ELEZIONI EUROPEE 2019 SI ALL’EUROPA, PER FARLA

ELEZIONI EUROPEE 2019 SI ALL’EUROPA, PER FARLA

Le elezioni europee del maggio 2019 rivestono un’importanza decisiva per il nostro futuro. All’Europa, infatti, sono legate speranze e preoccupazioni: speranze per un progetto che ha garantito oltre 70 anni di pace e di sviluppo; preoccupazioni per un’unità incompiuta e burocratizzata, dimentica delle sue radici.

Carlo Costallicarlo ALESSANDRIA - INVITO CONVEGNO EUROPA (004)_Pagina_1

Come cristiani l’ideale europeo lo sentiamo totalmente consono alla nostra natura e alla nostra storia e non vogliamo rinunciarvi soprattutto per le opportunità di crescita, benessere e libertà che ha promosso e dovrà promuovere: diciamo sì all’Europa, nella consapevolezza che si deve continuare a farla e farla meglio.

La storia recente dell’integrazione europea è iniziata con i padri fondatori, De Gasperi, Schuman e Adenauer, basata su un’idea popolare e condivisa di unità culturale e politica, da cui far discendere gli aspetti economici e organizzativi; questo modello voleva soprattutto armonizzare la politica estera e di difesa, far crescere la solidarietà e l’integrazione tra le nazioni e le persone con un sistema libero di mercati ed economie differenziate. Purtroppo l’idea di un’Europa dei popoli – è stata presto abbandonata, con l’adozione dei principi del politicamente corretto nella cultura e nel costume, il dettaglio delle regole del “mercato unico” e la conseguente enfasi burocratica nei rapporti tra gli Stati. Continua a leggere “ELEZIONI EUROPEE 2019 SI ALL’EUROPA, PER FARLA”

Europa, quale futuro per la “casa” comune? La leader Cisl Annamaria Furlan interviene al dibattito organizzato ad Alessandria

Europa, quale futuro per la “casa” comune? La leader Cisl Annamaria Furlan interviene al dibattito organizzato ad Alessandria

“La costruzione di questa casa va completata, aggiungendo al pilastro economico anche il pilastro politico e soprattutto sociale. Da qui, oggi, vogliamo rilanciare questo messaggio, altrimenti corriamo il rischio che il sistema si inceppi ed entri in crisi”.

Furlan convegno Europa Cisl Alessandriaconvegno europa cisl ad alessandriaconvegno europa Cisl al

Così Marco Ciani, Segretario generale Cisl Alessandria-Asti, aprendo l’iniziativa del 9 aprile “(Ri)costruire la casa comune. Per l’Europa delle persone e del lavoro” promossa dalla Cisl Alessandria-Asti e Piemonte presso l’Associazione Cultura e Sviluppo di Alessandria, un dibattito a più voci che ha visto l’intervento di Annamaria Furlan, leader Cisl.

sala platea convegno europa cisl al.jpg

L’iniziativa nasce come stimolo alla riflessione e al dibattito incentrato sul futuro politico, economico e sociale dell’Unione alla vigilia delle elezioni per il rinnovo del Parlamento europeo, in un momento complicato per la nostra casa comune indebolita da attacchi populisti, derive sovraniste e mancate riforme che ostacolano il completamento del progetto europeo, insieme alla costruzione di un’unione politica che possa dare impulso al dialogo sociale ed allo sviluppo. “Il percorso fatto fino ad oggi ha portato ad un evidente allontanamento delle cittadine e dei cittadini dal progetto europeo come comunità di Paesi e popoli che hanno una storia, una strada ed un traguardo comune. Serve un atto di coraggio: questa “casa” non va abbattuta ma completata, rimettendo al centro la persona ed il lavoro come sinonimo di dignità e creatività”, aggiunge Ciani. Continua a leggere “Europa, quale futuro per la “casa” comune? La leader Cisl Annamaria Furlan interviene al dibattito organizzato ad Alessandria”

Carlo Besta: Rimosso tumore al cervello con tecnica Litt, primo intervento in Europa

L’équipe del professor Francesco DiMeco ha utilizzato l’innovativa

milanotoday.it Il team del Besta al lavoro

All’Istituto Carlo Besta di Milano l’équipe guidata dal professor Francesco DiMeco ha rimosso un tumore cerebrale attraverso l’innovativa Tecnica di Termoterapia Interstiziale Laser (LITT). Si tratta della prima operazione di questo tipo in Europa.

La pratica chirurgica consente di realizzare, attraverso l’uso del laser, interventi mininvasivi per il trattamento di tumori cerebrali, primari e metastatici, non facilmente raggiungibili con la neurochirurgia convenzionale…  Sorgente: Carlo Besta | Rimosso tumore al cervello con tecnica Litt | primo intervento in Europa

Vittoria M5S: La Commissione Europea conferma i dazi sul riso cambogiano importato in Europa da Cambogia e Birmania

Vittoria M5S: La Commissione Europea conferma i dazi sul riso cambogiano importato in Europa da Cambogia e Birmania

Tiziana Beghin, eurodeputata del MoVimento 5 Stelle, accoglie con soddisfazione la decisione dell’esecutivo europeo: “Era il 2014 quando iniziammo la battaglia a tutela del nostro riso: finalmente le 4000 imprese italiane potranno respirare una boccata d’ossigeno

tiziana-beghin

Era il 14 dicembre 2018 quando il Consiglio europeo, non avendo raggiunto una posizione univoca, passava alla Commissione la palla per la decisione sull’implementazione della clausola di salvaguardia sul riso proveniente da Cambogia e Birmania, a cui l’Europa aveva concesso, con un precedente accordo, importazioni a dazio zero.

Oggi, il Collegio dei Commissari si è finalmente espresso in favore del provvedimento, per soddisfazione del MoVimento 5 Stelle: “Era il 2014 – dice Tiziana Beghin, eurodeputata del M5S – quando iniziammo la nostra campagna a tutela del riso italiano, messo in pericolo da un vertiginoso aumento del 4.000% delle importazioni da Cambogia e Birmania, passate da 5 a 386 mila tonnellate, che aveva generato una forte distorsione del mercato con contrazioni dei prezzi fino al 40%”.

Oggi – continua Beghinsiamo molto soddisfatti dell’esito della nostra battaglia, che in questi anni ci ha visto al fianco di risicoltori e rappresentanti di categoria. Grazie alla nostra ininterrotta pressione istituzionale e a un perfetto gioco di squadra possiamo festeggiare l’introduzione di un dazio di 175€ a tonnellata sul riso cambogiano e birmano: finalmente le 4000 imprese e famiglie che producono un’eccellenza tutta italiana potranno respirare una boccata d’ossigeno”.

  

“Per un’Europa unita e senza barriere”: serata all’Acsal dedicata ad Antonio Megalizzi

Mercoledì 9 gennaio l’Associazione Cultura e Sviluppo ospiterà la conferenza dal titolo “Per un’Europa unita e senza barriere”, promossa dal Comitato Welcoming Europe di Alessandria, formato da venticinque associazioni e nato dalla manifestazione “Per un’Europa senza muri” del settembre scorso. Il Comitato continua la sua attività con l’adesione alla Campagna Welcoming Europe.

Per un’Europa che accoglie e con l’organizzazione di incontri pubblici di carattere politico.La Campagna Welcoming Europe ha l’obiettivo di raccogliere un milione di firme  livello europeo per chiedere alla Commissione Europea di agire per decriminalizzare la solidarietà, proteggere le vittime di abusi e creare passaggi sicuri. La raccolta continuerà anche durante la serata di mercoledì e sarà l’occasione per riflettere sulle politiche migratorie disumane in atto a livello locale, nazionale ed europeo e sulla mobilitazione in atto nella società ma non riconosciuta dalla politica. Continua a leggere ““Per un’Europa unita e senza barriere”: serata all’Acsal dedicata ad Antonio Megalizzi”

Roberto Fico: Migranti, Europa, una soluzione condivisa per le emergenze

Roberto Fico: Migranti, Europa, una soluzione condivisa per le emergenze

Tutta l’Europa deve fare in modo che quanto successo in questi giorni con la Sea Watch e negli scorsi mesi con altre imbarcazioni nel mar Mediterraneo non si ripeta più.

Siamo – come europei – cittadini che fanno della solidarietà un principio cardine della convivenza e dell’essere comunità. Un tracciato che i governi devono seguire senza paura mettendo al centro l’umanità e quella che è la più alta missione che ha la politica: aiutare i più deboli.

15492518_1638307939528399_3265759845993418889_n.png

Sono convinto che l’iniziativa presa ieri da Luigi Di Maio sia un segnale importante e ne sono contento. Allo stesso modo credo fortemente che l’Italia non debba essere lasciata sola, così come nessun altro Paese debba essere lasciato solo a gestire questioni complesse.

Per questo rivolgo un appello a tutti i miei colleghi presidenti dei Parlamenti europei per sensibilizzare le assemblee e i governi e raggiungere una soluzione condivisa della gestione delle emergenze: quando un Paese accoglie, dagli altri deve partire un sostegno concreto, ovvero un soccorso nell’esame delle domande di asilo e nell’accoglienza.

Non possiamo permettere che vengano lasciati in condizioni inaccettabili degli esseri umani che fuggono da dolore, morte e sofferenza. La nostra civiltà si misura da questo.

Se siamo solidali tutti assieme diventiamo più forti, e le responsabilità quando sono condivise non costituiscono più un peso per una comunità. Questo vale per qualsiasi tema da affrontare, incredibile quanto spesso ce ne dimentichiamo.

Paolo Papi, FIAIP: L’EUROPA CONTRO GLI AGENTI IMMOBILIARI

Paolo Papi, FIAIP: L’EUROPA CONTRO GLI AGENTI IMMOBILIARI

Fiaip Piemonte: Normativa europea ci porta indietro di 30 anni 

FIAIP

“Un ritorno ai sensali, un passo indietro nel processo di professionalizzazione degli agenti immobiliari, con la certificazione dell’abusivismo”. Il presidente di Fiaip Piemonte (Federazione italiana agenti immobiliari professionali) Paolo Papi commenta così la nuova normativa europea “secondo cui gli iscritti a qualsiasi ordine professionale, dal 2019 potrebbero chiedere e ottenere di fare, insieme al loro mestiere, anche la nostra professione: alla faccia della specializzazione”.

A RISCHIO GARANZIE PER CONSUMATORI E MERCATO

“Permettere a geometri, avvocati, commercialisti, notai di svolgere contemporaneamente alla loro professione anche quella di agente immobiliare significa perdere l’imparzialità e l’assenza di conflitto di interessi che solo un mediatore che esercita in modo esclusivo può garantire”, aggiunge Papi, spiegando i rischi a cui ci si affaccerebbe se l’articolo 2 del Disegno di Legge Europea 2018 trovasse applicazione nel nostro Paese. Continua a leggere “Paolo Papi, FIAIP: L’EUROPA CONTRO GLI AGENTI IMMOBILIARI”

A cinquecento anni dalla Riforma: pensieri sparsi, di Patrizia Nosengo

220px-Lucas_Cranach_d.Ä._-_Martin_Luther,_1528_(Veste_Coburg)

https://appuntialessandrini.wordpress.com/ 29 ottobre 2017

di Patrizia Nosengo. Alessandria

Il carattere ancipite della Riforma e del suo iniziatore

Cade in questi giorni il cinquecentesimo anniversario di quel 31 ottobre 1517, cui la mitografia protestante, con l’immagine simbolica e non realistica di un Lutero invasato da Dio che affigge con chiodi e martello le sue tesi sul portale del duomo di Wittenberg, fa risalire l’inizio della Riforma luterana, che frantumò l’universalità del Cristianesimo e dell’Europa e avviò una trasformazione sociale e politica molto più estesa e profonda di quanto gli stessi protagonisti di quella stagione avessero immaginato.

Come annota Lucien Febvre, a margine delle lezioni di un corso tenuto al Collège de France non casualmente nel fatidico 1944-’45,

“[…] è un tedesco, un sassone, quel Lutero […], un tedesco del popolo, del popolo tedesco, insieme così rozzo e così puro, così cantante e così insultante, così brutale e così musicale, è un tedesco che ha scatenato nel XVI secolo, su tutto il mondo cristiano d’Occidente […] una grande tempesta che ha scosso tutto, che ha raso al suolo tanti edifici secolari, che ha reso necessaria una così grande risposta, un così importante rifacimento di tutto l’edificio cristiano. Germania, forte abbastanza per distruggere. Per uccidere. Non abbastanza per costruire. O meglio, questa Germania sa ricostruire solo una cosa. La Germania. E se ha mai sognato, se sogna l’Europa, essa sogna una sola cosa, è inutile che ce lo dica, lo sappiamo: la Germania. […] Una Germania tedesca, dominante, schiacciante, non riunificante.” [1] Continua a leggere “A cinquecento anni dalla Riforma: pensieri sparsi, di Patrizia Nosengo”

ANPI. Convegno: “Europa, Migranti, Frontiere: Diritti fondamentali e accoglienza dei profughi nell’UE”

ANPI. Convegno: “Europa, Migranti, Frontiere: Diritti fondamentali e accoglienza dei profughi nell’UE”

A prosecuzione dell’incontro sul tema delle migrazioni avvenuto in primavera con il giornalista Domenico Quirico, l’ANPI Casale Monferrato propone una conferenza dal titolo “Europa, Migranti, Frontiere: Diritti fondamentali e accoglienza dei profughi nell’UE”. L’appuntamento è per sabato 6 ottobre, alle ore 17 presso il Castello di Casale Monferrato.

Europa, Migranti, Frontiere - Locandina.jpg

Interverranno Davide Rigallo, Segretario regionale AICCRE Piemonte (Associazione italiana per il Consiglio dei Comuni e delle Regioni d’Europa), Daniele Viotti, Europarlamentare del Partito Democratico e Relatore Generale del bilancio UE, e Nicola Bonelli, ventiseienne casalese laureato in Relazioni internazionali all’Università di Venezia e già autore del saggio “La soggettività del migrante lungo la Fortezza Europa”. Continua a leggere “ANPI. Convegno: “Europa, Migranti, Frontiere: Diritti fondamentali e accoglienza dei profughi nell’UE””

ANPI. Convegno: “Europa, Migranti, Frontiere: Diritti fondamentali e accoglienza dei profughi nell’UE”

ANPI. Convegno: “Europa, Migranti, Frontiere: Diritti fondamentali e accoglienza dei profughi nell’UE”

Castello di Casale Monferrato, 6 ottobre 2018 alle ore 17.00

ANPI CasaleEuropa, Migranti, Frontiere - LocandinaANPI CasaleEuropa. Migranti, Frontiere_ Diritti fondamentali e accoglienza dei profughi nell'UE (trascinato)

A prosecuzione dell’incontro sul tema delle migrazioni avvenuto in primavera con il giornalista Domenico Quirico, l’ANPI Casale Monferrato propone una conferenza dal titolo “Europa, Migranti, Frontiere: Diritti fondamentali e accoglienza dei profughi nell’UE”. L’appuntamento è alle ore 17 presso il Castello di Casale Monferrato.

Interverranno Davide Rigallo, Segretario regionale AICCRE Piemonte (Associazione italiana per il Consiglio dei Comuni e delle Regioni d’Europa), Daniele Viotti, Europarlamentare del Partito Democratico e Relatore Generale del bilancio UE, e Nicola Bonelli, ventiseienne casalese laureato in Relazioni internazionali all’Università di Venezia e già autore del saggio “La soggettività del migrante lungo la Fortezza Europa”.

Alleghiamo la relazione che farà da spunto alla discussione. Nella prefazione riporta proprio il focus dell’incontro: Di fronte all’attuale situazione, bisogna recuperare il significato originario del progetto europeo, quello contenuto nel Manifesto di Ventotene scritto da Altiero Spinelli ed Ernesto Rossi. Per contrastare l’insorgere di egoismi nazionali è urgente rimettere al centro le persone. La Carta dei diritti fondamentali dell’Unione è lo strumento imprescindibile a cui Stati e cittadini dell’Unione devono guardare se non vogliono disperdere i valori fondativi e il progetto civile costruito sino ad oggi.

ANPI Casale Monferrato

Salvini: “Cambiare le norme e considerare quelli libici porti sicuri”. Ma da Bruxelles arriva un secco No

Salvini: “Cambiare le norme e considerare quelli libici porti sicuri”. Ma da Bruxelles arriva un secco No

Germany's Seehofer, Italy's Salvini and Austria's Kickl attend a trilateral meeting in Innsbruck

E il vicepremier non ci sta: “Così l’Unione Europea agevola il lavoro degli scafisti”


By Huffington Post

LISI NIESNER / REUTERS

“Dobbiamo cambiare la normativa e rendere i porti libici porti sicuri. C’è questa ipocrisia di fondo in Europa in base alla quale si danno soldi ai libici, si forniscono le motovedette e si addestra la Guardia Costiera ma poi si ritiene la Libia un porto non sicuro”. Lo dice il vicepremier e ministro dell’Interno Matteo Salvini in una conferenza stampa a Mosca indicando quale sarà l’obiettivo dell’Italia nell’incontro di dopodomani per ridiscutere la missione Sophia. “E’ un bipolarismo europeo che va superato” aggiunge.

Per arginare il traffico di esseri umani, secondo Salvini, l’unica soluzione “è il blocco delle partenze, aiutando Tunisia, Marocco, Libia ed Egitto a controllare mari, porti e confini”. Dobbiamo “soccorrere tutti ma anche riaccompagnarli tutti da dove sono partiti – aggiunge il ministro dell’Interno – E vanno creati canali per l’asilo politico dall’altra parte del Mediterraneo: non far partire più alcuna persona e non far sbarcare più alcuna persona in Italia, e dunque, in Europa, è l’obiettivo. L’Ue deve convincersi che questa è l’unica soluzione per risolvere la questione”. Continua a leggere “Salvini: “Cambiare le norme e considerare quelli libici porti sicuri”. Ma da Bruxelles arriva un secco No”

Governo Frankestein, Italexit e Società delle Nazioni. Povera Europa! 5R

Governo Frankestein, Italexit e Società delle Nazioni. Povera Europa! 5R

Fabbio

Passa qualche giorno, ma sembrano trascorsi 100 anni. L’Europa delle tribù dovrebbe riconoscere l’Italia come se fosse se stessa, che peraltro non sa più chi sia. Intanto in Italia… 

di Piercarlo Fabbio 

La più attuale delle discussioni è quella che riguarda il Consiglio Europeo di qualche giorno fa. Chi ha vinto e chi ha perso? E chisse ne frega? Da vertici del genere ognuno esce con il suo pezzo di vittoria: la Merkel per motivi interni, Conte per aver inserito un principio nel documento finale (le coste dell’Italia sono coste dell’Europa), che dichiara una grande solidarietà e una volontaristica consistenza che non porterà, in tempi brevi, a nulla.

Peraltro non si comprende come questa soft italexit del governo Frankestein si accoppi con il fatto che, una volta chiesto il riconoscimento di “costa d’Europa a cinque stelle”, poi ci si faccia beffe dell’Europa stessa, tentando nascostamente il boicottaggio dell’unità faticosamente raggiunta. Continua a leggere “Governo Frankestein, Italexit e Società delle Nazioni. Povera Europa! 5R”

Unione per il Mediterraneo, perché nessuno parla di questo (ennesimo) fallimento dell’UE?

Unione per il Mediterraneo, perché nessuno parla di questo (ennesimo) fallimento dell’UE?

unnamed

Il dibattito sul fenomeno ormai biblico e, secondo un’opinione diffusa, irreversibile dell’esodo dai paesi africani di milioni di persone ignora del tutto le responsabilità gravissime di un’Unione Europea che ha rinunciato a quel progetto politico di cooperazione economica, culturale e politica che ha il nome ormai dimenticato da tutti dell’Unione per il Mediterraneo.

Se ci chiediamo il perché del fallimento di quel processo di Barcellona che sarebbe dovuto sfociare in un’Unione politica ed economica, premessa di una progressiva integrazione paritaria fra le economie e le società dei paesi del Mediterraneo, la risposta non può essere altro che la conseguenza dell’inconciliabilità di una soluzione che proponeva di ristabilire la pace nel Mediterraneo, con le politiche internazionali dei singoli stati membri, dirette a consolidare rapporti neocoloniali. Continua a leggere “Unione per il Mediterraneo, perché nessuno parla di questo (ennesimo) fallimento dell’UE?”

Un braccio di ferro con l’Europa sulla pelle delle persone, di Pier Carlo Lava

Un braccio di ferro con l’Europa sulla pelle delle persone, di Pier Carlo Lava

Migranti tumblr_nn3mwxytNm1r4nc9zo2_1280

Quello che sta succedendo oggi in politica è la diretta conseguenza di quello che è stato fatto, o meglio non è stato fatto ieri nella gestione del problema migranti, se non nel periodo   precedente alle elezioni politiche del 4 marzo 2018 quando ormai era troppo tardi

Non ci si deve quindi stupire se il nuovo Ministro dell’interno Matteo Salvini ha chiuso i porti italiani alla nave Aquarius.

L’Italia è passata dall’eccessivo buonismo del Centro Sinistra verso i migranti, all’estremismo politico del nuovo Governo giallo – verde, Lega – M5S  che ha preso una decisione facilmente prevedibile anche senza la sfera di cristallo.

Tra l’altro va ricordato che l’Europa lasciandoci soli ad affrontare l’emergenza migranti ha una grande parte di responsabilità, infatti sarebbe bastato imporre ai paesi dell’est di prendere la propria quota degli stessi per evitarlo. Continua a leggere “Un braccio di ferro con l’Europa sulla pelle delle persone, di Pier Carlo Lava”

Famiglia valdostana fa causa all’Europa per i danni subiti dai cambiamenti climatici 

Famiglia valdostana fa causa all’Europa per i danni subiti dai cambiamenti climatici 

Famiglia

Legambiente: “Target Ue di riduzione delle emissioni di gas serra al 2030 inadeguato alla tutela dei cittadini. Sosteniamo l’azione legale delle famiglie colpite contro Parlamento e Consiglio europei” 

Diverse famiglie che vedono le proprie vite messe a rischio dagli impatti dei cambiamenti climatici, dentro e fuori dall’Europa, si sono rivolte alla Corte di Giustizia europea contro il Parlamento e il Consiglio europei, per denunciare l’inadeguatezza del target di riduzione delle emissioni climalteranti al 2030.

Tra le famiglie ricorrenti anche quella italiana di Giorgio Elter, che ha raccontato la sua esperienza e la sua storia questa mattina a Torino nel corso di una conferenza stampa presso la sede di Legambiente Piemonte e Valle d’Aosta, a cui sono intervenuti anche il vicepresidente nazionale di Legambiente Edoardo Zanchini, il presidente di Legambiente Piemonte e Valle d’Aosta Fabio Dovana e Barbara Pozzo, professore ordinario Dipartimento di Diritto, Economia e Culture dell’Università degli Studi dell’Insubria. L’azione legale della famiglia Elter è infatti sostenuta da Legambiente, che è membro di Climate Action Network Europe.  Continua a leggere “Famiglia valdostana fa causa all’Europa per i danni subiti dai cambiamenti climatici “

Gifted and Talent: tra realtà e quotidianità

Informarsi e formarsi sulla Plusdotazione nei bambini, per essere più consapevoli e responsabili

Il mio sorriso

la mia fotografia

"...e poi Letteratura e Politica"

La specie si odia. E mi permetto di aggiungere: "A volte di coppie non si può parlare, ma d'amore sì; altre volte di coppie sì, ma non d'amore, e è il caso un po' più ordinario". R. Musil, 'L'uomo senza qualità', Ed. Einaudi, 1996, p. 1386. Ah, a proposito di 'relazioni': SE APRI IL TUO CUORE SI TRATTA DI AMICIZIA. SE APRI LE GAMBE SI TRATTA DI SESSO. SE APRI ENTRAMBI E' AMORE

Quarchedundepegi's Blog

Just another WordPress.com weblog

VALENTINE MOONRISE

Parole di una sconosciuta

laulilla film blog

un sito per parlare di cinema liberamente, ma se volete anche d'altro

Poesie di Massimiliana

Benvenuti nel mondo della poesia di Massy!

danielastraccamore

Le Passioni non conoscono ostacoli

Writer's Choice

Blog filled with the Breathings of my heart

LOCANDA DELL'ARTE

DIMORA OSPITALE E MUSEO APERTO

Bricolage

Appunt'attenti di un'acuta osservatrice

it rains in my heart

Just another WordPress.com site

Ilblogdinucciavip

"...I consigli lo sai, non si ascoltano mai e puoi seguire solo il tuo istinto..." (S.B.)

lementelettriche

Just another WordPress.com site

Controvento

“La lettura della poesia è un atto anarchico” Hans M. Enzensberger

imrobertastone

La vita di una piccola espatriata in dolce attesa [Mamma dal 2016 ❤️ ]

Pensieri Raccolti

Non importa che un fiore abbia il nome, l'importante è sentirne il profumo

dimensioneC

Se apro la porta al mondo, forse qualcuno entrerà

Farafina's Voice

Non ti preoccupare, ti informiamo noi!

alessandrasolina

il mondo non è tondo