Libertà – Libertà – Libertà, l’Art.21 della Costituzione non è un optional !, di Pier Carlo Lava

Libertà – Libertà – Libertà, l’Art.21 della Costituzione non è un optional!

di Pier Carlo Lava

La libertà di manifestare liberamente il proprio pensiero va difesa è un Diritto costituzionale. Libertà di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione, ecco cosa recita la Costituzione della Repubblica italiana all’Art. 21:

costituzione-art-21

La libertà di opinione (art. 21 della Costituzione)

“Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.

La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure.

Si può procedere a sequestro soltanto per atto motivato dell’autorità giudiziaria [cfr. art.111 c.1] nel caso di delitti, per i quali la legge sulla stampa espressamente lo autorizzi, o nel caso di violazione delle norme che la legge stessa prescriva per l’indicazione dei responsabili.

In tali casi, quando vi sia assoluta urgenza e non sia possibile il tempestivo intervento dell’autorità giudiziaria, il sequestro della stampa periodica può essere eseguito da ufficiali di polizia giudiziaria, che devono immediatamente, e non mai oltre ventiquattro ore, fare denunzia all’autorità giudiziaria. Se questa non lo convalida nelle ventiquattro ore successive, il sequestro s’intende revocato e privo d’ogni effetto.

La legge può stabilire, con norme di carattere generale, che siano resi noti i mezzi di finanziamento della stampa periodica.

Sono vietate le pubblicazioni a stampa, gli spettacoli e tutte le altre manifestazioni contrarie al buon costume. La legge stabilisce provvedimenti adeguati a prevenire e a reprimere le violazioni”.

censura-300x244

La Costituzione della Repubblica italiana garantisce la libertà di stampa e di opinione ma questo strumento di Democrazia va difeso ogni giorno in quanto è continuamente minacciato dai poteri forti e dalle lobby che vorrebbero controllare l’informazione su tutti i media per farne uno strumento di potere al loro servizio, per scopi solitamente illeciti. Oggi più che mai capita sovente che la stampa e il libero pensiero dei cittadini sia aspramente attaccato da chi viene giustamente criticato per i propri comportamenti nel modo di governare o di svolgere funzioni pubbliche e private.

Nessuno accetta di essere criticato, dimenticando che la libertà di stampa e di critica costruttiva rappresenta il sale della democrazia oltre al diritto dei cittadini di essere correttamente informati sull’operato di chi è stato incaricato con voto popolare di governarci. Ovviamente non possiamo certo paragonare l’Italia a paesi dove vige la dittatura o fintamente democratici, dove giornalisti e blogger non allineati e con la schiena dritta che scrivono contro il potere vengono fisicamente eliminati. Continua a leggere “Libertà – Libertà – Libertà, l’Art.21 della Costituzione non è un optional !, di Pier Carlo Lava”

La libertà è solo un illusione, siamo come tante marionette in mano ai burattinai

La libertà è solo un illusione, siamo come tante marionette in mano ai burattinai

di Pier Carlo Lava

La libertà come la vita, non ha prezzo, forse è per questo che solo pochi possono permettersi di averla…

Abbiamo una sola libertà… quella di vivere in una società teleguidata dai poteri forti, dalle lobby, dalle multinazionali e dai grandi gruppi finanziari, che hanno un costante e completo controllo della nostra vita e muovono le fila di tutto quello che succede nel mondo. Siamo come tante marionetta in mano a pochi burattinai.

Libertà, ecco cosa recita la Costituzione della Repubblica italiana all’Art. 13

“La libertà personale è inviolabile. Non è ammessa forma alcuna di detenzione, di ispezione o perquisizione personale, né qualsiasi altre restrizione della libertà personale, se non per atto motivato dall’autorità giudiziaria e nei soli casi e modi previsti dalla legge. In casi eccezionali di necessità ed urgenza, indicati tassativamente dalla legge, l’autorità di pubblica sicurezza può adottare provvedimenti provvisori, che devono essere comunicati entro quarantotto ore all’autorità giudiziaria e, se questa non li convalida nelle successive quarantotto ore, si intendono revocati e restano privi di ogni effetto. È punita ogni violenza fisica e morale sulle persone comunque sottoposte a restrizioni di libertà. La legge stabilisce i limiti massimi della carcerazione preventiva”

Pier Carlo Lava

Ma se la Costituzione della Repubblica italiana per taluni aspetti ci garantisce la liberà, per altri invece purtroppo non ci protegge, anche per il fatto che quando è stata stilata e sottoscritta, il 27 dicembre del 1947 dopo 18 mesi di lavoro dell’Assemblea Costituente, dall’allora Capo Provvisorio dello Stato, Enrico De Nicola, non sussisteva e nemmeno era pensabile che un giorno ci potessimo trovare nella situazione attuale.

Quando un paese è dominato dalla dittatura nessuno è libero e la storia passata del nostro paese purtroppo insegna.

Oggi solo per il fatto che da 70 anni siamo in democrazia pensiamo di essere finalmente liberi, di potere decidere e scegliere in piena libertà quello che ci piace o non ci piace fare ma ci illudiamo perchè non è così.

Quando scegliamo un prodotto al supermercato crediamo che sia stato per una nostra libera decisione, invece siamo stati indotti a fare quella precisa scelta influenzati da una pubblicità massiccia, continua, martellante al punto chediventiamo degli automi senza nemmeno accorgercene.

Pensiamo di riuscire a tutelare la nostra privacy, esiste persino un Garante… ma non è così dato che ovunque andiamo, qualsiasi cosa facciamo, quando ci muoviamo con lo smartphone, usiamo il computer o il tablet, percorriamo un’autostrada, prendiamo la metropolitana, entriamo nei locali pubblici e privati, nelle banche, usiamo la carta di credito o il bancomat, persino quando camminiamo a piedi o in bicicletta in città c’è sempre l’occhio vigile delle telecamere che ci segue.

Perciò non siamo mai soli ma costantemente controllati, monitorati e quindi facilmente rintracciabili da chi ha la facoltà di accedere a tutte le molteplici fonti di informazione esistenti e che per i propri scopi in qualsiasi momento decidesse di farlo.

Abbiamo una sola libertà… quella di vivere in una società teleguidata dai poteri forti, dalle lobby, dalle multinazionali e dai grandi gruppi finanziari, che hanno un costante e completo controllo della nostra vita e muovono le fila di tutto quello che succede nel mondo. Siamo come tante marionetta in mano a pochi burattinai.

La libertà come la vita, non ha prezzo, forse è per questo che solo pochi possono permettersi di averla…

Toglietemi tutto, ma non la libertà di scrivere 

Toglietemi

Scrivi. Carta e penna fanno miracoli. Curano i dolori, consolidano i sogni, restituiscono la speranza. Paulo Coelho.

« Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione. La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure. » L’espressione articolo 21 si riferisce, in breve, all’articolo della Costituzione italiana dedicato alla libertà di stampa.

La libertà di manifestazione del pensiero è uno dei pilastri di ogni ordinamento democratico e non si estende non solo al pensiero politico, ma anche alla fede religiosa, all’arte e alla scienza. Da ciò deriva la libertà di insegnamento e la libertà della scuola.

Il pensiero dei poeti e delle poetesse sulla scrittura…

Pier Carlo Lava Come sarebbe bello e poetico se tutti i miei cari amici poeti e poetesse scrivessero una loro definizione…. potrei raggrupparle e pubblicare un post… e lanciare a vostro nome un messaggio culturale… credo che c’e ne sia proprio bisogno nel mondo odierno… Continua a leggere “Toglietemi tutto, ma non la libertà di scrivere “

Perchè critichi la poesia? – di Marina Vicario

Perchè critichi la Poesia?
Le parole del Poeta sono universali.
Egli si esprime
con l’armonia delle messi
che ondeggiano d’estate.
Cade estasiato al
frinir delle cicale
per scrivere d’impeto
ciò che l’anima
rivela.
Si affretta a contemplare
la luna piena
per intonare tacite odi
alla musa senza euguali.

Il Poeta è il Maestro della sua vita
non impone
ma esprime
Egli desidera null’altro che
ottenere il balzo del vostro cuore

È un errante
è un irredente,
è senza patria
e senza scorta
Egli è libero
di amare e di odiare

Mai potrete criticare un Poeta,
sarebbe come carcerare un innocente.
Il Poeta regala la purezza
della sua intimità
Egli è sempre come una vergine
in cerca dell’amore vero…
Le sue parole sono universali
sono sempre puntate
al bersaglio più vulnerabile:
il cuore…

La libertà è solo un illusione, siamo come tante marionette in mano ai burattinai

La libertà è solo un illusione, siamo come tante marionette in mano ai burattinai

di Pier Carlo Lava

Libertà, ecco cosa recita la Costituzione della Repubblica italiana all’Art. 13

“La libertà personale è inviolabile. Non è ammessa forma alcuna di detenzione, di ispezione o perquisizione personale, né qualsiasi altre restrizione della libertà personale, se non per atto motivato dall’autorità giudiziaria e nei soli casi e modi previsti dalla legge. In casi eccezionali di necessità ed urgenza, indicati tassativamente dalla legge, l’autorità di pubblica sicurezza può adottare provvedimenti provvisori, che devono essere comunicati entro quarantotto ore all’autorità giudiziaria e, se questa non li convalida nelle successive quarantotto ore, si intendono revocati e restano privi di ogni effetto. È punita ogni violenza fisica e morale sulle persone comunque sottoposte a restrizioni di libertà. La legge stabilisce i limiti massimi della carcerazione preventiva”

Pier Carlo Lava

Ma se la Costituzione della Repubblica italiana per taluni aspetti ci garantisce la liberà, per altri invece purtroppo non ci protegge, anche per il fatto che quando è stata stilata e sottoscritta, il 27 dicembre del 1947 dopo 18 mesi di lavoro dell’Assemblea Costituente, dall’allora Capo Provvisorio dello Stato, Enrico De Nicola, non sussisteva e nemmeno era pensabile che un giorno ci potessimo trovare nella situazione attuale.

Quando un paese è dominato dalla dittatura nessuno è libero e la storia passata del nostro paese purtroppo insegna.

Oggi solo per il fatto che da 70 anni siamo in democrazia pensiamo di essere finalmente liberi, di potere decidere e scegliere in piena libertà quello che ci piace o non ci piace fare ma ci illudiamo perchè non è così. Continua a leggere “La libertà è solo un illusione, siamo come tante marionette in mano ai burattinai”

Il sogno di una rivoluzione, di Cristina Saracano

WhatsApp Image 2018-02-16 at 16.02.22

Recensione di Cristina Saracano del libro di Maria Teresa Gavazza

Questa parola, rivoluzione, può essere segno di cambiamento in movimento.

Cinquant’anni fa molti ragazzi, ma sopratutto molte ragazze in un’epoca volta al consumismo, hanno accantonato per un attimo i consumi e pensato solo agli effettivi bisogni, primo tra tutti la libertà.

Anche questa parola, libertà, esprime voglia di rinnovare, spalanca orizzonti mai esplorati e porta a nuove conoscenze.

Bisogna essere giovani, coraggiosi, caparbi come lo sono stati le ragazze e i ragazzi che nei tre anni (1967-1968-1969) hanno dato vita a una rivoluzione per ottenere la libertà.

In quegli anni essi sono riusciti a rompere i muri tirati su dai benpensanti e dai conformisti, per passare oltre la realtà che fino ad allora aveva portato a discriminazioni e ingiustizie in contrasto con ciò per cui i padri di questi giovani avevano lottato. Continua a leggere “Il sogno di una rivoluzione, di Cristina Saracano”

Sergio Mattarella “risponde” ai 5 stelle: “Imprescindibili pluralismo e libertà di opinioni”

Sergio Mattarella “risponde” ai 5 stelle: “Imprescindibili pluralismo e libertà di opinioni”

Sul blog delle stelle attacco ai giornali e in particolare a Repubblica per la copertura della manifestazione in Campidoglio contro l’amministrazione Raggi

Italian Football Team Meets President Sergio Mattarella


By Huffington Post
PAOLO BRUNO VIA GETTY IMAGES

“L’irrobustimento delle voci espressive di identità e realtà rappresenta un servizio reso alla intera comunità della Repubblica: il pluralismo e la libertà delle opinioni sono condizioni imprescindibili per un Paese civile, come afferma la nostra Costituzione”. Lo scrive Sergio Mattarella, in un messaggio al Sir, l’agenzia dei vescovi, in occasione dei trent’anni dalla fondazione.

Il Presidente della Repubblica torna a farsi sentire sul tema all’indomani dell’ennesimo attacco da parte del Movimento 5 contro i giornali e in particolare contro Repubblica. Continua a leggere “Sergio Mattarella “risponde” ai 5 stelle: “Imprescindibili pluralismo e libertà di opinioni””

VIAGGIO IN BICICLETTA INTORNO AI 70 ANNI DELLA COSTITUZIONE ITALIANA

VIAGGIO IN BICICLETTA INTORNO AI 70 ANNI DELLA COSTITUZIONE ITALIANA 

Novi Ligure: Sulle ali della libertà

“Sulle ali della libertà” è un viaggio in bicicletta, da Torino a Roma, con partenza il 25 settembre e arrivo il 29 settembre 2018 che ha come scopo il rinnovamento del ricordo dei 70 anni dall’entrata in vigore della Costituzione italiana.

Verranno attraversate numerose città in varie tappe, tra cui Superga, Asti, Novi Ligure, Volpedo, Voghera, Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Modena, Maranello, Bologna, Firenze, Arezzo, Perugia, Assisi.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Martedì 25 settembre 2018 il tour prenderà il via da Torino per la prima tappa che avrà come città di arrivo Novi Ligure, per un totale di 112 Km.

I temi della giornata saranno: per la città di Torino (prima capitale d’Italia) Carlo Alberto e lo Statuto del Regno, il Grande Torino in trasferta per sempre nel 1949, la Carta di Chiasso, Don Bosco e i “santi sociali” dell’800; per la città di Asti, Vittorio Alfieri e l’amor di Patria; per il paese di Volpedo, la memoria di Giuseppe Pellizza (pittore de “Il Quarto Stato”); per la città di Novi Ligure i “Campionissimi” Costante Girardengo e Fausto Coppi.

Il programma della prima tappa prevede il ritrovo alle ore 8 a Torino, presso la Basilica di Superga; alle ore 10 partenza da Superga e percorso fino ad Asti, con arrivo previsto intorno alle ore 12. Accoglienza del Sindaco Maurizio Rasero, con breve rievocazione storica di Giovanni Gerbi e di Vittorio Alfieri. Continua a leggere “VIAGGIO IN BICICLETTA INTORNO AI 70 ANNI DELLA COSTITUZIONE ITALIANA”

La musica libertà, di Libera.mente

La musica libertà, di Libera.mente

La musica

https://luca701.wordpress.com

Trovatevi uno strumento, fate musica d’insieme* in una banda raminga

suonate sui palchi che vivere offre

Non sempre il suono è ottimale,

C’È da provare e riprovare

non ci si sente,

concentrata per non sbagliare, perdersi qualche nota per strada e poi recuperarla,

State in compagnia e espressione

Condividete pensieri o risate e abbracci sonori

Magari

Dimenticando per attimi sorpresa alcuni luoghi e persone del niente che incontrate in ascensore quotidianamente

La musica libertà

Forlimpopoli 2-6-18

LiberAzioni 2018: il 24 aprile targhe per i partigiani

Liberazioni manifesto 24 aprile Casale.pdf altat.jpg

LiberAzioni 2018: il 24 aprile targhe per i partigiani
Casale Monferrato: Il 24 aprile, all’interno del ricco palinsesto di LiberAzioni 2018, nell’ambito del progetto “Per una toponomastica del casalese”, verranno inaugurate diverse targhe di vie cittadine che ricordano il movimento partigiano: tra di esse anche quelle che verranno poste ai due estremi di via Alfredo Piacibello.
La 181ª Brigata Garibaldi “Piacibello” fu una delle formazioni partigiane che partecipò attivamente alla Liberazione di Casale Monferrato, entrando in città dalla strada di Ozzano. La brigata prendeva il proprio nome da Alfredo Piacibello, un operaio comunista che fu tra i primi animatori del movimento partigiano del Monferrato. Piacibello venne catturato dai nazifascisti nell’ottobre 1944, venne legato a un autocarro e trascinato nella piazza di Ozzano dove fu ucciso a colpi di mitraglia. Continua a leggere “LiberAzioni 2018: il 24 aprile targhe per i partigiani”

Serata Primo Levi, di Lia Tommi

di Lia Tommi, Alessandria

In prossimità del 25 aprile, festa della Liberazione dal nazifascismo, l’Associazione Cultura e Sviluppo organizza, per giovedì 19 aprile ( dalle ore 19 alle ore 22,30, con pausa buffet alle 20,30 circa) , un’importante iniziativa in collaborazione con la Fondazione Primo Levi. Sarà presente ad Alessandria il presidente della Fondazione, il professor Fabio Levi ( ordinario di Storia contemporanea presso l’Università di Torino), e con lui interverranno Roberta Morì e Domenico Scarpa, curatori del volume “Album Primo Levi “(Einaudi, Torino, 2017), che verrà presentato nel corso della serata. Continua a leggere “Serata Primo Levi, di Lia Tommi”

Hong Kong, libertà soffocate dall’abbraccio della Cina di Xi

Hong Kong

Pechino aumenta il controllo su economia e politica, i dissidenti ridotti al silenzio

Nel centro di Hong Kong sventolano i vessilli della Repubblica Popolare Cinese

CARLO PIZZATI HONG KONG, http://www.lastampa.it/

Passeggiando spensierati tra i grandi boulevard di Hong Kong, all’ombra di grattacieli affastellati, a bordo di un grazioso tram d’epoca o nei mercatini esotici con animali d’incerta provenienza, nell’abbaglio di schermi pubblicitari e tra le auto di lusso non è percepibile quanto il dragone cinese stia stringendo le sue spire sull’indipendenza politica di Hong Kong. Siamo nella New York d’Asia, la città più cara al mondo, cosmopolis leggendaria, tra uno Yacht Club e un China Club ultra-chic.   Continua a leggere “Hong Kong, libertà soffocate dall’abbraccio della Cina di Xi”

Toglietemi tutto, ma non la libertà di scrivere

Toglietemi

di Pier Carlo Lava. Alessandria

Toglietemi tutto, ma non la libertà di scrivere 

Scrivi. Carta e penna fanno miracoli. Curano i dolori, consolidano i sogni, restituiscono la speranza. Paulo Coelho.

« Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione. La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure. » L’espressione articolo 21 si riferisce, in breve, all’articolo della Costituzione italiana dedicato alla libertà di stampa.

La libertà di manifestazione del pensiero è uno dei pilastri di ogni ordinamento democratico e non si estende non solo al pensiero politico, ma anche alla fede religiosa, all’arte e alla scienza. Da ciò deriva la libertà di insegnamento e la libertà della scuola. Continua a leggere “Toglietemi tutto, ma non la libertà di scrivere”

La libertà, di Andrea Patrone

di Andrea Patrone

La libertà ( è tra i rovi )

Poi all’improvviso lei si alterna e
come un pendolo va e viene con
parole che non sembrano vere,
è la libertà che mi hanno donato
uomini dal tempo che sono nato.
Oggi con gli occhi chiusi vedo la
sua prigione e sento la sua rabbia
per questa antica sabbia.
Son visi quasi uguali con grandi
occhi bianchi come i sali, suoni
sconosciuti corrono nell’aria con
la speranza di una gran mattanza,
è un’ invasione con poco onore e
dona solo lana sulla terra e non seta
a coprire il freddo della guerra, non
vede il bisogno di chi ne ha diritto,
ma resta sorda e dice:
“è solo un capriccio.”
Il vento della Storia non muove nessun
stendardo, da sempre dice al povero
cosa deve fare per salire sull’altare e al
ricco suggerisce di non parlare al cuore
se vuole essere…felice.
La libertà non è una chimera se puoi
girar la schiena …a qualsiasi…bandiera.

Andrea