Momenti di poesia. Rapsodia di primavera, di Maria Pellino

Momenti di poesia. Rapsodia di primavera, di Maria Pellino

Maria Pellino

Rapsodia di primavera.

Esplodono riverberi di luce

a coronare l’universo d’intensità,

mentre il cielo terso

ammanta d’azzurro il

firmamento con le sue

arcate, un’orchestra

d’anime che coglie in volo

melodie in libertà.

Sorridono di gemme gli

anfratti cupi, rami spogli

che

il vento onora del suo

amore.

Laddove il cuore consola

ogni sguardo e l’attimo

rinasce nel suo infinito

movimento,

lì si ode una musica d’ eterno,

vivido intreccio di

assoli,

rapsodia di primavera.

Momenti di poesia. Una dea, di Maria Pellino

Momenti di poesia. Una dea, di Maria Pellino

Una dea

Una dea dalle movenze sacre incarni,

donna.

Il cielo ricopre di stelle la tua anima,

delicata orchidea, gemma di cuore.

Sorreggi l’universo con materne radici

e partorisci fardelli di dolore nel silenzio cadenzato dal pianto innocente dei figli dei tempi. Riassesta l’ordine puro della tua dignità,

abbi cura dei tuoi sogni.@MariaPellino

Intervista alla poetessa Maria Pellino, a cura di Pier Carlo Lava

Intervista alla poetessa Maria Pellino, a cura di Pier Carlo Lava

Alessandria today è lieta di pubblicare in esclusiva per il blog, un intervista alla poetessa Maria Pellino, che si racconta ai nostri lettori.

“Maria Pellino, afferma che un poeta è colui che plasma le emozioni, i pensieri, l’anima. Raccoglie briciole di eterno dalle vie disperse dell’universo e ne fa quadri dalle cornici ammainate dal gettito forbito delle parole”.

Maria Pellino40752818_518212565307566_9047713861632786432_n

Maria ciao e benvenuta su Alessandria today è veramente un piacere farti un intervista, ci vuoi raccontare dove sei nata, chi sei, cosa fai nella vita oltre a scrivere e qualcosa della città dove vivi?

Ciao e grazie. Sono originaria della provincia di Bn, Sant’Agata dei Goti, borgo ricco di storia. Attualmente svolgo attività di educatrice e vivo in provincia di Milano in un paese che si affaccia sull’Adda, un luogo pieno di paesaggi naturali meravigliosi che hanno ispirato artisti come Leonardo da Vinci e autori come il Manzoni, per citarne qualcuno. Ad oggi, mi sento parte di questo posto, tanto che tali paesaggi dall’atmosfera incontaminata stimolano la mia ispirazione.

Quando hai iniziato a scrivere e cosa ti ha spinto a farlo?

In realtà scrivo da sempre, ho iniziato scrivendo aforismi, mi affascina la forma breve. Nel 2013 qualcosa è cambiato, all’improvviso i miei pensieri sono mutati diventando poesia.

Chi è per te un poeta?

E’ colui che riesce a plasmare le emozioni, i pensieri, l’anima. Raccoglie briciole di eterno dalle vie disperse dell’universo e ne fa quadri dalle cornici ammainate dal gettito forbito delle parole.

Recentemente è uscita un’antologia di poesia contemporanea tra i cui autori sei presente con una ventina di poesie inedite, edizioni L’inedito “Il cancello sulla battigia”, ce ne vuoi parlare?

La prima pubblicazione è come il primo amore non si scorda mai, ci puoi raccontare quali difficoltà hai incontrato per pubblicarla e quale è stato il tuo primo pensiero dopo averla pubblicata?

E’ stata un’esperienza molto costruttiva, non ho avuto difficoltà perché ho incontrato un editore professionale.

L’Antologia presenta autori vari con le proprie poesie, le mie ne sono 20. E’ una bella sensazione sapere che ti possano leggere in cartaceo. Continua a leggere “Intervista alla poetessa Maria Pellino, a cura di Pier Carlo Lava”

Auschwitz, di Maria Pellino

Auschwitz, di Maria Pellino

thahjka0xt

Ci hanno puniti,

chiudendoci in gabbie di filo umano.

Hanno straziato madri

dal cuore perpetrato da pianti amari

e figli dal destino troncato

da chi ha ceduto

all’odio la propria anima.

Hanno mutato tegumento ebreo

in carne per farcire buchi disumani

e tingere fantasmi di rosso sangue.

Hanno incupito i sogni

di chi non riuscirà più sognare

al di là del recinto spinato.

Sollevandoci come upupe,

Hanno calpestato le nostre creste

come uccelli senza becco e senza canto.

@MariaPellino

“Tu musica”, di Maria Pellino

“Tu musica”, di Maria Pellino

Dell’eterno tu

zampillo travolgente

impronta percettibile dell’universo racchiuso in un sogno

cogli

ricolmi  orizzonti di infinito lustro

e moti ritmati.

Puro artista.

L’ incanto precipuo spazia l’oltre.

Si svela a me un pensiero zelante

lo inseguo ed inizio a danzare sinuosamente.

Dispersa ritrovo il sentiero dell’anima.

Avverto l’ abbraccio di una melodia che mi avvolge

in lontananza scorgo l’arcobaleno di note

e tutto si riempie.

La poetessa Maria Pellino si presenta ai lettori di Alessandria today

La poetessa Maria Pellino si presenta ai lettori di Alessandria today

di Pier Carlo Lava

Alessandria today è lieta di presentare ai lettori la biografia della poetessa Maria Pellino, della quale in seguito verrà pubblicata anche un intervista in esclusiva per il blog.

Maria Pellino IMG_20180620_190400 copia

Maria Pellino vive in provincia di Milano dove lavora come educatrice.

Ama gli autori classici della letteratura, la poesia e la forma breve qual’è l’aforisma, dal 2013 è autrice di oltre trecento aforismi è poesie.

Ha ottenuto diversi riconoscimenti quali due primi premi, due menzioni di merito per monologo teatrale e poesia con immagine, nel concorso dell’accademia mondiale della poesia.

Dal 2013 ha partecipato ad importanti e prestigiosi concorsi sia nazionali che internazionali ed europei giungendo sempre in finale.

Ha ottenuto un premio speciale stampa. Le sue poesie sono pubblicate nelle antologie dei corrispettivi concorsi.

Ad aprile è uscita un’antologia di poesia contemporanea tra i cui autori è presente con una ventina di poesie inedite edizioni L’inedito “Il cancello sulla battigia”.