Mostra “Forme Erranti” di Albina Dealessi

Mostra “Forme Erranti” di Albina Dealessi

Mostra Albina De Alessi

Alessandria lunedì 6 maggio 2019 alle ore 18.00 al Caffè Alessandrino in Piazza Garibaldi 39, mostra Forme Erranti di Albina De Alessi, organizzata dall’Associazione Culturale Libera Mente-Laboratorio di Idee, di Fabrizio Priano.

Cristina Saracano legge “L’Estate non perdona” di Flavio Santi (video 1° parte)

Cristina Saracano legge “L’Estate non perdona” di Flavio Santi

video 1° parte di Pier Carlo Lava

Flavio SANTI, scrittore, poeta e traduttore alessandrino di origine friulana, presenta il suo ultimo lavoro, il suo secondo romanzo giallo che ritrova come protagonista Drago Furlan.

L'estate non perdona

Attraverso le indagini dell’ispettore friulano, l’Autore racconta un territorio, il Friuli, la terra di origine tanto amata in tutta la sua bellezza, in bilico tra modernità e tradizione”.

Fabrizio Priano.jpg

Alessandria: Fabrizio Priano Presidente dell’Associazione Culturale Libera Mente-Laboratorio di Idee presenta il progetto “Letture in Biblioteca” con il quale si intende promuovere la lettura di libri semplificandone la comprensione attraverso l’incontro con i relativi Autori nel luogo maggiormente deputato alla lettura : la Biblioteca Civica “Francesca Calvo” di Alessandria.
Gli incontri calendarizzati per l’anno 2019 vedranno susseguirsi di diversi Autori i quali presenteranno i propri libri , ciascuno con argomenti di genere diverso.

Fabrizio PRIANO commenta “Flavio SANTI, scrittore, poeta e traduttore alessandrino di origine friulana, presenta il suo ultimo lavoro, il suo secondo romanzo giallo che ritrova come protagonista Drago Furlan. Attraverso le indagini dell’ispettore friulano, l’Autore racconta un territorio, il Friuli, la terra di origine tanto amata in tutta la sua bellezza, in bilico tra modernità e tradizione”.

Flavio Santi.jpg

Flavio SANTI
Di origine friulana (di Colloredo di Monte Albano), il cognome originario era Sant: la “i” è stata aggiunta sotto il fascismo per italianizzarlo. Benché vincitore del concorso di ammissione alla Classe di Lettere e Filosofia della Scuola normale superiore di Pisa, ha preferito studiare presso l’Almo Collegio Borromeo di Pavia, dove si è laureato in Filologia Medievale e Umanistica con una tesi sul giurista umanista Giasone del Maino (di cui oggi si può leggere la voce Treccani da lui redatta), e ha poi conseguito il dottorato in Filologia moderna con una tesi dal titolo “Figurando il Paradiso”: metafora religiosa e vita materiale nella letteratura italiana dalle origini fino a Dante. Ha studiato anche a Ginevra sotto la guida di Guglielmo Gorni.

https://alessandria.today/2019/04/15/letture-in-bibiloteca-di-cristina-saracano/

video: https://youtu.be/NbgG_I88raQ

“L’ Educazione del cane e del suo proprietario” di Vittorio Destro & Merlinho

“L’ Educazione del cane e del suo proprietario” di Vittorio Destro & Merlinho

Venerdì 5 aprile 2019 alle ore 18,00 presso il Salone dell’ex Taglieria del Pelo in via Riccardo Wagner, 38 in Alessandria si è tenuta la presentazione del libro dal titolo “L’educazione del cane e del suo proprietario” di Alexa CAPRA e Daniele ROBOTTI

Moderatore Fabrizio PRIANO Presidente dell’Associazione Culturale Libera Mente-Laboratorio di Idee

“Il libro proposto da Alexa CAPRA e Daniele ROBOTTI è particolarmente interessante e sicuramente utile per tutte quelle persone che vogliano approcciare con amore ed intelligenza i propri amici a quattro zampe”.

56615146_2699290683446515_6363875715615555584_o56551690_2699289763446607_931742521497747456_o56679329_2699289806779936_1486518263096541184_o

“L’EDUCAZIONE DEL CANE E DEL SUO PROPRIETARIO”
Editore: Edagricole
L’edizione, Novembre 2018
Autori: Capra Alexa e Robotti Daniele
ISBN 978-88-506-5563-2
Formato19,5 x 26
Confezione brossura
Pagine 296

Cosa vuol dire educazione?
Se per noi ‘umani’ questa parola ha ormai assunto molti significati diversi, per i nostri cani significa ancora oggi sottostare a comportamenti di rigido controllo sociale, pena il rifiuto o la punizione. Pochi però sono veramente in grado di interpretare il comportamento del proprio cane o le sue sensazioni, pochi sono in grado di comunicare con lui e, come spesso accade, la mancanza di comprensione genera disagio, stress e nei casi più gravi comportamenti aggressivi.

Educare un cane significa infatti capire il suo comportamento e la sua personalità, gestirlo nel modo corretto e dargli gli strumenti per vivere con noi senza subire o causare conflitti partendo dalla consapevolezza che è un individuo da conoscere, rispettare e da amare anche quando constatiamo che è impegnativo, faticoso e difficile. Continua a leggere ““L’ Educazione del cane e del suo proprietario” di Vittorio Destro & Merlinho”

Intervista a Fabrizio Priano F.lli d’Italia, candidato alle Elezioni della Regione Piemonte

Intervista a Fabrizio Priano F.lli d’Italia, candidato alle Elezioni della Regione Piemonte

di Pier Carlo Lava

Alessandria, abbiamo incontrato Fabrizio Priano F.lli d’Italia, candidato alle Elezioni della Regione Piemonte per un intervista, nel video allegato le sue risposte alle seguenti domande:

F.lli d'Italia

Dopo una lunga militanza in Forza Italia e PDL hai aderito a F.lli d’Italia, ci spieghi i motivi di questa decisione?

Quali sono i punti salienti della politica di F.lli d’Italia?

Come valuti sinora l’azione di Governo Lega – M5S?

Come valuti sinora l’azione di Governo di Centro sinistra della Regione Piemonte?

Ti candidi per le Elezioni regionali del Piemonte, per quali motivi gli elettori dovrebbero votarti?

Come valuti l’azione dell’attuale Governo di Alessandria?

Quali sono le cose che tu avresti fatto per la città e quali che non avresti fatto?

video: https://youtu.be/W_qj6kzIynY

 

Fabrizio Priano aderisce a F.lli d’Italia e si candida alle elezioni regionali del Piemonte

Fabrizio Priano aderisce a F.lli d’Italia e si candida alle elezioni regionali del Piemonte

di Pier Carlo Lava

Fabrizio Priano è Presidente dell’Associazione Culturare LIBERA MENTE, Laboratorio di idee, un’associazione culturale apolitica e apartitica nata in Alessandria. L’Associazione persegue lo scopo di promuovere la diffusione della cultura e delle arti, specialmente nell’ambito della Città di Alessandria. A tal fine si propone di porsi come motore di incontro e di aggregazione nel nome di interessi culturali, assolvendo alla funzione sociale di maturazione e crescita umana e civile.

F.lli d'Italia

Alessandria: Dopo una lunga esperienza con Forza Italia e poi Pdl dove ha ricoperto vari incarichi politici ed Istituzionali a livello locale, Fabrizio Priano laurea in Consulenza del lavoro nel 2009 e Scienze della Politica nel 2011, aderisce a F.lli D’Italia.

Nella conferenza stampa odierna alla quale hanno partecipato Fabrizio Comba Presidente Regionale e Federico Riboldi Presidente provinciale e Fabrizio Priano, che si è tenuta presso la sede elettorale in via San Giacomo della Vittoria 23, Alessandria è stata inoltre annunciata la sua candidatura alle prossime elezioni regionali del Piemonte.

Biografia di Fabrizio Priano

CARICHE ELETTIVE E DI AMMINISTRATORE IN SOCIETA’ ED ASSOCIAZIONI RICOPERTE

Dal dicembre 1997 CONSIGLIERE COMUNALE DEL COMUNE DI ALESSANDRIA, con funzione di capogruppo del gruppo di appartenenza

Componente effettivo di tutte le Commissioni Consiliari Permanenti

Dal 1998 al 2002 componente del Consiglio Direttivo del Centro Sportivo Comunale “Barberis “ in rappresentanza del Consiglio Comunale

Dal dicembre 2001 al giugno 2007 Presidente della Commissione Consigliare del Comune di Alessandria Controllo di Gestione Continua a leggere “Fabrizio Priano aderisce a F.lli d’Italia e si candida alle elezioni regionali del Piemonte”

Lia Tommi legge un brano del romanzo “La violinista” di Piero Milanese

Lia Tommi legge un brano del romanzo “La violinista” di Piero Milanese

Alla biblioteca civica di Alessandria, nell’ambito degli incontri “Letture in biblioteca”, a cura dell’associazione LiberaMente è stato presentato il libro di Piero Milanese ” La violinista”, una storia d’amore e di guerra nella Val D’Ossola, hanno dialogato con l’autore il professor Pier Luigi Cavalchini e Fabrizio Priano, presidente dell’associazione stessa. Letture a cura di Lia Tommi e Cristina Saracano.

video: https://youtu.be/_O8dMwtpeT8

La violinista di Piero Milanese copia

Trama del libro “La Violinista”

“La violinista”

Conclusa la trilogia sugli anni ‘60’70, l’autore prosegue la riflessione sul Novecento spostando l’attenzione su uno dei periodi più drammatici del nostro recente passato, la Guerra di Liberazione o Resistenza, da lui ritenuto evento formativo fondamentale, pur se non direttamente vissuto, per quelli della sua generazione.

L’esperienza delle Repubbliche Partigiane sorte nell’Italia del Nord durante l’estateautunno del 1944, da cui il libro trae spunto, suscitò speranze (e illusioni) per una fine del conflitto ritenuta prossima tanto dai combattenti delle montagne quanto dalla popolazione stremata da quattro lunghi anni di guerra.
Continua a leggere “Lia Tommi legge un brano del romanzo “La violinista” di Piero Milanese”

Cristina Saracano legge un brano del romanzo “La violinista” di Piero Milanese

Cristina Saracano legge un brano del romanzo “La violinista” di Piero Milanese

Alla biblioteca civica di Alessandria, nell’ambito degli incontri “Letture in biblioteca”, a cura dell’associazione LiberaMente è stato presentato il libro di Piero Milanese ” La violinista”, una storia d’amore e di guerra nella Val D’Ossola, hanno dialogato con l’autore il professor Pier Luigi Cavalchini e Fabrizio Priano, presidente dell’associazione stessa. Letture a cura di Lia Tommi e Cristina Saracano.

video: https://youtu.be/P-J-dnw7OcA

La violinista di Piero Milanese copia

Trama del libro “La Violinista”

“La violinista”

Conclusa la trilogia sugli anni ‘60’70, l’autore prosegue la riflessione sul Novecento spostando l’attenzione su uno dei periodi più drammatici del nostro recente passato, la Guerra di Liberazione o Resistenza, da lui ritenuto evento formativo fondamentale, pur se non direttamente vissuto, per quelli della sua generazione.

L’esperienza delle Repubbliche Partigiane sorte nell’Italia del Nord durante l’estateautunno del 1944, da cui il libro trae spunto, suscitò speranze (e illusioni) per una fine del conflitto ritenuta prossima tanto dai combattenti delle montagne quanto dalla popolazione stremata da quattro lunghi anni di guerra.
Continua a leggere “Cristina Saracano legge un brano del romanzo “La violinista” di Piero Milanese”

Piero Milanese presenta il suo romanzo: La violinista

Piero Milanese presenta il suo romanzo: La violinista

Alla biblioteca civica di Alessandria, nell’ambito degli incontri “Letture in biblioteca”, a cura dell’associazione LiberaMente è stato presentato il libro di Piero Milanese ” La violinista”, una storia d’amore e di guerra nella Val D’Ossola, hanno dialogato con l’autore il professor Pier Luigi Cavalchini e Fabrizio Priano, presidente dell’associazione stessa. Letture a cura di Lia Tommi e Cristina Saracano.

video: https://youtu.be/J4MAJ6HZKm8

La violinista di Piero Milanese copia

Trama del libro “La Violinista”

“La violinista”

Conclusa la trilogia sugli anni ‘60’70, l’autore prosegue la riflessione sul Novecento spostando l’attenzione su uno dei periodi più drammatici del nostro recente passato, la Guerra di Liberazione o Resistenza, da lui ritenuto evento formativo fondamentale, pur se non direttamente vissuto, per quelli della sua generazione.
Continua a leggere “Piero Milanese presenta il suo romanzo: La violinista”

Lo scrittore Piero Milanese, autore de “La violinista”, si presenta ai lettori di Alessandria today

Lo scrittore Piero Milanese, autore de “La violinista”, si presenta ai lettori di Alessandria today

di Pier Carlo lava

Alessandria today è lieta di presentare ai propri lettori la biografia dello scrittore alessandrino Piero Milanese.

Piero Milanese copia 2

Biografia di Piero MILANESE

Piero Milanese nasce ad Alessandria nel 1947. Lavora come tecnico elettronico in aziende del Gruppo FIAT su sistemi di automazione varia e componentistica per auto.

Da sempre appassionato di letteratura, nel 1975 pubblica il romanzo «Il posto alla FIAT». Nel 1998 pubblica la raccolta di poesie dialettali «El cór an Piasa» (Il cuore in Piazza) cui seguono i premi letterari «Cesare Pavese» al Grinzane Cavour nel 2000, e due «Guido Gozzano» a Terzo d’Acqui nel 2001 e nel 2016, per altre sue raccolte inedite di versi.

Nel 2012 collabora con l’Istituto per la Storia della Resistenza di Alessandria alla stesura dell’antologia «El lén-ni an Tani» (Le lune in Tanaro) del poeta Giovanni Rapetti.

Altri suoi saggi sull’opera di questo poeta compaiono ne «Il canto di Orfeo» (Atti del convegno internazionale di Rocca Grimalda, 2012), e nel volume «Fame e abbondanza» (2017) patrocinato dall’IRCrES-CNR e dalla CRT.
Continua a leggere “Lo scrittore Piero Milanese, autore de “La violinista”, si presenta ai lettori di Alessandria today”

Pierluigi Cavalchini presenta “La violinista”, il libro di Piero Milanese

Pierluigi Cavalchini presenta “La violinista”, il libro di Piero Milanese

Alla biblioteca civica di Alessandria, nell’ambito degli incontri “Letture in biblioteca”, a cura dell’associazione LiberaMente è stato presentato il libro di Piero Milanese ” La violinista”, una storia d’amore e di guerra nella Val D’Ossola, hanno dialogato con l’autore il professor Pier Luigi Cavalchini e Fabrizio Priano, presidente dell’associazione stessa. Letture a cura di Lia Tommi e Cristina Saracano.

video: https://www.youtube.com/watch?v=8fQgXSyw2NU

Trama del libro “La Violinista”

“La violinista”

Conclusa la trilogia sugli anni ‘60’70, l’autore prosegue la riflessione sul Novecento spostando l’attenzione su uno dei periodi più drammatici del nostro recente passato, la Guerra di Liberazione o Resistenza, da lui ritenuto evento formativo fondamentale, pur se non direttamente vissuto, per quelli della sua generazione.

L’esperienza delle Repubbliche Partigiane sorte nell’Italia del Nord durante l’estateautunno del 1944, da cui il libro trae spunto, suscitò speranze (e illusioni) per una fine del conflitto ritenuta prossima tanto dai combattenti delle montagne quanto dalla popolazione stremata da quattro lunghi anni di guerra.
Continua a leggere “Pierluigi Cavalchini presenta “La violinista”, il libro di Piero Milanese”

Trama del libro “La Violinista”, di Piero Milanese

Trama del libro “La Violinista”, di Piero Milanese

“La violinista”

Conclusa la trilogia sugli anni ‘60’70, l’autore prosegue la riflessione sul Novecento spostando l’attenzione su uno dei periodi più drammatici del nostro recente passato, la Guerra di Liberazione o Resistenza, da lui ritenuto evento formativo fondamentale, pur se non direttamente vissuto, per quelli della sua generazione.

La violinista di Piero Milanese copia

L’esperienza delle Repubbliche Partigiane sorte nell’Italia del Nord durante l’estateautunno del 1944, da cui il libro trae spunto, suscitò speranze (e illusioni) per una fine del conflitto ritenuta prossima tanto dai combattenti delle montagne quanto dalla popolazione stremata da quattro lunghi anni di guerra.

Piero Milanese copia 2.jpg

L’autore Piero Milanese

Nell’Ossola appena liberata, Nevio, un partigiano ferito, viene lasciato dai compagni alle cure delle suore di un piccolo borgo sui monti dell’alto Verbano. Alle religiose e al medico del paese, il ragazzo racconta le proprie vicissitudini di combattente. A loro confida inoltre la pena dovuta al mancato incontro con Orsola, una musicista cannobiese di cui è innamorato, non più rivista dall’estate ’43 a seguito dei tragici fatti avvenuti in quei mesi (caduta di Mussolini e armistizio dell’8 settembre). Sullo sfondo delle gloriose giornate della Repubblica Partigiana dell’Ossola, Nevio potrà poi ritrovare la ragazza, e rivivere con lei il tenero rapporto di due adolescenti maturati in fretta grazie alle terribili esperienze della guerra.
Continua a leggere “Trama del libro “La Violinista”, di Piero Milanese”

Oggi presentazione del libro “La violinista” di Piero Milanese, di Lia Tommi

PROGETTO “LETTURE IN BIBLIOTECA”

Alessandria: Fabrizio Priano Presidente dell’Associazione Culturale Libera Mente-Laboratorio di Idee presenta il progetto “Letture in Biblioteca” con il quale si intende promuovere la lettura di libri semplificandone la comprensione attraverso l’incontro con i relativi Autori nel luogo maggiormente deputato alla lettura : la Biblioteca Civica “Francesca Calvo” di Alessandria.

Gli incontri calendarizzati per l’anno 2019 vedranno susseguirsi di diversi Autori i quali presenteranno i propri libri , ciascuno con argomenti di genere diverso.

Giovedì 28 marzo 2019 alle ore 17,00 nuovo appuntamento del progetto “Letture in Biblioteca “ con un libro ambientato nel periodo della seconda guerra mondiale scritto da Piero MILANESE dal titolo “La Violinista”.
presso la Sala Bobbio della Biblioteca Civica “Francesca Calvo” di Alessandria in piazza Vittorio Veneto, 1.
Fabrizio PRIANO commenta “ È la terza conferenza organizzata per parlare della storia del “Secolo Breve” così come è stato definito il XX secolo dallo storico inglese Eric Hobsbawm. Piero Milanese racconta una storia d’amore in un momento difficile dove I sentimenti di passione e di desiderio vengono esasperati dalla paura e dalla morte”
Interviene il Prof. Pier Luigi Cavalchini
Letture di Lia Tommi e Cristina Saracano.
Di seguito breve biografia dello Scrittore, trama e copertina del libro presentato.

Trama del libro “La Violinista”
Biografia di Piero MILANESE

“La violinista”

Conclusa la trilogia sugli anni ‘60’70, l’autore prosegue la riflessione sul Novecento spostando l’attenzione su uno dei periodi più drammatici del nostro recente passato, la Guerra di Liberazione o Resistenza, da lui ritenuto evento formativo fondamentale, pur se non direttamente vissuto, per quelli della sua generazione.
L’esperienza delle Repubbliche Partigiane sorte nell’Italia del Nord durante l’estateautunno del 1944, da cui il libro trae spunto, suscitò speranze (e illusioni) per una fine del conflitto ritenuta prossima tanto dai combattenti delle montagne quanto dalla popolazione stremata da quattro lunghi anni di guerra.
Nell’Ossola appena liberata, Nevio, un partigiano ferito, viene lasciato dai compagni alle cure delle suore di un piccolo borgo sui monti dell’alto Verbano. Alle religiose e al medico del paese, il ragazzo racconta le proprie vicissitudini di combattente. A loro confida inoltre la pena dovuta al mancato incontro con Orsola, una musicista cannobiese di cui è innamorato, non più rivista dall’estate ’43 a seguito dei tragici fatti avvenuti in quei mesi (caduta di Mussolini e armistizio dell’8 settembre). Sullo sfondo delle gloriose giornate della Repubblica Partigiana dell’Ossola, Nevio potrà poi ritrovare la ragazza, e rivivere con lei il tenero rapporto di due adolescenti maturati in fretta grazie alle terribili esperienze della guerra.
Nel romanzo scritto in sintonia con avvenimenti storici realmente accaduti, i personaggi della trama hanno perciò modo di rapportarsi e interagire anche con i reali protagonisti di quelle vicende. Continua a leggere “Oggi presentazione del libro “La violinista” di Piero Milanese, di Lia Tommi”

“Storia del Costume e della Moda”di Todarello in Biblioteca, di Lia Tommi

Alessandria: PROGETTO “LETTURE IN BIBLIOTECA”

Alessandria: Fabrizio PRIANO Presidente dell’Associazione Culturale Libera Mente Laboratorio di Idee presenta il progetto “Letture in Biblioteca” con il quale si intende promuovere la lettura di libri semplificandone la comprensione attraverso l’incontro con i relativi Autori nel luogo maggiormente deputato alla lettura : la Biblioteca Civica “Francesca Calvo” di Alessandria.
Gli incontri calendarizzati per l’anno 2019 hanno visto nei primi due mesi la presentazione di libri di quattro Autori, ciascuno con argomenti di genere diverso.

Giovedì 28 febbraio 2019 alle ore 17,00 quarto appuntamento della prima edizione del Progetto “Letture in Biblioteca “ con lo scrittore e regista Nazzareno Luigi TODARELLO ed il suo libro dal titolo “Storia del Costume e della Moda : la moda in Occidente dagli Egizi al 2018 ” presso la Sala Bobbio della Biblioteca Civica “Francesca Calvo” di Alessandria in piazza Vittorio Veneto, 1.

Fabrizio PRIANO commenta “Nazzareno Luigi TODARELLO, drammaturgo, regista e fotografo di scena ha diretto numerosi spettacoli e pubblicato vari libri tra I quali quello che presentiamo che vuole ripercorrere la storia del Costume e della Moda in Occidente dagli Egizi ad oggi”
Di seguito breve biografia dello Scrittore, abstract e copertina del libro presentato.

Nazzareno Luigi TODARELLO

Laureato all’università di Torino con una tesi sul periodo neoclassico di Igor Stravinski, Nazzareno Luigi Todarello si occupa di musica, studiando composizione con Gilberto Bosco, e di teatro, ambito nel quale conduce diverse esperienze, anche con il “Living Theatre” di Julian Beck e con il “Laboratorio di Wroclav” di Jerzy Grotowski.
Dopo le prime prove come aiuto regista con Ennio Dollfus, inizia l’attività teatrale professionale nel 1982 al Laboratorio Lirico Sperimentale di Alessandria con Filippo Crivelli (“Giovanna d’Arco” di Verdi) e al Teatro Stabile di Torino con Mario Missiroli (“La mandragola” di Machiavelli). Nello stesso anno realizza uno spettacolo sui simbolisti francesi “Enferou ciel… qu’importe” per il Cantiere Internazionale d’Arte di Montepulciano fondato e diretto da Hans WernerHenze.
È regista e drammaturgo per 10 anni al Teatro Comunale di Alessandria, per il quale compone i testi di sei commedie musicali per bambini. Ne cura anche la messa in scena come regista. Uno di questi spettacoli, “Cappuccetto Rosso e il Lupo”, totalizza più di diecimila spettatori paganti in cinque diverse stagioni. Nello stesso periodo dirige nello stesso teatro l’allestimento di altri spettacoli, tra cui “L’amore di don Perlimplino con Belisa nel suo giardino” di Garçia Lorca, con musiche originali di Sergio Liberovici; Continua a leggere ““Storia del Costume e della Moda”di Todarello in Biblioteca, di Lia Tommi”

Costruire tra sogno e realtà, di Cristina Saracano

Sabato 19 gennaio alle 17,30, presso il Caffè Alessandrino di Piazza Garibaldi 39 Alessandria,

L’Associazione Culturale LiberaMente, presieduta da Fabrizio Priano, organizza “Costruire tra sogno e realtà”, mostra di Giuliano Saba.

Giuliano Saba nasce in Sardegna nel 1949, ma a vent’anni lascia la sua isola per lavorare in Piemonte. Attualmente risiede a San Giuliano Nuovo (Al).

Da sette anni è artista per hobby.

La maggior parte delle sue sculture, in acciaio e ottone, simboleggiano l’amore, la distanza e la nostalgia. Da circa un anno si esprime anche su tela con i colori acrilici.

Nel 2014 ha esposto a Gonnosfanandiga, suo paese natio e alla Floreale di Alessandria.

Nel 2015 è alla prima biennale d’Arte di Alessandria.

Una sua scultura è stata ospitata a Milano nel corso dell’evento “Dal design all’arte”.

Nel maggio del 2018 ha partecipato con una sua opera alla cinquantasettesima Biennale d’arte di Venezia.

Sempre attento alle problematiche sociali, non esita a partecipare ad aste benefiche dove offre le sue pitture e sculture per una buona causa.

Ricordo di Coppi uomo con un libro e una mostra ad Alessandria, di Lia Tommi

Oggi pomeriggio evento eccezionale ad Alessandria, alla Casa di Riposo ” Basile” di via Tortona, organizzato dall’Associazione Libera MenteLaboratorio di Idee.

Il primo della serie di eventi che , nel 2019, caratterizzeranno le celebrazioni per il centenario della nascita di Coppi, in una Alessandria che si definisce Città delle Biciclette e quindi vicina e appassionata al ciclismo e a questo ciclista mitico, che nel nostro territorio ha le sue radici.

Un grande campione, noto per i suoi successi a livello internazionale, anzi, un CAMPIONISSIMO, di cui andiamo a ragione molto orgogliosi, come ha sottolineato il Presidente Fabrizio Priano, moderatore dell’incontro.

Ma oggi pomeriggio abbiamo, oltre che potuto vedere le sue biciclette storiche e una pregevole mostra fotografica, sviscerato la figura di Coppi come uomo, marito, padre, attraverso i diari di Bruna Coppi, sua moglie per tutta la vita e quindi conoscere le sue fragilità, le sue debolezze, oltre che la sua smisurata forza e abilità di sportivo di successo. Questi diari, raccolti dall’ amico Franco Rota e pubblicati con grande sensibilità dalla figlia Luciana Rota, ci mostrano il suo mondo affettivo, la paura per la sua incolumità, la sua figura di padre e tante altre sfumature , compresa la fase della malattia.

In modo semplice e senza fronzoli, l’autrice e i relatori Roberto Livraghi e Mimma Calligaris ci hanno fatto entrare in una sfera che è sempre delicata, con tono sotto certi aspetti amichevole.

Sono soddisfatta per aver dato il mio contributo a questo evento con la lettura di due brani molto accorati, tratti da questo libro: ” La mia vita con Fausto “, in cui mi sono immedesimata in Bruna, con il suo grande amore, le sue paure,la sua discrezione, la sua tenerezza di moglie di un uomo non comune .