Enrico Da Rauma, sei anni in solitaria in zone scandinave ed extra, menzionando Groenlandia e Islanda

Enrico Da Rauma, sei anni in solitaria in zone scandinave ed extra, menzionando Groenlandia e Islanda

1 IMG-20190716-WA0015.jpg

Mi ritrovo a distanza di 4 anni a scrivere comunicati stampa, quasi come fossero vere e proprie lettere mandate ai propri affetti.. in un epoca “new retro`” in cui la distanza gioca con suggestioni di guerra e resistenza.

In realta` e per fortuna non sta accadendo nulla di tutto cio` nonostante la situazione italiana, europea e mondiale non sia del tutto rassicurante.

2 IMG20190702004507.jpg

La resilienza , piuttosto, quella e` piuttosto sentita a discapito di un ciclo che vedo evolversi e man mano dirigersi verso il compimento.

Sei anni in solitaria, in diverse scorribande in zone scandinave (ed extra, menzionando Groenlandia e Islanda ) . Avrei da scriverne di lettere simili, in ase ad I ricordi decisamente freschi ed intensi, quali sono stati questi ultimi tempi.

3 IMG-20190714-WA0009.jpeg

Sono stanco , ma ho ben chiaro in mente come terminare quello che qualche anno fa ho deciso di intraprendere come progetto: completare un foglio da misure ingombranti, per agire con il solo intervento delle matite.

Ho sempre amato il disegno, perdermici dentro mondi affascinanti e visionari , citando Huysmans ( nel suo piu` celebre “ A rebour ” ) ho trovato si la mia zona di conforto , che portata all` esasperazione sa ancora darmi dei brividi da intossicazione. Continua a leggere “Enrico Da Rauma, sei anni in solitaria in zone scandinave ed extra, menzionando Groenlandia e Islanda”

UN GIORNO NELLA TORMENTA, di Silvia De Angelis

UN GIORNO NELLA TORMENTA3

Goran, con a seguito la sua famiglia, e altri gruppi comunitari, è in viaggio da giorni, dopo aver lasciato lo stretto di Bering, divenuto ormai impraticabile, per l’ assidua quantità di ghiaccio che ne ha invaso i territori.

I cani, trainano, sullo stremo delle forze, la slitta, che sembra consumarsi lentamente, per la gran mole di tragitto effettuato.

Gun, il mitico animale alla guida degli altri quadrupedi, trascina i compagni, in quel percorso astioso, che sembra non aver mai fine… ma ecco che Goran, finalmente, intravede una pianura della Groenlandia, che potrebbe rappresentare un meritato traguardo e un ambito territorio, per sé e gli altri, su cui stabilirsi per vivere a lungo.

Anche Aina, la compagna di Goran è sfinita da quel viaggio faticoso, e non appena il convoglio si ferma, per la necessaria sosta, sembra cadere in un sonno profondo.

Nei giorni seguenti, gli affiatati componenti del nucleo, hanno un gran da  fare per la costruzione di iglù, rifugi freddissimi che saranno foderati con pellicce di renna e sulla cui base saranno disposti una sorta di sacchi a pelo, fatti di pelliccia d’ orso. Una primitiva lampada, bruciando grasso di balena, produrrà luce e calore, per rendere il soggiorno degli ospiti, del paesaggio artico, meno ostico. Continua a leggere “UN GIORNO NELLA TORMENTA, di Silvia De Angelis”