Bruno Pennasso, attore. Emozioni dietro le quinte. Intervista a cura di Marcello Comitini

Emozioni dietro le quinte. Intervista all’attore Bruno Pennasso a cura di Marcello Comitini

Alessandria today, dopo aver pubblicato la biografia dell’attore Bruno Pennasso che trovate a questo link:
https://alessandria.today/2018/08/25/bruno-pennasso-attore-si-presenta-ai-lettori-di-alessandria-today/

da Nel nome del padre 1 rit
Bruno Pennasso in “Nel nome del padre” di Luigi Lunari

è lieta di pubblicare l’intervista  gentilmente rilasciataci dall’amico Bruno.
Ma prima vorrei sottolineare quanto siano interessanti le sue risposte:
hanno il potere condurci oltre insospettate quinte.
Non quelle fisiche che vediamo nei palcoscenici del teatro, ma quelle che
celano l’uomo a
gli spettatori. 

Ciao Bruno! Innanzitutto, grazie di essere qui con noi!  Potresti presentarti brevemente? Raccontaci chi sei, cosa fai nella tua vita, quali sono le tue passioni.

Buongiorno! Grazie a te per avermi proposto questa intervista. Sono un po’ emozionato perché è una delle rarissime interviste che mi viene richiesta!
Chi sono… a volte mi sembra di essere don Chisciotte che combatte contro i mulini a vento!!! Nel senso che ho sempre creduto nell’Arte, quella vera, quella che costa fatica, quella che ha bisogno di studio e dedizione per essere espressa ma anche passione, amore e voglia di darsi al 100 %! E invece vedo intorno a me tanti cloni, tanti burattini che scimmiottano!

In che misura il tuo rapporto con la tua città ha influito o meno sulla tua formazione?

Quando ho iniziato a pensare di voler fare l’attore di professione (che brutta parola!) mi sono guardato intorno e ho scovato una piccola scuola di recitazione (era il 1969… una vita fa!), volevo iniziare dall’abc quindi dizione e primi rudimenti. Dopo i primi due anni fortunatamente uno dei docenti prese sotto la sua ala alcuni tra noi allievi –e la cosa mi inorgoglì non poco- per continuare il lavoro più seriamente. Da lì iniziai a pensare che era la mia strada e infatti frequentai la Scuola dello Stabile, poi sostenni i primi provini e, in seguito con l’incontro con Beppe Navello arrivò la prima Compagnia (Cooperativa Teatro Proposta). Quindi devo molto alla mia città che mi ha offerto quasi su un piatto d’argento quanto cercavo. Continua a leggere “Bruno Pennasso, attore. Emozioni dietro le quinte. Intervista a cura di Marcello Comitini”

Marco Cazzella, scrittore di emozioni. Intervista a cura di Marcello Comitini

Intervista a Marco Cazzella, scrittore di emozioni.

Alessandria today, dopo aver pubblicato la biografia dello scrittore Marco Cazzella che trovate a questo link:
https://alessandria.today/2018/10/29/marco-cazzella-scrittore-si-presenta-ai-lettori-di-alessandria-today/

Marco cazzella bis
Marco Cazzella

ha il piacere di offrire ai suoi lettori la possibilità di approfondirne la conoscenza pubblicandone l’intervista.

Marco, ti porgo il mio benvenuto !
Sono felice d’avere l’occasione di intervistarti e in particolare di presentarti ai lettori di Alessandria today. Loro e io avremo così la possibilità di conoscerti meglio e di conoscere meglio la tua attività letteraria.
Aiutaci a conoscere il tuo mondo iniziando a parlarci della tua “amata Lecce” (come la definisci tu) e del rapporto culturale e sentimentale che intercorre tra te e lei.

Il rapporto che c’è tra me e la mia amata terra è molto sentimentale e nasce dall’infanzia dato che per una decina di anni ci sono cresciuto ed ho potuta ammirarla in tutto il suo splendore con i suoi archi, le sue chiese, le piazze ecc. Un luogo principalmente storico e culturale, ma anche di intrattenimento con la sua villa, pineta e svariati giardini. E dulcis in fundo le tantissime spiagge mete per i turisti dato che la mia città è nota per il Sole, il mare e il vento!

Scrivi poesie o racconti?

Io scrivo per lo più racconti di svariati generi che spaziano dall’epic fantasy, dalla fantascienza robotica e dall’young adult erotico.

Ho notato che nella tua biografia non parli di tuoi lavori pubblicati. È una tua volontaria omissione o tieni tutto gelosamente custodito nei tuoi cassetti?

Ho omesso nella biografia i miei lavori pubblicati che sono due perché volevo che in essa si parlasse di me in quanto persona, ma non sono assolutamente geloso delle mie opere anzi è mia intenzione mostrarle al mondo.

Hai iniziato a scrivere da giovanissimo? Com’è nata l’esigenza di scrivere?

Ho iniziato a scrivere fin dal primo momento in cui me l’hanno insegnato perché la mia mente istintivamente ha sempre creato storie dato che ho da sempre dovuto immaginare come fossero fatte le cose che non potevo vedere. Per questo, non potendole tenere tutte in testa per non implodere le ho riversate da prima su carta quando vedevo meglio e poi nel computer quando non riuscii più a vedere quello che mettevo per iscritto e naturalmente dopo aver imparato ad usare pc e sintetizzatore di voce. Continua a leggere “Marco Cazzella, scrittore di emozioni. Intervista a cura di Marcello Comitini”

Intervista a Elisabetta Mattioli, scrittrice. Eros e fantasia, a cura di Marcello Comitini

Intervista alla scrittrice Elisabetta Mattioli a cura di Marcello Comitini

Alessandria today, dopo aver pubblicato la biografia della scrittrice Elisabetta Mattioli che trovate a questo link
https://alessandria.today/2018/09/29/la-scrittrice-elisabetta-matttioli-si-presenta-ai-lettori-di-alessandria-today/ 

Elisabetta
Elisabetta Mattioli

ha il piacere di offrire ai suoi lettori la possibilità di approfondirne la conoscenza pubblicandone l’intervista.

Benvenuta,Elisabetta!
Sono felice d’avere l’occasione di intervistarti e in particolare di presentarti ai lettori di Alessandria today. Loro e io avremo così la possibilità di conoscerti meglio e di conoscere meglio la tua variegata attività letteraria.
Ci vuoi raccontare chi sei, dove sei nata, cosa fai nella vita oltre a scrivere?

Buongiorno a tutti, il nome della mia città natale, non è importante, non sono legata alle mie origini, ho viaggiato in lungo e in largo, per tutta la vita, ormai ho raggiunto la conclusione che il termine “casa” è relativo, sono una cittadina del mondo. Posso farti una piccola confessione : Dove vedo il mare sono felice e mi sento a casa.
Cosa faccio nella mia vita? Della serie… Vissi, d’arte, d’amore, di passione e viaggi!
E mare : amico, compagno ed amante.

Qual è il tuo rapporto con la città dove vivi?

Nessuno in particolare, è una città importante dal punto di vista storico, culturale e la sua università è la più antica del mondo. (così mi hanno raccontato).

Ho notato che la tua prima pubblicazione è avvenuta nel 2013 . Hai iniziato a scrivere da giovanissima? E com’è nata l’esigenza di scrivere e in particolare di scrivere poesie? C’è forse stato un episodio che ti ha spinto a scrivere?

Ho iniziato a scrivere quando ero piccola, avevo sette anni, partecipai ad un concorso promosso dalla scuola elementare che frequentavo, era un racconto abbinato ad un disegno e vinsi il primo premio. Andai a ritirare la medaglia in un Hotel della mia città (un albergo ancora esistente). A quel tempo ero assieme a mia nonna materna, è uno dei pochi ricordi luminosi che ho di lei.
Per me scrivere, è passione, delizia e tormento, l’arte vive in me e io vivo in lei, fino a quando sentirò le parole e l’emozione, incidermi ogni meandro della pelle, so che non smetterò. Sono nata così, non ho memoria di un motivo particolare, però la sorella di mia nonna, una volta mi confessò che conservava ancora la mia prima poesia, si intitolava “Una rosa”, all’epoca avevo sette anni, mentre l’anno successivo scrissi un racconto, parlava di una bambina che perdeva suo padre, (moriva a causa di una malattia). L’insegnante mi “spedì” dallo psicologo, ed io ero abbastanza indispettita, non capendone la ragione. Quando mi chiese per quale motivo, avevo trattato un tema così spinoso, risposi semplicemente, che la morte faceva parte della vita e dovevamo accettarla. Continua a leggere “Intervista a Elisabetta Mattioli, scrittrice. Eros e fantasia, a cura di Marcello Comitini”

Intervista alla scrittrice Giulia Bocchio. L’arte deve essere libera dalle strategie

Intervista alla scrittrice Giulia Bocchio

Alessandria today, dopo la sua biografia che trovate a questo link: https://alessandria.today/2018/10/05/giulia-bocchio-scrittrice-si-presenta-ai-lettori-di-alessandria-today-2/, è lieta di pubblicare anche un intervista alla scrittrice alessandrina Giulia Bocchio.

Giulia è nata nel 1991 a Tortona, esplicita la propria febbre creativa nel 2013 pubblicando la silloge Harmattan Poetico (Lorenzo Ed.) che il celebre poeta e critico torinese Armando Santinato definirà sulla rivista Vernice “ (…) Una comparsa del tutto nuova nel firmamento della poesia italiana e non solo. Una silloge che cattura e coinvolge, al di là d’ogni steccato convenzionale, per originalità dell’ispirazione e la provocazione simbolica del messaggio ”.

Giulia Bocchio foto copia

Qual è il valore che tu dai all’arte?

L’arte? Quasi una religione per me, di sicuro un credo. Ha un valore fondativo e diverse forme espressive ma è il compromesso per l’eterno. Gli artisti sono mortali, l’arte no, un’opera trascende il tempo, addirittura il presente e si dona a più epoche, attraversandole tutte se è autentica, se è libera. L’impulso creativo, che ha nell’immaginazione il suo abisso e il suo apice, non è che il tentativo tutto umano di lasciare un messaggio, una traccia perenne di sé, un disperato restare. Rispetto alla storia del mondo la nostra esistenza non è che un frammento infinitesimale di tempo, ma trasformare un vissuto, una sensibilità, un’idea in un’opera d’arte ti permette di esistere oltre il tuo stesso vissuto. Dai segni sulla pietra, agli affreschi, dalla musica ai romanzi l’arte è un universo che si alimenta di occhi: io stessa mi dico che le mie poesie, i miei libri sopravviveranno a me e questo è salvifico. Continua a leggere “Intervista alla scrittrice Giulia Bocchio. L’arte deve essere libera dalle strategie”

Francesco Coppero, modellismo navale e intarsio del legno, le passioni di grande un artista alessandrino

Francesco Coppero, modellismo navale e intarsio del legno, le passioni di grande un artista alessandrino

1 DSC_00043 DSC_00062 DSC_0002

di Pier Carlo Lava

Alessandria, incontrare un artista, vedere le sue creazioni e visitare il suo laboratorio è sempre una grande emozione, come quella che abbiamo provato quando siamo andati a trovare l’alessandrino Francesco Coppero.

Coppero da quarant’anni, oltre a quella dei cani, coltiva le sue due grandi passioni il modellismo navale e l’intarsio del legno, con il quale realizza le sue opere nel laboratorio di via Rosselli ad Alessandria.

Una passione quella di Coppero nata quando ancora ragazzino, realizzava piccoli velieri con gusci di noci e stuzzicadenti.

Nel 1968 passa al modellismo navale realizzando esemplari in legno d’epoca, fra i quali un Galeone spagnolo con il quale venne premiato a Helsinki e la nave Couronne della marina francese (all’epoca costruita con il legname della Borgogna) tutti realizzati con un legno di noce stagionato 30 anni.

 

 

Negli anni successivi subentra in lui una nuova passione quella dell’intarsio del legno inizia così ha realizzare quadri artistici con vari soggetti, in particolare animali e uccelli di ogni tipo tutti rigorosamente esistenti in natura.

Il procedimento del lavoro di intarsio avviene attraverso le seguenti fasi: l’idea, il disegno su carta (è anche un abile disegnatore) la costruzione delle singole parti, l’assemblaggio su un pannello di abete, la verniciatura e la laccatura, che produce un effetto incredibile quasi come fossero di marmo lucido e brillante. Continua a leggere “Francesco Coppero, modellismo navale e intarsio del legno, le passioni di grande un artista alessandrino”

Né col PD né con la sinistra antagonista. Noi fedeli al vero progetto di LeU. Intervista a Roberto Speranza

Né col PD né con la sinistra antagonista. Noi fedeli al vero progetto di LeU. Intervista a Roberto Speranza


Care e cari, vi inviamo il testo dell’intervista che il nostro coordinatore nazionale Roberto Speranza ha rilasciato oggi ad Alessandro De Angelis, vicedirettore di HuffingtonPost

 

Roberto Speranza

Speranza, che fine avete fatto? Anche voi sembrate afoni, ancora sotto shock, incapaci di indicare una prospettiva. Vi state anche lacerando al vostro interno.

Le parlo con franchezza: sono rammaricato e incazzato, scriva proprio così.

Incazzato?

Parliamoci chiaro: Leu è oggettivamente paralizzata sul piano politico e organizzativo e divisa sulla prospettiva strategica. Questo status quo non è più sostenibile e i nodi che ci sono vanno definitivamente sciolti.

Vanno sciolti i nodi o vi state sciogliendo voi?

Siamo in un ritardo clamoroso rispetto alla costruzione di una prospettiva. È innegabile che ci siano problemi e differenze tra noi. Io dico questo: avevamo accettato il troppo lento percorso a due fasi approvato dall’assemblea del 26 maggio per spirito unitario. Ora però è il momento di una svolta e serve una operazione verità su come stanno le cose. Continua a leggere “Né col PD né con la sinistra antagonista. Noi fedeli al vero progetto di LeU. Intervista a Roberto Speranza”

Intervista al poeta e scrittore Vincenzo Pollinzi, a cura di Pier Carlo Lava

Intervista al poeta e scrittore Vincenzo Pollinzi, a cura di Pier Carlo Lava

Alessandria today è lieta di pubblicare un intervista in esclusiva per il blog, al poeta e scrittore Vincenzo Pollinzi, che risponde alle nostre domande.

44290391_158519161765501_109702866423250944_n

Vincenzo Pollinzi copiaVincenzo ciao e benvenuto su Alessandria today è veramente un piacere farti un intervista, ci vuoi parlare della tua storia, dove sei nato, chi sei, cosa fai nella vita oltre a scrivere e qualcosa della città dove vivi?

Buongiorno a voi, con vero piacere. Sono nato a Roccabernarda, un paesino dell`entroterra Crotonese, da dove ancora molto giovane ho seguito la mia Famiglia in Germania, essendo mio Padre ivi emigrato dagli inizi degli anni 60. Vivo e abito in Hannover nella Bassa Sassonia, una città bellissima, molto verde, Metropoli con il suo fascino da provinciale e molto aperta con le tematiche che porta l`Emigrazione. Esserci arrivato molto giovane mi ha permesso di imparare un mestiere, il Saldatore e la saldatura industriale, dedicandomi intensamente anche a imparare una lingua diversa dall`Italiano perché solo così pensavo di accelerare in modo naturale e ovvio una necessaria Integrazione. Adesso sono pensionato e mi posso dedicare quasi completamente alla mia Passione di sempre che è la Poesia.

Hai scritto e pubblicato due antologie c’e ne vuoi parlare?

Sono presente, sotto la regia di Antologica Atelier, in due Antologie a Tema dal Titolo di copertina Opus Incertum e Excelsior dove ho avuto modo e piacere di esservi presente con 20 mie poesie.

La scorsa settimana è comparsa la mia prima Silloge dal titolo Blues, che rispecchia il mio modo di vedere la vita e certe sue sfumature che sembra abbiamo dimenticato in molti.

44253993_1015686791973351_3909062964035977216_n44148887_539540383140089_1806473273446236160_n

Oltre alle poesie scrivi anche reportage storici, culturali e politici, c’e ne vuoi parlare?

Una cosa che trovo molto interessante è collaborare su Alessandria Today con una persona che stimo molto, Pier Carlo Lava, con cui ho avviato da poco una collaborazione scrivendo di volta in volta articoli dalla Germania. Finora un reportage su Hannover, uno su I Grandi Giardini di Herrenhausen e in ultimo un reportage sul risultato del recente voto in Baviera. Trovo che sia una cosa molto interessante e sotto certi aspetti anche gratificante. Continua a leggere “Intervista al poeta e scrittore Vincenzo Pollinzi, a cura di Pier Carlo Lava”

Intervista alla poetessa Anna Nardelli, di Pier Carlo Lava

Intervista alla poetessa Anna Nardelli, di Pier Carlo Lava

Alessandria today è lieta di pubblicare un intervista in esclusiva per il blog, alla poetessa Anna Nardelli che risponde alle nostre domande.

Anna Nardelli copia

Anna ciao e benvenuta su Alessandria today è veramente un piacere farti un intervista, ci vuoi raccontare dove sei nata, chi sei, cosa fai nella vita oltre a scrivere e qualcosa della città dove vivi?

Buongiorno, onorata di questo vostro interesse, e il piacere è tutto mio. Sono nata nel Salento a Francavilla Fontana provincia di Brindisi, ma i miei si sono trasferiti a Firenze quando avevo 4 anni. E’ molto difficile parlare di sé in quanto non amo dire troppo di chi sono, mi ritengo comunque una sognatrice e una persona che potrebbe fare molto, ma che la vita non ha regalato opportunità nel momento giusto, sembra incredibile, ma è così, arrivava sempre nel momento sbagliato. Nella vita non basta essere bravi, si deve avere anche una certa dose di fortuna e una certa dose del famoso momento giusto. Nella vita oltre a scrivere sto studiando, faccio l’università, la facoltà di lettere, amo infinitamente gli studi umanistici. Sono fortunata perché ho la sede nel centro di Firenze, dove respiro sempre una certa aria piena di cultura e arte. Ogni angolo parla da solo per quanto è piena di storia e di stupende opere che dilettano sempre il cuore, nonostante la conosco a memoria ne rimango sempre rapita e mi commuovo
Continua a leggere “Intervista alla poetessa Anna Nardelli, di Pier Carlo Lava”

Intervista allo scrittore e poeta Enrico Toso, a cura di Pier Carlo Lava

Intervista allo scrittore e poeta Enrico Toso, a cura di Pier Carlo Lava

Alessandria today è lieta di pubblicare per i lettori un intervista allo scrittore e poeta Enrico Toso, queste le sue risposte alle nostre domande.

Enrico Toso

Enrico ciao e benvenuto su Alessandria today è veramente un piacere farti un intervista, ci vuoi raccontare dove sei nato, chi sei, cosa fai nella vita oltre a scrivere e qualcosa della città dove vivi?

Sono nato a Padova nel 1950. In questa città ho vissuto fino alla laurea in ingegneria chimica. Ho sempre amato la chimica. Fin da piccolo mi attirava quello che stava dentro agli oggetti e mi prendeva la necessità di guardare cosa ci fosse oltre il contenitore, cercando, nello scomporre, ciò che lo componeva.

Non solo, venivo attratto da tutto quello che si trasformava da una cosa a un’altra, come per magia, e magia non era. Del mistero, volevo la conoscenza, imparando a maneggiarla.

Da bimbo pensavo alla pietra filosofale, crescendo l’ho messa da parte, ma esiste ancora in un angolo nascosto dentro di me. Ho sempre volato tra fantasia, immaginazione e realtà. Costringendo ora l’una sull’altra, alle volte separandole l’una dall’altra, mai contrapponendole fino a eliminarne una, consapevole, anche nel non saperlo, della loro preziosa specificità. Continua a leggere “Intervista allo scrittore e poeta Enrico Toso, a cura di Pier Carlo Lava”

Intervista alla poetessa Mariangela Ottonello, a cura di Pier Carlo Lava

Intervista alla poetessa Mariangela Ottonello, a cura di Pier Carlo Lava

Alessandria today è lieta di pubblicare per i lettori un intervista alla poetessa Mariangela Ottonello che risponde alle nostre seguenti domande:

Mariangela Ottonello

Mariangela ciao e benvenuta su Alessandria today è veramente un piacere farti un intervista, ci vuoi raccontare dove sei nata, chi sei, cosa fai nella vita oltre a scrivere e qualcosa della città dove vivi?

Sono nata a Campo Ligure (GE) il 10/05/1961. Nel 1983 mi sono sposata e vivo a Masone (GE), un grazioso paese immerso nel verde, a 403 m di altitudine.

Mi sono diplomata nel 1979 all’Istituto Magistrale S. Caterina di Ovada (AL). Ho praticato pochissimo l’insegnamento, solo due anni di doposcuola. Mi sono dedicata  alla famiglia ed ho collaborato con mio marito nel bar pasticceria gelateria di cui è proprietario e che gestisce insieme ai due fratelli. Ho quattro figlie e tre nipotine.

La zona in cui vivo è il centro storico di Masone, il Paese Vecchio, situato su una collina dalla quale si gode una magnifica vista sull’abitato che si estende nella valle sottostante. In Piazza Castello ha sede il Museo Civico Andrea Tubino, che raccoglie oggetti antichi e attrezzature che venivano utilizzate per la lavorazione del ferro. Nel periodo natalizio si può visitare in questi locali il bellissimo presepe meccanizzato.

Ogni anno vengono esposte raccolte fotografiche di grandi autori. Nel sottotetto è stata ricavata una sala dove si è svolta, tra le altre manifestazioni, anche la presentazione del mio libro di poesie. Nell’adiacente Giardino dei Monaci si organizzano durante la stagione estiva spettacoli musicali, cabarettistici e rinfreschi per matrimoni. Continua a leggere “Intervista alla poetessa Mariangela Ottonello, a cura di Pier Carlo Lava”

Intervista alla poetessa Maria Cannatella: il mio sogno più grande è diventare una brava scrittrice

Intervista alla poetessa Maria Cannatella: il mio sogno più grande è diventare una brava scrittrice

di Pier Carlo Lava

Maria Cannatella è una scrittrice autodidatta, l’abbiamo scoperta tempo fa per caso, come sovente succede, su Facebook, così tramite la nostra pagina social ha iniziato a inviarci poesie e filastrocche che abbiamo pubblicato prima sul blog Alessandria post e ora su Alessandria today, dove hanno sempre registrato un buon riscontro, per conoscerla meglio l’abbiamo intervistata, queste le sue risposte alle nostre domande.

Maria Cannatella

Ciao Maria e benvenuta nel blog, ci racconti chi sei, di cosa ti occupi e qualcosa della città dove vivi?

Sono Maria Cannatella, ho 50 anni. Vivo ad Albano Sant’ alessandro (BG).

Sono nata a Palermo, una città meravigliosa, poi nel 95 prima mi ero trasferita a Norimberga (Germania), ma ho capito che non ci stavo bene, perchè il maggiore problema l’ho riscontrato con la lingua, non è facile inserirsi in un posto se nessuno ti capisce quando parli, ma anche io mi sentivo completamente fuori posto, ed allora nel 98 ci siamo trasferiti prima a Grumello del monte, poi dove mi trovo adesso cioè Albano.

Ma invece di un futuro migliore, ho trovato solo problemi che stavano aspettando me. Tutto andava bene finchè non iniziò la crisi, che nella mia vita e nella mia famiglia ha avuto una un ruolo importante, perdere il lavoro è stato molto brutto, così senza volerlo mi sono scontrata con vari problemi ed enti incompetenti.

Il paese dove vivo una volta mi piaceva, lo vivevo bene, ma dal 2015 ho visto  e subìto tante brutte cose che mi hanno ferito molto, adesso non mi piace più per nulla, la gente troppo indifferente, chiacchierona ed a volte maleducata, dal primo all’ultimo cittadino, forse solo una ventina di persone mi salutano, per tutti gli altri sono invisibile.

Lavoro in una cooperativa di pulizie, sono la signora che la mattina alle cinque va a pulire le palestre del paese, un lavoro misero di due ore al giorno, quando prendi quei due soldi di stipendio, non sai cosa fare prima, ed io non so fare i miracoli. Continua a leggere “Intervista alla poetessa Maria Cannatella: il mio sogno più grande è diventare una brava scrittrice”

Intervista alla scrittrice Marcella Nardi, la signora in giallo, di Pier Carlo Lava

Intervista alla scrittrice Marcella Nardi, la signora in giallo, di Pier Carlo Lava

Alessandria today è lieta di pubblicare un interessante intervista in esclusiva per il blog, alla signora in giallo, la scrittrice di gialli e thriller Marcella Nardi.

Marcella ciao e benvenuta su Alessandria Today è veramente un piacere ospitarti, ci vuoi raccontare dove sei nata, chi sei, cosa fai nella vita oltre a scrivere e qualcosa della città dove vivi?

Ciao Pier Carlo e un saluto a chi ci legge su Alessandria Today. Sebbene viva da 10 anni in USA, vicino Seattle, sono italiana. Sono nata a Castelfranco Veneto (TV), ho vissuto in tante città italiane sia per il lavoro di mio padre, prima, sia per il mio dopo. Negli ultimi 20 anni in Italia ho abitato in Brianza, alle porte di Milano.

Sono laureata in Informatica e ho lavorato per 22 anni a Segrate (Milano) in questo settore. 

Ho tante passioni, alcune fin da bambina, altre maturate negli anni. Vorrei permettermi di segnalare il mio sito web ufficiale: www.marcellanardi.com. C’è tutto su di me e sui miei hobby: fotografia, viaggi, art & craft, realizzazione in scala ridotta di castelli e villaggi medievali (ho vinto due prestigiosi premi qui in USA).

Da dieci anni vivo alle porte di Seattle. Seattle è una bellissima città a misura d’uomo. Il clima è stupendo, salvo che l’estate dura poco. Solo due/tre mesi e prima e dopo ci sono piogge. I paesaggi di tutto questo Stato sono favolosi. Il turismo infatti sta aumentando. Seattle è il secondo mercato mondiale per l’esportazione del fresco, soprattutto di prodotti ittici.    Continua a leggere “Intervista alla scrittrice Marcella Nardi, la signora in giallo, di Pier Carlo Lava”

Alessandria today, partenza sprint con numeri da record, grazie a tutti

Alessandria today, partenza sprint con numeri da record, grazie a tutti

Alessandria today nasce a fine novembre 2017, se poco più di nove mesi fa ci avessero detto che avremmo raggiunto questi risultati molto probabilmente non ci avremmo creduto, invece sono stati realizzati.

tumblr_penkmc6yRy1qceq4wo1_540 copia

L’impegno profuso da tutti i componenti della redazione, che ovviamente continua è stato grande e questo nel nostro piccolo, non ci dimentichiamo che siamo solo un blog e non un giornale online, ci ha consentito di raggiungere i seguenti risultati:

200.000 visite, 60.000 mi piace, oltre 3.500 follower delle varie pagine social collegate: facebook, twitter, google+, tumbir, pinterest e il canale YouTube, 420 blogger follower e non iscritti al blog, 1.200 commenti, con 22.000 post pubblicati.

I blog è suddiviso in sei sezioni: Cronaca, Cultura – poesie – eventi, Scrittori, Ambiente, Associazioni e Politica. Continua a leggere “Alessandria today, partenza sprint con numeri da record, grazie a tutti”

Intervista alla poetessa Alisa Milani, di Pier Carlo Lava

Intervista alla poetessa Alisa Milani, di Pier Carlo Lava

Alessandria today è lieta di pubblicare in esclusiva per il blog, un intervista alla poetessa Alisa Milani. Alisa afferma che Un poeta è colui che riesce ad esternare le proprie emozioni regalando se stesso e arrivando all’animo di chi legge.

Alisa Milani copia

Alisa ciao e benvenuta su Alessandria today è veramente un piacere farti un intervista, ci vuoi raccontare dove sei nata, chi sei, cosa fai nella vita oltre a scrivere e qualcosa della città dove vivi?

Il mio nome è Annalisa e sono nata a Sassari, una città della Sardegna che amo come amo la mia isola. Sono mamma di due ragazze e di un ragazzo; sono anche diventata nonna giovanissima e la mia famiglia è al primo posto nella mia vita.

Ho lavorato per tanti anni in un’ente pubblico ed ho amato il mio lavoro. Ancora oggi collaboro con l’ente da me rappresentato nella vita lavorativa.

Nel tempo che mi rimane faccio volontariato nel carcere di Sassari e il confronto con chi, per qualsiasi motivo, ha perso la libertà, mi arricchisce continuamente.

Quando hai iniziato a scrivere e cosa ti ha spinto a farlo?

Ricordo i miei primi scritti da ragazzina e oltre la lettura era il mio modo di evadere spontaneamente dalla routine giornaliera della mia città.

Amo scrivere in qualsiasi momento mi arrivino dei versi; in macchina, costringendomi a soste impreviste, prima di dormire e in tutti gli spazi liberi, anche nell’attesa di colloqui con i ragazzi della casa circondariale.

Non amo costruire i miei versi che vengono scritti in pochi minuti. Un poeta (io non mi definisco tale!) è colui che riesce ad esternare le proprie emozioni regalando se stesso e arrivando all’animo di chi legge. Continua a leggere “Intervista alla poetessa Alisa Milani, di Pier Carlo Lava”

Intervista al poeta e scrittore Vito Sorrenti, a cura di Pier Carlo Lava

Intervista al poeta e scrittore Vito Sorrenti, a cura di Pier Carlo Lava

Vito ciao e benvenuto su Alessandria today è veramente un piacere ospitarti, ci vuoi raccontare chi sei, cosa fai nella vita oltre a scrivere e qualcosa della città dove vivi?

Grazie a Voi per l’ospitalità. Chi sono? Per definire chi sono prendo in prestito le parole, assai calzanti, che il Centro d’Arte Coreografica “Aglaia” Premio “Nicola Mirto” 2009, ha utilizzato per attribuirmi il Premio Cultura “Adriano Angelo Gennai” “per alti meriti poetici”:  “Uomo di grande rettitudine morale, signorile nei modi, colto e sensibile…”.  Per oltre 40 anni ho svolto la professione di Tecnico Sanitario di Radiologia Medica dapprima presso Il Centro Traumatologico Ortopedico di Milano e successivamente presso l’INAIL. Ora, da pensionato, mi dedico ai miei affetti e alle mie passioni, in primis alla poesia, e, in pari tempo, assisto, dolente e impotente, ai tragici eventi che si dipanano, giorno dopo giorno, sotto i nostri occhi. Dal 1978 vivo a Sesto San Giovanni, una città ricca di storia, che al momento del mio arrivo era disseminata di grandi fabbriche che ne facevano uno dei maggiori poli industriali non solo della Lombardia ma dell’intero Paese. Nel corso degli anni ho avuto modo di assistere ai suoi profondi cambiamenti che l’hanno trasformata da città industriale a città del terziario avanzato.

Quando hai iniziato a scrivere e cosa ti ha spinto a farlo?

Le prime poesie l’ho scritte all’inizio dell’età adolescenziale per un amore segreto che è rimasto tale. Subito dopo, quando ancora non avevo compiuto i 16 anni, sono andato via da casa per lavorare. E il lavoro di giorno e la scuola di sera, mi hanno assorbito completamente. Successivamente il matrimonio e la nascita dei figli… Insomma per un lungo periodo non ho scritto niente ma ho utilizzato il mio poco tempo libero per leggere tutto quello che mi destava interesse e piacere e appuntare sui miei diari le riflessioni che le letture mi destavano. Solo intorno ai 35 anni, in seguito a un evento che mi ha tenuto lontano dal lavoro per alcuni mesi, si è riaffacciata l’ispirazione insieme al desiderio di registrare il mio sentire. Continua a leggere “Intervista al poeta e scrittore Vito Sorrenti, a cura di Pier Carlo Lava”