Il Passato È Una Terra Straniera, di Gianrico Carofiglio

Il Passato È Una Terra Straniera di Gianrico Carofiglio

Il Passato È Una Terra Straniera

di Roberto Baldini…Uno scontro di idee.

Due caratteri (non) troppo diversi.

Giorgio, studente modello e una vita senza sussulti.

Il tipico bravo ragazzo, insomma.

Francesco, invece, rappresenta l’ideale della figura misteriosa, quell’ombra che non vorremmo mai accanto.

Però affascina, parecchio.

Due vite con quasi nulla in comune, due vite che viaggiavano su binari paralleli e che ora hanno deciso di rompere gli schemi e sovvertire le regole, collassando in un punto ben preciso.

Due opposti non possono che attrarsi e ben presto i due divengono amici, dividendo avventure più o meno lecite.

Lecite per chi vince, un po’ meno per che ritornerà a casa solo con rimpianti e speranze.

Un piano leggermente inclinato quasi non si avverte, perlomeno finché la velocità guadagnata non è tale da non riuscire a evitare l’impatto.

E solo allora si potrà fare la conta dei cadaveri disseminati sul campo…

Gianrico Carofiglio riesce a intrigare con il suo stile e con le sue parole dirette.

Un libro che parte in sordina ma che poi deflagra in un’esplosione che ci lascerà sconcertati ma al tempo stesso lucidi.

L’ennesima prova dell’arte di Carofiglio, da leggere e rileggere. A piacere. Continua a leggere “Il Passato È Una Terra Straniera, di Gianrico Carofiglio”

Il bordo vertiginoso delle cose, di Gianrico Carofiglio

Il bordo vertiginoso delle cose, di Gianrico Carofiglio

https://www.lafeltrinelli.it

Il bordo

Enrico Vallesi è un uomo tradito dal successo del suo primo romanzo. Un giorno decide di salire su un treno e tornare nella città dove è cresciuto. Comincia in questo modo un viaggio di riscoperta attraverso i ricordi di un’adolescenza inquieta, in bilico fra rabbia e tenerezza.

Con i piedi nel fango. Conversazioni su politica e verità, di Gianrico Carofiglio, Jacopo Rosatelli

Con i piedi nel fango. Conversazioni su politica e verità, di Gianrico Carofiglio, Jacopo Rosatelli

https://www.lafeltrinelli.it

con i piedi

La politica è fare i conti con le cose come sono davvero: cioè spesso non belle e non pulite. Bisogna entrare nel fango, a volte, per aiutare gli altri a uscirne. Ma tenendo sempre lo sguardo verso l’orizzonte delle regole, dei valori, delle buone ragioni.

Un dialogo appassionato e appassionante. Un prontuario per l’esercizio del pensiero critico, per sottrarsi alle manipolazioni, per riaffermare – contro ogni fanatismo – il valore laico ed emozionante della verità e dell’impegno politico. Perché l’avvenire appartiene ai non disillusi.

Ad occhi chiusi, di Gianrico Carofiglio

Ad occhi chiusi, di Gianrico Carofiglio

https://www.lafeltrinelli.it

2005445

L’avvocato Guido Guerrieri – protagonista di ‘Testimone inconsapevole’, sorprendente romanzo d’esordio di Giancarlo Carofiglio – si trova questa volta alle prese con un caso difficile, non tanto per la vicenda (la sua cliente, Martina, è stata minacciata e aggredita da un suo ex convivente), quanto per la personalità del persecutore: noto professionista, figlio di un potente magistrato, Guido sa che mettersi contro di lui significherà molto più che affrontare una difesa e un processo difficile.

Ancora una volta la vicenda del giovane avvocato si snoda al ritmo delle sue inquietudini e delle sue debolezze, sullo sfondo di una Bari in bilico tra luminosità violente mediterranee e oscure ambiguità. Una storia sulla dignità, sul senso di colpa e sulla paura.

La casa nel bosco, di Gianrico Carofiglio

La casa nel bosco, di Gianrico Carofiglio

la casa

“È tutto accaduto, più o meno”. È l’incipit di un grande romanzo e peccato sia stato già scritto da Kurt Vonnegut, perché sarebbe l’attacco ideale per questa storia. Anzi, per queste storie. I due protagonisti – e autori – sono fratelli ma non si frequentano molto, forse nemmeno si sopportano molto.

Vite diverse, caratteri diversi e forse anche qualche lontano rancore, lasciati covare sotto la cenere per troppo tempo. Adesso però gli tocca stare insieme, almeno per qualche ora: devono dare un’ultima occhiata alla casa di villeggiatura della loro infanzia – la casa nel bosco – prima di consegnare le chiavi al nuovo proprietario.

Sembra solo un adempimento banale anche se un po’ triste e invece diventa l’occasione, inattesa e sorprendente, per un viaggio nella memoria, per una riconciliazione, per un inventario buffo e struggente di oggetti, luoghi, odori, storie e soprattutto sapori. In una sequenza di dialoghi fulminanti, comici e commoventi, Gianrico e Francesco Carofiglio (rigorosamente disposti in ordine di anzianità) percorrono il crinale sottile che divide affetto e rivalità, divertimento e malinconia, nostalgia e disincanto.

Un memoir a quattro mani che racconta di amicizie perdute, di amori rubati, di vecchi fumetti e di torte di ricotta. Un ricettario, non solo metaforico, dell’infanzia, dell’adolescenza e di un’età adulta ancora capace di riservare sorprese.

https://www.lafeltrinelli.it

Non esiste saggezza, di Gianrico Carofiglio

Non esiste saggezza di Gianrico Carofiglio

I racconti di “Non esiste saggezza” provengono dai luoghi della realtà quotidiana: sono volti che emergono dalla folla dei viaggiatori, in zone neutrali di transito. Soprattutto, figure di donne: con esse, la voce del narratore è partecipe, solidale, protettiva, come a voler condividere il peso di un segreto in varie forme doloroso, a volerle affrancare da un destino ostile.

non esiste

Appaiono improvvisamente: a un casello autostradale, la bambina solitaria chiede a un automobilista ignaro di accompagnarla verso il mistero. L’attesa notturna in un aeroporto è colmata dai versi di una poetessa russa, dalla sosta sfuggente di una sconosciuta.

E, improvvisamente, queste donne scompaiono: dall’ambulatorio di una missione umanitaria, ultimo posto in cui sono state viste una dottoressa volontaria e la ragazza colombiana sua compagna, nella rischiosa sfida a ingiustizie e prevaricazioni. I personaggi maschili si trovano a cercare, a inseguire: un’impressione, un sospetto, una curiosità che li spinge oltre i limiti del prevedibile, talvolta del lecito.

E la raccolta si completa con un vero e proprio romanzo di formazione in miniatura, ambientato negli spazi metafisici della Murgia. “Le cose non esistono se non abbiamo le parole per chiamarle.

https://www.lafeltrinelli.it

Ad occhi chiusi, di Gianrico Carofiglio

Ad occhi chiusi, di Gianrico Carofiglio

Ad occhi

L’avvocato Guido Guerrieri – protagonista di ‘Testimone inconsapevole’, sorprendente romanzo d’esordio di Giancarlo Carofiglio – si trova questa volta alle prese con un caso difficile, non tanto per la vicenda (la sua cliente, Martina, è stata minacciata e aggredita da un suo ex convivente), quanto per la personalità del persecutore: noto professionista, figlio di un potente magistrato, Guido sa che mettersi contro di lui significherà molto più che affrontare una difesa e un processo difficile.

Ancora una volta la vicenda del giovane avvocato si snoda al ritmo delle sue inquietudini e delle sue debolezze, sullo sfondo di una Bari in bilico tra luminosità violente mediterranee e oscure ambiguità. Una storia sulla dignità, sul senso di colpa e sulla paura.

https://www.lafeltrinelli.it

Il passato è una terra straniera, di Gianrico Carofiglio

Il passato è una terra straniera, di Gianrico Carofiglio

Il passato

Giorgio, studente modello figlio di intellettuali borghesi, ha ventidue anni e una vita normale e un po’ noiosa. Senza crepe, in apparenza. Francesco è torbido, misterioso e affascinante. E baro. Le loro vite viaggiano separate fino all’incontro che segnerà il destino di entrambi.

I due diventano amici e passano da una partita di carte truccata all’altra, da una bravata all’altra, in un vortice ubriacante che a poco a poco diventa un’inarrestabile discesa agli inferi. In parallelo corre un’indagine dei carabinieri su una serie di misteriose violenze. Una storia struggente sull’amicizia e il tradimento. Un’avventura picaresca in una Bari segreta e allucinata.

https://www.lafeltrinelli.it

“CON I PIEDI NEL FANGO” di Carofiglio ad ACSAL, di Lia Tommi

Gianrico Carofiglio presenta il libro “Con i piedi nel fango”, all’ associazione Cultura e Sviluppo di piazza De André, Alessandria , martedì 15 gennaio , dalle 20 alle 22.

Dopo la pausa natalizia, riprendono le attività culturali dell’Associazione Cultura e Sviluppo. Nella prima conferenza del 2019, che avrà luogo in un giorno e un orario inusuali (martedì 15 gennaio, alle ore 20), si avrà modo di incontrare un relatore di particolare prestigio, ossia il dottor Gianrico Carofiglio.

Magistrato, già senatore della Repubblica e autore di numerosi libri – racconti, romanzi, saggi – tradotti in tutto il mondo, nel 2018 Carofiglio ha pubblicato, con Jacopo Rosatelli, dottore di ricerca in studi politici e professore nelle scuole superiori, un piccolo ma molto denso volume intitolato “Con i piedi nel fango. Conversazioni su politica e verità” (edizioni Gruppo Abele).

Proprio a partire da questo loro appassionato e appassionante “dialogo”, si discuterà con i due autori sul rapporto complesso tra politica e verità, sulla dimensione etica dell’impegno pubblico, sul nostro presente particolarmente incerto e sulla necessità di agire in modo responsabile verso un orizzonte di valori e ragioni condivise.

 

Gianrico Carofiglio L’estate fredda Recensione, di Cristina Saracano

Gianrico Carofiglio L’estate fredda Recensione, di Cristina Saracano

L’estate del’92 sarà ricordata come un’estate di mafia sanguinaria.

I fatti di Palermo ne sono il triste ricordo.

In questo romanzo, Carofiglio, ci racconta episodi romanzati della situazione nello stesso periodo nella sua Bari.

Un bambino, figlio di un capoclan, viene rapito e poi ucciso barbaramente.

Un giovane boss decide di collaborare con la giustizia, ma non si riesce a scoprire nulla lo stesso.

La verità è sempre più cruda e amara di quanto uno se l’aspetti, il maresciallo Fenoglio, incaricato delle indagini, la scoprirà in un territorio che sembrava estraneo e dove le sorprese sono sempre dietro l’angolo.

Scritto bene, si legge tutto d’un fiato, è una specie di narrazione ipnotica, che alterna la storia alla lingua dei verbali, un uso insolito, ma molto efficace.

Testimone Inconsapevole di Gianrico Carofiglio

Testimone Inconsapevole di Gianrico Carofiglio

Testimone Inconsapevole

http://scrivoleggo.blogspot.com/

Testimone Inconsapevole di Gianrico Carofiglio

La verità e la speranza.

La verità. Almeno sembra…

Una notizia orribile, una notizia che non vorremmo mai leggere o sentire.

Il corpo di un bambino viene ritrovato in fondo un pozzo. Un bimbo che giocava fino a un minuto prima, una vita spezzata da una mano ignobile, una mano manovrata da una mente che deve essere assolutamente fermata.

Il sospettato è un commerciante senegalese che risponde al nome di Abdou Thiam, un uomo che tira a campare costeggiando i limiti della legalità. E passandoli un poco…

Niente di così grave, intendiamoci, nessun omicidio o cose simili, giusto qualche griffe contraffatta o poco più. Continua a leggere “Testimone Inconsapevole di Gianrico Carofiglio”

Le tre del mattino, di Gianrico Carofiglio

 

20180115_221315-11

Recensione di Cristina Saracano

Un padre e un figlio diciottenne per una serie di inaspettate circostanze si trovano a dover passare due notti senza potersi addormentare a Marsiglia.

Percorreranno la città dal mare alle zone malfamate, incontreranno personaggi poco raccomandabili, signore gentili, donne bellissime e assaporeranno il profumo del mare e della compagnia.

Con un linguaggio semplice Gianrico Carofiglio ci prende per mano in questa storia regalandoci pagine di una delicatezza inaspettata e di una commozione struggente.

Il padre e il figlio, mai stati particolarmente vicini e uniti, si scoprono nella loro interiorità, stupendosi l’un l’altro di quanto si erano immaginati diversi.

Una storia che fa riflettere sui punti fondamentali dell’esistenza: i rapporti famigliari, il trascorrere del tempo e, immancabile, l’amore, protagonista assoluto della nostra vita.