Intervista a Gianluca D’Aquino autore de “TRAIANO – il sogno immortale di Roma”

Intervista a Gianluca D’Aquino autore de TRAIANO – il sogno immortale di Roma

(romanzo storico)

Traiano.png

Alessandria today: Gianluca D’Aquino, nato ad Alessandria, classe 1978, è autore di romanzi, sceneggiature e racconti, alcuni dei quali apparsi nei celebri Gialli Mondadori (Lettera dall’Eritrea, Il rumore del vento, La casa sul lago, La quintessenza, Il tempo delle risposte, Al di là del tempo) e nelle antologie e collane Delos Books (Quel che non è dato sapere, Torino 1835 e la saga di Extinction: L’alba, Il crepuscolo, La notte, Il nuovo giorno). Vincitore di numerosi premi letterari, è in libreria con “TRAIANO – il sogno immortale di Roma” (Epika, 2018), presentato alla celebre Frankfurter Buchmesse di Francoforte e finalista al celebre premio “Fiuggi Storia” edizione 2018.

Gianluca TRAIANO di Gianluca D'Aquino

1) Da dove nasce l’ispirazione per un libro su Traiano?

Tutto nasce quasi accidentalmente. Da tempo stavo pensando a una storia ambientata nella Roma imperiale e avevo già pubblicato un racconto giallo con protagonista un tribuno dell’antica Urbe, quando incontrai per puro caso e nel luogo più improbabile una persona meravigliosa, Claudio Capotondi, scultore di fama internazionale, con il quale è nata fin da subito una sintonia eccezionale e oggi una solida amicizia. Il Maestro mi parlò dei suoi importanti studi sulla Colonna Traiana e, in modo particolare, sulle modalità di edificazione, ancora oggi dibattute. Il fascino delle sue parole ha acceso una lampadina nei recessi della mia mente, riportandomi alla memoria la figura dell’imperatore Traiano. Su questo illustre personaggio della storia di Roma tuttavia è stato scritto molto poco, in particolare in Italia, dove nessuno aveva mai tentato una ricostruzione storica e biografica della sua vita e delle sue imprese, traducendola poi in un testo di narrativa, un romanzo. Mi innamorai dell’idea e decisi di essere il primo a farlo. Così è nato il mio “TRAIANO – il sogno immortale di Roma”.

Claudio Capotondi ha poi firmato la prefazione del libro, quale ispiratore del romanzo e al quale non dimentico mai di dedicare un profondo ringraziamento ricolmo di stima e affetto.

2) Traiano. Chi era e qual è stata l’importanza del suo passaggio nella storia di Roma?

Considero Marco Ulpio Traiano come l’imperatore che ha tracciato una linea di confine fra due epoche, probabilmente non in senso storico, imponendosi come il primo fra i principi di Roma a realizzare qualcosa di nuovo e originale, inaugurando un’epoca lucente della vita politica, sociale e militare della storia di Roma e dell’impero. Fu primo in molte cose: fu il primo imperatore romano proveniente dalle province, non di origine italica, essendo nato in Baetica, quella che oggi è la parte meridionale della penisola Iberica, grossomodo coincidente con l’attuale Andalusia; fu il primo imperatore adottivo, in quanto il suo predecessore, Marco Cocceio Nerva, anziano, precario nella sua posizione e privo di naturale discendenza, decise di individuare nella figura di un uomo amato e rispettato da tutti il successore al trono; fu il primo a spingere i confini di Roma là dove nessuno prima di lui era riuscito a portarli, inglobando circa 6,5 milioni di chilometri quadrati e spingendosi fino alle sabbiose coste del maris Erythraei, l’attuale golfo Persico; fu il precursore di quella che sarà definita età aurea dell’impero romano, una delle epoche più splendenti per Roma e per l’impero, nel corso della quale l’impegno dei princeps fu rivolto all’interno, alle strutture, al sociale, alla pace, facendo rifiorire il commercio, i servizi e la serenità del popolo. In questi quattro elementi si estrinseca poi tutta l’attività di Traiano, che andò ben oltre la mera e schematica classificazione del suo essere e del suo compiuto. Continua a leggere “Intervista a Gianluca D’Aquino autore de “TRAIANO – il sogno immortale di Roma””

PARIGI BRUCIA NELLA NUOVA PRODUZIONE DEL TEATRO DELLA JUTA LA SIGNORINA PAPILLON DI STEFANO BENNI

PARIGI BRUCIA NELLA NUOVA PRODUZIONE DEL TEATRO DELLA JUTA LA SIGNORINA PAPILLON DI STEFANO BENNI

AL DEBUTTO SABATO 27 APRILE AD ARQUATA SCRIVIA

Una nuova produzione della Compagnia Teatro della Juta chiude l’Orange Festival 2018/2019. Sabato 27 aprile alle ore 21 sul palco del teatro di Arquata Scrivia andrà in scena LA SIGNORINA PAPILLON di Stefano Benni, con la regia di Luca Zilovich.

Federica Cardamon_Rose2

Rose Papillon abita in un giardino alla periferia di una sognante Parigi di fine ‘800, che assomiglia molto all’Italia di oggi. Nonostante la prima rappresentazione del testo sia del 1992, sono tanti i  riferimenti diretti al nostro quotidiano.

Rose si destreggia tra due pretendenti, il poeta Millet e il militare Armand. I due, con l’amica Marie Luise e le loro mille assurdità, riescono a destabilizzare le certezze di Rose, barricata dentro il suo giardino. Le notizie del mondo esterno le arrivano filtrate dai tre personaggi: ci si domanda spesso cosa sia vero e cosa i tre intrusi si inventino per impressionare e raggirare la protagonista.

Giulia Maino.jpeg


Rose assomiglia a noi, che giornalmente veniamo in contatto con notizie riportate dai social network e da altre fonti più o meno attendibili. In questo “giardino” di informazioni, come accade a Rose, ci vengono presentati stili di vita, mode e ideologie pensate per attrarci come falene verso la luce.
Continua a leggere “PARIGI BRUCIA NELLA NUOVA PRODUZIONE DEL TEATRO DELLA JUTA LA SIGNORINA PAPILLON DI STEFANO BENNI”

Gianluca D’Aquino autore del recente romanzo storico “TRAIANO – il sogno immortale di Roma”.

Gianluca D’Aquino autore del recente romanzo storico “TRAIANO – il sogno immortale di Roma”.

Traiano.png

biografia:

Nato ad Alessandria, classe 1978, è autore di romanzi, sceneggiature e racconti, alcuni dei quali apparsi nei celebri Gialli Mondadori (Lettera dall’Eritrea, Il rumore del vento, La casa sul lago, La quintessenza, Il tempo delle risposte, Al di là del tempo) e nelle antologie e collane Delos Books (Quel che non è dato sapere, Torino 1835 e la saga di Extinction: L’alba, Il crepuscolo, La notte, Il nuovo giorno).

Vincitore di numerosi premi letterari, è in libreria con “TRAIANO – il sogno immortale di Roma” (Epika, 2018), presentato fra le migliori novità italiane del 2018 all’importante fiera internazionale del libro di Francoforte (Germania) la celebre Frankfurter Buchmesse, è stato finalista al celebre premio “Fiuggi Storia” edizione 2018.

Pagina Wikipedia:

https://it.wikipedia.org/wiki/Utente:Gianluca_D%27Aquino/Sandbox

Pagina Facebook:

https://www.facebook.com/gianluca.daquino.52

Gianluca TRAIANO di Gianluca D'Aquino.jpg

“TRAIANO – il sogno immortale di Roma”.

L’opera è una biografia romanzata che ripercorre la vita del grande imperatore romano attraverso intrighi, amori, amicizie e battaglie, rivolgendosi a ogni genere di lettore, e ne narra la storia dall’infanzia ai grandi successi militari, passando dalla Germania e dalla Dacia per giungere allo scontro con i Parthi, ai confini dell’impero, là dove nessuno era mai arrivato prima e oltre i quali nessuno fu più in grado di spingersi. Traiano restituì a Roma un senso di civiltà per molto tempo perduto e la portò in quella che sarà ricordata come l’età aurea, passando per le grandi riforme in ambito civile, amministrativo, economico e militare.

«Marco Ulpio Traiano è passato alla storia come l’Optimus princeps», spiega l’autore, «l’imperatore che interpretò il proprio ruolo come servitore di Roma, con l’umiltà dell’uomo del popolo, riuscendo a ottenere risultati innovativi in tutti i campi della pubblica amministrazione dell’epoca, facendo di Roma la Capitale del Mondo. Nonostante siano trascorsi 1900 anni dalla sua morte, la memoria di Traiano risplende ancora nel cuore di Roma, come ci ricorda la colonna coclide eretta in suo nome da Apollodoro di Damasco. Traiano fu il principe di Roma e dei romani, che sostenne anche impegnando il personale patrimonio, consegnando loro un benessere ampio e diffuso».

Borotti e Li Calzi: “Un festival creativo, ricco di produzioni originali”

Borotti e Li Calzi: “Un festival creativo, ricco di produzioni originali”

La realizzazione in una grande città come Torino di un jazz festival con un programma diverso dagli stereotipi, dove gli artisti del territorio suonano insieme ai musicisti internazionali, dove il biglietto d’ingresso è estremamente accessibile e il vero protagonista è il pubblico potrebbe sembrare un’utopia, invece è una realtà.DIEGO-BOROTTI-DIR.-ARTISTICO_300-200x300.jpg

Diego Borotti

Lo dimostra il successo ottenuto lo scorso anno dal Torino Jazz Festival, dai suoi musicisti, dai suoi operatori e dagli spettatori. A essere premiato, nel 2018, è stato soprattutto il pubblico perché abbiamo dato vita a un festival creativo, non commerciale, in grado di far conoscere a tutti quella che è considerata come la musica fondamentale del Novecento, il jazz. Crediamo che i caratteri distintivi di questa manifestazione si esprimano nella preminenza dei luoghi e dei gruppi di lavoro stabili, nelle produzioni originali frutto di residenze artistiche, nell’attenzione al sociale, nell’alta caratura qualitativa equamente distribuita tra teatri e jazz club e nell’estrema varietà stilistica.

Giorgio licalzi-_300-251x300.jpg

Giorgio Li Calzi

Noi jazzisti abbiamo sempre desiderato che il festival della città riconoscesse il nostro lavoro. Le collaborazioni del territorio con il resto del mondo vengono proposte anche nei club, dove capita di accogliere grandi personaggi stranieri che suonano con musicisti torinesi.

Diego Borotti e Giorgio Li Calzi

http://www.torinoclick.it/?p=83280

Giornata della Terra: VENERDI’ 26 APRILE,  la Biblioteca organizza due incontri  e un’esposizione di libri per parlare di ambiente e di ecologia

Giornata della Terra: VENERDI’ 26 APRILE,  la Biblioteca organizza due incontri  e un’esposizione di libri per parlare di ambiente e di ecologia

Serravalle Scrivia: Venerdì 26 aprile la Biblioteca Comunale Roberto Allegri celebra la Giornata della Terra con due incontri per parlare di ambiente ed ecologia.  Per tutto il mese è inoltre allestita una speciale esposizione di volumi dedicati tutti alla salvaguardia dell’ambiente. L’evento organizzato da Serravalle è stato segnalato dal sito Earth Day Italia http://www.earthdayitalia.org/EVENTI/L-Earth-Day-in-Italia.

Earth Day 2019_Manifestogiorn Ali di Vetro 2019_Manifesto

Alle ore 16.00 di venerdì  26 aprile, si terrà un incontro indirizzato soprattutto per bambini, la presentazione del libro  di favole ecologiche “Ali di vetro” di Mariella Barbieri. A seguire un laboratorio in cui l’autrice stessa  insegnerà a costruire farfalle.

Venerdì 26 aprile, alle 21.00 avrà luogo la  conferenza intitolata:”Una magnifica complessità. Valore e crisi della Biodiversità nell’Antropocene”.

Con Antonio Scatassi.Dove sono finiti gli uccelli delle nostre campagne ? E i fiori di campo? E le farfalle ? E i pesci nei fiumi e nei mari? A seguito dell’impatto umano, siamo nel pieno della Sesta Grande Estinzione di Massa. Ma dobbiamo fare attenzione: se un ecosistema viene eccessivamente impoverito, smette di funzionare come dovrebbe, con gravi conseguenze sulla nostra prosperità e salute. Un ambiente naturale è un sistema dotato di un alto grado di informazione; se noi interferiamo alterando o eliminando anche un solo elemento nella complessa rete di relazioni al suo interno, rischiamo di compromettere gravemente l’intero sistema Continua a leggere “Giornata della Terra: VENERDI’ 26 APRILE,  la Biblioteca organizza due incontri  e un’esposizione di libri per parlare di ambiente e di ecologia”

Mia il risveglio delle anime, di Vincenzo Gammone

Mia il risveglio delle anime, di Vincenzo Gammone

Romanzo Fantasy di Vincenzo Gammone edito dalla casa editrice CTL Editori

Mia.jpg

Trana:

Dietro ai manieri più importanti d’Italia si celano le scuole di magia più potenti al mondo. Una storia ambientata ai giorni nostri. Due ragazzi comuni ed una vita normalissima, si trovano catapultati in una realtà alternativa.

La dolce ragazza Tarantina Mia si trova a fare i conti col suo passato, trovandosi improvvisamente nella scuola di magia di Taranto.

Dario, ragazzo omosessuale di Napoli incontra una strega molto graziosa, mostrandogli il mondo della magia.

Una storia astratta piena: d’intrighi e colpi di scena, combattimenti all’ultimo sangue, amicizia, amore e legami ultra secolari. Continua a leggere “Mia il risveglio delle anime, di Vincenzo Gammone”

Questo… Sono io!, di Vincenzo Gammone

Questo… Sono io!, di Vincenzo Gammone

Romanzo di Vincenzo Gammone e Silvana Carolla edito dalla casa editrice Apollo Edizioni.

Questo sono io.jpg

Trama:

Viky è un adolescente napoletano. In apparenza sembra un ragazzo come tanti altri, solo con una particolarità: è omosessuale.

Questo però non gli impedisce di vivere la vita a modo suo, non curandosi dei pregiudizi delle persone; in particolare di quelle a lui più care. In principio i genitori non accettano la sua natura e si rivolgono a lui spesso in tono denigratorio.

Da questo momento, la sua vita prende una piega diversa, non accettabile da un adolescente della sua età. Dopo vari avvenimenti, tra delusioni e rimpianti, con fatica e il sostegno dei suoi amici più cari, riesce ad emergere la sua passione più grande: la danza. Pian piano le cose con i suoi genitori cambiano e trova anche l’amore. Continua a leggere “Questo… Sono io!, di Vincenzo Gammone”

Lo scrittore Vincenzo Gammone si presenta su Alessandria today

Lo scrittore Vincenzo Gammone si presenta su Alessandria today

di Pier Carlo Lava

Alessandria today è lieta di presentare ai lettori la biografia e le opere dello scrittore Vincenzo Gammone.

Vincenzo Gammone.jpg

Salve, mi chiamo Vincenzo Gammone sono napoletano ho 26 anni, e sono nato  il 01/06/1991. Nella vita ho sempre dovuto lottare per riuscire ad ottenere qualcosa.

Ho moltissime passioni ma una in particolare, che mi ha fatto uscire dalle lunghe gallerie buie, e la danza.

Mi sono diplomato come insegnante nel 2012 nell’accademia meridionale dell’arte Agorà Arte. Dopo un’intensa vita da ballerino, coreografo ed attore, decido di rendere pubblica la mia vita, scrivendo: Questo… Sono io! La relatività di essere diversi.

Un romanzo psicoanalitico con tema l’omosessualità. Una storia intensa, passionale, ricca d’intrighi amorosi e confessioni fatali che porteranno al giovane, che viene da sud, alla rivalsa.

Nel 2018 vinco il Premio Letterario Fantasy con la pubblicazione del racconto nell’Antologia edita da Hiastorica Edizioni. E solo pochi mesi dopo vinco il mio secondo premio letterario: Racconti Campani.

Nello stesso anno vinco il premio letterario “ Racconti horror” con la stessa casa editrice. Nel settembre 2018 pubblico la mia seconda opera “ Mia il risveglio delle anime” con la casa editrice C.T.L. editore Livorno.

Marengo? Si sapeva da due anni che non ci sarebbe stata la rievocazione della battaglia. Ma la polemica, nell’indifferenza generale, è sempre la cosa più facile

Marengo? Si sapeva da due anni che non ci sarebbe stata la rievocazione della battaglia. Ma la polemica, nell’indifferenza generale, è sempre la cosa più facile

di Enrico Sozzetti https://160caratteri.wordpress.com

Fiumi di parole ad Alessandria per la mancata rievocazione della battaglia di Marengo nel 2019. Ennesima occasione per riempire le colonne dei giornali di polemiche e dichiarazioni al vetriolo in cui l’attuale opposizione, prima al governo del capoluogo e dell’amministrazione provinciale, si è lanciata contro la maggioranza.

Marengo

Peccato che la ragione sia molto semplice: già nel novembre del 2017 la Demi-brigade disse chiaramente che, nel mese di giugno del 2019 proprio nei giorni dell’anniversario della battaglia alessandrina, sarebbe andata a una rievocazione in Germania.

Nessuna dimenticanza, nessun tentativo in ritardo di organizzare l’evento. Semplicemente i rievocatori non erano disponibili. E per questo c’è chi ha iniziato lavorare per tempo a un progetto per il 2020 che, nella volontà degli organizzatori, vorrebbe essere davvero di impatto con centinaia di rievocatori ed eventi di profilo internazionale. Come andrà? Lo sapremo nei prossimi mesi.

Intanto non c’è niente da fare, la polemica per la polemica tira di più, complice la memoria corta dei molti che non riescono ad andare oltre gli strilli tipici dei post da social network, incapaci invece di approfondire, verificare, ricordare cosa è accaduto negli anni precedenti quando le rievocazioni non ci sono state o sono state organizzate come fossero un evento straordinario, ma che invece non è andato oltre una manifestazione da pro loco (con tutto il rispetto per l’attività che svolgono nei paesi). Continua a leggere “Marengo? Si sapeva da due anni che non ci sarebbe stata la rievocazione della battaglia. Ma la polemica, nell’indifferenza generale, è sempre la cosa più facile”

“L’UOMO DEL FUTURO”, di Federica Colamaria

“L’UOMO DEL FUTURO”, di Federica Colamaria

(seguito di “Gocce di rugiada in un mare di noia”)

Luomodelfuturo.jpg

Genere: in linea con il primo romanzo, sebbene più intimo e riflessivo.

Trama:

“Senza passato non c’è futuro. Ma il passato è pericoloso, per quelli come noi… Il passato ci ucciderà.” Seguito di “Gocce di rugiada in un mare di noia”, il romanzo si concentra sulla vita di Fred Newman a New York: il ragazzo, improvvisamente privo dei ricordi del passato, si trova a scontrarsi con i dubbi sulla propria identità e con le verità che via, via riaffiorano nella sua memoria e che lo portano a Boston, Milano e Praga: è in queste città che troverà – forse – le risposte che cerca, nonché le persone a lui più care. Fra questi, ritroviamo Francesca Lanotte, l’unica a conoscerne ogni segreto, e l’ex-commissario Ferdinando Inverardi, alle prese con il suo dramma di padre.

Tema:

Il tema centrale è il passato e il suo legame con il presente e il futuro. Ma il passato uccide oppure no? Non resta che scoprirlo. Continua a leggere ““L’UOMO DEL FUTURO”, di Federica Colamaria”

“GOCCE DI RUGIADA IN UN MARE DI NOIA”, di Federica Colamaria

“GOCCE DI RUGIADA IN UN MARE DI NOIA”, di Federica Colamaria

Genere: romanzo onirico / fantascienza. A tratti, giallo.

Goccedirugiadainunmaredinoia.jpg

Trama:

«La vita è gocce di rugiada in un mare di noia. Se ti svegli per tempo, puoi riuscire a vederle prima che svaniscano.» Tra Boston, Praga, Milano, sogni e déjà vu, si svolge la vicenda che lega i protagonisti del romanzo: una ragazza con il bisogno di svegliarsi dal sonno profondo di una vita senza sconvolgimenti; un ricercatore del MIT alla ricerca di se stesso; un commissario tormentato dal caso di un inspiegabile incidente.

Tema:

Il romanzo parla di sogni. In contrapposizione all’esistenza frenata di ogni giorno, in cui spesso ci si limita ad assistere da spettatori, senza avere il coraggio di agire, di lasciarsi andare, di lasciarsi amare.

Ma parla anche della necessità di svegliarsi: letteralmente e metaforicamente dal sonno della realtà e della noiosa routine, per vivere più appieno la propria vita. Rischiando anche di deviare verso l’oscurità con esperimenti al limite della legalità o inseguendo l’immagine illusoria di qualcun altro o, ancora, ostinandosi a ricostruire i fatti senza ascoltare le verità del cuore. Continua a leggere ““GOCCE DI RUGIADA IN UN MARE DI NOIA”, di Federica Colamaria”

La scrittrice Federica Colamaria si presenta su Alessandria today

La scrittrice Federica Colamaria si presenta su Alessandria today

di Pier Carlo Lava

La redazione di Alessandria today è lieta di presentare ai lettori la biografia e le opere della scrittrice Federica Colamaria.

Federica Colamaria.jpg

Federica Colamaria – biografia

Federica Colamaria nasce in Brianza nel 1985. Sin da bambina mostra predisposizione per la scrittura, cimentandosi nell’ideazione di brevi racconti e aggiudicandosi alcuni premi scolastici sia di prosa che di poesia.

Dopo la Laurea Magistrale in design della comunicazione e il Master in art direction e copywriting, presso il Politecnico di Milano, trova impiego come copywriter e social media manager in agenzie pubblicitarie e digital milanesi. Attualmente, svolge lo stesso lavoro come libera professionista.

Sulla sua pagina Facebook “Federica Colamaria – Scrittrice”, pubblica quotidianamente haiku, mentre alcuni suoi racconti sono pubblicati sulla piattaforma web The Incipit.com con lo pseudonimo “Tinarica”.

“Gocce di rugiada in un mare di noia” è il suo primo romanzo, a cui fa seguito “L’uomo del futuro”. Entrambi, pubblicati su Amazon in formato cartaceo ed ebook Kindle.

La scrittrice Giusy Caligari entra nella redazione di Alessandria today

La scrittrice Giusy Caligari entra nella redazione di Alessandria today

di Pier Carlo Lava

Alessandria today è lieta di dare in benvenuto alla scrittrice Giusy Caligari che da oggi è una nuova componente della redazione. Con l’occasione presentiamo ai nostri lettori la sua biografia:

foto quarta copertina copia

Giusy Caligari, biografia

Giusy Caligari nasce a Bordighera l’8 febbraio 1956. Dopo aver conseguito la Maturità Scientifica ha frequentato la facoltà di Giurisprudenza presso l’Università Statale di Milano cambiando presto indirizzo a favore di Lingue e letterature Straniere. Il suo spirito irrequieto l’ha sempre spinta verso diversi svariati interessi sia in campo sportivo, artistico e lavorativo. Negli anni ottanta-novanta è stata un Shiatzuca apprezzata e conosciuta e praticando l’arte delle Shiatzu in giro per il mondo ha incontrato molti dei personaggi che ancora popolano la sua vita artistica a tutto tondo.

Dal suo CURRICULUM VITAE   

CURRICULUM ARTISTICO

  • Burattinaia con la compagnia di Otello Sarzi
  • Attrice con il gruppo di teatro di strada “Carlo de Velo”
  • Attrice in laboratori teatrali del il regista e coach di comunicazione Cesare Gallarini
  • Comparsa per la pubblicità cinematografica
  • Comparsa per fotoromanzi
  • Trovarobe
  • Segretaria di produzione di Livio Mazzotti
  • Direttrice artistica del settore letterario del “Caffè letterario” di Zibido S. Giacomo”

dal 2011 al 2014

  • Esordisce come cantautrice nel giugno del 2014 con lo spettacolo “Quelli che fan l’arte… fuori dalle porte” arrangiamenti musicali di Tabaccobruciato, Giorgio Angelo Cazzola, uno fra i più interessanti cantautori italiani contemporanei

Come scrittrice:

  • Anno 2009 – pubblicazione di “IO” (silloge poetica) con Editrice Nuovi Autori
  • Anno 2009 madrina del concorso letterario “Profumi di Marzo” Roma
  • Anno 2010 – pubblicazione di “Il fiume” poesia vincitrice del concorso inedite di Aletti editore nel volune “Parole in fuga” n° 6
  • Anno 2010 pubblicazione nella raccolta “Il potere dell’anima” antologia dei poeti contemporanei
  • Anno 2010 nomina di Accademico (l’Accademia Vesuviana)
  • Anno 2011 “diploma alla carriera” (Accademia Vesuviana)
  • Anno 2011 “diploma di merito Tifeo d’oro” Ischia
  • Anno 2011 giurato concorso letterario “Profumi di Marzo”
  • Anno 2011 Presidente del concorso di poesia “Atelier moda e poesia” Arona
  • Anno 2011 – pubblicazione di “@ at the rate of” (silloge poetica vincitrice della selezione opere inedite di Aletti Editore)
  • Anno 2011 pubblicazione del romanzo “La scatola dei cappelli” Greco&Greco editore
  • Anno 2011 partecipazione alla manifestazione “io e la poesia” Villa Clerici
  • Anno 2013 pubblicazione della silloge poetica “Lanù del mare”
  • Anno 2014 pubblicazione racconti “L’immortale” Amazon
  • Settembre 2014 pubblicazione nuovo romanzo edito da Greco&Greco : “Sulla rotta del destino” Continua a leggere “La scrittrice Giusy Caligari entra nella redazione di Alessandria today”

DIETRO I VETRI, di Miriam Maria Santucci

DIETRO I VETRI
di Miriam Maria Santucci

Mi soffermo a riflettere sulla vita che scorre, 
accanto al davanzale della finestra.
Ero giovane quando ti vidi per l’ultima volta.
In questo interminabile tempo, passato in un soffio, 
ho costantemente pensato a te 
che non giungesti alla mia età.
Guardo dietro i vetri il riflesso della mia immagine, 
così straordinariamente simile alla tua.
Per un attimo m’illudo che sia tu accanto a me.
Sfioro lievemente il vetro con le mani anziane
e vorrei abbracciarti, madre mia!

(16 aprile 1968)

Poesia tratta dalla raccolta “Oltre l’Orizzonte”
© Copyright 2018 – Miriam Maria Santucci

Alessandria today presenta le pubblicazioni della scrittrice Simona Bertocchi

Alessandria today presenta le pubblicazioni della scrittrice Simona Bertocchi

di Pier Carlo Lava

Simona Bertocchi circolodeilettori torino copial'ultima rosa

L’ULTIMA ROSA DI APRILE

Editore: Giovane Holden Edizioni

Collana: Battitore libero

Anno edizione: 2016

Pagine: 184 p.

ISBN:978-88-6396-913-9

Acquista online

E-book

L’ULTIMA ROSA DI APRILE

Simonetta Cattaneo, Musa di Botticelli che la immortalò nella sua Venere, fu il simbolo della bellezza rinascimentale. Se però tutti conoscono, grazie al genio del pittore fiorentino, le sue sembianze, poche sono le fonti storiche a cui attingere per tratteggiarne il profilo.

Andò in sposa a sedici anni al nobile Marco Vespucci, che ben presto perse interesse verso di lei, segnò un’epoca e una corte, quella della prima signoria d’Italia: Firenze. La sua grazia, la sua volontà a ribellarsi a un matrimonio infelice, la sua natura anticonformista le conquistarono l’ammirazione di Lorenzo il Magnifico che la definì la sans par e l’amore di Giuliano de’ Medici ma le attirarono anche l’antipatia delle dame fiorentine sì come la sua personalità inquieta incantò poeti e artisti. Fu al centro di intrighi, scandali, alleanze strategiche; oggetto e soggetto di passioni divoranti e di espressioni d’amore cortese. Morì giovanissima a soli ventitré anni forse per tisi o forse vittima di avvelenamento. Ed entrò nel mito, lei che in vita non aveva mai cercato la fama.

Simona Bertocchi, in perfetto equilibrio tra Storia e narrazione, ne traccia una sorta di biografia lirica in cui misteri e colpi di scena si susseguono al ritmo di una danza rinascimentale in cui si muovono le tre anime del racconto: la splendida Simonetta, il giovane e colto Giuliano, il genio artistico di Botticelli.

nel_nome_del_figlio_400_764064991.jpg

NEL NOME DEL FIGLIO

Acquista online

E-book

Editore: Giovane Holden Edizioni

Collana: Battitore libero

Anno edizione: 2015

Pagine: 240 p.

ISBN:978-88-6396-645-9

NEL NOME DEL FIGLIO

Muovendosi sapientemente tra verità documentaria e invenzione, Simona Bertocchi sottrae all’oblio un personaggio femminile straordinario, figlio del primo Rinascimento italiano come pochi altri e lo trasfigura in una grande prova narrativa. Ricciarda Malaspina, marchesa di Massa e signora sovrana di Carrara è una donna gelida, calcolatrice, avida di potere e di denaro, dotata di una crudele ironia ma anche colta, intelligente e amante della frivola vita di corte. Nel 1520, giovane, vedova, orfana, con diritti opinabili sul marchesato, grazie a un’abile politica matrimoniale consolida la sua posizione sposando Lorenzo Cibo, nipote di Lorenzo il Magnifico. Pronta a ordire intrighi, gelosa del suo feudo è disposta a tutto pur di difenderlo anche a sacrificare il figlio Giulio, legittimo erede al titolo.

La voce narrante è Beatrice Pardi, dama di compagnia della marchesa, che in una sorta di diario trascrive impressioni, riporta avvenimenti sia di carattere politico che non. Donna di umili natali, indipendente e di buona cultura, Beatrice ha un solo punto debole ovvero la bellissima figlia Angelica legata a Giulio Cibo Malaspina da un forte sentimento che indispone la sua padrona. Continua a leggere “Alessandria today presenta le pubblicazioni della scrittrice Simona Bertocchi”