Novi Ligure festeggia i cento anni di Coppi, di Lia Tommi

100annicoppi-parada-settembre-web-306893037.jpg

DOMENICA 15 SETTEMBRE
Novi Ligure festeggia i cento anni di Coppi

Cento anni fa nasceva Fausto Coppi, uno dei più grandi talenti dello sport, icona del ciclismo italiano e mondiale.
La mattina del 15 settembre, giorno del suo compleanno, a Novi Ligure si svolgerà un evento organizzato da Regione Piemonte e Circolo dei Lettori di Torino in collaborazione con il quotidiano La Stampa nell’ambito di “Storia di un campione. 100 anni di Fausto Coppi”. Si tratta dello spettacolo di teatro di strada a tappe “Il campione e la zanzara”, che ripercorre la vita e le imprese memorabili dell’Airone e si potrà seguire in bicicletta.
Il ritrovo è alle ore 9,45 davanti al Museo dei Campionissimi. I partecipanti potranno arrivare direttamente con la propria bici oppure noleggiarne gratuitamente una tra quelle a disposizione della struttura museale. Da qui, alle 10 partirà la prima tappa a cui seguirà una seconda frazione in piazza Dellepiane e una terza tra piazza Carenzi e piazzetta San Pietro. Al termine si tornerà al Museo.
La rappresentazione sarà animata da sei personaggi in bici con maschere, costumi e stendardi; i ciclisti-spettatori saranno invitati a montare in sella e far parte del gruppo. Lo spettacolo, che sarà replicato a Tortona nel pomeriggio dalle ore 16 alle 18, è frutto di una creazione Faber Teater e Mario Chiappuzzo. Gli attori protagonisti sono: Francesco Micca, Lodovico Bordignon, Lucia Giordano, Marco Andorno, Paola Bordignon, Sebastiano Amadio. Continua a leggere “Novi Ligure festeggia i cento anni di Coppi, di Lia Tommi”

La Stampa: Rincorre la coppia di ladri e fa arrestare l’uomo ieri condannato in tribunale ad Alessandria

La Stampa: Rincorre la coppia di ladri e fa arrestare l’uomo ieri condannato in tribunale ad Alessandria

I novelli Bonnie & Clyde avevano sottratto una borsa ad una donna in stazione ad Alessandria insospettendo il giovane 

SILVANA MOSSANO 05 Settembre 2019 https://www.lastampa.it/

Schermata 2019-09-05 a 08.29.22

ALESSANDRIA. A rincorrere e catturare il ladro-rapinatore, italiano, è stato un ragazzo di passaggio che qui è nato, ma con il nome e l’origine africana. Oggi il tribunale ha condannato il quarantaquattrenne Giovanni Ruggieri a 16 mesi per rapina. Era imputata dello stesso reato, in concorso, la compagna Daria Procchio, 45 anni, ma lo stesso pm Fabrizio Alessandria, che per l’uomo ha chiesto la condanna a due anni, per lei aveva proposto l’assoluzione non essendoci prova certa del suo coinvolgimento diretto nella vicenda.

L’episodio è avvenuto ad ottobre di tre anni fa. Una donna aveva appoggiato la borsa, con documenti e portafoglio, sul banco di un locale nella zona dei giardini davanti la stazione ferroviaria. Facile preda di balordi. Il furto è stato notato da un ragazzo, Youssef Chakib, di famiglia maghrebina, oggi ventiseienne. Il giovane, insospettito, fuori dal bar si era avvicinato alla coppia per accertare se quel che aveva visto corrispondeva a quanto temuto. I due si danno alla fuga, ma  Youssef Chakib si getta al loro inseguimento riuscendo a fermare Ruggieri, arrestato poi dalle forze dell’ordine.

A processo erano stati mandati entrambi, Bonnie & Clyde. Ma soltanto uno, lui, difeso da Giovanni Brignano, è stato riconosciuto colpevole oltre ogni ragionevole dubbio e condannato a un anno e quattro mesi di reclusione, con la condizionale. Assolta, nel dubbio, Daria Procchio, che era difesa da Rosella Monti e Alessandro Suffia.

La Stampa. Alessandria: riaprono per un giorno i giardini Pittaluga: musica, workshop, pic-nic, cinema e yoga

Alessandria: riaprono per un giorno i giardini Pittaluga: musica, workshop, pic-nic, cinema e yoga

Appuntamento il 21 settembre. Fra gli ospiti: Andrea Musso, le Officine Gorilla, Elena Zecchin che condurrà il “workshop eco-pigro di riuso creativo”

I Giardini Pittaluga di Alessandria chiusi: ora riaprono anche se per poco

Schermata 2019-09-03 a 16.23.15.png

VALENTINA FREZZATO

03 Settembre 2019 https://www.lastampa.it

ALESSANDRIA. La chiamano «selva proibita» perché non è così facile godersi quel posto: sporcizia, una parte di giardino sparita, ruderi ed edifici pericolanti non rendono semplice un pomeriggio di relax e gioco, di chiacchiere e letture ai giardini Pittaluga, l’unico parco in pieno centro ad Alessandria. Ecco perché i ragazzi di Gasa (Giovani alessandrini si attivano, collettivo artistico creato da chi è nato in città e di mestiere suona, disegna, scrive, produce arte) si sono «fissati» con questo angolo verde, per farlo rivivere.

Ci avevano provato per la prima volta il 22 settembre dell’anno scorso con un «Festival», due giorni di proposte anche per bambini in via Cavour. Ci ritentano quest’anno con «SelvaCabana», una giornata ricca di musica, eventi, arte. Tutto Made in Alessandria, come loro. L’intento è aprire quei cancelli, trasformare quel giardino: «La selva proibita di Alessandria riapre le sue porte e diventa capanna. Il tappeto è un prato, il soffitto il cielo barocco di settembre. Continua a leggere “La Stampa. Alessandria: riaprono per un giorno i giardini Pittaluga: musica, workshop, pic-nic, cinema e yoga”

Scarica di sassi investe la cordata. Muoiono la guida e un alpinista

Scarica di sassi investe la cordata. Muoiono la guida e un alpinista

L’incidente ieri all’alba sul versante svizzero del Grand Combin a 3500 metri di quota. Uno dei due ha dato l’sos ma è stato soccorso tardi per il maltempo ed è deceduto in ospedale

ENRICO MARTINET 11 Agosto 2019 https://www.lastampa.it

Scarica.png

AOSTA. «Per me la montagna è libertà», diceva Nicolò Morano agli amici che gli chiedevano il perché di tanta passione e avrebbero voluto coinvolgerlo in partitelle di calcio. Aveva 29 anni, Morano, viveva a Desana, paese della cintura di Vercelli e lavorava in una riseria di Tricerro.

È morto ieri sul Grand Combin, un quattromila svizzero che chiude il cielo di Aosta verso Nord. Con lui è morto anche la guida alpina della società del Cervino Federico Daricou, 38 anni, di Chatillon, che lascia la compagna Federica e due bimbi. Stavano salendo all’alba sulla poderosa spalla del versante Ovest del gigante di pietra e ghiaccio. L’obiettivo era raggiungere la vetta a 4.314 metri lungo la via di Valsorey. L’incidente alle 5, dopo poco più di un’ora da quando avevano lasciato il piccolo rifugio, la Cabane Valsorey, a 3.030 metri di altitudine. Continua a leggere “Scarica di sassi investe la cordata. Muoiono la guida e un alpinista”

Russia, giallo sull’incidente nucleare. Corsa nelle farmacie per le pillole di iodio antiradiazioni

Russia, giallo sull’incidente nucleare. Corsa nelle farmacie per le pillole di iodio antiradiazioni

Mosca ammette l’esplosione al largo di Severodvinsk. Almeno 5 le vittime

MARTA OTTAVIANI 11 Agosto 2019 https://www.lastampa.it/

Tomsk.png

TOMSK (SIBERIA). A quattro giorni dall’esplosione nucleare vicino alla città russa di Severodvinsk, sul Mar Bianco, il numero dei morti è salito ad «almeno cinque», ma la ricostruzione dei fatti rimane parziale e i timori per eventuali fughe di radiazioni continuano a crescere. La Rosatom, il colosso nucleare russo, ha infatti confermato solo ieri la cifra delle vittime, rimaste uccise nel corso di «un test missilistico». Evidentemente top-secret.

Rosatom ha spiegato che molte persone erano state scaraventate in mare dalla deflagrazione: «Il propellente del missile ha preso fuoco e successivamente è esploso, provocando un’onda d’urto che ha gettato in mare diversi nostri specialisti: le ricerche sono continuate fino a quando non si è esaurita la speranza di trovare i sopravvissuti». Questa, in parte, sarebbe la spiegazione per la reticenza delle autorità a fornire maggiori dettagli della sciagura. Anche Mosca ha confermato che l’incidente è avvenuto durante il test di un motore missilistico. Ma le versioni ufficiali non convincono gli esperti, che mettono in campo altre ipotesi, fra cui una, proveniente dagli Usa, secondo cui l’esplosione potrebbe stata avvenuta durante la prova di un nuovo missile nucleare da crociera, lo stesso di cui aveva parlato il presidente russo Vladimir Putin lo scorso anno. Segno che, nell’Artico, la Guerra Fredda non è mai finita. Continua a leggere “Russia, giallo sull’incidente nucleare. Corsa nelle farmacie per le pillole di iodio antiradiazioni”

Si impicca in cella il finanziere Epstein. Era accusato di decine di violenze su minori

Si impicca in cella il finanziere Epstein. Era accusato di decine di violenze su minori

Le vittime: il suo ultimo atto di egoismo. Aveva già tentato di uccidersi. Una ragazza coinvolge il principe Andrea

FRANCESCO SEMPRINI 11 Agosto 2019 https://www.lastampa.it

Epstein.png

NEW YORK. È morto suicida schiacciato, forse, dal peso della vergogna o dalla prospettava di trascorrere il resto dei suoi giorni in carcere. È questo l’epilogo della fosca parabola di Jeffrey Epstein il finanziere 66 enne, travolto da uno scandalo sessuale e accusato di abusi, sfruttamento della prostituzione e traffico di minori.

È stato trovato senza vita alle 6.30 del mattino di sabato nella sua cella del Metropolitan Correctional Center di Manhattan, dove era recluso in attesa del processo, appeso con una corda al collo. «Sono sconvolto», è stata la reazione del ministro della giustizia, William Barr: «La sua morte solleva serie domande a cui bisogna rispondere»: L’Fbi ha aperto un’indagine sul decesso. «Uccidersi è stato il suo ultimo atto di egoismo» gridano le sue vittime. Il miliardario protagonista del jet set della Grande Mela durante i primi anni Duemila era stretto amico di Bill Clinton, a cui aveva prestato il «Lolita Express», il jet con cui «accompagnava» le ragazze, ma anche di Donald Trump e del principe Andrew, duca di York. Era stato arrestato il 6 luglio per traffico sessuale di decine di minorenni. Continua a leggere “Si impicca in cella il finanziere Epstein. Era accusato di decine di violenze su minori”

Merkel, Macron, il G7: ecco la tela di Conte per rassicurare l’Europa

Merkel, Macron, il G7: ecco la tela di Conte per rassicurare l’Europa

In previsione colloqui telefonici con i leader di Francia e Germania prima del summit del 24. Per il commissario riprende quota l’ipotesi di un tecnico, con i nomi dei ministri Moavero e Tria

esteri.png

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte con la cancelliera Angela Merkel a Bruxelles, 30 giugno 2019

FRANCESCA SFORZA 11 Agosto 2019 https://www.lastampa.it

ROMA. Le cancellerie europee guardano con preoccupazione a quanto sta succedendo in Italia, e se i tg tedeschi commentano la crisi di governo dicendo che il nostro Paese, con Salvini, «fa venire la pelle d’oca», i quotidiani francesi spaziano da definizioni del vicepremier come «il bulldozer milanese» a scenari dell’Italia come «il primo Paese fondatore dell’Unione europea che rischia di avere un governo di estrema destra».

Non sono solo i media a lanciare grida d’allarme: nelle sedi diplomatiche di mezza Europa i contatti si intensificano giorno dopo giorno: «Dove andrà stavolta l’Italia?», si chiedono. «In Europa si devono rassegnare – ha twittato il vicepremier Salvini – l’Italia ha rialzato la testa e vuole decidere liberamente del proprio futuro». Allo stesso tempo, forse per fugare preoccupazioni eccessive, precisa, sempre con un tweet: «Non siamo più negli anni Trenta, nel nostro Paese non ci sono Hitler all’orizzonte e chi governa in Italia lo decidono gli italiani».

Nel frattempo, il premier Conte ha avviato una «rete di protezione» a difesa della credibilità italiana, con l’intenzione di arginare le paure di una campagna elettorale che si annuncia pesantemente anti-europeista. Sono in agenda, già dalla prossima settimana, colloqui telefonici con la cancelliera tedesca Angela Merkel e il presidente francese Emmanuel Macron. Continua a leggere “Merkel, Macron, il G7: ecco la tela di Conte per rassicurare l’Europa”

Salvini pronto a lasciare il Viminale: “Mi fido ciecamente di Mattarella”

Salvini pronto a lasciare il Viminale: “Mi fido ciecamente di Mattarella”

Il vicepremier in tour: «Sento Grillo e inorridisco». In serata dura contestazione in Calabria

Salvini.png

https://www.lastampa.it AMEDEO LA MATTINA

DALL’ INVIATO A SOVERATO (CATANZARO). La prima cosa che Matteo Salvini fa appena esce dall’hotel “Covo dei saraceni” è scendere nella spiaggia di Polignano. Va giù nel piccolo fiordo di Lama Monachile seguito dai leghisti pugliesi Nuccio Altieri e Anna Rita Tateo. La spiaggia è piena di turisti.

Se rappresentassero uno spaccato dell’elettorato italiano, è interessante osservare la loro reazione di fronte alla presenza della star del momento: una robusta minoranza si infastidisce («viene a scocciare pure qui»), due ragazze, che Salvini definisce «zecche comuniste», cominciano a cantare “Bella ciao”; la maggioranza, si precipita a fare selfie con lui. Uno di questi chiama nonna Adelina: «Non sai chi c’è qui, te lo passo». E il capo del Carroccio si intrattiene al cellulare, poi abbraccia i fan, alcuni escono dall’acqua per non perdersi lo spettacolo.

Quasi un’ora così, poi via verso il Beach tour che ieri lo ha portato in Basilicata e Calabria: lì dove la giornata finirà male, con urla e fischi che sommergono la sua voce. Intanto, a Roma i suoi nemici provano a evitare le elezioni. C’è il tempo di chiedergli se riuscirà a ottenere il dibattito parlamentare prima di Ferragosto e il voto tra due mesi. «Non dipende da me».

Continua a temere l’attivismo degli «inciucioni» e cita Renzi, Franceschini e Fico. «Ci provano disperatamente. Sento Grillo e inorridisco, ma sono tranquillo perché mi pare difficile costruire un accrocchio tra persone che se ne sono dette di tutti i colori. Sarebbe una roba ridicola. Vediamo cosa riescono a mettere insieme». Continua a leggere “Salvini pronto a lasciare il Viminale: “Mi fido ciecamente di Mattarella””

Mezzo Pd convinto dal governo coi grillini. Renzi pronto a fare la sua proposta

Mezzo Pd convinto dal governo coi grillini. Renzi pronto a fare la sua proposta

Il segretario Zingaretti sempre più solo sulla linea del no a qualunque esecutivo

Per la prima volta da quando è alla guida del suo partito, Zingaretti è alle prese con una grana seria

FABIO MARTINI 11 Agosto 2019   https://www.lastampa.it

pd.png 

ROMA. Nella complicatissima gestione della quasi-crisi, finora tutta giocata dai due (ex) alleati di governo, nelle ultime ore sta entrando in campo un terzo incomodo, che punta a sparigliare le carte: quasi mezzo Pd. La grossa novità è questa: quasi la metà del gruppo dirigente del partito e quasi la metà dei parlamentari democratici stanno convergendo sull’ipotesi di un “governo del Presidente”. Indirettamente sconfessando la linea di Nicola Zingaretti: non ci sono alternative alle elezioni, il Pd è indisponibile per qualsiasi governo.

Per la prima volta da quando è alla guida del suo partito, Zingaretti è alle prese con una grana seria, non di quelle amplificate dai media: sulla linea che dice «andiamo a vedere», «valutiamo un governo di garanzia», si sta determinando uno schieramento interno trasversale. A favore di un possibile governo con i 5 Stelle, oltre a Matteo Renzi (che in queste ore formalizza via intervista, la sua proposta di un governo per «mettere in sicurezza il Paese») e oltre a decine di parlamentari, da due giorni è in campo anche uno dei “grandi elettori” del segretario, l’ex ministro Dario Franceschini. In altre parole, sulla possibile, clamorosa, spettacolare svolta filo-Cinque stelle si preparano a confrontarsi due Pd. Continua a leggere “Mezzo Pd convinto dal governo coi grillini. Renzi pronto a fare la sua proposta”

Svolta di Grillo: sì al fronte anti-Salvini. E apre alla deroga sul terzo mandato

Svolta di Grillo: sì al fronte anti-Salvini. E apre alla deroga sul terzo mandato

Contatti Fico-Franceschini. I parlamentari in chat si rivoltano contro Di Maio a favore del patto con il Pd

ILARIO LOMBARDO 11 Agosto 2019

grillo

ROMA. «Ogni volta che deroghi a una regola la cancelli» è la frase di Gianroberto Casaleggio che il figlio Davide non potrà più rivendicare. Solo Beppe Grillo poteva salvare il M5S da se stesso, da suoi principi antichi o recentissimi, da una tattica fallimentare. Perché solo Grillo ha ancora il potere di plasmare a suo piacimento la creatura a cui ha dato vita.

Evitare il voto, fare un governo, qualunque, contro Matteo Salvini, derogare al terzo mandato soprattutto in caso i due obiettivi precedenti svanissero. «Dobbiamo fare dei cambiamenti? – scrive Grillo – Facciamoli subito, altro che elezioni, salviamo il paese dal restyling in grigioverde dell’establishment, che lo sta avvolgendo».

Il comico è risorto leader e fa valere il suo ruolo di garante cancellando in un post tutta la narrazione artificiale che vede Luigi Di Maio pretendere subito il voto. La contraddizione è solo apparente, perché quando Di Maio, al mattino, dice «andiamo a votare subito ma prima tagliamo 345 parlamentari», sa che sostiene due cose inconciliabili: se passasse quella legge, per le procedure costituzionali il voto slitterebbe di sei mesi… continua su: https://www.lastampa.it/politica/2019/08/11/news/svolta-di-grillo-si-al-fronte-anti-salvini-e-apre-alla-deroga-sul-terzo-mandato-1.37334808

Pronto soccorso di Alessandria: Efficenza e professionalità nonostante la carenza di personale

Pronto soccorso di Alessandria: Efficenza e professionalità nonostante la carenza di personale

di Pier Carlo Lava

Alessandria today: Il pronto soccorso di un ospedale svolge un ruolo determinante per tutelare la salute delle persone che ogni giorno s presentano allo sportello del triage, ciascuno con i problemi e vari livelli di urgenza.

Relativamente a quello di Alessandria i numeri dicono che ci sono circa 40.000 accessi ogni anno con una conseguente grande mole di lavoro per il personale.

Pronto soccorso Alessandria ok copia

Nel corso di ogni anno gli accessi crescono nel periodo invernale a causa dei malanni di stagione come influenze, problemi polmonari, ipotermia e congelamento, particolarmente colpite sono le persone anziane i bambini, quelle sotto l’effetto dell’alcool e chi per motivi di lavoro o per scelta rimane troppo tempo esposto al freddo; mentre nel periodo estivo i ricoveri aumentano per malori dovuti al caldo, sincopi, esaurimenti e colpi di calore che a volte possono anche essere mortali, le persone particolarmente colpite sono gli anziani, chi ha problemi cardiaci e chi per lavoro o per scelta rimane troppo tempo esposto al sole.

Purtroppo nonostante l’importanza d questo servizio che in diversi casi può salvare delle vite umane, così come succede anche in altri reparti dell’ospedale ci sono non poche carenze di personale. Continua a leggere “Pronto soccorso di Alessandria: Efficenza e professionalità nonostante la carenza di personale”

Ribaltone: Lega boom, crollo 5Stelle

Ribaltone: Lega boom, crollo 5Stelle

I risultati delle elezioni europee ribaltano gli equilibri politici in Italia. La Lega di Salvini oltre il 30 per cento: “Grazie Italia, il governo non cade”. Sorpresa Pd: con Zingaretti è diventato il secondo partito. Grillini in palese difficoltà ma Di Maio fa sapere: “Restiamo ago della bilancia”.

Salvini.jpg

Il premier Conte ammette: la campagna elettorale non ci ha aiutato. Il commento di Sorgi: il capitano alla prova del successo. Feltri descrive la parabola leghista: da Roma ladrona ai nemici di Bruxelles.

Geremicca sulla discesa grillina: una catena di errori dalla Tav al flop del reddito.

Nel voto negli altri Paesi Ue molte novità: Le Pen supera Macron in Francia, volano i Verdi tedeschi, i nazionalisti si impongono in Polonia e Farage domina in Gran Bretagna ma a conti fatti Strasburgo respinge l’onda sovranista e si avvia verso una maggioranza popolare-socialista-liberale. Il commento di Zatterin: il fossato delle due Europe.

Il commento di Bernard-Henri Levy: ora inizia lo scontro frontale.

In Formula 1 capolavoro di Hamilton a Montecarlo nel ricordo di Niki Laura. Chiude la Serie A con Atalanta e Inter in Champions, salvi Genoa e Fiorentina.

Maurizio Molinari

La Stampa

Ragazzo di 13 anni colpito da una pallonata è grave

Ragazzo di 13 anni colpito da una pallonata è grave

da redazione Alessandria today

Succede a Gozzano in provincia di Novara, dove un ragazzino senegalese di 13 anni mentre stava giocando una partita su un campetto di calcio dopo essere colpito al petto da una pallonata stramazza al suolo con un arresto cardiaco, portato al pronto soccorso di Borgomanero è risultato grave e trasferito in elicottero all’ospedale Regina Margherita di Torino, dove è ricoverato in condizioni gravissime.

118 calcio campo-2.jpg

Secondo quanto scrive Marcello Giordani nel suo articolo su La Stampa il ragazzo era cardiopatico, in passato aveva subito alcune operazioni al cuore.

Anche i compagni di gioco come lui stesso aveva raccontato sapevano degli interventi al cuore e quindi delle sue attuali condizioni.

Ovviamente ci auguriamo che i medici riescano a salvarlo, ma alla luce dei fatti ci corre l’obbligo di fare una considerazione, comprendiamo che un ragazzo di 13 anni voglia giocare e divertirsi come fanno tutti i suoi compagni, l’età infatti lo richiede, ma vista la sua storia clinica, dovevano essere i genitori a porre dei limiti a quello che si poteva o non si poteva fare in tali condizioni, allo scopo di prevenire per quanto possibile simili rischi.

foto: http://www.novaratoday.it/

Maurizio Molinari: Ultime News La Stampa

Maurizio Molinari: News La Stampa

unnamed-1

In Sardegna prevale il centrodestra e il leader di Forza Italia avverte l’alleato: la gente apre gli occhi sui disastri del governo. Dopo il crollo nelle urne i grillini trovano un colpevole: Tria e le aperture alla Tav. L’impatto sullo scenario politico: nel centrodestra, scrive Feltri, la Lega non tornerà ad Arcore; nel centrosinistra, scrive Geremicca, la sfida viene dal nuovo bipolarismo. Reportage fra gli operai del Sulcis: “Siamo stati traditi dai 5 Stelle”. Intervista a Bazoli: contro la crisi all’Occidente serve un Consiglio Ecumenico. Ad Hanoi domani si apre il summit Trump-Kim che può far finire la guerra di Corea. A Villar Perosa l’ultimo saluto a Marella Agnelli. Nell’assegnazione degli Oscar Hollywood ha subito il fascino delle Regine.

Approfondimenti a questi link:

Sardegna al centrodestra, i grillini sprofondano al 10%

Berlusconi: “Così Salvini rischia. Dopo i grillini può toccare a lui”

Il capro espiatorio è Tria. Di Maio: “Se vuole, lasci”. E arriva il direttorio a 10

Ma la Lega non tornerà ad Arcore

Alle prese con il nuovo bipolarismo

“Traditi dal Movimento. Non vogliamo l’elemosina ma lavoro nelle industrie”

Giovanni Bazoli: “Un nuovo Concilio Ecumenico contro la crisi dell’Occidente”

Coree, Seul spinge per il trattato di pace: Trump chiederà a Kim misure concrete

Mozart e le rose: l’addio riservato della famiglia a Marella Agnelli

L’Oscar a Green Book, nell’epoca della cattiveria Hollywood premia la bontà