Una rosa, di Gio Porta

Una rosa, di Gio Porta

Gio pensieri confusi e parole casuali

Una rosa.jpg

Una rosa

Un’ultima chiarezza prima che il sole tramonti
e che su questa terra si posi la notte

qualcuno grida per strada
annuncia la vendita di rose
e quella vita confonde i suoi fiori così seri
il tocco preciso della sua mano
il tremore della bocca sul pendio dell’aria
e il corpo inumidito dalla pioggia

un fascio di luce va a quel punto
aprendosi sulle foglie degli alberi gocciolanti
col bagliore di una visione insaziabile

che nulla esista al di là del sogno

una rosa
una sola
è la sua preghiera estrema
quella strofa selvaggia della vita
Continua a leggere “Una rosa, di Gio Porta”

L’amore non basta, di Gio Porta

L’amore non basta, di Gio Porta

Gio pensieri confusi e parole casuali

l'amore non basta

L’amore non basta

L’ultimo abbraccio
se lo fecero così forte che le anime si fusero, si confusero

un bacio, l’ultimo bacio
poi si sfiorarono delicatamente le mani coi polpastrelli

un brivido, un unico brivido
per entrambi lo stesso, nello stesso istante

un ultimo sguardo
e l’ultimo sguardo fu l’ultimo sguardo

poi si voltarono
fecero un passo ciascuno… e furono già due

fu già distanza, distacco, separazione…
…memoria, ricordo, nostalgia…
…malinconia

il cammino continuò in direzione fermamente opposta
col determinato tormento di chi muove nuovi passi
per regalare alla vita una lacrima di luce
di pura verità

cercare nell’introvabile un appiglio
per credere in qualcosa
in qualsiasi cosa che giustifichi la serie di mancate risposte

per sentirsi vivi
provare dolore…
…perché talvolta l’amore non basta.

Gio Porta

Ettore e Andromaca, opera di Giorgio De Chirico

Giochi in grado di perdere il mondo, di Gio Porta

Giochi in grado di perdere il mondo, di Gio Porta

Gio pensieri confusi e parole casuali

giochi

Giochi in grado di perdere il mondo

Dove sei?
in quale punto della mappa

ora che brilli nei miei pensieri
come un’idea che occupa i giorni e le notti
e che si avvicina ad un cuore con su scritto un nome che deturpa la sorte

dove potrei incontrarti?

cerco in torno …in tondo
nel buio della notte ansimante degli innamorati
nei vicoli persi e dispersi

disperatamente e inutilmente cerco

mantenendo i desideri nella camera oscura del poeta
in fondo ad un qualsiasi cassetto
per poi riposare eternamente con negli occhi l’immagine che amo

così pura

mi tengo le mani mentre osservo gli affreschi annegati negli alti soffitti
imparo a volare e mi immergo anch’io
mi lavo le ferite… e questo è ciò che conta
Continua a leggere “Giochi in grado di perdere il mondo, di Gio Porta”