La ragazza del Kyushu, di Matsumoto Seicho

La ragazza del Kyushu, di Matsumoto Seicho

https://www.lafeltrinelli.it

La ragazza.jpg

Descrizione

In un mattino di primavera una giovane donna entra nello studio di un illustre penalista di Tokyo. È Kiriko. Ha appena vent’anni, il volto pallido dai tratti vagamente infantili, ma qualcosa di inflessibile nello sguardo, “come fosse stata forgiata nell’acciaio”. Non ha un soldo e ha attraversato il Giappone dal lontano Kyushu per arrivare fin lì, a implorare il suo aiuto. Il fratello, accusato di omicidio, è appena stato arrestato, e Kiriko è la sola a crederlo innocente.

L’avvocato rifiuta il caso: non ha tempo da perdere, tanto più per una difesa che dovrebbe assumersi senza essere retribuito. Kiriko si scusa con un piccolo inchino, esce dallo studio e così come è arrivata scompare. Il fratello verrà condannato e morirà in carcere qualche mese dopo, poco prima che l’esecuzione abbia luogo.

Sono solo gli antefatti da cui prende il via questo noir di Matsumoto. Dove un “caso-fantasma”, ripercorso nei minimi dettagli, lascia spazio a una vendetta esemplare che si fa strada da lontano, andando a segno quasi per caso. E mentre ogni colpa – consapevole o inconsapevole – viene pesata accuratamente, come su una bilancia cosmica, una tensione sotterranea, un “rumore di nebbia” accompagnano questa storia da cima a fondo. Finché lei, Kiriko, “la ragazza del Kyushu”, non otterrà ciò che le spetta.

La voce del violino, di Andrea Camilleri

La voce del violino, di Andrea Camilleri

https://www.lafeltrinelli.it

la voce

Descrizione

La voce del violino è la storia di una giovane donna assassinata, di un grande artista che vive da eremita e d’altro ancora. Soprattutto, è una storia di scambi: e Montalbano – delle cui vicende private rimaste in sospeso ne Il ladro di merendine seguiamo lo svolgersi – dovrà decidere se scambiare la propria esistenza per una nuova.

Vado, ma poi torno, di Davide Barigelli

Vado, ma poi torno, di Davide Barigelli

https://www.lafeltrinelli.it

Vado.jpg

Descrizione

Solamente se sei disposto a guardarti dentro, nel tuo profondo, potrai capire davvero chi sei e quale cammino intraprendere nella vita.

Non conta quanto tempo ci impiegherai, se sbaglierai, se dovrai “correggere il tiro”, se dovrai fermarti e ripartire, se dovrai cambiare strada, se i tuoi piani saranno sconvolti, sparigliati, scombinati, ma importa se sarai capace di ascoltare la carezza del vento, di farti toccare dal calore del sole, di scrutare l’irruenza del mare, di annusare la grazia della pioggia, di gustare la forza della vita.

Conta se, alla fine, sarai capace di osservarti allo specchio e riconoscerti realmente. Nick è lì e si guarda; ripercorre il suo passato, costruisce il suo presente e pensa al suo futuro; per fortuna non è solo, non lo è mai stato, e questa, insieme ai suoi amici, è l’unica certezza che lo accompagnerà in questo viaggio.

Il profumo delle foglie di tè, di Dinah Jefferies

Il profumo delle foglie di tè, di Dinah Jefferies

https://www.lafeltrinelli.it

Il profumo.jpg

Descrizione

Londra anni Venti. Gwendolyn Hooper, giovane donna inglese appena sposata per procura, si trasferisce nella lontana isola di Ceylon per raggiungere il marito. Ma l’uomo che le viene incontro nella piantagione di tè non è lo stesso di cui si era innamorata in Inghilterra tempo addietro.

Distante e indaffarato, Laurence trascorre le giornate nella piantagione, lasciando la sua sposa da sola a occuparsi della casa, della servitù e delle nuove incombenze. La grande casa coloniale, agli occhi di Gwendolyn, appare un luogo misterioso, con porte chiuse a chiave e indizi di un torbido passato: in un baule polveroso è nascosto un vecchio abito da sposa ingiallito e le ombre del giardino celano una piccola tomba…

Poco tempo dopo, Gwen rimane incinta, suo marito è finalmente felice e tutto sembra andare per il verso giusto, ma c’è poco tempo per festeggiare. In sala parto la neomamma dovrà prendere una decisione terribile, di cui non potrà fare parola con nessuno, neanche con Laurence. Quando, infine, arriverà il momento della verità, Gwen sarà in grado di spiegare che cosa ha fatto e perché?

Malanottata, di Giuseppe Di Piazza

Malanottata, di Giuseppe Di Piazza

https://www.lafeltrinelli.it

Malanottata.jpg

Descrizione

È una primavera ancora fredda, quella del marzo siciliano 1984. In un angolo di un quartiere residenziale di Palermo viene trovata, buttata vicino a un mucchio disordinato di foglie di magnolia, una donna in fin di vita. È stata orribilmente sfigurata con l’acido e picchiata selvaggiamente, ma ancora respira.

Non è una donna qualsiasi, è la escort più famosa della città, Veruska, una cecoslovacca arrivata in Italia per far fortuna, con il mito di Raffaella Carrà. Bella come il mare tiepido sul corpo nudo. Libera come un vento che non sopporta confini.

Forse troppo. Leo Salinas, detto Occhi di sonno, giovane giornalista alle prime armi, è l’unico presente nella redazione del quotidiano più importante della città quando arriva la notizia. Poco più che ventenne, acuto osservatore, molto sensibile al fascino femminile, il volto costantemente segnato dalle poche ore di sonno,

Leo sa che deve correre per accaparrarsi l’esclusiva per il giornale. Schizza in Vespa fino all’ospedale, giusto in tempo per vedere Veruska morire portandosi il nome dell’assassino nella tomba. Ma chi può avere avuto il coraggio di massacrare la ragazza più amata della città? Amante di boss, nobiluomini, rampolli borghesi.

Tutti inconsolabili come vedovi. Tutti convinti di essere ricambiati nel loro amore. Ma è un delitto passionale oppure di mafia? Occhi di sonno comincia a indagare, ma non è semplice, perché le ultime ore di Veruska sono avvolte nel mistero e tutti gli indizi portano a dei vicoli ciechi. O forse a una verità che nessuno vuole vedere.

I sogni, di Andrea Camilleri

I sogni, di Andrea Camilleri

https://www.lafeltrinelli.it

I sogni.jpg

Descrizione

Questo cofanetto è stato realizzato in occasione dei 90 anni di Andrea Camilleri. Oltre al volume I sogni di Andrea Camilleri contiene 48 cartoline con le copertine dei suoi libri Sellerio. Nel 1984 con il volume

La strage dimenticata iniziava l’incontro di un geniale scrittore, non ancora conosciuto dai milioni di lettori che avrebbe raccolto attorno a sé, e una casa editrice animata da una grande persona.

Quello che è successo dopo è la storia di un’avventura incredibile, unica, alla quale non si può non guardare con lo stupore con cui si vive un sogno dell’intelligenza. E questo sia per quello che sul piano culturale significa l’opera di Andrea Camilleri, sia per l’eccezionale successo editoriale che ha.

Questo cofanetto raccoglie un’antologia dei sogni narrati nei romanzi e nei racconti di Andrea Camilleri insieme alle quarantotto cartoline con le copertine dei suoi libri Sellerio. A lui, come figura di riferimento e come amico, lo dedica la casa editrice in cui è nato e vive il commissario Montalbano, festeggiandolo e dicendogli il grazie più forte e sentito per tutto.

L’ultima scommessa, di Gian Mauro Costa

L’ultima scommessa, di Gian Mauro Costa

https://www.lafeltrinelli.it

L'ultima

Descrizione

“Qui la Baiamonte investigazioni, i nostri detective sono a vostra disposizione”. Così sogna di poter rispondere al telefono Enzo, l’elettrotecnico del quartiere Zisa di Palermo, investigatore non più dilettante visto che ha preso il “patentino” di professionista. Il cruccio di non avere un caso a cui dedicarsi si dissolve insieme al temporale che ha annegato Palermo perché qualcosa su cui indagare finalmente arriva. Si tratta della morte sospetta di un anonimo dipendente regionale che si è rovinata l’esistenza per il vizio incontenibile del gioco e della scommessa.

La figlia della vittima non riesce a rassegnarsi all’archiviazione del caso come suicidio e chiede a Baiamonte di scoprire la verità. Una ricerca che diventa una continua scommessa tra indizi più o meno nascosti, personaggi più o meno loschi, luoghi più o meno insospettabili. Sale Bingo e bische clandestine, bar rispettabili con retrobottega attrezzati con carte e fiches, catamarani che navigano in notturna alla volta di Malta, questi sono i luoghi dove i malati del gioco consumano le loro esistenze.

Baiamonte deve giocare anche lui al meglio le sue carte, che sono principalmente quelle dell’umanità e dell’intuito. Accompagnato e aiutato dalla fidanzata Rosa, la sarta, dal parente acquisito Filippo, il poliziotto, e dalla solita combriccola di amici di quartiere e di scopone, il detective si interroga soprattutto sui biglietti nascosti fra le carte del morto a casa sua; si tratta davvero di messaggi disperati o invece vogliono dire qualcos’altro?

Michelangelo. Io sono fuoco, di Costantino D’Orazio

Michelangelo. Io sono fuoco, di Costantino D’Orazio

da: https://www.lafeltrinelli.it/

Michelangelo

Descrizione

Irrequieto, sanguigno, temerario, Michelangelo Buonarroti è un artista dalle mille contraddizioni, sempre in bilico tra rovina e apoteosi. Sente l’impellente bisogno di lavorare, non riesce a vivere senza lo scalpello in mano.

Conosciuto da tutti, ammirato da molti, nemico di tanti. La passione che lo domina lo porta ad amare la vita e l’arte, ma anche a scontrarsi con chiunque ostacoli i suoi obiettivi, dal Papa ai suoi colleghi più celebri.

Odia Leonardo per la sua ostentata vanità, invidia Raffaello per il suo fulmineo successo. Escluso dalla comunità artistica, produce capolavori in totale solitudine, vivendo con le sue opere un rapporto tanto intenso quanto drammatico: un corpo a corpo con il marmo da modellare, come per il David, un abbraccio intimo e geloso con l’affresco, come nel caso della Cappella Sistina.

In questo libro affascinante e sorprendente, lo storico dell’arte Costantino D’Orazio veste i panni di Michelangelo e conduce il lettore all’interno della mente e del cuore del Buonarroti.

Raccontando in prima persona, presta la voce all’artista per svelare come scaturivano le idee per le sue opere, portare alla luce le emozioni e i tormenti che hanno animato la sua vita privata, i suoi legami con la famiglia, i committenti, gli amici, i rivali, con la sua epoca. Un percorso lungo quasi novant’anni, costellato di capolavori, avventure e relazioni contrastate. Un’autobiografia intensa e rivelatrice che si legge d’un fiato alla scoperta dell’umanità di un genio.

Dodici rose a settembre, di Maurizio De Giovanni

Dodici rose a settembre, di Maurizio De Giovanni

https://www.lafeltrinelli.it

dodici.jpg

Descrizione

Gelsomina – detta Mina – Settembre è una borghese napoletana in «trasferta» nei Quartieri Spagnoli; in possesso di una non comune sensibilità sociale, determinata a proteggere i deboli dalle prevaricazioni, anche a dispetto delle regole, Mina è guardata con sospetto dove lavora, perché è pur sempre una «signora».

Le sue contraddizioni sembrano riflettersi sul suo corpo; 42 anni ben portati, aggraziata, ma con un fisico prosperoso che non accetta e che cerca di nascondere con maglioni sformati che le attirano pesanti reprimende dall’acida madre, con cui è tornata ad abitare suo malgrado dopo la separazione, e non la preservano dalle volgari attenzioni di Rudy, portinaio anziano ma tutt’altro che rassegnato all’età.

Anche la sua vita sentimentale è una contraddizione vivente, sospesa com’è tra Claudio, ex marito magistrato, protettivo e un po’ grigio, ancora innamorato di lei, e Domenico, ginecologo imbranato e inconsapevole che lavora nel suo stesso consultorio.

In uno strano mese di settembre in una Napoli luminosa e disperata Mina è alle prese con una penosa situazione di degrado sociale, innocenti da sottrarre alla prevaricazione di un delinquente protetto dalla solita falla legislativa; e una tempesta sentimentale da fronteggiare, con il bel Domenico che non si decide a corteggiarla e la madre, determinata a renderle la vita un vero inferno.

Nel frattempo l’ex marito magistrato porta avanti con assoluta riservatezza un’indagine sull’Assassino delle Rose, un pazzo che ammazza gente senza un criterio dopo avergli fatto trovare in casa o sul posto di lavoro una rosa. Quello che Claudio non sa è che anche Mina riceve ogni giorno una rosa. Rossa, come il sangue.

Una meravigliosa solitudine, di Lina Bolzoni

Una meravigliosa solitudine, di Lina Bolzoni

https://www.lafeltrinell

Una meravigliosa.jpg

Descrizione

La tradizione antica voleva che il libro fosse considerato lo specchio dell’anima, una modalità per conoscerne l’autore. Ma dal momento che il modo in cui si legge costituisce anche il modo in cui si scrive, leggere diventa uno strumento per conoscere se stessi.

Lina Bolzoni ripercorre, attraverso lo sguardo di diversi autori del passato, il loro modo di concepire la scrittura e la lettura: da Petrarca con il suo esaltare i piaceri della lettura e rappresentare in modo passionale il suo rapporto con quest’ultima, fino a parlare con gli antichi da pari a pari, a Leon Battista Alberti con la sua concezione della lettura quale rimedio alla solitudine o a un contesto sociale insoddisfacente.

L’autrice rintraccia un forte senso del fascino della lettura come frutto della capacità di dialogare con i libri che nasconde, al tempo stesso, il timore di essere invasi dalle passioni che questi ultimi sono in grado di generare.

Michelangelo. Io sono fuoco, di Costantino D’Orazio

Michelangelo. Io sono fuoco, di Costantino D’Orazio

https://www.lafeltrinelli.it/

8172925.jpg

Descrizione

Irrequieto, sanguigno, temerario, Michelangelo Buonarroti è un artista dalle mille contraddizioni, sempre in bilico tra rovina e apoteosi. Sente l’impellente bisogno di lavorare, non riesce a vivere senza lo scalpello in mano. Conosciuto da tutti, ammirato da molti, nemico di tanti. La passione che lo domina lo porta ad amare la vita e l’arte, ma anche a scontrarsi con chiunque ostacoli i suoi obiettivi, dal Papa ai suoi colleghi più celebri.

Odia Leonardo per la sua ostentata vanità, invidia Raffaello per il suo fulmineo successo. Escluso dalla comunità artistica, produce capolavori in totale solitudine, vivendo con le sue opere un rapporto tanto intenso quanto drammatico: un corpo a corpo con il marmo da modellare, come per il David, un abbraccio intimo e geloso con l’affresco, come nel caso della Cappella Sistina.

In questo libro affascinante e sorprendente, lo storico dell’arte Costantino D’Orazio veste i panni di Michelangelo e conduce il lettore all’interno della mente e del cuore del Buonarroti. Raccontando in prima persona, presta la voce all’artista per svelare come scaturivano le idee per le sue opere, portare alla luce le emozioni e i tormenti che hanno animato la sua vita privata, i suoi legami con la famiglia, i committenti, gli amici, i rivali, con la sua epoca.

Un percorso lungo quasi novant’anni, costellato di capolavori, avventure e relazioni contrastate. Un’autobiografia intensa e rivelatrice che si legge d’un fiato alla scoperta dell’umanità di un genio.

Il pianto dell’alba. Ultima ombra per il commissario Ricciardi

Il pianto dell’alba. Ultima ombra per il commissario Ricciardi

di Maurizio De Giovanni

https://www.lafeltrinelli.it

9471886.jpg

Descrizione

Tutto il dolore del mondo, è questo che la vita ha riservato a Ricciardi. Almeno fino a un anno fa. Poi, a dispetto del buonsenso e delle paure, un pezzo di felicità lo ha preso al volo pure lui. Solo che il destino non prevede sconti per chi è condannato dalla nascita a dare compassione ricevendo in cambio sofferenza, e non è dunque su un omicidio qualsiasi che il commissario si trova a indagare nel torrido luglio del 1934.

Il morto è l’uomo che per poco non gli ha tolto la speranza di un futuro; il principale sospettato, una donna che lo ha desiderato, e lo desidera ancora, con passione inesauribile. Così, prima di scoprire in modo definitivo se davanti a sé, ad attenderlo, c’è una notte perenne o se ogni giorno arriverà l’alba con le sue promesse, deve ancora una volta, più che mai, affrontare il male. E tentare di ricomporre, per quanto è possibile, ciò che altri hanno spezzato. Con un colpo di scena struggente il commissario Ricciardi chiude il suo ciclo.

Il cuoco dell’Alcyon, di Andrea Camilleri

Il cuoco dell’Alcyon, di Andrea Camilleri

9468824.jpg

Descrizione

Al commissariato di Vigàta sta succedendo qualcosa: Montalbano allontanato e costretto alle ferie, la sua squadra smantellata, in breve: qualcuno sta tentando di farlo fuori. Proprio in quei giorni arriva al porto l’Alcyon, una goletta un po’ misteriosa, nessun passeggero e pochi uomini di equipaggio.

Un giallo d’azione, quasi una spy story dove si intrecciano agenti segreti, FBI e malavita locale. Situazioni più cruente che Montalbano saprà affrontare con sangue freddo e perspicacia; Adelina, Ingrid e Livia faranno la loro parte e il commissario, quasi irriconoscibile, finirà per stupire i suoi lettori.

https://www.lafeltrinelli.it

Malamore, di Concita De Gregorio

Malamore, di Concita De Gregorio

https://www.lafeltrinelli.it

7499289.jpg

Descrizione

Storie di donne, famose e non, che nell’illusione di cambiare una storia sbagliata hanno per anni continuato a farsi del male. La violenza sulle donne, in questi ultimi anni, è diventata una delle grandi emergenze sociali del nostro Paese e non solo.

Leggiamo sempre più spesso di donne maltrattate, sentiamo storie di violenza e di abusi e ci domandiamo cosa sia necessario fare per fermare quello che appare come un preoccupante segnale di degenerazione della vita nelle nostre città. Si tratta di una violenza che spesso si consuma tra persone che si conoscono, magari da lungo tempo, tra coppie consolidate, tra marito e moglie.

Relazioni violente, che durano nel tempo, a cui, volendo, si potrebbe spesso anche sfuggire. Una volontà che però non trova mai la forza di diventare davvero decisione. Le storie che Concita De Gregorio ha raccolto in questo libro sono scie luminose, stelle cadenti che illuminano a volte molto da lontano una grande domanda: cosa ci induce a non respingere, anzi a convivere con la violenza? Perché sopporta chi sopporta, e come fa? Quanto è alta la posta in palio?

Non stop. Le mie emozioni dal Modena Park a qui

Non stop. Le mie emozioni dal Modena Park a qui

di Michele Monina, Vasco Rossi

9716195.jpg

Descrizione

“Negli ultimi tempi mi guardo intorno e vedo la disperazione della gente. Ecco, io voglio fare qualcosa contro questa disperazione, e la sola cosa che posso fare, che possiamo fare insieme, è cantare, suonare, stare bene.” Vasco è un libro aperto. Nel senso letterale del termine: questo libro.

Che è il suo racconto – parola per parola, foto per foto – della grande impresa appena compiuta: il Vasco NonStop Live 019. Un libro che è un concentrato di Vasco pensiero registrato dallo scrittore e critico musicale Michele Monina in tempo reale, mentre si sta allestendo il tour, mentre il tour si sta svolgendo, fino all’ultima data, fino all’ultimo fuoco d’artificio. Un diario in presa diretta del tour più emozionante di sempre.

Una lunghissima chiacchierata iniziata subito dopo il concerto record del Modena Park e che affronta non solo la musica, ma tutte le tematiche sociali che per oltre quarant’anni hanno accompagnato la sua produzione e la sua carriera.

Dall’emarginazione al pregiudizio, dalla voglia di libertà alla volontà di contrastare con tutte le forze e l’ironia l’idea ottusa che vuole l’altro da sé sempre e comunque peggiore. Un Vasco a tutto tondo, sempre più diretto, incisivo, come nei testi delle sue canzoni.

Un Vasco anche più risolto, quello di questo secondo tempo della sua carriera, certo non meno arrabbiato, ma più deciso a farsi portavoce di un disperato bisogno di felicità proprio oggi, nell’epoca degli hater e del razzismo prêt-à-porter. Dai preparativi del suo ennesimo record, sei sold out di fila a San Siro, alla chiusura in bellezza con la magica trasfert

https://www.lafeltrinelli.it/libri/michele-monina/non-stop-mie-emozioni-dal/9788804720102