Momenti di poesia. Nostalgia di tempo, di Stefania Pellegrini

Momenti di poesia. Nostalgia di tempo, di Stefania Pellegrini

Parole nomadi

Ramon Casas

Torniamo a parlare di noi
solfeggi lontani
voce di tempo
impressa dentro.
Sfogliamo pagine e pagine
di accordi nostalgici.
Vento rapisce
il nostro cicaleccio stupito
incredulo
solleva la patina
accartocciata dei giorni.
Ci mostra stralci interrotti
volatili ricordi.
Fioche essenze amare, dolci
chiaroscuri
di nubi lontane
in un cielo pallido di luci.
Fiori secchi, appassiti
odorano polvere e muffa.
Persi gli ebbri aromi
e gli ardori di quei giorni
resta compagna
la voce dei nostri cuori.

Stefania Pellegrini © 

I segreti del cuore: gennaio

https://alessandriatoday.files.wordpress.com/2019/09/gennaio.jpg

 

“l’amor che move il sole

e l’altre stelle”

(Dante Alighieri)

 

Questa sera spengo la luna e le stelle. Spengo il mio cuore e sogno il mio bel principe azzurro sul suo cavallo bianco venirmi incontro, cercando me, solo me. Ma tu non essere geloso, lo sai, il mio cuore appartiene solo a te. Sei nella mia anima e lì ti lascerò, per sempre.

Tutti mi vogliono, tutti mi cercano. E chi voglio io? Mi cercherà? Non lo farà mai! Non mi cerca e non mi pensa, forse però mi pensa e non vuole cercarmi. Forse è troppo impegnato per cercare me. Mettiti l’anima in pace: non ti cerca perché non ti pensa, non ti cerca perché non è te che vuole! Oh che dolore provo nel mio cuore!

Questa sera niente luna, niente stelle. Il cielo è coperto, ascolto musica per non pensare. E’ così difficile far tacere la mente e non ascoltare il cuore. Vorrei tornare indietro, a qualche mese fa per poter cancellare alcuni avvenimenti. Non si può. Il male è fatto. Resta solo chiudere quel libro per poter aprirne un altro.

Non ho nessuna vena poetica questa sera: stanca, triste, delusa, annoiata, gran mal di testa, praticamente con tutte le ruote a terra. Ho sonno, non riesco a dormire e devo svegliarmi all’alba. Paranoica, irascibile o come sono stata definita: una folle. I miei complimenti a tutte quelle persone che giudicano senza conoscere realmente le persone, fermandosi alle apparenze, a quello che vogliono vedere. A me non importa quello che pensano o dicono gli altri. A me interessa quello che credi tu. Fa molto male sapere che lo pensi anche tu Continua a leggere “I segreti del cuore: gennaio”

I segreti del cuore: dicembre

https://alessandriatoday.files.wordpress.com/2019/09/i-segreti-del-cuore1-1.jpg

https://alessandriatoday.files.wordpress.com/2019/09/dicembre.jpg

Innamorati del cielo, della luna e delle stelle.

Innamorati del mare, del sole e della sabbia.

Solo così sarai sicura di non soffrire.

Convinci te stessa a chiudere la porta del cuore.

Butta via la chiave negli abissi più profondi,

dove nessuno, mai, la troverà.

“è tutta colpa della luna,

quando si avvicina troppo alla terra

fa impazzire tutti”

(William Shakespeare)

“una singola parola ci libera

da tutto il peso e il dolore

della vita: quella parola è

Amore”

(Sofocle)

Raccoglierò i miei sogni a uno a uno, in una notte senza luna e senza stelle, li consegnerò nelle mani di chi saprà capire. Regalerò la mia anima e il mio cuore a chi sarà in grado di non farmi del male. Parlerò dei miei segreti e delle mie paure solo a chi saprà ascoltare con cuore sincero. Continua a leggere “I segreti del cuore: dicembre”

I segreti del cuore: novembre

https://alessandriatoday.files.wordpress.com/2019/09/i-segreti-del-cuore1-1.jpg

https://alessandriatoday.files.wordpress.com/2019/09/novembre.jpg

“ama chi ti ama,

non amar chi ti sfugge,

ama quel cuore che

per te si strugge”

(William Shakespeare)

Mi è sempre stato detto di mettere il cuore in qualsiasi cosa io faccia, alla fine, ho imparato che il cuore ci rimette sempre. Perché la sincerità, la verità, non tutti sono in grado di apprezzarla. A parole tutto è semplice, i fatti invece, richiedono un incredibile coraggio. Più si è sinceri, più si dice la verità e più la vita, le persone, ti penalizzano. Bisognerebbe fare “buon viso e cattivo gioco”, non ne sono capace, non è da me. Preferisco da sempre la verità, anche se in molti mi volteranno le spalle, anche se in molti diventeranno dei nemici. Preferisco avere nemici e affrontarli e non chi dice, di essermi amico e prontamente pugnala alle spalle. L’amicizia è come l’amore, richiede un incredibile coraggio per non tradire fisicamente, e soprattutto, per non tradire la fiducia che abbiamo riposto nell’altra persona. Il tradimento fisico  si può superare, ma il tradimento di un amico può anche uccidere, far morire dentro lentamente, ti strappa un pezzo di cuore che non si riesce più a ricucire.

Questa sera sono triste, ho ricevuto delle lettere che mi accusavano di alcune cose… sono delusa, amareggiata? Sì, lo sono, perché non ho mai sopportato l’ingiustizia. Essere accusati di qualcosa che non si è commesso, lascia l’amaro in bocca, ti lacera il cuore, l’anima. Bisognerebbe difendersi, appellarsi a tutte le forze che si dispone, per superare il periodo buio che ti circonda, che si è abbattuto come un fulmine nella propria vita. Eppure, nonostante tutto, si resta fermi, allibiti da tanta cattiveria, pensando che ciò che ti sta accadendo, non riguarda te, che è solo uno sbaglio, un fottutissimo sbaglio. Purtroppo, non è così, le accuse sono per te, pronte a farti sprofondare in un incubo senza uscita. Continua a leggere “I segreti del cuore: novembre”

Momenti di poesia. Tra profumi e balocchi di Stefania Pellegrini

Momenti di poesia. Tra profumi e balocchi di Stefania Pellegrini.

Parole nomadi

Bambole e specchi nel gioco
di bimba
tra profumi di talco e lavanda.
Baloccano, vezzeggiano
le piccole mani,
come sagome di un teatro
d’ombre cinesi.
Così ti vedo,
danzare allegra ai miei occhi
il volo leggiadro
di gioco dei teneri anni.
Il vento scompiglia i dorati capelli,
un sole vivace illumina
il dolce sorriso.
Schietta, fresca
acqua di sorgente,
incontenibile energia
del torrente.
Il pensiero mi porta lontano
e la dolcezza si scioglie
come ambrate gocce di miele.
Vorrei fermarti nel tempo
mia piccola, dolce gazzella,
….il tuo cuore è leggero
e non conosce pene.

Stefania Pellegrini ©

I miei blog: Parole nomadi, Il mio tempo migliore, SETA FINA.

Cercami

https://alessandriatoday.files.wordpress.com/2019/09/cercami-lc3a0.jpg

https://alessandriatoday.files.wordpress.com/2019/09/cercami.jpg

 

Cercami là

dove finisce il blu

starò in silenzio

ascoltando le tue parole

piene di vane promesse

piene d’amore mai detto.

Cercami là

dove non esistono confini

dove l’odio si sposa con l’amore

dove la speranza non ha fine.

Cercami là

in fondo a un sogno

dove la finzione diviene realtà

dove un cuore infranto

non provi dolore.

Cercami là

alla fine del mondo

sarò lì

seduta ad aspettare

un sogno svanito

corroso dal tempo.

Cercami là

in fondo al tuo cuore

io sono proprio lì

nascosta dentro il tuo amore.

Cara Luna

https://alessandriatoday.files.wordpress.com/2019/08/luna-1.jpg

 

https://alessandriatoday.files.wordpress.com/2019/08/luna1.jpg

 

Mia cara amica Luna

quante pene ho da confidarti questa sera!

Da quando è andato via

ha lasciato un vuoto incolmabile nel mio cuore

è uscito dalla mia vita per sempre

senza dire il perchè.

Soffro per lui!

I miei pensieri sono solo per lui.

Cara amica mia

in questa sera splendente

vieni in mio aiuto con un tuo consiglio.

Dimmi cosa devo fare

perchè da sola

senza lui

non so più stare.

Regalami un pò della tua fatale luce.

Illumina la mia vita

Illumina il mio cuore

Ti prego!

Scrivi adesso

lassù nel cielo

con le tue belle e luminose stelle

un piccolo

un misero grande consiglio.

Aiutami mia cara e dolce amica Luna

dimmi cosa devo fare

perchè senza di lui

non so più stare.

 

 

Momenti di poesia. Ricerca d’amore di Stefania Pellegrini

Momenti di poesia. Ricerca d’amore di Stefania Pellegrini

Corpi avvolti tra lenzuola bianche
scomposte in giochi sensuali
profumi inebrianti
di passione ardente.
Labbra calde, gocce
di fresca rugiada si posavano
sull’onda di luce che emanava
la vellutata pelle.
Intrecci di mani, di gambe
carezze in fantasie della mente
si sposavano
tra cavalcanti desideri.
In te mi specchiavo, mi fondevo
in unico sguardo,
in unica essenza che traduceva
la passione del cuore.
Mi abbandonavo al trasporto
che nutriva e alimentava
la mia ricerca d’amore. 

Stefania Pellegrini ©

Ogni diritto riservato

Notte di San Lorenzo, di Ines Favorita

https://alessandriatoday.files.wordpress.com/2019/08/stella2.jpg

https://alessandriatoday.files.wordpress.com/2019/07/stella1.jpg

Il sentimento che provo non ha logica

non ha un filo conduttore di razionalità

è tutto racchiuso nel cuore

nel segreto del mio cuore.

E per quanto io voglia dar retta alla ragione

c’è sempre lui

incalzante

prepotente

che mi porta a te!

Anche questa sera voglio sognare:

io e te a guardare le stelle

abbracciati teneramente in silenzio.

Sogni da adolescente immatura…

Ma non riesco a far tacere il mio cuore.

Amore?

Che sia amore acerbo?

La devo smettere se non voglio farmi del male

la devo smettere di pensare a te!

Sempre puntuale è il tuo pensiero

il tuo nome è da sempre marchiato sul mio cuore…

e il tuo viso…

il tuo viso lo rivedo ogni sera nel cielo stellato.

Chimera!

Illusione!

Ti vado cercando in mezzo la gente

sperando di incontrare il tuo sguardo

di leggere nei tuoi occhi

una scintilla d’amore!

Vorrei che i miei pensieri arrivassero a te

sfiorando le tue labbra con il mio amore.

Che in questa notte magica e misteriosa

tu

finalmente

t’innamorassi di me!

Che la stella più bella che non ho visto cadere

venisse a cercarti

per dirti

che questa sera sto pensando a te!

 

 

Momenti di poesia. Come la luce di Stefania Pellegrini

Momenti di poesia. Come la luce di Stefania Pellegrini

Come la luce

Lo vidi venire a me
come la luce
che il primo mattino
rompe il buio della notte
e spazza via le ombre.
Quale bagliore infuocò
l’attimo.
La grazia sciolse remore,
la passione
s’aprì al cuore mio.
Vestì i giorni miei
di un fascino
avvolgente, prorompente.
Fu gemma fragile
da proteggere, amare,
poi onda impetuosa
frangente di scogli
e riflusso di mare
quando carezza la sabbia.
Fu granello gelosamente
custodito nella mano.
Brezza marina sul mio corpo,
audace, leggera.
Fu brivido che attraversa
le reni
e pioggia e tramontana raggela.
Fu sogno appassito
di rosa ammaccata
dalla grandine e
precocemente spogliata.

Stefania Pellegrini ©

L’amore è così – di Marina Vicario

L’amore è così!

Non importa quanti doni
porterai alla mia porta,
regalali a chi non li merita.
Non desidero
quello che posso
toccare.
Non ho bisogno
di ciò che
si può contrattare
o contare.
Sono d’ amore
i miei desideri,
prendili tu se lo vorrai.
Regalami un cuore,
senza luccichii di disonestà
mascherati da buone intenzioni.
Fa’ che siano
magiche le tue parole.
Rapiscimi
e non lasciarmi mai più.

Marina Vicario

Cuore, dedicarsi regolarmente alla sauna aiuta a mantenerlo in salute. Sky TG24

Uno studio dell’Università della Finlandia, pubblicato sulla rivista scientifica Biomed Central, ha dimostrato che fare la sauna quattro volte alla settimana per mezz’ora riduce il rischio di eventi cardiovascolari sia negli uomini sia nelle donne, portando benefici simili a quelli dell’allenamento fisico.

L’indagine ha monitorato per 15 anni quasi 1.7000 persone con un’età media di 63 anni. Dai risultati ottenuti è emerso che maggiore è la frequenza delle saune e minore è il rischio di mortalità cardiovascolare.

La sauna allarga i vasi sanguigni, riducendo così la pressione arteriosa, sottoponendo il cuore a un ‘esercizio’ che lo allena e lo rafforza.La sauna riduce il rischio di eventi cardiovascolariCiro Indolfi, presidente della Società Italiana di Cardiologia (SIC), spiega che dal numero delle saune settimanali dipendono gli effetti positivi sull’organismo.

“Quattro sono molto più efficaci rispetto a una o due”, chiarisce l’esperto. “Lo studio evidenzia che gli habitué della sauna in 15 anni hanno sviluppato solo 181 eventi cardiovascolari, risultati poi fatali, corrispondenti a circa 2,7 decessi per 1000 individui contro i 10,1 decessi tra coloro che non la facevano mai o solo una volta ogni tanto.

Valori che attestano una diminuzione significativa del rischio di mortalità. Inoltre, incide anche il tempo cui si resta in cabina: la durata ideale è di almeno 30 minuti.

”Gli effetti sulla circolazione sanguignaIndolfi sottolinea che gli effetti della sauna hanno un effetto positivo sulla circolazione sanguigna. “Il calore può migliorarla agendo sulle cellule dell’endotelio che rivestono le arterie, riducendone la rigidità, stimolando nella fase acuta il sistema simpatico e abbassando la pressione arteriosa. Inoltre, la sauna determina un aumento della frequenza cardiaca fino a 120-150 battiti al minuto, paragonabile a quello ottenuto con un esercizio fisico di intensità bassa o moderata”.

La sauna non è però adatta a chiunque. Come spiega Indolfi, i pazienti con scompenso cardiaco, ipertensione, ipotensione, infezioni acute, epilessia, miocarditi o pericarditi dovrebbero evitarla. Prima di sottoporsi a una sauna particolarmente lunga è dunque sempre opportuno sottoporsi a un controllo medico.

Sorgente: Cuore, dedicarsi regolarmente alla sauna aiuta a mantenerlo in salute | Sky TG24

C’è un legame tra freddo e cuore? Sì, il pericolo di infarto per i soggetti a rischio sale del 34%

C’è un legame tra freddo e cuore? Sì, il pericolo di infarto per i soggetti a rischio sale del 34%

NICLA PANCIERA

c'è un legame

Sport sulla neve, festività e vacanze. I cardiologi svedesi lanciano l’allarme: d’inverno bisogna prestare un po’ di attenzione supplementare al cuore. Cibo, alcol e viaggi per raggiungere i familiari, poco sonno e freddo sono i responsabili del picco di infarti che si registra la notte tra il 24 e il 25 dicembre intorno alle 22.

Lo mostra uno studio osservazionale, apparso sul British Medical Journal, frutto di un’analisi condotta su oltre 300mila casi di infarto del miocardio avvenuti tra il 1998 e il 2013 e contenuti nel registro delle unità coronariche svedesi «Swedeheart». La vigilia di Natale si registra un incremento del 37% di attacchi di cuore, mentre l’impennata si assesta su un +27% il giorno successivo e scende a +20% il 1 gennaio. https://www.lastampa.it/2018/12/17/scienza/c-un-legame-tra-freddo-e-cuore-s-il-pericolo-di-infarto-per-i-soggetti-a-rischio-sale-del-tlwPFnJ6tLgeS92Kq8dEgO/pagina.html

I tafferugli del cuore, di Antonietta Caramanico

I tafferugli

di Antonietta Caramanico

una delicata notte

I tafferugli del cuore

Cuore,
ogni giorno,
sento i tuoi tafferugli;
ogni notte,
ascolto i tuoi ricordi,
e
tutto si rinchiude in una scatola.
Scatola dorata,
che può aprirsi
solo con la tenerezza
di un amore puro
e
sincero.
Tamburella il mio sangue,
quando riaffiorano
immagini di un dì remoto.
Pizzica l’arpa del cuore,
quando amo.
Suonano le corde dell’anima,
al rimembrare gli albori di un nuovo amore.
Tutto subbuglia
e
va in apnea
in attesa di una nuova linfa.

Antonietta Caramanico@
copyright
Opera di Anatoly Piatkevich

Medici, pazienti e braccialetti elettronici

medici

Eric Bender,

I medici lo definiscono il problema delle cinquemila ore. Se soffrite di una malattia cronica comune, per esempio un disturbo cardiovascolare o il diabete, siete voi i responsabili della vostra salute per le cinquemila ore all’anno in cui non dormite. E a dirla tutta, non sempre prendete le decisioni migliori.

“I cambiamenti necessari per superare una malattia cronica dipendono dal paziente, non dal medico”, sottolinea Stacey Chang, direttore del Design institute for health della Dell medical school di Austin, in Texas. “Affidare il controllo a un dottore a volte è controproducente”.

Per questo, una nuova serie di strumenti digitali sta cercando di coinvolgere il paziente nella cura della sua salute. Sul mercato esistono braccialetti elettronici per controllare il battito cardiaco, i passi o i livelli di glucosio nel sangue, sensori medici per la casa che rilevano dati sul peso o la pressione sanguigna, app che danno informazioni o consigli personalizzati. Continua a leggere “Medici, pazienti e braccialetti elettronici”

Riprendi un cuore, di Antonio Scarito

Riprendi un cuore

di Antonio Scarito

Riprendi un cuore
se vuoi amarlo,
fagli sentire
che è importante,
guarda con occhi
quel sul corpo e
dille sempre che
per lui ardi.
Dalle carezze,
non risparmiale,
a volte baci,
senza fermati ,
colora tutto
con parole dolci e
abbracciala per
pur sentir se
i vostri cuori
insieme battono

Continua a leggere “Riprendi un cuore, di Antonio Scarito”

Cuore di lupo, di Maurizio Ostuni

Cuore di lupo

di Maurizio Ostuni

Cuore di lupo
Ti vidi arrivare quella sera, avvolta da profumi di incenso, guardai i tuoi occhi arrossati, i capelli mal messi e un viso soddisfatto.
Un bottone sganciato. Tu sempre impeccabile impensabile cosa le tue voglie perverse ti facessero fare. Ti si leggeva nell’animo che passasti la notte godendo dei tuoi giochi proibiti.
Sentii l’odio bruciare, odio di uomo ferito nel cuore.Trafitto da spine ormai consumate, posate dalla tua mano vile :
ti odiai come si odia solo il propio boia.
Ma sapevo come eri e nulla potevo contro
la tua natura, nulla potevo se non accettare.
Sapevo quello che avevo, tu così perfida e così bella, io un imperfetto selvaggio amore vero.
veleno
Veleno & rum
@velenoerum

Il colesterolo mette a rischio la salute del tuo cuore: l’importanza della prevenzione

IL colesterolo medicina-online-cuore-elettrocardiogramma-sinusale-defibrillatore-cardioversione-elettrica-con-shock-farmacologica-farmaci-urgenza-emergenza-massaggio-cardiaco-arresto-res

di Staff. di Medicina OnLine

Proteggere il cuore con l’arma della prevenzione, con particolare attenzione ad uno dei principali fattori di rischio cardiovascolare: il colesterolo. È fondamentale, in un Paese come l’Italia dove le malattie cardiovascolari sono la prima causa di morte, tenere a bada i ‘nemici del cuore’ a cominciare proprio dal colesterolo LDL, il famigerato “colesterolo cattivo”. Lo ricordano ancora una volta gli oltre 2000 medici riuniti al 78° Congresso nazionale della Società italiana di cardiologia (Sic) che tiene in questi giorni a Roma e che proseguirà fino al prossimo 18 dicembre.

Il colesterolo come potente fattore di rischio cardiovascolare

Tra i temi caldi della seconda giornata, spicca proprio il dibattito attorno alla prevenzione e ai fattori di rischio. Come illustrato dal professor Peter Libby dell’Harvard Medical School di Boston, il colesterolo ossidato è la causa che determina la risposta infiammatoria della parete arteriosa. Quindi se anche vi sono altri fattori di rischio come il fumo, il diabete, l’ipertensione e l’obesità; il colesterolo è il ‘critical player’ cioè quello che determina – tramite il suo accumulo – la risposta della parete delle arterie coronariche che porta alla formazione di una placca arteriosclerotica ostruente, causa delle manifestazioni cliniche della cardiopatia ischemica come l’angina, l’infarto o la morte improvvisa coronarica. Continua a leggere “Il colesterolo mette a rischio la salute del tuo cuore: l’importanza della prevenzione”