Asti-Cuneo, Massimo Berutti (FI): “dal Governo annunci vuoti a scapito di cittadini e imprese”

Asti-Cuneo, Massimo Berutti (FI): “dal Governo annunci vuoti a scapito di cittadini e imprese”

Roma, 17 aprile 2019 – “Dopo gli annunci roboanti, ma purtroppo falsi, delle settimane scorse sullo sblocco della Asti-Cuneo, il Governo continua ad improvvisare pericolosamente”.

massmo-berutti-1

È quanto dichiara in una nota il senatore di Forza Italia Massimo Berutti, che prosegue: “con i loro annunci vuoti e le loro falsità, Conte e Toninelli si confermano nemici del Piemonte, dei suoi cittadini e delle imprese.

Se ci fosse del vero nelle dichiarazioni fatte sulla A-33 non sarebbe difficile mostrare gli atti che chi governa con responsabilità sa produrre.

Conte e Toninelli continuano invece a non farlo, a mentire e a bloccare il Paese. Si fanno riprendere dalla Commissione europea alla quale fanno proposte che non rispettano gli accordi presi e sono più onerose per tutti e soprattutto non pensano ai cittadini e alle imprese che chiedono infrastrutture, sviluppo e crescita.

Tutte parole che questo Governo non ha nel suo vocabolario. Gli italiani e i piemontesi sono stanchi di questo tirare a campare e presto lo dimostreranno”. 

Province ed enti locali, Berutti Forza Italia: “Il Governo recepisca le indicazioni dell’opposizione e agisca con incisività”

Province ed enti locali, Berutti Forza Italia: “Il Governo recepisca le indicazioni dell’opposizione e agisca con incisività”

Roma, 10 aprile 2019 – Il “proroga termini” del luglio 2018 prevedeva l’istituzione presso la Conferenza Stato-città ed autonomie locali di un tavolo tecnico-politico per la redazione di linee guida finalizzate all’avvio di un percorso di revisione organica della disciplina in materia di ordinamento delle Province e delle Città metropolitane, al superamento dell’obbligo di gestione associata delle funzioni e alla semplificazione degli oneri amministrativi e contabili a carico dei comuni, soprattutto di piccole dimensioni.

massmo-berutti-1

A otto mesi dalla sua definizione, la disposizione, inserita anche grazie alle esortazioni dell’opposizione, meritava una verifica in relazione alla sua implementazione. Per questa ragione, il senatore di Forza Italia Massimo Berutti ha interrogato il Governo in modo da conoscere lo stato dell’arte sugli interventi.

“Dopo le sollecitazioni dell’opposizione, su Province ed enti locali il Governo ha iniziato a lavorarci in modo apprezzabile – commenta in una nota il senatore Berutti. Prendo atto del fatto che come sosteniamo da sempre, finalmente, si vorrebbe mettere fine a una delle riforme obiettivamente più anomale della storia della Repubblica, la cosiddetta riforma Delrio. Continua a leggere “Province ed enti locali, Berutti Forza Italia: “Il Governo recepisca le indicazioni dell’opposizione e agisca con incisività””

Gianfranco Baldi (FI) “Insieme, veloci e determinati per un territorio alessandrino competitivo”.

Gianfranco Baldi (FI) “Insieme, veloci e determinati per un territorio alessandrino competitivo”.

ELEZIONI REGIONALI IN PIEMONTE – 26 MAGGIO 2019

baldi-gianfranco-279104_n

ALESSANDRIA. Gianfranco Baldi, in corsa per il Piemonte per la provincia di Alessandria, nella squadra di Alberto Cirio – candidato alla presidenza della Regione per la coalizione di centrodestra –. Trent’anni di esperienza come amministratore pubblico, sindaco di Cassine, presidente della Provincia, commerciante e artigiano nel settore dell’arredamento, Baldi ha 57 anni, è sposato e padre di Federica.

“Sono orgoglioso di questa nuova sfida, con cui – grazie alla collaborazione dei colleghi amministratori e dei cittadini – credo si possa dare a tutto il nostro territorio un’altra importante occasione e opportunità di crescita e sviluppo. Alessandria, Acqui Terme, Casale Monferrato, Novi Ligure, Ovada, Tortona, Valenza e tutti gli altri centri della provincia, adeguatamente rappresentati in consiglio regionale, potranno avere il ruolo che meritano.

Grazie a Forza Italia che ha fiducia in me, uomo di questa terra, impegnato – ancora una volta – per essere, insieme, protagonisti anche delle battaglie piemontesi, perchè finalmente Piemonte non sia solo e sempre Torino. Correte con me, corriamo per noi. Veloci e determinati a raggiungere una Regione e un territorio alessandrino competitivi, collegati e mai più isolati”.

Gianfranco Baldi (FI) “Insieme, veloci e determinati per un territorio alessandrino competitivo”

Gianfranco Baldi (FI) “Insieme, veloci e determinati per un territorio alessandrino competitivo”.

ELEZIONI REGIONALI IN  PIEMONTE 26 MAGGIO 2019

ALESSANDRIA. Gianfranco Baldi, in corsa per il Piemonte per la provincia di Alessandria, nella squadra di Alberto Cirio – candidato alla presidenza della Regione per la coalizione di centrodestra –. Trent’anni di esperienza come amministratore pubblico, sindaco di Cassine, presidente della Provincia, commerciante e artigiano nel settore dell’arredamento, Baldi ha 57 anni, è sposato e padre di Federica.

Alberto Cirio e Gianfranco Baldi

“Sono orgoglioso di questa nuova sfida, con cui – grazie alla collaborazione dei colleghi amministratori e dei cittadini – credo si possa dare a tutto il nostro territorio un’altra importante occasione e opportunità di crescita e sviluppo. Alessandria, Acqui Terme, Casale Monferrato, Novi Ligure, Ovada, Tortona, Valenza e tutti gli altri centri della provincia, adeguatamente rappresentati in consiglio regionale, potranno avere il ruolo che meritano.

Grazie a Forza Italia che ha fiducia in me, uomo di questa terra, impegnato – ancora una volta – per essere, insieme, protagonisti anche delle battaglie piemontesi, perchè finalmente Piemonte non sia solo e sempre Torino. Correte con me, corriamo per noi. Veloci e determinati a raggiungere una Regione e un territorio alessandrino competitivi, collegati e mai più isolati”. 

Terzo Valico, Berutti (FI): “il Governo nomini quanto prima il Commissario

Terzo Valico, Berutti (FI): “il Governo nomini quanto prima il Commissario

Roma, 26 marzo 2019 – “Dopo quasi cinque mesi dalle dimissioni del Commissario per il Terzo Valico, è doveroso che il Governo proceda subito con una nuova nomina”.

massmo-berutti-2

È quanto dichiara in una nota il senatore di Forza Italia Massimo Berutti, che prosegue: “il Commissario di Governo, con il suo ruolo di coordinamento e mediazione, è una figura fondamentale per l’opera e per il bene dei territori.

Non possiamo permetterci di lasciare ai “no” e alle continue gaffe del Ministro Toninelli una partita così importante.

È per questa ragione che come opposizione responsabile sollecitiamo ancora una volta il Governo perché proceda con una nomina di grande importanza, che deve avvenire quanto prima”.

Carceri, Berutti (FI): “è necessario un piano strategico per tutto il sistema penitenziario”

Carceri, Berutti (FI): “è necessario un piano strategico per tutto il sistema penitenziario”

Roma, 21 marzo 2019 – Dopo una serie di episodi di violenza da parte dei detenuti a danno degli Agenti di Polizia penitenziaria avvenuti in diverse case di reclusione, il senatore di Forza Italia Massimo Berutti ha chiesto al Governo di illustrare in aula al Senato le azioni implementate a sostegno del personale di Polizia penitenziaria.

massmo-berutti.jpg

La risposta del Governo all’interrogazione del senatore Berutti ha evidenziato un sovraffollamento a livello nazionale del 124 per cento e un tasso di scopertura della dotazione organica della Polizia penitenziaria dell’11 per cento. Un insieme di criticità rispetto alle quali in Governo ha esplicitato la volontà di rafforzare gli organici.

“Quello che si coglie – dichiara il senatore Berutti – è il fatto che qualche piccolo sforzo è stato fatto. Le criticità in termini di esubero di detenuti e di carenza di personale però rimangono. Abbiamo sentito – prosegue Berutti – grandi proclami in merito alla costruzione di nuovi carceri, ma sostanzialmente non si è visto nulla e il sistema nazionale è in grande deficit. Una sola iniezione di Polizia penitenziaria, pur sempre lodevole e ben accetta, non può dunque sopperire a una carenza strutturale. La necessità è di implementare un piano strategico a livello nazionale anche sulle carceri, ma la visione e i programmi strategici sono proprio quello che manca a questo Governo”.

Carcere di Asti, Berutti: “è necessario un piano strategico per Asti e per il sistema penitenziario nel suo complesso”

Carcere di Asti, Berutti: “è necessario un piano strategico per Asti e per il sistema penitenziario nel suo complesso”

massmo-berutti

Roma, 21 marzo 2019 – Dopo la serie di episodi di violenza da parte dei detenuti a danno degli Agenti di Polizia penitenziaria avvenuti nel carcere di Asti, il senatore di Forza Italia Massimo Berutti ha chiesto al Governo di illustrare in aula al Senato le azioni implementate a sostegno del personale di Polizia penitenziaria in forza nella casa di reclusione e più in generale nel sistema carcerario.

La risposta del Governo all’interrogazione del senatore Berutti ha evidenziato una presenza nel carcere di Asti di 216 detenuti, rispetto a una capienza regolamentare di 205 posti, con un indice di affollamento pari al 105,37 per cento, e un organico di 168 unità rispetto ad una previsione di 186, con una percentuale di scopertura complessiva pari al 9,7 per cento. Una carenza rispetto alla quale nel 2018 le unità di personale in forza al carcere di Asti sono state aumentate, ma non a sufficienza per raggiungere le 186 previste. Continua a leggere “Carcere di Asti, Berutti: “è necessario un piano strategico per Asti e per il sistema penitenziario nel suo complesso””

Perosino Forza Italia: Il Presidente del Consiglio Conte visita i cantieri della ASTI CUNEO

Perosino Forza Italia: Il Presidente del Consiglio Conte visita i cantieri della ASTI CUNEO

Il Presidente del Consiglio Conte sarà in visita ai cantieri della ASTI CUNEO lunedì (dopodomani) 18 corrente mese.

marco-perosino-forza-italia.jpg

Ritengo che i parlamentari della Provincia debbano essere avvisati e invitati per galateo istituzionale.

Al momento non ho ricevuto comunicazioni in merito.

Sono, saranno avvisati-convocati solo i parlamentari di maggioranza? 

Resto in attesa, fiducioso, fino all’ultimo.

Fiducioso significa che, nonostante tutto spero in un sussulto di correttezza.

Faccio notare che la opinione pubblica chiede conto giustamente ai parlamentari del loro impegno al riguardo del completamento dell’opera, non più rinviabile o risolta con soluzioni alternative inappropriate e fantasiose

Senatore Marco Perosino

Forza Italia

Grandi opere, Massimo Berutti (FI): “dalla Asti-Cuneo alla TAV i Cinque Stelle non possono bloccare il futuro del Paese”

Grandi opere, Massimo Berutti (FI): “dalla Asti-Cuneo alla TAV i Cinque Stelle non possono bloccare il futuro del Paese”

Roma, 20 febbraio 2019 – “Completare l’autostrada Asti-Cuneo, un’infrastruttura che darà un contributo fondamentale a supporto della competitività dell’intero Piemonte, e collegare l’Italia alla Francia con l’Alta velocità a vantaggio delle persone, di chi lavora e di chi crea lavoro sono due obiettivi imprescindibili per il Paese.

Massimo Berutti

Ora che siamo prossimi alla possibilità di completare le due opere, così da rafforzare la rete infrastrutturale piemontese e inserire l’Italia nei principali corridoi europei, è assurdo pensare di fermare le prosecuzioni come vogliono fare i Cinque Stelle”.

Lo dichiara il Senatore di Forza Italia Massimo Berutti in relazione alla mozione sulla TAV presentata da Forza Italia in Senato per impegnare il Governo a dare piena attuazione all’Accordo ratificato dal Parlamento italiano che ha riconosciuto all’opera una valenza strategica; a garantire un adeguato piano finanziario con programmazione pluriennale nella più ampia trasparenza, rispetto dei territori coinvolti e dell’ambiente; ad assumere iniziative per garantire gli stanziamenti per la realizzazione delle opere previste dal piano strategico e a coinvolgere la Commissione europea nella programmazione di ulteriori risorse. Continua a leggere “Grandi opere, Massimo Berutti (FI): “dalla Asti-Cuneo alla TAV i Cinque Stelle non possono bloccare il futuro del Paese””

Contenimento del consumo di suolo e riuso edilizio, Massimo Berutti (FI) primo firmatario di una proposta che investe sulla buona pianificazione coniugando attenzione e incentivi all’economia e tutela dell’ambiente

Contenimento del consumo di suolo e riuso edilizio, Massimo Berutti (FI) primo firmatario di una proposta che investe sulla buona pianificazione coniugando attenzione e incentivi all’economia e tutela dell’ambiente

Roma, 12 febbraio 2019 Il senatore di Forza Italia Massimo Berutti è il primo firmatario di un disegno di legge dedicato alla corretta pianificazione del territorio per il conseguente contenimento del consumo di suolo e l’incentivazione del riuso edilizio ed urbanistico. “Il disegno di legge – spiega il senatore Berutti – vuole evitare le trappole di un atteggiamento pseudo-matematico e mira a ricondurre il tema del controllo del consumo di suolo nel suo alveo logico e naturale: la “buona pianificazione”, che premia il riuso del patrimonio edilizio esistente”.

massmo-berutti

Il disegno di legge Berutti persegue due obiettivi principali: il primo è di promuovere la “buona pianificazione territoriale”, tramite una semplice serie di criteri-guida, che compongono un quadro di “livelli essenziali di prestazioni” validi per tutto il territorio nazionale.

L’altro obiettivo, è di individuare il riuso del patrimonio edilizio esistente come la strategia vincente da incentivare per contenere il consumo del suolo, indirizzando e incentivando l’attività edilizia verso tale patrimonio nel rispetto dei principi di tutela artistica, architettonica ed ambientale.

Il testo si compone di 9 articoli, dalle finalità alle definizioni, sino ad una serie di principi e obiettivi da porre alla base della pianificazione territoriale. La proposta verte poi sul tema del riuso urbanistico ed edilizio come strumenti per affrontare il problema del vasto ed in parte desueto patrimonio costruito. Continua a leggere “Contenimento del consumo di suolo e riuso edilizio, Massimo Berutti (FI) primo firmatario di una proposta che investe sulla buona pianificazione coniugando attenzione e incentivi all’economia e tutela dell’ambiente”

Contrasto alla proliferazione della fauna selvatica, Berutti (FI): “è tempo di agire anche a livello nazionale facendo interagire agricoltura, tutela dell’ambiente e caccia”

Contrasto alla proliferazione della fauna selvatica, Berutti (FI): “è tempo di agire anche a livello nazionale facendo interagire agricoltura, tutela dell’ambiente e caccia”

Roma, 8 febbraio 2019 – “È ormai evidente a tutti la necessità di un intervento a livello nazionale per contrastare la proliferazione di una fauna selvatica sempre più pericolosa e dannosa.

massmo-berutti

È in questa direzione che si inserisce l’interrogazione che ho presentato per esortare il Governo a muoversi quanto prima con azioni di contrasto opportunamente finanziate che consentano di riparare agli interventi degli ultimi anni, che anziché portare a soluzioni hanno aumentato i problemi”.

È quanto dichiara in una nota il senatore di Forza Italia Massimo Berutti in relazione all’aumento che ha contraddistinto la fauna selvatica nell’ultimo quindicennio. In questo periodo, infatti, i cinghiali presenti in Italia sono quasi raddoppiati, passando da poco meno di 600.000 esemplari nel 2004 ad oltre un milione, così come sono aumentati alcuni grandi carnivori come orsi e lupi, per i quali si stima un incremento da 5 a 10 volte rispetto alla metà degli anni ’70 del secolo scorso.

“Per i grandi carnivori, e in particolare per i lupi, è necessario coniugare alcune cautele con la massima attenzione. Si deve evitare di minimizzare il problema con il rischio di intervenire con un ritardo che per le caratteristiche di questi animali potrebbe rivelarsi imperdonabile. Continua a leggere “Contrasto alla proliferazione della fauna selvatica, Berutti (FI): “è tempo di agire anche a livello nazionale facendo interagire agricoltura, tutela dell’ambiente e caccia””

Pernigotti, Berutti (FI): “Quello di oggi è l’ennesimo capitolo di una storia triste, gestita con poca incisività dal Governo.

Pernigotti, Berutti (FI): “Quello di oggi è l’ennesimo capitolo di una storia triste, gestita con poca incisività dal Governo. Una vicenda che deve spingerci ad un intervento di sistema per le nostre imprese”

Roma, 5 febbraio 2019 – “Su quanto siglato oggi non posso che esprimere vicinanza ai lavoratori. Il sostegno al reddito è un bene, purtroppo, però, la sottoscrizione della cassa integrazione è l’ennesimo capitolo di una storia triste, gestita con poca incisività dal Governo.

massmo-berutti

Una vicenda che deve spingerci ad un’azione di sistema, che metta le eccellenze italiane in condizione di competere a livello globale senza doversi riparare all’ombra di sterili interventi di tutela. Fino a quando le aziende non potranno competere alla pari con le realtà globali grazie alla minor pressione fiscale e alla forza sui mercati stranieri, nulla cambierà e sia i marchi storici che i marchi recenti continueranno a crollare sotto i colpi di una politica nazionale sempre meno orientata all’impresa”.

Così il senatore di Forza Italia, Massimo Berutti, a margine del Tavolo tenuto oggi al Ministero del lavoro e delle politiche sociali sulla Pernigotti al quale ha preso parte. “Nonostante gli annunci, Di Maio non è riuscito a proporre un piano credibile che portasse alla vendita del marchio e all’apertura di uno scenario veramente positivo per i lavoratori e per un’importante eccellenza piemontese. Continua a leggere “Pernigotti, Berutti (FI): “Quello di oggi è l’ennesimo capitolo di una storia triste, gestita con poca incisività dal Governo.”

IRES terzo settore, Berutti (FI) “abbiamo corretto grave errore del Governo”

IRES terzo settore, Berutti (FI) “abbiamo corretto grave errore del Governo”

Roma, 31 gennaio 2019 – “Dopo averlo denunciato a dicembre, con la conversione del decreto semplificazioni avvenuta negli scorsi giorni abbiamo corretto il grave errore commesso dal Governo sull’IRES al terzo settore”.

massimo berutti

È quanto dichiara in una nota il senatore Massimo Berutti (FI) in relazione all’emendamento convintamente sostenuto da Forza Italia al Senato che ha cancellato il raddoppio, voluto dal Governo, dell’imposta sul reddito delle società (IRES) per gli enti che svolgono attività sociali, culturali e con fini solidaristici.

“Come avevo evidenziato a dicembre, l’attacco del Governo a realtà che sono la forza del nostro Paese ha messo a repentaglio il principio di sussidiarietà e la stessa esistenza di fondazioni, enti e associazioni alle quali veniva raddoppiata la pressione fiscale. Si tratta di realtà che svolgono compiti irrinunciabili, per le quali avevo promesso di impegnarmi. Il congelamento dell’aliquota è espressione concreta di quell’impegno e dell’attenzione che intendo rivolgere loro anche in futuro”.

Decreto semplificazioni, Berutti (FI): “sì alla sicurezza e alle assunzioni nelle forze dell’ordine, ma assolutamente no a cambi delle regole che mettano in difficoltà i giovani che vogliono servire lo Stato”

Decreto semplificazioni, Berutti (FI): “sì alla sicurezza e alle assunzioni nelle forze dell’ordine, ma assolutamente no a cambi delle regole che mettano in difficoltà i giovani che vogliono servire lo Stato”

Roma, 30 gennaio 2019 “Il cambio delle regole per le assunzioni di allievi agenti della Polizia di Stato è sbagliato perché mette in difficoltà i giovani che vogliono servire lo Stato e che hanno riposto le loro speranze in un lavoro a favore della comunità”.

massimo berutti

È quanto dichiara il Senatore di Forza Italia Massimo Berutti commentando l’approvazione da parte della maggioranza parlamentare di un emendamento al decreto legge semplificazioni che cambia le regole per l’assunzione dei giovani che nel 2017 hanno preso parte al concorso per allievi agenti della Polizia di Stato.

“L’emendamento voluto dalla maggioranza giallo-verde prevede l’esclusione dalle assunzioni dei giovani risultati idonei alle prove scritte del concorso che abbiano più di 26 e il diploma di scuola media. Le regole di quel concorso prevedevano, invece, il limite d’età di 30 anni e proprio il diploma di scuola media.

Si tratta di un cambio delle regole in corsa che mette in difficoltà i giovani che vogliono servire lo Stato e questo non possiamo permettercelo. Sempre sì alla sicurezza e alle assunzioni nelle forze dell’ordine, ma assolutamente no a cambi di regole che facciano perdere ai nostri ragazzi la fiducia riposta nello Stato”.

Autostrada Asti-Cuneo, Berutti (FI): “si completi l’opera con coerenza. Di Maio e Toninelli smettano di fare il gioco delle tre carte sulla pelle degli italiani”

Autostrada Asti-Cuneo, Berutti (FI): “si completi l’opera con coerenza. Di Maio e Toninelli smettano di fare il gioco delle tre carte sulla pelle degli italiani”

massmo berutti

Roma, 21 gennaio 2019 – “L’autostrada Asti-Cuneo va completata al più presto, con un iter coerente e in modo da massimizzare il vantaggio per il territorio”. È quanto dichiara il senatore Massimo Berutti (FI) commentando le indiscrezioni secondo cui sarebbe intenzione del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti completare l’Asti-Cuneo abbandonando il progetto già autorizzato. “Il continuo gioco delle tre carte che Toninelli e Di Maio stanno facendo con le grandi opere non è più sopportabile. Sull’Asti-Cuneo c’è un progetto al quale si è giunti anche grazie al lavoro degli eurodeputati italiani, primo fra tutti il collega e amico piemontese Alberto Cirio, che mette in capo ai privati la realizzazione di un’opera fondamentale per il territorio. Ora, Di Maio e Toninelli vogliono cambiare le carte in tavola con un percorso diverso che non spiegano come sarà finanziato e che porterà in capo ai cittadini il reperimento di risorse che avrebbero messo imprese private. Siamo di fronte a pura improvvisazione. Mancano visione, coerenza e capacità decisionale. Invece di lanciare dichiarazioni, slogan e proclami a vantaggio di un elettorato del “no”, è tempo che la componente pentastellata del Governo si metta all’opera per il bene del Paese che lavora e che crea lavoro”.