Editoria: Fornaro (Leu), per pluralismo informativo no taglio fondi

Editoria: Fornaro (Leu), per pluralismo informativo no taglio fondi 

Federico Fornaro

(AGI) – Roma, 7 nov. – “Liberi e Uguali presentera’ un emendamento soppressivo della norma contenuta nella legge di Bilancio che prevede l’azzeramento dei contributi indiretti ai giornali a partire dal 2020.

I quotidiani editi dalle cooperative e i periodici locali rappresentano un patrimonio fondamentale per garantire un reale pluralismo informativo, oggi messo in discussione dal Governo Lega-M5S”.

Lo anticipa il capogruppo di Liberi e Uguali alla Camera, Federico Fornaro, parlando con i giornalisti a margine del convegno sul pluralismo dell’informazione che si e’ svolto oggi alla Camera.

Federico Fornaro. Pernigotti: Leu, fermare chiusura Novi Ligure e salvare 200 posti

Federico Fornaro. Pernigotti: Leu, fermare chiusura Novi Ligure e salvare 200 posti

Federico Fornaro

(AGI) – Roma, 7 nov. – “Ancora una volta i ‘prenditori’, in questo caso nelle vesti del gruppo turco Toksoz, dopo averla acquisita ed essersi impegnati a mantenere la produzione in loco, cercano di portare via dall’Italia un’azienda simbolo del made in Italy nel settore dolciario: la Pernigotti di Novi Ligure, che dal 1860 produce i noti gianduiotti.

Occorre un impegno coeso di tutte le istituzioni e della politica per salvare la Pernigotti con i suoi 200 lavoratori.

Ho presentato una interrogazione urgente al Ministero dello Sviluppo Economico affinche’ sia aperto al piu’ presto un tavolo di crisi per richiamare innanzitutto l’azienda alla sua responsabilita’ sociale e per verificare anche la possibilita’ di una cessione dell’azienda a imprenditori interessati a sviluppare in Italia il marchio e i prodotti Pernigotti”. Lo afferma il capogruppo di Liberi e Uguali alla Camera, Federico

Fornaro. (AGI)

Roberto Speranza: Siamo ancora in tempo, ma adesso solo un vero congresso può salvare LeU 

Roberto Speranza: Siamo ancora in tempo, ma adesso solo un vero congresso può salvare LeU 

La settimana scorsa il coordinamento nazionale di Articolo Uno Mdp ha ribadito la volontà di procedere nella trasformazione di LeU in un soggetto autonomo della sinistra e del lavoro e mi ha dato mandato a verificare definitivamente la fattibilità di tale obiettivo.

roberto-speranza

Abbiamo riaffermato la volontà di investire tutte le nostre energie in questo percorso, ribadendo la disponibilità di Mdp ad avviare un nuovo processo compiutamente democratico che porti al superamento delle attuali esperienze organizzative per dare vita a una nuova forza autonoma della sinistra. Io non ho rinnovato il nostro esecutivo proprio in vista di tale scenario.

Oggi, dinanzi a un quadro politico sempre più allarmante e all’approssimarsi di appuntamenti elettorali di primaria importanza, non si può più indugiare. È il momento di passare dalle parole ai fatti.

Per questo ho incontrato Pietro Grasso e Nicola Fratoianni chiedendo di accelerare nella fase costituente di Liberi e Uguali. È oggettivo che tra le forze politiche in campo ci siano differenze significative nella prospettiva politica più generale che si vuol perseguire e, conseguentemente, sul come affrontare le prossime elezioni amministrative ed europee. Nascondere queste differenze non sarebbe onesto con la nostra gente. Continua a leggere “Roberto Speranza: Siamo ancora in tempo, ma adesso solo un vero congresso può salvare LeU “

Programma Festa nazionale del Lavoro Articolo 1 MDP verso LEU

Programma Festa nazionale del Lavoro Articolo 1 MDP verso LEU 

Roma 20 – 23 settembre

Festa del lavoro 2018 dal 20 al 23 settembre. Tutti gli appuntamenti del programma

Ecco il programma di Festa del Lavoro, la festa nazionale di Articolo 1, segui tutti gli aggiornamenti sul sito di Articolo 1 MDP.

Tutte le sere sarà possibile cenare al ristorante biologico gestito dai nostri volontari e in collaborazione con Agricoltura Nuova.

Giovedì 20 settembre

Ore 17.30: Saluti di apertura.
Sabrina Alfonsi – Piero Latino – Elettra Pozzilli – Tommaso Sasso – Arturo Scotto

Ore 18.00: “Dove va questa Italia”, dialogo tra Pier Luigi Bersani e Marco Travaglio.
Conduce Tommaso Labate
Continua a leggere “Programma Festa nazionale del Lavoro Articolo 1 MDP verso LEU”

Crollo ponte: Fornaro Leu, subito legge speciale per Genova

Crollo ponte: Fornaro Leu, subito legge speciale per Genova

federico Fornaro

(ANSA) – ROMA, 30 AGO – “Liberi e Uguali aveva proposto dopo il crollo del Ponte Morandi che il Parlamento approvasse nel piu’ breve tempo possibile una legge speciale per Genova che, oltre alla fondamentale ricostruzione del ponte autostradale, ricomprenda anche la soluzione degli annosi problemi dei collegamenti trasportistici del capoluogo ligure e dia una risposta anche ad un territorio fragile sotto il profilo idrogeologico come quello genovese”. Lo afferma il capogruppo di LeU a Montecitorio Federico Fornaro.

“Vediamo che la nostra proposta di legge speciale per Genova trova ogni giorno che passa nuovi consensi nelle istituzioni e nelle forze politiche: bene, si passi dunque dalle parole ai fatti. In parallelo vanno trovate risorse importanti nella prossima legge di Bilancio per un piano straordinario di manutenzione del patrimonio pubblico di infrastrutture della viabilita’ ordinaria, anche alla luce dei tagli di questi ultimi anni alle Province”.(ANSA).

FORNARO: Ministero Interno riconosce carenza organici Vigili del Fuoco

FORNARO: Ministero Interno riconosce carenza organici Vigili del Fuoco

“Rispondendo a una mia interrogazione, il ministero dell’Interno riconosce una carenza di organici dei Vigili del Fuoco nella nostra provincia superiore alla media nazionale: 14,72% contro 7,28%, il doppio.

Non può essere quindi sufficiente l’annunciato arrivo di 4 nuovi vigili del fuoco.

E’ necessario che questo gap negativo negli organici sia colmato in tempi rapidi, così come è indispensabile che vengano acquisiti nuovi mezzi operativi”.

Lo scrive in una nota l’on. Federico Fornaro, capogruppo di Liberi e Uguali alla Camera.

Barometro Politico Demopolis: M5S al 31%, Lega al 29%

Barometro Politico Demopolis: M5S al 31%, Lega al 29%

Il Movimento 5 Stelle, in ripresa nelle ultime 2 settimane, otterrebbe oggi il 31%, confermandosi prima forza politica del Paese. La Lega, stabile dopo la crescita degli ultimi mesi, avrebbe il 29%. Ampiamente staccati appaiono il Partito Democratico al 17,5% e Forza Italia al 9,5%: sono i dati del Barometro Politico di fine luglio dell’Istituto Demopolis, diretto da Pietro Vento. 
 
La centralità politica e mediatica degli ultimi giorni, dall’abolizione dei vitalizi all’annuncio delle norme sulla corruzione sino al “decreto dignità” sui temi del lavoro, ha contribuito ad invertire il trend del Movimento guidato da Luigi Di Maio, che era apparso in secondo piano, nel mese di giugno, rispetto al protagonismo del ministro dell’Interno Matteo Salvini sull’immigrazione.  
“Secondo i dati rilevati prima della pausa estiva – spiega il direttore di Demopolis Pietro Vento – con le opposizioni in difficoltà,  i due partiti che hanno dato vita al Governo Conte, M5S e Lega, conquistano nel complesso il voto di 6 italiani su 10”. 
 
 Barometro_Luglio_2018
Nota informativa – L’indagine è stata condotta il 24 ed il 25 luglio 2018 dall’Istituto Demopolis, diretto da Pietro Vento, su un campione stratificato di 1.200 intervistati, rappresentativo della popolazione italiana maggiorenne. Supervisione della rilevazione demoscopica di Marco E. Tabacchi. Coordinamento del Barometro Politico Demopolis a cura di  Pietro Vento, con la collaborazione di Giusy Montalbano e Maria Sabrina Titone.

Federico Fornaro LEU ha presentato un Interrogazione alla Camera, in merito ai danni della Fauna selvatica

Federico Fornaro LEU ha presentato un Interrogazione alla Camera, in merito ai danni della Fauna selvatica

federico Fornaro

Alessandria today, pubblichiamo il testo integrale dell’Interrogazione con la risposta del Ministero dell’Agricoltura, in merito ai danni della fauna selvatica presentata dal Deputato Federico Fornaro:

Interrogazione a risposta immediata in commissione presentato da FORNARO Federico

testo di Martedì 24 luglio 2018, seduta n. 32

FORNARO. — Al Ministro delle politiche agricole alimentari, forestali e del turismo. — Per sapere – premesso che:

l’articolo 19 della legge 11 febbraio 1992, n. 157, sul controllo della fauna selvatica prevede, al comma 2, che: «Le regioni, per la migliore gestione del patrimonio zootecnico, per la tutela del suolo, per motivi sanitari, per la selezione biologica, per la tutela del patrimonio storico-artistico, per la tutela delle produzioni zoo-agro-forestali ed ittiche, provvedono al controllo delle specie di fauna selvatica anche nelle zone vietate alla caccia. Tale controllo, esercitato selettivamente, viene praticato di norma mediante l’utilizzo di metodi ecologici su parere dell’Istituto nazionale per la fauna selvatica. Qualora l’Istituto verifichi l’inefficacia dei predetti metodi, le regioni possono autorizzare piani di abbattimento. Tali piani devono essere attuati dalle guardie venatorie dipendenti dalle amministrazioni provinciali. Queste ultime potranno altresì avvalersi dei proprietari o conduttori dei fondi sui quali si attuano i piani medesimi, purché muniti di licenza per l’esercizio venatorio, nonché delle guardie forestali e delle guardie comunali munite di licenza per l’esercizio venatorio»; Continua a leggere “Federico Fornaro LEU ha presentato un Interrogazione alla Camera, in merito ai danni della Fauna selvatica”

Palazzotto smentisce la giornalista tedesca: “Tentativo di depistaggio”

Palazzotto smentisce la giornalista tedesca: “Tentativo di depistaggio”

A crew member of NGO Proactiva Open Arms rescue boat embraces African migrant in central Mediterranean Sea

Il deputato Leu, che era a bordo della nave di open Arms: “Mentre una motovedetta girava scena del salvataggio perfetto con una tv tedesca, l’altra lasciava in mare 2 donne e 1 bambino”
By Huffington Post
JUAN MEDINA / REUTERS

Quello raccontato dalla giornalista della tv tedesca N-tv Nadja Kriewald e quello testimoniato dal video diffuso da Open Arms sarebbero “due interventi diversi, uno ad 80 miglia davanti ad al Khoms, l’altro davanti a Tripoli”. Lo scrive su Twitter il deputato di Liberi e Uguali Erasmo Palazzotto, che era a bordo della nave Astral della ong spagnola: “Mentre una motovedetta girava la scena del salvataggio perfetto con una tv tedesca, un’altra lasciava in mezzo al mare 2 donne ed un bambino – racconta Palazzotto, per il quale la versione della giornalista tedesca non sarebbe altro che un “maldestro tentativo di depistaggio.” Continua a leggere “Palazzotto smentisce la giornalista tedesca: “Tentativo di depistaggio””

RAI. FORNARO (LEU) nominato in Commissione di Vigilanza RAI

RAI. FORNARO (LEU) nominato in Commissione di Vigilanza RAI

federico Fornaro

Il deputato Federico Fornaro è stato nominato componente della Commissione di Vigilanza RAI in rappresentanza del gruppo di Liberi e Uguali alla Camera dei Deputati.

Fornaro era già stato in Vigilanza Rai nella scorsa legislatura.

“Continuerò in questa legislatura una battaglia democratica sul tema della mancata ricezione del segnale RAI in molte aree del Piemonte che rappresenta un’autentica ingiustizia ai danni dei cittadini che abitano nei territori marginali.

La Commissione di Vigilanza RAI ha poi un compito fondamentale per la tutela del pluralismo politico e culturale dell’intero settore radiotelevisivo, oltre a controllare l’attività della più importante industria culturale del nostro Paese, la RAI”.

Lo scrive in una nota l’on. Federico Fornaro

Lavoro. Fornaro (LEU): informativa governo alla Camera su incidenti sul lavoro

Lavoro. Fornaro (LEU): informativa governo alla Camera su incidenti sul lavoro

federico Fornaro

” A seguito di una richiesta del gruppo di Liberi e Uguali, oggi il Ministro del Lavoro, Luigi Di Maio ha svolto di fronte all’aula di Montecitorio una informativa urgente sulla sicurezza e gli incidenti sui luoghi di lavoro.

Sono già oltre trecento le lavoratrici e i lavoratori morti sul luogo di lavoro dall’inizio dell’anno; tra gli ultimi Davide Olivieri, tirocinante perito a Vignole nei giorni scorsi e ricordato nel dibattito parlamentare. Continua a leggere “Lavoro. Fornaro (LEU): informativa governo alla Camera su incidenti sul lavoro”

FINPIEMONTE, GRUPPO M5S: “AFFOSSATA DA PD-LEU E FORZA ITALIA-LEGA LA COMMISSIONE D’INCHIESTA PER FARE CHIAREZZA SUGLI 11 MILIONI SPARITI DEI CITTADINI PIEMONTESI”

FINPIEMONTE, GRUPPO M5S: “AFFOSSATA DA PD-LEU E FORZA ITALIA-LEGA LA COMMISSIONE D’INCHIESTA PER FARE CHIAREZZA SUGLI 11 MILIONI SPARITI DEI CITTADINI PIEMONTESI”

Pd, LEU, Lega e Forza Italia affossano la commissione d’inchiesta su Finpiemonte proposta dal Movimento 5 Stelle per fare chiarezza. Un asse solido che nel voto ha unito, guarda caso, chi ha governato la finanziaria regionale. Evidentemente c’è molta paura di un’operazione trasparenza mirata a fare piena luce sulla sparizione di 11 milioni di euro dei cittadini piemontesi, sul rispetto delle norme e sull’individuazione di nuove procedure per evitare casi simili in futuro. Forse perché la Commissione d’inchiesta sarebbe guidata da un consigliere d’opposizione?

In un contesto in cui le novità di questa vicenda vengono apprese dallo stesso vicepresidente Reschigna leggendo i giornali, senza essere informato dai soggetti nominati dalla Giunta al vertice di Finpiemonte, è quantomeno necessario mettere in campo tutti i migliori strumenti messi a disposizione dallo statuto regionale.

Lo stesso Pd che invocava, ed otteneva, commissioni speciali quando era in opposizione in Regione (e l’ha chiesta ed ottenuto in Comune col M5S) è lo stesso che ora non ritiene più utile questo strumento. In aula abbiamo assistito alla solita moralità a targhe alterne dei consiglieri democratici.

La proposta di un “approfondimento” conoscitivo in commissione bilancio, guidata da un dem, è un pannicello caldo per un paziente grave.

Gruppo regionale M5S Piemonte

CINQUESTELLE NO A BERLUSCONI, PERCHE’ NON PROVARE ALTRE STRADE ?, di Gianfranco Isetta

imagesISETTA-GIANFRANCO-DEF

CINQUESTELLE NO A BERLUSCONI, PERCHE’ NON PROVARE ALTRE STRADE ?

di gianfranco-isetta https://www.alganews.it

Francamente non capisco lo stupore (o il falso stupore) di qualche politico e alcuni commentatori per il rifiuto dei Cinquestelle di accogliere la proposta di Paolo Romani quale Presidente del Senato e ancor di più di rifiutare di riconoscere Berlusconi come interlocutore.
Mi sembra del tutto ovvio che questi due pregiudicati, e ancor di più Berlusconi, inibito anche ad assumere cariche pubbliche, debbano c’entrare poco, o niente affatto, con l’assunzione di ruoli istituzionali o nel contribuire a determinarli.
A meno che non si assuma implicitamente l’idea che il consenso, ancorchè parziale, possa sostituire il responso della giustizia rispetto a reati, nel caso di Berlusconi, anche molto gravi.
Il mondo alla rovescia!
Il movimento Cinquestelle ha fatto di questa questione, sintetizzata con lo slogan “onestà”, uno dei punti essenziali non solo del suo programma ma anche del suo stesso profilo politico e morale, fino ad assumere a volte posizioni di rigidità tali da creare a se stesso problemi.
Potrebbe rischiare l’isolamento in Parlamento?
Continua a leggere “CINQUESTELLE NO A BERLUSCONI, PERCHE’ NON PROVARE ALTRE STRADE ?, di Gianfranco Isetta”