Il mio paese natio, di Mariella Bartolucci

Il mio paese natio, di Mariella Bartolucci

38228848_2179173479028965_3120583500512624640_n

Poesia.
Il mio paese natio.

Da una bassa scogliera
contemplo la spiaggia
di una città costiera,
a fior di costa
osservo un mare
placido e
ozioso.
I pensieri scorrono via
come piccole onde
che si dileguano
nelle ombre sabbiose
dell’età giovanile…..
Penso al mio paese
natio…

Quante volte ho cantato
nelle feste paesane!
Anche se spesso
avezza
a cantar dolore!

Paese mio,
forse un giorno
canterò anche per te,
non con voce bianca
ma intonata solo
a ricordi
quasi trasparenti!
Continua a leggere “Il mio paese natio, di Mariella Bartolucci”

Le manifestazioni più importanti nelle Marche, di Mariella Bartolucci

Le manifestazioni più importanti nelle Marche, di Mariella Bartolucci

urbino_iStock_000071217323-828x436

Sono numerose sia di carattere artistico, culturale o folcloristico specialmente in estate.
A Urbino ci sono tanti corsi anche per stranieri all’ Università, poi c’è il Festival della musica antica, la celebre festa degli Aquiloni, celebrata in una famosa poesia del Pascoli, che ha per un periodo studiato qui a Urbino. Infine ora Urbino è una città aperta a tante manifestazioni soprattutto mostre pittoriche.
Un ricordo particolare va allo scrittore, letterato e critico Carlo Bo, che è stato rettore per tanti anni nell’Università di Urbino, una delle più frequentate delle Marche, dopo il Politecnico di Ancona.

A Pesaro l’impronta maggiore è data dalla tradizione musicale con
il ROF (Rossini Opera Festival) con la rappresentazione annuale di opere liriche Rossiniane, all’attenzione del mondo intero.
Altra manifestazione pesarese di prestigio è la ” Mostra Internazionale del Nuovo Cinema “.
Poi abbiamo il “Festival d’Arte Drammatica ” in primavera.
Poi si sono aggiunti in questi anni anche i mondiali di Ginnastica Artistica femminili.
Continua a leggere “Le manifestazioni più importanti nelle Marche, di Mariella Bartolucci”

Un abbraccio, di Mariella Bartolucci

Un abbraccio, di Mariella Bartolucci

un abbraccio

Un abbraccio

Il mare transita

vite umane

inconsapevoli

di un viaggio disperato

o di un destino

ridisegnato per loro.

La morte può essere in agguato

ma la lusinga

di una nuova esistenza

e’ più forte

di ogni tacita paura

e si parte all’avventura

per un abbraccio

con uomini diversi.

Ma che sia ,come

quel mare amico,

davvero un libero

un abbraccio …..

E non acerbo

dolore!!

Il dolce ritorno, di Mariella Bartolucci

Il dolce ritorno, di Mariella Bartolucci

Il dolce

Poesia.
Il dolce ritorno.

Puoi girare il mondo
aprire strade nuove
incontrare milioni
di persone.
Camminare lungo
filari di viti.
Fermarti a guardare
nei cimiteri
il volo tardo
e nero
dei corvi…

Ma sempre tornerai

ad ammirare

la natura dolce

e calma

del tuo mare.

Le mie origini, di Mariella Bartolucci

Le mie origini, di Mariella Bartolucci

le mie origini

Poesia.
Le mie origini.

Che sogno amabile!

Arrampicarsi sui vecchi tetti
di Urbino
torturati per secoli
da neve e
vento.
Correre tra i vicoli
con il mio vestitino di seta
alitato da folate di brezza,
mentre tu in attesa
ti nascondi nei portoni….

Poi raccontarti
la vita dei miei cari,
che ha il significato
morale
di origini urbinate….
mai perse.

Osservare avidamente
il Montefeltro
per non mettere fine
a questo mantello vegetale.
Ah! L’avessi magari visto
con gli occhi
di Raffaello!

Dolce diletto
camminare con te nei boschi
in cerca di viole
appena nate
e già profumate!
Sentire le tue mani
frugare nel mio vestito
color aragosta,
mentre accarezzo
i tuoi capelli bruni….

Saliamo lassù…
su quei Torricini
dove I nostri baci
si nascondono
tra fessure secolari.

Mondolfo 21/7/2018.