Grigi impressi nel sangue e nel cuore, intervista a Tommaso Pastorini, di Federica Ghisolfi

 

di Federica Ghisolfi, Novi Ligure

Questa intervista è uscita anche sul numero di Hurrà Grigi in occasione della partita Alessandria-Lucchese, all’interno della nuova rubrica di cui mi occuperò personalmente, che si intitola “Cuori Grigioneri”, dove intervisterò i tifosi Grigi

1)Tommaso da quando segui i Grigi?

Mi sono avvicinato ai Grigi  di Di Masi, il 24 Marzo  2016, in occasione di Alessandria –Pordenone, gol di Marconi, grazie al coinvolgimento del mio assicuratore  Giampiero della Cattolica Assicurazione.

2)Ti ricordi la tua prima volta in Curva?

La partita suddetta   l’ho vista in Curva Nord, è stato amore a prima vista, per passione, attaccamento,  entusiasmo, non per razionalità, e da lì non mi sono è più allontanato, e sono andato subito dopo alla partita Pavia- Alessandria  del 4 aprile 2016, gol di Morero e Sosa, e anche lì un emozione grande; e a Maggio dello stesso anno, sono stato a vedere  la partita playoff,  Foggia- Alessandria.

3) Cosa significa per te tifare Alessandria?

Significa tifare la squadra della mia città, augurandomi che i successi della squadra, che mi appartiene, portino giovamento, a 360° ad Alessandria città, è anche un motivo di orgoglio e di  interesse, per tutto il movimento cittadino.

4)Qual è la partita che ricordi di più  ? E perché?

Quella del 4 giugno 2017, Alessandria-Lecce, dove abbiamo affrontato una squadra superiore, nonostante tutto siamo riusciti a qualificarci, per le finali playoff, grazie ad una partita tutta orgoglio, e cuore, e mi ha fatto palpitare dalla Curva Nord, tanto di più fino ad arrivare ai calci di rigore.

5) La coreografia che più ti ha emozionato? E perché?

Nonostante non fossi allo stadio, è stata quella, di Milan Alessandria, il 1 Marzo 2016, a San-Siro, ma anche quella interna giocata contro la Cremonese,  del 3 o 4 Ottobre 2016.

6)Come giudichi l’operato del duo Di Masi-Cerri?

L’operato di Di Masi lo giudico eccellente e appassionante, come e anche quello di Cerri, Di Masi ci ha portato alla finale di Tim Cup 2016, nello stesso anno abbiamo raggiunto i playoff, fino alle gara contro il Foggia, squadra tecnicamente superiore . Nel 2017 siamo arrivati primi in campionato, a pari merito con la Cremonese. Nello stesso anno abbiamo giocato i playoff, arrivando alla finale, poi persa contro il Parma.  E quest’anno anche se abbiamo ancora tanto da vivere, abbiamo raggiunto la finale di Coppa Italia, contro la Viterbese. Per tutto questo che mi è stato fatto vivere, non posso che ringraziare il suo operato. Per Cerri, da quando è  subentrato a Sensibile, abbiamo avuto il piacere di vedere arrivare un allenatore come Michele Marcolinj, e come per l’ allenatore e per il direttore parlano i numeri, che fanno più di tante parole: 2.26 di media a partita, che proietterebbero  la squadra ad avere 65 punti, per cui saremmo in testa alla classifica con alcuni punti di vantaggio.

7)Secondo te cosa ha portato di nuovo mister Marcolini, per far viaggiare a vele spiegate la squadra?

Marcolini arrivando a gestire le macerie lasciate da mister Stellini , cui anche per lui parlano parlavano i numeri, 0.85 punti di media a partita. Michele in tempo reale è riuscito a creare i presupposti, per invertire completamente la rotta, da un punto di vista umano, morale, tecnico-tattico, contribuendo anche a recuperare da parte della squadra un rapporto con la tifoseria, che era stato minato dal finale del precedente campionato, e dall’inizio del campionato in corso. Per il recuperato rapporto tra squadra e tifosi, voglio ringraziare da parte mia, oltre all’operato del mister, e della società , anche la qualificata esperienza , di Mario di Cianni, responsabile del rapporto società tifosi.

 

 

 

Alessandria. Intervista a Michelangelo Serra, Consigliere comunale, M5S: Parcheggio Garibaldi, Sicurezza, Migranti, a cura di Pier Carlo Lava

Alessandria. Intervista a Michelangelo Serra, Consigliere comunale, M5S: Parcheggio Garibaldi, Sicurezza, Migranti, a cura di Pier Carlo Lava.

Intervista a Cinzia Lumiera, Assessore Lega Nord: Le Borsaline ieri e oggi, e gli stalli rosa, a cura di Pier Carlo Lava

Alessandria. Intervista a Cinzia Lumiera, Assessore Lega Nord: Le Borsaline ieri e oggi, e gli stalli rosa, a cura di Pier Carlo Lava

Intervista all’Assessore Paolo Borasio, Forza Italia: Ambiente, Rifiuti, Protezione civile, a cura di Pier Carlo Lava

di Pier Carlo Lava
Alessandria, intervista all’Assessore Paolo Borasio, Forza Italia: Ambiente, Servizio Rifiuti, Salute e Protezione civile.

Intervista a Lorenzo Iacovoni, Lega nord, Vice Presidente del Consiglio comunale di Alessandria, a cura di Pier Carlo Lava

di Pier Carlo Lava
Alessandria intervista a Lorenzo Iacovoni, Lega, Consigliere e vice Presidente del Consiglio comunale.

Alessandria. Intervista a Elisabetta Onetti, Consigliere comunale di SiAmo Alessandria, a cura di Pier Carlo Lava

Alessandria. Intervista a Elisabetta Onetti, Consigliere comunale di Siamo Alessandria, a cura di Pier Carlo Lava

Intervista a Lorenzo Iacovoni, Lega Nord, Vice Presidente del Consiglio comunale

di Pier Carlo Lava

Alessandria intervista a Lorenzo Iacovoni, Lega Nord, Consigliere e vice Presidente del Consiglio comunale.

Le domande:

Quali considerazioni sul risultato delle elezioni politiche?

Cosa si prevede di fare relativamente ai fondi della Cittadella?

Ex ospedale militare, quali e a che punto sono i progetti?

Il teatro è chiuso, quali programmi e quale futuro?

La questione sicurezza, vogliamo parlarne?

I migranti sono un problema o un opportunità?

video: https://youtu.be/iZ0DkbubFVI

N I G R I C A N T E

27788403_1571131269661532_945239166247743220_o

blog esperienziale di Michele Nigro

“Intervista a Michele Nigro”, a cura di Anna Maria Di Pietro e @i_libri_salvano

È cominciata con una prima presentazione sull’account Instagram @i_libri_salvano di Sara (Book influencer) e sulla fan page Ebook Italia, la pubblicazione di una lunga intervista al sottoscritto a cura di Anna Maria Di Pietro. Per continuare a seguire la pubblicazione (a puntate!) dell’intervista, vai qui e qui… Stay tuned! Nel frattempo, un “grazie” ad Anna Maria per le interessanti domande su di me e sul mio libro “Nessuno nasce pulito” e a Sara Lettrice per lo spazio sui social da lei curati con passione e professionalità, per la presentazione e progettazione dell’idea-intervista…

https://michelenigro.wordpress.com/2018/02/12/intervista-a-michele-nigro-a-cura-di-anna-maria-di-pietro-e-i_libri_salvano/

 

Paolo Borasio, Assessore all’Ambiente: Un progetto pilota contro il PM10, intervista di Pier Carlo Lava

di Pier Carlo Lava

Alessandria, intervista all’Assessore Paolo Borasio, Forza Italia: Ambiente, Servizio Rifiuti, Salute e Protezione civile. Le domande:

A che punto è la soluzione dei problemi di Amag Ambiente?

Quale soluzione per la questione Aral?

Topi in città, che cosa pensate di fare?

Come intendete affrontare il problema di PM10?

Quali programmi sono previsti per il Servizio di  Protezione civile?

video: https://youtu.be/RW1GsmzBZdk

Incontro con Elisabetta Onetti di SiAMO Alessandria,  di Lia Tommi 

di Lia Tommi , Alessandria 

Incontriamo Elisabetta Onetti,  Consigliere  comunale  di  SiAMO Alessandria.

Le chiediamo  innanzitutto  la sua opinione sull’accorpamento  tra ASL e ASO, dal punto di vista del paziente.  Ci risponde che appare come un disservizio  alla gente,  che penalizza i pazienti e non tasta la realtà  delle esigenze del cittadino.

Tema scottante: fondi per la Cittadella , di cui il Sindaco vorrebbe destinare una parte  per l’ex Ospedale Militare. La Onetti afferma che  il Sindaco non vuole sottovalutare nulla, anche se la priorità  rimane la messa in sicurezza della Cittadella, per poter essere utilizzata  dai cittadini nel tempo libero e per la realizzazione  di  eventi. Ma anche sistemare lo spazio dell’ex Ospedale  Militare, nell’ottica di una eventuale città  universitaria,  è  un’esigenza importante,  anche per la sua posizione centrale,  che potrebbe essere di aiuto allo sviluppo del commercio.

Per quanto riguarda la sua esperienza nella Consulta  Pari Opportunità,  si ritiene soddisfatta  degli eventi organizzati per il Marzo Donna e  in particolare di quelli finalizzati alla raccolta fondi per  i progetti di alcune Associazioni.  Di grande utilità  anche la realizzazione  degli stalli rosa, parcheggi destinati a donne in gravidanza e neo mamme.

Relativamente alle politiche  sociali e alle contestazioni per l’assegnazione degli alloggi di edilizia sociale, pensa  sia naturale  che il  cittadino italiano si aspetti da questa amministrazione  una precedenza,  ma fa appello al buon senso,  alla ricerca  di  soluzioni per andare incontro alle  diverse  categorie in situazione di  necessità. L’immigrazione  andrebbe regolamentata, per non dare la sensazione di una sorta di invasione da parte dei questuanti.

Problema sicurezza: sostiene che  è  stata emanata un’ordinanza contro i parcheggiatori abusivi di Piazzale Berlinguer,  ma i problemi sussistono.  Sono necessarie risorse economiche per installare  le telecamere. È  stato organizzata una forma di ampliamento del personale di Polizia  municipale,  attraverso la formazione di alcuni volontari per un servizio di vigilanza  e  sorveglianza  delle aree più a rischio .

Il nostro  incontro si conclude con la sua frase spontanea: ‘ Io parlo col cuore”,  e lo abbiamo colto in ogni sua risposta. La ringraziamo  per la sua disponibilità.

Intervista a Elisabetta Onetti, Consigliere comunale di Siamo Alessandria, di Pier Carlo Lava

di Pier Carlo Lava

Alessandria, Intervista a Elisabetta Onetti, Consigliere comunale di Siamo Alessandria, che risponde alle seguenti domande:

Accorpamento ASl e Aso, qual’è la tua opinione dal punto di vista del paziente

Politiche sociali, il regolamento di assegnazione degli alloggi di edilizia sociale è stato contestato, ora che succede?

Il piano per la messa insicurezza della Cittadella e la riqualificazione dell’ex Ospedale militare, a che punto sono?

Consulta pari opportunità, quali eventi in programma?

Sicurezza, l’ordinanza non ha funzionato, il piazzale Berlinguer rimane al buio e senza telecamere, a quando gli interventi annunciati?

Immigrazione, un problema o un opportunità?

video:

https://youtu.be/ES2wUk87f50

Giovanni Barosini: “Lotta al disagio e alla povertà” di Federica Ghisolfi

27751743_10214134529389637_3477901481430698813_n

di Federica Ghisolfi, Novi Ligure

Nei giorni scorsi è stato intervistato da Pier Carlo Lava, Giovanni Barosini, che oltre ad essere Assessore ai Lavori Pubblici nel Comune di Alessandria, è candidato per le prossime Elezioni Politiche, per “Noi con l’Italia-UDC”, per il vasto Colleggio Alessandria-Asti-Cuneo, ed ha risposto alle seguenti domande. Barosini ha toccato argomenti, che sono all’ordine del giorno, come il tema del Lavoro, dove ci sono sempre meno giovani che non trovano lavoro, anche perché ci sono sempre più persone che non riescono ad andare in pensione. La povertà, purtroppo ci sono sempre più persone che non riescono ad arrivare a fine mese, perché non hanno una pensione adeguata al tenore di vita. Ed ha risposto alle seguenti domande:

1)Quali sono i primi tre punti del vostro programma?

Innanzitutto siamo una coalizione, in un perimetro ben definito, che è quello di Centro-Destra, il nostro partito si chiama:”Noi con l’Italia-UDC”; è un partito nato per una esigenza di compensare nell’area vasta, di Centro-Destra, con una componente più moderata, in un collegio vasto, che comprende più di 1 milione di abitanti, sono reduce da Asti, dove abbiamo una rappresentanza, e dove la tradizione democratica-cristiana, negli anni ha costituito una parte importante della storia della nostra Repubblica, è sempre storia presente. Ci troviamo difronte ad una campagna elettorale anomala, del cosiddetto “Rosatellum”, nella legge varata in questi ultimi mesi, una cosa anomala per quanto riguarda la legislatura, ha delle componenti che non tutti i cittadini hanno compreso. Quindi è molto faticoso, ma è nostro dovere cercare di fare capire come funziona, così ogni cittadino può esprimere in maniera consapevole, il proprio voto. I tre principali punti sono: io li metto in ordine, in cui la mia sensibilità, più catturata. Il primo punto è:” Lotta alla povertà”, ho davanti a me il programma che abbiamo elaborato come componente di tutta la coalizione, lotta alla povertà perché il disagio, e le nuove povertà sono ancora più crescenti, e il nostro cavallo di battaglia è quello di dare più attenzione alla cosiddetta “Famiglia”, la famiglia che noi riconosciamo in maniera tradizionale. Quindi lotta alla povertà, con aumento delle pensioni,voglio fare un inciso, nelle le pensioni di invalidità, c’è ancora una anomalia, una distorsione, una vessazione, nei confronti di coloro che hanno una percentuale di invalidità pari al 100%, una inibizione della capacità lavorativa, tale che lo Stato li riconosce solo 289 euro al mese per sopravvivere. Continua a leggere “Giovanni Barosini: “Lotta al disagio e alla povertà” di Federica Ghisolfi”

Intervista a William Rosset, attaccante e capitano del Castellazzo, squadra che milita in Serie D di Federica Ghisolfi

di Federica Ghisolfi, Novi Ligure

Rosset:”Bomber e capitano di razza”

1)Descrivimi la tua carriera calcistica

Ho fatto 10 anni, nel settore giovanile della Sampdoria, dai Pulcini alla Primavera, poi sono andato in C1 alla Fermana, poi Cuneo in Serie D, Bellinzona Serie B Svizzera. Poi un po’ di anni nel bresciano, tra Eccellenza e Serie D (Chiari, Darfo Boario, Rodengo Saiano, Suzzara), intervallati da un anno in Piemonte ad Acqui, poi un anno a Carpi. Dopo Carpi, sono tornato in Piemonte, all’Acquanera. E l’anno dopo Castellazzo fino ad adesso, intervallati con sei mesi a Vado, in Liguria.

2)Com’è Rosset fuori dal campo da gioco?

Rosset fuori dal campo da gioco, è un po’ come in campo, un po’ lunatico, mi piace divertirmi, e uscire, avendo avuto la fortuna di fare solo il “calciatore”, fino a pochi anni fa mi ha permesso di divertirmi e conoscere tanta gente. Ora ho aperto un bar qui da me, e diciamo che lavorare è un po’ più dura. Continua a leggere “Intervista a William Rosset, attaccante e capitano del Castellazzo, squadra che milita in Serie D di Federica Ghisolfi”

Intervista a Alberto Merlo, allenatore del Castellazzo calcio – Serie D, di Federica Ghisolfi

76ed9eb0796f29c7bd818731ed43fce6

di Federica Ghisolfi, Novi Ligure

Alberto Merlo:”Mister tutto cuore e grinta”

1) Come mai ha deciso di intraprendere la carriera da allenatore? E da dove ha iniziato?

Perchè sono sempre stato nel calcio, non ho fatto calcio, al livello professionista, massimo Promozione o Prima Categoria. Ho iniziato ad allenare ad Acqui, quando avevo 29 anni, l’anno dopo sono passato ad allenare in Terza Categoria, l’ anno dopo ancora in Prima categoria a  Masio, dove abbiamo ottenuto, il record di punti, poi ad Acqui in Eccelenza.

2) Cosa prova ogni volta che si siede in panchina?

Un brivido, un giorno che non proverò più nessun brivido, mi dedicherò alla famiglia.

3) Cosa vuole dire per lei allenare?

Trasmettere tutto quello che credo, trasmettere i mei valori a giovani, sono stato un giocatore modesto, ed essere arrivato a conseguire il patentino, per me è stato un onore. Continua a leggere “Intervista a Alberto Merlo, allenatore del Castellazzo calcio – Serie D, di Federica Ghisolfi”

M5S. Intervista a Francesco Gentiluomo, Consigliere comunale

Francesco Gentiluomo copia

di Pier Carlo Lava
Alessandria, intervista Francesco Gentiluomo, Consigliere comunale del M5S, nel video la risposta alle nostre domande, in merito a diversi problemi di stretta attualità.
video:
https://youtu.be/cEwfK7RGnzU