LA CARICA DEI MIGLIORI

LA CARICA DEI MIGLIORI

Formazione, competenze professionali, esperienze internazionali, ma soprattutto talento. Ecco come degli under 43 sono diventati i migliori manager d’Italia

Comunque lo si veda, un premio aiuta a costruire quella cultura del merito che in Italia stenta ad attecchire. Il “Premio Giovane Manager” è nato così, proprio per valorizzare i talenti più giovani che con il loro lavoro stanno contribuendo al successo delle imprese in cui sono impiegati e – di conseguenza – alla competitività del Paese. È un vero e proprio contest, ideato e alimentato dai componenti del Coordinamento Giovani di Federmanager, un bel gruppo di manager under 43 che si riunisce di solito il weekend, tra skypecall, rientri dall’estero e tempo sottratto alla propria vita privata. Sono loro che, con entusiasmo, hanno costruito questa seconda edizione del Premio, creando un network di persone competenti, desiderose di incontrarsi, scambiarsi informazioni e occasioni di crescita. E, perché no, competere per il titolo di “migliore manager d’Italia”.

Dopo aver coinvolto 1.600 giovani, la selezione dei curricula e delle esperienze è stata realizzata da Hays Italia in totale indipendenza. Sono state realizzate 4 tappe territoriali intermedie, ciascuna conclusa con l’individuazione di 10 vincitori. E, dopo Roma, Bologna, Firenze e Milano, i 40 che hanno superato la fase intermedia si sono riuniti all’Allianz Stadium di Torino, dove giocano i confermati campioni d’Italia. Proprio tra gli spalti dello stadio, in una location da “primi in classifica”, sono stati decretati i 10 migliori tra loro, e il vincitore finale dell’edizione, al quale è andato il titolo di “Platinum Manager”.

Ve li presentiamo qui brevemente per ricordare di quale merito vogliamo parlare. Fuori dalla solita retorica. Durante Futurum Italy, che il titolo del meeting del Gruppo Giovani che si è svolto a Torino il 12 e il 13 aprile scorso, oltre 100 manager under 43 si sono confrontati su un’idea di futuro di cui essere protagonisti. Un’idea di futuro che, ce lo auguriamo, possa trovare cittadinanza in questo Paese.

1.600 manager coinvolti, 180 curricula analizzati, 40 vincitori di quattro tappe territoriali, 10 premiati all’Allianz Stadium nella finalissima di Torino del 12 aprile scorso

zanoli

Giancarlo Zanoli

È il “Platinum Manager 2018”, primo classificato tra i migliori dieci manager italiani under 43 selezionati dal Premio Giovane Manager di Federmanager.

Laurea magistrale in Direzione aziendale e Ph.D. in Sociologia economica, si affaccia al mondo del lavoro nel settore sanitario presso il TRI – Toronto Rehabilitation Institute.

Durante le ultime esperienze professionali si occupa, dapprima in qualità di direttore generale e successivamente anche come componente del Consiglio di amministrazione, della gestione di strutture sanitarie ambulatoriali private convenzionate.

Nell’attuale ruolo in Humanitas Holding è responsabile dei medical care di Milano, i poliambulatori, punti prelievi e centri di prevenzione.

Determinato, con spirito d’iniziativa e con una forte propensione al problem solving, coordina abilmente il lavoro di squadra.

Cavallo 

Chiara Cavallo

Laureata in Economia e commercio all’Università di Pisa, consegue un Master in management dell’innovazione alla Scuola superiore Sant’Anna di Pisa.

Per sei anni lavora come consulente strategico, sviluppando progetti di marketing, business development e performance improvement, prevalentemente nel settore Energy & Utilities e con una significativa esperienza nei Luxury Goods.

Ricopre ruoli, a carattere globale, di strategia e di marketing in vari settori industriali, come Chief marketing officer in diversi business di GE, lavorando in Italia e all’estero.

Da marzo 2018 è alla guida della strategia, del marketing e delle attività di educazione clinica come Chief strategy officer di GE Healthcare Europe. Recentemente è nominata direttore del board di COCIR.

Sposata, ha una bambina di 4 anni.

Continua a leggere “LA CARICA DEI MIGLIORI”

Lettera del Presidente Stefano Cuzzilla: iniziative Federmanager

Lettera del Presidente Cuzzilla: iniziative Federmanager

Gentile PIER CARLO LAVA,

sono giorni intensi questi in cui ho scelto di scriverTi, giorni in cui stiamo ridefinendo la nostra linea su sanità, previdenza, tutele assicurative, politiche attive, con una presenza sempre più intensa sui tavoli istituzionali e nel dibattito pubblico. 

Schermata 2019-03-21 a 15.55.46.png

Il lavoro sulla dimensione interna della nostra Organizzazione, quella che più da vicino riguarda i colleghi, procede di pari passo con le attività istituzionali, volte a incidere in modo influente sulle scelte di governo e del Paese.

Siamo impegnati in prima linea per garantire al nostro sistema sostenibilità futura. Voglio dire con onestà che Previndai, Fasi, Fondirigenti, il nuovo 4.Manager,Assidai, Praesidium, e tutti gli altri enti che condividiamo con Confapi (Previndapi, Fasdapi, Fondo Dirigenti PMI, Fondazione IDI e PMI Welfare Manager), richiedono un lavoro diligente

Sono i nostri fiori all’occhiello e non vanno dati mai per scontati. 

Ogni manager come Te, come me, tocca con mano i vantaggi di questo sistema integrato di servizi e tutele, che protegge anche le nostre famiglie.

Come saprai, siamo sotto rinnovo contrattuale. Il tavolo di trattativa tra i rappresentanti Federmanager e quelli di Confindustria sta procedendo con puntualità e con l’obiettivo di siglare un nuovo CCNL di categoria che rafforzi l’esistente e introduca elementi di innovazione per rendere più forte e più competitiva la nostra azione di rappresentanza. Firmare un contratto nazionale di lavoro non è mai una cosa semplice, anche se in questo caso ci sono elementi di positività che stanno emergendo tra le Parti sociali in cui confidare. Continua a leggere “Lettera del Presidente Stefano Cuzzilla: iniziative Federmanager”

Federmanager: Lettera del Presidente Cuzzilla

Stefano Cuzzilla, Federmanager

Ricevo e pubblico volentieri: Cari Colleghi,

a seguito della lettera che ho voluto indirizzarvi lo scorso 26 ottobre, a poche ore di distanza dalla pronuncia della Corte Costituzionale che ha confermato il blocco della perequazione automatica per le nostre pensioni, mi sono giunti moltissimi messaggi di cui desidero ringraziarvi. Se non mi è stato possibile rispondere a tutti singolarmente, mi auguro di poterlo fare ora, insieme ad alcuni importanti aggiornamenti. 

Quella lettera si chiudeva con un appello a giocare in attacco la partita previdenziale. Ed è esattamente da qui che occorre ripartire.

In linea con quell’impegno, infatti, vi confermo l’importante riunione che svolgeremo a Milano venerdì 15 dicembre p.v., a cui sono invitati a partecipare tutti i colleghi in pensione: un intero pomeriggio dedicato al dibattito interno sul futuro delle pensioni dei dirigenti e all’ascolto reciproco delle esigenze dei colleghi. Continua a leggere “Federmanager: Lettera del Presidente Cuzzilla”