GRUPPO FS ITALIANE, MALTEMPO LINEA MILANO – DOMODOSSOLA: RIPRESA LA CIRCOLAZIONE FERROVIARIA SU ENTRAMBI I BINARI

GRUPPO FS ITALIANE, MALTEMPO LINEA MILANO – DOMODOSSOLA: RIPRESA LA CIRCOLAZIONE FERROVIARIA SU ENTRAMBI I BINARI

·         alle ore 7.30 di questa mattina

·         traffico attivato ieri alle 20.50 su un solo binario in direzione Milano

·         danni causati alla linea di alimentazione elettrica da una tromba d’aria che ha colpito la zona

·         oltre 20 persone di RFI al lavoro con cinque mezzi d’opera per ripristinare la circolazione; oltre 30 persone di Trenitalia hanno prestato assistenza ai viaggiatori

url.png

Milano, 13 agosto 2019

E’ ripresa alle ore 7.30 di questa mattina anche sul secondo binario la circolazione ferroviaria sulla linea Milano – Domodossola. Alle 20.50 di ieri il traffico era stato attivato su un solo binario in direzione Milano dopo che una tromba d’aria avevacausato la caduta di alberi sulla linea di alimentazione elettrica dei treni provocando ingenti danni in tutta la zona del verbanese. La circolazione ferroviaria era stata interrotta su entrambi i sensi di marcia dalle 12.15.

Oltre venti persone di Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane) e della ditta appaltatrice con cinque mezzi d’opera sono intervenuti per rimuovere gli ostacoli e ripristinare le normali condizioni per il transito dei treni. Oltre trenta persone di Trenitalia (Gruppo FS Italiane) hanno prestato assistenza ai viaggiatori dei treni coinvolti dall’interruzione distribuendo circa 2.700 kit di generi di conforto. Attivato anche il servizio di infopush, inviati oltre 450 sms, oltre 150 e-mail e annunci a bordo dei treni e nelle stazioni per tenere costantemente aggiornate le persone in viaggio. È stato inoltre riconosciuto il rimborso integrale del biglietto per i treni EuroCity 34 (Milano Centrale – Ginevra), EuroCity 52 (Milano Centrale – Francoforte) e EuroCity310 (Venezia Santa Lucia – Zurigo). 

Tutte le informazioni per richiedere il rimborso sul sito web trenitalia.com alla pagina “indennità per ritardo del treno”.

 Per garantire la mobilità durante l’interruzione sono stati attivati 12 bus sostitutivi.

Coinvolti complessivamente circa 40 treni.