Spettacolo pirotecnico di Capodanno in barba al Regolamento

Spettacolo pirotecnico di Capodanno in barba al Regolamento

Spettabile Sindaco di Alessandria, Gianfraco Cuttica di Revisgliasco

Spettabile Direttore de IL PICCOLO e redazione de LA STAMPA per gentile pubblicazione 

Spettabili redazioni giornali online Alessandria News, Alessandria Oggi, CorriereAL, Oggi Cronaca, Radio Gold, Radio City, Tuono News per gentile pubblicazione

Spettabile blog Alessandria Post di Pier Carlo Lava per gentile pubblicazione

GattoTerrorizzato.jpg

Cambiano le amministrazioni comunali, ma i fuochi pirotecnici di fine anno restano una costante assoluta: nessuna amministrazione della Città di Alessandria rispetta o ha rispettato negli ultimi anni il Regolamento comunale per la tutela e il benessere degli animali. L’art. 9 comma 27 del Regolamento dice che è vietata l’accensione e il lancio di fuochi d’artificio, lo sparo di petardi, lo scoppio di mortaretti, razzi ed altri artifici pirotecnici dal 24 dicembre al 6 gennaio e il martedì grasso di carnevale di ogni anno. Ma il Comune stesso organizza ogni anno lo spettacolo pirotecnico di capodanno, con botti che sembrano cannonate che spaventano a morte gli animali.

Ogni anno le solite rassicurazioni beffa, che si cercherà di limitare la durata e l’intensità dello spettacolo. A parte il fatto che non è avvenuta nessuna riduzione né della durata né dell’intensità, ma se il Regolamento del Comune dice che l’accensione e il lancio di fuochi di artificio è vietato, è vietato per tutti, anche se qualche amministratore lo considera una tradizione. Anche quest’anno pertanto sfiduciamo questa amministrazione. Continua a leggere “Spettacolo pirotecnico di Capodanno in barba al Regolamento”

Abbattere lupi e orsi? La Lav alla Pat: ”Se passa la norma i danni li pagherà chi l’ha votata. Durnwalder docet”

Abbattere lupi e orsi? La Lav alla Pat: ”Se passa la norma i danni li pagherà chi l’ha votata. Durnwalder docet”

Lav

Dopo la sentenza storica della Corte dei Conti d’Appello che ha condannato il presidente della provincia di Bolzano ora i rischi per gli amministratori trentini che approveranno il disegno di legge 230 si fanno concreti. La Lav: ”I ricorsi sarebbero automatici”

http://www.ildolomiti.it

TRENTO. Che la condanna dell’ex presidente della Presidente della Provincia di Bolzano avrebbe avuto delle ripercussioni anche in Trentino lo avevamo scritto subito. Centinaia di decreti emessi in deroga a leggi nazionali ed europee che avevano, negli anni, permesso l’abbattimento di migliaia di animali selvatici, sono stati ritenuti illegittimi dalla Corte dei Conti d’Appello che ha riconosciuto un danno erariale di oltre 1 milione di euro all’ex presidente e al suo dirigente provinciale dell’ufficio caccia e pesca.

E il rischio che le affinità con l’annunciato disegno di legge 230 dell’assessore Dallapiccola e del presidente Ugo Rossi, sulla possibilità di uccidere lupi e orsi”autonomamente” (dopo che tra l’altro il ministero dell’ambiente ha sempre risposto picche negli anni), siano tante è molto evidente. La pensa così anche laLav che ha scritto ai membri della Terza commissione permanente del Consiglio Provinciale (che si sta occupando della questione) e la richiesta è chiara: rigettare nella sua interezza l’annunciata norma. Continua a leggere “Abbattere lupi e orsi? La Lav alla Pat: ”Se passa la norma i danni li pagherà chi l’ha votata. Durnwalder docet””