Nel cuore delle Langhe a “La Morra, da Osvaldo Viberti”, un produttore di vini di qualità

Nel cuore delle Langhe a “La Morra, da Osvaldo Viberti”, un produttore di vini di qualità

di Pier Carlo Lava

Sono ormai più di dieci anni che due volte all’anno ci facciamo un giro nelle Langhe, per andare a La Morra da Osvaldo Viberti, un piccolo produttore di vini di grande qualità, che ogni volta ci accoglie con la sua immancabile e cortese ospitalità, come una festa per un incontro fra vecchi amici. Lo scopo è duplice, fare una bella gita fuori porta in campagna, lontano dallo smog, dai rumori e dalla vita frenetica della città e comperare i suoi grandi vini, Barolo, Barbera d’Alba, Dolcetto d’Alba, Nebbiolo, che produce da sempre con l’uva delle proprie vigne, e più recentemente un grande vino bianco, che in questa occasione abbiamo assaggiato (insieme agli altri) “Langhe Nascetta D.o.c. Paplot 2013”.

nel cuore la morra

Ma chi è Osvaldo Viberti?

All’inizio degli anni ‘90, Osvaldo Viberti decide di subentrare alla conduzione dell’azienda agricola che i nonni Assunta e Tistin con molto sacrificio avevano creato lasciandola in eredità al figlio Gino. Una vecchia foto ritrae le tre generazioni intente alla pigiatura delle pregiate uve nella piccola cantina situata nella Borgata Serra dei Turchi.

La “Borgata Serra dei Turchi” si sviluppa su un lungo promontorio che dal Bricco di San Biagio si protende verso Alba. Il versante a levante gode di un clima particolarmente mite che ricrea le condizioni favorevoli tipiche di una piccola serra. La posizione strategica e le ottime condizioni climatiche hanno

indotto verso la fine del primo millennio, una colonia di soldati saraceni (i Turchi secondo l’immaginario collettivo della gente di Langa) a stanziare su questa collina a lungo.

Osvaldo oggi si dedica in modo costante alla conduzione dell’azienda agricola insieme a Carla e ai giovani figli Anna e Paolo restituendo la forte passione che ha accomunato, negli anni, ogni generazione appartenuta alla propria famiglia. Continua a leggere “Nel cuore delle Langhe a “La Morra, da Osvaldo Viberti”, un produttore di vini di qualità”

Sozzetti: Alessandria, quando sul turismo si scopre l’acqua bollita… E poi, l’importante è restare divisi. Su tutto

Sozzetti: Alessandria, quando sul turismo si scopre l’acqua bollita… E poi, l’importante è restare divisi. Su tutto

di Enrico Sozzetti

https://160caratteri.wordpress.com

Adesso tutti troveranno scuse per difendere e giustificare le rispettive posizioni. C’è chi scaricherà le responsabilità sull’ultimo dei sottoposti. E chi si appellerà a oscure congiure contro il territorio. E diranno che si mobiliteranno tutti insieme. Ma una cosa resta ben chiara, soprattutto dopo il dibattito in Commissione regionale: Alessandria divisa su tutto non andrà mai da nessuna parte.

sozz

Parliamo di turismo e della decisione dell’Atl (agenzia turistica locale) di Asti di accorparsi con quella di Alba e Bra, dando vita ad una sola Agenzia di promozione turistica locale di Langhe, Monferrato e Roero. Il Comune di Asti ha condiviso il progetto con gli altri soci maggioritari, la Fondazione Cr Asti, la Provincia e la Camera di Commercio, decidendo di portare in dote 150.000 euro.

“Il territorio albese in questi anni ha saputo crescere e farsi conoscere nel mondo, accrescendo di volta in volta il numero delle presenze e del fatturato turistico”. Parole di Antonella Parigi, assessore regionale al Turismo. Ma restiamo sui numeri e sul valore economico del progetto. Continua a leggere “Sozzetti: Alessandria, quando sul turismo si scopre l’acqua bollita… E poi, l’importante è restare divisi. Su tutto”

Nel cuore delle Langhe a “La Morra, da Osvaldo Viberti”, un produttore di vini di qualità

di Pier Carlo Lava

Sono ormai più di dieci anni che due volte all’anno ci facciamo un giro nelle Langhe, per andare a La Morra da Osvaldo Viberti, un piccolo produttore di vini di grande qualità, che ogni volta ci accoglie con la sua immancabile e cortese ospitalità, come una festa per un incontro fra vecchi amici.

Lo scopo è duplice, fare una bella gita fuori porta in campagna, lontano dallo smog, dai rumori e dalla vita frenetica della città e comperare i suoi grandi vini, Barolo, Barbera d’Alba, Dolcetto d’Alba, Nebbiolo, che produce da sempre con l’uva delle proprie vigne, e più recentemente un grande vino bianco, che in questa occasione abbiamo assaggiato (insieme agli altri) “Langhe Nascetta D.o.c. Paplot 2013”.

Ma chi è Osvaldo Viberti?

All’inizio degli anni ‘90,Osvaldo Viberti decide di subentrare alla conduzione dell’azienda agricola che i nonni Assunta e Tistin con molto sacrificio avevano creato lasciandola in eredità al figlio Gino. Una vecchia foto ritrae le tre generazioni intente alla pigiatura delle pregiate uve nella piccola cantina situata nella Borgata Serra dei Turchi.

La “Borgata Serra dei Turchi” si sviluppa su un lungo promontorio che dal Bricco di San Biagio si protende verso Alba. Il versante a levante gode di un clima particolarmente mite che ricrea le condizioni favorevoli tipiche di una piccola serra. La posizione strategica e le ottime condizioni climatiche hanno indotto verso la fine del primo millennio, una colonia di soldati saraceni (i Turchi secondo l’immaginario collettivo della gente di Langa) a stanziare su questa collina a lungo.

Osvaldo oggi si dedica in modo costante alla conduzione dell’azienda agricola insieme a Carla e ai giovani figli Anna e Paolo restituendo la forte passione che ha accomunato, negli anni, ogni generazione appartenuta alla propria famiglia. Continua a leggere “Nel cuore delle Langhe a “La Morra, da Osvaldo Viberti”, un produttore di vini di qualità”

Alessandria, il turismo, la sfida con Asti e Langhe (e i contributi milionari). E un futuro nebuloso…

Alessandria, il turismo, la sfida con Asti e Langhe (e i contributi milionari). E un futuro nebuloso…

di Enrico Sozzetti

https://160caratteri.wordpress.com

La storia è ormai nota. A settembre l’Atl (agenzia di promozione turistica locale) di Asti dovrebbe procedere all’accorpamento con quella di Alba Bra Langhe e Roero, creando così l’Atl Langhe, Monferrato e Roero “sulla scia dei paesaggi vitivinicoli riconosciuti Patrimonio dell’umanità dall’Unesco” come si è letto nelle cronache dei giorni scorsi.

E ad Alessandria che succede? “S’indigna, s’impegna, poi getta la spugna con gran dignità” verrebbe da rispondere con le parole di Fabrizio de Andrà scritte per ‘Don Raffaè’.

ales il turismo

E sì, perché i commenti letti finora non vanno oltre. Certo, l’atteggiamento dell’amministrazione comunale astigiana si presta a una buona dose di critiche, anche perché sembra proprio che la regia sia tutta di Alba e che la decisione di Asti di aderire al progetto dell’Atl unica rappresenti una sorta di ultima spiaggia per un territorio piccolo e i cui numeri rischiano di diventare asfittici. Però la scelta poteva essere diversa. Per esempio, ragionare su un’area vasta di maggiori dimensioni e con grandi capacità attrattive, visto che, come ha dichiarato Mauro Carbone, direttore dell’Atl di Alba, un “turista di Chicago non sceglie fra Langhe e Monferrato, ma tra Piemonte e Borgogna”. Questi territori visti da fuori sono davvero microscopici. E l’unico modo per renderli competitivi sul fronte del mercato turistico nazionale e internazionale è creare identità forti e territori attrattivi grazie alle moltissime peculiarità. Ci riuscirà, da sola, a questo punto la nuova Atl? Vedremo. Continua a leggere “Alessandria, il turismo, la sfida con Asti e Langhe (e i contributi milionari). E un futuro nebuloso…”

Landscape Perception: approfondimento. Mostra di Mark Cooper e Manuel Cazzola

Landscape Perception: approfondimento. Mostra di Mark Cooper e Manuel Cazzola

Casale Monferrato: Venerdì 22 giugno alle ore 17,30, in occasione del quarto compleanno del cinquantesimo sito italiano Unesco (I Paesaggi vitivinicoli di Langhe, Roero e Monferrato), sarà inaugurata nelle sale del secondo piano del Castello del Monferrato la mostra a ingresso gratuito Landscape Perception, un evento di valore internazionale..

Il percorso espositivo, visitabile fino al 22 luglio, è dedicato, attraverso le fotografie di Mark Cooper, a Langhe, Roero e Monferrato, uno scrigno di ricchezze per il patrimonio naturale, artistico e culturale del Piemonte.

L’esposizione sarà visitabile il sabato e la domenica dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19 (saranno possibili visite anche nei giorni feriali su appuntamento ai numeri 0142 444271 e 0142 444330). Sabato 23 giugno, in occasione dell’appuntamento con Aperto per Cultura, la mostra sarà aperta anche dalle 21,30 alle 23,30. Continua a leggere “Landscape Perception: approfondimento. Mostra di Mark Cooper e Manuel Cazzola”

111 luoghi: c’è anche Casale Monferrato. Appello ai fotografi appassionati del territorio

111 luoghi: c’è anche Casale Monferrato. Appello ai fotografi appassionati del territorio

Casale Monferrato

Il Comune di Casale Monferrato è stato scelto da Alessandro Martini e Maurizio Francesconi (autori del volume 111 luoghi di Torino che devi proprio scoprire), come protagonista da inserire nel volume 111 luoghi di Langhe, Roero e Monferrato che devi proprio scoprire.

Per questo motivo, i due autori hanno richiesto immagini della Gipsoteca Bistolfi, della Cattedrale (Sacrestia Aperta, Nartece e sottotetti), della Sinagoga e Musei Ebraici, del Paraboloide, del Parco Eternot e Vivaio Eternot.

Il Comune ha deciso di cogliere l’occasione per costituire un archivio fotografico che sarà disponibile in licenza Creative Commons al quale potranno partecipare i fotografi, anche dilettanti, che decideranno di inviare scatti dei soggetti sopra elencati e anche altri soggetti a discrezione, tutti riguardanti il patrimonio artistico, storico e naturalistico casalese. Continua a leggere “111 luoghi: c’è anche Casale Monferrato. Appello ai fotografi appassionati del territorio”

Centro di Cultura: Percorso letterario 2018. Primo incontro su Beppe Fenoglio e gita ad Alba

incontro 17 febbraio 2018

Sabato 17 febbraio 2018 si terrà il primo incontro del percorso letterario che il Centro di Cultura – Gruppo di operatori dell’Università Cattolica di Alessandria dedicherà a Beppe Fenoglio.

Annualmente, a partire dal 2008, l’associazione propone dei “Percorsi letterari” su autori della letteratura italiana che si articolano in conferenze, letture e gite sui luoghi legati alla vita e alle opere. Il prossimo 17 febbraio alle ore 18.00 presso la “Sala Iris” (via Volturno 18, Alessandria) il prof. Valter Boggione, docente di Letteratura italiana a Torino, tra i più importanti studiosi di Beppe Fenoglio nel panorama nazionale e internazionale, proporrà una relazione dal titolo «“Terra vergine letterariamente”. Le Langhe di Fenoglio». Al termine dell’incontro porgerà i saluti conclusi il prof. Renato Balduzzi, presidente del Centro di Cultura. Continua a leggere “Centro di Cultura: Percorso letterario 2018. Primo incontro su Beppe Fenoglio e gita ad Alba”

Centro di Cultura: Percorso letterario 2018. Primo incontro su Beppe Fenoglio e gita ad Alba

incontro 17 febbraio 2018

Sabato 17 febbraio 2018 si terrà il primo incontro del percorso letterario che il Centro di Cultura – Gruppo di operatori dell’Università Cattolica di Alessandria dedicherà a Beppe Fenoglio.

Annualmente, a partire dal 2008, l’associazione propone dei “Percorsi letterari” su autori della letteratura italiana che si articolano in conferenze, letture e gite sui luoghi legati alla vita e alle opere. Il prossimo 17 febbraio alle ore 18.00 presso la “Sala Iris” (via Volturno 18, Alessandria) il prof. Valter Boggione, docente di Letteratura italiana a Torino, tra i più importanti studiosi di Beppe Fenoglio nel panorama nazionale e internazionale, proporrà una relazione dal titolo «“Terra vergine letterariamente”. Le Langhe di Fenoglio». Al termine dell’incontro porgerà i saluti conclusi il prof. Renato Balduzzi, presidente del Centro di Cultura. Continua a leggere “Centro di Cultura: Percorso letterario 2018. Primo incontro su Beppe Fenoglio e gita ad Alba”