GRUPPO FS ITALIANE: Potenziati i collegamenti ferroviari merci da e per il porto di Genova

GRUPPO FS ITALIANE: Potenziati i collegamenti ferroviari merci da e per il porto di Genova

        Mercitalia Rail (Polo Mercitalia) ha attivato dieci ulteriori treni merci a settimana (per trasporto container marittimi) fra il porto di Genova (Terminal VTE) e Interporto di Rivalta Scrivia, Interporto di Padova e Milano Smistamento

        continua l’impegno del Gruppo FS Italiane e del Polo Mercitalia per lo sviluppo del traffico ferroviario da e per il Porto di Genova

Schermata 2018-11-12 a 16.12.10

Potenziati i collegamenti ferroviari merci fra il porto di Genova e i Terminal di Rivalta Scrivia, Padova e Milano Smistamento.

I nuovi servizi, dedicati al trasporto ferroviario di container marittimi, sono operativi dalla scorsa settimana e gestiti da Mercitalia Rail (Polo Mercitalia) per importanti clienti. Continua a leggere “GRUPPO FS ITALIANE: Potenziati i collegamenti ferroviari merci da e per il porto di Genova”

Capanne di Marcarolo, ancora disperso Saverio Tagliaferro, un pugliese che cercava funghi

Capanne di Marcarolo, ancora disperso Saverio Tagliaferro, un pugliese che cercava funghi

Ha lasciato cestello e bastone dalla macchina. L’appello dei familiari: “Scomparsa inspiegabile

https://www.genova24.it di Redazione – 07 novembre 2018

saverio-tagliaferro-disperso-504917.660x368

Genova. Le tracce di Saverio Tagliafierro si sono perse sabato 3 novembre alle 12 quando l’uomo non ha fatto ritorno alla sua macchina. Lì aveva appuntamento con un amico dopo una mattinata trascorsa alle Capanne di Marcarolo in cerca di funghi.

I soccorsi sono partiti verso le 14. Sono trascorsi più di 3 giorni e i soccorsi non hanno trovato alcunché. Ormai non può essere più considerato solo un fungaiolo distratto che ha sbagliato sentiero, ma una persona scomparsa a tutti gli effetti.

Sabato è stato ritrovato il suo cestino di funghi a circa 200 metri dalla macchina. Il suo bastone, accuratamente intarsiato e personalizzato, é stato trovato abbandonato in terra a circa 50 metri dalla macchina. Il resto è avvolto dal mistero perché Saverio sembra essersi volatilizzato nel nulla. Continua a leggere “Capanne di Marcarolo, ancora disperso Saverio Tagliaferro, un pugliese che cercava funghi”

Genova strada facendo, di Cristina Saracano

Il ponte Morandi è crollato ormai da qualche mese, si sa, e i disagi continuano.

La nostra provincia, soprattutto la parte meridionale, è in stretto contatto col capoluogo ligure e, se doverlo raggiungere quotidianamente era già faticoso prima, ora è diventata un’impresa.

Per fortuna ci sono persone che non si arrendono, non mollano, anzi, sono un vulcano di idee, fanno rete, anche sui social, così nasce “Genova strada facendo”.

Essa conta già 720 iscirtti, e riesce a mettere in contatto ogni giorno le persone che, per necessità di studio, di lavoro, o altro, devono raggiungere la città di Genova dal Basso Piemonte per condividere passaggi in auto.

Tre di loro, Alessandra Rapetti, Patrizia Ottonello e Sara Sciutto, sono ospiti della trasmissione televisiva Prima dell’alba, condotta da Salvo Sottile su Rai 3, in onda poco prima di mezzanotte e ci raccontano la loro esperienza.

Perchè nei momenti duri, essere uniti è ancora più importante.

Federica Sassaroli apre la stagione dedicata ai ragazzi, al teatro della Tosse di Genova

Federica Sassaroli apre la stagione dedicata ai ragazzi, al teatro della Tosse di Genova

L’attrice arquatese Federica Sassaroli apre la stagione dedicata ai ragazzi, al teatro della Tosse di Genova.

fede 090318 Prima Revisione Anna Laviosa 01fede Gabbianellafede TAVOLA 5fin

Sarà l’attrice arquatese Federica Sassaroli ad inaugurare l’apertura della stagione 2018/2019 del Teatro della Tosse di Genova dedicata a ragazzi e bambini. Due gli appuntamenti che danno il via alla stagione: il primo, domenica 11 novembre alle ore 16, pensato per i bambini e le loro famiglie, e il secondo, lunedì 12 novembre alle ore 10, già sold out, dedicato alle scuole.

La Sassaroli aprirà la stagione con l’adattamento teatrale del celebre racconto di Sepulveda, “La gabbianella e il gatto”, scritto a quattro mani dall’attrice ed Elisa Carnelli.

L’adattamento vuole trasmettere un messaggio di tenerezza, gioia e speranza, riassunto nello slogan “vola solo chi osa farlo”.

Zorba, il gatto nero grande e grosso protagonista del racconto, si ritrova a promettere solennemente ad una giovane gabbiana morente che si prenderà cura del suo uovo e che insegnerà al piccolo a volare, grazie alla collaborazione e al supporto degli altri gatti del porto. Attraverso le capacità espressive del corpo e della voce vengono presentati sul palco tutti i personaggi di quello che è ormai diventato un classico della letteratura. Continua a leggere “Federica Sassaroli apre la stagione dedicata ai ragazzi, al teatro della Tosse di Genova”

Presidio lavoratori dipendenti linea Alta Velocità Milano-Genova-Terzo Valico

Presidio lavoratori dipendenti linea Alta Velocità Milano-Genova-Terzo Valico

Terzo Valico

FENEALUIL, FILCA-CISL, FILLEA-CGIL ritengono inaccettabile la decisione del ministro dei Trasporti Danilo Toninelli di bloccare il trasferimento delle risorse per il quinto lotto del Terzo Valico, e per questo hanno organizzato una manifestazione unitaria per il 9 ottobre davanti al Ministero dei Traporti e delle Infrastrutture, in piazzale Porta Pia.

In un contesto in cui occorrerebbe puntare in modo deciso su infrastrutture e spesa pubblica produttiva, viene sottratto oltre un miliardo di euro indispensabile per perfezionare un’opera di fondamentale importanza non solo per il territorio interessato ma per tutto il Paese e che comporterà. Continua a leggere “Presidio lavoratori dipendenti linea Alta Velocità Milano-Genova-Terzo Valico”

Legambiente: Giretto d’Italia 2018

Legambiente: Giretto d’Italia 2018

Ciclisti urbani, aziende e scuole si sfidano in 25 città italiane.

Giovedì 20 settembre l’ottava edizione del campionato di ciclabilità urbana promosso da Legambiente e VeloLove in collaborazione con Euromobility e sostenuto da CNH Industrial.

gir Logo Legambiente Piemonte e Valle d'Aosta.jpg

In Piemonte la sfida coinvolge Torino, Alessandria e Carmagnola. Con il contest fotografico “Scatta al Giretto!” in palio una bici pieghevole elettrica

Piacenza è stata lo scorso anno la più pedalabile. Quest’anno la sfida si rinnova e sono 25 le città italiane che si contendono il titolo di centro urbano più bike friendly, ovvero il Comune dove il maggior numero di persone usa quotidianamente la bici per andare a scuola o al lavoro. Il 20 settembre infatti si corre il Giretto d’Italia, ottava edizione del campionato di ciclabilità urbana organizzato da Legambiente e VeloLove in collaborazione con Euromobility, l’associazione italiana dei mobility manager, e con il sostegno di CNH Industrial, azienda leader nei mezzi per l’agricoltura, le costruzioni e il trasporto su strada di merci e persone. In Piemonte la campagna è realizzata anche grazie al contributo della Fondazione CRT. Obiettivo: stimolare la diffusione del Bike to Work e Bike to School. Chi riuscirà a convincere più persone ad andare al lavoro e a scuola in bicicletta si aggiudicherà la maglia rosa della mobilità nuova. Continua a leggere “Legambiente: Giretto d’Italia 2018”

Crollo ponte Genova: Federico Fornaro (Leu), tempo scaduto per la propaganda

Crollo ponte Genova: Federico Fornaro (Leu), tempo scaduto per la propaganda

(ANSA) – ROMA, 16 SET – “Genova e i genovesi hanno il diritto di sapere quando inizieranno i lavori per la demolizione di quel che rimane del Ponte Morandi e quando inizierà la ricostruzione di quello nuovo.

Domande legittime a cui il Governo Conte non sta dando risposte e date certe. Toninelli si ricordi di essere un ministro della Repubblica e non un battutista”. Lo afferma il capogruppo di Liberi e Uguali alla Camera, Federico Fornaro.

“A un mese dal crollo del ponte ogni giorno che passa i problemi di Genova si aggravano con buona pace dei comunicatori governativi. La pazienza dei cittadini e delle imprese genovesi e’ al limite. Il tempo per la propaganda e’ scaduto, conclude.

(ANSA).

Giangiacomo Amoretti, scrittore e poeta, docente universitario di letteratura e filosofia, di Silvia Cozzi

La redazione di Alessandria today, è lieta di presentare ai propri lettori il Professor Giangiacomo Amoretti, scrittore e poeta, docente universitario di letteratura e filosofia, di Silvia Cozzi

10420243_10203699598641418_219881124326484008_n

La lirica di Giangiacomo Amoretti è il frutto di uno studio approfondito della metrica. I suoi versi, sempre velati da un alone di mistero, si snodano agili e avvolgenti grazie  al sapiente utilizzo dell’enjambement.
E’ inevitabile lasciarsi trascinare da uno stile coinvolgente in un’atmosfera a tratti mistica e surreale.
Lo presento ai lettori di Alessandria Today con una breve biografia e tre delle sue splendide poesie.

La sua silloge “Come un canzoniere” edita da Aracne di Roma, è acquistabile online  tramite il seguente link
http://www.aracneeditrice.it/index.php/pubblicazione.html?item=9788854839700

Silvia Cozzi

************

Giangiacomo Amoretti è nato ad Imperia e vive a Genova, dove ha insegnato per molti anni Letteratura italiana presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università.

Ha scritto saggi sulla storia della critica letteraria, sulla poesia romantica, sulla letteratura ligure ottocentesca e novecentesca e sulla poesia italiana più recente. Con Giorgio Bàrberi Squarotti e Giannino Balbis ha curato una Storia e antologia della letteratura italiana in sei volumi per i licei (editore Atlas).

Ha pubblicato una raccolta di poesie nel volume Tre poeti (Genova, Zaccagnino, 2004), cui hanno contribuito anche Giorgio Bàrberi Squarotti e Giannino Balbis. Successivamente ha dato alle stampe un volume di liriche: Come un canzoniere (Roma, Aracne, 2011), con il quale ha vinto il Premio Gozzano per la poesia 2015.

Nel 2006, nel 2007, nel 2008, nel 2011 e nel 2012 ha vinto il primo premio del concorso di poesia in forma chiusa organizzato dal Cenacolo studi “Michele Ginotta” nel comune di Barge in provincia di Cuneo.

Altre poesie di Giangiacomo Amoretti sono apparse in diverse riviste in cartaceo e online. Continua a leggere “Giangiacomo Amoretti, scrittore e poeta, docente universitario di letteratura e filosofia, di Silvia Cozzi”

Crollo ponte: Fornaro Leu, subito legge speciale per Genova

Crollo ponte: Fornaro Leu, subito legge speciale per Genova

federico Fornaro

(ANSA) – ROMA, 30 AGO – “Liberi e Uguali aveva proposto dopo il crollo del Ponte Morandi che il Parlamento approvasse nel piu’ breve tempo possibile una legge speciale per Genova che, oltre alla fondamentale ricostruzione del ponte autostradale, ricomprenda anche la soluzione degli annosi problemi dei collegamenti trasportistici del capoluogo ligure e dia una risposta anche ad un territorio fragile sotto il profilo idrogeologico come quello genovese”. Lo afferma il capogruppo di LeU a Montecitorio Federico Fornaro.

“Vediamo che la nostra proposta di legge speciale per Genova trova ogni giorno che passa nuovi consensi nelle istituzioni e nelle forze politiche: bene, si passi dunque dalle parole ai fatti. In parallelo vanno trovate risorse importanti nella prossima legge di Bilancio per un piano straordinario di manutenzione del patrimonio pubblico di infrastrutture della viabilita’ ordinaria, anche alla luce dei tagli di questi ultimi anni alle Province”.(ANSA).

Autostrade, ponte Morandi, annunci poco credibili?

Autostrade, ponte Morandi, annunci poco credibili?

crollo-ponte-morandi

foto: http://gds.it/

Dopo avere ascoltato in TV gli annunci della Società Autostrade, Atlantia: “Autostrade ha avanzato delle proposte che prevedono tre mesi per abbattere i due tronconi del ponte Morandi e cinque mesi per la costruzione di un nuovo ponte”.

A quanto pare non sono bastati i 43 morti a seguito del recente crollo del ponte, sul quale la magistratura sta indagando per stabilire di chi è la responsabilità (anche se da più parti si sostiene che è per colpa della mancata manutenzione).

Ora dobbiamo anche sorbirci delle proposte che appaiono quantomeno fantasiose, dato che in Italia questi tempi sono poco credibili, a meno di non fare le cose in fretta rischiando di correre grandi e inaccettabili rischi e piangere in futuro nuove vittime, da chi ci segue mi piacerebbe leggere cosa ne pensa in merito, grazie…

Alessandria today

Pier Carlo Lava

Giù le mani dal ponte. La Procura: “Vanno salvaguardate le prove”. Il governo convinto: “Lo ricostruirà lo Stato”

Giù le mani dal ponte. La Procura: “Vanno salvaguardate le prove”. Il governo convinto: “Lo ricostruirà lo Stato”

Il pm Francesco Cozzi intervistato dal Corriere della Sera. Gli indagati? “Le cose vanno avanti speditamente”

TOPSHOT-ITALY-ACCIDENT-BRIDGE-COLLAPSE

By Huffington Post

AFP/GETTY IMAGES

Per la demolizione del ponte Morandi, a Genova, “non c’è fretta” a meno che non ci sia “un rischio per l’incolumità pubblica”. Più opportuno, invece, salvaguardare le prove. A dirlo, in un’intervista al Corriere della Sera, è il procuratore di Genova Francesco Cozzi.

“L’ho già detto e lo ripeto: noi non abbiamo fretta. Se mi dicono che c’è un rischio per l’incolumità pubblica allora d’accordo, non fermerò né ostacolerò in alcun modo i lavori per l’abbattimento del ponte, altrimenti si vedrà, si valuterà ogni passaggio con l’aiuto dei nostri consulenti”. Continua a leggere “Giù le mani dal ponte. La Procura: “Vanno salvaguardate le prove”. Il governo convinto: “Lo ricostruirà lo Stato””

Genova non sarà più la stessa senza quel ponte, e nemmeno noi lo saremo più

Genova non sarà più la stessa senza quel ponte, e nemmeno noi lo saremo più

Alessandria today: Pubblichiamo due commoventi riflessioni sul collasso del ponte Morandi di Genova, che i genovesi chiamavano il “Ponte di Brooklyn”, pubblicate su facebook da Davide Ottonello e Giovanni Cesari.

39193572_10215133718967841_3879750443600969728_n

Davide Ottonello

Il ponte di “Brooklyn”, come lo chiamavo io, non era un banale ponte. Era qualcosa di più per me.

Quando lo attraversavo per andare a lavorare, a fare shopping, a fare delle visite, mi dava un senso di sollievo, mi faceva pensare “dai, sono quasi arrivato”.
Invece, quando ci passavo sotto, sul treno che mi portava all’università, mi metteva soggezione perché “ricordati che porta sfortuna parlare sotto quel ponte, non passerai il prossimo esame” .
Mio papà, ogni tanto, quando ci passavamo sopra, mi raccontava che lui “l’aveva visto nascere”, quando era ragazzino e andava a trovare i suoi zii a Rivarolo.

Ecco cos’era il ponte Morandi, un “pezzo” della vita di ognuno di noi, che inconsciamente pensavamo non fosse così importante.
Ma ora che non c’è più, è come se ci fosse stato strappato qualcosa nel profondo.
Continua a leggere “Genova non sarà più la stessa senza quel ponte, e nemmeno noi lo saremo più”

Matteo Renzi. PD: Enews 538

Riceviamo e come nostra prassi pubblichiamo e ovviamente come al solito ognuno è libero di trarre le proprie conclusioni in merito …

Matteo Renzi. PD: Enews 538

Matteo

Quello che è accaduto a Genova è atroce. Assurdo morire così nel 2018. La priorità oggi è aiutare le famiglie delle vittime, gli sfollati. Il dibattito pubblico, tuttavia, non ha parlato di questo. Il governo Salvini-DiMaio infatti ha deciso di attaccare l’opposizione. E di spargere veleni e falsità. Ho scelto di replicare perché non volevo che quelle accuse infami non ricevessero una condanna ferma. Qui il primo post. Qui il secondo post. Qui l’intervista a Repubblica. Pensavo che questa vicenda trovasse un Paese unito ad affrontarla. L’attegiamento dei ministri è stato invece vergognoso.
Ricapitolando:

  1. Chi ha sbagliato deve pagare. E chi ha sbagliato lo decide la Magistratura, non il Ministro Toninelli. In questa vicenda il Ministro deve fornire spiegazioni, non dare giudizi. Peraltro anziché dare risposte in Parlamento o ai singoli deputati che ieri sono andati al Mit, Toninelli ha pensato bene di tornare al mare. Avessimo fatto noi una cosa del genere sarebbe scoppiata la rivoluzione pentastellata. Ma adesso sono loro il potere, adesso tutti zitti.
  2. Di Maio è un bugiardo. Mi spiace dirlo, perché è un ministro, ma siamo davanti a uno squallido bugiardo. Ha detto che noi abbiamo fatto leggi per Autostrade e che il loro Governo è il primo che non ha preso soldi. Il decreto pro-Autostrade lo ha votato Salvini, non il PD (2008). I contributi elettorali li ha presi la Lega, non il PD (150.000€). Il Premier Conte è l’avvocato dei concessionari (Aiscat), altro che avvocato del popolo. Il NO alla Gronda, opera fondamentale per Genova, proviene dai Cinque Stelle di Genova (“favoletta”), da Beppe Grillo (“li fermeremo con l’esercito”), da Toninelli (agosto 2018!).
  3. Ora è fondamentale ricucire Genova. E per evitare che la città subisca oltre al danno anche la beffa è fondamentale che si accelerino le opere per le quali abbiamo liberato i soldi: Bisagno, Porto, Terzo Valico e Gronda. Genova DEVE ripartire. E per farlo il governo deve dire sì alle opere pubbliche. A cominciare ovviamente dal rifacimento del Ponte.

Continua a leggere “Matteo Renzi. PD: Enews 538”

Via Del Campo, Fabrizio De André, di Elvio Bombonato

De André

VIA DELCAMPO

Via del Campo c’è una graziosa
gli occhi grandi color di foglia
tutta notte sta sulla soglia
vende a tutti la stessa rosa.

Via del Campo c’è una bambina
con le labbra color rugiada
gli occhi grigi come la strada
nascon fiori dove cammina.

Via del Campo c’è una puttana
gli occhi grandi color di foglia
se di amarla ti vien la voglia
basta prenderla per la mano.

E ti sembra di andar lontano
lei ti guarda con un sorriso
non credevi che il paradiso
fosse solo lì al primo piano.

Via del Campo ci va un illuso
a pregarla di maritare
a vederla salir le scale
fino a quando il balcone ha chiuso.

Ama e ridi se amor risponde
piangi forte se non ti sente
dai diamanti non nasce niente
dal letame nascono i fior

FABRIZIO DE  ANDRE,  1967

Sono sei quartine di novenari piani (l’accento sulla penultima sillaba). Il novenario è un verso insolito (riesumato dal Pascoli), difficile. De André fu un metricista notevole. Va precisato che Via del Campo è la prosecuzione di via Prè, la più nota del centro storico di Genova, il maggiore d’Europa.  Continua a leggere “Via Del Campo, Fabrizio De André, di Elvio Bombonato”

Le immagini delle case e delle persone negli anni 80 sotto il ponte Morandi, di Michele Guyot Bourg

Le immagini delle case e delle persone negli anni 80 sotto il ponte Morandi, di Michele Guyot Bourg

Così scrive il fotografo professionista Michele Guyot Bourg nella sua pagina facebook...

Nel 2012 ho pubblicato parte di una mia ricerca fotografica effettuata negli anni 80 sull’incidenza negativa dell’autostrada sul quotidiano vivere accanto e sotto questa opera e l’avevo intitolata “VIVERE SOTTO UNA CUPA MINACCIA”.

Allora mi era costata circa quattro anni di ricerca tra Nervi e Voltri e nelle vallate Bisagno e Polcevera.

All’epoca ha avuto un grande successo in molte città italiane e Circoli privati tranne che a Genova che alle istituzioni non era piaciuta.Chissà perchè! Ne ripubblico una parte in questa purtroppo tragica circostanza per ricordare che alla fine dopo quasi quaranta anni non è cambiato niente.