Momenti di poesia. NEL VORTICE, di Luigi Meloni

di Luigi Meloni

 
NEL VORTICE
 
E nel vortice della notte dove i venti
soffiano volando in alto, tra i miei sogni,
ritornano alla mente le mie passioni
ardite tra grevi gocce, che cadono umide
in lacrime d’amore.
Tra i vetri di casa sorge la luna rami
nudi di foglie spogliate,rincorrono il
vento, che li porta via in un vortice
sulla strada della piazza
Ascolto il vento ondeggiare dove nel giardino
è in un continuo valzer di petali in fiore.
Nella mente nascono dolci e bianchi pensieri,
che frugano rapinandomi l’anima, sento lontano
battere come un martello il tuo cuore, che mi
seduce più del tuo corpo dove la tua grazia,
simboleggia il nostro avvenire.
Disegno i tuoi occhi nella mente dove mi
fanno volare, su un tappeto volante tra le vie
dell amore dove ogni pensiero mi arriva sempre
al cuore,tra una cascata di bellezze che porto
con te,come due corpi che si rubano amore.
La mia animna si scioglie nel futuro anche
se non sei qui, il mio pensiero vaga senza te
niente esisterebbe veramente, tu mi dai la vita
l eternita, in ogni momento dove la mia passione
per te mi porta in paradiso, per poterti vivere
un giorno sulle tue ali di farfalla, così che
i nostri sogni non possano mai morire.

LUIGI MELONI

Momenti di poesia. GIOVANE, di Luigi Meloni

Momenti di poesia. GIOVANE, di Luigi Meloni

GIOVANE

Lei era giovane apparentemente senza
alcun uomo l amor non aveva donato,
rossa come una bacca il viso dal sapor
giovanile di fiori di campo appena spuntati.

In casa tra i vetri lo osservava mentre
guardava fissa il piano che scorreva tra le
sue dita come un maestro che conosce la
musica e l’arte dell’amore.

Lei aveva lo sguardo annebbiato, qua e la
con i suoi occhi grandi guardava le pareti,
i quadri che negli angoli della stanza
sembrava come se li vedesse la prima volta,
avvolti nella nebbia dei suoi occhi.

Ogni tanto lo sguardo cadeva sulle sue mani
restando fissa sulle scorrere delle dita, con
il viso rosso vermiglio, guardandosi poi con
celerita allo specchio per riordinare i suoi
capelli

Il tempo si fermo in lei di fronte come imbalsamata
dalla forma di una regina immobile,tremava il corpo,
sudava la fronte,e ne provava tra gli occhi impazziti
quando sentiva i suoi occhi appresso.

In quell’istante un soffio di fiato sul lobo sinistro
un piccolo bacio nasceva tra dolci parole, unite come
in un giardino. le si aprirono in lei sensazioni nuove,
sentiva di amare.
LUGI MELONI

IN SILENZIO, di Luigi Meloni

di Luigi Meloni

IN SILENZIO

Me ne sto in silenzio
con la testa appoggiata
a uno spazio di tempo
si accalca il respiro….
se tu verrai questa sera
o domani….
anche più tardi
anche l’altro domani
tanto io resto qui….

starò in silenzio
ad aspettare la porta che s’apre
e intanto raccolgo dei fiori
per quando sarà….
non farli appassire
non farli morire
e se non fosse domani
e domani ancora
e ancora domani…..
potrei dirlo al mio Dio
quanto mi manchi…. Il Sognatore
LUIGI MELONI@.it

SE IO FOSSI, di Luigi Meloni

SE IO FOSSI

di Luigi Meloni

SE IO FOSSI

Se io fossi vento soffierei tra
i tuoi capelli per sussurrarti quei
segreti che solo l’eternità conosce
se fossi il mare ti custodireicome
il tesoro piu’ grande che abbia mai
sfiorato le onde….

se fossi rosa sboccerei per te per
darti il piacere di cogliermi rubandoti
un tuo sorriso per trovare il segreto
di non farti appassire mai.

se fossi il sole ti verrei a svegliare
dolcemente ogni mattina e i miei raggi
risplenderebbero per te colorando i tuoi
passi.

E nelle notti verrei a proteggere i tuoi
sogni lasciandoti dolcemente cullare fino
alle prime le prime luci dell’alba
in un dolce sogno rapito.
LUIGIMELONI

HO GUARDATO NEI MIEI OCCHI, di Luigi Meloni

ho guardato

HO GUARDATO NEI MIEI OCCHI

Quando le tue labbra hanno parlato
non hai sentito lacrime di pioggia,
l’amaro che saliva le secchezze delle
fauci.

Non un fiore mi hai donato una parola
che mi toccasse il cuore…

Colgo l’impossibile nel dolore
condannato tra gocce di lacrime
scappate tra le crepe del mio cuore
infinito.

Frana il mio cuore in un’esilio eterno,
calvario che non riesco a sciogliere
privato da certezze d’attesa, conscio
della condanna senza tempo.
Continua a leggere “HO GUARDATO NEI MIEI OCCHI, di Luigi Meloni”

SE IO FOSSI, di Luigi Meloni

24796475_1681285488601395_2743488768793781680_n

di Luigi Meloni

SE IO FOSSI

Se io fossi vento soffierei tra
i tuoi capelli per sussurrarti quei
segreti che solo l’eternità conosce
se fossi il mare ti custodireicome
il tesoro piu’ grande che abbia mai
sfiorato le onde….

se fossi rosa sboccerei per te per
darti il piacere di cogliermi rubandoti
un tuo sorriso per trovare il segreto
di non farti appassire mai.

se fossi il sole ti verrei a svegliare
dolcemente ogni mattina e i miei raggi
risplenderebbero per te colorando i tuoi
passi.

E nelle notti verrei a proteggere i tuoi
sogni lasciandoti dolcemente cullare fino
alle prime le prime luci dell’alba
in un dolce sogno rapito.
LUIGIMELONI

IL MAGO DEL BOSCO, di Luigi Meloni

Il mago

di Luigi Meloni

IL MAGO DEL BOSCO

Ti scrivo dal bosco incantato
sai oggi il sole si è dimenticato
di sorgere, era troppo impegnato
a illuminare il giorno, per farti
vedere il cielo con colori speciali.

La luna si e’ fatta bella color
argento per poter brillare al
meglio davanti alla tua finestra.

Tutti gli animali del bosco sono
indaffarati, chi la lepre, l’Aquila,
le caprette, gnomi, folletti, e fatine
incantate stanno preparando
tra lettere d auguri un dono
speciale, e so che se farai la brava
sarai contenta dei loro regali
per il tuo compleanno.

Ora devo correre perche’tanti
bambini come te che hanno
bisogno di regali, e io essendo
il mago del bosco con l aiuto
di animali fate gnomi, dobbiamo
donare tanti bellisimi regali
a bambini che non hanno nulla.
LUIGI MELONI, di Luigi Meloni

CLESSIDRA, di Luigi Meloni

di Luigi Meloni

CLESSIDRA

Sto in silenzio consapevole di vivere
l attimo scacciando funesti pensieri
di silenzi che non hanno tempo.

Sto in silenzio perche’ ho fermato
le barriere del tempo, ascoltando
quel rumore che mi invade la mente,
come due scimmie che saltano da un
albero all’altro.

CLESSIDRA

Sto in sielnzio e guardo giu negli antri
profondi dell anima, come un mare solitario
in un giorno di pioggia.

Fermo sono accogliendo tutto di me nello
spazio infinito di un puntino di luce.

Sto in silenzio in questo immobile momento,
vivo la mia vita intera solo nell andare
e venire, come se scivolassi nel mare affogando
in quel sapore amaro, che sale dall animo
alle papille gustative.

Non sto pensando a niente e niente nel
nulla e quando guardarsi dentro, e’ uscire
dal mondo pieni di gioia.

SILENZIO, di Luigi Meloni

silenzio

di Luigi Meloni

SILENZIO

Oggi nel mio silenzio nasce una
preghiera lenta nei cunicoli del
pensiero scendo cercando te
la tua mancanza improvvisa crepa
la mia mente rigettattando
parole che erano sogni
dove mi portano la tua luce
immensa.

Tu eri sogno eri abbraccio eri
bacio, sul mio calore eri tutto.

E mi accompagna ora un buio,
solo con i miei demoni in questa
stanza dove cresce un ombra,
che si disperde come una nave
alla deriva.
Continua a leggere “SILENZIO, di Luigi Meloni”

MECCANICA QUANTICA, di Luigi Meloni

Meccanica

di Luigi Meloni

MECCANICA QUANTICA

Stammi accanto in questo tempo dove
gli occhi miei sono pieni di polvere,che
il vento rigetta sul corpo impastato, mentre
scivolo piano trascinandomi in posti
tetri, nel credo di aver perso il cammino.

La voce del tuo cuore mi risuona
come una chitarra, in un un sussurro,
come un un richiamo lontano, essa mi
rende la direzione giusta posso ignorarla!.

Posso seguirla! E’ mia la scelta e’ mio
il viaggio, e ogni viaggio e’ sempre un
cammino personale, soggettivo,per
questo a volte ricorda, che non può
esserci voce più importante di quella
del mio cuore.
Continua a leggere “MECCANICA QUANTICA, di Luigi Meloni”

TI AMO, di Luigi Meloni

TI AMO

di Luigi Meloni

TI AMO
Ti amo come la tua dolcezza cui
sorridere appena apro gli occhi,
che mi fa impazzire il mio cuore
e lo scalda come il caldo del camino.

Ti amo nelle notti di tormenta
come una fresca giornata di sole
del vento che passa tra alberi
in primavera piena di fiori e profumi.

Ti amo perche’mi scaldi con i tuoi baci
come tra un’oasi nelle dune del deserto
come il porto sicuro dopo una tempesta
come la gioia per il pianto l’emozione
per la vita.

Ti amo perche’mi capisci e non giudichi
che mi sollevi in alto e mi fai danzare
tu che sei amore che mi fai sempre sognare
come l’amore di una donna che amerei sempre.
LUIGI MELONI

LA TUA NUDITA, di Luigi Meloni

LA TUA NUDITA

di Luigi Meloni

LA TUA NUDITA

I tuoi capelli di boccoli biondi
non li tormentare, vadano dove
vogliano, controvento oppure sul
petto, sulle spalle, lascia che cadano
senza freno pure quando cammini.

Non mettere forcine e pettini d’orati,
come il sole sono lascia filtrare i

ti vedano bella al vento, e la gente ti
chiami da lontano, dal loro torpore che
li assale svegliandoli.

Nelle loro parole ondeggianti, se porgi
l’orecchio li puoi sentire, infidi e falsi
ma tu lasciali volare ad ogni stagione,
perche e’ il tuo tempo, dove non c’e’
nessun mistero, mentre brillano due
occhi grigio argento, biondi intorno
alle pupille.

Vieni cammina sotto questi alberi che li
sfiorano, come rami luccicanti e ascoltero
come un bimbo perso, in un sonno leggero
come se ritornassi giovane, come due cuccioli
felici.

Cosi voglio i tuoi capelli su di me,il
loro sapore che a fianco alle tue mani
li sfioro, che dolci sono e di seta son fatti
che su di me discolti, mi aprono alla tua
nudità.

SMETTERE DI AMARE, di Luigi Meloni

Smettere

di Luigi Meloni

SMETTERE DI AMARE

Ho smesso di amarti forse e’ banale

come la vita, come la morte, spacchero

la corda che mi trattiene, distruggendo

la chitarra dei miei ricordi.

Forse piu’ che amato ho donato ma

amare non sono riuscito, io amo tutte

le donne e dono, ma una non ne sono

capace portando sentimenti che non

sento, e tirarla alle lunghe e’ come

tormentarsi. Continua a leggere “SMETTERE DI AMARE, di Luigi Meloni”

DAMMI, di Luigi Meloni

DAMMI

di Luigi Meloni

DAMMI

Dammi le tue mani per un’abbraccio,
dammi il tuo cuore cui tanto ho sognato
nella mia solitudine, lascia che i miei
battiti continuino a farsi sentire
come un orologio che canta i secondi
i minuti i millesimi di questo attimo.

Dammi il piacere delle belle cose
costruite con fatica che diventino calce
e tutti i desideri che s’infrangono
ancora giorno e notte e diventino piaceri.

Dammi tutto come la tempesta cerca la quite
o il mare si ribella contro rocce cantabriche
voglio solo che esca il sole e la luna di notte
dove la luce cerchi con ansia il giorno perfetto.

E così ancora una volta come tutte le primavere
tanto facilmente nasca in noi una rosa
e avere due ali per viaggiare ora che cerco
di chiudere tra le braccia i nostri sogni.
LUIGI MELONI

LA MIA ANIMA SI SVESTE, Luigi Meloni

 

La mia anima si sveste.jpg

di Luigi Meloni

LA MIA ANIMA SI SVESTE

L’amore si sublima anche nei sensi
quando l amore è sincero, è come
un’incisione sulla pietra che le
sole mani e le sole unghie, non
possono raschiare.

Il tuo un amore senza misure che
mi trascina, come temporale nel fuoco
che consuma.

Tu ardente impetuosa donna del mio
cuore, delle mie membra anche la tua
sola voce risana le mie profonde ferite,
mentre il nettare delle tue parole
addolcisce i miei sorrisi.

Eros scorre come sangue nelle vene
mentre respiro assieme al vento della
tua passione, e della la tua armonica
pace.

Il cielo si curva e avvolge la terra
mentre l anima mia brucia, di passione
per te, dove noi insieme come dentro
la profondità blu di un lago quieto,
che riempie traboccando dalla mia vita
alla tua vita.
LUIGI MELONI

NEL VORTICE, di Luigi Meloni

di Luigi Meloni

E nel vortice della notte dove i venti
soffiano volando in alto, tra i miei sogni,
ritornano alla mente le mie passioni
ardite tra grevi gocce, che cadono umide
in lacrime d’amore.

Tra i vetri di casa sorge la luna rami
nudi di foglie spogliate,rincorrono il
vento, che li porta via in un vortice
sulla strada della piazza

Ascolto il vento ondeggiare dove nel giardino
è in un continuo valzer di petali in fiore.

Nella mente nascono dolci e bianchi pensieri,
che frugano rapinandomi l’anima, sento lontano
battere come un martello il tuo cuore, che mi
seduce più del tuo corpo dove la tua grazia,
simboleggia il nostro avvenire.

Nel vortice.jpg

Disegno i tuoi occhi nella mente dove mi
fanno volare, su un tappeto volante tra le vie
dell amore dove ogni pensiero mi arriva sempre
al cuore,tra una cascata di bellezze che porto
con te,come due corpi che si rubano amore.

La mia animna si scioglie nel futuro anche
se non sei qui, il mio pensiero vaga senza te
niente esisterebbe veramente, tu mi dai la vita
l eternita, in ogni momento dove la mia passione
per te mi porta in paradiso, per poterti vivere
un giorno sulle tue ali di farfalla, così che
i nostri sogni non possano mai morire.
LUIGI MELONI

RESPIRO DELLA NOTTE, Luigi Meloni

respiro della notte

di Luigi Meloni

RESPIRO DELLA NOTTE

Nel respiro della notte, lente
scivolano le ore nella veglia
il mio sguardo smarrito, cerca
la luce dei tuoi occhi.

Volteggiando nei tuoi pensieri
resto ad ascoltare i tuoi silenzi.

Goccie d’universo odorano di rugiada
delicatamente, poso le ali sul libro
chiuso.
Continua a leggere “RESPIRO DELLA NOTTE, Luigi Meloni”

NOTTE DI LUNA, di Luigi Meloni

NOTTE DI LUNA

di Luigi Meloni 

In questa notte di luna apro l uscio
del mio cuore immaginando quanto e’
bello il nostro amore, quell amore
intenso che ho cercato sempre e tu
me lo hai donato.

Ricordo ancora le prime volte dove
la vita spaziava nei nostri occhi,
andando oltre ogni cosa dove tutto
aveva colori diversi, una pianta, un
fiore, il mare, il sole, le stagioni.

Pagina dopo pagina libro dopo libro
abbiamo costruito i nostri versi,
le nostre canzoni dall alba al tramonto
nel susseguirsi del tempo, ci siamo
nutriti di quella pienezza che come
un vortice ondeggiava come una vela
nei nostri cuori.

Mille pagine si sono aperte nella
nostra mente, mille parole si sono
ricomposte, per farci vivere sensazioni
uniche.

Tu ora che sei sempre vicina risento il
tuo profumo, che ancor oggi e’ brivido
che penetra nell immensita dell anima.

E sentire i tuoi passi che mi circondano
sento la tua forza d amore, che corre con
i miei sentimenti.
LUIGI MELONI

NEL MIO SCRIGNO, di Luigi Meloni

NEL MIO SCRIGNO

di Luigi Meloni

NEL MIO SCRIGNO

Tu sei quel tesoro che m’accompagna
tra le stagioni del tempo,
questo mio dire oltre il parlare
penetra nei tuoi luoghi,
eclissanndomi nello scrigno
dei sentimenti,
tra abissi marini
e gioie di sublimi attimi
che si colorano d arcobaleno
come una rosa fiorita al mattino.

Sempre ti cerco allontanando
i dolori nella frescura della natura
che vado cercando
dentro quell’ombra che sei tu.
LUIGI MELONI

NOI POETI, di Luigi Meloni

Noi poeti

di Luigi Meloni

NOI POETI

Vorrei avere pensieri, sogni d’amore,
aver le ali della fantasia per venirti
incontro, con il vento del maestrale
volando con forza, fino al tuo tuo
davanzale.

Fermare il tempo lungo fissando nel
cielo l’aurora, perché rifletta sul
tuo viso illuminando le rosee tue labbra,
per abbracciarti in un respiro come
l aria arde nei cieli di agosto.
Continua a leggere “NOI POETI, di Luigi Meloni”

I poeti non smettono mai di cercarsi, di Luigi Meloni

I poeti

di Luigi Meloni

I poeti non smettono mai di cercarsi
di notte, di giorno, sui prati in fiore,
camminando in silenzio con una matita
in bocca, un foglio straccio in tasca
a carponi sulle ripe dei monti.

I poeti sono fatti cosi a volte distaccati
dai sensi, a volte pieni di parole che
portano calore, nascono nel buio battendo
forte i piedi tra la cavita toracica,
si consolano con i loro quattro righi.
Continua a leggere “I poeti non smettono mai di cercarsi, di Luigi Meloni”

IN FONDO SEI TU, di Luigi Meloni

In fondo

 Luigi Meloni

IN FONDO SEI TU

Sei il mio giardino la liberta
che nei tuoi occhi vedo la certezza
quella parte di te che mi spoglia
come il vento d’autunno tra le foglie.

Sei la mia felicita e sei partecipe
a questo nostro brindisi completo
al disegno della vita che ci vive ora
ci comprime insieme facendoci volare.

In fondo sei la mia donna vivendoti
ti porto in alto tenendoti stretta
voglio farti volare come un’angelo
per vedere il futuro sotto i nostri occhi.
Continua a leggere “IN FONDO SEI TU, di Luigi Meloni”

ERI, di Luigi Meloni

eri

di Luigi Meloni

Eri il mio faro, la luce che apriva
il mio cuore,la dolezza dei tuoi baci
infiniti tra l’universo e le stelle
che cadevano magiche quando ti baciavo.

Quel giorno ho fatto fatica a credere
che il tuo animo prendesse il volo,
un giorno cosi come tutti gli altri
un giorno disperso nei miei ricordi.

Ti avevo appesa ad un filo magico dove
la fame la voglia crescevano in me e da
quel giorno molte lune e soli sono trascorsi
nuotando per il cielo.
Continua a leggere “ERI, di Luigi Meloni”

DI TE INNAMORATO, di Luigi Meloni

DI TE INNAMORATO

di Luigi Meloni

DI TE INNAMORATO

In questa fredda nottata gioiosi piaceri

mi allietano, facendo fiammeggiare accanto

a te, lo splendore intimo e misterioso

del tuo cuore verso il centro del mio corpo .

Qui adesso rossa come un fuoco acceso

leggermente sopra le mie ginocchia ti

osservo tra parole, che cercano di prendere

un posto dentro al tuo cuore, che si riversa

di gocce rosse dolci. Continua a leggere “DI TE INNAMORATO, di Luigi Meloni”

MIA DONNA MIA SPOSA, di Luigi Meloni

MIA DONNA MIA SPOSA

di Luigi Meloni

MIA DONNA MIA SPOSA

Mia donna moglie mia sposa i tuoi seni
sono come due cerbiatti dal sapore del bianco
latte dove in alto come due gemelli marroni
piu’ del vino mi inebrioano mi stordiscono

Il sapore della tua pelle e il profumo della
terra che vieni sa di bianco nocciola mirra
e cinnamoro i tuoi umori come un’orto di
melograno e di frutti saporosi pesco prugno
fragole odorose in un tenero giardino.
Continua a leggere “MIA DONNA MIA SPOSA, di Luigi Meloni”

CONFONDERMI, di Luigi Meloni

CONFONDERMI.jpg

di Luigi Meloni

CONFONDERMI

Vorrei confondermi tra le radici della terra,
volare tra i confini dell’immaginario, dentro
un fiore, sopra una roccia per sentire gli alberi
respirare di un tenue suono di foglie, che come
campanelli risuonano nella mia mente.

Sapere se da solo riesco a caminnare tra le curve
della vita ,come un tasso addormentarmi nella mia
tana per mesi, per poi risorgere rinnovato tra sogni
che mi hanno interpellato con domande ragionate.

Lasciarmi andare sulle ali del vento, cercando
in balia di un mare tempestoso l’isola nascosta,
per mettere le radici, creando un mondo tutto mio
lontano dall’umanita che mi crea solo sconforto.
Continua a leggere “CONFONDERMI, di Luigi Meloni”

SENZA TE, di Luigi Meloni

SENZA TE

di Luigi Meloni

SENZA TE

Di te vivo ricordi d’amore forse
non lo sai!.Non te lo sei mai chiesta,
nemmeno accorta del mio affetto
stordito,accecato, vuoto, dove il mio
dolore sa d’inferno !.

Vorrei che ti stendessi ancora sul
mio petto,tra il rosa dei tuoi baci
attirandomi come una farfalla dentro
una corolla di fiore.

Guardami ogni tanto io sono sempre
presente in te, anche nel riposo della
notte, anche se tregua non c’e’tu che mi
contrai l’anima il cuore la mente.

Vorrei di nuovo parlare con te emozionato
da quei giorni che hanno riempito il mio
cuore di sangue vivo.
Continua a leggere “SENZA TE, di Luigi Meloni”

SONO UN POETA!, di Luigi Meloni

sono un

di Luigi Meloni

SONO UN POETA!

Sono un poeta che scrive d’amore,
che parla mille lingue,e da quando
ti ho vista la mia anima e’ sangue
e fuoco.

Dal tuo sogno che mi raccontasti
dentro te la mia immagine ora scorre,
nel mio sangue,dentro la mia mente,
agitando il mio corpo.

Ora se tu fossi qui sarei caldo di te,
mi tufferei nei tuoi caldi baci per
sentirne il tuo sapore forte, tormentandomi
dalla tua seduzione, lasciandomi attraversare
le tue labbra trascinandomi dentro te,godendo
delle tue carni,dove ci sia solo spazio per
noi, ascoltando il ritmo dei tuoi movimenti
carnali che respirando in te mi sciolierebbero
come un dolce, e non si perda nella grandezza
dei nostri sogni tu che mi illumini il mio
mondo mia bella signora.
LUIGI MELONI@

CAMMINARE CON TE, di Luigi Meloni

Camminare

di Luigi Meloni

CAMMINARE CON TE

Ho camminato con te questa notte in
sogno, ed ho la testa piena del tuo
sapore di gelsi e ciclamini,della luna
imperiosa che ha illuminato i nostri
occhi come un grande specchio, sulla volta
del cielo di stelle brillanti, dai tuoi
occhi cerulei, cosicche sono diventato
folle di te quando la luce mi ha portato
vicino alle tue labbra.

Ho camminato con te questa notte, con il fuoco
dentro nel bacio, che si alimentava unendo le
mie labbra alle tue, al tuo cuore unito mi sono
sentito, quello che non ero mai stato una persona
amata senza limiti senza preoccupazioni, tra
le tue parole come a ria che respiro.

Ho camminato con te questa notte, e piu che
mai ora ti amo senza riserve, t che mi hai aperto
in sogno quel tenue ruggito, che da sempre aleggiava
nel mio cuore e che forse non coglievo.

Vorrei cosi soffocare per sempre nella stretta
delle tue braccia, tra baci ed emozioni di questo
amore che arde nei nostri corpi illuminati.
LUIGI MELONI

GIARDINO FIORITO, di Luigi Meloni

GIARDINO FIORITO

di Luigi Meloni

GIARDINO FIORITO

Tu donna sei piu speciale che ogni forma
d amore,sai andare oltre questa parola che
dall eternita e’stata donata all umanita,
e da te propria costruendo nella tua anima
emozioni che attraversavano il corpo
perseguendo le tue innumerevoli virtu.

Sei la perfezione la dolcezza che sai accarezzare
dolcemente tutti i miei sensi, l’unica realta
in cui io possa accedere, accarezzandomi il cuore,
come il sole all’alba bacia le nostre fronti,
dove questo viaggio duri per sempre cercando
sempre di trovarci assieme fino all’ultimo
respiro.
Continua a leggere “GIARDINO FIORITO, di Luigi Meloni”

NON POSSO VIVERE SENZA TE, di Luigi Meloni

Non posso

di Luigi Meloni

NON POSSO VIVERE SENZA TE

Amore quanto ti amo e da qui lasciami anche
se non posso possederti, dire quanto ti voglio,
e ti ti desideri tu che mi hai portato via
l’anima con i tuoi occhi profondi come il mare,
tra il riflesso della luna sopra il cielo stellato.

Immagino le tue mani dolci come mandorle bianche,
e legarle con le mie insieme unite, per poterti
abbracciare, io cosi innamorato e perso di gioia,
che i miei occhi come i venti del cielo si incontrino
nei tuoi.
Continua a leggere “NON POSSO VIVERE SENZA TE, di Luigi Meloni”

ERI, di Luigi Meloni 

Eri

di Luigi Meloni 

ERI

Eri il mio faro, la luce che apriva
il mio cuore,la dolezza dei tuoi baci
infiniti tra l’universo e le stelle
che cadevano magiche quando ti baciavo.

Quel giorno ho fatto fatica a credere
che il tuo animo prendesse il volo,
un giorno cosi come tutti gli altri
un giorno disperso nei miei ricordi.

Ti avevo appesa ad un filo magico dove
la fame la voglia crescevano in me e da
quel giorno molte lune e soli sono trascorsi
nuotando per il cielo.
Continua a leggere “ERI, di Luigi Meloni “

NUVOLE BRIZZOLATE, di Luigi Meloni

Nuvole

di Luigi Meloni

NUVOLE BRIZZOLATE

Guardo il cielo mentre tra nuvole brizzolate
cadono gocce, pulendomi il viso lacrimante,
che dal gozzo mi secca la gola, per poter cantare
nel vento le mie passioni.

Vorrei tuffarmi nel lago e uscirne da un altro
fra le stelle, e nuova luce pulendomi l’anima
tra vene che schizzano prorompenti,sul mio cuore
e colmi il calice della mia solitudine.

Camminare su un verde mantello a piedi nudi
scavando ad ogni passo la terra,o con la mia
barca di legno, guardare oltre le isole, e mari
in burrasca, fino a a vedere quel faro lontano.
Continua a leggere “NUVOLE BRIZZOLATE, di Luigi Meloni”

GIARDINO, di Luigi Meloni 

di Luigi Meloni 

GIARDINO

E in questa casa tranquilla isolata
circondata da un prato vellutato, tra
nuvole di fiori, e alberi in frutto
c’e’ una quiete staordinaria, gli uccelli,
le colline, gli alberi, cominciano a
svegliarsi.

Dove il canto del vento scuote via il torpore
della notte,rami luccicanti tra i primi raggi
del sole appaiono catturati da quel vecchio albero,
che e’li da molto tempo dove il suo tronco di
cicatrici antiche parla di me,riflettendo i miei
pensieri in tenui pastelli,colorando la diafana
mattinata.

Il giorno e’ cominciato, nuovo fresco vivo
pieno di bellezza, e’un mattino colorato, pronto
per osservarlo e viverlo nella sua pienezza.

LUIGI MELONI

 

NUVOLE BRIZZOLATE, di Luigi Meloni

Nuvole

di Luigi Meloni

NUVOLE BRIZZOLATE

Guardo il cielo mentre tra nuvole brizzolate
cadono gocce, pulendomi il viso lacrimante,
che dal gozzo mi secca la gola, per poter cantare
nel vento le mie passioni.

Vorrei tuffarmi nel lago e uscirne da un altro
fra le stelle, e nuova luce pulendomi l’anima
tra vene che schizzano prorompenti,sul mio cuore
e colmi il calice della mia solitudine.

Camminare su un verde mantello a piedi nudi
scavando ad ogni passo la terra,o con la mia
barca di legno, guardare oltre le isole, e mari
in burrasca, fino a a vedere quel faro lontano.
Continua a leggere “NUVOLE BRIZZOLATE, di Luigi Meloni”

GIARDINO, di Luigi Meloni

Giardino Meloni

di Luigi Meloni

GIARDINO

E in questa casa tranquilla isolata
circondata da un prato vellutato, tra
nuvole di fiori, e alberi in frutto
c’e’ una quiete staordinaria, gli uccelli,
le colline, gli alberi, cominciano a
svegliarsi.

Dove il canto del vento scuote via il torpore
della notte,rami luccicanti tra i primi raggi
del sole appaiono catturati da quel vecchio albero,
che e’li da molto tempo dove il suo tronco di
cicatrici antiche parla di me,riflettendo i miei
pensieri in tenui pastelli,colorando la diafana
mattinata.

Il giorno e’ cominciato, nuovo fresco vivo
pieno di bellezza, e’un mattino colorato, pronto
per osservarlo e viverlo nella sua pienezza.

LUIGI MELONI

DAL MASO, di Luigi Meloni 

DAL MASO 0036109273_7589547807589215779_n

di Luigi Meloni 

DAL MASO

Sul gradino piu alto della montagna accovacciato
sul davanzale di un maso,tra i profumi della legna
che arde nel camino, di albere, ginepri, e pini,
guardo e ricordo.

Dove certe notti il cielo si apre all’immensita
del creato, pensieri volano come un fiume in piena,
lungo le valli la neve brilla sotto il capolino della
luna v’e’ quel bagliore che si riflette sulla neve
dei monti,tra le distese immense di prati in fiore
che appena si distinguono dalla loro presenza.

Tra le vie illuminate da piccoli lampioni,la luna
disegna strane ombre dove la mente,mi mette in contatto
con vecchi ricordi di quella sacralita, di una volta,
di strane paure, e riti connessi alla natura.

E tutto questo mi porta a te quando ancora c’eri, seduta
tra le mie braccia ad osservare il cielo, ora ti vedo in
forma di luce,disegnata nella luna, nel viso che mi parla
e racconta, mentre sogno ad occhi aperti in un tuo ritorno
per festeggiare la notte d’estate sotto la luna gli astri
l’universo.

LUIGI MELONI

TI VIVO, di Luigi Meloni

TI VIVO

di Luigi Meloni

TI VIVO

Cammino in quel tuo dolce corpo, dove tremante vive
dentro te quel pneuma che e’ soffio di vita, portando
in te la luce e illuminarmi di piacere nel calice rosso
interiore che batte sulla mia esistenza.

Seguirti e sentirmi appagato dalla tua spiritualita fa
di me l’uomo piu felice al mondo, mi colora le giornate
dal primo mattino,e ti sento gia’ prima della sveglia,
e mi appari dolce e lucente come il sole del mattino.

E il pensiero di te riempie il sacco di idee belle
nella dimorara dei miei pensieri, quando vicina alloggi
nelle mie stanze, aprendo le tue mani quando mi coccoli,
tra il tepore di boccioli come fiori che mi portano il
tuo profumo.

E nel percorso che nel buio dell’incontro ci ritroviamo
diversi nella forma, io uomo tu donna, eppure così affini
in quello che diventiamo poi, dopo aver scelto di slegare
la magia che ci fa stare uniti come la terra al cielo si
allaccia.

Per poi unire le nostre idee come un giorno di brezza marina,
o tra le verdi ricche valli in bosco, come la speranza che sembri
piu’ viva della vita che ci appare, profonda come l’universo,
dalle miriadi di stelle cercando sempre l’attimo presente.

LUIGI MELONI

SOTTO IL VESTITO, di Luigi Meloni

sotto il

di Luigi Meloni

SOTTO IL VESTITO

Sotto quel vestito apparentemente bello
c’e’ un corpo spezzato, lividi colorati
sulle braccia dove un maglione di nasconde
dalla tua vera realta.

Ma i tuoi occhi opachi parlano, disegnano
forme di mani pesanti appiccicate sul viso,
sopportandondone questo dolore impossibile,
come una spada affilita dentro le emozioni
piu’ disperate.

E’ nel silenzio della casa che brucia il
Fuoco, arde di legna secca sul tuo cuore,
conseguenza di una paura forse gia vista
da piccina, che si ripete da donna.
Continua a leggere “SOTTO IL VESTITO, di Luigi Meloni”

ULTIMO TI AMO, di Luigi Meloni

uòtimo

di Luigi Meloni

ULTIMO TI AMO

Le parole che tu mi dici si imprimono così
bene nel mio cuore, dal loro significato
dove le tue verità attraversano le tue labbra.

La verità non ha bisogno di esser detta
per essere manifesta forse l’ho già colta
adesso da un piccolo movimento delle tue
labbra.

Non attendo più le sacre parole ma le colgo
nei tuoi mille segni esteriori, il tuo volto è per
me trasparente ora.
Continua a leggere “ULTIMO TI AMO, di Luigi Meloni”

AI MARGINI DI TE, di Luigi Meloni

AI MARGINI DI TE.jpg

di Luigi Meloni

AI MARGINI DI TE

Amore senza di te,sento vuoto in me solo
il silenzio mi schiaccia,la malinconia
amareggiandomi come la fame e la sete.

E mi manchi come l’acqua fresca d’estate,
come un tramonto rosato,come un amico,
perso di vista, e sentire un grande vuoto
in me.

Tu che sei come il sole che mi riscalda, la
tua voce ha la melodia di una cascata, e il
tuo sorriso potrebbe dare vita a chi lo sta
perdendo, e l ‘amore che trasmetti e’ immenso
che vorrei godere solo con te .
Continua a leggere “AI MARGINI DI TE, di Luigi Meloni”

IN SILENZIO, di Luigi Meloni

IN SILENZIO

di Luigi Meloni

IN SILENZIO

Me ne sto in silenzio con la testa
appoggiata a uno spazio di tempo
dove si accalca il respiro.

Chissa se tu verrai questa sera
o domani anche più tardi anche
l’altro domani tanto io resto qui.

Staro in silenzio ad aspettare che si
apra la porta intanto raccoglgo fiori
per quando verrai se poi te li donero
non farli appassire non farli morire.

Io sono sempre lo stesso se non fosse oggi
e domani ancora e ancora dopo domani
potrei dirlo al mio Dio quanto mi manchi.

LUIGI MELONI@

GIOVANE, di Luigi Meloni

GIOVANE

di Luigi Meloni

GIOVANE

Lei era giovane apparentemente senza
alcun uomo l’amor non aveva mai donato,
rossa come una bacca il viso dal sapor
giovanile di fiori di campo appena spuntati.

In casa tra i vetri lo osservava mentre
guardava fissa il piano che scorreva tra le
sue dita come un maestro che conosce la
musica e l’arte dell’amore.

Lei aveva lo sguardo annebbiato, qua e la
con i suoi occhi grandi guardava le pareti,
i quadri che negli angoli della stanza
sembrava che li vedesse per la prima volta,
avvolti nella nebbia dei suoi occhi.
Continua a leggere “GIOVANE, di Luigi Meloni”

RIMANI CON ME, di Luigi Meloni 

RIMANI CON ME

 Luigi Meloni 

RIMANI CON ME

Amore rimani con me qui stasera
il buio fa paura e fuori c’e’la
nebbia,nemmeno la luna ci osserva,
ti prego guardami nei miei occhi
essi sono pieni d’amore,l’amore che
e’cresciuto nel tempo che mi hai donato
dentro le fessure della mia pelle.

Mi ha insegnato tante cose dei mille
perche’, dall innocenza del primo amore
per vederlo ogni attimo volare, quando
ti osservo in quell’immagine dei tuoi
occhi, che sono tutto per me.

Certo Ho avuto notti balorde quando il mio
animo scendeva nei pozzi dell’indifferenza
la paura di non essere normale mi chiudeva
le porte con le chiavi buttate nell’inferno.
Continua a leggere “RIMANI CON ME, di Luigi Meloni “

RICORDI, di Luigi Meloni

RICORDI

di Luigi Meloni

RICORDI

Ho ancora qui di fianco al letto sul como’
la tua immagine, di un disegno che anni
lontani un gentiluomo fece la nostra
caricatura,noi due abbracciati insieme.

E se non fosse che il tuo ricordo mi e’
restato l’avrei bruciata,per riscaldarmi.

Ma ora ti ho ritrovata in quei ricordi quando
la notte ripasso i miei ricordi e ridestandomi
da sonni profondi dove la vita che vivo non e’
piu’ quella che vivevo quando c’eri tu..

L’ho ricolorata con i tuoi occhi marroni,
la tua pelle bianca, dove riccioli d’orati
scivolavano sul tuo viso rosso tra i tuoi
passi che non riesco a dimenticare.
Continua a leggere “RICORDI, di Luigi Meloni”

SCAPPARE, di Luigi Meloni

SCAPPARE

di Luigi Meloni

SCAPPARE

Da quando sei apparsa nel mio mondo
ne risente il mio corpo, come una casa
vecchia scricchiola nelle ossa, per
per sentirmi deriso dal tuo ghigno.

Pian piano accmulo parole senza senso
addormentato nei sensi dell mia esistenza
e tutti cinque li sto perdendo come
come la luna lontana che dai miei occhi
si perde all alba.

E nemmeno vorrei capire cosa hai nella
tua testa, vestito di lana da testa ai
piedi, dove ne sento il freddo che mi
ghiaccia le vene.

E percorro tutte le direzioni per fuggire,
nascondermi per non vedere i tuoi occhi
e non trovarti nella notte, che senza luna
fa paura, tu che sei cosi fredda e svestita
senza pudore.

Scappo e riscappo nella mia mente che mi

inganna, e non mi fa vedere l’altra parte

del mosaico, di un colore chiaro come il

sole, e la luce, e sempre piu attenuare il

tuo ennesimo incontro con il buio, come una

radice sotto un albero, e dissolvere nella

tua mente quell eremita che ricoonosco come

parassita.

LUIGI MELONI

L’AMORE STA NELLE PICCOLE COSE, di Luigi Meloni

L AMORE STA NELLE PICCOLE COSE

di Luigi Meloni

L’AMORE STA NELLE PICCOLE COSE

E ti cerco ogni attimo tu che sei
sulla mia fronte, dentro i miei occhi
profondi e oscuri, e nel tuo essere
sento vivo amarti da quando ti incontrai,
e piu’ di ogni cosa ho cercato il tuo
corpo tra le labbra che invoco in un
bacio.

Qui e spesso mi ritorni in mente la notte,
la tua forma, gli occhi, le labbra e le
parole sul mio cuore impacciato,dove in certe
notti mi sento mancare,e ne sento l’ansia
come se mi mancasse il fiato.

Per te ho acceso il fuoco della speranza
e aperto l unica porta per entrare dentro
me, solo a te, dove nessun altra non ho mai
visitato gli scompartimenti stagni, dei
battiti del mio cuore, al chiaror dei miei
sentimenti.
Continua a leggere “L’AMORE STA NELLE PICCOLE COSE, di Luigi Meloni”

ADDORMENTARMI, di Luigi Meloni

ADDORMENTARMI.jpg

di Luigi Meloni

ADDORMENTARMI

Se solo potessi vederti per le vie
delle strade ogni giorno, al mattino
presto i miei occhi ricalcherebbero
il tuo viso, cosi bello inafferrabile
innocente, e sentirne il tuo profumo
traspostato dal vento che mi rilasci
nei tuoi colori il tuo sapore.

So che certe volte mi guardi e forse
anche mi vedi, tra le luci ombrate del
mattino, di questo freddo invernale
ti aspetterei per guardare i tuoi gesti
tra l’inquietudine di cui tanto ho sognato
nella mia solitudine,

E di quel tuo cuore che mi sconvolge, e
che m invade, sapere ciò che puo trafiggerti
come punte di aculei di rosa, per sentirti
trasalire dentro il tuo animo profondo.

Per poi venirti incontro con il mio cuore
anche solo per un’attimo almeno, e che possa
nelle tue profondita addormentarmi, nella tua
anima ora per sempre nell’eternita, di questo
attimo.
LUIGI MELONI

TU SEI TUTTO PER ME, di Luigi Meloni

Tu sei

di Luigi Meloni

TU SEI TUTTO PER ME

Tu sei la ruota che fa girare il mio mondo,
il disegno del tuo viso che trovo il mattino
quando apri gli occhi, e illumini la stanza,
leggera dolcezza come una misica di pianoforte.

Ci sono notti cui mi fermo a guardarti mentre
respiri, chiedendomi cosa sogni in quel momento
se sei viva dentro me, o stai volando lontano
su altre vie che il mo cuore non riesce a capire!.

All’alba fiorisci con la tua pelle calda dove la
ritrovo vicina al mo corpo, forse che mi hai abbracciato
la notte, che ti abbia riscaldato come quando l’inverno
siamo un unito all’altro, e che mai vorrei finisse
quell’istante.

Eppure so che ci sei quando mi racconti di te, dove
qui passano le ore del tempo senza accorgersi, ma mai
dubitiamo su quello che insieme cerchiamo, forse per
questo quella sera ci siamo trovati dentro i nostri
occhi fulminati da noi stessi.
LUIGI MELONI