Ravetti: “Martedì prossimo in Consiglio Regionale si discuta della crisi Pernigotti.

Ravetti: “Martedì prossimo in Consiglio Regionale si discuta della crisi Pernigotti.

Facciamo di tutto per salvare stabilimento e lavoratori.

04/07/2017 - X LEGISLATURA - Ravetti

In questo contesto di crisi economica e occupazionale la notizia della possibile chiusura della Pernigotti di Novi Ligure è un dramma per i lavoratori e per le loro famiglie e una pesante perdita di un altro marchio rilevante, una delle più importanti e storiche realtà nel settore dolciario del nostro Paese.  

Per questo ho presentato un documento che sarà discusso e votato in Consiglio Regionale martedì 13 p.v.; questo atto formale è finalizzato a dare ancora più forza alla Giunta Regionale nel confronto attivato attorno al Tavolo di crisi già convocato presso il competente Ministero.

Occorre intervenire per scongiurare la chiusura dello stabilimento e per salvaguardare il più possibile i livelli occupazionali.

Domenico Ravetti

Consigliere Regionale – Capogruppo PD

Ravetti ( Capogruppo PD): “Federalismo: avviare subito con il Governo la maggiore autonomia. La Lega passi ai fatti sostenendo le richieste delle Regioni.”

Ravetti ( Capogruppo PD): “Federalismo: avviare subito con il Governo la maggiore autonomia. La Lega passi ai fatti sostenendo le richieste delle Regioni.”

Approvata in Consiglio Regionale la proposta di deliberazione per il riconoscimento di un’autonomia differenziata della Regione Piemonte

“Non chiediamo più soldi allo Stato ma più libertà di gestirli su alcune precise competenze che riteniamo strategiche per lo sviluppo della nostra Regione”.

04/07/2017 -  X LEGISLATURA - Ravetti

Lo dichiara il capogruppo del PD, Domenico Ravetti, dopo l’approvazione della delibera del Consiglio regionale del Piemonte con la quale si chiede al Governo l’apertura di un negoziato ai sensi dell’articolo 116 della Costituzione sull’autonomia differenziata.

“Una sorta – continua – di una terza via pragmatica tra il vecchio centralismo, che alcuni vorrebbero riproporre ancora oggi, e un federalismo di vecchia convenzione inconcludente e sbandierato solo ai fini elettorali; sul tema – prosegue – mi auguro che il Governo proceda in tempi brevi, si tratta di creare una maggiore coerenza su materie la cui gestione rafforzata del Piemonte offrirebbe una maggiore agilità su temi quali: il lavoro, la sanità, il governo del territorio, le politiche della montagna e l’ambiente, gestione delle non autosufficienze, tutti ambiti – conclude – su cui il Piemonte vuole incidere maggiormente e con meno conflitti di attribuzione con lo Stato centrale”.

Domenico Ravetti

Presidente

Gruppo consiliare Partito Democratico

Domenico Ravetti. La Regione Piemonte sosterrà la candidatura a Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico

Domenico Ravetti. La Regione Piemonte sosterrà la candidatura a Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico

Domenico Ravetti (Capogruppo PD-Consigliere Regionale). “Scelta di portata storica per la nostra provincia”

04/07/2017 -  X LEGISLATURA - Ravetti

Al convegno “Ambiente, Sanità, Ricerca Scientifica” organizzato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria ho moderato un dibattito alla presenza degli Assessori all’ambiente Valmaggia, alla ricerca De Santis e alla Sanità Saitta.

Nella discussione è emerso il bisogno di tutelare il territorio in cui viviamo e l’impegno a rafforzare la ricerca scientifica in particolare nell’ambito sanitario.

Per la rete provinciale ospedaliera provinciale, per la sanità territoriale, per la formazione universitaria e per le opportunità economiche, l’annuncio di Antonio Saitta rappresenta un punto di svolta storico: la Regione Piemonte è pronta a sostenere la candidatura a Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico sulle patologie ambientali e in particolare sul mesotelioma. Tale riconoscimento consentirebbe alla Regione Piemonte di ottenere il primo Irccs pubblico e ai cittadini di avere a disposizione le migliori eccellenze sanitarie.

Domenico Ravetti

Presidente

Gruppo consiliare Partito Democratico

Domenico Ravetti (Capogruppo PD): “i interessano i 2394 lavoratori e il futuro del Piemonte.

Domenico Ravetti (Capogruppo PD): “i interessano i 2394 lavoratori e il futuro del Piemonte.

AGGIUNGO CHE SERVE UN CONSIGLIO REGIONALE “APERTO” PER DISCUTERE DI TUTTE LE INFRASTRUTTURE PIEMONTESI.” 

Conclusa l’Audizione in II e III Commissione con le organizzazioni sindacali in merito alle ricadute occupazionali connesse alla realizzazione del Terzo Valico. Ho ribadito che è impensabile fermare l’Opera e che il Governo deve aiutare il Piemonte e l’intero Nord Ovest a terminarla per connettere il nostro territorio con il resto del mondo.

04/07/2017 -  X LEGISLATURA - Ravetti

Serve tenere alta l’attenzione su legalità, rispetto dell’ambiente e della salute, certezze economiche e sviluppi stabili legati in particolare alla logistica. Sono preoccupato dell’atteggiamento di Lega e M5S e lo scrivo dopo averlo detto chiaramente durante la Commissione, non per l’analisi costi – benefici ma per i pregiudizi.

Peraltro la reazione dei colleghi del M5S al mio intervento mi ha lasciato basito. Hanno sostenuto che io li ho “presi per i fondelli”. Carissimi, io esprimo opinioni liberamente, come si dovrebbe fare in Democrazia e continuerò a farlo finché avrò voce.

E, se proprio cercate lo scontro politico, vi dico che vorrei evitare a 2394 lavoratori impegnati nell’opera il vostro incerto “reddito di cittadinanza” a causa di licenziamenti improvvisi. In ogni caso per conto del Gruppo PD del Consiglio Regionale formalizzerò la richiesta di un Consiglio Regionale “aperto” sul tema delle Infrastrutture che meritano manutenzione, che devono essere completate o realizzate ex novo.

Domenico Ravetti

Consigliere Regionale

Presidente Gruppo Consiliare PD

 

TERZO VALICO. Ravetti: “INCERTEZZE? UN GOVERNO SERIO COMPLETA L’OPERA E BASTA.”

TERZO VALICO. Ravetti: “INCERTEZZE? UN GOVERNO SERIO COMPLETA L’OPERA E BASTA.”

domenico ravetti

“Dalle informazioni giornalistiche che ho raccolto” afferma il capogruppo in Regione del PD Domenico Ravetti “emerge che il Governo M5S Lega convive con troppe incertezze sulle grandi opere in Piemonte.”

“In particolare” continua Ravetti “in provincia di Alessandria inaspettatamente sembrerebbero in discussione, con il pretesto dell’analisi costi-benefici, i lotti funzionali al completamento del Terzo Valico.

Vorrei fosse chiaro che in palio non ci sono le posizioni di Salvini e Di Maio ma la connessione del Piemonte con il resto del mondo, il futuro delle attività imprenditoriali, specie quelle locali, e il presente, non solo il futuro, di migliaia di lavoratori le cui certezze vengono sempre prima dei calcoli elettorali dei due Partiti momentaneamente al Governo del Paese.” 

Domenico Ravetti

Presidente Gruppo Consiliare PD

Ravetti, PD. Alessandria, Piazzale Berlinguer: Destra incapace di affrontare il bisogno di sicurezza

Ravetti, PD. Alessandria, Piazzale Berlinguer: Destra incapace di affrontare il bisogno di sicurezza

domenico ravetti

La nuova aggressione ad una infermiera avvenuta nel piazzale Berlinguer di Alessandria impone due riflessioni. La prima riguarda il bisogno di sicurezza che solo le Forze dell’Ordine possono garantire con tutta l’innovazione tecnologica che va messa a loro disposizione.

Ma la tecnologia non basta, come non basta farsi i selfie con le magliette della Polizia. Il Governo assuma più personale e aumenti lo stipendio a chi rischia la vita per difenderci.

La seconda riflessione riguarda la politica che alimenta le paure per ottenere consenso. Intendiamoci, paure vere e bisogni di sicurezza. Su questo campo c’è tutta l’inadeguatezza del leghismo che non sa trovare le soluzioni. Ma c’è dell’altro.

Nel tentativo di nascondere il fallimento delle loro politiche Fratelli d’Italia si barrica dietro alla raccolta di firme, MSN (sono sovranistri di destra più degli altri) chiede l’intervento della Regione su un parcheggio in uso al Comune. Lungo questa linea mi aspetto che Forza Nuova tra un po’ chieda l’intervento dei paracadutisti della Folgore. 

Domenico Ravetti

Consigliere Regionale – Capogruppo PD

VEGNI SARA’ IL NOSTRO FUTURO, di Lorella Torti  e Elvio Bombonato

VEGNI SARA’ IL NOSTRO FUTURO, di Lorella Torti  e  Elvio Bombonato

La Valle Borbera iniziò a perdere abitanti verso la fine dell’800, poi l’abbandono è proseguito inesorabile. Tante le cause: paesi con un’economia povera, agricoltura, raccolta (il bosco) e allevamento, gli inverni freddi, la mancanza di strade che collegassero i centri più importanti, il legittimo desiderio di una vita migliore, a cominciare dalle scuole per i figli. Il movimento migratorio dell’epoca si rivolse oltreoceano; in tempi più recenti verso le città vicine: Novi, Tortona, Alessandria, Genova, fino a Torino e a Milano.

1 Schermata 2018-09-27 a 13.03.152 Schermata 2018-09-27 a 13.03.333 Schermata 2018-09-27 a 13.03.48

Oggi si cerca di bloccare lo spopolamento mediante lo sviluppo del turismo. I paesi più grandi riescono a mantenere un numero sufficiente di abitanti, le frazioni no. Una decina ormai in rovina, abbandonate. In altre fortunatamente c’è il turismo stagionale di ritorno. Alcuni hanno acquistato la casa vacanze, altri sono i figli, meglio i nipoti, che tornano in estate nelle abitazioni dei propri avi, ristrutturate, e ricostituiscono la comunità, sia pure temporaneamente.

Vegni, 1040 metri d’altitudine, è una frazione di Carrega Ligure (passato al Piemonte nel 1860), antica (i primi documenti risalgono al 1204) in un luogo paradisiaco: incontaminato, con panorami aperti, albe e tramonti da fiaba, boschi, prati, fauna selvatica. Tranquilla, sicura e accogliente. Le case sono in pietra, ultracentenarie. Quelle in rovina fanno comprendere quanto fosse dura la vita in queste montagne; quelle ora abitate sono splendide, ristrutturate rispettando l’impronta urbanistica della frazione, con le comodità indispensabili, ma senza esibire un lusso che sarebbe fuori luogo. Continua a leggere “VEGNI SARA’ IL NOSTRO FUTURO, di Lorella Torti  e Elvio Bombonato”

Ravetti PD. Olimpiadi: Il partito del NO è prevalso

Ravetti PD. Olimpiadi: Il partito del NO è prevalso

04/07/2017 -  X LEGISLATURA - Ravetti
04/07/2017 – X LEGISLATURA – Ravetti

“Il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Giancarlo Giorgetti, non ha potuto far altro che certificare la impraticabilità della candidatura olimpica delle tre città. In questa amara comunicazione c’è il fallimento del movimento 5stelle che, prima con posizioni ambigue e poi ostinatamente rigide, hanno creato le condizioni ideali per far saltare la candidatura olimpica”. Lo dichiara il capogruppo del Pd in Consiglio regionale del Piemonte, Domenico Ravetti, commentando la sfumata candidatura unitaria di Torino, Milano e Cortina per le Olimpiadi invernali 2026.

 “Ora – prosegue – è certo che partirà dal M5S il tentativo di scaricare su Milano la responsabilità; intanto le altre due città della candidatura a tre si sono messe insieme tagliando fuori Torino.

La verità amara – sottolinea – è che il M5s, sul piano nazionale e locale, ha sempre ostacolato la candidatura, di Torino in prima battuta e poi in condivisione con Milano e Cortina. Il partito che si oppone a tutto – conclude – è riuscito nel suo intento facendo perdere alla città di Torino e al Piemonte le ricadute positive di un evento internazionale”.

Domenico Ravetti

Presidente Gruppo Consiliare PD

A Casale Monferrato un centro per la ricerca e la sperimentazione delle energie rinnovabili?

A Casale Monferrato un centro per la ricerca e la sperimentazione delle energie rinnovabili?

Ravetti: “Io garantisco il mio sostegno.”

Nella pausa del Consiglio Regionale di martedì 18 settembre abbiamo incontrato Legambiente e Pro Natura per un confronto sulla ricerca nella produzione di energia alternativa.

04/07/2017 -  X LEGISLATURA - Ravetti

La ragione della convocazione è maturata dopo la scelta della commissione ENEA di costruire non a Casale Monferrato, ma a Frascati, presso il Centro Ricerche dell’ENEA stesso, la macchina radiogena DTT per la sperimentazione della fusione nucleare.

Legambiente e Pro Natura chiedono alla Regione Piemonte che le stesse risorse economiche che erano state stanziate a bilancio per ospitare il DTT a Casale – nel caso in cui l’ENEA avesse scelto questo sito – vengano investite, a Casale Monferrato o comunque in Piemonte, nella ricerca e nella sperimentazione per il miglior utilizzo dell’energia solare e, in ogni caso, nel settore delle energie pulite e rinnovabili. Continua a leggere “A Casale Monferrato un centro per la ricerca e la sperimentazione delle energie rinnovabili?”

Ravetti PD. Sanità, liste d’attesa: Un piano regionale contro i disagi, monitoraggio in Commissione regionale

Ravetti PD. Sanità, liste d’attesa: Un piano regionale contro i disagi, monitoraggio in Commissione regionale

Torino. “Chiediamo che il monitoraggio del piano sulle liste d’attesa venga periodicamente illustrato in Commissione Sanità del Consiglio regionale, in modo da verificare il reale raggiungimento degli obiettivi”. Lo afferma il capogruppo del Partito democratico in Consiglio regionale, Domenico Ravetti, commentando l’annuncio del presidente della Giunta e dell’assessore alla sanità, Sergio Chiamparino e Antonio Saitta, di un piano da 14 milioni di euro per abbattere le liste d’attesa nelle prestazioni sanitarie.

04/07/2017 -  X LEGISLATURA - Ravetti

“E’ piano importante  – continua – che mette in campo tutti gli strumenti e le risorse necessarie per aggredire una situazione che va assolutamente migliorata. L’obiettivo – prosegue – è quello di arrivare all’azzeramento con il coinvolgimento diretto dei direttori generali che avranno la responsabilità dei risultati. La Regione Piemonte – conclude – sta mettendo il massimo impegno per ridurre i disagi subiti dai  piemontesi, consapevoli che la sanità rappresenta il servizio ai cittadini più importante tra le competenze regionali”.

Sozzetti: Alessandria, quando sul turismo si scopre l’acqua bollita… E poi, l’importante è restare divisi. Su tutto

Sozzetti: Alessandria, quando sul turismo si scopre l’acqua bollita… E poi, l’importante è restare divisi. Su tutto

di Enrico Sozzetti

https://160caratteri.wordpress.com

Adesso tutti troveranno scuse per difendere e giustificare le rispettive posizioni. C’è chi scaricherà le responsabilità sull’ultimo dei sottoposti. E chi si appellerà a oscure congiure contro il territorio. E diranno che si mobiliteranno tutti insieme. Ma una cosa resta ben chiara, soprattutto dopo il dibattito in Commissione regionale: Alessandria divisa su tutto non andrà mai da nessuna parte.

sozz

Parliamo di turismo e della decisione dell’Atl (agenzia turistica locale) di Asti di accorparsi con quella di Alba e Bra, dando vita ad una sola Agenzia di promozione turistica locale di Langhe, Monferrato e Roero. Il Comune di Asti ha condiviso il progetto con gli altri soci maggioritari, la Fondazione Cr Asti, la Provincia e la Camera di Commercio, decidendo di portare in dote 150.000 euro.

“Il territorio albese in questi anni ha saputo crescere e farsi conoscere nel mondo, accrescendo di volta in volta il numero delle presenze e del fatturato turistico”. Parole di Antonella Parigi, assessore regionale al Turismo. Ma restiamo sui numeri e sul valore economico del progetto. Continua a leggere “Sozzetti: Alessandria, quando sul turismo si scopre l’acqua bollita… E poi, l’importante è restare divisi. Su tutto”

Ravetti: Sostegno unitario all’assessore Parigi per riaprire il confronto per una Atl unica Alessandria, Asti, Bra, Alba.

Ravetti: Sostegno unitario all’assessore Parigi per riaprire il confronto per una Atl unica Alessandria, Asti, Bra, Alba.

Terminata la III Commissione con l’informativa sul futuro del turismo in provincia di Alessandria.

Sulle polemiche relative alla riorganizzazione del sistema di governance del turismo piemontese bisogna fare chiarezza. Era in corso un confronto politico e tecnico per accorpare l’agenzia di Alessandria con Asti coerente con le dinamiche economiche territoriali, ivi compresa la fusione fra le due Camere di Commercio.

04/07/2017 -  X LEGISLATURA - Ravetti

Non per chissà quale altro motivo ma per ragioni di merito e di metodo che capisco ma che non condivido, ad Asti il Sindaco e il Presidente della Provincia, pur con responsabilità e ruoli differenti, hanno scelto di interrompere il confronto per definire un nuovo percorso con l’agenzia turistica di Alba e Bra escludendo di fatto l’intera provincia di Alessandria.

Sottolineo che l’esclusione riguarda l’intera provincia perché nessuno pensi di utilizzare nella Atl Unesco la parte collinare del Monferrato casalese. E’ giusto precisare, come nota di cronaca, che l’assessore Parigi ha ribadito in Commissione che il Sindaco di Asti ha cercato per un anno intero il Sindaco di Alessandria attraverso la segreteria (non ha il numero di cellulare) senza ottenere mai risposta. Continua a leggere “Ravetti: Sostegno unitario all’assessore Parigi per riaprire il confronto per una Atl unica Alessandria, Asti, Bra, Alba.”

Ravetti: Una tappa del Giro d’Italia nel 2019. Gran bella notizia nel mito di Coppi e Girardengo.

Ravetti: Una tappa del Giro d’Italia nel 2019. Gran bella notizia nel mito di Coppi e Girardengo.

Ora è fondamentale coinvolgere tutto il territorio.

04/07/2017 - X LEGISLATURA - Ravetti

Alcuni organi di informazione pubblicano la bella notizia che molto probabilmente nel 2019 l’arrivo di una tappa del Giro d’Italia avrà come scenario il territorio della provincia di Alessandria. Giova ricordare che il 2019 sarà l’anno del 100° Anniversario della nascita del Campionissimo Fausto Coppi avvenuta appunto il 15 settembre 1919. Rilevo dalle notizie che l’intenzione degli organizzatori del Giro potrebbe essere quella della partenza della tappa a Pinerolo e l’arrivo a Novi Ligure, città natale di Costante Girardengo, altro indimenticabile campione.

Premetto che Fausto Coppi e Costante Girardengo appartengono al mondo e alla storia del ciclismo, non solo a qualche porzione territoriale della nostra provincia. Tuttavia sarebbe bene non dimenticare che la città di Tortona e il tortonese, al pari della città di Novi Ligure e del novese, ritengono il Campionissimo un figlio delle loro terre. Per questa ragione dovrebbero essere coinvolte da protagonisti nell’organizzazione dell’evento sin dal principio, ciascuno con un ruolo specifico, senza ovviamente dimenticare il paese di Castellania dove Fausto è nato e dove riposa nel Mausoleo accanto al fratello Serse. E non lo affermo per alimentare la dannosa conflittualità tra i centri zona ma per garantire maggiore coesione, interesse, forza e opportunità all’evento stesso.  Questo è l’obiettivo che consegnerò all’Assessore Regionale allo Sport Giovanni Maria Ferraris e alle Istituzioni della nostra provincia.  

Domenico Ravetti

Consigliere Regionale

Capogruppo PD

Ravetti, PD: La disponibilità di Chiamparino

Ravetti, PD: La disponibilità di Chiamparino

Ravetti

Questa mattina ero presente alla riunione di maggioranza dove abbiamo discusso del futuro dei piemontesi, della coalizione e del candidato alla Presidenza alle Regionali 2019. Considero la disponibilità di Sergio a ricandidarsi una buona notizia.

Noi dobbiamo raccogliere le esigenze dei cittadini e offrire loro risposte concrete, consapevoli e responsabili. Avremo come avversari quelli che fanno confusione su tutto e disinteressati a risolvere i problemi perché più attenti a raccogliere il consenso facendo leva sulle paure vere o indotte.

È per queste ragioni, e per tante altre, che sono certo che Chiamparino rappresenti per i prossimi anni una certezza per il Piemonte. Noi ora dobbiamo accettare questa sfida con passione civile ed entusiasmo politico.

Dobbiamo coinvolgere più persone possibili lungo questo cammino che sarà nuovo, forse anche difficile, ma è il cammino che serve per il futuro. Il gruppo dirigente del PD ora può giocare la partita più bella, quella per tornare ad essere utile e nuovamente una speranza per tutti.

Domenico Ravetti

Consigliere Regionale

Capogruppo PD

Incontro con Domenico Ravetti e Sergio Chiamparino, di Lia Tommi

L’Associazione Culturale Libera Mente- Laboratorio di Idee organizza la presentazione del libro:
“In viaggio con le radici nella terra”
di Domenico Ravetti.
Venerdì 7 settembre 2018 alle ore 18,00 In Alessandria, via Tortona, 71
nel Salone di Rappresentanza della “Basile”.
Il Giornalista Ettore Grassano intervisterà sul contenuto del libro e sui temi dell’attualità politica
il Presidente dell’Associazione Fabrizio Priano,
l’Autore e Consigliere Regionale Domenico Ravetti
ed il Presidente della Regione Piemonte On. SERGIO CHIAMPARINO
Seguirà aperitivo