I Sette di Göttingen, di Vincenzo Pollinzi

I Sette di Göttingen, di Vincenzo Pollinzi

Hannover: Il monumento, ideato dall’artista Italiano Floriano Bodini, è stato realizzato nel periodo precedente all’ Expo 2000 da un’iniziativa congiunta di Città e Stato. Il Gruppo delle sculture in bronzo è situato ad Hannover davanti alla sala plenaria del Parlamento della Bassa Sassonia e commemora un evento significativo nella storia costituzionale tedesca.

2 52893120_1278025725690417_8077913037924728832_n

Onora sette personalità storiche della Regione: i cosiddetti Göttinger Sieben ( I sette di Göttingen).

Erano questi un gruppo di professori dell`Università di Göttingen che protestarono nel 1837 contro l’abrogazione  che di fatto annullava la costituzione liberale nel regno di Hannover.

La Storia

Dopo che l`Unione tra la Gran Bretagna e Hannover(1714-1837) era finita, Ernst August I salì sul trono del Regno di Hannover il 1837. Immediatamente dopo la sua incoronazione, il 1° Novembre 1837 revocò la Costituzione relativamente liberale della Bassa Sassonia, entrata in vigore quattro anni prima.Il 18 novembre dello stesso anno,sette Professori dell`Università di Göttingen presentarono per questo una protesta scritta che rimase famosa.

1 52165123_2481162418579533_8359259105486962688_n

Uno stralcio della lettera :

“La storia ci mostra uomini nobili e liberi, che hanno osato dire tutta la verità alla presenza dei re; l’autorità appartiene a coloro che hanno il coraggio di farlo. Spesso, la loro Riflessione contraria è fruttuosa, altre  volte li rovina, ma mai spegne la loro Sapienza e la loro Dignità. Anche la poesia, la Storia della Filosofia, non manca di valutare le azioni dei Principi per la Giustizia.

Il 12 dicembre 1837 Ernst August I licenziò i professori e  mandò tre di loro – Friedrich Dahlmann, Jacob Grimm e Georg Gottfried Gervinus – persino in Esilio. Questi furono poi ricevuti nel 1840 dal re prussiano Friedrich Wilhelm IV, che li riabilitò politicamente.

Intanto il grande effetto solidarizzante della popolazione, che ha continuato a pagare gli stipendi  ai tre deportati,ha costretto le forze politiche dello Stato ad accettare che il liberalismo come movimento di massa, non poteva più essere soppresso da risoluzioni e ordinanze. Continua a leggere “I Sette di Göttingen, di Vincenzo Pollinzi”