IL POETA PARLA AL TELEFONO COL SUO AMORE, di Federico Garcia Lorca

Donatella Barbieri

Poesia di Federico Garcia Lorca

54436940_335978613930925_8276059047728250880_n.jpg

IL POETA PARLA AL TELEFONO COL SUO AMORE

Nella cabina, dolce,
la tua voce irrigava
la duna del mio petto.
Per il sud dei miei
piedi, primavera e
al nord della mia
fronte, fior di felce.
Pino di luce nello
spazio stretto,
canto di rugiada,
né semente, e per
la prima volta il
pianto prese
ghirlande di
speranza per
suo tetto. Continua a leggere “IL POETA PARLA AL TELEFONO COL SUO AMORE, di Federico Garcia Lorca”

Racconti: ADELINA, di Donatella Barbieri

Racconti: ADELINA, di Donatella Barbieri

ADELINA

Adelina era una ragazza di 17 anni, con una massa di capelli rossi,ed occhi azzurro cielo, abitava a Saponara un paesino in provincia di Messina, in Sicilia, andava al liceo scientifico a Messina tutte le mattine alle ore sette lei saliva sul bus che dal suo paesino la portava in città, ma prima doveva aiutare i genitori, la madre voleva tutte le mattine le uova dal pollaio, ed il padre invece che lo aiutasse a dare da mangiare agli animali che avevano nella stalla,la mucca, e le due pecore.

53396394_333518890843564_3842367155630768128_n

Era una ragazza molto allegra e gentile,ma aveva un sogno nel cassetto,lei amava cantare, cantava sempre. Quella mattina fece tutto come al solito ed arrivo a scuola in anticipo, così si mise a ripassare matematica,che non era la sua materia preferita.
Ad un certo punto si sentì chiamare da Anna,una compagna che le disse, devi assolutamente sapere che fra due settimane ci sono le audizioni per XFactor a Taormina, tu ci devi andare. Adelina la guardò e le disse come faccio con i miei genitori,lo sai che non vogliono. Anna le disse non ti preoccupare, abbiamo due settimane, troveremo una soluzione. Adelina smise di studiare ed iniziò a pensare a quale canzone poter cantare alle audizioni.

Le ore di scuola finirono e lei ormai non pensava ad altro che alle audizioni, torno a casa,per cena mangio poco e parlo anche poco, la madre Maria la guardava perché si accorse che era come assente faceva le faccende domestiche come un automa, penso che non stesse bene,e quando Adelina disse che andava a letto,le chiese se stava bene, Adelina, guardò la madre e le disse si perché, niente rispose la madre. Continua a leggere “Racconti: ADELINA, di Donatella Barbieri”

Momenti di poesia. VORREI, di Donatella Barbieri

Momenti di poesia. VORREI, di Donatella Barbieri

vorrei.jpg

VORREI

Vorrei sognare,
ballare,
giocare,
ridere ed
arrivare a
sera stanca
fino a crollare.
Invece sono
bloccata e
continuo a
sognare a
quando
spiccavo
il volo verso
il cielo e
toccavo
il paradiso!
Ora sono qui
a sognare
qualcosa
per sentirmi
viva.
Ma quando
vedo il tuo viso
mi nasce un
sorriso nel
cuore.
Sono felice di
esistere
grazie a te che
mi togli dal
cuore il pianto.

@ Barbieri Donatella
26.2.2019

Momenti di poesia. I TUOI OCCHI, di Donatella Barbieri

Momenti di poesia. I TUOI OCCHI, di Donatella Barbieri

I TUOI OCCHI

Come un libro
aperto leggo
il fondo dei
tuoi occhi
la bocca finge
e ride ma gli
occhi mi
dicono la
verità.
Piangi,
non ti
vergognare
di dirmi che
mi hai amato.
Piangi, nessuno
può vedere io
sono un uomo….
Eppure piango.

@. Barbieri Donatella
12.2.2019

Momenti di poesia. I TUOI OCCHI, di Donatella Barbieri

Momenti di poesia. I TUOI OCCHI, di Donatella Barbieri

I TUOI OCCHI

Come un libro
aperto leggo
il fondo dei
tuoi occhi
la bocca finge
e ride ma gli
occhi mi
dicono la
verità.
Piangi,
non ti
vergognare
di dirmi che
mi hai amato.
Piangi, nessuno
può vedere io
sono un uomo….
Eppure piango.

@. Barbieri Donatella
12.2.2019

Momenti di poesia. NON, di Donatella Barbieri

Momenti di poesia. NON, di Donatella Barbieri

non.png

NON

Non dichiarare
mai il tuo amore
quello vero e
sempre
misterioso,
silenzioso.
Io lo feci,
gli apri il mio
cuore ma lui
tremando fuggi
lontano.
Incontrò una
donna che
silenziosa e
misteriosa
sospiro e
lo conquistò.

@. Barbieri Donatella
19.2.2019

Momenti di poesia. I TUOI OCCHI, di Donatella Barbieri

Momenti di poesia. I TUOI OCCHI, di Donatella Barbieri

tuoi occhi

I TUOI OCCHI

Come un libro
aperto leggo
il fondo dei
tuoi occhi
la bocca finge
e ride ma gli
occhi mi
dicono la
verità.
Piangi,
non ti
vergognare
di dirmi che
mi hai amato.
Piangi, nessuno
può vedere io
sono un uomo….
Eppure piango.

@. Barbieri Donatella
12.2.2019

Momenti di poesia. PASSIONE, di Donatella Barbieri

Momenti di poesia. PASSIONE, di Donatella Barbieri

Poesie e Racconti Donatella

PASSIONE

PASSIONE

La bellezza
e nei nostri
occhi in
delicati
sguardi
ci amiamo.
La tua passione
morde, come
la vita,
gioia che
mi tocca,
accarezza
il mio sangue
scorre veloce
nelle vene.
Ci amiamo
sperando ed
ammirando
il nostro amore.

@. Barbieri Donatella
12.2.2019

Momenti di poesia. RICORDO, di Donatella Barbieri

Momenti di poesia. RICORDO, di Donatella Barbieri

52173622_319522712243182_2279782689554825216_n

RICORDO

Dalla tua mente
di giorno in giorno
qualche opaco
ricordo svanirà
ed alla fine solo
un sogno di me
ti resterà.
Non essere triste
per il mio dolore.
Ci sono isole perse
terre dove il dolore
va a finire ed io
come un oceano
sarò vagante.
Veleggero nel
deserto del
mare.

@ Barbieri Donatella
11.2.2019

Momenti di poesia. SERA, di Donatella Barbieri

Momenti di poesia. SERA, di Donatella Barbieri

SERA

La sera che scavò
il nostro addio fu
tagliente come
lama, mostruosa
come un angelo
oscuro.
La sera che le
nostre labbra
vissero la nuda
intimità di baci
e carezze.
Il tempo fu
implacabile
sopra inutili amplessi
di passione per
la futura solitudine.
Fu ostile la luce.
Con furia era
arrivata la notte.

@ Barbieri Donatella
10.2.2019

Momenti di poesia. NOTTE, di Donatella Barbieri

Momenti di poesia. NOTTE, di Donatella Barbieri

notte

NOTTE

Nell’ora del silenzio
quando l’alba come
un gatto sul tetto
si lava sento le
foglie parlare
di te.
Non importa se
la sera mormori
che eri una canzone
o un sogno!
Chi ha inventato
il tuo corpo le
tue labbra?
E un mistero!
Perché sei
scomparso
per sempre
dai miei sogni.

@. Barbieri Donatella
9.2.2019

Racconto: FRANCO, di Donatella Barbieri

Racconto: FRANCO, di Donatella Barbieri

Racconto breve

FRANCO

Franco, stava ancora lavando i bicchieri, quando entro Aldo, che gli disse sarebbe ora che vai in cabina a riposare ci vediamo stasera alle nove. Franco non se lo fece ripetere due volte si asciugo le mani,si tolse il grembiule che aveva e uscì dalla sala salutando con la mano Aldo.
Arrivo a fatica nella sua cabina,si buttò sul letto e si addormento.
La nave nel frattempo,si riempiva di turisti e viaggiatori,che dal porto di Genova, volevano andare in Grecia. In mezzo ad un gruppetto molto unito c’era una bella donna,con addosso un semplice vestitino giallo,e sandali color oro, aveva i capelli biondo platino, lunghi e lisci ed un paio di occhi azzurro cielo, con il trolley camminava in mezzo alla folla di persone, tranquilla e serena, ma non vedeva come gli uomini si voltavano a guardarla,poi sali la scaletta che portava sulla nave, un hostess pronta ad accogliere i passeggeri le diede il bagdet della sua cabina e la fece scortare da un cameriere.

Cristina entro nella piccola cabina ed andò a guardare il mare,era tanti anni che non andava in Grecia a trovare la zia, ed aveva approfittato delle vacanze estive,
perché erano almeno tre anni che non andava in vacanza,sistemo i suoi vestiti in un piccolo armadio, poi decise di fare un giro.
Continua a leggere “Racconto: FRANCO, di Donatella Barbieri”

Momenti di poesia. DONO, di Donatella Barbieri

Momenti di poesia. DONO, di Donatella Barbieri

51291821_317049805823806_5296074720444153856_n

DONO

Il mio cuore
ti dono per
un solo tuo
sguardo.
Un solo
battito del
tuo cuore
per me,
tutto e spento,
solo la luna mi
fa luce,
un cane urla
il suo lamento.
La notte si
consuma lenta,
che fai amore mio?
Io cerco nel cielo
stellato il mio
destino che era
legato al tuo.

@. Barbieri Donatella
7.2.2019

Momenti di poesia. TEMPO, di Donatella Barbieri

Momenti di poesia. TEMPO, di Donatella Barbieri

51415517_316254675903319_5705867462940033024_n

TEMPO

Come le foglie
centrali di un
immenso
mughetto,
fiore capace
di contenere
tutta una notte
nel suo profumo,
senza fare rumore
e prima che
tornasse l’alba
ho avuto il tempo
di posare le mie labbra
sulle tue labbra
di vetro.

@. Barbieri Donatella
5.2.2019