PER NON DIMENTICARE MAI !!!!! di Diego De Nadai

PER NON DIMENTICARE MAI !!!!! di Diego De Nadai

Ripubblichiamo questo post di Diego De Nadai per ricordare Don Giuseppe Diana. Il Prete ucciso nella sua Chiesa dalla camorra il 19 marzo 1994.

Pier Carlo Lava

Il 9 di Dicembre 2018 sarò a Villa Di Briano (CE) ospite di Don Giuseppe Sagliano e della sua comunità con il “Premio Europeo Clemente Rebora 2018- 2019,” per un recital poetico al centro culturale dedicato a Don Giuseppe Diana. Il Prete ucciso nella sua Chiesa dalla camorra il 19 marzo 1994 ( per non dimenticare mai )!!!!

220px-Giuseppe_Diana

Giuseppe Diana nasce il 4 luglio del 1958 a Casal di Principe, vicino ad Aversa, figlio di genitori proprietari terrieri. A dieci anni entra in seminario ad Aversa, dove frequenta le scuole medie. Ottenuto il diploma di liceo classico, si trasferisce a Posillipo per compiere studi teologici nel seminario locale, sede della Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale.
Giuseppe si licenzia in Teologia Biblica, per poi laurearsi presso l’Università Federico II di Napoli in Filosofia. Entrato nell’Agesci (Associazione Guide e Scouts Cattolici Italiani), viene ordinato sacerdote.
Nominato assistente ecclesiastico del Gruppo Scout di Aversa, ottiene in seguito la carica di assistente del settore Foulards Bianchi. A partire dal 19 settembre 1989 è parroco a Casal di Principe, nella parrocchia di San Nicola di Bari.
Poco dopo viene nominato segretario di monsignor Giovanni Gazza, vescovo della diocesi di Aversa, e diventa insegnante di religione cattolica all’istituto professionale alberghiero e all’istituto tecnico industriale statale “Alessandro Volta” di Aversa; insegna, inoltre, materie letterarie nel liceo del seminario “Francesco Caracciolo”. In questi anni Giuseppe, da tutti conosciuto come Don Peppino, si impegna ad aiutare la gente della sua città: è il periodo in cui la camorra casalese legata a Sandokan (così è soprannominato il boss Francesco Schiavone) semina terrore e paralizza la vita campana.
Continua a leggere “PER NON DIMENTICARE MAI !!!!! di Diego De Nadai”

Nuraghe Iscolca ( Semestene ) Età del Bronzo 1.500 – 1.800 a.c., di Diego De Nadai

Nuraghe Iscolca ( Semestene ) Età del Bronzo 1.500 – 1.800 a.c., di Diego De Nadai

Nuraghe Iscolca ( Semestene ) Età del Bronzo 1.500 – 1.800 a.c.

Il sito era caratterizzato da una struttura che comprendeva numerose capanne di diverse dimensioni, muraglie difensive, ed un nuraghe trilobato. L’ubicazione, (da cui è possibile controllare un’area molto ampia), la notevole estensione e la complessità architettonica del villaggio sono elementi che riconducono a un luogo di eccezionale interesse archeologico.

29793324_10213974654832599_1543956956689989632_o

Il toponimo, attribuito al termine SCOLCA di epoca giudicale, determina un organismo finalizzato al controllo militare di un territorio, perciò può essere considerato come un importante indicatore della continuità d’uso del sito in età medievale.

I nuraghi sono conosciuti ovunque come il simbolo della Sardegna.
Elemento architettonico presente solo nell’isola, e in nessuna altra parte del mondo, fu il centro della vita sociale degli antichi Sardi e diede il nome alla loro civiltà, quella nuragica.
I nuraghi, risalenti al II millennio a.C., sono torri in pietra di forma conica con camera interna coperta con volta a falsa cupola o tholos.
Diffusi in tutta l’isola, se ne contano circa 7.000, o 8.000 secondo altre fonti, in media uno ogni 3 chilometri quadrati, ma si suppone che in passato fossero più di 20.000.
I nuraghi costituiscono i monumenti megalitici più grandi e meglio conservati di tutta l’Europa.
Nel 1997 i nuraghi, e con essi la civiltà nuragica, sono stati classificati dall’Unesco come patrimonio dell’umanità. Su Nuraxi, città nuragica nei pressi di Barumini, nella provincia del Medio Campidano, è stato riconosciuto come l’esempio più importante e rappresentativo dell’architettura nuragica.

“Prima di incontrare te” Prosa-Poetica del 1975 – composta e recitata da Diego De Nadai

“Prima di incontrare te” Prosa-Poetica del 1975 – composta e recitata da Diego De Nadai

“Prima d’incontrare te” Prosa-Poetica, composizione giovanile (Roma e dintorni 1975 ) . Scritta e recitata da Diego de Nadai

Elisabetta Bagli, Poetessa, Critico letterario, giornalista

Elisabetta Bagli, Poetessa, Critico letterario, giornalista

Diego De nadai

https://www.youtube.com/watch?v=hJOPDjdqNNA

Elisabetta Bagli – Presidente della Giuria del Premio Europeo Clemente Rebora 2018-2019

Poetessa, Critico letterario , giornalista,

1a Schermata 2018-11-03 a 23.46.101aa Schermata 2018-11-03 a 23.44.54

Elisabetta Bagli nel pieno di una maturità letteraria ragguardevole, sprigiona in questa poesia la sua straordinaria sintesi e capacità Poetica, una cascata di riferimenti metaforici di un bagaglio culturale che va dal ( il richiamo all’uomo….la consapevolezza,) alla Lirica cristallina ed essenziale ma ricchissima di Bellezza musicale e soavità armonica ).
Donna e Artista Meravigliosa . ( D.N.D.)

Elisabetta Bagli è nata a Roma nel 1970 e vive a Madrid dal 2002. È laureata in Economia e Commercio presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”. È traduttrice ed editor freelance. È stata Ambasciatrice Culturale dell’Universum Academy Spagna dall’ottobre 2014 al marzo 2018, in rappresentanza in terra iberica della Universum Academy Switzerland, con sede a Lugano. È Socia Onoraria della International University of Peace, sempre con sede a Lugano. È Socia Onoraria dell’Associazione Culturale L’Oceano nell’anima di Bari. Dal 31 ottobre 2016 è Accademica dell’Accademia Internazionale Il Convivio di Castiglione di Sicilia. È membro di EWWA, la European Writing Women Association. È stata Vicepresidente dell’APS Il Mondo dello scrittore Network da marzo 2016 a marzo 2017.
Ha collaborato con il Com.It.Es, Comitato degli italiani in Spagna, facente parte della rete consolare italiana in Spagna, ente di cui è anche stata segretaria amministrativa.
Scrive racconti e poesie che sono presenti in varie antologie e riviste specializzate del settore italiane, spagnole e albanesi. Alcune sue poesie e alcuni suoi scritti sono stati tradotti in sei lingue: spagnolo, greco, inglese, albanese, francese e serbo.
Ha collaborato con i collettivi artistici spagnoli “Generando Arte” e “Empoderarte” che si occupano essenzialmente di violenza di genere.
Continua a leggere “Elisabetta Bagli, Poetessa, Critico letterario, giornalista”

“L’ Origine” Poesia di Elisabetta Bagli, lettura e montaggio video di Diego De Nadai

“L’ Origine” Poesia di Elisabetta Bagli, lettura e montaggio video di Diego De Nadai

“L’ Origine” Poesia di Elisabetta Bagli. lettura e montaggio video
di Diego De Nadai
Tratta dalla raccolta “Le nostre due anime” 2017
Editore ” Il Convivio”
ISBN 978 88 3274 66 0

video: https://www.youtube.com/watch?v=hJOPDjdqNNA

“Notte di San Lorenzo 2014” . Poesia di Domenico Pisana, Lettura di Diego De Nadai

“Notte di San Lorenzo 2014” . Poesia di Domenico Pisana, Lettura di ,Diego De Nadai

” Notte di San Lorenzo 2014 “Poesia di Domenico Pisana, lettura di Diego De Nadai

video: https://www.youtube.com/watch?v=Qf9fKOKMpIg

“Prima di incontrare te” Prosa-Poetica del 1975 – composta e recitata da Diego De Nadai

“Prima di incontrare te” Prosa-Poetica del 1975 – composta e recitata da Diego De Nadai

“Prima d’incontrare te” Prosa-Poetica, composizione giovanile (Roma e dintorni 1975 ) . Scritta e recitata da Diego de Nadai

video: https://www.youtube.com/watch?v=G2M4YywP1sY

Marina Cvetaeva 1892.1941 Poesia “Come spostando pietre” lettura di Diego De Nadai

Marina Cvetaeva 1892.1941 Poesia “Come spostando pietre” lettura di Diego De Nadai

Marina Ivanovna Cvetaeva

Nata a Mosca, nel 1892 figlia di Ivan Vladimirovich Tsvetaev, professore di Belle Arti all’Università di Mosca e della pianista Marija Alexandrovna Mejn, fu una delle voci più originali della poesia russa del XX secolo e l’esponente più di spicco del locale movimento simbolista; il suo lavoro non fu ben visto dal regime staliniano, anche per via di opere scritte negli anni venti che glorificavano la lotta anticomunista dell’armata bianca, in cui il marito Sergej Jakovlevič Efron militava come ufficiale; emigrò prima a Berlino e poi a Praga nel 1922. Continua a leggere “Marina Cvetaeva 1892.1941 Poesia “Come spostando pietre” lettura di Diego De Nadai”

“CONDIZIONE” Poesia di Marisa Cossu. Lettura e montaggio video di Diego De Nadai

“CONDIZIONE” Poesia di Marisa Cossu. Lettura e montaggio video di Diego De Nadai

1^ Classificata al Premio Nazionale di Poesia e Narrativa  “Sorrentum” XV^ Edizione  2018

Condizione

Ritroveremo quello che scompare

in una zona tra la vita e l’oltre

e resteremo attoniti a contare

luci che, avvolte in una spessa coltre,

arano nella nebbia le insidiose

corsie del nulla. Alla fine sapremo

dove si scioglie il nodo delle cose

e forse solo in quel confine estremo

si darà forma al tutto chiaramente.

Saremo libri scritti nella notte,

sillabe di un inchiostro trasparente,

fantasmi sulla scia di ignote rotte;

la tirannia del tempo ci misura,

della pochezza umana non si cura.

(Marisa Cossu)

“Pianto per il mondo contadino” Poesia di Pasqualina Di Blasio, Lettura di Diego De Nadai

“Pianto per il mondo contadino” Poesia di Pasqualina Di Blasio, Lettura di Diego De Nadai

“Pianto per il mondo contadino ” Poesia di Pasqualina Di Blasio, Lettura di Diego De Nadai

Montesarchio La Voce della Poesia con Diego De Nadai 12 maggio 2018

Montesarchio La Voce della Poesia con Diego De Nadai 12 maggio 2018

“ La voce della poesia “ è il titolo del Recital del regista e attore Diego De Nadai. L’evento che ha visto protagonista la poesia contemporanea, è stato organizzato dall’Istituto” Ilaria Alpi” nell’ambito del Festival della Cultura Scientifica e della Creatività e si è tenuto sabato 12 maggio 2018 presso l’Auditorium “Eduardo De Filippo”

Servizio di Brigida Abate

“Pianto per il mondo contadino ” Poesia di Pasqualina Di Blasio, Lettura di Diego De Nadai

“Pianto per il mondo contadino ” Poesia di Pasqualina Di Blasio, Lettura di Diego De Nadai

“Pianto per il mondo contadino ” Poesia di Pasqualina Di Blasio, Lettura di Diego De Nadai

“Il volo ondoso della spuma” Poesia di Anita Napolitano. Lettura di Diego De Nadai

“Il volo ondoso della spuma” Poesia di Anita Napolitano. Lettura di Diego De Nadai

“Il volo ondoso della spuma” Poesia di Anita Napolitano.

Lettura e montaggio video di Diego De Nadai

IL VOLO ONDOSO DELLA SPUMA

So di quel mare che ti porti dentro

di quante volte sei morto e quante sei risorto.

Lo leggo nei tuoi occhi cangianti al verde

leggo l’ offesa nelle pieghe, ai lati della bocca,

quella ferita la tocco e asciugo il liquido viscoso di colore rosso. Continua a leggere ““Il volo ondoso della spuma” Poesia di Anita Napolitano. Lettura di Diego De Nadai”

“Dicembre” Poesia di Domenico Pisana, lettura di Diego De Nadai

“Dicembre” Poesia di Domenico Pisana, lettura di Diego De Nadai

DICEMBRE

In questo cielo di dicembre che osservo dai vetri

nel suo incedere di nuvole crescenti, cerco il senso

del sussurro di piccoli volatili che s’affollano sul colle,

nella densa penombra del mio cuore sospiro il bisbiglio

dell’aria, le foglie si disperdono sotto lo sguardo lieve del sole.

E ora m’inquieta l’avanzare del male dell’indifferenza,

lo spazio di muri che si fanno sempre più alti, la gloria

che accende il fuoco per bruciare relazioni, la stella

ubriaca di applausi che alza lo scettro della verità

e il poeta frantuma nel petto le sue immagini sognate nel limite. Continua a leggere ““Dicembre” Poesia di Domenico Pisana, lettura di Diego De Nadai”

Sfogliando i petali del mio cuore, Poesia di Rosa Cozzi, letta da Diego De Nadai

Sfogliando i petali del mio cuore, Poesia di Rosa Cozzi, letta da Diego De Nadai

“Sfogliando i petali del mio cuore” Poesia di Rosa Cozzi, tratta dalla raccolta ( Colsi una rosa e ti dissi… ) Lettura di Diego De Nadai

https://www.youtube.com/watch?v=YSUtxG9mnhQ