I POETI, di Mariella Bartolucci

I POETI, di Mariella Bartolucci

I poeti.jpg

I POETI.

La vita

non è

stare comoda

seduta

o strisciante

nel divano

La vita

non è

amorfa

o abbandono

voluttuoso.

Lavorare

ridere

ballare

cantare

e pensare

per scrivere

a seconda

dell’umore

o del battito

del cuore. …

Questa è la vita

del poeta………

Lasciate parlare

i poeti

per trovare

la nostra identità!

Sogni evanescenti, di Mariella Bartolucci

Sogni evanescenti, di Mariella Bartolucci

Le Mie Poesie

sogni evanescenti

Sogni evanescenti.

I sogni

sono stelle

evanescenti.

Ulisse

desiderava

la sua amata

donna e la sua

terra….

Anche io ansimavo

tornare

al mio paese. Continua a leggere “Sogni evanescenti, di Mariella Bartolucci”

Il pettirosso solitario, di Mariella Bartolucci

Il pettirosso solitario, di Mariella Bartolucci

Le Mie Poesie

Il Pettirosso

Il pettirosso solitario.

È solo,

spaventato…

Ha vissuto

una notte

di paura

appeso

ad umidi

rami

di ulivi,

che lo hanno

protetto

dalle prime

gelide

notti autunnali

e da una rugiada

cristallina.

Nell’animo

il terrore

di un effimero

presente,

senza più

sole

e senza nido,

dove languire

come una rosa

pallida. Continua a leggere “Il pettirosso solitario, di Mariella Bartolucci”

L’amore è come un gioco, di Mariella Bartolucci

L’amore è come un gioco, di Mariella Bartolucci

Le Mie Poesie

45047205_285312795420508_1427455681023180800_n

L’amore è come un gioco.

Nella tristezza
più grigia
parlare
è un ‘ empieta’.
Nel tuo volto
vicino al mio
traspare solo
indifferenza.
Eppure abbiamo
percorso
questi innaturali
boschi autunnali
come rinchiusi
in una palla di
vetro.
Ora se la scuoti
si vede neve
solo neve,
noi siamo scomparsi.
Le chiacchiere
sono banali.
Brevi sguardi
obliqui
ci fanno sentire
ancora vicini.
Ah come vorrei
ricominciare
tutto da capo!
Con un muto
contatto fisico
e con quel
magnetismo
chimico
che faceva
combaciare
i nostri corpi!!

In fondo l’amore
è come un gioco,
quando le tessere
non s’incastrano
più ……
rimane solo
il ricordo
di un bel viso
ricoperto
di neri cappelli
e di occhi
con pupille
nere
enormi….
Solo il torpore
del sonno
affonda
Il mio volto
sul cuscino.
29/10/2018.

Cieli colorati, di Mariella Bartolucci

Cieli colorati, di Mariella Bartolucci

44879705_284630272155427_6450466040169103360_n

Le Mie Poesie

Cieli colorati.

I rigori dell’ inverno
sembrano
lontani,
se osservi
con stupore
questi cieli
autunnali
così colorati.
All’alba
le nuvole si
caricano
di colori intensi,
di giallo
di rosso
di viola
di blu,
più profondo del
mare…..
Fanno pensare
ad una improvvisa
caduta di
stelle
sopra di noi
con mille
scintille….
E intanto la terra
si colora
d’oro
di prima mattina.
Vorresti
avere le ali
per varcare
questi cieli
speciali,
che allontanano
tristezze
solitudini
desideri
e sentimenti
volgari.
29/10/2018.

Ricerca della terra natia, di Mariella Bartolucci

Ricerca della terra natia, di Mariella Bartolucci

Le Mie Poesie

44903673_285098522108602_6379050260274085888_n

44933495_285098555441932_4990060336418652160_n

Ricerca della terra natia.

Qui fra le stelle

la Morte

non ci ferma.

Le tenebre ci oscurano

la visione

solenne

di una città

immortale.

Come pallida stella

ritrovo quel luogo

dove sono nato.

Oh! Si è rovesciato! Continua a leggere “Ricerca della terra natia, di Mariella Bartolucci”

Se vedi due angeli… di Mariella Bartolucci

Se vedi due angeli… di Mariella Bartolucci

se vedi due

Se vedi

due angeli

che camminano

in questo

silente

paradiso,

ricordati di

togliere le

scarpe!!

L’erba è di

velluto

profumata

di muschio

e il cammino

si fa

a piedi nudi.

Non inoltrarti

nelle zone

d’ombra

dove puoi scoprire

quale sarà

il destino del

tuo cuore,

irradiato

da fredde emozioni

di un amore

scomparso….. Continua a leggere “Se vedi due angeli… di Mariella Bartolucci”

Milano 14 Giugno 1991, Mariella Bartolucci

Milano 14 Giugno 1991, Mariella Bartolucci

Milano

Dal diario di Magda.
Dedicata a tutte le donne e agli operai che muoiono mentre lavorano.

Milano 14 Giugno 1991

Da oggi sono una cittadina italiana con un’invalidita’ civile!

Infatti ho subito una menomazione fisica non idifferente!

Non sono l’unica. Ci sono tante donne come me e camminano per strada con

una “tetta finta”, detta protesi.

Fino a quindici giorni fa non avrei mai pensato di diventare ” invalida”.

Dovrò passare umilmente la visita per la dichiarazione legale di questo mio nuovo stato fisico, magari insieme a tutte quelle vecchiette per l’assegno di accompagnamento, che ho visto stamane alla USL:alcune stavano meglio di me.

Dio mio che esperienze ti fa fare il Cancro!

Sono passati alcuni giorni ” normali”, come se non fosse successo niente.

Ho pensato alla mia famiglia, alla casa e a mantenere buoni rapporti con il vicinato.

Tutto è filato liscio!!

Ma oggi è ritornata la paura. Si ho paura di quello che ancora mi aspetta..

L’oncologa decreterà il mio destino e lo svolgimento delle mie future giornate estive, per me sacre. Continua a leggere “Milano 14 Giugno 1991, Mariella Bartolucci”

Nonni e nipoti, di Mariella Bartolucci

Nonni e nipoti, di Mariella Bartolucci

Le Mie Poesie

Nonni e nipoti

Nonni e nipoti.

Si può rimpiangere
in silenzio
un tenero fanciullo,
che teneva
la mia mano
come fosse entrato
dolcemente
nel mio mondo?

Occhi
di cielo,
guance profumate
come gelsomini
e sorrisi
che rifioriscono
ad ogni gioco
piacevole
alla fanciullezza. …..

Si rimpiangerlo

si può !

È un gioco

segreto

di due animi

affini

caldi di affetto!

1/9/2018

Ricordi d’infanzia, di Mariella Bartolucci

Ricordi d’infanzia, di Mariella Bartolucci

Le Mie Poesie

ricordi

Ogni volta che capito
in Urbino, mi stringo labbra e cuore..
E cammino. ….. e cammino ……..per quei vicoli stretti ed umidicci
alla ricerca di ricordi
infantili.
La signora che mi guarda ha un sorriso
bonario ,come se volesse prendermi
per mano in quella dura salita, come faceva nonna da piccola.
Ma io vado avanti e non mi fermo a riposarmi.
Ecco il Duomo in tutto il suo splendore con la grande scalinata.
Qualche turista è seduto nei gradini con meraviglia! Alcuni entrano.
Io no. Lo conosco nei particolari con tante messe pasquali ascoltate lì.
Sono invece attratta da una chiesetta, laggiù in fondo al vicolo.
Forse è ” Cristo Re”, dove nonna mi portava
con sé a dire le orazioni del vespro!
Poi silenziosa mi prendeva per mano
e piano piano si scendevano quelle scalette, di fianco al Duomo,spesso maledette per le caviglie. ..Sfioravamo la base dei Torricini e mi fermavo a guardarli fino al cielo senza capire chi li aveva eretti fin lassù.
E il Palazzo Ducale chi lo abitava?
Allora, Urbino per me era davvero un mistero
fiabesco…………
20/5/2018.

Ombrello JAZZ, di Mariella Bartolucci

Ombrello JAZZ, di Mariella Bartolucci

Ombrello

Non a caso

amavo quell’ombrello

dai mille colori. ..

Era il mio ombrello

Jazz! !

Un giorno d’Autunno

una musica

velata di tristezza

mi spinse

verso le profondità

di un viale,

tappezzato

di foglie rosse

e luminose. Continua a leggere “Ombrello JAZZ, di Mariella Bartolucci”

Per i sentieri del Montefeltro, di Mariella Bartolucci

Per i sentieri del Montefeltro, di Mariella Bartolucci

43604389_2230564843889828_1976153949408854016_n.jpg

Che bello
passeggiare
nel mio Montefeltro
sotto questo chiarore
autunnale!
Il sole dorme
sornione
tra cupi vapori
di nebbia
mentre attraverso
un bosco
di giovani querce.
All’improvviso
mi trovo avvolta
da cumuli
di foglie
che danzano
al vento. ..
La nudità dei rami
snaturano
la foresta,
prima verde e
rigogliosa.
Siamo nell’alto
Montefeltro
terra di caccia
dei Duchi
e il loro passaggio
con veloci destrieri
han lasciato
innumerevoli
sentieri.
Ad un tratto il cammino
si fa più blando.
Ecco lassù
c’è la montagna
che sovrasta,
cupa e maestosa.
È un Sasso enorme
e roccioso. ….
Prima di giungere
al piano
una danza strana
misteriosa
mi copre di foglie
dai colori intensi,
che mi trascinano
nella foresta
come ci fosse
un’ ultima e
grande festa.
Poi un venticello
autunnale
le sospinge
lungo coste
di catene ancora
intessute di verde.
E se ne vanno
con una danza
di angeliche
forme.
A poco a poco
si posano
con tristezza
a terra,
dove c’è solo
umore d’inverno.

Lupi tardivi

scenderanno

in quei sentieri

fra il freddo

e il nevischio

di una nuova

stagione invernale.

Immagini del Montefeltro, da Mariella Bartolucci

Immagini del Montefeltro

43454589_2230050010607978_8519880797774151680_n43561599_2230051090607870_7858912595372146688_n43595717_2230049573941355_4660211688513994752_n43615019_2230051443941168_3477662498771959808_n

Il Montefeltro è una regione storica che si estende nelle Marche, in Emilia-Romagna, nella Repubblica di San Marino e in Toscana. Wikipedia

Montefeltro

Colline e montagne, rupi e piccole valli, torrenti e boschi, borghi medievali e splendide rocche: il territorio di Montefeltro,  bellissima realtà storico-geografica ricca di straordinarie peculiarità naturali e culturali, è un’ottima meta turistica per chi ama cultura, storia e relax. La regione, che si trova nell’Italia centrosettentrionale, è caratterizzata dalla presenza di rocche e castelli, alcuni dei quali fra i più interessanti d’Italia. La struttura più importante e imponente è la Rocca di San Leo, che si staglia alla sommità di uno sperone roccioso.

http://www.turismo.it/

Violette d’Autunno, di Mariella Bartolucci

Violette d’Autunno, di Mariella Bartolucci

violette

Non ho mai

raccolto

violette autunnali!

Eppure sono fiori

della mia terra,

ma ignorati

nella stagione

della vendemmia.

Invece qualcuno

tra campi e

vigneti

le ha scorte

in un soave

boschetto.

Erano nate da poco

e sembravano

sbocciate

più da un sogno

che dalla realtà,

senza esitare.

Forse una luce

divina

ha lambito

quel tratto di

bosco

per richiamare

le gioiose anime

perse

ai loro lieti

giochi di

gioventù. Continua a leggere “Violette d’Autunno, di Mariella Bartolucci”

Il Destino, di Mariella Bartolucci

Il Destino, di Mariella Bartolucci

42956475_2225787177700928_3738749038095237120_n.jpg

Scende la notte…
Domina il silenzio. …
I canti della festa
sono ormai lontani
e si ode
un timido eco…..

I Signori del cielo
hanno in mano
il mio destino. …..

Si diffonde in me
come un improvviso
soffio di vento
una solitudine
Inumana. ..
Continua a leggere “Il Destino, di Mariella Bartolucci”