Natale, di Maria Strazzi

Natale, di Maria Strazzi

Nu sciusc’e viento

47277045_447963782401762_7859467449312215040_n

Natale

So’arrivat,so’ arrivat
e’ zampugnare belle
aria e’ Natale, quant’lucelle!
dint’a sta’ casarella
a’ tavola m’bandita
na’ gallenella cotta, nz’ieme o’ brodo
o’ panettone o’ mandarino
quacche pestacchio quacche nucella
na’ pazziella e duje biancale
pe’ nennille
aret’a’ seggia, l’albero e’ Natale viecchio
cchiu’ e’ diecianne cu’ na’ filare e’ palle
l’angiulille, e fil’argiente e n’copp’a’ nu’
stipettiello o’ presepio,quatte casarelle,
nu’ poco e’ muschio, e i tre Re Magi,
o’ pastore, e pucurelle, a lavannara, o pizzaiuolo
o’ vuoio e u’ ciucciariello n’zieme a Maria
Giuseppe e u’ Bambniello
E a mezza’notte,o’ primm’e’ l’anne
e’ botte e tricche tracche e’ spare e’ botte,
quant’alleria,quanta culure!
guagliu’, scennimmo miez’a’ via
facimme festa pure nuje, n’abbraccio
l’augurio e’ o’ brinneso, cu’ nu’ bicchiere
e’ carta, ammore mio, dimane o’ furnaro
me piglia a fatica’, pe l’anno nuovo tutto sarra’
cchiu’ bello, pe’ nuje ca’ simme nate puverielle,
ma ce vulimme bene,simme f’lice o’ stesso
tenimme a’ liberta’ l’ammore, a dignita’
lassamme ca’ dimane vene
tirammece a’ campa’!
@trazzi Maria

Feroce su il dolore, di Maria Strazzi

Feroce su il dolore, di Maria Strazzi

Amici a cui piace Coccinella blu

Feroce fu

Feroce
fu’ il dolore
duro
il tradimento
e stette li
a scavare
frugando,
eventuali
vuoti
di mancanze
lasciati
incustoditi
nel
suo profondo,
poi bevve
un sorso di pace
finché smise
di guardar
passare
le ore
la sua rabbia.
@maria Strazzi

Una poesia di Maria Strazzi

Una poesia di Maria Strazzi

Nu sciusc’e viento

Buon giorno amici tutti

Una poesia

Si
racconta
che fosse
un santo
appeso
alle
sue ali
un
saltimbanco
girovago viandante
di poca
mercanzia,
galante,
si
racconta
che
avesse
venduto l’anima
al suo
inferno,
al suo
perduto amore,
nell’ansimare
del ricordo
pelle contro pelle
si racconta
che la notte gli porto’
via, un po’ del suo dolore
mentre il destino
avverso
gli presto’ ancora un po’ di vita persa.
@Maria Strazzi

Abbandono, di Maria Strazzi

Abbandono, di Maria Strazzi

L'immagine può contenere: una o più persone e primo piano
Nu sciusc’e viento

Buon giorno a tutti

Abbandono

Negli occhi
ombrosi
e belli
laghetti
verde
bottiglia
andavano
ad annegare
il pianto
liberò la
solitudine
angosciante
sfuggendo
al suo
ricordo
minuscolo
ma devastante
si abbandonò

leggera
emozionandosi
per una
carezza
che le
fece il mare.
@Maria Strazzi

Premurosa, di Maria Strazzi

Premurosa, di Maria Strazzi

L'immagine può contenere: 1 persona
Nu sciusc’e viento

Buon giorno a tutti

Premurosa
prima
dell’abbandono
mise via
le cose
carte vestiti
tradimenti
un abito
da sposa
e come
ultimo
atto
d’una prosa
un
post it
sul frigo
come il
suo cuore
liso
“Non aspettarmi
nessun preavviso”
vapore sullo
specchio
rossetto rosa
liscio’ la
gonna nuova
e senza
voltarsi indietro
sguscio’ via.
Sm@