Momenti di poesia. Click 2019, di Daniela Cobaich Mascaretti

Momenti di poesia. Click 2019, di Daniela Cobaich Mascaretti

click.jpg

Click 2019

Svanite perle di brina
Gocce microcosmi di luce
arrampicate sugli steli d’erba…
fate di colori…ridono
Ora sul prato d’inverno
soltanto fili secchi gelati
nel cielo nuvoloso
“ Bianco Coniglio dove sei…?
….perché la bellezza muore?”
“Brillavano di luce altrui…
piccola non ti eri accorta?”
No…io sogno ancora origami di luce…bambina
correvo a guardare i miei fiori di sole…
È vero svanivano in soffi, in sospiri…
Pochi minuti soltanto, come le parole…
come la bellezza
Sfuma tutto in nebbia sottile…
ma resterà l’attimo e i campi diventeranno fiori…

Daniela Cobaich Mascaretti

SP14marzo2019
Diritti riservati
PhotoWeb

Libri:  Arte a Central Park… la passeggiata, di Daniela Cobaich Mascaretti

Libri:  Arte a Central Park… la passeggiata, di Daniela Cobaich Mascaretti

rte

Arte a Central Park… la passeggiata

…, strane storie venivano mormorate fra quei vecchi
muri: tonfi, urla e gemiti, sentiti soprattutto di notte,
nelle ore silenziose che precedono l’alba…
Strinse le spalle, chiacchiere e chiacchiere, qualcuno forse soffriva d’insonnia, qualche vecchietta petulante
che avendo capito che viveva sola, si divertiva a metterle paura! O come quel ragazzo del piano di sotto, uno decisamente fico…le era arrivato alle spalle
a passi felpati, mentre apriva la porta di casa e l’aveva fatta sobbalzare chiedendole in prestito un grosso martello…Carino era carino…biondo, occhi azzurri, evidentemente palestrato, da lasciarci gli occhi incollati!
Una meraviglia in quel deserto di vecchi condomini
ingessati, sempre pronti a parlare di valvole e caldaie,
ma un brivido l’aveva attraversata come uno strano presagio.
Scrollò le spalle e sorrise, prima di uscire aveva deciso di prepararsi una pizza per cena, aveva lasciato la pasta a lievitare, la ricetta era stata una sua ricerca frenetica sul pad, solo erano tantissime e si era persa nel cercare la migliore! Continua a leggere “Libri:  Arte a Central Park… la passeggiata, di Daniela Cobaich Mascaretti”

Momenti di poesia. Sei l’acqua della mia vita, di Daniela Cobaich Mascaretti

Momenti di poesia. Sei l’acqua della mia vita, di Daniela Cobaich Mascaretti

53820977_854570024874502_465239417372540928_n

da Delirio d’amore

Sei l’acqua… sei l’acqua della mia vita
scorri in me senza tregua
Sei i sonni inquieti, il mio dolore bruciante
la tua bocca nella mia corrente
Respiro nella tue braccia
Ascolto l’eco dei tuoi passi…non anima
non corpo…solo un’ineffabile presenza
Nascosto al mio sguardo, la pelle dissecata
non ricorda l’ardente soffio
Respiro l’acqua di quel che resta…
Chiudo gli occhi al sogno che sono stata…così
Così me ne vado negli alti cieli del nulla…
Lo stesso suono ha la vita scomparsa…blue…
infinita e finita
Corri Bianco Coniglio l’ora è già arrivata!

Daniela Cobaich Mascaretti

SP13marzo2019
Diritti riservati
PhotoWeb

Momenti di poesia,Non posso fermare le parole, di Daniela Cobaich Mascaretti

Momenti di poesia,Non posso fermare le parole, di Daniela Cobaich Mascaretti

Non posso fermare le parole.jpg

da Delirio d’amore

Non posso fermare le parole
corrono s’infrangono sconosciute
mi accarezzano…
Solo un respiro
due bocche incatenate
e la tua pelle…
E la tua pelle parla di acqua e di fuoco…
ha generato un fiore, un solo nome nel silenzio.

Daniela Cobaich Mascaretti

SP3marzo2019
Diritti riservati

Foto di Sara Gambazza

Momenti di poesia. È scesa sulla sabbia la luna, di Daniela Cobaich Mascaretti

Momenti di poesia. È scesa sulla sabbia la luna, di Daniela Cobaich Mascaretti

e scesa

da Delirio d’amore

È scesa sulla sabbia la luna,
sabbia e acqua
Il mare corre…
Fa rumore stanotte
intreccia suoni al vento
C’era un castello
per viverci soli…tu ed io…
in quel mare nascosto
Scivolano nelle mani granelli di sabbia
Nell’erba rada sono cresciute
bianche margherite, ignare banchettano
al sole…
Io non ricordo più il tuo viso
e guardo me stessa e più me stessa
non sono…

Daniela Cobaich Mascaretti

SP1marzo2019
Diritti riservati
PhotoWeb

Momenti di poesia. Tutto m’inebria di te, di Daniela Cobaich Mascaretti

Momenti di poesia. Tutto m’inebria di te, di Daniela Cobaich Mascaretti

Tutto m’inebria di te.jpg

da Delirio d’amore

Tutto m’inebria di te
Amore mi consuma
le ore i pensieri
Vivo al presente quello che è passato
in questo mondo fluttuante
Porpora l’autunno che avanza
in rosse melagrane
si confonde la tua voce con la pioggia
Cade spaccata la bocca color sangue
Amor mi consuma le ore…

Daniela Cobaich Mascaretti

SPnovembre2018
Diritti riservati
PhotoWeb

Momenti di poesia. Ora che so… di Daniela Cobaich Mascaretti

Momenti di poesia. Ora che so… di Daniela Cobaich Mascaretti

ora che

da Delirio d’amore

Ora che so…ti amo negli anfratti
del mio cuore,
celati, negati dalla mente
Dove incontrarsi…?
Un grido interrompe il sogno,
una farfalla credeva di volare…
finì spiaccicata sul cemento!
Spengo la luce, il romanzo criminale
dilaga, si arrampica nei sogni
Tutto ritorna, galleggio sola,
nuvola macchiata d’inchiostro
La mente allagata dal pensiero ricorrente
Perché incontrarsi…?
L’inverno mi consuma
e non porterà l’estate…

Daniela Cobaich Mascaretti

SP19febbraio 2019
Diritti riservati
PhotoWeb

Momenti di poesia. da delirio d’amore, di Daniela Cobaich Mascaretti

Momenti di poesia. da delirio d’amore, di Daniela Cobaich Mascaretti

da

da Delirio d’amore

Fiore capovolto
giaccio sul pavimento
Inesistenza di vita
reperto capovolto…
Ma il tempo è stato mio,
non dimentico!
Freddo freddo improvviso
gela la pena e non si scioglie
Rinuncio a quel che mi resta
di primavera…braccia mi cingevano…
Ma era solo un sogno…non mi apparteneva
come quest’alba chiara che bagna il mio viso
Ora lo so!
Fuori un rumore amico…il tic tac della pioggia
batte e ribatte il tempo in una musica antica,
ed io comprendo…
Canto sola nel viaggio

Daniela Cobaich Mascaretti

SP17febbraio2019
Diritti riservati
PhotoWeb

Momenti di poesia. da “ Silenzio “, di Daniela Cobaich Mascaretti

Momenti di poesia. da “ Silenzio “, di Daniela Cobaich Mascaretti

51998512_836418000023038_8004890493584408576_n

da “ Silenzio “

Prima del silenzio dei gusci vuoti
salta le pozze lucenti
prendi al volo un sorriso
e il bacio del tuo amore…
E poi corri corri avanti a calpestare
i gradini antichi e l’erba tenera verde
Striscia l’azzurro sopra i tetti
fra poiane e gatti saltanti
Occhi sdraiati…apparirà il gioco
di ombre cinesi alla parete
Il coniglietto, la bimba bella,
il Bambi addormentato!
Le palpebre arrugginite si chiudono,
restano fili danzanti sul muro…onde

Daniela Cobaich Mascaretti

SP11febbraio2019
Diritti riservati
PhotoWeb

Momenti di poesia. da Delirio d’amore…  di Daniela Cobaich Mascaretti

Momenti di poesia. da Delirio d’amore…  di Daniela Cobaich Mascaretti

da Delirio d’amore…dedicata…

da delirio

Amore, ti guardo, mio amore
e vedo il ragazzo di sole
che mi cantava l’amore.
Oltre le mura, oltre i limiti
noi siamo questo amore.
Attraverso luce ed ombra
in aneliti infiniti…per sempre
raccontava la fiaba!
Guardo la grande mimosa gialla
e i crochi già fioriti sfidando il gelo
annunciano una nuova primavera
I mandorli dietro la casa erano quattro,
uno quest’anno non fiorirà
Mio amore, le mani strette guardiamo il vuoto,
resisteremo nella tenerezza della carne, nel dolore…?
Ancora insieme in questa vertigine, nella sconfitta,
nelle maree che assalgono!
Amami ancora vicino all’agave, di fronte al mare,
“ mio amore “ nella luce nuova
In quel che resta di primavera…per sempre!

Daniela Cobaich Mascaretti

SP5febbraio2019
Diritti riservati

Photo di Ugo Mulas

Momenti di poesia. Click 2018, di Daniela Cobaich Mascaretti

Momenti di poesia. Click 2018, di Daniela Cobaich Mascaretti

click

Click 2018

Nuvole catramate
arrossiscono ansiose
assetate di sole
Rotolo fra i fiori gialli
e fiati pesanti di mucche fangose
Tuoni scuotono il sonno
di Eroi stanchi, le pecore
sole abitanti, mi guardano aliene.
Il bianco cavallo scuote la testa
mi fissa dal prato, resto alla finestra,
un frullo d’ali taglia il cielo…
È ancora notte, e piango e rido!

Daniela Cobaich Mascaretti

SP4febbraio2019
Diritti riservati

Photo di Sara Gambazza

Il giorno della Memoria – 27 gennaio, di Daniela Cobaich Mascaretti

Il giorno della Memoria – 27 gennaio, di Daniela Cobaich Mascaretti

51221411_825865344411637_3515692900874715136_n

Il giorno della Memoria – 27 gennaio

Un solo giorno per ricordare…per ricordare milioni
di vite sacrificate per ideali sbagliati, sete di potere
e denaro!
Una sconfitta per tutti, quei morti, per tutti quelli che credono negli ideali di giustizia, lealtà, etica, umanità, che non sono solo belle parole, ma i principi in cui si fonda la nostra civiltà!
Ma noi sappiamo che non furono Mostri che li uccisero, torturarono, gasarono, violentarono e mille altri modi in cui soppressero quelle vite!
Uomini Donne Vecchi Bambini Infermi Disabili
Gay Nomadi Rom ritenuti inferiori dai nazisti!
Razze inferiori, rifiuti…non persone ma oggetti da annientare!
Ora sappiamo che furono uomini donne, come noi,
uomini e donne che persero il senso di umanità, il senso della giustizia e della lealtà, l’amore per gli altri
e li uccisero!
Uomini “ normali “ affaccendati nei loro piccoli grandi
bisogni uccisero altri uomini in una storia che si ripete,
in una umanità che non ricorda e rifiuta aiuto
agli ultimi!
Il sonno della ragione e dell’amore fa perdere tutti…
Ricordiamoci di essere sempre uomini giusti e d’amore
e questo sia sempre il nostro fine…perché questo orrore non possa ripetersi mai più…

Daniela Cobaich Mascaretti

Nessuna immagine
contiene l’urlo
di dolore
La stessa luna
ci guarda

Senza titolo, di Daniela Cobaich Mascaretti

Senza titolo, di Daniela Cobaich Mascaretti

senz atitolo.jpg

Senza titolo

Dove comincia la notte
comincia il mio viaggio
Ogni ora cambia la luce
ed io la inseguo invano
C’è solo uno spiraglio
un’alba sul mare
mentre il rotolo della vita
si riavvolge e tace
Solo un ciottolo, una meteora
nello spazio
Nulla si rivela, tace Dio,
le stelle, i mari, guizzano i pesci
e lassù volano uccelli…
Se c’è una strada io non la conosco!

Daniela Cobaich Mascaretti

SP10 gennaio2019
Copyright D.C.M.

Flash 2019, di Daniela Cobaich Mascaretti

Flash 2019, di Daniela Cobaich Mascaretti

flash 2019

Flash 2019

Bianco innevato il prato
Il tuo rigo giallo lo tagliava a metà
con la mia risata.
The end la fine, ritorna
e assedia in sottofondo di cemento armato
Una fenditura in cui s’infila una formica
nel sottosuolo di voci negate
in quel pane ormai dimenticato!
C’è una foglia sul davanzale
si arresta nel capriccio del vento
e fine e inizio si sgretolano in silenzio
Un rigo giallo, un sedere ghiacciato abitano
il passato!

Daniela Cobaich Mascaretti

@copyright by D.C.M.

SP7 gennaio2019

PhotoWeb