Matrisciano M5S: La pdl di Fornaro su Pernigotti è un pannicello caldo

Matrisciano M5S: La pdl di Fornaro su Pernigotti è un pannicello caldo

“La proposta di legge di Fornaro, oltre a presentare profili di incostituzionalità, è un pannicello caldo. Infatti prevedere la semplice decadenza del marchio in caso di spostamento della produzione non basta. Serve dell’altro.

Susy Matrisciano

La proposta su cui sta lavorando il Ministro Di Maio al MiSE è più completa e risponde a due necessità: quella di prevedere una eventuale procedura di salvaguardia del marchio nel caso in cui l’azienda entri in crisi e – soprattutto – fare in modo che la capacità dell’azienda stessa di essere ricollocata sul mercato resti inalterata.

Non servono iter veloci delle pdl per piantare delle bandierine, al contrario occorrono provvedimenti fatti bene che risolvano i problemi alla radice”.

Susy Matrisciano

Portavoce M5S al Senato della Repubblica

Capogruppo M5S 11ª Commissione permanente (Lavoro pubblico e privato, previdenza sociale)

Presentazione libro “Uccidete Guido Rossa” (Ovada, venerdì 1 marzo ore 21).

Presentazione libro “Uccidete Guido Rossa” (Ovada, venerdì 1 marzo ore 21).

unnamed.jpg

Nella ricorrenza del 40° anniversario dell’uccisione di Guido Rossa, uno dei simboli della lotta del sindacato e degli operai contro il terrorismo, la Soms di Ovada in collaborazione con l’Anpi di Genova e Ovada organizza la presentazione del libro “Uccidete Guido Rossa. Vita e morte dell’uomo che si oppose alle Br e cambiò il futuro dell’Italia” edito da Castelvecchi.

Dialogheranno con Donatella Alfonso, autrice con Massimo Razzi del saggio, il Presidente dell’Anpi di Genova, Massimo Bisca e l’on.Federico Fornaro, segretario della Commissione Moro della XVII legislatura.

La presentazione si svolgerà ad Ovada venerdì 1 marzo nel salone della Soms in via Piave 30.

Tutela marchi storici. Fornaro (LeU): la legge deve andare avanti

Tutela marchi storici. Fornaro (LeU): la legge deve andare avanti

“ Nei giorni scorsi il gruppo alla Camera del Movimento 5 Stelle ha negato il suo assenso alla procedura velocizzata per l’approvazione direttamente in Commissione Attività Produttive della legge sulla tutela dei marchi storici con la motivazione che il Governo sta definendo una sua proposta.

Federico Fornaro

La legge del Governo, purtroppo, però sta diventando come l’araba fenice: che ci sia ciascun lo dice dove sia nessun lo sa.

Nell’ultima riunione dell’ufficio di presidenza della Commissione, l’on. Pier Luigi Bersani ha richiesto che sia iniziato l’iter della nostra proposta, in abbinata, come prevedono i regolamenti, con quella depositata dal collega Riccardo Molinari della Lega.

Vedremo se il Movimento 5 Stelle si porrà di traverso anche a questa richiesta.

Infine, alle accuse che ci hanno rivolto esponenti piemontesi e novesi dei Cinque stelle di aver voluto speculare sulle difficoltà dei lavoratori della Pernigotti, noi rispondiamo come sempre con i fatti e l’impegno quotidiano nelle istituzioni.

Le lavoratrici e i lavoratori della Pernigotti conservano buona memoria su chi e che cosa hanno fatto o solo promesso istituzioni e politica.

Comunque ad oggi della legge annunciata dal vicepresidente Di Maio nessuna traccia: sempre più un’araba fenice perfetta per la propaganda”.

Lo scrive in una nota il capogruppo di Liberi e Uguali alla Camera, Federico Fornaro, primo firmatario della legge per la salvaguardia dei marchi storici.

Pernigotti: Fornaro (LeU), da proprieta’ turca comportamento ambiguo

Pernigotti: Fornaro (LeU), da proprieta’ turca comportamento ambiguo

(AGI) – Roma, 5 feb. – Un comportamento “ambiguo che non fa ben sperare per il futuro” quello fin qui tenuto dai proprietari turchi del marchio Pernigotti, per il capogruppo di Leu alla Camera, Federico Fornaro.

download

A generare dubbi nel deputato è soprattutto il fatto che “l’azienda turca non soltanto non si e’ mossa di un millimetro dalle sue posizioni di indisponibilita’ a vendere a un altro imprenditore e a tenersi il marchio Pernigotti, ma al tavolo di crisi al ministero del Lavoro ha confermato di aver dato un doppio mandato: alla

Sernet per la reindustralizzazione del sito produttivo di Novi Ligure e a un’altra societa’ specializzata, di trovare un acquirente per il ramo d’azienda della gelateria”, rileva Fornaro.

“Un comportamento a dir poco ambiguo che non fa sperare nulla di buono per il futuro. E’ giusto aver attivato gli armonizzatori sociali per attutire gli effetti della scelte della proprieta’ turca e limitare al massimo le ricadute negative per le lavoratrici e i lavoratori, protagonisti di una straordinaria lotta, a cui va tutta la nostra solidarieta’”. (AGI)

Pernigotti: Federico Fornaro (Leu), subito esame Camera pdl su marchi storici 

Pernigotti: Federico Fornaro (Leu), subito esame Camera pdl su marchi storici 

federico-fornaro

(AGI) – Roma, 30 gen. – “Abbiamo chiesto in conferenza dei capigruppo che venga calendarizzata subito in Aula a febbraio o che si discuta in sede legislativa in commissione Attività Produttive la proposta di legge sulla salvaguardia dei marchi storici. Si tratta di una proposta di un solo articolo e ho motivo di sperare in una risposta positiva nei prossimi giorni”..

Lo ha detto Federico Fornaro, capogruppo di Liberi e uguali alla Camera, al termine della conferenza dei capigruppo, ricordando l’importanza della proposta in quanto volta a tutelare e salvare marchi italiani storici come la Pernigotti.(AGI)

(AGV) Trasporti, Federico Fornaro (Leu): Inaccettabile cancellazione treni tra Liguria e Piemonte

(AGV) Trasporti, Federico Fornaro (Leu): Inaccettabile cancellazione treni tra Liguria e Piemonte

(IL VELINO) Roma, 30 Gen – “E’ inaccettabile che in previsione di una nevicata di pochi centimetri, assolutamente di carattere ordinario, il Gruppo FS abbia cancellato il trenta percento delle corse regionali sulle linee di collegamento tra Liguria e Piemonte.

federico-fornaro

Il Gruppo FS dovrebbe ricordarsi che gestisce un servizio pubblico che deve essere garantito sempre. Ho presentato una interrogazione urgente con il collega Nico Stumpo, componente della Commissione Trasporti, per chiedere al Ministero dei Trasporti di porre un argine a questi comportamenti lesivi dei diritti dei pendolari”. Lo afferma il capogruppo di Liberi e Uguali alla Camera, Federico Fornaro.

Trasporti. Federico Fornaro (LeU): Ferrovie dello Stato si dimentica di gestire un servizio pubblico

Trasporti. Federico Fornaro (LeU): Ferrovie dello Stato si dimentica di gestire un servizio pubblico

“ E’ inaccettabile che in previsione di una nevicata di pochi centimetri, assolutamente di carattere ordinario, il Gruppo FS abbia cancellato il trenta percento delle corse sulle linee di collegamento tra Liguria e Piemonte.

federico-fornaro

Ferrovie dello Stato deve ricordarsi che gestisce un servizio pubblico che deve essere garantito sempre in condizioni meteorologiche ordinarie per il territorio in cui si opera, in questo caso l’Appennino Ligure-Piemontese.

Abbiamo presentato una interrogazione urgente con il collega Nico Stumpo, componente della Commissione Trasporti, per chiedere al Ministero dei Trasporti di porre un argine a questi comportamenti lesivi dei diritti dei pendolari”

Lo scrive in una nota, il capogruppo di Liberi e Uguali alla Camera, Federico Fornaro.

Pernigotti: Fornaro, legge per tutelare i marchi storici a partire da vicenda esemplare, di Lia Tommi

Con questa proposta di legge si vuol provare a trovare una soluzione in grado di contrastare efficacemente i “prenditori” di marchi storici italiani. La vicenda della Pernigotti è da questo punto di vista esemplare: si acquista un’azienda con più di cento anni di vita, la si gestisce come peggio non si potrebbe e poi si vorrebbe “scappare” con il malloppo del marchio storico, chiudendo lo stabilimento di Novi Ligure. E a pagare il conto rimangono i lavoratori e un territorio depauperato da uno dei suoi simboli conosciuto in tutt’Italia e all’estero.

Con la nostra proposta di legge questo non sarà più possibile: se un imprenditore chiude l’attività produttiva nel Comune in cui è stato registrato il marchio almeno cinquant’anni prima perde il diritto ad usare il marchio stesso. Un disincentivo per impedire operazioni come quella che la proprietà turca vorrebbe realizzare a Novi Ligure con la Pernigotti.

Lo afferma il capogruppo di Liberi e Uguali a Montecitorio Federico Fornaro, presentatore insieme a Bersani e Epifani di una proposta di legge per tutelare i marchi storici.

Non si agisce su nuove normative in materia di delocalizzazione delle attività produttive, prosegue Fornaro, ma su quella economica: se vuoi delocalizzare sappi che perdi tutto il valore economico del brand.

L’obiettivo non è impedire la libera circolazione dei capitali, utili in molti casi per rafforzare la penetrazione commerciale sui mercati, ma legare in maniera indissolubile il territorio all’attività produttiva e quindi alle lavoratrici e ai lavoratori, di aziende che siano nate e si siano sviluppate sempre nello stesso luogo da più di cinquant’anni. Offriamo questa proposta al dibattito parlamentare perché il nostro intento è quello di approvare nel più breve tempo possibile una legge utile per ricercare una soluzione positiva per crisi aziendali come quella della Pernigotti, conclude Fornaro.

(Marchi storici – Pernigotti) Conferenza stampa on. Federico Fornaro

(Marchi storici – Pernigotti) Conferenza stampa on. Federico Fornaro

federico-fornaro.jpg

Novi Ligure: E’ convocata venerdì 25 gennaio alle ore 11 a Novi Ligure nei locali del circolo di Articolo 1-MDP in largo Valentina 49, una CONFERENZA STAMPA per presentare la proposta legge sulla salvaguardia dei marchi storici depositata alla Camera a prima firma Federico FORNARO, Pierluigi BERSANI e Guglielmo EPIFANI.

L’iniziativa legislativa prende origine dalla vicenda e dalla lotta delle lavoratrici e dei lavoratori della Pernigotti contro la chiusura dello stabilimento di Novi Ligure.

Sarà presente anche il consigliere regionale Walter Ottria.

Federico Fornaro

Capogruppo di Liberi e Uguali alla Camera dei Deputati.

Carige: Fornaro, intervento giusto basta propaganda

Carige: Fornaro, intervento giusto basta propaganda

federico-fornaro

(ANSA) – ROMA, 9 GEN – “L’intervento del Governo su Carige e’stato giusto, a tutela dei correntisti e dei dipendenti della Banca. Adesso la strada obbligata e’ quella di un intervento dello Stato diretto e transitorio sul modello Mps.

Basta con la propaganda, gli strumenti utilizzati da questo governo erano gia’ stati utilizzati in passato”. Lo afferma il capogruppo di LeU a

Montecitorio Federico Fornaro.(ANSA).

Pernigotti. Fornaro (LeU): lavorare a gennaio per dare risposte concrete ai lavoratori

Pernigotti. Fornaro (LeU): lavorare a gennaio per dare risposte concrete ai lavoratori

“ L’aggiornamento del tavolo al Ministero del Lavoro al prossimo 5 febbraio serve a consentire all’advisor di verificare tutte le possibili soluzioni per non far cessare l’attività produttiva dello stabilimento di Novi Ligure.

federico-fornaro

Il tempo delle parole, però, è finito per tutti: questo mese deve vedere tutti i soggetti, ognuno per la sua parte, impegnati e uniti avendo come obiettivo primario il futuro delle lavoratrici e dei lavoratori della Pernigotti di Novi Ligure.

C’è bisogno che alla passione e all’attaccamento al lavoro dimostrato in questi mesi di lotta dalle maestranze della Pernigotti, la proprietà turca non risponda solo mandando al tavolo di crisi gli avvocati, ma prenda in considerazione anche l’ipotesi della cessione dell’azienda, fino ad oggi testardamente negata”.

Lo scrive in una nota il capogruppo di Liberi e Uguali alla Camera, Federico Fornaro, a margine del tavolo di crisi sulla Pernigotti di Novi Ligure.

Manovra. Fornaro (LeU): pieno sostegno protesta sindacati

Manovra. Fornaro (LeU): pieno sostegno protesta sindacati

“Pieno sostegno di Liberi e Uguali ai pensionati che stamani hanno manifestato di fronte alla Prefettura di Alessandria.

federico-fornaro

Il Governo del (cosiddetto) cambiamento era partito per colpire i privilegi e ha finito per bloccare l’indicizzazione delle pensioni a partire da 1.500 euro lordi.

Una scelta iniqua dettata unicamente dall’esigenza di fare cassa (oltre 2 miliardi nel triennio) avvenuta al di fuori di un confronto con i sindacati.

Proseguiremo in Parlamento una giusta battaglia a difesa dei diritti dei pensionati che in questi anni hanno già dato molto al risanamento della finanza pubblica”.

Lo scrive in una nota il parlamentare alessandrino, Federico Fornaro, capogruppo di Leu alla Camera

Manovra, Federico Fornaro (Leu): Più risorse per la sanità pubblica

Manovra, Federico Fornaro (Leu): Più risorse per la sanità pubblica

Manovra, Fornaro (Leu): Più risorse per la sanità pubblica Roma, 1 dic. (LaPresse) – “A quaranta anni dalla nascita del Servizio Sanitario Nazionale la spesa sanitaria in rapporto al PIL è arrivata alla soglia limite del 6,5%, quando in Germania è al 9,6% e in Francia al 9,5%.

Federico Fornaro

Se avessimo lo stesso livello di spesa della Germania la sanità pubblica avrebbe a disposizione 50 miliardi di euro in più.

Nella legge di Bilancio il Governo del cambiamento in tema di sanità non cambia nulla e conferma per il 2019 lo stanziamento del Fondo sanitario nazionale già previsto dai governi precedenti”.

Lo afferma il capogruppo di Liberi e Uguali alla Camera, Federico Fornaro. “Abbiamo presentato un emendamento per aumentare di 2 miliardi il Fondo sanitario nazionale per dare una risposta a una domanda crescente di salute e per fermare il processo di impoverimento della sanità pubblica.

Nel 40º anniversario del Servizio Sanitario Nazionale sarebbe un segnale vero e concreto di cambiamento e di investimento sulla sanità pubblica”, conclude. 

Fornaro (Leu): interrogazione su soppressione collegamento da Alessandria verso Bologna e Lecce.

Fornaro (Leu): interrogazione su soppressione collegamento da Alessandria verso Bologna e Lecce.

“Ho presentato una interrogazione al Ministro Toninelli sulla soppressione del collegamento ferroviario da Alessandria sulla direttrice Bologna-Lecce.

E’ l’ennesima decisione di Trenitalia che penalizza Alessandria e l’intera provincia, con una ulteriore perdita di servizi per i nostri cittadini.

Chiedo quindi al Governo di intervenire per mantenere questo collegamento, per evitare il completo declassamento della stazione ferroviaria di Alessandria”.

federico-fornaro4

TESTO INTERROGAZIONE.

Al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti – Per sapere – premesso che:

con l’entrata in vigore dell’orario invernale, dal 9 dicembre, l’attuale Frecciabianca 8807 Torino – Lecce verrà instradato sui binari dell’Alta Velocità da Torino a Bologna, che passano anche da Milano. La Freccia, quindi, da “bianca” diventerà “rossa” e non passerà più dalla stazione di Alessandria. Il capoluogo verrà, quindi, tagliato fuori e Alessandria perderà l’ultimo collegamento diretto con la dorsale adriatica;

si è assistito negli anni al progressivo impoverimento dell’offerta di treni da e per Alessandria;

è necessario intervenire al fine di sostenere un territorio economico, produttivo e sociale come quello alessandrino che rischia di nuovo di essere tagliato fuori dai collegamenti ferroviari diretti verso i principali centri italiani; Continua a leggere “Fornaro (Leu): interrogazione su soppressione collegamento da Alessandria verso Bologna e Lecce.”

Pernigotti. Fornaro (LeU: continuare battaglia unitaria per salvare l’azienda

Pernigotti. Fornaro (LeU: continuare battaglia unitaria per salvare l’azienda

federico-fornaro5

“ La sospensione della procedura di chiusura dello stabilimento di Novi Ligure annunciato ieri dalla proprietà turca dopo l’incontro con il Governo, rappresenta un atto fondamentale per poter continuare la battaglia per la difesa della Pernigotti e dei lavoratori dello stabilimento di Novi Ligure.

Adesso si usino le settimane che ci dividono dal 31 dicembre 2018 per convincere l’attuale proprietà a compiere il passo in avanti decisivo: la vendita della Pernigotti a un imprenditore che intenda investire sullo stabilimento e sul marchio.

E’ essenziale che prosegua l’unità dimostrata dai lavoratori, dai sindacati, dalle istituzioni e dalla politica: la via maestra per provare a salvare la Pernigotti”.

Lo scrive in una nota il capogruppo di Liberi e Uguali alla Camera, Federico Fornaro