecipato ad alcuni incontri non ufficiali legati alla COP 23 che, associazioni internazionali come la nostra, hanno tenuto in concomitanza dei lavori dei “Grandi” del pianeta. Tra questi molto interessante è stato l’incontro con scienziati “non allineati” che hanno tracciato un quadro allarmante sul nostro futuro. 

Queste le previsioni: 

– Continueranno a fondersi i ghiacci del Polo Nord in maniera inarrestabile, stessa cosa, ma in maniera meno vistosa anche i ghiacci dell’Antartide. 

– Spariranno entro 20 anni gran parte dei ghiacciai delle più importanti catene montuose della Terra, in particolare sulle Alpi e sulle Ande.  Continua a leggere “Ecco le nefaste previsioni elaborate dagli scienziati, causate dall’effetto serra”

Una passeggiata sul nuovo ponte Meier, di Pier Carlo Lava

Succedeva il5 dicembre 2017…

 

di Pier Carlo Lava

Alessandria: Premetto che non ero tra i favorevoli all’abbattimento del vecchio ponte della Cittadella, dato che si poteva evitare di farlo realizzando le casse di laminazione, che nel caso di alluvioni consentono un esondazione controllata (ora pare che nonostante il nuovo ponte si debbano comunque fare). 

Va comunque detto che una volta abbattuto era necessario guardare avanti e ricollegare la città alla Cittadella e al vecchio quartiere Borgoglio con un nuovo ponte.

Lo stesso nasce idealmente durante la Giunta Calvo con un progetto dell’architetto statunitense Richard Meier (il primo e probabilmente unico ponte della sua lunga e importante carriera), nell’agosto del 2009 durante la Giunta Fabbio venne abbattuto il ponte della Cittadella, ma i lavori del Meier iniziarono solo nel 2012-2013 durante la Giunta di Rita Rossa.  Continua a leggere “Una passeggiata sul nuovo ponte Meier, di Pier Carlo Lava”

Alessandria inaugura la stagione della mobilità sostenibile. In centro città le prime stazioni di ricarica per auto elettriche

Alessandria inaugura la stagione della mobilità sostenibile. In centro città le prime stazioni di ricarica per auto elettriche

Saranno attive h24 in Piazza della Libertà e nei pressi dei Giardini della stazione e rappresentano un ulteriore tassello per contrastare l’inquinamento urbano.

taglio del nastroinaugurazionecolonninacolonnina e auto

Alessandria: L’anno che si sta chiudendo conferma la criticità per la qualità dell’aria in Italia. La pianura padana è “imprigionata” nello smog e nelle polveri sottili e Alessandria non fa eccezione. I dati che vengono rilevati giornalmente da ARPA, hanno messo in evidenza tra la fine di novembre e i primi di dicembre ben otto giorni consecutivi di sforamento dei limiti di Pm10 in città, con picchi di concentrazioni inquinanti che preoccupano e richiamano l’urgenza di interventi strutturali.

Il Gruppo AMAG, impegnato con un piano industriale orientato ad azioni che rendano la sostenibilità ambientale un asse sempre più strategico della propria attività, ha deciso di dare un importante contributo anche nell’ambito della mobilità sostenibile.

Le prime due stazioni di ricarica per veicoli elettrici sono state inaugurate questa mattina nel centro di Alessandria: una in Piazza della Libertà (nei pressi dell’ingresso del parcheggio, lato via dei Martiri) e una in Viale della Repubblica, presso i Giardini Pubblici della stazione ferroviaria, di fronte al Teatro Comunale. Continua a leggere “Alessandria inaugura la stagione della mobilità sostenibile. In centro città le prime stazioni di ricarica per auto elettriche”

Iscriviti, riceverai gratis tutti gli articoli di Alessandria today

pulsanti.png

Un servizio che con una semplice iscrizione permette di ricevere gratis tutti gli articoli pubblicati su Alessandria today. Un servizio che tramite e-mail segnala titolo e incipit del ‘pezzo’, e consente a chi è interessato di leggerlo in real time. Per iscriversi è semplice, gratuito e senza impegno, sulla home page di Alessandria today nella colonna di destra quasi all’inizio c’è la seguente dicitura:

SEGUI IL BLOG VIA EMAIL

Clicca per seguire questo blog e ricevere email di notifica per i nuovi articoli.. Segui assieme ad altri 3.628 follower

ISCRIVITI

E’ sufficiente cliccare sulla dicitura “ISCRIVITI”, seguire una semplice procedura che prevede l’indicazione di nome ed e-mail, ed il servizio sarà attivo immediatamente. In qualsiasi momento che lo si voglia si può facilmente annullare l’iscrizione.

foto: http://www.reapalusrace.it/

 

LE LEGGI DEVONO ESSERE UGUALI PER TUTTI !… , di ROSA COZZI

 

ispettoremanetta_396.jpg

“Un uomo nero può difendere il colore della sua pelle, ma se lo faccio io bianco sono razzista.
Un gay vestito da donna con lo smalto alle mani, può dirmi troglodita, ottuso, evolviti, ma se io in jeans e polo, lo chiamo pagliaccio sono omofobo.
L’arabo può pregare cinque volte al giorno, portare il burqa e chiedere di togliere il crocifisso dalla scuola, ma se io penso sia incivile trattare le donne in quel modo non rispetto le minoranze.
I politici pretendono l’appellativo di onorevole, ma se io gli ricordo che mi hanno rubato il futuro allora sono sovversivo.
Un rom può rubare il rame e non mandare i figli a scuola, se io pago le tasse e dico che quei bambini dovrebbero andare in un centro sociale sono fascista.
Un immigrato può urinare per strada o fare il bagno in una fontana storica, se io lo chiamo zotico invasore, sono contro il multiculturalismo.
Si è fatto presto a divenire da maggioranza a minoranza, e allora io vi dico, che ognuno si tenesse il suo, perché io rispetto ogni vostra scelta e il vostro diritto di esercitarla, ma per Dio voi dovete rispettare il mio diritto di poter dire che:

Continua a leggere “LE LEGGI DEVONO ESSERE UGUALI PER TUTTI !… , di ROSA COZZI”

Addio a un grande maestro, di Cristina Saracano

Oggi ci ha lasciati Bernardo Bertolucci, aveva 77 anni, essendo nato a Parma nel 1941.

Ha scritto pagine di storia del cinema mondiale, firmando capolavori come”Novecento” “Ultimo tango a Parigi” e “L’ultimo imperatore” con cui ha vinto nove premi Oscar, compreso miglior regia e sceneggiatura.

È stato anche produttore del cinema italiano e star della cinematografia internazionale.

Protagonista del secolo scorso, e, in parte, di quello attuale, era allo stesso tempo italiano e mondiale, umano e sofisticato, poeta e calcolatore.

Figlio di un poeta, Attilio Bertolucci, amico di Pier Paolo Pasolini, apprezzato da Alberto Moravia, vince a vent’anni il premio Viareggio con una poesia, da questo trampolino di lancio partirà la sua storia, quella di un uomo che amava la cultura e voleva renderla visibile a tutti.

Quindi, oggi a Roma, per una lunga malattia, si è spento un giovane poeta, un appassionato di musica, un regista, che lascerà un segno indelebile.

Ho dato la vita, di Loredana Mariniello

Ho dato la vita, di Loredana Mariniello

Poeti italiani del ‘900 e contemporanei

ho dato

Ho dato la vita,
perchè ho creduto
in un sogno d’amore.
Ti ho donato
l’integrità del mio cuore,
credendoti un
saldo uomo d’onore.
La rosa sbocciata
con turpi bugie,
tu l’hai offesa,
mortificandone
la schiusa,
ma povera illusa,
di fronte all’evidenza,
io non mi sono
mai arresa e
sempre in attesa
di una chimerica
sorpresa,
in un film
di quarto ordine
mi sono reclusa
sfogliando
le pagine colme
di false immagini
ritraenti una famiglia
radiosa, magistralmente
ti prodigavo cure
e attenzioni proprie
di una brava moglie
e di una sposa virtuosa. Continua a leggere “Ho dato la vita, di Loredana Mariniello”

Cedimento asfalto e strisce pedonali mancanti in via Moccagatta

Mancanza strisce pedonali via Moccagatta
Strisce pedonali mancanti in via Moccagatta
Cedimento asfalto via Moccagatta
Cedimento asfalto in via Moccagatta

di Pier Carlo Lava. Alessandria

Alessandria, a seguito delle segnalazioni ricevute da diversi cittadini e da un commerciante di via Moccagatta, i quali lamentano quanto segue: 

– La mancanza di strisce pedonali in un punto strategico di via Moccagatta, una super strada a quattro corsie, dove le auto transitano a velocità elevata, quindi ben oltre il limite dei 50 km ora. 

– Il cedimento di un tratto di asfalto, che quando piove l’acqua ristagna e le auto transitando la spruzzano sul marciapiede, bagnano i pedoni e le vetrine della pizzeria.

In tal senso già da diversi mesi abbiamo provveduto ad informare l’Assessore ai lavori pubblici e al verde Urbano Giovanni Barosini, il quale ha effettuato una verifica in zona, ma al momento non sono ancora state attuate le soluzioni in merito ai problemi sopra citati.

Una riflessione di Valeria Luiselli sugli eufemismi, e cosa nascondono: “Quando il treno degli orfani lasciava New York”

Una riflessione

di Ettore Marini

  • Corriere della Sera
  • 8 Dec 2017
  • Di Valeria Luiselli

Adesso è difficile immaginarlo, ma nel 1850 c’erano più di 30 mila bambini che vivevano nelle strade di New York: mangiavano ciò che trovavano nella spazzatura, si aggiravano come branchi famelici, dormivano sotto i ponti o tra i ponteggi degli edifici in costruzione. I genitori erano morti, o più semplicemente li avevano abbandonati. Molti erano bambini appena sbarcati dai transatlantici europei: bambini tedeschi, irlandesi, italiani.

La città di New York risolse il problema di questi bambini con una trovata disumana: perché non metterli tutti sui treni che ogni giorno partivano diretti verso l’enorme e ancora spopolato West? Lì, forse, avrebbero trovato una famiglia adottiva che si sarebbe presa cura di loro. Continua a leggere “Una riflessione di Valeria Luiselli sugli eufemismi, e cosa nascondono: “Quando il treno degli orfani lasciava New York””

Alessandria: gli archi, la leggenda della “fama” e…, di Piercarlo Fabbio. LMCA

arco-di-rattazzi-600

di Piercarlo Fabbio. LMCA

Alessandria: La città cambia sotto i nostri occhi, ma noi non la vediamo. Solo riprendendo in mano vecchie cartoline ci ricordiamo di com’era Alessandria quando eravamo bambini oppure come avrebbe dovuto essere quella che vivevano i nostri genitori o i nostri nonni. Se il tempo che passa è molto, allora il ricordo si fa vivo, se invece è poco, la memoria si intenerisce. E in una sorta di Alzheimer collettivo, come tutti i veri malati, non ce ne accorgiamo.

‘La Mia Cara Alessandria’ – trasmissione curata e condotta da Piercarlo Fabbio, in onda ogni martedì dalle 12,15 alle 13,15 dalle frequenze di Radio Bbsi e disponibile nella sezione podcast dei siti www.fabbio.it oppure (solo per la parte storica) www.ritrattidallalba.it – serve un po’ anche a ricordare com’eravamo e ai più giovani a raccontare come siamo arrivati fino a loro, affezionati a tante cose che oggi non ci sono più, magari anche un po’ critici verso quelle che le hanno sostituite.  Continua a leggere “Alessandria: gli archi, la leggenda della “fama” e…, di Piercarlo Fabbio. LMCA”

Lettori in alto mare: Ai confini della terra

lettori ai-confini-della-terra

Una lettura in balia dei marosi: il lettore che mette piede nel piccolo mondo o teatro galleggiante di William Golding deve essere pronto ad affrontare più di una tempesta, anche emotiva. La trilogia Ai confini della Terra va sfogliata tutta d’un fiato, come se fosse un unico romanzo di formazione, il resoconto delle avventure e disavventure marinaresche del giovane Edmund Talbot.
Ai primi dell’Ottocento, questo gentiluomo, intelligente, ma un po’ troppo sicuro di sé e della sua posizione in società, si accinge a lasciare la cara vecchia Albione per l’Australia, dove lo aspetta una brillante carriera politica.

Quello che non sa è che il viaggio, a bordo di un vascello male in arnese, si rivelerà molto più arduo del previsto: la sua spocchia, che gli deriva anche dalla protezione di un altolocato padrino, sarà messa a dura prova sia dall’incontro con esponenti di diverse classi sociali sia dalle asprezze della vita di bordo.

Talbot è affascinato dal nuovo ambiente, dalle usanze e dal linguaggio dei marinai, però ignora tutte le rigide norme che regolano la vita sul mare.Confinato in un ristretto palcoscenico galleggiante, non potrà sfuggire né alle sue debolezze né a quelle dei suoi compagni di viaggio.

Riti di passaggio, il primo volume della saga, deve il suo nome alle particolari cerimonie con cui gli equipaggi festeggiano il passaggio dell’Equatore, linea di demarcazione tra due mondi. La prima delle linee d’ombra che il nostro protagonista dovrà superare. Continua a leggere “Lettori in alto mare: Ai confini della terra”

Chiedilo al faggio

Chiedilo lemaitre

I boschi racchiudono più di un segreto. Se i loro alberi secolari potessero parlare, ci racconterebbero di quegli istanti, inafferrabili, che bastano per cambiare un destino. Il faggio crollato, che Pierre Lemaitre ha scelto come punto focale del suo romanzo Tre giorni e una vita, è il testimone di una tragedia improvvisa e insensata. Sotto di lui si apre una voragine, una buca oscura destinata a inghiottire più di un’esistenza.
Nel 1999 il borgo di Beauval, un piccolo mondo chiuso, in cui tutti si conoscono e si soppesano, si sta preparando al Natale. Le giornate sembrano trascorrere come al solito, secondo un copione prestabilito, che prevede che i figli assumano il ruolo dei genitori, sostituendoli nella piccolo teatro della vita di provincia. Regna una pace stagnante, sotto cui covano pettegolezzi e rancori, appena rabbuiata dalla crisi attraversata dalla storica fabbrica di giocattoli in legno, centro nevralgico dell’economia del borgo. Tutto procede, se non nel migliore dei modi possibili, almeno nel più convenzionale, sino a quando Rémi Desmedt, il figlio di un paesano rude e brutale, scompare.

Il bambino si è forse perso nelle foreste che circondano Beauval? Il faggio conosce la risposta e con lui anche il dodicenne Antoine, l’ultimo ad aver visto Rémi. La sparizione del piccolo Desmedt porterà a galla la vera natura di Beauval: dietro facciate apparentemente rispettabili, si nascondono animi gretti, uomini e donne pronti a condannare sull’onda del sospetto e della maldicenza, senza prove concrete. Continua a leggere “Chiedilo al faggio”

Quello che la maggior parte dei tedeschi pensa di Rifugiati e Immigrazione, di Vincenzo Pollinzi

Quello che la maggior parte dei tedeschi pensa di Rifugiati e Immigrazione, di Vincenzo Pollinzi

vincenzo-pollinzi foto


Appena due anni dopo il picco della crisi dei rifugiati, uno studio rappresentativo esamina le opinioni dei tedeschi sul tema del cosmopolitismo e della tolleranza. E chiede chi appartiene al collettivo “noi” per i tedeschi

Il primo fine settimana di settembre 2015, il cancelliere tedesco Angela Merkel ha deciso di aprire i confini per migliaia di rifugiati. Appena due anni dopo (2017)il picco della crisi dei rifugiati, una grande maggioranza di tedeschi è cosmopolita, tollerante e liberale.

45166355_1973712076007916_1946037913607208960_n copia

Nonostante i successi elettorali dell’AFD ( Alternativa per la Germania-Estrema Destra)e di altri attacchi terroristici islamici a livello mondiale, non vi sono prove di una divisione interna del paese, di una sfrenata xenofobia o di una grave insicurezza della popolazione. Questo è il risultato di uno studio rappresentativo dell’Istituto di Scienze Applicate di Bonn Infas per conto di “Zeit”.

Quando è stato chiesto a chi appartiene al collettivo “noi” in Germania, l’82% di coloro ha risposto che “persone di altre religioni” ne facevano parte. Gli omosessuali (80%), le persone “con uno stile di vita completamente diverso” (73%), stranieri e migranti (72%) e rifugiati (71%) sono anche inclusi. Continua a leggere “Quello che la maggior parte dei tedeschi pensa di Rifugiati e Immigrazione, di Vincenzo Pollinzi”

La Germania e la migrazione globale, di Vincenzo Pollinzi

La Germania e la migrazione globale, di Vincenzo Pollinzi

Vincenzo Germania copia

La Germania è da tempo diventato il Paese più importante e discusso per quanto riguarda il cosiddetto fenomeno di Immigrazione globale.Secondo le statistiche OCSE, nessun’altra nazione ha più influenza sui flussi migratori globali. Bisogna mettere in risalto che cifre alla mano viene dimostrato anche che i richiedenti asilo non sono il più grande gruppo di immigrati.

Quasi nessun argomento si è sviluppato in un tale campo di conflitto in Germania come migrazione. Negli ultimi anni la Repubblica Federale è diventata un punto d`arrivo importante per i migranti in tutto il mondo, in una misura che fino a pochi anni fa sembrava fuori da ogni realtà. Ridefinire la Germania come paese di immigrazione ha trovato molti impreparati,come se fosse un avvenimento caduto all`improvviso a sorpresa dal cielo.

45358974_272413863412471_5920887316917780480_n copia.png

Dati alla mano la Germania ridimensiona di molto paesi come il Canadà e l`Australia che sono da sempre i paesi dell`immigrazione in senso classico,poichè,sempre dati alla mano,ormai è quasi alla pari con gli Stati Uniti.

Ciò è confermato da un rapporto completo dalla OCSE (Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico) a Parigi, che è stato presentato mercoledì. Sopratutto nel 2016, l’afflusso di immigrazione permanente in Germania ha raggiunto un livello simile a quello dell’afflusso in America, e la tendenza tende a non diminuire,bensi ad aumentare fino al giorno d`oggi.

“È la prima volta in assoluto che vediamo un numero di immigrazione permanente superiore al milione immigrati in un paese diverso dagli Stati Uniti”, afferma Thomas Liebig, ricercatore migratore presso l’OCSE, che descrive la storica inversione di tendenza. Continua a leggere “La Germania e la migrazione globale, di Vincenzo Pollinzi”

Ti piace scrivere e pubblicare sul blog ?

Wordpress

di Pier Carlo Lava

Alessandria: Se ti piace scrivere e vedere pubblicato quello che scrivi, puoi inviare i tuoi articoli, recensioni, racconti, poesie, cronaca, politica, cinema, teatro, segnalazioni, ecc. anche con foto, al seguente indirizzo e-mail, piercarlolava@gmail.com verrano pubblicati gratuitamente (a insindacabile giudizio della redazione) sul blog: https://alessandriatoday.wordpress.com/… e ovviamente anche su varie pagine social…

ps. siamo disponibili a valutare anche una tua collaborazione diretta sul blog

foto: alhagroup.com