5 momenti di poesia di Grazia Denaro

5 momenti di poesia di Grazia Denaro

di Pier Carlo Lava

Logo Alessandria today ok copia

La cultura è cibo per l’anima e la mente e la cifra della cultura misura la saggezza e la pace dei popoli, le persone ignoranti e prepotenti si scontrano anche per cose banali, mentre quelle che amano la cultura si incontrano per sfide letterarie… Se due persone ignoranti e prepotenti vengono chiuse in un labirinto si picchieranno selvaggiamente sino a che uno dei due prenderà il sopravvento e poi chi vince non riuscirà mai ad uscirne. Mentre se due persone colte vengono chiuse in un labirinto, prima si scambieranno le loro esperienze culturali arricchendosi reciprocamente e vincendo tutti e due, poi insieme cercheranno il modo migliore per uscirne e ci riusciranno.

Alessandria today è lieta di presentare ai lettori e agi appassionati di poesia, ma anche a tutti quelli che amano la cultura, 5 poesie scelte per voi nel vasto repertorio della poetessa Grazia Denaro.

https://alessandria.today/2019/06/21/momenti-di-poesia-musica-dolcissima-e-controcanto-di-grazia-denaro/

https://alessandria.today/2019/06/30/momenti-di-poesia-ci-sono-giorni-di-grazia-denaro/

https://alessandria.today/2019/07/20/di-grano-maturo-sono-le-parole/

https://alessandria.today/2019/07/20/lunghe-strade-poesia-di-grazia-denaro/

https://alessandria.today/2019/07/21/ibla/

Momenti di poesia, Una distesa di luce di Grazia Denaro

65655763_2219269831484320_3044929373875470336_n

Erano sospiri sottili

come il vento lieve

che si posa con leggerezza

sulla pelle

quando in quell’angolo di tempo

t’incontravo

ruscello d’acque vive

dove i gigli inebriavano

le ore amene dei sogni intatti.

 

Navigando tra le rive delle tue braccia

mi perdevo:

gli occhi fissi alle stelle del tuo petto

– rivivo il tempo fulgido che riemerge

nello splendore del tuo corpo –

 

 Quel contatto mi trascendeva

in una carezza d’ala d’angelo

portandomi

ad uno schiudersi della vita…

 

eri sorgente d’acqua

in uno scorrere

a volte impetuoso,

a volte lento e trasparente

che mi ha condotto

in questa distesa di luce

atta ad illuminarmi la vita.

 

@Grazia Denaro@

Ibla, di Grazia Denaro

Adagiata in cima ad una collina che sovrasta una vallata ricoperta di rigogliosa vegetazione, posizionata a circa 400 m. sul livello del mare Ibla si trova  nella zona orientale di Ragusa, incastonata nella rara val di Noto.

ragusa_marcello_bocchieri11_015930

Lassù in contrapposizione con la città moderna in cui si esalta l’anima barocca di Ragusa, Ibla  è stata dichiarata patrimonio dell’umanità.

ragusa-ibla-18

Ibla fu un agglomerato di siti arcaici che, anticamente, fu abitata dai siculi e successivamente subì l’influenza dei Romani, dei Greci raggiungendo una certa importanza nel periodo bizantino.

La Ibla odierna venne ricostruita dopo il terremoto del 1693 sull’impianto medievale della precedente città. Oggi è rappresentata egregiamente dai suoi numerosi palazzi e dalle sue chiese barocche che rappresentano il meglio dell’architettura settecentesca in Sicilia. 

@Grazia Denaro@

Lunghe strade Poesia di Grazia Denaro

Congress Street

Come brandelli di una bandiera

di pace

corrono nuvole bianche

sul mio capo. 

Il vento

tende in festoso pavese

i rami di una grande acacia

che  mi sovrasta.

Penso alle lunghissime vie

che corrono in rettilineo

divorate dal sole

che le illumina e le rende liete. 

Ammirandole i miei sogni misteriosi

hanno una continua evoluzione

appalesandosi di minuto in minuto.

In mezzo a tanta grandezza,

a tanto splendore

sono una piccola spora al cospetto

dell’immensità dell’universo.

@Grazia Denaro@

Di grano maturo sono le parole, di Grazia Denaro

7640600b2d10afc31b7548369b4d6ea8

Si ritirarono le nubi

e si accese il sole

in una sontuosa festa di fulgore

aprendo la luminosa superficie delle cose

quasi a rimarcare la gaiezza dei nostri cuori

usciti da quei momenti puerili

riversatisi in confini invalicabili di distanza…

ma sono ancora pagine di muschio

i nostri occhi.

 

Oggi lo stesso prato ieri spento

risulta lucente

e l’ortensia in tutto il suo splendore

esplode il suo colore.

 

Avvinti dalla luce come siamo

mai vorremmo che finisse il giorno,

splendido nei profumi della natura,

nell’incanto del cinguettio e dei voli degli uccelli.

 

Sento il canto di mille cascate

e di mille fontane che gorgogliano allegre

ed armoniose

a scaturire pensieri gioiosi.

 

 Di grano maturo sono le parole!

 

@Grazia Denaro@

Momenti di poesia. Ci sono giorni, di Grazia Denaro

Momenti di poesia. Ci sono giorni, di Grazia Denaro

64499496_2196428287101808_453936214500704256_n.jpg

Ci sono giorni

Ci sono giorni
in cui le crepe
divengono dilaganti
laghi d’acqua scura limacciosa
in cui ci si sente imprigionati:
giorni che ci si augura
di non più rivivere.

Sono giorni
in cui l’aria è disadorna
e si è estraniati da ogni ardore,
solo il tarlo a corrodere fino in fondo
a ricordare di essere ancora vivi
e abbandonati
sulla tavola del mondo inospitale.

Si brama una parola gentile
e rassicurante,
una carezza, un abbraccio
che sciolga quel senso di gelo
e di malinconia
che corrode il petto
appesantendo come masso
l’io disorientato.

@Grazia Denaro@

Momenti di Poesia. Musica dolcissima e controcanto, di Grazia Denaro

Momenti di Poesia. Musica dolcissima e controcanto, di Grazia Denaro

Buona giornata a tutti!

64960963_2203556093055694_3859968940927090688_n.jpg

Musica dolcissima e controcanto

Quando il disgelo scioglie la neve

di lì a poco meraviglie affiorano:

piume e stormi in movimento

che si rispecchiano nella luce

del blu intenso

riflettendosi nelle iridi:

finestre aperte verso l’alto

che dipinge sali-scendi e gridi

a scorrere sul filo

donato da coro di musicanti

che ondeggiano

ad ogni solfeggio d’aria e di vento.

Rinascita di nuovi germogli

in un risveglio di natura,

sotto un cielo fissato al lampo

dell’intensa luce

donata da miliardi di sfere

e dallo spirare dolce

di zefiro tra le messi

in musica dolcissima

e controcanto.

@Grazia Denaro@

Momenti di poesia. Le lune del tuo petto, di Grazia Denaro

Momenti di poesia. Le lune del tuo petto, di Grazia Denaro

le lune.jpg

Le lune del tuo petto

Di luna questa sera
è questo biancore
che in battito d’ali
mi carezza il petto.

Saranno le tue parole
che risuonano
nelle valli del pensiero
a rischiarare la mia aura
o sarà il tuo sorriso
a fare gioire
la mia cava più segreta
mentre il ricordo corre
dove cadono
i nostri corpi estenuati
ed il sangue sussurra di te:
– essenza infinita –

Saranno le lune del tuo petto
a rinfrancarmi sempre
dove c’è sfinimento
rinnovandomi il soffio
col tuo arabesco fatato.

@Grazia Denaro@

Momenti di poesia. Nel fremito di vita, di Grazia Denaro

Momenti di poesia. Nel fremito di vita, di Grazia Denaro

nel fremito

Nel fremito di vita

Palpiti interiori

in fluttuare d’onda

mi dona ogni tuo sguardo

che in scala musicale

scandisce attorno a me melodia

aprendo un cammino di parole

diretto al cuore dell’incanto.

Sei carezza d’ala che schiude

sorgenti d’acqua

col loro scorrere argentino

sciorinante immagini

che accendono desideri

a toccare il profondo del mio io.

La tua stella di luce

si rispecchia nella mia anima

che in crescendo canta

percorrendo ogni senso della gioia

con assonanze armoniche di accordi

in cui si colora d’azzurro il canto

nel rimescolio delle emozioni

che mi contengono rimbalzando

nel fremito di vita.

@Grazia Denaro@

Momenti di poesie: Dismessa guerra, di Grazia Denaro

Momenti di poesie: Dismessa guerra, di Grazia Denaro

60788079_2146706788740625_3043330653903912960_n.jpg

Dismessa guerra

Su questo poggio di gennaio
vorrei riprendere fiato
eliminare scheggia dopo scheggia
a quei passi portati a ferire
e piaghe purulente poter lenire.

E dopo ripartire
per un sentiero condiviso
in cui due anime
camminino col sorriso
azzerando
quel vivaio amaro, amaro
e ripiantarne un altro
come fosse prima
e novella fioritura.

E tu a fianco
a carezzare mano e fronte
in un fruscio di dolci parole
a cancellare affanno al petto
per questa ormai dismessa guerra.

@Grazia Denaro@

Momenti di poesia, Come fiore nel vento, di Grazia Denaro

Momenti di poesia, Come fiore nel vento, di Grazia Denaro

61436947_2161757170568920_6107340432876765184_n.jpg

Nel buio della notte

a volte il cuore

accende chiarori rifulgenti

in ghirigori

ad illuminare e scaldare

da quel freddo esteriore

che pare voglia ghermire

riportando a fronte

pensieri molesti

che puntellano il petto.

Guardo tra le pieghe

della coperta

e mi viene in aiuto

il tepore della sua pelle,

il suo respiro leggero

il suo viso sincero

che come fiore nel vento

mi rassicura emanandomi

il suo aroma gemmato

e penso confortata

che malgrado

questa primavera taciuta

da questo sole mancante

e da nuvole sparse

sono lontana

dal gelo dell’inverno.

@Grazia Denaro@

Momenti di poesie. I giardini di marzo, di Grazia Denaro

Momenti di poesie. I giardini di marzo, di Grazia Denaro

I giardini di marzo

Nella sera d’oro di prima estate
il sole abbraccia le stelle
d’un ambrato tramonto
non scalfendo la tristezza
che mi vige dentro.

Sul filo dell’incertezza
corre il sentimento
sovrastato da nuvole scure
che come pietre pesano sul cuore.

Nei miei occhi
non si riflettono più
giorni baciati dal sole.

M’aggiro smarrita in un arido deserto
dove non scorgo più l’orizzonte
mentre ogni respiro
attanaglia le ore.

Ormai sono lontani i giardini di marzo
vissuti sotto i raggi della luna
in cui il vento trasportava
essenze olezzanti
donando dolce languore
avviante alla gioia e all’incanto
di quel sogno ormai infranto.

@Grazia Denaro@

Momenti di poesia. Raccolgo gli ultimi raggi del sole, di Grazia Denaro

Momenti di poesia. Raccolgo gli ultimi raggi del sole, di Grazia Denaro

Raccolgo

Raccolgo gli ultimi raggi del sole

Raccolgo
gli ultimi raggi del sole
che non s’arrende
come fuoco invade la mia mente
come i caldi raggi dell’estate
quasi volessero generare
succosi grappoli di piacere.

Il mio pensiero migra
alle emozioni,
agli istanti più belli scolpiti nel cuore
quando c’eri tu
che con lance aguzze
irradiavi il tuo splendore…

Grazia Denaro
Tutti i diritti riservati
29/ 05/ 2013

Momenti di poesie. I giardini di marzo, di Grazia Denaro

Momenti di poesie. I giardini di marzo, di Grazia Denaro

I giardini.jpg

I giardini di marzo

Nella sera d’oro di prima estate
il sole abbraccia le stelle
d’un ambrato tramonto
non scalfendo la tristezza
che mi vige dentro.

Sul filo dell’incertezza
corre il sentimento
sovrastato da nuvole scure
che come pietre pesano sul cuore.

Nei miei occhi
non si riflettono più
giorni baciati dal sole.

M’aggiro smarrita in un arido deserto
dove non scorgo più l’orizzonte
mentre ogni respiro
attanaglia le ore.

Ormai sono lontani i giardini di marzo
vissuti sotto i raggi della luna
in cui il vento trasportava
essenze olezzanti
donando dolce languore
avviante alla gioia e all’incanto
di quel sogno ormai infranto.

@Grazia Denaro@

Momenti di poesia. Nella stupenda primavera, di Grazia Denaro

Momenti di poesia. Nella stupenda primavera, di Grazia Denaro

60867145_2138520446225926_6744155268214423552_n.jpg

Nella stupenda primavera

Nella stupenda primavera
quando ogni gemma sbocciava
nel mio cuore l’amore germogliava.

Nella stupenda primavera
quando ogni uccello cantava
ti confessai la mia anelante brama.

Quando ti fisso negli occhi
svanisce ogni pena e dolore
e quando bacio la tua bocca
mi sento del tutto risanata.

Quando mi chino sul tuo petto
un’estasi mi pervade
e quando mi dici ti amo
non so frenare un impeto d’emozione.

Sono gemma che trema senza radici
adagiata ad una siepe che sfoglia segreti
su petali di rose profumate
donando ghirlande di dolci sorrisi
al fruscio dei sogni incollati al mistero.

@Grazia Denaro@

Momenti di poesia. Il prodigio del tempo 1, di Grazia Denaro

Momenti di poesia. Il prodigio del tempo 1, di Grazia Denaro

il prodigio.jpg

Il prodigio del tempo 1

Attendo
trepidante il tuo ritorno.

Ora che è passata l’ora buia
della tua mancanza…
di cieli tersi, fiori
e ruscelli gorgoglianti
si è popolato il mio giorno.

E’ frumento divino il regalo
di una primavera taciuta
e risvegliata nello smeraldo dei campi,
una rinascita
nel cerchio della bellezza dell’universo
che mi abbraccia
ridonandomi la vita e l’ardore,
tale da accendere canto
al nostro rinverdito sentimento
che di un nuovo sole ora si pasce
attraverso le sue benefiche spire
atte a sconfiggere l’ombra
al nostro passaggio
che si riflette nel prodigio del tempo
sotto una luce lineare
che infiora e risplende in tutte le sue sfumature.

@Grazia Denaro@

Momenti di poesia. Per un attimo soltanto, di Grazia Denaro

Momenti di poesia. Per un attimo soltanto, di Grazia Denaro

per un attimo.jpg

Per un attimo soltanto

Dei giorni belli
non resta che quella luce
filtrata dallo sguardo
che arriva fino al cuore
tamburellante e sordo
come ingenuo primitivo
strumento di dolore
di quei dì colmi di tremore.

L’ assedio del dolore
in spire d’onde coglie
e mi rinchiude nelle segrete
della vita mia tradita
mentre l’anima nell’assolo del violino
su corde taglienti si dibatte.

Da quelle antiche terre mi raggiunge
la caduta di ogni suo frutto.

Ogni tua parola era un affondo,
un pezzo di bravura
tale da disgregare sicurezze
e annerire lo specchio
dove noi due abbiamo brillato
per un attimo soltanto.

@Grazia Denaro@

Momenti di poesia. Sillabe prive di luce, di Grazia Denaro

Momenti di poesia. Sillabe prive di luce, di Grazia Denaro

57504602_2099169290161042_7855667481292046336_o

Sillabe prive di luce

L’ombra empia e malvagia
ha compiuto ancora una volta
il suo crimine.

Una disarmonia di corpi inanimati,
massacrati, annientati sono caduti esamini
in quei giardini di grande spiritualità
e preghiera nel ripetersi
di un altro Venerdì Santo.

Ancora vite innocenti
a cui vengono zittite la melodia del respiro
iniettandogli a forza
il pungiglione delle ore azzerate
colpendo la loro orbita di vita.

Sono sillabe prive di luce
questi esseri striscianti e crudeli
che un Dio di riferimento
non l’hanno mai avuto.

Belve prive di scrupoli,
si trincerano dietro la religione
ma sono barbari crudeli ed immorali
che godono nello sterminare vite umane
e qualsiasi barlume di civiltà
radiando tutto quanto
c’è di buono al mondo,
esaltando la desolazione ed il nulla.

@Grazia Denaro@

Momenti di poesia. Ammiro l’infinito, di Grazia Denaro

Momenti di poesia. Ammiro l’infinito, di Grazia Denaro

31056853_1610961892315120_7147046286028439552_n.jpg

Ammiro l’infinito

Stamattina
dalla finestra ammiro l’infinito:
un fremito mi coglie
come se un’ala di gabbiano
m’accarezzasse il petto.

Porto ancora in me
i sogni della notte
che mi sorridono
con trasparente levità.

Osservo gli spazi azzurri
che sanno d’immensità
cingendo di luce intensa
le striature rosa dell’alba:
– pizzi e merletti pregiati –
ad esaltare la magnificenza del cielo
che culla aliti d’armonia
adagiati tra le fronde
ch’elevano la loro voce
al cuore delle cose
in un linguaggio arcano
che è cantico di tenera melodia
di un sentire levigato
che ogni asperità nell’anima mia
ha cancellato.

@Grazia Denaro@

Momenti di poesia. Risorgere, di Grazia Denaro

Momenti di poesia. Risorgere, di Grazia Denaro

Buona Pasqua a tutti!

57484891_2096665140411457_5731390220197167104_o.jpg

Risorgere

Giunchiglie in fiore
i tuoi occhi mio Signore
nel delta del tuo cuore mi rifugio.

Gonfia è l’anima mia
per ciò che hai subito,
per le pene che hai patito
ma l’uomo ha rimosso
il tuo grande sacrificio.

La vita eterna c’hai donato
a discapito
del tuo preziosissimo sangue.

Sento una voce interiore
che mi guida in silenti passi
convergendomi verso te
mia radice!

La notte è chiusa.

Finalmente arriva l’alba
che avvolge e bacia il mio viso
come apostolo di luce.

@Grazia Denaro@

Momenti di poesia. E non ci sei, di Grazia Denaro

Momenti di poesia. E non ci sei, di Grazia Denaro

Buona giornata!

57251307_2090445344366770_2466975772544335872_n.jpg

E non ci sei

Hai oltrepassato quella porta
e con noncuranza sei andato via.

Mutata è la scena:

è più scarna, più tranquilla
ma il conto non torna
– pare la calma dopo la tempesta –
ma non è il mio pane
e neppure il vino che ora degusto.

Ho viaggiato
nella tua incongruenza
ora la mia,
nel tuo umore altalenante…

ho scavalcato grossi massi
coperti di muschio
tendendo sempre a scivolare.

Scevra d’equilibrio
per il pesante castigo
della tua presenza…
e non ci sei.

@Grazia Denaro@

Momenti di poesia. Curvando angoli appuntiti, di Grazia Denaro

Momenti di poesia. Curvando angoli appuntiti, di Grazia Denaro

56464299_2078763242201647_7631223395325050880_n.jpg

Curvando angoli appuntiti

Il vento mi riporta
antichi suoni
di dolcissime carezze
e lemmi appassionati
di una vita di respiro
dal continuo e ameno variare.

Erano lucciole in volo, farfalle leggere
fiocchi di neve le note danzanti
del nostro cammino.

Ma l’esistenza è anche
passare attraverso l’ombra,
a nuvole in cielo, a momenti di stasi,
a sprazzi di luce e nuovo cammino.

La vita rispunta dai tronchi potati
che fanno posto ai germogli
da nuova linfa nutriti
ed irrorati.

A ricomporre l’armonia
di cuori straniti
servono gesti e parole congeniali
atti a risorgere l’intesa
donando appiglio
alla levità delle cose
e curvando angoli appuntiti.

@Grazia Denaro@

Momenti di poesia. Luce soffusa d’azzurro, di Grazia Denaro

Momenti di poesia. Luce soffusa d’azzurro, di Grazia Denaro

56938117_2081839301894041_2370654198854320128_n

Luce soffusa d’azzurro

Oggi
questa luce soffusa d’azzurro
accarezza il respiro
in uno scorrere gioioso di quiete.

Sistemo i capelli mossi dal vento:
è confortevole la sua mano
sulla mia spalla,
sembra nata in questo momento
da quant’è lieve
ma presente come il sole
che bacia i sassi d’attorno.

Lontana sento l’ombra
di ciò che è stato,
non si riflette più nei nostri occhi.

Sorrido:
ho il cuore sgombro di macerie
e l’anima leggera!

@Grazia Denaro@

Momenti di poesia. Ogni tua liquida parola, di Grazia Denaro

Momenti di poesia. Ogni tua liquida parola, di Grazia Denaro

57234040_2084618961616075_8091295593378349056_n.jpg

Ogni tua liquida parola

Due laghi alpini i tuoi occhi
limpidi e trasparenti
come puro cristallo
che trasmettono
immagini raminghe di poesia
trascinanti in un volo surreale
e suggestivo
atto ad incontrare un angelo
che attrae l’anima
sciorinando gesti di tenerezza
orizzonti azzurri al margine del cielo
atolli di rose profumate
battuti da venti lievi
che sussurrano d’amore…

ed io rapita d’emozioni
mi nutro
d’ogni tua liquida parola.

@Grazia Denaro@

Momenti di poesia. Curvando angoli appuntiti, di Grazia Denaro

Momenti di poesia. Curvando angoli appuntiti, di Grazia Denaro

56464299_2078763242201647_7631223395325050880_n.jpg

Curvando angoli appuntiti

Il vento mi riporta
antichi suoni
di dolcissime carezze
e lemmi appassionati
di una vita di respiro
dal continuo e ameno variare.

Erano lucciole in volo, farfalle leggere
fiocchi di neve le note danzanti
del nostro cammino.

Ma l’esistenza è anche
passare attraverso l’ombra,
a nuvole in cielo, a momenti di stasi,
a sprazzi di luce e nuovo cammino.

La vita rispunta dai tronchi potati
che fanno posto ai germogli
da nuova linfa nutriti
ed irrorati.

A ricomporre l’armonia
di cuori straniti
servono gesti e parole congeniali
atti a risorgere l’intesa
donando appiglio
alla levità delle cose
e curvando angoli appuntiti.

@Grazia Denaro@

Momenti di poesia. Odore di zagara, di Grazia Denaro

Momenti di poesia. Odore di zagara, di Grazia Denaro

Buona giornata!

56521564_2075528289191809_6587944876707414016_n

Odore di zagara

Gl’intensi profumi della zagara
mi accompagnavano dappertutto
in quelle aspre contrade,
tutto era eccessivo lì.

Il cielo d’uno splendore abbagliante,
il mare un’immensa distesa blu
che a seconda del vento
diveniva dolce o arrabbiato.

Ricordo l’isola
che nelle primavere
era un effluvio d’essenze
di zagare, gelsomini
boungaville ed oleandri.

Ma l’odore della zagara
era emergente:
– amarognolo e pungente –
a sottolineare una primavera
avanzata e rilucente…

si percepiva ovunque l’olezzo
dei giardini in fiore
gli alberi erano adornati
tra il verde delle foglie
dal bianco lucore
di grappoli di perle profumate
o di bianche stelle
che stagliavano l’aria
come candido miraggio.

Di fiori d’arancio fu il mio bouquet
da sposa.
Quei fiori nivei con il pistillo giallo
furono il corollario di un divenire
di grande felicità.

@Grazia Denaro@

Momenti di poesia. Intervallo di pura magia, di Grazia Denaro

Momenti di poesia. Intervallo di pura magia, di Grazia Denaro

Buona giornata!

Intervallo di pura magia.jpg

Intervallo di pura magia

Cerco risalire
della bassa marea
su torrenti a bordo di giunchi
nella brama di osare
nel raggiungere Il mio scoglio dorato
col sangue che fuma
nel risveglio vivace della coscienza.

Di trame oscure:
uno spiraglio si schiude…

al di sopra del valico
spunta l’aperto tra il buio e la luce.

Esiste ubriachezza più bella
del dormiveglia?

Intervallo di pura magia
e di semi coscienza,
quando la mente trilla
come foglia sonante
che sussurra segreti alla
sua vicina di ramo.

@Grazia Denaro@

Momenti di poesia. Un palpito d’azzurra emozione, di Grazia Denaro

Momenti di poesia. Un palpito d’azzurra emozione, di Grazia Denaro

54730967_2059410730803565_6130164086656204800_n.jpg

Un palpito d’azzurra emozione

Quest’anno manchi alla primavera
che gioiosa e solare
apre le porte alla rinascita
facendo da contraltare alla mia tristezza
contornata dalla tua mancanza che pesa.

Io sfiorita tra il rigoglio della natura
e il lampo della sua luce
tendente a rimarcare dolorosamente
la mia immane solitudine.

Un mesto sorriso affiora
al ricordo di quel giorno lieto
quando incontrai il tuo sguardo audace,
la prima volta che ti vidi.

Mi colpirono i tuoi occhi così belli:
due laghi azzurri traparenti
che mi trasmisero
dolci melodie senza tempo
nell’aria assolata di quel lungo viale
tra il frusciare delle betulle
ed il canto degli uccelli…

fissai allora in te la mia dimora
racchiusa in un palpito
d’azzurra emozione.

@Grazia Denaro@

Momenti di poesia. Ti prendo per mano, di Grazia Denaro

Momenti di poesia. Ti prendo per mano, di Grazia Denaro

Buona giornata! [Dedicata]

53807506_2057606174317354_4276134933853896704_n

Ti prendo per mano

E’ nel crepuscolo della vita
in momenti di nemesi del pensiero
quando tutto diviene orizzonte d’ombra
nella stasi del tempo che confonde stagioni
e non annuncia ritorni di primavere
né di domani forieri d’alternanza
nel donare e nel ricevere sementi
in rigoglio di fioritura e fruttificazione
che regalino profumi e sapori
a mitigare matasse di dolore.

E’ in questo tuo tempo dell’io smarrito
che ti prendo amorevolmente per mano
mio simulacro di dolorosa assenza
che ai ricordi toglie spazio ed orientamento.

La tua mano nella mia, mamma:
è musica appesa al cielo
che m’avvolge nella sua melodia
e sempre mi contiene
nel nido del tuo cuore.

@Grazia Denaro@

Momenti di poesia. Silenzio primordiale, di Grazia Denaro

Momenti di poesia. Silenzio primordiale, di Grazia Denaro

29497371_1582970658447577_6525860647702364160_o

Silenzio primordiale

Il tuo solitario andare sulla riva del fiume
tra i canneti e le piante di papiro
che smorzano la luce declinante del crepuscolo
mentre il vento suona rapsodia
sulle foglie delle piante.

Il sole cala all’orizzonte,
ti attira l’acqua ed impatti sulle pietre:
stordita ti lasci trascinare dalla corrente
e la tua vita vola nell’apogeo del cielo
scevro di suoni e nel rigore del vuoto.

Ginestre e tamerici testimoni del folle gesto
tendono i rami al vento in un flebile lamento,
si zittisce il canto delle cicale
ed aleggia nell’aria un silenzio primordiale.

@Grazia Denaro@

Momenti di poesia. Era nata in primavera, di Grazia Denaro

Momenti di poesia. Era nata in primavera, di Grazia Denaro

993585_941748999236416_856510204408339491_n

Era nata in primavera

Era nata in primavera
e di questa stagione
portò nella sua vita
temporali e schiarite.
Fu il vento di marzo
che irruentemente
la trascinò come foglia dispersa.
Ebbe persa la mente
in agoni tortuosi e gironi infernali,
patì grandi pene.

Tante volte risorse e ricadde
ma del cristallo suo lucente
non s’offusco il brillio
nella sua mente.

Poetessa di grande talento
donna sensibile d’alto spessore
anche se la labilità dell’anima
le causò immane dolore.

Nei suoi ultimi anni
per le sue opere osannata,
dopo la morte
da una moltitudine di gente adorata.

http://graziadenaro.blogspot.it/
Grazia Denaro
Tutti i diritti riservati

Silenzio primordiale, di Grazia Denaro

Silenzio primordiale, di Grazia Denaro

29497371_1582970658447577_6525860647702364160_o

Silenzio primordiale

Il tuo solitario andare sulla riva del fiume
tra i canneti e le piante di papiro
che smorzano la luce declinante del crepuscolo
mentre il vento suona rapsodia
sulle foglie delle piante.

Il sole cala all’orizzonte,
ti attira l’acqua ed impatti sulle pietre:
stordita ti lasci trascinare dalla corrente
e la tua vita vola nell’apogeo del cielo
scevro di suoni e nel rigore del vuoto.

Ginestre e tamerici testimoni del folle gesto
tendono i rami al vento in un flebile lamento,
si zittisce il canto delle cicale
ed aleggia nell’aria un silenzio primordiale.

@Grazia Denaro@

Momenti di poesia. Un cielo interiore, di Grazia Denaro

Momenti di poesia. Un cielo interiore, di Grazia Denaro

Buona giornata!

53664079_2040753509335954_9186674741061091328_n.jpg

Un cielo interiore

Viaggio lungo fiumi di silenzio
senza mai vera pace,
sbattono ali uccelli neri
osservandomi da un cielo interiore.

All’improvviso l’incomprensibile
si è fatto squarcio
parlandomi ancora
di un passato che ritorna,
mi lavora ponendomi davanti
massi da scansare,
ed alte barriere da scavalcare
in un ansare a ledere il respiro.

Vorrei poter ammirare paesaggi lucenti,
monti e valli riverberate dal sole luminoso,
immergermi nel verde variegato dell’erba
ed invece m’imbatto e mi dibatto
in aure crepuscolari che mi confinano
in un tempo amorfo
dove il mio io ascolta i tumulti del mio cuore
che si dibatte tra il buio della notte
e brividi di gelo.

@Grazia Denaro@

Momenti di poesia. Ti ritrovo al mio fianco, di Grazia Denaro

Momenti di poesia. Ti ritrovo al mio fianco, di Grazia Denaro

Buona giornata!

54239256_2039435249467780_4377959339902631936_n.jpg

Ti ritrovo al mio fianco

Seducimi con i petali dei tuoi occhi neri
sbocciami il sorriso come il fiore più bello
cullami tra le tue braccia incandescenti
che trasmettono il sentimento d’amore.
Sfama l’anelito del mio cuore con dolce canto
inebriami il respiro col tuo afflato suadente.

Nelle tue braccia protettrici mi rifugio
sentendomi toccate le corde dell’anima.

Sono brumosa terra che anela l’acqua
per essere da te irrigata e rifiorire a nuova vita.

Nei meandri della vita tu sei il mio filo magico
che si srotola dolcemente a fiorire il mio cammino
in viali alberati profusi di fiori profumati.

Mi doni l’ebbrezza del domani suadente,
in sogni onirici ti vedo la notte
rinfrancandomi il cuore
e all’alba appena sveglia,
ti ritrovo al mio fianco amore.

@Grazia Denaro@

Momenti di poesia. Il suo esaltante frastuono, di Grazia Denaro

Momenti di poesia. Il suo esaltante frastuono, di Grazia Denaro

53593470_2030481130363192_2609128134796115968_n

Il suo esaltante frastuono

Mi gemmi nel cuore
in quel dolce sentire
che come assolo di violino
accompagna i miei giorni
quando mi rifugio nel silenzio
per poterti meglio percepire vicino.

E’ allora
che mi scorre in petto
quella musica soave e magica
avente la tonalità
della tua voce profonda
quando si rivolge a me
nei momenti d’abbandono
quale sovrana meraviglia
coinvolgendo
il cielo, la luna, le stelle
ed il creato tutto.

Ed io come viva meridiana
tra lo scorrere magnifico del tempo
a cadenzare il tocco tuo solenne
che mi coinvolge
nel suo esaltante frastuono.

@Grazia Denaro@

Momenti di poesia. Sorgi alba di luce, di Grazia Denaro

Momenti di poesia. Sorgi alba di luce, di Grazia Denaro

Sorgi alba di luce

Sorgi alba di luce
benefico desiderio
della mia anima
irradiami di serenità e pace,
cancella questo silenzio
che mi corrode e mi consuma.

Scaccia la notte oscura
che m’ammanta di buio e solitudine…

risplendi mio giorno agognato
riempimi il cuore di ciò che io desidero
come l’Arca desiderò d’arenarsi sull’Ararat
stanca di quel peregrinare
sulla terra in Diluvio Universale.

Guardo il cielo con tristezza,
un suono di campane si perde
nell’ovattato silenzio.

Mi coglie dolore d’abbandono
ma l’energia che ho della vita
è irresistibile richiamo
all’aurora del tuo abbraccio – Signore.

@Grazia Denaro@

Momenti di poesia. Nel magico incanto di una notte di febbraio, di Grazia Denaro

Momenti di poesia. Nel magico incanto di una notte di febbraio, di Grazia Denaro

Buona giornata a tutto il gruppo!

nel magico

Nel magico incanto di una notte di febbraio

Nel magico incanto
d’una gelida notte di febbraio
dalle mie acque venisti alla luce…
fu un implodere di stille e gocce
di coriandoli di stelle.

Sotto il candore della luna
e tra il biancore dei mandorli in fiore
vidi i tuoi occhi
e toccai il cielo con un dito.

Quel cielo non mi parve così lontano
perché avevo l’angelo vicino
appoggiato al mio seno.

Sentivo il tuo profumo
toccavo la tua pelle nuova
morbida e reale
che di baci lievi rivestivo.

Le tue manine ranuncoli di seta
ad esaltare il roseo incarnato.

Fu innamoramento immediato
di emozioni gioiose,
di sensazioni meravigliose
mai provate prima d’allora
che mi riempirono il cuore d’incanto
quasi da non avere più fiato.

@Grazia Denaro@

Momenti di poesia. Mare d’inverno, di Grazia Denaro

Momenti di poesia. Mare d’inverno, di Grazia Denaro

Mare d’inverno

Mare d’inverno

Questo mare d’inverno
mi riporta furore selvaggio d’allora
onde altissime spandono
odore aspro di salsedine
bruciando il volto
e facendo lacrimare gli occhi:
mette il cuore in subbuglio
a risvegliare ricordi
d’un ieri latente .

Scendo veloce il sentiero,
capelli liberi al vento di mistral
mentre il mare urla il suo richiamo,
una mano prende il mio cuore
donando tutto il calore
che arde al momento:
risento una stretta, un caldo sorriso,
un bacio lontano
cullato dalla voce cavalcante delle onde.

Quell’arcana empatia
fu la nostra magia che ci catturò
ma come sortilegio pian piano
sbiadì tra nebbie del tempo.

Solo un mormorio rimane
in dissolvenza velata
dispersa dal vento.

@Grazia Denaro@

Momenti di poesia. Raccolgo solo polvere grigia, di Grazia Denaro

Momenti di poesia. Raccolgo solo polvere grigia, di Grazia Denaro

Buongiorno!

raccolgo

Raccolgo solo polvere grigia

Da tempo c’incontriamo
tra mura clandestine,
e nebbie fitte.

I nostri passi risuonano lontani
privi di orme,
i nostri giorni sono ormai scatole vuote
colme di silenzi saturi di penombre chiuse.

A volte mi prende la voglia
d’essere foglia danzante
e leggera nell’aria
come un tempo che sapeva di gioia,
ma è solo il pensiero d’un momento.

Oggi la tristezza dissolve
il mio tempo che srotola lento
tra malinconici pensieri.

Raccolgo solo polvere grigia
che giorno per giorno si posa sul cuore
colmandolo di pena.

@Grazia Denaro@

Momenti di poesia. In un tempo che sia infinito, di Grazia Denaro

Momenti di poesia. In un tempo che sia infinito, di Grazia Denaro

In un tempo che sia infinito.jpg

In un tempo che sia infinito

Si nutre l’anima d’amore
come il flauto di vento
gli sguardi s’avvicinano
e nel cuore s’instaura lo smarrimento…

quello smarrimento dolce
che fa tremare le gambe
e il sangue nelle vene fluidificare.

Vagano al cielo i pensieri
e in poesia sbocciano le parole:

come grani di luce s’incrociano
nell’instaurare istanti di beatitudine
canti che respirano dentro
e vivificano fino alle radici.

Sono musica i nostri esseri
primavere d’incensati voli
d’olezzi di primule e viole
di rifiorire di germogli
di sussurri tra le foglie
di corse pazze per i prati
d’abbracci e baci
in un tempo che sia infinito.

@Grazia Denaro@

Momenti di poesia. Vento spicchi di luce e cieli tersi, di Grazia Denaro

Momenti di poesia. Vento spicchi di luce e cieli tersi, di Grazia Denaro

52523820_2002804019797570_3996556352708149248_n

Vento spicchi di luce e cieli tersi

E sento il canto del vento
in questo tempo che scorre inesorabile
sotto l’azzurro o grigio cielo
a seconda delle giornate
in cui le foglie appese sui rami inquieti
cadono in terra accartocciate.

Sul fiume c’è un battere di remi cadenzato,
le sue onde scorrono leggiadre
con un fruscio di seta stropicciata
nel silenzio della giornata vellutata.

Osservo la natura nell’aura rosa del mattino
e i ricordi scorrono lenti
sotto forma di figure a rallentatore
a risvegliare nostalgie di quei verdi e azzurri
che avvolgevano cori e risate
in armonie di mani intrecciate.

Mi torna all’improvviso un assillo
di sete insoddisfatta di quei momenti
tale da risvegliare un languore
che prorompe dal fondo del mio io
come un fiume che sfocia in canto
a rinarrare vecchie storie di arpeggi
che sanno di vento,
spicchi di luce e cieli tersi.

@Grazia Denaro@

Momenti di poesia. Giardini incantati, di Grazia Denaro

Momenti di poesia. Giardini incantati, di Grazia Denaro

52087522_2008549789222993_7709276355686301696_n

Giardini incantati
nei nostri meriggi
in cieli blu cobalto
incorniciati da bianchi cirri.

Terse giornate
a ventilare
il nostro sentimento
in dolci pensieri.

Le nostre chiacchierate
risacca in musica suadente
tra gli afflati dei nostri cuori
seduti sull’erba alta
color smeraldo.

Giardini fruscianti come seta
dove coltivavamo i nostri desii
con le braccia protese
in fremiti d’onde
le anime fuse e denudate
in una comunione totale
a tessere sogni di fiabe gentili
oltre ogni orizzonte
come può fare amore
che elargisce desiderio e dolcezza
fra le ore dischiuse della vita.

@Grazia Denaro@

Momenti di poesia. Anime riflesse, di Grazia Denaro

Momenti di poesia. Anime riflesse, di Grazia Denaro

Buona domenica!

52097240_2007106812700624_1388105289441476608_n

Anime riflesse

Anime riflesse
in un lago di emozioni
dove gli alberi si specchiano
in tutta la loro magnificenza nell’acqua azzurra
in lieve movimento
rifulgendo i loro splendidi colori
sulle ninfee che galleggiano dolcemente
chiedendo il bacio al sole loro amante.

Riverberi di luce fanno capolino
attraverso gl’interstizi delle piante
irradiando fiammelle e sfere di colore
mentre flora e fauna in connessione
vivono armoniosamente la loro stagione.

Una mattinata d’incanto
su queste onde in movimento
a dondolarmi come bimba in una culla.

La mia anima è attratta
da questa magnificenza:
che mostra l’incanto tra queste rive
appese alla pace ed al silenzio…
solo frange di vento
scompigliano lievemente i capelli:
– fremito dolce sulla pelle –

Tu al mio fianco, mio amato
ad accarezzarmi il viso silenziosamente:
parla per noi l’incanto di questi momenti.

@Grazia Denaro@

“Anime Riflesse” Pastello su tela
Carlo Cordua

Momenti di poesia. Ombra lontana, di Grazia Denaro

Momenti di poesia. Ombra lontana, di Grazia Denaro

Ombra

Ombra lontana

Ho cercato di raggiungere
quel sogno custodito
nello scrigno del mio cuore.

Sei stato così vicino
esaltandomi emozioni
di albe cristalline roride di rugiada
aperte ad un cielo dipinto di rosa
che si rifletteva in noi.

A volte mi chiedo
se sia stata colpa
del disegno mal tracciato
che non ha dato quel dolce richiamo
o soltanto un gioco fra di noi.

E’ stato difficile estirpare
Il mio sentire:
– gloria immaginata –
ché i palpiti ad ogni tuo sguardo
scoppiavano nel petto.

Oggi sei ombra lontana
immersa nella nebbia
distante
dallo scorrere del mio tempo.

@Grazia Denaro@

Momenti di poesia. Il tuo canto, di Grazia Denaro

Momenti di poesia. Il tuo canto, di Grazia Denaro 

Buongiorno! [Poesia per S. Valentino]

52300347_2001998016544837_2977384433255972864_n.jpg

Il tuo canto
Stanotte mi sfioravi
in una nuvola di sogno
illuminato dalla luna.

Era un soffio
che mi scaldava il tuo canto,
un piacere assaporare la tua voce
atta a sfamarmi
come pane di promessa del mulino.

Era una forza di marea
a riempirmi il petto
e ad accendere l’ombra
sprigionando faville come grida
dirigenti luce distesa
verso il cammino della primavera
che dovrà arrivare.

@Grazia Denaro@

Momenti di poesia. Trapunta di stelle, di Grazia Denaro

Momenti di poesia. Trapunta di stelle, di Grazia Denaro

1528712_751232091621442_6266044787537394851_n.jpg

Trapunta di stelle

La dolce sera spande la sua luce
il lieve silenzio m’avvolge
e mi trasporta nella sua pace
rondine che al nido il volo volge

Assaporo l’amore che in me aleggia
complice trapunta stellata
che dall’alto del cielo occhieggia
come luce benevola invitata

Amore mio sei sempre presente
dentro il battito del mio cuore
in una perenne gioia fiorente

Non vivo senza il tuo volto
che s’avvicina innamorato al mio
ed io il mio sguardo adorante a te volgo.

Grazia Denaro
Tutti i diritti riservati

Momenti di poesia. I tuoi sguardi silenti ed infiniti, di Grazia Denaro

Momenti di poesia. I tuoi sguardi silenti ed infiniti, di Grazia Denaro

I tuoi sguardi silenti ed infiniti [Dedicata]

In quei momenti tristi ed attoniti
in cui la vita mi bastona
lasciandomi segni pesanti
ardui da sopportare
e difficili da cancellare,
mi sciolgo quando tu mi sei carezza
col tuo amore
sussurrato lievemente
come fa il fiore
che poggia esile sullo stelo
mantenendo il perfetto equilibrio
ché la corolla non reclini il capo
ed allo stesso tempo
emani quel profumo che inebria
come dolcissima poesia:

– elisir di vita, soffio –
ad addolcire l’interiorità
di sensazioni fugaci, emozioni
proprio come fai tu
con i tuoi sguardi silenti ed infiniti.

@Grazia Denaro@

Momenti di poesia. Nell’aria di cieli tersi, di Grazia Denaro

Momenti di poesia. Nell’aria di cieli tersi, di Grazia Denaro

51380770_1981289015282404_4526498885459247104_n

Nell’aria di cieli tersi

Quel silenzio che si riflette
in quelle sere offuscate dalla bruma
rabbuia prematuramente la luce
non profonde né rugiada né canto
alla nostra anima
lontani come siamo dai gioiosi mari
lasciati nei ricordi degli anni
vissuti tra i bruni tigli
che s’affacciavano
sopra i raduni degli imbarcaderi.

Dove viviamo adesso
c’è il sibilo del vento
che dopo il gran bisbiglio d’oro
cade sui monti singhiozzando
in una tonalità che non rincuora.

E quando s’incontra una fonte
che scroscia cantando argentina
risveglia i tempi lieti
di cui si sentono con nostalgia
gli echi di amate voci
volate via
nell’aria di cieli tersi.

@Grazia Denaro@