Ilsole24ore.com: Lavoro, perché in Italia conta più l’anagrafe della qualità

Ilsole24ore.com: Lavoro, perché in Italia conta più l’anagrafe della qualità

COWORKING_AdobeStock_163392538-ki9B--1020x533@IlSole24Ore-Web.jpg

Leggi anche: Chi ha detto che se hai una certa età sei da rottamare?, di Pier Carlo Lava: https://alessandria.today/2019/07/23/chi-ha-detto-che-se-hai-una-certa-eta-sei-da-rottamare-di-pier-carlo-lava/

Cosa rischia un paese che ha smesso di investire sulle nuove generazioni? Se ne parla in «Gioventù sprecata», libro-inchiesta edito da Castelvecchi . Ne pubblichiamo un estratto dedicato alla questione salariale: perché in Italia l’andamento delle retribuzioni dipende (quasi) solo dall’età e non dal proprio valore aggiunto

di Alberto Magnani

(Adobe Stock)

Essere giovani, sul lavoro, offre vantaggi o svantaggi. I vantaggi coincidono ad esempio con un maggior grado di aggiornamento sulle tec-nologie, la freschezza intellettuale e la possibilità di reinventarsi con maggiore rapidità rispetto ai colleghi senior. Gli svantaggi riguardano la minore esperienza e la prospettiva di incassare retribuzioni (e tratta- menti) meno gratificanti rispetto ai colleghi più attempati. In Italia la bilancia pende quasi solo sui secondi, a partire da uno dei fattori più tangibili: lo stipendio. I giovani italiani sono in media pagati di meno ri- spetto ai colleghi con più anni di esperienza, come se il certificato di na- scita fosse una condanna implicita ai propri obiettivi.. continua su: https://www.ilsole24ore.com/art/lavoro-perche-italia-conta-piu-l-anagrafe-qualita-ACSiWAb

I giovani ma non solo e i problemi del lavoro, di Pier Carlo Lava

I giovani ma non solo e i problemi del lavoro, di Pier Carlo Lava

Alessandria: Appartengo ad una generazione nella quale il lavoro non mancava e quando raramente capitava di perderlo, o invece più frequentemente si decideva di cambiare azienda per migliorare la propria posizione economica o per motivi di carriera, non c’erano problemi a trovarne un altro. 

laureati-in-viaggio-giovani-estero-286x300

Ai lavoratori più qualificati, senza alcuna differenza fra operai, impiegati, funzionari o dirigenti, bastava una telefonata a chi li aveva contattati in precedenza con una proposta lavorativa e nel giro di qualche giorno operavano per un altra azienda, per quelli meno qualificati occorreva comunque poco tempo per una nuova sistemazione.

All’epoca esisteva esclusivamente il contratto di lavoro a tempo indeterminato e le varie organizzazioni sindacali, vantavano nei confronti delle imprese, un peso contrattuale decisamente superiore a quella odierno.

Negli anni 60 e per alcuni decenni a seguire l’occupazione non rappresentava ancora un grande problema, ma il cambiamento era nell’aria, i primi segnali importanti sono iniziati negli anni 90 e in particolare a partire dall’anno 2000, il mondo stava evolvendo, i mercati emergenti, la globalizzazione e la concorrenza internazionale iniziavano a produrre i primi effetti, che in seguito diventarono devastanti per le imprese italiane.

Le crescenti difficoltà delle stesse determinarono due conseguenze, l’inizio della delocalizzazione di diverse aziende in paesi dove il costo della mano d’opera era decisamente più basso e un ulteriore conseguente aumento della disoccupazione. Continua a leggere “I giovani ma non solo e i problemi del lavoro, di Pier Carlo Lava”

Ri-Generazioni Urbane BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLA PROGETTUALITA’ DEI GIOVANI 2019

Ri-Generazioni Urbane BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLA PROGETTUALITA’ DEI GIOVANI 2019

alessandria_panorama

Con il presente bando, il Comune di Alessandria e l’associazione culturale Cultura e Sviluppo di Alessandria intendono promuovere e sostenere la progettualità dei giovani, mediante la concessione di premi per la realizzazione di progetti da realizzarsi entro il 30 settembre 2019 all’interno del progetto “Ri-Generazioni Urbane” finanziato dalla Regione Piemonte. L’obiettivo generale del progetto è quello di stimolare e favorire lo sviluppo di idee creative giovanili e valorizzare il loro talento. Il presente bando vuole sostenere le forme di creatività, dando la possibilità di svilupparle in attività tangibili, che possano includere in maniera diretta le potenzialità di tutto il territorio.

INIZIATIVE AMMISSIBILI

I progetti dovranno comprendere l’ideazione, l’organizzazione, la realizzazione e la promozione di iniziative, eventi, manifestazioni, mostre, laboratori, o micro-progetti di rigenerazione urbana, da realizzarsi nel territorio locale. L’organizzazione permetterà la fruizione da parte dei vincitori delle strumentazioni e degli spazi a sua disposizione, utili per la realizzazione dell’iniziativa. Le iniziative finanziabili dovranno essere presentate entro il 28 marzo 2019 ed essere realizzate entro il 30/9/19. Continua a leggere “Ri-Generazioni Urbane BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLA PROGETTUALITA’ DEI GIOVANI 2019”

Nuovi scenari per il mondo agricolo: dalla nuova Pac alla fatturazione elettronica

Nuovi scenari per il mondo agricolo: dalla nuova Pac alla fatturazione elettronica

Alessandria Coldiretti. Incontro Giovani Impresa Alessandria

Un momento formativo e informativo dedicato ai Millenial farmers per offrire nuove opportunità di crescita puntando sulla distintività e il vero made in Italy

“Nuovi scenari e opportunità per il mondo agricolo: dalla fatturazione elettronica alla Nuova Pac 2021-2017”. E’ stato questo il filo rosso che ha unito gli interventi durante l’incontro organizzato da Giovani Impresa Coldiretti Alessandria.

Un momento formativo e informativo che ha voluto porre l’attenzione soprattutto sui cambiamenti e sulle novità legate alla nuova Politica Agricola Comune e alla fatturazione elettronica che diventerà obbligatoria dal 1° gennaio 2019.

Una priorità su tutte: le risorse assegnate al settore agricolo non subiscano riduzioni. Continua a leggere “Nuovi scenari per il mondo agricolo: dalla nuova Pac alla fatturazione elettronica”

Progetto Giovani & Informati: bando per la selezione di due borse lavoro

Le Amministrazioni comunali di Alessandria, Cassine, Castellazzo Bormida, Castelletto Monferrato, Castelnuovo Scrivia, Felizzano, Fubine, Quargnento e Solero, da anni impegnate nel progetto “Giovani & Informati”, hanno promosso la riapertura dello Sportello Informagiovani nei loro Comuni per venire incontro alle esigenze di integrazione nel tessuto sociale e di partecipazione attiva alla vita della comunità locale dei giovani.

Il progetto intende altresì contribuire allo sviluppo dell’occupabilità e dell’occupazione dei giovani.
Il progetto prevede di incaricare due giovani residenti nei Comuni coinvolti per svolgere le attività inerenti alla gestione dello sportello e del portale Piemonte Giovani, offrendo loro un’opportunità concreta di crescita professionale e di sostegno al reddito.

A tal fine i Comuni, attraverso il Comune di Alessandria, ente capofila del progetto, e in collaborazione con l’ASM Costruire Insieme, hanno deliberato di emanare un bando di selezione pubblica per incaricare due giovani residenti nei comuni interessati.

I giovani individuati svolgeranno attività di orientamento e supporto alla ricerca attiva del lavoro per i giovani presso gli sportelli Informativi Giovani e Informati degli otto Comuni aderenti e presso lo Sportello Informagiovani del Comune di Alessandria gestito dall’ASM Costruire Insieme. Continua a leggere “Progetto Giovani & Informati: bando per la selezione di due borse lavoro”

TORTONA AVVICINA GLI STUDENTI AL TERRITORIO ATTRAVERSO L’ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO.

TORTONA AVVICINA GLI STUDENTI AL TERRITORIO ATTRAVERSO L’ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO.

Una storica azienda Tortonese, la Fia-Trac, venerdì scorso ha aperto le porte e accolto diverse classi del Liceo G.Peano, nell’ambito dell’iniziativa promossa da Confindustria Alessandria in occasione della Giornata Nazionale delle Piccole e Medie Imprese.

Giovani e imprese

Tra i presenti all’evento esponenti di Confindustria, Tiziano Maino, in rappresentanza della Piccola Industria, Paolo Bastianello, coordinatore nazionale del gruppo “Made In”, il Sindaco di Tortona Gianluca Bardone e il Vice Sindaco Marcella Graziano, la Dirigente scolastica Maria Rita Marchesotti.

Ai ragazzi degli ultimi anni del  Liceo è stata offerta un’ulteriore occasione per conoscere una delle aziende più rappresentative del nostro territorio, approfondire le dinamiche del mondo del lavoro e comprendere quali opportunità la realtà Tortonese possa offrire a chi si approssima a scelte importanti per il futuro.

Si conferma quindi l’attenzione e la progettualità che Tortona, in collaborazione con tante altri enti pubblici e privati, anche a livello Provinciale, sta concretizzando per accostare con consapevolezza gli studenti al mondo del lavoro e al sistema economico produttivo che fa parte della realtà tortonese, valorizzando lo strumento-risorsa dell’alternanza scuola lavoro. Continua a leggere “TORTONA AVVICINA GLI STUDENTI AL TERRITORIO ATTRAVERSO L’ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO.”

IOLAVORO RITORNA AD ALESSANDRIA IL 27 NOVEMBRE CON NUMEROSE OPPORTUNITÀ DI LAVORO

IOLAVORO RITORNA AD ALESSANDRIA IL 27 NOVEMBRE CON NUMEROSE OPPORTUNITÀ DI LAVORO

io 1a lac IMG_9873

IOLAVORO fa tappa ad Alessandria martedì 27 novembre, presso il DiSIT dell’Università del Piemonte Orientale, in viale Teresa Michel 1, e presso l’Associazione Cultura e Sviluppo, in piazza Fabrizio De Andrè 76, quartiere Orti, dalle ore 10.00 alle 17.00. L’edizione di IOLAVORO ad Alessandria è un’iniziativa promossa dall’Assessorato all’Istruzione, Lavoro e Formazione professionale della Regione Piemonte, realizzata da Agenzia Piemonte Lavoro con il Comune di Alessandria e CulturAle ASM Costruire Insieme, in collaborazione con il Centro per l’Impiego di Alessandria, la Camera di Commercio di Alessandria, Confindustria Alessandria, l’Associazione Cultura e Sviluppo, l’Enaip Piemonte Servizi al Lavoro, il Consorzio Co.AL.A. e l’Università del Piemonte Orientale DISIT.

Alla 3ª edizione locale della manifestazione partecipano 82 aziende e agenzie per il lavoro portando le loro offerte di lavoro, oltre ai servizi per il lavoro e alle istituzioni. Una adesione così elevata che ha richiesto il coinvolgimento di due sedi, DiSIT dell’Università Piemonte Orientale e l’Associazione Cultura e Sviluppo.  Inoltre l’edizione 2017 ha riscontrato un’ottima ricaduta occupazionale: il 45,5 % dei partecipanti ha avuto un’opportunità di lavoro e il 93 % dei contratti stipulati nel territorio alessandrino. Continua a leggere “IOLAVORO RITORNA AD ALESSANDRIA IL 27 NOVEMBRE CON NUMEROSE OPPORTUNITÀ DI LAVORO”

Tortona coinvolge i giovani nelle celebrazioni del Centenario della Vittoria

Tortona coinvolge i giovani nelle celebrazioni del Centenario della Vittoria

Proseguono le celebrazioni in occasione del Centenario della Vittoria nella Prima Guerra Mondiale, promosse dalla Città di Tortona, per rendere omaggio ai suoi caduti e non dimenticare la tragicità di quel periodo storico.

tortona-ex-caserma-passalacqua-municipio-copia

Lunedì prossimo, 12 novembre 2018, all’interno del quadrilatero dell’ex Caserma Passalacqua, si svolgerà una manifestazione promossa dal Comune di Tortona e da AssoArma, indirizzata, in particolar modo, agli studenti delle Scuole Secondarie di Primo Grado.

Alle ore 9.00, nel cortile municipale si potrà assistere alla cerimonia di alzabandiera, seguita da una breve celebrazione religiosa.

Alle ore 10.00, presso la Sala Polifunzionale, coinvolgente performance teatrale dedicata a  “La Grande Guerra”; testimonianze di morte e speranza si legano alle musiche e alle immagini storiche per ripercorrere la drammatica esperienza storica e sociale della prima Guerra Mondiale. Continua a leggere “Tortona coinvolge i giovani nelle celebrazioni del Centenario della Vittoria”

Sozzetti: Un lavoretto? Vale 846 euro. All’anno. È il tempo della gig economy nella ricerca della Uil di Alessandria

Sozzetti: Un lavoretto? Vale 846 euro. All’anno. È il tempo della gig economy nella ricerca della Uil di Alessandria

di Enrico Sozzetti https://160caratteri.wordpress.com

unnamed

Alessandria: Piccoli lavoretti crescono. Ma non aiutano a vivere. Non è certo possibile con 846,66 euro all’anno. Sì, all’anno. È questa la cifra media calcolata dalla Uil di Alessandria che ha realizzato una ricerca, fra le poche svolte finora in Italia, sulla gig economy (l’economia dei lavoretti, dal termine inglese ‘gig’) in provincia, in collaborazione con l’Università del Piemonte Orientale e il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio.

Il quadro è allarmante perché da un lato il modello economico che ruota intorno alle piattaforme internet in cui si incontrano la domande l’offerta piace a una parte di coloro che lo utilizzano ed è quindi in costante espansione, e dall’altro c’è un vuoto e una nebulosità normativa e giuridica che segna la profonda distanza tra l’Italia e il resto dei paesi europei.

La ricerca della Uil non lascia molto spazio alla fantasia. L’analisi delle risposte al questionario sottoposto a campione di 2.103 intervistati (maschi e femmine divisi equamente), con il supporto dell’agenzia di comunicazione ModusOperandi di Alessandria, fa emergere un quadro netto.

Il guadagno medio è di poco superiore a 846 euro all’anno, mentre assume un forte peso il reddito annuale che è potenzialmente capace di generare il lavoro sulla piattaforma in provincia: circa 44 milioni e 614.000 euro.

I giovani del campione hanno un diploma superiore (il 47 per cento) o la licenza media (35 per cento), solo il 9 per cento ha una laurea di primo livello e il 6 per cento una di secondo livello. Gli studenti rappresentano il 51 per cento del campione totale, i lavoratori il 39 per cento e i disoccupato quasi il 9 per cento. Di tutti questi il 25,73 per cento ha usato una piattaforma online per lavorare o trovare un lavoro. Continua a leggere “Sozzetti: Un lavoretto? Vale 846 euro. All’anno. È il tempo della gig economy nella ricerca della Uil di Alessandria”

Italia xenofoba per i teenagers, di Cristina Saracano

È uno dei temi politici di maggiore interesse, scontro e dibattito: gli stranieri in Italia.

Secondo un’intervista effettuata da skuola.net, i ragazzi dai tredici ai diciannove anni, ritengono il nostro paese xenofobo e razzista.

La percentuale di insoddisfazione sale con l’età, e gli stessi figli di migranti non sono contenti della situazione in Italia, circa il 67% degli stranieri definisce l’Italia un paese xenofobo e razzista.

Comunque, al quesito “Tu presenteresti ai tuoi un fidanzato straniero?”, circa la metà dei giovani lo farebbe senza problemi, questo a significare che i ragazzi vorrebbero integrarsi e accettare nuove culture, così come anche i giovani stranieri non avrebbero problemi a far conoscere un fidanzato italiano.

Per quanto riguarda l’opinione politica, oltre il 30% dei teenagers sostiene che i governi fanno troppo poco per aiutare gli extracomunitari a integrarsi in Italia.

Dati che, ancora una volta, fanno riflettere.

Fonte: ansa.it

I GIOVANI OGGI NON SANNO PIU’ SCRIVERE, di Elvio Bombonato

I GIOVANI OGGI NON SANNO PIU’ SCRIVERE, di Elvio Bombonato

Alessandria: A mio avviso i nostri giovani non sanno scrivere, perché non leggono, non pensano, non scrivono.  Sono quasi tutti vittime di un DOC (Disturbo Ossessivo Compulsivo) generato dai social network, soprattutto dal telefono cellulare con le sue appendici. 

Bombonato-Elvio-

Apparentemente il social net work serve a combattere la solitudine, in realtà la aggrava.  Ricordo nei miei ultimi anni in classe, pochi minuti prima della fine dell’ora, le allieve cominciavano a sentire gli spilli sotto il sedere: stavano pensando al messaggino che attendevano, cui avrebbero risposto. Durante l’intervallo avevano tre mani, per la schiacciatina, l’estatè e il cellulare. 

Io con i miei figli non riesco a parlare senza essere continuamente interrotti dallo squillo del cellulare, che devono tenere acceso per ragioni di lavoro. Io scrivo una mail come fosse una lettera. I loro messaggi, qualunque sia il mezzo usato, non superano un periodo, per cui della mia mail leggono le prime righe e si adirano pure. 

Ma di diventare succube di un mezzo che sembra servire per comunicare, e in realtà stronca la comunicazione sul nascere, succede anche a me: se mando una mail o faccio una telefonata e non mi viene risposto,  mi scatta una fibrillazione ansiogena irrazionale e immotivata. 

L’ansia di restare soli spinge a rispondere costantemente, per “fare sapere all’altro che ci sono”,  ma l’atto stesso crea l’ansia: è un circolo vizioso. (vedi l’articolo collage di vari studi di Riccardo Staglianò, La Repubblica, 26/2/2009). I nostri giovani aspettano l’amico sotto casa e, invece di suonare il citofono, usano il telefonino.   Ai bambini non si regalano più alle ricorrenze, feste, promozioni libri, l’orologio, l’oggettino d’oro; solo telefonini e aggeggi similari di cui ignoro il nome. Continua a leggere “I GIOVANI OGGI NON SANNO PIU’ SCRIVERE, di Elvio Bombonato”

Cherima Fteita : Bando  tirocini formativi e di orientamento per Laureati

Cherima Fteita: Bando  tirocini formativi e di orientamento per Laureati

E’ aperto il bando per l’attivazione di tirocini formativi e di orientamento per Laureati.
Domande aperte anche ai titolari di Dottorato di ricerca e Master da meno di 12 mesi

sddefault

Alessandria: C’è tempo fino al prossimo 5 novembre per presentare la candidatura ai tirocini formativi e di orientamento attivati grazie alla sinergia tra assessorato alle Politiche Giovanili e l’Università degli Studi di Torino.

Più specificamente, si tratta di 2 tirocini formativi e di orientamento rivolti ai giovani laureati dell’Università degli Studi di Torino destinati all’organizzazione e realizzazione di attività ed eventi di Politiche Giovanili in programma presso il Comune di Alessandria nel periodo da novembre 2018 a maggio 2019. Continua a leggere “Cherima Fteita : Bando  tirocini formativi e di orientamento per Laureati”

Campus Giornalistico per giovani “Roberto Morrione”, di Lia Tommi

Ovada: Il 20 e il 21 Ottobre si terrà ad Ovada la settima edizione del Campus Giornalistico per studenti e giovani dedicato a “Roberto Morrione”, organizzato dal Presidio di Libera Antonio Landieri di Ovada, in collaborazione con il Comune di Ovada, l’associazione ME.DEA Contro la violenza alle donne Onlus, l’associazione Par.Civ.Al di Alessandria.
Ospiteranno il Campus all’interno dei propri locali L’Istituto Santa Caterina Madri Pie e Casa di Carità Arti e Mestieri di Ovada.
Il tema scelto quest’anno sarà “ Donne e minori da vittime di violenza a protagonisti del riscatto”.
Interverranno tra gli altri: l’Associazione ME.DEA contro la violenza alle donne Onlus, l’avvocato Enza Rando che fa parte dell’Ufficio legale LIBERA- ufficio di presidenza Libera, la dott.ssa Franca Imbergamo Sostituto Procuratore Antimafia, la dott.ssa Alessandra Cerreti Sostituto procuratore Antimafia e Michela Mancini giornalista e scrittrice.
L’organizzazione e la conduzione delle sessioni di lavoro saranno a cura di Paola Sultana,referente provinciale di Libera Alessandria, Anna Bisio, referente del presidio di Libera Ovada ed a Chiara Garrone ,membro del Presidio di Ovada.
Come ogni anno la partecipazione è riservata agli studenti delle scuole Secondarie Superiori di Ovada e della provincia fino al limite di 50 studenti.

I giovani ma non solo e i problemi del lavoro, di Pier Carlo Lava

di Pier Carlo Lava

Alessandria: Appartengo ad una generazione nella quale il lavoro non mancava e quando raramente capitava di perderlo, o invece più frequentemente si decideva di cambiare azienda per migliorare la propria posizione economica o per motivi di carriera, non c’erano problemi a trovarne un altro. 

Ai lavoratori più qualificati, senza alcuna differenza fra operai, impiegati, funzionari o dirigenti, bastava una telefonata a chi li aveva contattati in precedenza con una proposta lavorativa e nel giro di qualche giorno operavano per un altra azienda, per quelli meno qualificati occorreva comunque poco tempo per una nuova sistemazione. All’epoca esisteva quasi esclusivamente il contratto di lavoro a tempo indeterminato e le varie organizzazioni sindacali, vantavano nei confronti delle imprese, un peso contrattuale decisamente superiore a quella odierno.

Negli anni 60 e per alcuni decenni a seguire l’occupazione non rappresentava ancora un grande problema, ma il cambiamento era nell’aria, i primi segnali importanti sono iniziati in particolare a partire dall’anno 2000, il mondo stava evolvendo, i mercati emergenti, la globalizzazione e la concorrenza internazionale iniziavano a produrre i primi effetti, che in seguito diventarono devastanti per le imprese italiane. Continua a leggere “I giovani ma non solo e i problemi del lavoro, di Pier Carlo Lava”

Giovani in fuga dall’Italia, poveri e pensionati alla fame

di Pier Carlo Lava. Alessandria

Un Governo che non si preoccupa di dare lavoro ai giovani che sono costretti ad emigrare per cercare un futuro, che non pone alcun rimedio alle diseguaglianze sociali che hanno raggiunto livelli insopportabili e ingiustificati in una società civile, con milioni di poveri e pensionati al minimo che fanno la fame, non è un Governo della gente comune ma solo di alcune fasce sociali minoritarie e più abbienti del paese, che nonostante la crisi di questi anni si sono ulteriormente arricchite, perciò non merita di essere riconfermato e questo indipendentemente dal colore politico.

Gli immigrati che sbarcano sulle coste della Sicilia quando partono evidentemente non sanno ancora che l’Italia non è più il bel paese anche se nella loro situazione è sempre preferibile cercare di fuggire in qualsiasi modo anche rischiando la vita, da paesi come Siria, Libia, Iraq, Nigeria, ecc., dove oltre alla fame si rischia ogni giorno la vita. 

La crisi perdurante dal 2008 è ampiamente certificata dai dati Istat che evidenziano, oltre alla disoccupazione, in particolare quella giovanile, una costante perdita del potere di acquisto negli anni di stipendi e sopratutto delle pensioni.

Questa situazione sta spingendo molti giovani italiani e non solo ad emigrare verso altri paesi nei quali sussistono maggiori possibilità di trovare lavoro, Europa, Stati Uniti ma anche Argentina, Australia, Canada, Cina e persino negli Emirati Arabi. Continua a leggere “Giovani in fuga dall’Italia, poveri e pensionati alla fame”

FestivAL Park: Workshops, Musica, Teatro, Giochi, Buon cibo & Inaugurazione del Centro Giovani

FestivAL Park: Workshops, Musica, Teatro, Giochi, Buon cibo & Inaugurazione del Centro Giovani

Giardini Pittaluga, via Cavour, Alessandria, 21-22-23 settembre 2018

La conferenza stampa odierna al Palazzo Comunale ha portato a compimento un percorso che negli scorsi mesi ha visto coinvolta una serie di Soggetti associativi e aggretivi che – grazie al diretto coordinamento dell’Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Alessandria e dell’Associazione Cultura e Sviluppo di Alessandria — hanno dato concretezza a proposte progettuali elaborate nell’ambito del progetto “Idealitu” (finanziato dalla Compagnia di San Paolo) e di “Re-Generation” finanziato dalla Regione Piemonte.

La sintesi “filosofica” sottesa a questi due progetti è efficacemente espressa dalla frase scelta per presentare il FestivAL Park e l’inaugurazione del Centro Giovani presso i Giardini Pittaluga — gli eventi che animeranno il prossimo fine settimana (venerdì 21, sabato 22 e domenica 23 settembre) ad Alessandria — ossia: «La ricchezza di un territorio è data dalla sua capacità di rinnovarsi, insieme ai giovani, attivando i propri spazi per costruire reti e risorse, moltiplicando le occasioni di crescita culturale, sociale ed economica – Idealitu/Re-Generation».

Presenti alla conferenza stampa erano Gianfranco Cuttica di Revigliasco, Sindaco della Città di Alessandria, Cherima Fteita, Assessore comunale alle Politiche Giovanili di Alessandria, Alessio Del Sarto, Direttore Associazione Cultura e Sviluppo di Alessandria, Ivana Tripodi, responsabile Servizio Giovani del Comune di Alessandria, Elisa Schiavina, Elisa Massara e Andrea Giorgi del gruppo G.A.S.A. (Giovani Alessandrini Si Attivano) in rappresentanza dei diversi Soggetti coinvolti e degli Sponsor del progetto. Continua a leggere “FestivAL Park: Workshops, Musica, Teatro, Giochi, Buon cibo & Inaugurazione del Centro Giovani”

Uno spazio per i giovani, di Cristina Saracano

Alessandria: I giardini Pittaluga, un passaggio tra via Cavour e via Lanza, nel cuore della città, un polmone verde e una zona adatta a feste, laboratori, cultura.

I giovani Alessandrini si riprenderanno questo spazio, dal 21 settembre e per tutto il fine settimana, una serie di workshop, musica, allegria, arte.

Tutto ciò è stato possibile anche grazie a un progetto finanziato, tra gli altri, dalla compagnia di San Paolo e dalla Regione Piemonte.

All’iniziativa collaboreranno Gasa, Acsal, Compagnia del.Carciofo e, ovviamente, il Comune di Alessandria, che ha creduto in loro e nel giusto utilizzo di quest’area.

Si comincia venerdì alle 19 in piazza Santa Maria di Castello con performance artistiche e poi, ci si sposta ai giardini Pittaluga.

Sabato e domenica sera è prevista anche una cena a cura della proloco della Fraschetta.

Per ulteriori informazioni 0131 515770.

Flat tax, “no grazie”. I giovani di Confindustria: “Non vogliamo pagare meno di altri ma un fisco equo”

Flat tax, “no grazie”. I giovani di Confindustria: “Non vogliamo pagare meno di altri ma un fisco equo”

Giovani Confindustria, ora voto sia per Governo utile

Il presidente Alessio Rossi: “Il Governo ci deve dimostrare che non abbiamo fatto un investimento a vuoto”
By Huffington Post
ANSA

I giovani di Confindustria bocciano la flat tax, punto cardine del programma del nuovo governo. “Non vogliamo pagare meno degli altri, vogliamo essere trattati con equità. E se la flat tax è insostenibile per le casse dello stato diciamo: no grazie. Ci serve una tassazione giusta, non piatta. Sostenibile”, dice il presidente dei giovani industriali, Alessio Rossi, al meeting in corso a Rapallo. Continua a leggere “Flat tax, “no grazie”. I giovani di Confindustria: “Non vogliamo pagare meno di altri ma un fisco equo””

Un’agricoltura smart e all’avanguardia grazie all’alta formazione di ISMEA. Le selezioni per i giovani agricoltori chiudono il 10 giugno

Un’agricoltura smart e all’avanguardia grazie all’alta formazione di ISMEA. Le selezioni per i giovani agricoltori chiudono il 10 giugno

Formazione Locandina formazione.jpg

Innovazione, internazionalizzazione, agricoltura 4.0, sostenibilità, marketing e networking. Sono queste le parole chiave di AgriAcademy, il programma gratuito di alta formazione, targato ISMEA e rivolto a 250 giovani agricoltori, che partirà dalla prossima estate. Le adesioni al bando pubblico di selezione sono aperte fino al 10 giugno 2018.

Ma cos’è la prima AgriAcademy?

Si tratta di un programma di formazione innovativa ed esperienziale con formula executive: due week end (da venerdì a domenica mattina), uno in estate e uno in autunno, in una sede a scelta dei partecipanti tra Roma, Bologna e Bari. Continua a leggere “Un’agricoltura smart e all’avanguardia grazie all’alta formazione di ISMEA. Le selezioni per i giovani agricoltori chiudono il 10 giugno”

Avviso di selezione pubblica per l’assegnazione di n. 2 borse lavoro Progetto “ Sportello informativo per i giovani – Giovani & Informati” e Portale Piemonte Giovani

Alessandria_Panorama

Avviso di selezione pubblica per l’assegnazione di n. 2 borse lavoro
Progetto “ Sportello informativo per i giovani – Giovani & Informati” e Portale Piemonte Giovani

Le Amministrazioni Comunali di Alessandria, Cassine, Castellazzo Bormida, Castelletto Monferrato, Castelnuovo Scrivia, Felizzano, Fubine, Quargnento e Solero, da anni impegnate nel progetto “Giovani & Informati” e dallo scorso anno anche nella redazione locale del Portale Piemonte Giovani, hanno promosso la riapertura nell’area territoriale di competenza dello ‘Sportello Informagiovani’.
Lo sportello nasce con l’obiettivo di soddisfare le esigenze di integrazione nel tessuto sociale e di partecipazione attiva alla vita della comunità locale dei giovani, oltre a contribuire allo sviluppo della formazione e dell’occupazione.
I comuni coinvolti, attraverso il Comune di Alessandria come ente capofila del progetto e in collaborazione con il servizio Informagiovani gestito dall’ASM Costruire Insieme, hanno pubblicato un bando di selezione pubblica per incaricare due giovani residenti nei comuni interessati dal progetto per svolgere le attività inerenti alla gestione degli sportelli e del Portale Piemonte Giovani, offrendo loro un’opportunità concreta di crescita professionale e di sostegno al reddito. Presso gli sportelli i ragazzi svolgeranno, inoltre, attività di orientamento e supporto alla ricerca attiva del lavoro. Continua a leggere “Avviso di selezione pubblica per l’assegnazione di n. 2 borse lavoro Progetto “ Sportello informativo per i giovani – Giovani & Informati” e Portale Piemonte Giovani”

Cyberbullismo, che cosa dice la nuova legge?.

cyberbullismo

Cyberbullismo, che cosa dice la nuova legge?.
da Redazione
Il peso delle parole, uccide più la penna della spada
Il proverbio “Ne uccide più la penna della spada”, ha radici molto antiche , anche non si conosce esattamente chi ha coniato questa frase, resta il fatto che corrisponde esattamente a quanto succede nella nostra società.
Infatti le cronache dei giornali ci riportano con una certa frequenza casi di cyberbullismo, che a volte si concludono con delle conseguenza anche gravi per i soggetti bullizzati.
Oggi la tecnologia consente ai bulli di infiltrarsi nella vita delle vittime prescelte, perseguitandole con messaggi, immagini, video offensivi che possono essere inviati tramite smartphone o pubblicati sui siti web tramite Internet.
Il cyberbullismo è un insieme di azioni aggressive e intenzionali, di una singola persona o di un gruppo, pianificate e realizzate con strumenti elettronici, quali: sms, mms, foto, video, email, chatt rooms, istant messaging, siti web o telefonate, con l’obiettivo di provocare danni a chi è incapace a difendersi. Continua a leggere “Cyberbullismo, che cosa dice la nuova legge?.”

Eletto il nuovo Delegato Provinciale Giovani Impresa: Fabio Bruno al vertice dei giovani imprenditori Coldiretti Alessandria

ele Fabio Brunoele IMG_0011ele IMG_0016

“Innovazione e progettualità: impegno a difesa e tutela del Made in Italy”

Coadiuvante nell’azienda di famiglia ad indirizzo cerealicolo a Castelceriolo, esempio  di continuità generazionale all’insegna della competitività  e dello sviluppo imprenditoriale

Fabio Bruno, 28 anni, laureando in agraria e coadiuvante nell’impresa agricola di famiglia ad indirizzo cerealicolo a Castelceriolo, frazione del comune di Alessandria, è il nuovo delegato provinciale Giovani Impresa. 

100 ettari di terreno coltivato a grano, mais, colza, pisello proteico e loietto è stato eletto all’unanimità dall’Assemblea.

L’azienda, a conduzione familiare, è frutto della continuità generazionale: una realtà sorta a fine ‘800 che è cresciuta tramandando di padre in figlio l’attaccamento al territorio e alla ruralità diventando sempre più competitiva e all’avanguardia anche dal punto di vista tecnologico e della meccanizzazione. Continua a leggere “Eletto il nuovo Delegato Provinciale Giovani Impresa: Fabio Bruno al vertice dei giovani imprenditori Coldiretti Alessandria”

Legambiente. Volontariato: VisPO cerca 230 giovani per il Po 

Legambiente

Presentato da Legambiente, Arpa Piemonte e European Research Institute il progretto che per 3 anni coinvolgerà giovani tra i 18 e i 30 anni in azioni di pulizia e valorizzazione delle sponde del Po e dei suoi affluenti in Piemonte 

Acque inquinate, sponde cementificate, discariche a cielo aperto. E’ così che troppo spesso si presentano il Po e i suoi affluenti. Una grossa pattumiera piuttosto che un bene insostituibile dal punto di vista naturalistico, una risorsa ecosistemica ed economica per il nostro territorio. E’ da questa considerazione che nasce VisPO – Volunteer Initiative for a Sustainable Po, il progetto che per 3 anni coinvolgerà 230 volontari tra i 18 e i 30 anni in azioni di pulizia e valorizzazione delle sponde del Po e dei suoi affluenti in territorio piemontese. Un’esperienza di volontariato e apprendimento per giovani under 30 promossa da Legambiente Piemonte e Valle d’Aosta, in partnership con Arpa Piemonte e European Research Institute, presentata questa mattina a Torino presso la Società Canottieri Armida. Continua a leggere “Legambiente. Volontariato: VisPO cerca 230 giovani per il Po “

Legambiente. Volontariato: VisPO cerca 230 giovani per il Po 

Legambiente

Presentato da Legambiente, Arpa Piemonte e European Research Institute il progretto che per 3 anni coinvolgerà giovani tra i 18 e i 30 anni in azioni di pulizia e valorizzazione delle sponde del Po e dei suoi affluenti in Piemonte 

Acque inquinate, sponde cementificate, discariche a cielo aperto. E’ così che troppo spesso si presentano il Po e i suoi affluenti. Una grossa pattumiera piuttosto che un bene insostituibile dal punto di vista naturalistico, una risorsa ecosistemica ed economica per il nostro territorio. E’ da questa considerazione che nasce VisPO – Volunteer Initiative for a Sustainable Po, il progetto che per 3 anni coinvolgerà 230 volontari tra i 18 e i 30 anni in azioni di pulizia e valorizzazione delle sponde del Po e dei suoi affluenti in territorio piemontese. Un’esperienza di volontariato e apprendimento per giovani under 30 promossa da Legambiente Piemonte e Valle d’Aosta, in partnership con Arpa Piemonte e European Research Institute, presentata questa mattina a Torino presso la Società Canottieri Armida.

Maledetta maleducazione

D_ossa e d_anima

Ieri 7 febbraio 2018, un nutrito gruppo di studenti e insegnanti ha sfilato per le vie del centro contro il bullismo, sostando davanti al Comune, con tanto di striscione blu, – colore ufficiale della manifestazione -, facendo sentire la propria voce.

Il problema bullismo e cyber bullismo è molto serio: sembra che la delicatezza e la dolcezza tra i giovani non esistano più, la voglia di primeggiare, di essere più furbi e più competitivi, hanno il sopravvento a scuola e nella vita di tutti i giorni.

Un altro episodio grave accaduto oggi a Torino che dimostra tutta la prepotenza giovanile: ragazzini di undici/dodici anni lanciano sassi dal cavalcavia….

Ci si chiede dove siano finiti l’educazione, i modelli da seguire come riferimento, se esistano ancora regole da far rispettare o se tutto stia andando a rotoli così, senza controllo.

Una società troppo informatizzata non aiuta, così come un’alta competizione, che sottopone ogni giorno i ragazzi a stress emotivi, complici, purtroppo, molto spesso i genitori, o i familiari in genere, convinti di avere in casa piccoli fenomeni a cui tutto è concesso.

Le punizioni, i castighi, l’imparare a riconoscere i propri errori e, di conseguenza, a chiedere scusa ed evitare di ripeterli, pare non esistano più.

Adulti troppo concentrati su se stessi allevano figli disorientati, maleducati, violenti.

Cerchiamo di cambiare, perchè si sta facendo molto tardi.

“PUCK”, Rassegna di teatro per le nuove generazioni, per le scuole di Alessandria

APRE IL SIPARIO LA NUOVA STAGIONE DI TEATRO RAGAZZI al Teatro Comunale – Sala Ferrero  ALESSANDRIA

Martedì 6 Febbraio ore 10 “Dolcemiele”  compagnia Onda Teatro (To)

Inizia la stagione di “PUCK”, rassegna di Teatro per le nuove generazioni organizzata dal Comune di Alessandria, Assessorato alla Cultura, in collaborazione con Fondazione Piemonte dal Vivo e Progetto Teatro Ragazzi e Giovani Piemonte.

La direzione artistica e organizzativa è affidata alla compagnia Coltelleria Einstein che da anni opera professionalmente in tale campo a livello nazionale e internazionale.

La Rassegna di Teatro Ragazzi è stata caldeggiata e appoggiata fortemente dal Sindaco e dall’Assessore Cherima Fteita Firial che ha seguito le fasi del progetto e la scelta degli spettacoli. Continua a leggere ““PUCK”, Rassegna di teatro per le nuove generazioni, per le scuole di Alessandria”

“PUCK”, Rassegna di teatro per le nuove generazioni, per le scuole di Alessandria

APRE IL SIPARIO LA NUOVA STAGIONE DI TEATRO RAGAZZI al Teatro Comunale – Sala Ferrero  ALESSANDRIA

Martedì 6 Febbraio ore 10 “Dolcemiele”  compagnia Onda Teatro (To)

Inizia la stagione di “PUCK”, rassegna di Teatro per le nuove generazioni organizzata dal Comune di Alessandria, Assessorato alla Cultura, in collaborazione con Fondazione Piemonte dal Vivo e Progetto Teatro Ragazzi e Giovani Piemonte.

La direzione artistica e organizzativa è affidata alla compagnia Coltelleria Einstein che da anni opera professionalmente in tale campo a livello nazionale e internazionale.

La Rassegna di Teatro Ragazzi è stata caldeggiata e appoggiata fortemente dal Sindaco e dall’Assessore Cherima Fteita Firial che ha seguito le fasi del progetto e la scelta degli spettacoli. Continua a leggere ““PUCK”, Rassegna di teatro per le nuove generazioni, per le scuole di Alessandria”

OCCUPAZIONE PER I 15-24ENNI IN CRESCITA, GIOVANI DISOCCUPATI AL 32,2%

lavoro istat-logo

Posted: 31 Jan 2018 11:09 PM PST

Istat: con riferimento alla media degli ultimi tre mesi, il tasso di occupazione cresce tra i giovani di 15-24 anni (+0,1 punti percentuali) e gli over 50 (+0,5 punti), mentre cala tra i 25-34enni (-0,2 punti) e i 35-49enni (-0,3 punti). Il tasso di disoccupazione cala tra i 15-24enni (-2,4 punti) e gli ultracinquantenni (-0,3 punti), cresce tra i 25-34enni (+0,2 punti) e rimane stabile tra i 35-49enni.

Roma, 31 gennaio 2018 – A dicembre 2017 il tasso di disoccupazione dei 15-24enni, cioè la quota di giovani disoccupati sul totale di quelli attivi (occupati e disoccupati), è pari al 32,2%, in calo di 0,2 punti percentuali rispetto al mese precedente. Dal calcolo del tasso di disoccupazione sono per definizione esclusi i giovani inattivi, cioè coloro che non sono occupati e non cercano lavoro, nella maggior parte dei casi perché impegnati negli studi, condizione prevalente in queste età. Continua a leggere “OCCUPAZIONE PER I 15-24ENNI IN CRESCITA, GIOVANI DISOCCUPATI AL 32,2%”

OCCUPAZIONE PER I 15-24ENNI IN CRESCITA, GIOVANI DISOCCUPATI AL 32,2%

occup istat-disoccupazione-2017

https://parcodeinebrodi.blogspot.it/

Istat: con riferimento alla media degli ultimi tre mesi, il tasso di occupazione cresce tra i giovani di 15-24 anni (+0,1 punti percentuali) e gli over 50 (+0,5 punti), mentre cala tra i 25-34enni (-0,2 punti) e i 35-49enni (-0,3 punti). Il tasso di disoccupazione cala tra i 15-24enni (-2,4 punti) e gli ultracinquantenni (-0,3 punti), cresce tra i 25-34enni (+0,2 punti) e rimane stabile tra i 35-49enni.

Roma, 31 gennaio 2018 – A dicembre 2017 il tasso di disoccupazione dei 15-24enni, cioè la quota di giovani disoccupati sul totale di quelli attivi (occupati e disoccupati), è pari al 32,2%, in calo di 0,2 punti percentuali rispetto al mese precedente. Dal calcolo del tasso di disoccupazione sono per definizione esclusi i giovani inattivi, cioè coloro che non sono occupati e non cercano lavoro, nella maggior parte dei casi perché impegnati negli studi, condizione prevalente in queste età.

Tenendo conto anche di questi giovani inattivi, l’incidenza dei disoccupati tra 15 e 24 anni sul totale dei giovani della stessa classe di età è invece pari all’8,2% (cioè meno di un giovane su 10 è disoccupato), in calo di 0,2 punti rispetto a novembre. Il tasso di occupazione dei 15-24enni cala di 0,3 punti, mentre quello di inattività aumenta di 0,6 punti. Continua a leggere “OCCUPAZIONE PER I 15-24ENNI IN CRESCITA, GIOVANI DISOCCUPATI AL 32,2%”

I giovani ma non solo e i problemi del lavoro

costituzione@@1201201612450328

di Pier Carlo Lava

Alessandria: Appartengo ad una generazione nella quale il lavoro non mancava, quando raramente capitava di perderlo o invece più frequentemente si decideva di cambiare azienda per migliorare la propria posizione economica o per motivi di carriera non c’erano problemi a trovarne un altro.

Ai lavoratori più qualificati, senza alcuna differenza fra operai, impiegati, funzionari o dirigenti, bastava una telefonata a chi li aveva contattati in precedenza con una proposta lavorativa e nel giro di qualche giorno operavano per un altra azienda, per quelli meno qualificati occorreva comunque poco tempo per una nuova sistemazione. All’epoca esisteva esclusivamente il contratto di lavoro a tempo indeterminato e le varie organizzazioni sindacali, vantavano nei confronti delle imprese, un peso contrattuale decisamente superiore a quella odierno. Continua a leggere “I giovani ma non solo e i problemi del lavoro”

MADE IN ITALY: APRE SALONE CREATIVITÀ CON L’INDAGINE SU GIOVANI E LAVORO 

Made Oscar-Green logo

Bamboccioni a chi? Dalle ultime frontiere della moda green alla valorizzazione degli scarti, dalla bioedilizia antisismica ai nuovi antistress naturali, dagli energy snack della nonna al take away marino, dalle innovazioni hi-tech alle nuove forme di integrazione sociale sono solo alcune delle geniali esperienze in mostra al “Salone della creatività Made in Italy con le dimostrazioni pratiche dei giovani finalisti al premio per l’innovazione Oscar Green sostenuto da Campagna Amica venerdì 26 gennaio 2018 che apre alle ore 9,00 in via XXIV Maggio 43 al Centro Congressi Rospigliosi a Roma dove giungeranno centinaia di giovani da tutte le regioni. Sarà possibile scoprire dal vivo i capolavori di ingegno realizzati grazie al talento di giovani e destinati a rivoluzionare la vita quotidiana nei piu’ diversi ambiti, dall’ambiente alla salute, dall’alimentazione all’edilizia.  Continua a leggere “MADE IN ITALY: APRE SALONE CREATIVITÀ CON L’INDAGINE SU GIOVANI E LAVORO “

Servizio Civile Nazionale: un posto all’Inac

Servizio Civile Cia

Alessandria: C’è tempo fino al prossimo 5 febbraio per presentare domanda per un posto disponibile all’Inac della Cia di Alessandria per prestare Servizio Civile Nazionale.

Spiega la responsabile provinciale del patronato Alessandra Farinazzo: “Il progetto, dal titolo Coltiviamo valori – Inac e Cia per l’agricoltura sociale, conta 47 posti disponibili in tutta Italia, dei quali quattro distribuiti presso le sedi provinciali di Alessandria, Asti, Cuneo e Torino. L’obiettivo del progetto di Servizio Civile, a cui possono candidarsi giovani dai 18 ai 29 anni non compiuti, è quello di far crescere in Italia la cultura dell’agricoltura sociale e l’efficacia della nuova legge, come strada per un nuovo welfare più inclusivo e generativo“. Continua a leggere “Servizio Civile Nazionale: un posto all’Inac”

Viaggio studio agli Uffici Coldiretti e al Parlamento organizzato da Giovani Impresa

Giovani

Coldiretti Alessandria a Bruxelles per conoscere meglio la nuova Pac

Al centro della discussione anche l’accordo Ceta e tutte le ragioni per sostenere il “No”

E’ servito per conoscere meglio e in modo più approfondito la nuova politica agricola comunitaria, l’importanza e la valorizzazione delle filiere agricole degli altri Stati Membri e incontrare funzionari ed esperti del settore primario dell’Unione Europea.

L’incontro nella sede Coldiretti di Bruxelles è stato determinante per essere informati sugli sviluppi legati al Ceja, alle opportunità per i giovani imprenditori e per ribadire l’impegno di Coldiretti per il “No” all’accordo Ceta.

Il viaggio studio a Bruxelles di una quindicina di giovani imprenditori agricoli di Coldiretti Alessandria, ha avuto questo obiettivo poiché non si deve dimenticare che “il futuro dell’agricoltura si decide nell’Unione Europea, la partita si gioca a livello internazionale confrontandosi con le realtà che ne fanno parte, che non possiamo ignorare” ha affermato il presidente Coldiretti Alessandria Roberto Paravidino. Continua a leggere “Viaggio studio agli Uffici Coldiretti e al Parlamento organizzato da Giovani Impresa”