Novità dalla Virtus Alessandria pallavolo

Due nuovi innesti nello staff tecnico della Virtus Alessandria Pallavolo per la stagione 2019/2020 GIANLUCA BECCA , giovane allenatore ma con esperienze molto importanti in serie B1 e MARCO FERRARIS , allenatore di grande esperienza e che può vantare grandi risultati che parlano per lui.
Il Presidente FABRIZIO PRIANO si dichiara molto soddisfatto perché il progetto Virtus va avanti, “siamo alla terza stagione e quello che ci eravamo prefissati al momento della fondazione della squadra lo abbiano ampiamente raggiunto.
Questi due nuovi allenatori vanno a completare lo staff tecnico del settore giovanile, integrandosi perfettamente con la confermatissima Responsabile del Mini Volley (che oggi si chiama Volley S3) NADIA SCOLARO che in questi primi anni ha fatto crescere sia nei numeri che nei risultati tutto il settore riuscendo a creare un bellissimo ambiente sia con le atlete e gli atleti che con le famiglie”

Gianluca BECCA
Stagione 2018/2019 secondo allenatore in B1 a Garlasco.
Dal 2014 al 2017 secondo allenatore per Adolesce e Rivanazzano Volley club in prima divisione in serie D Young e Serie C.

Marco FERRARIS
cresciuto nelle polisportive giovanili salesiane comincia già a 16 anni la carriera di allenatore presso il Pgs Vela.
-a 18 anni oltre al Pgs Vela nuove i primi passi in Monferrato presso le società di Borgo San Martino, Mirabello, Lu ed Occimiano.
-a 20 anni dopo varie finali nazionali Pgs consegue il massimo grado di allenatore Pgs e comincia l’avventura con le società Fipav della provincia di Al -prima col Gs Acqui dalla 1 divisione alla C e nel frattempo fonda la maschile ad Occimiano
-poi diventa responsabile del più importante settore giovanile del Piemonte a Casale alla corte del maresciallo Furione per 8 lunghi e proficui anni
Nel frattempo a 25 anni ,visti i risultati,ottiene anzitempo il massimo cartellino Fipav (attuale terzo grado).
-dopo l’esperienza casalese e un periodo di assenza per motivi famigliari viene chiamato da Angelo Minetto a dirigere come respondabile del settore giovanile il Novi legato all’Asystel di Novara.
-dopo tre anni è Vincenzo Barberis a richiamarlo nella sua città con il quattrovalli come responsabile del settore giovanile,vivaio della prima squadra di serie C-B.
-infine 2 anni a Casale presso le società casalesi Ardor e Junior e il ritorno in categoria regionale dopo un purgatorio dj prima divisione per la società blasonata nel suo cinquantesimo compleanno.

“In ogni società in cui ho allenato l’orgoglio è si stato vincere ma soprattutto portare al massimo livello tutte le giocatrici a disposizione secondo un principio fondamentale delle pgs e alla massima categoria nazionale quelld di maggior talento secondo una logica dettata dalla federazione italiana pallavolo”

Il Presidente
Dott. Fabrizio PRIANO

Fotografia sotto le stelle, di Lia Tommi

3 GRANDI FOTOGRAFI VS TUTTI
tre incontri con tre maestri della fotografia a cura di Daniele Robotti, fotografo professionista.

Tre incontri in orario 21.00 – 22.30 nello studio di Daniele Robotti al 2 piano di Via San Lorenzo 107, in Alessandria.
Tre incontri dove Daniele Robotti ci porta all’interno della visione fotografica di tre maestri della fotografia contemporanea, in confronto con lo stile, l’approccio e la tecnica di altrettanti maestri della scena fotografica mondiale.
Scopri come tre classici generi della fotografia vengono interpretati utilizzando il colore o il bianco e nero, un approccio scientifico o emotivo, inquadrature pulite in contrapposizione a punti di vista non convenzionali.
Il perchè di una scelta, della creazione di uno stile, di una specifica narrazione in tre serate sotto le stelle per una approfondita comprensione di quello che è “fare fotografia”. Tre appuntamenti in tre serate informali, discorsive e aperte alle domande e alle curiosità di tutti gli appassionati di fotografia, arte e cultura visiva.
Fabrizio PRIANO Presidente dell’Associazione Culturale Libera Mente-Laboratorio di Idee commenta :
“Un ennesimo interessante Progetto di Daniele ROBOTTI per conoscere tre grandi Maestri della fotografia raccontati attraverso la competenza e la sensibilità di chi ha fatto della fotografia una professione”.

25 luglio 2019 Steve McCURRY
il grande reportage geografico
1 agosto 2019
Henry CARTIER-BRESSON tutta una storia in uno scatto
8 agosto 2019
Sebastião SALGADO
il grande reportage

sociale INFO
Daniele Robotti Tel. 3402292770 info@robotti.it http://www.robotti.it http://www.liberamentelab.it

BIOGRAFIA
Daniele ROBOTTI è un fotografo professionista specializzato nelle immagini di natura, in particolare la documentazione del comportamento degli animali e il loro rapporto con l’uomo, con trent’anni di esperienza in campo fotografico: dalla fotografia di cronaca ai viaggi, dal reportage sociale alla fotografia naturalistica, in agenzia di cronaca e di natura. Ha partecipato alla realizzazione di opere editoriali per i seguenti Editori: DeAgostini, Calderini – Il Sole 24 Ore, Kosmos, Mondadori, Edagricole.
Nel 2016 ha fondato Dogs and More srl una realtà specializzata nella formazione professionale nei campi del comportamento animale e fotografico, al di fuori di queste produzioni trovano spazio altri progetti su argomenti, storie e soggetti legati alle aree del reportage sociale, del ritratto e della fotografia fine-art.
Inoltre ama sperimentare la fotografia astratta e concettuale, e condividere la sua visione fotografica con tutti, senza distinzioni di marca fotocamera, budget, ed esperienze!
Sito web http://www.robotti.it

Progetto “Cultura e identità”, di Lia Tommi

Venerdì 19 luglio 2019 alle ore 18,00 presso
Il Salone di Rappresentanza della Basile, in via Tortona n. 71, Alessandria
si terrà la presentazione del Progetto
CULTURA & IDENTITÀ
Interviene Edoardo SYLOS LABINI

Modera Fabrizio PRIANO Presidente dell’Associazione

Fabrizio PRIANO
Presidente dell’Associazione Culturale Libera Mente-Laboratorio di idee commenta: “Esprimo grande soddisfazione nel presentare ad Alessandria il progetto di Culturaidentita con Edoardo Sylos Labini.
Un’iniziativa intellettuale molto interessante di difesa e di valorizzazione della nostra cultura e delle nostre tradizioni.
Cultura e bellezza di cui l’Italia è ricchissima e di cui mai come oggi si avverte la necessità, per cui sono convinto che un progetto come questo debba essere divulgato ed incentivato”.

Cultura & Identità nasce da un gruppo di studiosi, letterati, professionisti dell’informazione, semplici amanti del sapere di varia estrazione ma di analoghe vedute, per lo più cattolici — “senza se e senza ma”, convinti che il futuro della nostra nazione, cioè del corpo storico dei popoli della Penisola, riposi su un saldo legame di continuità con un passato per molti versi pregevole, se non unico, che — e qui sta la “scommessa” — residua ancora nella memoria e nei desideri di molti italiani.

Un passato degno di esser meglio conosciuto e da far apprezzare nei suoi elementi culturali e nei suoi aspetti strutturali perché crediamo che su di esso debba innestarsi obbligatoriamente il domani degl’italiani di oggi e delle generazioni future.

Mentre manteniamo un fondamentale e fermo riferimento dottrinale e pratico a Cristo, al suo Vangelo e al suo Vicario, non facciamo tuttavia dell’appartenenza alla Chiesa cattolica una discriminante per il fine che ci siamo proposti. Ci rivolgiamo pertanto in primo luogo a cattolici e ai cattolici conservatori, senza però escludere ogni “uomo di buona volontà” — e “che Dio ama” — il quale abbia a cuore gli stessi principi di carattere naturale e temporale che, oltre alla fede cristiana, c’ispirano e che voglia quindi cooperare a costruire condizioni di vita — ciò che viene detto il “bene comune” — per il nostro popolo in cui tali valori trovino non solo riconoscimento ma anche apprezzamento collettivo e, se possibile, spazio istituzionale. Continua a leggere “Progetto “Cultura e identità”, di Lia Tommi”

Fabrizio PRIANO è stato nominato ieri Responsabile Regionale per il PIEMONTE del Dipartimento Cultura di Fratelli D’Italia. 

Fabrizio PRIANO è stato nominato ieri Responsabile Regionale per il PIEMONTE del Dipartimento Cultura di Fratelli D’Italia. 

Il Coordinatore Regionale Fabrizio COMBA nella lettera di nomina ha scritto:  

“Caro Fabrizio, competenza, grinta, tenacia e passione hanno da sempre caratterizzato il Tuo operato a beneficio dell’intera comunità alessandrina: anni di politica attiva nella difesa dei valori liberali ne sono la conferma. In virtù di quanto asserito, con la presente, sono onorato di comunicarti in via ufficiale che a far data dal 19 c.m. La Tua persona fa parte di questo Coordinamento Regionale in qualità di Responsabile Regionale del Dipartimento Cultura”.

unnamedunnamed-1

Fabrizio PRIANO dopo aver ringraziato  Il Coordinatore Regionale COMBA per la nomina e il Coordinatore Provinciale RIBOLDI per la stima e la fiducia ricevute, ha dichiarato:  “Mi metterò subito al lavoro nell’organizzare una struttura regionale per poter elaborare un programma di incontri culturali con presentazione di libri o dibattiti, per promuovere la cultura identitaria che in questi ultimi anni è stata molto minacciata e per cercare di collaborare a difendere il bello come elemento peculiare delle nostre città e del nostro territorio, promuovere il nostro immenso patrimonio artistico. Valorizzare il nostro patrimonio storico e archeologico, la tradizione del teatro, della musica, delle tradizioni popolari in genere. Un occhio di riguardo sarà dedicato anche agli incontri di formazione sui temi che comunemente un amministratore pubblico si trova ad affrontare nel lavoro quotidiano perché credo che in questi ultimi anni la formazione politica all’interno dei partiti in generale sia stata molto trascurata ed invece è di vitale importanza soprattutto per i giovani e per chi vuole avvicinarsi al mondo della politica”

Mostra “Forme Erranti” di Albina Dealessi

Mostra “Forme Erranti” di Albina Dealessi

Mostra Albina De Alessi

Alessandria lunedì 6 maggio 2019 alle ore 18.00 al Caffè Alessandrino in Piazza Garibaldi 39, mostra Forme Erranti di Albina De Alessi, organizzata dall’Associazione Culturale Libera Mente-Laboratorio di Idee, di Fabrizio Priano.

Cristina Saracano legge “L’Estate non perdona” di Flavio Santi (video 1° parte)

Cristina Saracano legge “L’Estate non perdona” di Flavio Santi

video 1° parte di Pier Carlo Lava

Flavio SANTI, scrittore, poeta e traduttore alessandrino di origine friulana, presenta il suo ultimo lavoro, il suo secondo romanzo giallo che ritrova come protagonista Drago Furlan.

L'estate non perdona

Attraverso le indagini dell’ispettore friulano, l’Autore racconta un territorio, il Friuli, la terra di origine tanto amata in tutta la sua bellezza, in bilico tra modernità e tradizione”.

Fabrizio Priano.jpg

Alessandria: Fabrizio Priano Presidente dell’Associazione Culturale Libera Mente-Laboratorio di Idee presenta il progetto “Letture in Biblioteca” con il quale si intende promuovere la lettura di libri semplificandone la comprensione attraverso l’incontro con i relativi Autori nel luogo maggiormente deputato alla lettura : la Biblioteca Civica “Francesca Calvo” di Alessandria.
Gli incontri calendarizzati per l’anno 2019 vedranno susseguirsi di diversi Autori i quali presenteranno i propri libri , ciascuno con argomenti di genere diverso.

Fabrizio PRIANO commenta “Flavio SANTI, scrittore, poeta e traduttore alessandrino di origine friulana, presenta il suo ultimo lavoro, il suo secondo romanzo giallo che ritrova come protagonista Drago Furlan. Attraverso le indagini dell’ispettore friulano, l’Autore racconta un territorio, il Friuli, la terra di origine tanto amata in tutta la sua bellezza, in bilico tra modernità e tradizione”.

Flavio Santi.jpg

Flavio SANTI
Di origine friulana (di Colloredo di Monte Albano), il cognome originario era Sant: la “i” è stata aggiunta sotto il fascismo per italianizzarlo. Benché vincitore del concorso di ammissione alla Classe di Lettere e Filosofia della Scuola normale superiore di Pisa, ha preferito studiare presso l’Almo Collegio Borromeo di Pavia, dove si è laureato in Filologia Medievale e Umanistica con una tesi sul giurista umanista Giasone del Maino (di cui oggi si può leggere la voce Treccani da lui redatta), e ha poi conseguito il dottorato in Filologia moderna con una tesi dal titolo “Figurando il Paradiso”: metafora religiosa e vita materiale nella letteratura italiana dalle origini fino a Dante. Ha studiato anche a Ginevra sotto la guida di Guglielmo Gorni.

https://alessandria.today/2019/04/15/letture-in-bibiloteca-di-cristina-saracano/

video: https://youtu.be/NbgG_I88raQ

“L’ Educazione del cane e del suo proprietario” di Vittorio Destro & Merlinho

“L’ Educazione del cane e del suo proprietario” di Vittorio Destro & Merlinho

Venerdì 5 aprile 2019 alle ore 18,00 presso il Salone dell’ex Taglieria del Pelo in via Riccardo Wagner, 38 in Alessandria si è tenuta la presentazione del libro dal titolo “L’educazione del cane e del suo proprietario” di Alexa CAPRA e Daniele ROBOTTI

Moderatore Fabrizio PRIANO Presidente dell’Associazione Culturale Libera Mente-Laboratorio di Idee

“Il libro proposto da Alexa CAPRA e Daniele ROBOTTI è particolarmente interessante e sicuramente utile per tutte quelle persone che vogliano approcciare con amore ed intelligenza i propri amici a quattro zampe”.

56615146_2699290683446515_6363875715615555584_o56551690_2699289763446607_931742521497747456_o56679329_2699289806779936_1486518263096541184_o

“L’EDUCAZIONE DEL CANE E DEL SUO PROPRIETARIO”
Editore: Edagricole
L’edizione, Novembre 2018
Autori: Capra Alexa e Robotti Daniele
ISBN 978-88-506-5563-2
Formato19,5 x 26
Confezione brossura
Pagine 296

Cosa vuol dire educazione?
Se per noi ‘umani’ questa parola ha ormai assunto molti significati diversi, per i nostri cani significa ancora oggi sottostare a comportamenti di rigido controllo sociale, pena il rifiuto o la punizione. Pochi però sono veramente in grado di interpretare il comportamento del proprio cane o le sue sensazioni, pochi sono in grado di comunicare con lui e, come spesso accade, la mancanza di comprensione genera disagio, stress e nei casi più gravi comportamenti aggressivi.

Educare un cane significa infatti capire il suo comportamento e la sua personalità, gestirlo nel modo corretto e dargli gli strumenti per vivere con noi senza subire o causare conflitti partendo dalla consapevolezza che è un individuo da conoscere, rispettare e da amare anche quando constatiamo che è impegnativo, faticoso e difficile. Continua a leggere ““L’ Educazione del cane e del suo proprietario” di Vittorio Destro & Merlinho”

Intervista a Fabrizio Priano F.lli d’Italia, candidato alle Elezioni della Regione Piemonte

Intervista a Fabrizio Priano F.lli d’Italia, candidato alle Elezioni della Regione Piemonte

di Pier Carlo Lava

Alessandria, abbiamo incontrato Fabrizio Priano F.lli d’Italia, candidato alle Elezioni della Regione Piemonte per un intervista, nel video allegato le sue risposte alle seguenti domande:

F.lli d'Italia

Dopo una lunga militanza in Forza Italia e PDL hai aderito a F.lli d’Italia, ci spieghi i motivi di questa decisione?

Quali sono i punti salienti della politica di F.lli d’Italia?

Come valuti sinora l’azione di Governo Lega – M5S?

Come valuti sinora l’azione di Governo di Centro sinistra della Regione Piemonte?

Ti candidi per le Elezioni regionali del Piemonte, per quali motivi gli elettori dovrebbero votarti?

Come valuti l’azione dell’attuale Governo di Alessandria?

Quali sono le cose che tu avresti fatto per la città e quali che non avresti fatto?

video: https://youtu.be/W_qj6kzIynY

 

Fabrizio Priano aderisce a F.lli d’Italia e si candida alle elezioni regionali del Piemonte

Fabrizio Priano aderisce a F.lli d’Italia e si candida alle elezioni regionali del Piemonte

di Pier Carlo Lava

Fabrizio Priano è Presidente dell’Associazione Culturare LIBERA MENTE, Laboratorio di idee, un’associazione culturale apolitica e apartitica nata in Alessandria. L’Associazione persegue lo scopo di promuovere la diffusione della cultura e delle arti, specialmente nell’ambito della Città di Alessandria. A tal fine si propone di porsi come motore di incontro e di aggregazione nel nome di interessi culturali, assolvendo alla funzione sociale di maturazione e crescita umana e civile.

F.lli d'Italia

Alessandria: Dopo una lunga esperienza con Forza Italia e poi Pdl dove ha ricoperto vari incarichi politici ed Istituzionali a livello locale, Fabrizio Priano laurea in Consulenza del lavoro nel 2009 e Scienze della Politica nel 2011, aderisce a F.lli D’Italia.

Nella conferenza stampa odierna alla quale hanno partecipato Fabrizio Comba Presidente Regionale e Federico Riboldi Presidente provinciale e Fabrizio Priano, che si è tenuta presso la sede elettorale in via San Giacomo della Vittoria 23, Alessandria è stata inoltre annunciata la sua candidatura alle prossime elezioni regionali del Piemonte.

Biografia di Fabrizio Priano

CARICHE ELETTIVE E DI AMMINISTRATORE IN SOCIETA’ ED ASSOCIAZIONI RICOPERTE

Dal dicembre 1997 CONSIGLIERE COMUNALE DEL COMUNE DI ALESSANDRIA, con funzione di capogruppo del gruppo di appartenenza

Componente effettivo di tutte le Commissioni Consiliari Permanenti

Dal 1998 al 2002 componente del Consiglio Direttivo del Centro Sportivo Comunale “Barberis “ in rappresentanza del Consiglio Comunale

Dal dicembre 2001 al giugno 2007 Presidente della Commissione Consigliare del Comune di Alessandria Controllo di Gestione Continua a leggere “Fabrizio Priano aderisce a F.lli d’Italia e si candida alle elezioni regionali del Piemonte”

Lia Tommi legge un brano del romanzo “La violinista” di Piero Milanese

Lia Tommi legge un brano del romanzo “La violinista” di Piero Milanese

Alla biblioteca civica di Alessandria, nell’ambito degli incontri “Letture in biblioteca”, a cura dell’associazione LiberaMente è stato presentato il libro di Piero Milanese ” La violinista”, una storia d’amore e di guerra nella Val D’Ossola, hanno dialogato con l’autore il professor Pier Luigi Cavalchini e Fabrizio Priano, presidente dell’associazione stessa. Letture a cura di Lia Tommi e Cristina Saracano.

video: https://youtu.be/_O8dMwtpeT8

La violinista di Piero Milanese copia

Trama del libro “La Violinista”

“La violinista”

Conclusa la trilogia sugli anni ‘60’70, l’autore prosegue la riflessione sul Novecento spostando l’attenzione su uno dei periodi più drammatici del nostro recente passato, la Guerra di Liberazione o Resistenza, da lui ritenuto evento formativo fondamentale, pur se non direttamente vissuto, per quelli della sua generazione.

L’esperienza delle Repubbliche Partigiane sorte nell’Italia del Nord durante l’estateautunno del 1944, da cui il libro trae spunto, suscitò speranze (e illusioni) per una fine del conflitto ritenuta prossima tanto dai combattenti delle montagne quanto dalla popolazione stremata da quattro lunghi anni di guerra.
Continua a leggere “Lia Tommi legge un brano del romanzo “La violinista” di Piero Milanese”

Cristina Saracano legge un brano del romanzo “La violinista” di Piero Milanese

Cristina Saracano legge un brano del romanzo “La violinista” di Piero Milanese

Alla biblioteca civica di Alessandria, nell’ambito degli incontri “Letture in biblioteca”, a cura dell’associazione LiberaMente è stato presentato il libro di Piero Milanese ” La violinista”, una storia d’amore e di guerra nella Val D’Ossola, hanno dialogato con l’autore il professor Pier Luigi Cavalchini e Fabrizio Priano, presidente dell’associazione stessa. Letture a cura di Lia Tommi e Cristina Saracano.

video: https://youtu.be/P-J-dnw7OcA

La violinista di Piero Milanese copia

Trama del libro “La Violinista”

“La violinista”

Conclusa la trilogia sugli anni ‘60’70, l’autore prosegue la riflessione sul Novecento spostando l’attenzione su uno dei periodi più drammatici del nostro recente passato, la Guerra di Liberazione o Resistenza, da lui ritenuto evento formativo fondamentale, pur se non direttamente vissuto, per quelli della sua generazione.

L’esperienza delle Repubbliche Partigiane sorte nell’Italia del Nord durante l’estateautunno del 1944, da cui il libro trae spunto, suscitò speranze (e illusioni) per una fine del conflitto ritenuta prossima tanto dai combattenti delle montagne quanto dalla popolazione stremata da quattro lunghi anni di guerra.
Continua a leggere “Cristina Saracano legge un brano del romanzo “La violinista” di Piero Milanese”

Piero Milanese presenta il suo romanzo: La violinista

Piero Milanese presenta il suo romanzo: La violinista

Alla biblioteca civica di Alessandria, nell’ambito degli incontri “Letture in biblioteca”, a cura dell’associazione LiberaMente è stato presentato il libro di Piero Milanese ” La violinista”, una storia d’amore e di guerra nella Val D’Ossola, hanno dialogato con l’autore il professor Pier Luigi Cavalchini e Fabrizio Priano, presidente dell’associazione stessa. Letture a cura di Lia Tommi e Cristina Saracano.

video: https://youtu.be/J4MAJ6HZKm8

La violinista di Piero Milanese copia

Trama del libro “La Violinista”

“La violinista”

Conclusa la trilogia sugli anni ‘60’70, l’autore prosegue la riflessione sul Novecento spostando l’attenzione su uno dei periodi più drammatici del nostro recente passato, la Guerra di Liberazione o Resistenza, da lui ritenuto evento formativo fondamentale, pur se non direttamente vissuto, per quelli della sua generazione.
Continua a leggere “Piero Milanese presenta il suo romanzo: La violinista”

Lo scrittore Piero Milanese, autore de “La violinista”, si presenta ai lettori di Alessandria today

Lo scrittore Piero Milanese, autore de “La violinista”, si presenta ai lettori di Alessandria today

di Pier Carlo lava

Alessandria today è lieta di presentare ai propri lettori la biografia dello scrittore alessandrino Piero Milanese.

Piero Milanese copia 2

Biografia di Piero MILANESE

Piero Milanese nasce ad Alessandria nel 1947. Lavora come tecnico elettronico in aziende del Gruppo FIAT su sistemi di automazione varia e componentistica per auto.

Da sempre appassionato di letteratura, nel 1975 pubblica il romanzo «Il posto alla FIAT». Nel 1998 pubblica la raccolta di poesie dialettali «El cór an Piasa» (Il cuore in Piazza) cui seguono i premi letterari «Cesare Pavese» al Grinzane Cavour nel 2000, e due «Guido Gozzano» a Terzo d’Acqui nel 2001 e nel 2016, per altre sue raccolte inedite di versi.

Nel 2012 collabora con l’Istituto per la Storia della Resistenza di Alessandria alla stesura dell’antologia «El lén-ni an Tani» (Le lune in Tanaro) del poeta Giovanni Rapetti.

Altri suoi saggi sull’opera di questo poeta compaiono ne «Il canto di Orfeo» (Atti del convegno internazionale di Rocca Grimalda, 2012), e nel volume «Fame e abbondanza» (2017) patrocinato dall’IRCrES-CNR e dalla CRT.
Continua a leggere “Lo scrittore Piero Milanese, autore de “La violinista”, si presenta ai lettori di Alessandria today”

Pierluigi Cavalchini presenta “La violinista”, il libro di Piero Milanese

Pierluigi Cavalchini presenta “La violinista”, il libro di Piero Milanese

Alla biblioteca civica di Alessandria, nell’ambito degli incontri “Letture in biblioteca”, a cura dell’associazione LiberaMente è stato presentato il libro di Piero Milanese ” La violinista”, una storia d’amore e di guerra nella Val D’Ossola, hanno dialogato con l’autore il professor Pier Luigi Cavalchini e Fabrizio Priano, presidente dell’associazione stessa. Letture a cura di Lia Tommi e Cristina Saracano.

video: https://www.youtube.com/watch?v=8fQgXSyw2NU

Trama del libro “La Violinista”

“La violinista”

Conclusa la trilogia sugli anni ‘60’70, l’autore prosegue la riflessione sul Novecento spostando l’attenzione su uno dei periodi più drammatici del nostro recente passato, la Guerra di Liberazione o Resistenza, da lui ritenuto evento formativo fondamentale, pur se non direttamente vissuto, per quelli della sua generazione.

L’esperienza delle Repubbliche Partigiane sorte nell’Italia del Nord durante l’estateautunno del 1944, da cui il libro trae spunto, suscitò speranze (e illusioni) per una fine del conflitto ritenuta prossima tanto dai combattenti delle montagne quanto dalla popolazione stremata da quattro lunghi anni di guerra.
Continua a leggere “Pierluigi Cavalchini presenta “La violinista”, il libro di Piero Milanese”

Trama del libro “La Violinista”, di Piero Milanese

Trama del libro “La Violinista”, di Piero Milanese

“La violinista”

Conclusa la trilogia sugli anni ‘60’70, l’autore prosegue la riflessione sul Novecento spostando l’attenzione su uno dei periodi più drammatici del nostro recente passato, la Guerra di Liberazione o Resistenza, da lui ritenuto evento formativo fondamentale, pur se non direttamente vissuto, per quelli della sua generazione.

La violinista di Piero Milanese copia

L’esperienza delle Repubbliche Partigiane sorte nell’Italia del Nord durante l’estateautunno del 1944, da cui il libro trae spunto, suscitò speranze (e illusioni) per una fine del conflitto ritenuta prossima tanto dai combattenti delle montagne quanto dalla popolazione stremata da quattro lunghi anni di guerra.

Piero Milanese copia 2.jpg

L’autore Piero Milanese

Nell’Ossola appena liberata, Nevio, un partigiano ferito, viene lasciato dai compagni alle cure delle suore di un piccolo borgo sui monti dell’alto Verbano. Alle religiose e al medico del paese, il ragazzo racconta le proprie vicissitudini di combattente. A loro confida inoltre la pena dovuta al mancato incontro con Orsola, una musicista cannobiese di cui è innamorato, non più rivista dall’estate ’43 a seguito dei tragici fatti avvenuti in quei mesi (caduta di Mussolini e armistizio dell’8 settembre). Sullo sfondo delle gloriose giornate della Repubblica Partigiana dell’Ossola, Nevio potrà poi ritrovare la ragazza, e rivivere con lei il tenero rapporto di due adolescenti maturati in fretta grazie alle terribili esperienze della guerra.
Continua a leggere “Trama del libro “La Violinista”, di Piero Milanese”