Sono nata nell’orto, di Elena Milani

sono nata

di Elena Milani

Sono nata nell’orto
fra le cipolle e i cavoli
non ho visto cicogne
o cigni con le ali.
Spuntai fra zolle fredde
al ciglio dell’inverno
ero al piano di sopra
di dove sta l’inferno.
Le mani di mia nonna
la zappa di mio nonno
dal solco della terra
svegliarono il mio sonno.
Mia Mamma tanto giovane
pati’ mille dolori
col mio venire al mondo
e il freddo ch’ era fuori.

Continua a leggere “Sono nata nell’orto, di Elena Milani”

Ho amato.Sì che ho amato, di Elena Milani

Ho amato

di Elena Milani

Ho amato.Sì che ho amato.
Ho creduto per una vita
che solo l’Amore fosse lo scopo.
Ha serpeggiato il desiderio di carezze,
che non ero poi disposta a ricevere,
ho amato con la mente
ciò che con il corpo ho rifiutato.
La passione cantata ed osannata,
il meglio un rimorso che un rimpianto,
il guizzo di un calore improvviso,
mi hanno attraversato gli occhi,
poi l’anima.
Ho amato tutti, indistintamente,
la gente,
la madre ignota,
la madre vera,
la madre perduta.

Continua a leggere “Ho amato.Sì che ho amato, di Elena Milani”

La mattina mi sveglio col gallo, di Elena Milani

La mattina mi sveglio col gallo, di Elena Milani

La mattina mi sveglio col gallo
con pigrizia allungo il mio collo
bevo subito il dolce caffè
che il mio amore
ha già fatto per me.
Ci sto bene nel caldo del letto
ed alzarmi è quasi un dispetto
per me è un obbligo contro natura
stare su è un’impresa assai dura.
Si comincia la solita storia
che ogni donna conosce a memoria,
quel che ieri era stato pulito
da un tornado ora è stato inghiottito.
Siamo in due ,
ma sembriamo in cinquanta
che di notte hanno fatto una guerra
o soltanto hanno fatto l’amore
rincorrendosi in casa per ore.
Che succede di notte ai miei sogni?
Al mattino ho sul viso dei segni,
non è finto ciò che ho immaginato
sono i baci che forte mi hai dato.

😂😂😂
Sarò scema???????

elena

È la poesia, di Elena Milani

È la poesia, di Elena Milani

È la poesia
che entra dentro le pieghe dell’abito
che indossi ogni giorno.
Odora di dolce colostro
che si farà latte
nel tuo acerbo seno.
Essa ti porta la notte
quando tutti sono andati a dormire
ed il silenzio è pieno.
Sa di sale di lacrima,
quando il brutto è passato,
di sabbia raccolta
in una rosa del deserto
e di carovana di cammelli
che disegnano l’orizzonte.
È quell’aroma ingentilito dal tempo,
che ritorna dal caldo
del tuo cappotto
dopo una giornata piena di freddo.
Dei suoi passi attutiti
rimangono impronte timide,
che ti ritornano in forma di versi,
piccole poesie.

elena

Marzo 17
Modificata

Non c’è una ricetta … Elena Milani

Non c’è una ricetta … Elena Milani

Non c'è.jpg

Non c’è una ricetta
per viver la vita
né un ascensore
per far la salita,
non c’è sicurezza
di tanto e di niente
siam piccoli e soli
in mezzo alla gente.
Lo ha detto per bene
un grande Poeta
che ognuno sta solo
su questo pianeta,
da un raggio trafitto
finché giunge sera,
io dico salvato
da ciò che si spera.

elena
Foto Italia Tatarelli

Lirica, di Elena Milani

Lirica, di Elena Milani

Lirica

Vorrei un mondo fiorito
anche dentro l’inverno
e una pioggia continua
per estinguer l’inferno,
una mano robusta
per chi sta per cadere
dire la cosa giusta
a chi vedo tremare.
Vorrei far ritornare
chi ha passato il confine
di quel ponte assassino
che abbiam visto crollare.
Dar da bere ai bambini
dello Yemen e del Sahara
ai piccini del mondo
che la guerra separa
dalle Madri angosciate
che li vedon soldati,
con la schiena chinata
come fiori seccati.
Vorrei avere la forza
di saper perdonare
chi mi ha sempre ingannato
e mi ha fatto del male,
ma non riesco del tutto
sono fragile anch’io
quel che posso lo faccio
per il resto c’è Dio.

Elena Milani
18/8/18

Vorrei un mondo fiorito, di Elena Milani

Vorrei un mondo fiorito, di Elena Milani

Vorrei un mondo fiorito
anche dentro l’inverno
e una pioggia continua
per estinguer l’inferno,
una mano robusta
per chi sta per cadere
dire la cosa giusta
a chi vedo tremare.
Vorrei far ritornare
chi ha passato il confine
di quel ponte assassino
che abbiam visto crollare.
Dar da bere ai bambini
dello Yemen e del Sahara
ai piccini del mondo
che la guerra separa
dalle Madri angosciate
che li vedon soldati,
con la schiena chinata
come fiori seccati.
Vorrei avere la forza
di saper perdonare
chi mi ha sempre ingannato
e mi ha fatto del male,
ma non riesco del tutto
sono fragile anch’io
quel che posso lo faccio
per il resto c’è Dio.

Mi unisco al dolore di coloro che hanno perduto un proprio caro nella sciagura del ponte di Genova.

Elena
18/8/18

Il sentiero delle viole, di Elena Milani

il sentiero delle viole,

di Elena Milani

Ci sarà ancora il sentiero delle viole,
lo riconoscerò fra il giallo
delle primule
ed il bosco sarà tutto un respiro
che svegliera’ ogni foglia che dorme.
Saremo ancora insieme,
noi che ci vogliamo bene
dentro il cuore,
poseremo il badile ed il piccone
ed uniremo le nostre mani libere
mentre una canzone d’amore,
accompagnata dalle note
di una chitarra,
darà voce alla nuova primavera
che non potrà finire
nemmeno con l’inverno.

elena

Ne vedo di tutti i colori, di Elena Milani

Ne vedo di tutti i colori

di Elena Milani

Ne vedo di tutti i colori
di lì passa un fiume impetuoso
che mormora di quei dolori
che ancora non hanno riposo.
C’è chi è abituato a quei suoni
e a quella luce invadente,
chi sbatte i cassetti nervosa
del resto non le importa niente.
C’è chi ha le mani perfette
e sa quel che tocca e che muove,
chi non guarda mai le lancette
e ancora il dolor lo commuove.

Continua a leggere “Ne vedo di tutti i colori, di Elena Milani”

Ricorderò che era bello vivere, di Elena Milani

Ricorderò che era bello vivere

di Elena Milani

Ricorderò che era bello vivere
tornar bambino con mio fratello
con una canna e il mulinello
e riacchiappare la gioventù.

Ricorderò mio nipote grande
gli voglio bene più della mia vita
e di quel giorno che tu sei partita
hai fatto bene,ma ci ho pianto un po’.

Ricorderò anche che credevi
che non ti amassi come una figlia,
ma tu sei quella che mi somiglia
e quel che hai fatto lo benedico.

Ricorderò che nel mio dolore
ho avuto bene ,ho avuto tanto amore
siete le sole a cui dò il mio cuore
ed altrettanto ai vostri figli.
Continua a leggere “Ricorderò che era bello vivere, di Elena Milani”

Non temere il male, di Elena Milani

di Elena Milani

Non temere il male
non temere nulla,
non è nulla la delusione,
il dispiacere è poca cosa
rispetto alla ricchezza del tuo cuore.
Sii felice di vivere,
tieni il mento sollevato,
è davanti il meglio che deve venire
ed anche il peggio
sta affilando i coltelli,
ma sai già che non saranno le ferite
a toglierti la speranza,
crediti eroe del tuo tempo
comunque vada.
L’amore per te stesso,
per la vita,
per chi devi crescere,
per chi devi accudire
è una bisaccia piena di sale
che ti fa faticare
e passare tutti i confini.

elena

Non litigare con tuo fratello, di Elena Milani

Non litigare con tuo fratello

di Elena Milani

Non litigare con tuo fratello
e perdi tempo
per acquistare il suo regalo di Natale.
Fallo con amore,
poco deve costare
ed impegnativa la scelta.
Perdi tempo
e non tenerne un briciolo per te.
Dimenticati per un pomeriggio,
offriti al caso
propizio di occasioni
e chiudi l’ombrello,
affinche’ i tuoi capelli vivi
respirino la pioggia , arruffandosi.
Potessi farlo io,
non mi farei pregar due volte
e andrei cercando nuvole
laddove il vento le porta
e farei di leggerezza la vita,
come non ci fosse un domani.

elena
2016

Non è cambiato nulla, di Elena Milani

non è

di Elena Milani

Non è cambiato nulla.
Se guardo indietro
non ho nessun rimpianto,
non sento pesi grevi
sulla mia coscienza,
io in casa mia
ci sono stata per tutti.
Sui tagli di forbice
ci sono passata sempre
con l’ago ed il filo sottile
dentro la cruna stretta.
Non volano le ombre dei fantasmi
attorno a me,
ma spiriti benevoli,
adorabili resti.
Il bene a tutti i costi
non è più un mio puntiglio,
ora lascio correre
anche quando racconto
quella me di ieri
ad un’amica,
ad un amico.

Continua a leggere “Non è cambiato nulla, di Elena Milani”

Io credo in Dio, di Elena Milani

io credo

di Elena Milani

Io credo in Dio,
Padre di tutti,
Che non ha colore
e nemmeno religione.
È il Dio Amore
che tutti ama e giustifica.
Il Dio che attende
senza stancarsi.
Il Dio che privilegia
l”intelligenza del cuore
e si annoia
davanti ai discorsi dei saccenti.
Io credo in Dio,
che riempie fino all’orlo il bicchiere,
che sia grande o piccolo
non importa….
li colma della stessa importanza.
Io credo nel Dio attento
che pur non toccando con mano,
fa centro nell’anima
e, nel bel mezzo di una guerra,
voluta dall’uomo,
coglie un gesto d’amore,
anche e soprattutto,
se inconsapevole.
Io non credo ai miracoli.

Continua a leggere “Io credo in Dio, di Elena Milani”

Abbiamo tutti almeno un dolore, di Elena Milani

Abbiamo tutti

di Elena Milani

Abbiamo tutti almeno un dolore
da custodire.
Un dolore patito per ingiustizia,
per incomprensione,
una scelta che ci ha reso più liberi,
ma comunque è una perdita,
una sconfitta in amore.
Io mi vedo come una corda
che sale dal pozzo verso la luna,
sottilissima e robusta,
vibrante di determinazione.
Poi qualche nodo qua e là.
I nodi delle ingiustizie subite
li ho allentati talmente bene
che son diventati nidi
che accolgono tutti i miei perché.
Gli altri piccoli stringono ancora,
ancora le mie unghie ci lavorano
per scioglierli,
ma sono più vera con i miei nodi,
sono più vera.
Poi c’è Lei
il Nodo stretto,
il Nido spoglio,
che Dio ci aiuti.

elena