Momenti di poesia. Sei li, in piedi, di Giuliano Saba

Momenti di poesia. Sei li, in piedi, di Giuliano Saba

tumblr_18088b1ec373078831c6aa56239127f2_61e472c9_640

Sei li, in piedi,

mezzo assonnata ,

la vestaglia semi aperta

lascia intravedere le tue grazie,

il tuo corpo ancora giovanile ,

le tue curve….

muovi lentamente la mano

e la porti all’altezza della vita,

con gesti leggeri

il tuo indice s’avvicina

a ciò che ti ha dato

sempre immenso piacere..

immergi il dito in quel giusto tepore

che ti appagherà.

Lo ritrai velocemente

e lo porti alla bocca ,

ne pulisci e assapori il liquido

che lo ha intriso…

sorridi, la mano torna veloce

a cercare altro

si sente un leggero fruscio,

frughi e ancora frughi,

lo trovi e con dita leggere

lo prendi, lo accarezzi

sentendone la sua durezza

tra i polpastrelli…

sempre con movimenti studiati,

lo metti dentro piano,

la punta si bagna piano piano

di liquido bianco, dentro e fuori,

dentro e fuori..

poi non paga lo porti alle labbra,

lo mordi…..

e così inizi a far la tua colazione

con i biscotti del mulino bianco……

Giuliano Saba

foto tumbir

Momenti di poesia. Portami verso il mare, di Giuliano Saba

Momenti di poesia. Portami verso il mare, di Giuliano Saba

Portami

Portami verso il mare.

Sulla collina
Dove si amano mirti e lentischi.
Nella casa dove gli amanti
Rubano l’amore al tempo.
Guarda verso il cielo
Avvicinati,fatti abbracciare
Le stelle ci stanno a spiare..
Apri le porte del tuo tempio.
Dammi profumi di fiori
Distillati di desiderio,
Spremute di labbra
Sul turgido seno.
Il tuo mare in tempesta
A cui non voglio mettere freno.
Giuliano Saba

Momenti di poesia. Portami verso il mare, di Giuliano Saba

Momenti di poesia. Portami verso il mare, di Giuliano Saba

Portami.jpg

Portami verso il mare.

Sulla collina
Dove si amano mirti e lentischi.
Nella casa dove gli amanti
Rubano l’amore al tempo.
Guarda verso il cielo
Avvicinati,fatti abbracciare
Le stelle ci stanno a spiare..
Apri le porte del tuo tempio.
Dammi profumi di fiori
Distillati di desiderio,
Spremute di labbra
Sul turgido seno.
Il tuo mare in tempesta
A cui non voglio mettere freno.
Giuliano Saba

Momenti di poesia. Il problema… di Giuliano Saba

Momenti di poesia. Il problema… di Giuliano Saba

il problema tumblr_a86a4aaa9026d0b594b8c2715e1ccf18_6344d8f0_640

Il problema
Del mio umano destino
E’ avere lei nella mia testa.
Un duello continuo
Dall’alba al tramonto
Dove lei e’ l’alba
Ed io il vespero.
L’ oasi.
Nella terra e nel sole.
Nel cuore e nell’anima.
Fra le meraviglie del creato.
Amor che ispira.
Le vere stagioni dei sentimenti.
Perle e diamanti
Mani vogliose
Su corpi nudi
Ebri di voglia di vivere.
Dal mattino alla sera.
Sensazioni profonde.
Inquietudine di corpi.
Segreti
negli occhi nascosti
Per le gioie del pensiero
Per la verita’
Continua a leggere “Momenti di poesia. Il problema… di Giuliano Saba”

Momenti di poesia. Non esistono bambini difficili, di Giuliano Saba

Momenti di poesia. Non esistono bambini difficili, di Giuliano Saba

non esistono

Non esistono
Bambini difficili da gestire
e da educare.
I bambini vivono
in un mondo non loro
Fra genitori
troppo impegnati al telefono
Nella vita mondana ,
nel mangiare disordinato
E nello stress quotidiano
Di diete senza risultato…
Non esistono bambini difficili
Nelle sedie dei ristoranti
Ma clienti silenziosi e pazienti
Con genitori troppo indifferenti


Giuliano Saba Sculture

Momenti di poesia. VORREI… di Giuliano Saba

Momenti di poesia. VORREI… di Giuliano Saba

70415264_3010596045679178_250476952194908160_n.jpg

VORREI..

Vorrei
Andare all’inferno con peccato
Che in paradiso confessato.
Diventar nero sotto il sole
Che rosso di vergogna.
Vorrei,
Come il sole passare sopra il fango
E non sporcarmi.
Mani sporche di fatica
E non insudiciate d’imbroglio.
Vorrei,
Dimenticare cio’ che ho dato
E ricordare quello che ho ottenuto.
Sangue caldo
E giusta testardaggine.
Vorrei,
L’Amore delle giovani
E le chiacchiere delle vecchie.
Stomaco affamato a tavola
E corpo forte a letto.
Vorrei,
Non essere invidiato
E mal giudicato.
Sentirmi dire chi sono
E non chi ero.
Vorrei,
Essere assolto come peccatore
Che condannato da giusto.
Un giudice disposto ad ascoltare
E tardo nel giudicare.
Vorrei,
Entrare in te come diavolo in preghiera.
Mattina,pomeriggio e sera.
Vorrei,
Esser mugnaio
Portare vita al mio mulino
Lasciare a Dio le redini del destino
E svegliarmi ogni mattino..
Giuliano Saba Sculture

Momenti di poesia. La Follia, Giuliano Saba

Momenti di poesia. La Follia, Giuliano Saba

tumblr_c5f03faeb6e749dc5d8490fbb59d329b_f3e8ae39_540.jpg

La Follia
La dieta di una donna.
Lunedi ore 10, colazione
Yogurt + cereali
Poi Corsa.
Pranzo Tonno naturale + insalata
Merenda: frutta.
Cena, spinacci piu ‘ petto di pollo magro
Martedi palestra. Colazione yogurt piu’ cereali
Spuntino, Barretta
Pranzo Roast Beef, zucchine grigliate
Merenda frutta.
Cena..fiocchi di latte ,verdure bollite
Meecoledi colazione yogurt +Cereali
Spuntino ,frutta.
Pranzo insalata.
Merenda ,barretta,
Cena orata + fagiolini

Giovedi, palestra
Colazione, yogurt ‘ cereali
Spuntino, barretta
Pranzo insalata e due uova
Merenda frutta
Cena, petto di tacchino e verdura
Venerdi, colazione yogurt + cereali
Spuntino barretta
Pranzo, tonno e verdura
Merenda tre biscotti.
Cena, macedonia
Sabato, Corsa
Colazione, cereali + yogurt
Spuntino ,barretta.
Pranzo,passato di verdura.
Spuntino ,frutta.
Cena,finocchi bolliti, fiocchi di latte.
Domenica, mi alzo tardi
salto la colazione,
Spuntino ,due biscotti
Pranzo,verdure grigliate, una banana
Merenda, un Kiwi.
Cena, riso + una mela…….
Da non credere…e quando persone, cosi ignoranti si separano, chiedono 1.500 euro di spese per gli alimenti…
Che pena……
Giuliano Saba

Sergio Pizio, un piccolo omaggio letterario all’amico poeta e scultore Giuliano Saba

Sergio Pizio, un piccolo omaggio letterario all’amico poeta e scultore Giuliano Saba

di Pier Carlo Lava,

Alessandria today è lieta di condividere questo post appena pubblicato sul Gruppo facebook News online di Alessandria e non solo.

Lo scrittore Sergio Pizio scrive un piccolo omaggio letterario all’amico scultore Giuliano Saba, entrambi alessandrini con la loro arte, ciascuno nel proprio campo danno lustro alla città di Alessandria.

giuliano-saba-1.jpg

Giuliano Saba scultore Alessandria

Sergio Pizio Alessandria: Un’improvvisa quanto violenta folata di vento entrò dalla finestra spalancata. Facendo rovinare per terra un cavalletto di legno di betulla assieme a una grande tela bianca. ” Accidenti! ” esclamò Giuliano chiudendo immediatamente la finestra, rimettendo successivamente a posto sia il cavalletto che la tela e alcuni fogli sparpagliati sul pavimento.

Mentre il vento continuava a soffiare con una certa forza su tutta la città. Scuotendo insegne luminose e sollevando polvere lungo le strade accecando i passanti con un insidioso e dannato pulviscolo alimentato da mini vortici d’aria. Giuliano odiava quella maledetta città, invasa da gentaglia idiota e superficiale con la puzza sotto al naso, nonché arroganti e falsamente umili nel loro incerto aspetto esteriore.

Ma presto avrebbe lasciato quella città, trasferendosi in campagna, in una tranquilla e stupenda fattoria immersa nel verde lontano dal caos cittadino e con un piccolo ruscello che scorreva da un lato. Un posto quello, che poteva essere collocato all’interno di una fiaba. Giuliano era un vero artista, geniale e creativo.

Molto cordiale e disponibile verso il prossimo, senza mai sconfinare nell’arroganza. I suoi dipinti e sculture rappresentavano qualcosa di sublime, plasmando l’arte con l’emozione disegnata nell’animo e cuore. Mescolando colori e calore da elargire a chi le osservava con sguardo rapito da tale bellezza.
” Eccomi! ” la voce squillante della giovane stilista lo colse di sorpresa. ” Ops…scusa Giuliano, la porta era aperta…” si giustificò la ragazza sollevando le spalle.
” Ah… d’accordo ” pronunciò lui invitandola a sedersi su uno sgabello di metallo.
” Il vento mi ha rovinato la pettinatura ” sussurrò lei scuotendo il capo.
” No, sei perfetta così ”
” Scherzi…? ” esclamò lei gesticolando con le mani, aggrottando un poco la fronte.
” Il vento ha solo messo in evidenza i tuoi bei capelli, in maniera naturale…”
” Sembro un mostro invece! ” sottolineò la giovane guardandolo con occhi interrogativi.
” E un disordine artistico, che lascia intravvedere l’essenza del tuo aspetto, che non ha nulla a che vedere con un’acconciatura perfetta. Credimi Laura, ti trovo splendida”
La giovane ridacchiò abbassando per un attimo lo sguardo.
” Pensi che io sia vanitosa? La verità ”
” Forse. Ma quello che penso io non ha nessuna importanza ”
” Ti sbagli, per me ne ha molta invece” insistette lei con una certa apprensione. Teneva molto al suo parere.
” Diciamo che sei una giovane e talentuosa stilista in cerca di un’immagine tutta tua. Ognuno mostra la merce che ha sul proprio banchetto ”
” E come credi esponga la mia merce” sostenne lei sorridendo, prestandosi a quel gioco di parole.
” Una buona merce, che vale la pena acquistare”
” Sei tutto matto Giuliano” dichiarò lei ridendo.
” Lo so, ma ricordati che solo i matti riescono a vedere oltre l’apparenza ”
” Capisco quello che intendi dire ” mormorò lei dondolando un poco il capo.
” Va bene, ora possiamo cominciare…”
” Resto in questa posizione per il ritratto? ”
” Certamente, proprio così come sei “

(Nota: un piccolo omaggio letterario all’amico poeta e scultore Giuliano Saba )

sergio-pizio.jpg

Sergio Pizio scrittore Alessandria

Incontro con lo scultore e poeta alessandrino Giuliano Saba

Incontro con lo scultore e poeta alessandrino Giuliano Saba

Alessandria today incontra lo scultore e poeta alessandrino Giuliano Saba

di Pier Carlo lava

Tutti hanno una storia da raccontare e noi la vogliamo ascoltare per poterla raccontare ai nostri lettori che ci seguono fedelmente da oltre 130 paesi nel mondo e sempre più numerosi…

Continuano i nostri incontri con i personaggi noti della città che a nostro avviso svolgono ciascuno a proprio modo un ruolo importante nella società alessandrina.

Dopo Vittorio Destro un cittadino con la passione della fotografia e degli scacchi ieri al caffè alessandrino di piazza Garibaldi abbiamo incontrato l’amico scultore e poeta Giuliano Saba per approfondire la sua conoscenza sopratutto sotto il profilo umano, ma senza tralasciare quello di artista della scultura e anche come cittadino di Alessandria.

La sua biografia professionale in questo post: https://alessandria.today/2019/04/30/…

Nel video allegato i contenuti della nostra chiaccherata durante la quale ci ha raccontato la sua storia…

https://www.youtube.com/watch?v=zLf18bFKN7M

Momenti di poesia. ASCOLTAMI SE PUOI, di Giuliano Saba

Momenti di poesia. ASCOLTAMI SE PUOI, di Giuliano Saba

ascoltami.jpg

ASCOLTAMI SE PUOI

Resta accanto a me mentre ti amo,
senza misure e senza tempo,
quando il freddo della mancanza si trasforma in rabbia;
guarda dentro ai miei occhi,
lì troverai scritto tutto l’amore che vorrei darti.
Vivimi nei miei silenzi,
perché è lì che sto ascoltando le voci del tuo cuore.
Sì, vivimi se vuoi, fallo adesso se puoi.
Ora vorrei essere accanto a te,
mentre t’appresti a rivestire di ricordi quella temuta nostalgia,
donarti il mio sorriso
nel quale tu possa rispecchiarti e cancellare ogni traccia di dubbio e di tristezza.
Io per te saprò essere
Acqua,
affinché tu possa dissetarti di gioia e d’amore,
terra,
da cui raccogliere i frutti oramai maturi di questo nostro sentimento.
Fuoco,
col quale far ardere le fiamme del tuo desiderio.
Se il tuo corpo danzerà col mio, la mia anima canterà con la tua,
se i nostri occhi esulteranno insieme,
solo allora
sarà soavemente dolce trovare le parole per dar voce al mio silenzio.

Momenti di poesia. NOCHES DE LUNA LLENAS, di Giuliano Saba

Momenti di poesia. NOCHES DE LUNA LLENAS, di Giuliano Saba

Noches.jpg

NOCHES DE LUNA LLENAS..

Ruba alle mie labbra
i tuoi desideri.
legami
alle tue emozioni
e ai tuoi pensieri
Offriti come sempre
senza pudore
Donami
il tuo bianco candore.
Pelle di seta,
erotica e sensuale
anima e corpo
sensazionale
nella tua dimensione
Senza tabu’
libera la tua eccitazione
Muovi i tuoi fianchi
in danza sensuale
Tutto il tuo corpo
fammi esplorare.
In questa notte da sogno
ai tuoi sguardi mi consegno
Trasformando la tua intimità
in vibrante realtà. ..
Giuliano Saba Sculture

Alessandria today incontra lo scultore e poeta alessandrino Giuliano Saba, di Pier Carlo Lava

Alessandria today incontra lo scultore e poeta alessandrino Giuliano Saba, di Pier Carlo Lava

Tutti hanno una storia da raccontare e noi la vogliamo ascoltare per poterla raccontare ai nostri lettori che ci seguono fedelmente da oltre 130 paesi nel mondo e sempre più numerosi…

Pier Carlo Lava

Alessandria today: Continuano i nostri incontri con i personaggi noti della città, ma perchè no anche i meno noti, che a nostro avviso svolgono ciascuno a proprio modo un ruolo importante nella società alessandrina.

Dopo Vittorio Destro un cittadino con la passione della fotografia e degli scacchi, il suo post è visibile a questo link: https://alessandria.today/2019/05/08/vittorio-destro-un-alessandrino-con-una-grande-passione-per-la-fotografia/

oggi al caffè alessandrino di piazza Garibaldi abbiamo incontrato l’amico scultore e poeta Giuliano Saba per approfondire la sua conoscenza sopratutto sotto il profilo umano, ma senza tralasciare quello di artista della scultura e anche cittadino di Alessandria. Continua a leggere “Alessandria today incontra lo scultore e poeta alessandrino Giuliano Saba, di Pier Carlo Lava”

Giuliano Saba scultore e poeta alessandrino, si presenta ai lettori di Alessandria today

Giuliano Saba scultore e poeta alessandrino, si presenta ai lettori di Alessandria today

di Pier Carlo Lava

Alessandria today è lieta di presentare la biografia dello scultore e poeta alessandrino Giuliano Saba, del quale in seguito verrà pubblicata anche un intervista in esclusiva per il blog.

1a giuliano saba copia

1aa giardino botanico, giuliano saba dono a zonta club copia

 

 

Biografia:

Giuliano Saba nasce a Gonnosfanadiga (CA) nel marzo del 1949. 

Per esigenze di lavoro, all’età di venti anni, lascia definitivamente la sua terra natia e si trasferisce in Piemonte. Ora risiede in San Giuliano Nuovo (AL). Da sette anni, nelle vesti dell’artista per hobby, ha incominciato a dare forma e vita ai metalli. La maggior parte delle sue sculture in acciaio e in ottone, simboleggiano l’amore, la distanza, la nostalgia … il legame indissolubile con la sua Isola, con tutti quegli elementi ancestrali e quei sentimenti che il distacco non è mai riuscito a fugare dal suo essere.

Da circa un anno ah iniziato a esprimersi anche con i colori acrilici, per la maggior parte colori primari che riversa sui pannelli o sulle tele, quelli che, mescolandosi tra loro, fanno emergere una caleidoscopica ricchezza di stimoli percettivi, visivi e sensoriali dai quali prendono vita sensazioni e suggestioni.

Nel 2014 vanta un’esposizione personale nel suo paese natio e la partecipazione alla Floreale di Alessandria.

Sempre nel 2014 organizzò una mostra nella Chiesa Templare Francescana in Alessandria, con la compartecipazione di altri sei artisti.

Continua a leggere “Giuliano Saba scultore e poeta alessandrino, si presenta ai lettori di Alessandria today”

Momenti di poesia. DETACHMENT, di Giuliano Saba

Momenti di poesia. DETACHMENT, di Giuliano Saba

DETACHMENT.
( Distacco).

Mi specchiai profondamente
nel mare delle tue tristezze,
dei tuoi dubbi e dei tuoi perchè.
La morsa che ne segui
mi spezzò il cuore.
Il tuo scoglio, impotente
ti rigettava nelle tempeste della quotidianità.
Togliendoti sorrisi, carezze, spazi e gioie.
Stavi pagando a caro prezzo
quel briciolo di felicità
che un’onda anomala ti aveva portato.
La luna pianse in silenzio
dietro a quei cipressi immobili
che t’avevano vista felice per un attimo.
Le braccia della realtà
ti coprirono con il mantello della nostalgia
e in rispettoso silenzio
te ne andasti via……..
Portando con te il mio ” Tutto”….
e il nostro tempo scaduto.
)( Giuliano Saba)( PortoTorres 2000..

Momenti di poesia. Mai Saro’… di Giuliano Saba

Momenti di poesia. Mai Saro’… di Giuliano Saba

57034625_2650868688318584_9067887138338504704_n.jpg

Mai Saro’…

Scalatore al Pordoi
Ballerino al Bolscioi .
Cantante lirico alla Scala.
Pittore a Montmatre
Gallerista da Chrstie’s
Miliardario a Las Vegas.
Play Boy a Saint Tropez
Fotografo in Cina
Capitano in Marina
Clochard a Parigi.
Espositore al Louvre.
Cuoco alla Casa Bianca.
Saggio come Ghandi
Sporco di sangue come Netanyahu.
Scafista nel Mediterraneo.
Maggiordomo a Londra.
Cammelliere nel deserto
Chirurgo che opera a cuore aperto
Pedofilo in Vaticano
Petroliere Americano
Scrittore come Galeano
Bevitore di whiskey in Tennessee.
Sommelier alla Moet e Chandon.
Gobbo a Notre Dame. Continua a leggere “Momenti di poesia. Mai Saro’… di Giuliano Saba”

Momenti di poesia. DETACHMENT., di Giuliano Saba

Momenti di poesia. DETACHMENT., di Giuliano Saba

DETACHMENT.
( Distacco).

Mi specchiai profondamente
nel mare delle tue tristezze,
dei tuoi dubbi e dei tuoi perchè.
La morsa che ne segui
mi spezzò il cuore.
Il tuo scoglio, impotente
ti rigettava nelle tempeste della quotidianità.
Togliendoti sorrisi, carezze, spazi e gioie.
Stavi pagando a caro prezzo
quel briciolo di felicità
che un’onda anomala ti aveva portato.
La luna pianse in silenzio
dietro a quei cipressi immobili
che t’avevano vista felice per un attimo.
Le braccia della realtà
ti coprirono con il mantello della nostalgia
e in rispettoso silenzio
te ne andasti via……..
Portando con te il mio ” Tutto”….
e il nostro tempo scaduto.
)( Giuliano Saba)( PortoTorres 2000..

Momenti di poesia. Lei era molto cattolica, di Giuliano Saba

Momenti di poesia. Lei era molto cattolica, di Giuliano Saba

Lei era molto cattolica,
Fedele e devota…
Ma un giorno in paese, arrivo’ un giovane prete..lei lo guardava con sguardi di miele..
E nei suoi sogni lo copriva di baci..
Lei si innamoro’ di lui e glielo confesso’..
Si incotrarono una sera in una chiesetta di campagna.. Dentro alla macchina di lei
Le molle del sedile posteriore,furono messe a dura prova..fecero l’amore per ore…
Lui dopo la confesso..lei disse tutti I suoi peccati,lui la perdono’ e insieme recitarono
L’ Atto di dolore…
Furono amanti per molti anni..
Dopo fatto l’ amore lei si confessava
E lui l’ assolveva….
Pregavano insieme
E poi davano la colpa
Al demonio tentatore…..
Cattolica,fedele cristiana e devota….
Che viveva un amore pulito
E senza peccato…

Da troppo tempo, di Giuliano Saba

Da troppo tempo, di Giuliano Saba

54520782_2600190196719767_1694555681366999040_n

Da troppo tempo
stavo seduto sulla riva dei miei pensieri,
Da troppo tempo mi mancava
quell’immagine fresca e tanto desiderata..
Sognai il suo corpo lontano
distillando il mio tormento.
in quella vana e struggente attesa..
Persi ormai le speranze……
ma non tutto fu perduto..
Lei arrivò………………..
Bella, bella, bella come mai l’avevo sognata,
Piccola vestale,candida e pura,
con fiero sguardo,orgoglioso e sicuro.

Sirena , Dea, e Musa…
Venere le plasmò il suo giovane corpo
con gocce di trasparente ambra solare,
e di luce d’avorio le illuminò il sorriso,
Aveva pelle seducente e provocante…
la spuma del mare me la portò cosi..
Veniva dal passato che io non avevo vissuto.
Veniva nel presente
che condannava alla cenere
il mio corpo e la mia anima..
Veniva per me,
ma io avevo labbra troppo aride
per poterla baciare..
avevo braccia troppo corte
per annullarne la distanza..
)( Giuliano Saba )( 2000.

BARBA NO FACIT PHILOSOPUM, di Giuliano Saba

BARBA NO FACIT PHILOSOPUM, di Giuliano Saba

Giuliano Saba.jpg

BARBA NO FACIT PHILOSOPUM

Vecchio si..saggio no…
il giorno che la Saggezza
decidera’ di prendersi la mia anima,
Dovro’ imparare a tacere
Stare lontano
dalle astuzie del demonio,
fare il primo passo,
per lasciare tutto alla follia.
Non farmi dominare dalla fortuna,
Fuggire il male
e le tentazioni femminili.
Abbandonare fantasie ed astuzie,
perche’ la saggezza
insegna a sopportare ,
la follia a non rinunciare.
Non voglio percorrere
le vie della Saggezza ,
finerei fra le braccia della pazzia..
La Saggezza
e’ quel rivo limpido
che sporcherei con le mie passioni .. Continua a leggere “BARBA NO FACIT PHILOSOPUM, di Giuliano Saba”

Momenti di poesia. L’INGIUSTIZIA… di Giuliano Saba

Momenti di poesia. L’INGIUSTIZIA… di Giuliano Saba

53525849_2583722998366487_1981449991977172992_n

L’INGIUSTIZIA…

Giudici
Figli di Caino.
Donne
Vittime della
Inquisitoria giustizia.
Cento anni di ingiustizie
Non giustificano un giorno di giustizia
Un giudice ingiusto
Raccogliera’ ,odio e vendetta
La sua potenza se ne infischia
Dell’altrui ragione
Perche’ la sua crudelta’
E’ iscritta all’Albo dei Vili.
Crudelta’ che uccide l’ Amore
Un gesto che alla giustizia non fa onore.
La crudelta’ delle ingiustizie
Portera’ all’odio delle masse.
Un ingiutizia la si puo’ sopportare
Ma mai approvare.
Il potere la puo’ comprare
Con diamanti
E soldi in contanti
Regalati al magistrato…
Che molti hanno comprato……
Io son vecchio
e ho visto
condannar I giusti
Uno ad uno
Vittime di un potere
ingiusto e inopportuno..
Giuliano Saba Sculture

Momenti di poesia. Ricordi di un tempo, di Giuliano Saba

Momenti di poesia. Ricordi di un tempo, di Giuliano Saba

53625685_2581549021917218_7375234110303764480_n.jpg

Ricordi di un tempo:
Temporali di giugno,
farfalla azzurra,
notte estiva di settembre,
notte solitaria.
Profumi d’Autunno ,
elegia alla malinconia.
Fuga dalla giovinezza,
rosso della sera.
Felicità in cammino,
Riflessione, lamento.
Paura della notte,
risveglio di notte,
sorella morte.
Tristezza,
pioggia d’Autunno,
luce del mattino.
Poche note tristi di un flauto,
scricchiolio di una vita spezzata..
nella nebbia del nuovo giorno……..
Giuliano Saba Sculture

Momenti di poesie. PERDONATECI DONNE, di Giuliano Saba

Momenti di poesie. PERDONATECI DONNE, di Giuliano Saba

Giuliano Saba

PERDONATECI DONNE .
( Forgive Women).

In piedi signori
davanti a chi vi ha dato vita!
In piedi signori
davanti a chi sta al vostro fianco,
che vi accudisce, che piange in silenzio,
che lotta con le realtà quotidiane,
che partorisce anche per vostro egoismo..
lei che ama,
e resta chiusa in una mansarda,
cercando amore e sentimento
in quattro scarabocchi.
Lei che tace
quando ha freddo
perchè le manca quell’abbraccio sincero.
Lei che brama
una vita migliore,
colma di fili di speranza
dove stendere i suoi dubbi,
e il futuro dei suoi cari.
In piedi signori
davanti a queste donne,
che si martoriano le carni,
senza allungare la mano verso il vostro viso
per non togliervi quel velo di catrame
che non vi lascia vedere.
In piedi signori
davanti a questa luce radiosa
che vi illumina il cammino
a quella voce calorosa
che vi saluta al mattino.
Inginocchiatevi signori,
prima ancora di vedere le lacrime di una donna.
Inginocchiatevi signori!
Io l’ho già fatto!
)( Giuliano Saba Sculture )Gonnosf. 2000

Momenti di poesia. “TUTTO”, di Giuliano Saba

Momenti di poesia. “TUTTO”, di Giuliano Saba

tutto.jpg

“TUTTO”.

Dio è una Donna……
Con il creato dentro agli occhi..
Dio è Donna che da vita,
Bellezza e gioia infinita..
Dio è Donna
È fogli di carne viva
Dove le mie labbra
Scrivono ciò che il silenzio
Non deve sentire…
Dio è Donna,
Madre ,sorella ,amica..
Dio è tristezza,nostalgia
Dio sei tu Anima mia..
Dio è pensiero, è notte insonne ,
È l’alba,è la tua voce….
Dio è “Tutto”.
Il mio” Tutto”…..Tu…….
Giuliano Saba…
La foto e’ un Opera di una Pittrice Alessandrina.

Momenti di poesia. FLOWER, di Giuliano Saba

Momenti di poesia. FLOWER, di Giuliano Saba

FLOWER.
(Fiore).

Dalle tue labbra ho bevuto :
Eccitazione,amore ,
dolore, rabbia
e delicate emozioni.
Le fantasie delle mie mani
hanno ucciso le tue paure.
hanno cercato i tuoi occhi
carichi di sensualità.
Le dita
hanno giocato a nascondino
nel tuo monte di Venere
cercando la sorgente
dove potersi dissetare
per poterti appagare.
Ho poi vagabondato
e baciato
le pareti della tua serratura,
l’ho inumidita,
e dopo ho inserito la chiave.
E nell’intimo ti sei ritrovata
in nuovi orizzonti,
Tornando ad amare,
a sognare
ma soprattutto
ad essere te stessa.
Quella che da tempo avevi smarrito.
)( Giuliano Saba )( Gonnosf .2000

Momenti di poesia. FABO, di Giuliano Saba

Momenti di poesia. FABO, di Giuliano Saba

Fabo

FABO.

Ognuno è libero
di morire come gli pare.
La vita è una sola
e va vissuta bene.
La vita è tua,
fino a quando non decidi
di mettere fine alle tue sofferenze
e a quelle altrui..
Dal momento che decidi
di chiudere le porte al dolore ,
la tua vita non è più tua.
Diventa proprietà
di uno Stato senza leggi .
Diventa proprietà
di una chiesa cattolica
e poco cristiana
davanti alle altrui sofferenze..
La vita è un patrimonio inestimabile
per quanto brutta sia
val sempre la pena di viverla…
La vita è vita,
fino a quando tutta la carne è in vita….
Quando il corpo è inerte
la vita non è vita..
Perché la vita è morta.
Ed è questa la differenza.
Giuliano Saba..

Racconti. Le persone migliori, di Giuliano Saba

Racconti. Le persone migliori, di Giuliano Saba

50612203_2484246844980770_8024880280697307136_n

Le persone migliori
Che parlano bene di noi sono:
Quelle, con cui hai appena avuto una discussione su Faceboook ,ci fanno un resoconto della nostra fedina penale .
Che nessuna questura e’ in grado di stilare.
Sono quelle che mettono ” Mi piace “.
E non commentano mai..lo fanno solo per ricevere le notifiche e per seguirne gli eventi.
Le persone migliori sono quelle che sanno tutto di noi …sono quelle che se notano una nostra discussione su facebook..si premurano di mandare migliaia di messaggi per avvisare le pettegole uguali a loro.
Le persone migliori sono quelle che scrivono su facebook in mauuscolo
IO NON SONO CAPACE A PORTARE RANCORE.
E quando ti incontrano ti inceneriscono con lo sguardo mentre le gratifichi con tutta la tua educata indifferenza ,sorridendo alla loro ipocrisia…
Le persone migliori, sono quelle, che gratuitamente offendono tutti e prima di andare a dormire mandano tutti a quel paese..per poi rinnovarci l’ invito appena si alzano..
Le persone migliori sono quelle che leggono cosa scrivono di male su di noi e non viceversa… le persone migliori sono quelle
Che non sopportano che gli si dica in faccia
Che sono ipocrite.false,piu’ false di un euro di legno…le persone migliori sono quelle con la quale hai appena litigato e dicono di tutto e di piu’ su di te. E lo fanno gratis…
Le persone migliori sono quelle che seguono insieme una discussione su facebook.e quando tutto tace..invitano tramite messaggio su facebook a casa propria tutti I commentatori…
Per offrir loro un caffe’ per il solo gusto di poter continuare a commentarne gli eventi della discussione…
Le persone migliori sono le peggiori…

Perché scandalizzarsi tanto?, di Giuliano Saba

Perché scandalizzarsi tanto?, di Giuliano Saba

Giuliano Saba.jpg

Alessandria: Perché scandalizzarsi tanto? In ogni famiglia media il compagno/marito/papà se ne sta in poltrona a leggere/guardare la tv/smanettare al cellulare-tablet-nb e dire che sta lavorando, mentre la compagna/moglie/mamma cucina, riordina, combatte coi figli per farli mangiare, seguirli (impazzire senza farlo vedere) coi compiti, lavarli e metterli a letto, fa dodici lavatrici, ci mette dentro il gatto per sbaglio, allora quella la deve pure rifare per togliere i peli dal resto della roba e la roba dal resto del gatto, asciugare il gatto, fargli la respirazione bocca a bocca, stendere tutto tranne il gatto che ormai è asciutto, lavare il bagno, stirare le cose per domani, dare l’acqua ai fiori… anche al bonsai del compagno che altrimenti vedrebbe l’acqua solo il giorno di Sant’Hobby (il santo degli hobbisti), anticiparsi sulle merende da portare il giorno dopo a lavoro e a scuola, fare il punto della situazione sulla mattinata successiva in ufficio, mettersi vari appunti su varie cose che mancano dalla dispensa, altre che deve portarsi in ufficio, altre ancora in lavanderia, appuntarsi ciò che il marito/papà le ha appena urlato di ricordargli domani prima di uscire, lavarsi i denti, doccia e andare a letto piano per non svegliare il compagno che già dorme e svegliarsi un po’ dopo di lui l’indomani sentendosi dire con accento da Milanese Imbruttito: “Ue ti sembra l’ora di alzarsi questa? Ebbè certo abbiamo fatto le ore piccole anche ieri notte eh” con sgomitata ammiccante e strizzatina d’occhio

Momenti di poesia. A Mia Madre, di Giuliano Saba

Momenti di poesia. A Mia Madre, di Giuliano Saba

52134251_2533075943431193_812590486505127936_n

A Mia Madre.

Ci univa
Il frenetico battito del cuore.
Il tuo viso
Era madido di sudore.
I sorrisi
Mischiati di dolore e gioia .
Rimbombavano
Sul soffitto di legno
Di quella piccola stanza.
Sentivo sul mio viso
Le contrazioni del tuo ventre.
Avevo gli occhi chiusi.
Ma udii
Il leggero sfregare
Di un panno di lino..
Era la mano della Levatrice
Che ti asciugava la fronte..
Per tanti mesi
Mi tenesti nel mare di Amnios .
Poi con contrazioni
Cariche di sangue materno .
Mi davi lo sfratto.
Per un affitto mai saldato
E per aver giorno e notte mangiato
E mai pagato.
Ora dopo tanto carcere
Mi concedevi l’ amnistia.
Sentii una morsa
Che mi stringeva le natiche
Poi sentii.
La calamita della terra.
Che m’ attirava a se..
Ero in terra ,o quasi…
Furono due mani forti
A prendermi per le spalle.
Sorrisi,si ricordo che sorrisi
Solo per evitare
Un forte sculaccione.
Furono
Due lame di ghigliottina.
Che la Levatrice azionò
Che mi divisero
Dal tuo mare tinto di rosso
Tagliando
Quella corda di ormeggio
Che mi tenne in vita.
Ora,percepisco ancora
Un invisibile cordone
Che tiene unita
La tua polvere
Alla mia ,)(Tua )( carne.
Giuliano Saba
Castellon de la Plana (Spagna)anno 2009

Momenti di poesia. Il tempo passava… di Giuliano Saba (Italiano e Spagnolo)

Momenti di poesia. Il tempo passava… di Giuliano Saba

l tempo.jpg

El tempo pasaba :
las malas lenguas
decian que :
la puerta de mi departamento
No tenia clave,
No tenia herradura.
Estaba sempre abierta
hasta el amanecer…
Se decia que :
En mi cama ,
la noche tenia suspiros
y gritos de placer.
Y para que resalte la blancura
del cuerpo de una mujer
Se dormia entre sabanas negras.
Eso es verdad .
No es exagerado.
De todo modo
Son las envidiosas
Que hablan por celos
Sin saber…
Giuliano Saba.

Il tempo passava:

Le malelingue

Dicevano che: Continua a leggere “Momenti di poesia. Il tempo passava… di Giuliano Saba (Italiano e Spagnolo)”

Momenti di poesia. CORTO FEBBRAIO, di Giuliano Saba

Momenti di poesia. CORTO FEBBRAIO, di Giuliano Saba

52057098_2533643870041067_7813776169878159360_n

CORTO FEBBRAIO

Tengo a freno
Le mille
Dita del desiderio
Che vorrebbero
Passeggiare
Sulle strade
Del tuo corpo..
Intingere
I polpastrelli.
In aromi di carne viva. .
Perdersi
In fragili cieli di passioni
E raccogliere insieme
La marmorea
Polvere bianca
Di chi ama
Senza colpa alcuna.
Giuliano Saba Sculture

Racconti. Da piccolo, di Giuliano Saba

Racconti. Da piccolo, di Giuliano Saba

da piccolo.jpg

Da piccolo
Avevo solo un paio di scarpe..
A scuola arrivavo in orario
Perche’ non perdevo tempo
A scegliere fra quello che non avevo.
Da piccolo
All’ asilo mi innamorai di Suor Teresa.
Alta, Bella ,Giunonica
Seni grandi come la mia testa di fanciullo..
Pelle bianca come il latte
Come quello che mia madre
Mi dava quando mi alattava..
Da piccolo, mi innamoravo di tutte..
E di tutto…
Da piccolo,
Non avevo tanti capi di abbigliamento.
E per vestirmi ci mettevo un momento.
Da piccolo
Non mangiavo il pane fresco tutti I giorni
Pero’ ricordo che sapeva di pane.
Da piccolo
Bevevo l’acqua del torrente..mangiavo
L’ uva sporca di Verde Rame, prendevo la frutta dagli alberi ,la mangiavo e non la lavavo..
Da piccolo giocavo con la terra,mi imbrattavo di fango e quando con le scarpe sporche entravo nel pavimento di casa, mia madre non sorrideva e me le suonava…
Da piccolo.
Se mi sporcavo la camicia di sugo, prendevo un panno umido e la pulivo..andavo a giocare con gli amici anche con la camicia macchiata e
Nessuno criticava..
Da piccolo ,non stavo pomeriggi interi nel sofa’ Continua a leggere “Racconti. Da piccolo, di Giuliano Saba”

Momenti di poesia. TU ERES… di Giuliano Saba

Momenti di poesia. TU ERES… di Giuliano Saba

51548017_2505822802823174_16626664511373312_n

TU ERES…

Meravillosa,
Hermosa
espontanea y atrevida.
Delicia de fruta proibida
De tu cuerpo prometida
Por toda mi vida
Eres intensidad,
Inmensidad,
Alma de tanta pasion
Sentimiento ,imaginacion
Que Llega al alma sensual inspiracion
Amor que se regala sin condiciones
En sabanas de pasiones
Eres vicio y locura
Droga que no tiene cura…
Giuliano Saba Sculture

Tu sei…

Meravillosa,

Bellissima

Spontanea e audace.

Squisito di frutta vietata

Del tuo corpo fidanzata

Per tutta la mia vita

Sei intensità,

Immensità,

Anima di tanta passione

Sentimento, immaginazione

Che arriva all’anima sensuale ispirazione

Amore che si regala senza condizioni

In lenzuola di passioni

Sei vizio e follia

Droga che non ha cura…

Giuliano Saba Sculture

Momenti di poesia. MIRANDO POR LA VENTANA, di Giuliano Saba

Momenti di poesia. MIRANDO POR LA VENTANA, di Giuliano Saba

51771431_2505189776219810_8830054161841127424_n

MIRANDO POR LA VENTANA

La guardavo,
Davanti alla finestra socchiusa,
Mentre nervosamente
Fumava la sua terza sigaretta..
Aveva gli occhi umidi
E lo sguardo perso
Nelle nuvole all’orizzonte…..
Sentivo i battiti del suo cuore
Che lottavano con il tempo
Che come sempre
Si prendeva gioco di lei..
Fra poche ore
La nostalgia l’avrebbe vestita.
Con abiti sempre più stretti
da sopportare….
Pianse di rabbia…
Spense la sigaretta.
Si girò ,mi guardò e sorrise…
Capii che la sua anima
Dentro al suo petto
Stava annodando i suoi respiri..
L’abbracciai,si strinse forte a me,
Avvicinai le mie labbra
Ai suoi occhi ancora bagnati
E inghiottii tutta la sua rabbia
Giuliano Saba.

Momenti di poesia. LA VITA E’ UN DONO, UN SOGNO… di Giuliano Saba

Momenti di poesia. LA VITA E’ UN DONO, UN SOGNO… di Giuliano Saba

La vita

LA VITA E’ UN DONO, UN SOGNO…

La mia vita
Per quanto lunga sia
E’ sempre piu’ breve.
Vivo sereno e sicuro
Non pensando al futuro
Mi sento sempre bene
Accolgo il giorno come viene
Abituo la mente
A vivere il presente
Risparmio il medico
E vivo da sobrio
Ogni tanto un dolore
Ma senza alcun timore.
Vita all’aria pura
Con ordine e misura.
Vivo da sano
Mangio e mastico piano
Ho l’animo in pace
Perche ascolta e non sempre tace
La mia vita e’ una somma di momenti
Di un amore con sentimenti
Non vissuto carnalmente
Ma lungamente.
Vivo la mia vita privata
Regolare, agiata e non smisurata
in un gioire assai ridente
Lontano dalla lingua della gente
Che di calunnia campa
Perche’ ogni tanto inciampa
Sulla vita degli altri vissuta
E non sulla loro per invidia perduta.
Giuliano Saba Sculture Febbraio 2019

Momenti di poesia. TU AUSENCIA ME ESTA MATANDO, di Giuliano Saba

TU AUSENCIA ME ESTA MATANDO, di Giuliano Saba

51499478_2497067783698676_8627785941211152384_n

Dominado por su hermosura
Sentia sus dedos,
Encima de mi vientre
apasionadamente.
Agitando mis latidos
Hervia en mi la sangre
De sus deseos
Que tenian hambre de mi.
Recuerdo su boca
Que me invitaba a pecar
Llenando de lujuria
Sus labios calientes .
Para ahogar mi boca
En sus mieles
Juntos y fundidos
En un solo ser……..
Giuliano Saba.
Continua a leggere “Momenti di poesia. TU AUSENCIA ME ESTA MATANDO, di Giuliano Saba”

PER TUTTE LE VOLTE CHE, di Giuliano Saba

PER TUTTE LE VOLTE CHE, di Giuliano Saba

PER TUTTE LE VOLTE CHE::

Che mi hai scavato l’Anima,
che hai tormentato le mie notti,
prosciugandomi gli occhi.
Per tutte le volte, che mi hai irrigato il viso
con ruscelli di sale,asciugandoli poi
con fogli carichi di sentimento.
Per tutte le volte, che non ti ho abbracciato,
per tutte le volte, che tu non lo hai fatto.
Per tutte le volte, che mi hai pensato
e che io non ti ho pensato.
e il rimorso mi ha perseguitato.
Per tutte le volte ,che ti ho imprigionato
nel mio sguardo e nei mie pensieri,
legandoti con catene di fierezza e di orgoglio.
Per tutte le volte, che ti mancherò e mi odierai,
per tutte le volte, che non lo farai.
Per tutte le volte, che mi CERCHERAI…
IO CI SARO”.
( Giuliano Saba ) Dic.1966.

Momenti di poesia. Mio Padre mi disse … di Giuliano Saba

Mio Padre mi disse … di Giuliano Saba

mio padre

Mio Padre mi disse:

Chi non conosce la pace
E non la stima,non ha provato
La guerra in prima..
La pace, bisogna pagarla a caro prezzo.
Arricchisce I popoli,
Non tiene colore
Fa gioire il cuore
E’ come un fiume tranquillo
E’ la concordia che edifica tutte le citta’
E’ la muraglia dell’ equita’
E ‘ meglio una pace certa
di una vittoria sperata
Nel compimento della legge
Non ha ne vinti ne vincitori
Ma regna e fiorisce nella giustizia..
In un paese senza pace mal si vive
Percio’ e’ meglio mangiare pane in pace
Che molte pietanze in disunione..
Giuliano Saba Sculture
Maggio 2009 Castellon de la Plana ( Spagna ).

Momenti di poesia. In un angolo della mente, di Giuliano Saba

Momenti di poesia. In un angolo della mente, di Giuliano Saba

50644064_2482768021795319_8467424446632689664_n

In un angolo della mente
Abbiamo sempre acceso
Il fuoco dell’ orgoglio
Che unito a molte virtu’
Le uccide tutte ..
L’orgoglio se fosse arte
Vi sarebbero molti maestri
Che prenderebbero in prestito
Il mantello dell’ umilta’
Farebbero colazione
Con l’ abbondanza,
Andrebbero a pranzo con la poverta’,
E cenerebbero con la vergogna.
Di una piccola paglia
Ne farebbero una trave
Nata dal medesimo ceppo della follia
Pianta lussureggiante
Nel giardino della ricchezza
Che accresce I nostri nemici
E mette in fuga gli amici .
L’orgoglio
Mendica piu’ della poverta’
Sa essere anche villano
Con la gentilezza
non si trova mai insieme
Perche’ compagno della bellezza
Fa la ruota come il pavone
E crede che il suo uovo
Abbia due tuorli..
Che ambedue nutrono il povero
Di carita’ ma con fini diversi….
Giuliano Saba Sculture

Momenti di poesia. Non è facile, di Giuliano Saba

Momenti di poesia. Non è facile, di Giuliano Saba

Non è facile
aprire la finestra dell’Anima.
Inizi piano sfogliando
i piccoli petali dei tuoi segreti,
facendo un passo alla volta
sempre fidandoti del tuo istinto
cercando pace e armonia.
Tenendo sempre chiusa
la finestra del mondo
che non capirebbe.
E che scaverebbe
dentro la tua mente
solo per curiosità..
La chiave
del rispetto reciproco
non sono in molti a possederla
e usare il buon senso
implica molta intelligenza…
Liberare l’anima
è un eccitazione stimolante
e i risultati sono sempre benefici…
(Giuliano Saba Dic 1966)

Mare Nostrum, di Giuliano Saba

Mare Nostrum, di Giuliano Saba

Mare Nostrum.jpg

Mare Nostrum .

Portami
Sulle rive dei tuoi sentimenti
Riponi i dubbi
Sulle onde
E affidale alle spume della verità.
Copri il passato
Con la sabbia del presente
Posa le tue carni
Sullo scoglio più sicuro
Lasciale fra le braccia
Dei raggi di quel sole
Perche’ ne illumini il futuro.
Rendimi i silenzi
Di quelle notti insonni
Trascorse ad ammirare
Il tuo corpo
Rilassato e sereno.
Appaga i tuoi desideri
Con la luce nuova del risveglio.
E lasciami naufragare
Nel tuo mare
Senza onde di dubbi.
Nunca Et Semper.
Giuliano Saba

Costruire tra sogno e realtà, di Cristina Saracano

Sabato 19 gennaio alle 17,30, presso il Caffè Alessandrino di Piazza Garibaldi 39 Alessandria,

L’Associazione Culturale LiberaMente, presieduta da Fabrizio Priano, organizza “Costruire tra sogno e realtà”, mostra di Giuliano Saba.

Giuliano Saba nasce in Sardegna nel 1949, ma a vent’anni lascia la sua isola per lavorare in Piemonte. Attualmente risiede a San Giuliano Nuovo (Al).

Da sette anni è artista per hobby.

La maggior parte delle sue sculture, in acciaio e ottone, simboleggiano l’amore, la distanza e la nostalgia. Da circa un anno si esprime anche su tela con i colori acrilici.

Nel 2014 ha esposto a Gonnosfanandiga, suo paese natio e alla Floreale di Alessandria.

Nel 2015 è alla prima biennale d’Arte di Alessandria.

Una sua scultura è stata ospitata a Milano nel corso dell’evento “Dal design all’arte”.

Nel maggio del 2018 ha partecipato con una sua opera alla cinquantasettesima Biennale d’arte di Venezia.

Sempre attento alle problematiche sociali, non esita a partecipare ad aste benefiche dove offre le sue pitture e sculture per una buona causa.