Momenti di poesia. Vorrei non capire, di Dario Menicucci “Le mie poesie”

Momenti di poesia. Vorrei non capire, di Dario Menicucci “Le mie poesie”

vorrei

Vorrei non capire

Invalicabile
è il nulla.

Attraverso le persiane
la luce
appena macchia
l’abbandono.

Irreali
impressioni di suoni
si sgretolano
sulle pareti.

Vorrei non capire
per liberarmi
da questo terminale
silenzio.

Mi annienta
la rassegnazione
ma non ho più niente
da dire.

Ho irrimediabilmente
perso
nonostante
abbia provato.

Non si colma
l’insaziabile vuoto,
non ci si accorda
con il dolore.

Vivo nascosto
dietro una smorfia
di vaga
indifferenza.

Questa notte
chiederò
alle ombre
di portarmi lontano

Dario Menicucci

Momenti di poesia. Oltre il tramonto, di Dario Menicucci

Momenti di poesia. Oltre il tramonto, di Dario Menicucci

https://oggiscrivo.it/autori/opera.php?idopera=61245

oltre

Oltre il tramonto

A separare

dal colore il silenzio

è l’orizzonte.

Inarginabile

è l’armonia

di nuvole e onde.

Svaniscono

sul precipizio

le orme del giorno.

La luce finale

fa del mare

un pensiero.

Soltanto il vento

può capire

questa vastità.

Appese a fili invisibili

si accendono

le stelle.

Il loro chiarore

non svela

il mistero.

Già la notte

sparge le sue smanie

oltre il tramonto

Dario Menicucci

Momenti di poesia. Prime luci su Livorno, di Dario Menicucci

Momenti di poesia. Prime luci su Livorno, di Dario Menicucci

prime.jpg

Prime luci su Livorno

Si adagia
finalmente il giorno
sull’impercettibile
mormorio dei canali.

Ritrova
le barche immobili
le rare scie
aprirsi un attimo
per liberare la luce.

Il solito vento
accompagna il mare
sulle piazze vissute
e di gabbiani
sulle fortezze di sale.

In questa città
d’acqua e di memorie
riscopro ogni mattino
la forza dell’aurora

Dario Menicucci

Momenti di poesia. Oltre il tramonto, di Dario Menicucci

Momenti di poesia. Oltre il tramonto, di Dario Menicucci

https://oggiscrivo.it/autori/opera.php?idopera=61245

oltre.jpg

Oltre il tramonto

A separare

dal colore il silenzio

è l’orizzonte.

Inarginabile

è l’armonia

di nuvole e onde.

Svaniscono

sul precipizio

le orme del giorno.

La luce finale

fa del mare

un pensiero.

Soltanto il vento

può capire

questa vastità.

Appese a fili invisibili

si accendono

le stelle.

Il loro chiarore

non svela

il mistero.

Già la notte

sparge le sue smanie

oltre il tramonto

Dario Menicucci

Momenti di poesia. Prime luci su Livorno, di Dario Menicucci

Momenti di poesia. Prime luci su Livorno, di Dario Menicucci

prime.jpg

Prime luci su Livorno

Si adagia
finalmente il giorno
sull’impercettibile
mormorio dei canali.

Ritrova
le barche immobili
le rare scie
aprirsi un attimo
per liberare la luce.

Il solito vento
accompagna il mare
sulle piazze vissute
e di gabbiani
sulle fortezze di sale.

In questa città
d’acqua e di memorie
riscopro ogni mattino
la forza dell’aurora

Dario Menicucci

Momenti di poesia e ricordo: Livorno 16 – 09 – 2017, di Dario Menicucci

Momenti di poesia e ricordo: Livorno 16 – 09 – 2017, di Dario Menicucci

La notte tra il 9 e il 10 settembre 2017 Livorno fu devastata
da un’alluvione che causò distruzione e fece otto vittime. Domani saranno due anni da quel nubifragio. Scrissi la poesia una settimana dopo e la dedicai a quei ragazzi che aiutarono gli alluvionati a togliere il fango dalle strade e dalle case

livorno.jpg
Livorno 16-09-2017… dedicata ai bimbi motosi

Sta in disparte il vento
seduto sulle scogliere;
stranamente in silenzio
sembra non aver voglia
di parlare.

Chiuso è l’azzurro
e il cielo di nuvole imbronciate
si stende
sul mare torbido
di onde dense e pensierose.

Si muove piano
la città ai suoi piedi
segnata e ferita
nel suo involucro
di macerie e dolore.

Acqua impastata e lacrime
avvolgono ancora
la vita e le memorie
rubate in un istante,
con i progetti e i sogni.

Ma ora quel lamento
posato sopra il fango
si è dileguato
per divenire un canto
di giovani mani e cuori generosi.

E il loro battito si alza forte al cielo
col nuovo vento che gioca nel sereno
ed un sorriso torna tra le case
sulla mia terra
di mare e di tramonti

Dario Menicucci


A Livorno la mota è il fango
quindi motosi equivale a fangosi.
I Livornesi hanno chiamato bimbi
motosi tutti quei giovani volontari
che hanno aiutato a togliere il fango
dalle strade e le case degli alluvionati

Momenti di poesia. Troveremo il coraggio, di Dario Menicucci

Momenti di poesia. Troveremo il coraggio, di Dario Menicucci

troveremo.jpg

Troveremo il coraggio

Precipitano
i giorni

un inarrestabile
e inesorabile
flusso.

Appena è luce
si preparano
le ombre

senza pietà
tramonti
uccidono aurore.

Nell’arco rimasto
osservo
la mia vita

non è lontano
oramai
l’orizzonte.

So che
mi aspetterai
nel suo bagliore

per essere
del tempo
gli ultimi colori.

Avvinghiati
troveremo
il coraggio

Dario Menicucci

Momenti di cultura: Il paese fantasma, di Dario Menicucci

Momenti di cultura: Il paese fantasma, di Dario Menicucci

69294201_832167290513054_2047631628372541440_n.jpg

Il paese fantasma

Sui corpi dilaniati delle case
scivola il tramonto,
sulle pietre abbandonate
volteggiano
mesti mulinelli di polvere.

Vicoli di fantasmi e penombre
si intrecciano e muoiono
su piazze
di chiese e calcinacci,
di campanili mutilati.

Sul silenzio si adagia
un brusio di luce,
sulle tracce consunte
di uomini passati,
sui loro schiamazzi lontani.

Un vento distratto
inciampa sulle foglie,
sui muri divelti dai tronchi
portando nel cuore un lamento
memorie di vite dimenticate

Dario Menicucci

Nella foto il paese di Fabbriche di Careggine che giace sul fondo del Lago di Vagli in Garfagnana. La foto risale al 1994 ultima volta che il bacino è stato svuotato per manutenzione e il paese è riaffiorato dalle acque. Se non conoscete la sua storia vi consiglio di informarvi… è incredibile.

l lago di Vagli si trova nel comune di Vagli Sotto in provincia di Lucca nelle Alpi Apuane e si è formato artificialmente con lo sbarramento del Torrente Edron nel 1947 da parte della SELT Valdarno (oggi ENEL s.p.a.) e la costruzione di una diga idroelettrica sul disegno del Conte Ing. Ignazio Prinetti Castelletti come ricordato da un’iscrizione fissata alla parete tra le scalinate sulla sponda ovest. Continua a leggere “Momenti di cultura: Il paese fantasma, di Dario Menicucci”

Momenti di poesia. Fiamme all’orizzonte, di Dario Menicucci

Momenti di poesia. Fiamme all’orizzonte, di Dario Menicucci

69353146_832483700481413_6911092606831165440_n

Fiamme all’orizzonte

Arruffati
bagliori di nuvole
e fiamme all’orizzonte.

Ardono le onde
nel brivido di fuoco
del mare.

Persino i colori
si inchinano
alla luce.

Incredulo il vento
è immobile
a guardare.

Solo un fruscio
accompagna
il sole.

Oramai
liquefatto
sull’orlo dell’abisso.

Nell’immensità del silenzio
si prepara
la notte

Dario Menicucci

Momenti di poesia. Soltanto abbandono, di Dario Menicucci

Momenti di poesia. Soltanto abbandono, di Dario Menicucci

https://www.oggiscrivo.it/opere/poesia.php?idopera=60986

soltanto.jpg

Soltanto abbandono

Sei

nelle lacrime scarlatte

di questo tramonto

nel morbido brivido

dell’ultima brezza.

Ti muovi

nel profumo impalpabile

delle stelle iniziali

nel sottile lamento

del riflessi di luna.

Ti sciogli

nei granelli dispersi

della giovane notte

nelle esili nostalgie

di un tremulo ricordo.

Adesso

proverò a farmi cullare

dalle ombre soffuse

ma già so che sarà

soltanto abbandono

Dario Menicucci

Momenti di poesia. Lontana la luna, di Dario Menicucci

Momenti di poesia. Lontana la luna, di Dario Menicucci

69764584_828175210912262_3238353127266582528_o.jpg

Lontana la luna

Oramai sui tetti
piega la luna
rotolando sui veli
dietro i palazzi.

Si incammina
tra viali di stelle
verso il mare
sospinta dal vento.

Lascia una scia
sull’onde accennate
di riflessi d’argento
appena increspati.

Quando infine il crepuscolo
fa più chiara la notte
si dilegua lontana
dove un’isola appare.

Ed un attimo siede
sopra l’orlo del mondo
per posare e poi sciogliere
la sua candida luce

Dario Menicucci

Il poeta toscano Dario Menicucci si presenta ai lettori di Alessandria today (biografia e tre poesie, due inedite)

Il poeta toscano Dario Menicucci si presenta ai lettori di Alessandria today (biografia e tre poesie)

di Pier Carlo Lava

Alessandria today è lieta di presentare ai lettori la biografia e tre poesie del poeta toscano Dario Menicucci. La prima e la terza poesia sono inedite, la seconda è arrivata prima a un concorso interno a un sito letterario on line.

Mi chiamo Dario Menicucci e sono nato a Livorno il 28 giugno del 1963 dove tuttora vivo. Pubblico poesie dal 2014 su siti letterari, filastrocche per bambini e alcune fiabe.

Mi piacciono molto le poesie di parole semplici e in particolare quelle che descrivono la natura in tutte le sue sfumature.

Vivendo in una città di mare e di vento devo solo guardare l’orizzonte e riportare quello che i miei occhi vedono.

Notte, silenzio, vecchiaia e solitudine sono altri temi che spesso affronto con i miei versi. Ciò che scrivo viene spesso da esperienze di vita e amo dire che le mie poesie sono appunti di emozioni. Dario Menicucci

Dario Menicucci

Tu dille penombra

 

Non siamo

più

come eravamo

molti

son gli anni passati

e il tempo segna.

Ma tu dille

penombra

di non avere timore

di rimanere

con me

come una volta.

Che non è

importante

come ora siamo

ma come al cuore

ci mostra

l’amore.

Comunque aiutaci

sfiorandoci

il viso

sarà dolcissimo

sentirsi

accarezzare. Continua a leggere “Il poeta toscano Dario Menicucci si presenta ai lettori di Alessandria today (biografia e tre poesie, due inedite)”

Momenti di poesia. Al di là del dolore, di Dario Menicucci

Momenti di poesia. Al di là del dolore, di Dario Menicucci

tumblr_pkrj4ileEr1rxknsl_540.jpg

Il mare

è un deserto liquido

di onde indifferenti

e urla di vento.

La luce dell’alba

lo svela sconfinato

e invalicabile.

Un cimitero di onde

dove gli uomini 

sotterrano

chi cerca 

di ritornare uomo. Continua a leggere “Momenti di poesia. Al di là del dolore, di Dario Menicucci”

Momenti di poesia. Tu dille penombra, di Dario Menicucci

Momenti di poesia. Tu dille penombra, di Dario Menicucci

tumblr_39129fe4e36cf5ac3575b38455ca3f3c_9fdeaee6_640.png 

Non siamo

più

come eravamo

molti

son gli anni passati

e il tempo segna.

Ma tu dille

penombra

di non avere timore

di rimanere

con me

come una volta.

Che non è

importante

come ora siamo

ma come al cuore

ci mostra

l’amore.

Comunque aiutaci

sfiorandoci

il viso

sarà dolcissimo

sentirsi

accarezzare.

foto tumbir

Momenti di poesia. Alle porte del niente, di Dario Menicucci

Momenti di poesia. Alle porte del niente, di Dario Menicucci

69304747_827518647644585_1444498613764882432_o.jpg

Alle porte del niente

Oramai
sono giunto
alle porte del niente.

Nessun verso
potrà salvarmi
nessuna poesia.

Ho chiesto
persino al vento
parole nuove.

Al mare
di mostrarmi
colori mai visti.

Inutilmente,
nessun sussulto
nessuna emozione.

Il dolore
ha divorato
ogni speranza.

Ho pregato
allora
per un’ultima illusione.

Ma non ci sono sogni
per chi non ha
amore

Dario Menicucci

Momenti di poesia. La notte fa paura, di Dario Menicucci

Momenti di poesia. La notte fa paura, di Dario Menicucci

https://www.oggiscrivo.it/opere/poesia.php?idopera=60874

68964862_823169874746129_4735091707425587200_o.jpg

La notte fa paura

La notte

fa paura

a chi è vecchio

lo lascia in balia

dei suoi ricordi

difficili

a chi soffre,

il dolore

nel buio

respira più forte

a chi non ha niente,

avvolto in un letto

di ombre

e cartoni

a chi è solo,

e rimpiange in silenzio

il suo amore

perduto.

Certe notti

gli spettri

rubano la luce

di tutte le stelle

Dario Menicucci

Momenti di poesia. Il risveglio della campagna, di Dario Menicucci

Momenti di poesia. Il risveglio della campagna, di Dario Menicucci

68273065_822470228149427_4793946829693648896_o.jpg

Il risveglio della campagna

Appoggiate al vento
dalle colline
si affacciano d’oro
le nuvole.

Si accende
il verde e l’azzurro
in questa frizzante
nuova armonia.

Appena svegli
si intrecciano giocando
raggi di sole
ai vapori sparsi.

Vivaci voci
si confondono
festose
nel dondolio di foglie.

Dai rami carichi
si spande un rumorio
e rallegra
tutta la campagna.

Ricamano i prati
voli variopinti
di impalpabili
farfalle innamorate

Dario Menicucci

Momenti di poesia. Il baratro del silenzio, di Dario Menicucci

Momenti di poesia. Il baratro del silenzio, di Dario Menicucci

68814993_820494971680286_448057439359598592_o.jpg

Il baratro del silenzio

Frasi non dette
nel sospiro
di una lacrima

sogni sepolti
in parole
nascoste.

Avrei voluto
accarezzare
il tuo dolore

impedire alle tenebre
di indurire
il tuo cuore.

Sei svanita
pian piano
nel vento

ti sei smarrita
tra gli inganni
del tempo.

Senza spiegarmi
il tuo mondo
di ombre

non mi hai permesso
di lenire
il tormento.

Seppur
al mio fianco
sei lontanissima

ho qui le tue mani
ma non riesco
a toccarti.

Oramai parallele
che corrono
accanto

divisi
da un baratro
di triste silenzio

Dario Menicucci

Momenti di poesia. Non è da uomini…  di Dario Menicucci

Momenti di poesia. Non è da uomini…  di Dario Menicucci

Un grande e significativo messaggio del poeta Dario Menicucci che approviamo totalmente.

68886807_821704544892662_1224555004984033280_n.jpg

Non è da uomini…

Non è del mare
quel brusio nel vento
non è delle onde
quel velato lamento.

Non è delle nuvole
quel rosso al tramonto
sembra più sangue
laggiù all’orizzonte.

Non è dei gabbiani
quel grido un po’ spento
assomiglia piuttosto
al singhiozzo di un pianto.

Non di barchette
son quei corpi affioranti
sono i cadaveri
di bambini innocenti.

Non è da uomini
abbandonarli morenti
siamo tutti fratelli
seppur differenti

Dario Menicucci

Momenti di poesia. Ti perderò ancora, di Dario Menicucci

Momenti di poesia. Ti perderò ancora, di Dario Menicucci

https://www.oggiscrivo.it/opere/poesia.php?idopera=60835

68455428_820996298296820_5182749620337377280_n.jpg

Ti perderò ancora

Si è adagiato

il vento

lasciando alle nuvole

vincere l’orizzonte.

Accartocciata

la luce

geme appassendo

sui viali intricati.

Forse

nuovi temporali

daranno voce

al silenzio.

Magari

un momento

doneranno un sorriso

ai chiaroscuri.

Quindi la sera

spargerà

nelle stanze

vecchie malinconie.

Ti porterá

per poi

nuovamente

farti svanire.

Ed io

come un tempo

ti vedrò scomparire

nelle penombre.

Ti perderò ancora

nelle gocce amare

di un’altra notte

di pioggia

Dario Menicucci

Momenti di poesia. Soltanto il vento, di Dario Menicucci

Momenti di poesia. Soltanto il vento, di Dario Menicucci

https://www.oggiscrivo.it/opere/poesia.php?idopera=60814

67977556_819842425078874_7739054338907045888_o.jpg

Soltanto il vento

Soltanto

il vento

può capire

scivola

sulla vastità

dei colori.

Indugia

increspando

le onde

dà voce

alle aspre

scogliere.

Aspetta

in silenzio

il tramonto

che affondi

sull’orlo

del mondo.

Che il sole

apra piano

il suo cuore

per librarsi

sopra il mare

di fuoco

Dario Menicucci

Le nuvole sul mare (filastrocca per bambini) di Dario Menicucci

Le nuvole sul mare (filastrocca per bambini) di Dario Menicucci

67779053_817015482028235_7155423314796609536_o.jpg

Le nuvole sul mare (filastrocca per bambini)

Sembran zucchero filato
panna sopra un gran gelato
dei velieri nell’azzurro
o molliche con il burro.

Queste nuvole sul mare
oggi han voglia di scherzare
sia le bianche che le scure
fan buffissime figure.

Si trasformano ruotando
si dispongono volando
tutte in fila colorate
e persino pettinate.

Quando a sera il sole posa
tra le onde e il cielo rosa
come lava incandescente
son di fuoco e vanno lente.

Poi di notte si fan chiare
per potersi rispecchiare
si decorano di stelle
per sembrare ancor più belle

Dario Menicucci

Momenti di poesia. Intorno ai girasoli, di Dario Menicucci

Momenti di poesia. Intorno ai girasoli, di Dario Menicucci

67922579_819049835158133_1525262432929316864_o.jpg

Intorno ai girasoli

Un’onda di colore
è il piano
mosso da aliti
impercettibili di vento.

Il sole
ha sciolto sui prati
le sue chiome
colmando d’oro la campagna.

Un orlo verde
di alberi per mano
fragile posa
lontano all’orizzonte.

Tra il mare giallo
e il cielo senza fine
sembrano fare
un grande girotondo

Dario Menicucci

Momenti di poesia. Impossibile tornare, di Dario Menicucci

Momenti di poesia. Impossibile tornare, di Dario Menicucci

https://www.oggiscrivo.it/opere/poesia.php?idopera=60776

67736243_817619321967851_2399456563073908736_o.jpg

Impossibile tornare

Ingenuamente

non immaginavo

di perdermi

andai avanti

senza troppa

attenzione.

Ma subdolo

il tempo

alza alte barriere

mura invisibili

senza fare

rumore.

Fa fitti dedali

dei viali

percorsi

rende

impossibile

orientarsi e tornare.

Adesso di nuovo

la tua essenza

è nell’aria

la tua voce

distinta

echeggia e mi chiama.

Sei talmente vicina

da sentire

il tuo cuore

poche strade

più indietro

ma oramai irraggiungibile

Dario Menicucci

Momenti di poesia. Viali di fumo, di Dario Menicucci

Momenti di poesia. Viali di fumo, di Dario Menicucci

68251133_816846202045163_8261467742448648192_n.jpg

Viali di fumo

Tutto intorno
colori di nuvole
e strade spietate
di anime frettolose.

Profili metallici
sul piano
di capannoni identici
e disperati.

Spettrali colline
fanno dell’orizzonte
un presagio oscuro
e opprimente.

Nell’aria
appiccicosa
si attarda annoiato
un bisbiglio di vento.

Gioca svogliato
lungo i viali
con la polvere
e gli alberi immobili.

Poi come un bimbo
che non sa cosa fare
indugia sul fumo
delle ciminiere

Dario Menicucci

Dario Menicucci

Momenti di poesia. Stelle senza luce, Dario Menicucci

Momenti di poesia. Stelle senza luce, Dario Menicucci

https://www.oggiscrivo.it/opere/poesia.php?idopera=60733

momenti senza luce.jpg

Stelle senza luce

Non hanno luce

in città

le stelle.

Curvi lampioni

rubano i contorni

alla luna.

Cade il vento

certe notti

d’estate.

Stride

sui muri crepati

dei palazzi.

Troppi tetti

per vedere

il cielo.

Troppe strade

per trovare

la giusta.

Vasto

è l’asfalto

ma non è mare.

Fosse amore

tutto questo

silenzio

Dario Menicucci

Momenti di poesia. Il veliero, Dario Menicucci

Momenti di poesia. Il veliero, Dario Menicucci

67729522_814908798905570_8688753976935448576_n.jpg

Il veliero

Inclinato nella luce
scioglie il mare
in gocce vivaci
di fragile schiuma.

Un canto di vele
gonfie di vento
e sussurri briosi
di timide onde.

Corre lo scafo
là all’orizzonte
dove il sole s’immerge
ai confini del mondo.

Uomini liberi
scolpiti dal sale
vivranno tra poco
il nuovo tramonto

Dario Menicucci

Momenti di poesia. I due volti della notte, di Dario Menicucci

Momenti di poesia. I due volti della notte, di Dario Menicucci

68317264_814223508974099_987310151243399168_n.jpg

I due volti della notte

Delicata la notte
ci accarezzava la pelle
in un intreccio di mani
e languidi baci.

Abbandonati al buio
ci lasciavamo cullare
da un sogno segreto
soltanto nostro
ingenuo e dolcissimo.

Questa sera le tenebre
gridano forte il tuo nome
e il tuo non esserci
impietoso mi assale
straziandomi il cuore

Dario Menicucci

Momenti di poesia. Dolore sulla notte, di Dario Menicucci

Momenti di poesia. Dolore sulla notte, di Dario Menicucci

67520354_811464065916710_1349240598531407872_n.jpg

Dolore sulla notte

Queste stanze
inesorabilmente vuote
il grido assordante del silenzio

il brulicare delle ombre
le memorie ruvide
di quello che non siamo più.

Si stende il dolore sulla notte
trasforma le stelle
in tremule lacrime di luce

ruba il sorriso alla luna
che torna una pietra
fredda e irraggiungibile.

Adesso
anche il vivace brusio del vento
muta

sta diventando un pianto

Dario Menicucci

Momenti di poesia. I tuoi occhi, di Dario Menicucci

Momenti di poesia. I tuoi occhi, di Dario Menicucci

67603035_810591066004010_4886220353757511680_n.jpg

I tuoi occhi

Sapevano guardarmi
i tuoi occhi
scorgevano ogni ombra
celata tra i pensieri.

Di ogni mio sorriso
leggevano i segreti
se nascondeva un cruccio
racchiuso nel mio cuore.

Uno sguardo timido
ma languido e profondo
che mi posavi addosso
per carezzarmi l’anima.

Rimane la memoria
di quell’intenso azzurro
del brivido di luce
intriso di promesse.

Ritorna spesso forte
sulla mia pelle nuda
a ricordarmi un tempo
dipinto dall’amore

Dario Menicucci

Poesie. Maggio di nuvole, di Dario Menicucci

Apprendo solo ora, mi unisco alla manifestazione di vicinanza al poeta Dario Menicucci e pubblico questa sua poesia. Pier Carlo Lava

Poesie. Maggio di nuvole, di Dario Menicucci

Ringrazio tutti quelli che hanno manifestato con le loro parole vicinanza e partecipazione in un momento così drammatico per me e la mia famiglia. Grazie di cuore

68268539_806484136414703_1626528918431334400_n.jpg

Maggio di nuvole

Un brontolio lontano
scuote l’azzurro
fattosi cupo

echeggia
nell’aria spessa
sopra la valle
di orti e di recinti.

Profumi timidi
di gocce appena nate
lievi si spandono

scivolano
su giovani corolle,
sui tetti spersi
lungo la campagna.

Dalle colline
avvolte dai vapori
si muove il temporale

ricama il cielo
di nuvole arricciate
coi suoi colori
di pioggia e primavera.

Tra l’erba e i sassi
già cantano le pozze
allegramente

vestono d’oro
giocando con la luce
ora che il sole
in ciel fa capolino

Dario Menicucci

Momenti di poesia. Promesse di primavera, di Dario Menicucci

Momenti di poesia. Promesse di primavera, di Dario Menicucci

67088085_805181596544957_4657974478704214016_n.jpg

Promesse di primavera

Un’onda verde
è la campagna
nel dondolio
dei prati al vento

dei vivi colori
di fiori e di farfalle
radenti agli orti
ridenti e profumati.

Brulica il cielo
di voli spensierati
e allegre voci
di uccelli innamorati

gentili rondini
ai margini dei tetti
tra i rami i passeri
nascosti tra le foglie.

La primavera
dona alle creature
nuove promesse
e giovani emozioni

carezze tiepide
colme di speranze
ad ogni cuore
per fremiti d’amore

Dario Menicucci


facebook non mi permette di commentare… quindi
mi scuso ma non potrò rispondere alle vostre notifiche di questo
e di altri post

Momenti di poesia, di Dario Menicucci 

Momenti di poesia, di Dario Menicucci 

AL DI LA DEI SOGNI GRUPPO POETI E SOGNATORI

Schermata 2019-07-25 a 18.07.26.png

Questa mattina sul vialetto del cimitero dei Lupi
di Livorno con in mano le ceneri di mio padre…


Per mano

Batteva forte
luglio
sul viale.

Intorno il piano
di polvere e croci
brillava
nella sua urna
di silenzio.

Ho camminato
tra i fiori riversi
e le rondini ignare
sospeso.

Stretto
ti tenevo sul cuore
e la mente
vagava.

Soltanto
uscendo
dal cancello lontano
ho capito.

Era stato
il nostro ultimo viaggio
per mano

Dario Menicucci

Facebook non mi permette di commentare… quindi
mi scuso ma non potrò rispondere alle vostre notifiche

Momenti di poesia. Forse poesie… di Dario Menicucci

Momenti di poesia. Forse poesie… di Dario Menicucci

Forse poesie… (La liseuse di Renoir)

Assorta
sorridi libera da vincoli,
giochi coi sogni,
li afferri.

Corri
lontana dagli affanni
rapita
da dolcissime emozioni.

Forse poesie
lievi sussurrano
sopra l’inchiostro
di quelle pagine.

Perché è magia
nel tuo sorriso,
in quella luce
che ti accarezza.

Per mano
ai tuoi pensieri
aleggiano nell’aria
piroette di parole

Dario Menicucci

Momenti di poesia. Tramonto di pioggia, di Dario Menicucci

Momenti di poesia. Tramonto di pioggia, di Dario Menicucci

67133859_802717886791328_8606411731519930368_o.jpg

Tramonto di pioggia

Con le nuvole nuove
malinconie
di gocce.

La pioggia
ha razziato
i pensieri.

Si leva
disperato
un brusio d’acqua.

Un sibilo
di vento
amplifica il silenzio.

L’asfalto
accoglie le spoglie
dei colori.

Si consuma
la grigia agonia
del tramonto.

Assisto impotente
alla morte
della luce

Dario Menicucci

Momenti di poesia. Ti ricordi luna?, di Dario Menicucci

Momenti di poesia. Ti ricordi luna?, di Dario Menicucci

https://www.oggiscrivo.it/opere/poesia.php?idopera=6047

67341630_801461803583603_1939102116949786624_o.jpg

Ti ricordi luna?

Quanti anni sono trascorsi

dai giorni

dei miei desideri.

In silenzio

ascoltavi i segreti

svelandomi i tuoi

e schiarivi le tenebre.

Ti specchiavi sul mare

insieme alle stelle

facendo delle onde

un ricamo di luce.

Son tornato a cercarti

e con te

l’uomo che ero

e forse non riconosci.

A chiederti perché

non sento più

intorno e nel cuore

le note della tua voce.

Sai,

non amo più la notte

e i suoi misteri

mi fanno paura.

Il silenzio

che mi faceva librare

è solo un involucro

di vuota malinconia.

Ho provato a guardarti

con gli occhi

di un tempo

ma anche tu sei diversa.

Così distante

nel tuo candido velo

seppur maestosa

e ancora più bella.

Su di me più non posi

il gentile chiarore

la tua splendida luce

oramai irraggiungibile

Dario Menicucci

Momenti di poesia. Ti ricordi luna? di Dario Menicucci

Momenti di poesia. Ti ricordi luna? di Dario Menicucci

https://www.oggiscrivo.it/opere/poesia.php?idopera=60474

67341630_801461803583603_1939102116949786624_o.jpg

Ti ricordi luna?

Quanti anni sono trascorsi

dai giorni

dei miei desideri.

In silenzio

ascoltavi i segreti

svelandomi i tuoi

e schiarivi le tenebre.

Ti specchiavi sul mare

insieme alle stelle

facendo delle onde

un ricamo di luce.

Son tornato a cercarti

e con te

l’uomo che ero

e forse non riconosci.

A chiederti perché

non sento più

intorno e nel cuore

le note della tua voce.

Sai,

non amo più la notte

e i suoi misteri

mi fanno paura.

Il silenzio

che mi faceva librare

è solo un involucro

di vuota malinconia.

Ho provato a guardarti

con gli occhi

di un tempo

ma anche tu sei diversa.

Così distante

nel tuo candido velo

seppur maestosa

e ancora più bella.

Su di me più non posi

il gentile chiarore

la tua splendida luce

oramai irraggiungibile

Dario Menicucci

Momenti di poesia. Oltre i limiti del cielo, di Dario Menicucci

Momenti di poesia. Oltre i limiti del cielo, di Dario Menicucci

Oltre i limiti.jpg

Oltre i limiti del cielo

Brividi d’alba
al di lá del vento,
smanie
di tenui colori.

Tracce d’orizzonte
finalmente
appaiono
a delimitare il mondo.

Ti accompagna
la prima luce,
l’impalpabile brusio
del risveglio.

Sento lieve
il fremito delle tue mani
l’inebriante profumo
del tuo amore.

E mi porti lontano
tra gli sfrangiati
ricami di nuvole
del nuovo mattino.

Noi
così vicini
nel nostro viaggio
oltre i limiti del cielo

Dario Menicucci

Un attimo di poesia. Forse poesie… di Dario Menicucci

Un attimo di poesia. Forse poesie… di Dario Menicucci

forse poesie.jpg

Forse poesie… (La liseuse di Renoir)

Assorta
sorridi libera da vincoli,
giochi coi sogni,
li afferri.

Corri
lontana dagli affanni
rapita
da dolcissime emozioni.

Forse poesie
lievi sussurrano
sopra l’inchiostro
di quelle pagine.

Perché è magia
nel tuo sorriso,
in quella luce
che ti accarezza.

Per mano
ai tuoi pensieri
aleggiano nell’aria
piroette di parole

Dario Menicucci

Momenti di poesia. Gli strani animali della Toscana, di Dario Menicucci

Momenti di poesia. Gli strani animali della Toscana, di Dario Menicucci

gli animali.jpg

Ce ne sono di animali
divertenti e un po’ speciali
qualche specie buffa e strana
vive solo qui in Toscana.

A Firenze e intorno a Prato
c’è un coniglio cotonato
che si agghinda con un fiore
tra le orecchie fatte a cuore.

A Pistoia come a Lucca
fiera pascola una mucca
con le ciglia colorate
quattro code arricciolate.

Dentro il mare presso Massa
c’è un’acciuga molto grassa
una specie ancor più rara
sta vicina lì a Carrara.

Negli stagni di Grosseto
c’è una rana lunga un metro
quando gracida la sera
sembra un puma o una pantera.
Continua a leggere “Momenti di poesia. Gli strani animali della Toscana, di Dario Menicucci”

Momenti di poesia. Se potrà aiutare (a mio padre) di Dario Menicucci

Se potrà aiutare (a mio padre) di Dario Menicucci

https://www.oggiscrivo.it/autori/opera.php?idopera=60346

se potrà.jpg

Se potrà aiutare (a mio padre)

Riconosco

nei tuoi occhi

quel dolore.

Troppo spesso

ha incrociato

le mie strade.

Con lui

la mia straziante

impotenza.

Mi lascia impietrito

non mi fa

respirare.

Userò

tutto l’amore

se potrà aiutare.

Quello che ho,

quello creduto

smarrito.

Persino quello

accartocciato

nel cuore.

Spero

attenui

tanta sofferenza.

Un poco lenisca

l’immenso

tormento

Dario Menicucci

Momenti di poesia. Finalmente l’alba, di Dario Menicucci

Momenti di poesia. Finalmente l’alba, di Dario Menicucci

66150043_795690310827419_1903560029919772672_o

Finalmente l’alba

Finalmente l’alba
dischiude la luce
accende le gocce
deposte sui prati

ricama le nuvole
coi suoi fili d’oro
libera il vento
sulle alte scogliere.

Lascia ai suoi rosa
dipingere il mare
alle ombre bisbiglia
di tornare a dormire

disperde nell’aria
il suo primo tepore
lo adagia sui viali
lo versa nei cuori

Dario Menicucci

Momenti di poesia. L’albero nudo, di Dario Menicucci

Momenti di poesia. L’albero nudo, di Dario Menicucci

 

L'albero nudo.jpgL’albero nudo

Proteso al cielo
sfida le nuvole
coi suoi rami d’inverno.

Nessun volo lo anima
nessun colore
lo avvolge.

Solo la pioggia
lo accarezza
gelida e silenziosa.

Attende paziente
i primi tepori
per adornarsi.

Giovani foglie
che torneranno
nel nuovo ciclo.

Nuovi rumori
sui vecchi tronchi
tra le sue foglie.

Mentre ai suoi piedi
io lo fissavo
starsene immobile

lui ha sorriso
dicendomi: “Presto
sará primavera”

Dario Menicucci

Momenti di poesia. Poeti e amici virtuali, di Dario Menicucci

Momenti di poesia. Poeti e amici virtuali, di Dario Menicucci

Ciao amici e grazie a tutti. Vorrei rispondere personalmente a tutti quelli, e siete in molti, che mi hanno fatto gli auguri per il mio compleanno. Purtroppo il momento difficile che sto vivendo con i miei genitori non mi lascia molto tempo da dedicare ad altre cose. Posso però dedicare a tutti voi una poesia

Poeti e amici virtuali

Cuori distanti
uniti da trame di parole
battiti sincroni
mossi dagli stessi sospiri.

Simili emozioni
ai rosa di un’aurora
e languidi pensieri
ai viola di un tramonto.

Stesso struggimento
di fronte a un foglio bianco
e voglia di volare
al ritmo di una strofa.

Anime gentili
a cui svelo i miei segreti
che ritrovo al mio risveglio
e prima di dormire.

Amici silenziosi
dai volti sconosciuti
di cui però conosco
ogni angolo del cuore.

Dario Menicucci

Momenti di poesia. Nuotando verso il tramonto, di Dario Menicucci

Momenti di poesia. Nuotando verso il tramonto, di Dario Menicucci

https://www.oggiscrivo.it/opere/poesia.php?idopera=60136

Nuotando

Nuotando verso il tramonto

Il sole ha dipinto

un viale dorato

sulla pelle del mare.

Il giorno declina

e lascia alla sera

afferrare le cose.

Pian piano la terra

attenua i colori

e si tinge di scuro.

I profili sfumati

rendono i margini

misteriosi e lontani.

Nuoto in silenzio

tra i riflessi abbaglianti

di un mondo diverso.

La nudità delle acque

dolcemente mi avvolge

con braccia possenti.

Il profondo respiro

mi rapisce e mi culla

mi riempie di pace.

Poi all’improvviso

l’orizzonte si accende

sotto il cielo scarlatto.

Sulle mani divengono

quelle gocce splendenti

mille gemme di fuoco

Dario Menicucci

Momenti di poesia. Il vagabondo, di Dario Menicucci

Momenti di poesia. Il vagabondo, di Dario Menicucci

vagabondo.jpg

Il vagabondo

Ricordai il vagabondo
sui gradini della chiesa disadorna,
il suo cane striminzito e sudicio.

Tornai a cercarlo
nella piazza di terra e panchine rotte
di fruscii di piccioni.

Ed era lì nella polvere
buttato sui suoi cartoni unti
con in braccio il suo piccolo amico.

Mi avvicinai
per porgere le mie tre monete
e vederlo finalmente ridere.

Ma il mendicante
non mosse le labbra
ringraziò soltanto con un cenno del capo.

Indugiai affranto
a guardare un bambino
saltellare e fermarsi di fronte a quell’uomo.

Con le mani innocenti
accarezzò la bestiola
e donò una mela al poveruomo seduto.

Quel viso di pietra
si aprì in un sorriso
si tinse all’istante di una luce radiosa.

A fatica si alzò
dai suoi stracci ammucchiati
e svanì nei colori di quel giorno d’autunno

Dario Menicucci