FRANCESCO RENGA : “L’ALTRA METÀ Tour”, al via in autunno dal Teatro Arcimboldi di Milano 

FRANCESCO RENGA : “L’ALTRA METÀ Tour”, al via in autunno dal Teatro Arcimboldi di Milano 

Oltre 40 CONCERTI nei principali e suggestivi teatri italiani! 

LIVE ANCHE IN EUROPA MAGGIO 2020

Partirà in autunno, l’11 e il 12 ottobre dal Teatro degli Arcimboldi di Milano, “L’altra Metà Tour” di FRANCESCO RENGA, un tour di oltre 40 date che lo vedrà protagonista fino a dicembre sui palchi dei principali teatri italiani per presentare al pubblico della penisola il nuovo disco “L’altra metà” e i suoi più grandi successi.

 PROMO TEATRO ANTICIPAZIONE.jpg

Accompagnato sul palco dai musicisti Fulvio Arnoldi (chitarra acustica e tastiere), Vincenzo Messina (pianoforte e tastiere),Stefano Brandoni (chitarre), Heggy Vezzano (chitarre), Phil Mer (batteria) e Gabriele Cannarozzo (basso), Francesco durante il tour sorprenderà il suo pubblico con uno spettacolo coinvolgente ed emozionante, e una scaletta nuova in cui troveranno spazio le indimenticabili hit del suo repertorio e i brani estratti dal suo ultimo e ottavo disco di inediti. Continua a leggere “FRANCESCO RENGA : “L’ALTRA METÀ Tour”, al via in autunno dal Teatro Arcimboldi di Milano “

Una lezione di civiltà #cittadinicivilicontropersoneincivili

Una lezione di civiltà

Associazioni di volontari contro gli incivili che degradano e deturpano la città.

di Pier Carlo Lava  #cittadinicivilicontropersoneincivili…

A questo proposito occorre ricordare che degrado chiama degrado, mentre ordine e pulizia richiamano ordine e pulizia.

Pier

Infatti è risaputo che se in una zona inizia il degrado e non si interviene subito, i cittadini anche quelli che normalmente si comportano civilmente si sentono quasi autorizzati a comportarsi come gli incivili abbandonando cartacce e quant’altro.

Alessandria today, a quanto pare come dice un antico proverbio tutto il mondo è paese.. infatti le persone incivili che con i loro comportamenti sporcano le strade e deturpano i muri della città creando degrado in talune zone, ci sono un po ovunque (non solo in Alessandria).

Su La stampa sono stati pubblicati due articoli in merito al problema dell’inciviltà urbana, evidenziando che gruppi di volontari in supporto ai comuni che evidentemente da soli non riescono a far fronte all’inciviltà dilagante, sono intervenuti per ripristinare il decoro della città a Torino e Milano.

A Torino l’hanno chiamata “PuliAmo torino” un ennesima iniziativa come tante altre già effettuate in passato di cittadini volontari che dotati di 100 scope si sono ritrovati in alcune zone del Centro per migliorare la pulizia e  il decoro della zona.

A Milano è è stata effettuata l’operazione “Retake Milano” riprendiamoci a città, un missione di volontari dell’Associazione “Antigraffiti Onlus” che ripulisce i palazzi e valorizza con la cancellazione dei vandali tag, armati di spazzole e solventi adatti, in accordo con il Comune. Continua a leggere “Una lezione di civiltà #cittadinicivilicontropersoneincivili”

Virgilio: Milano, donna uccisa in casa: sospetti sul marito

Virgilio: Milano, donna uccisa in casa: sospetti sul marito

Si indaga sul marito: l’uomo ha tentato di investire gli agenti che lo fermavano

https://notizie.virgilio.it

Schermata 2019-09-02 a 09.00.24.png

È stato arrestato per omicidio aggravato Aurelio Galluccio, 65 anni, il marito sospettato di aver ucciso a coltellate la sua consorte, Adriana Signorelli. È successo a Milano: la donna di 59 anni è stata ritrovata morta con ferite da arma da taglio nel suo appartamento di via san Giacomo, nella periferia della città.

La polizia è intervenuta sul posto attorno alle 2 di questa notte assieme a 118 e vigili del fuoco, in seguito all’allarme lanciato dalla figlia della donna, che non riusciva a mettersi in contatto con la madre. Dopo aver sfondato il portone, gli agenti delle volanti hanno trovato il corpo senza vita della 59enne riverso a terra, con evidenti segni di coltellate.

Gli agenti della Questura in un primo momento avevano preso in consegna il marito, che non vivrebbe con lei e la cui posizione è ora al vaglio degli inquirenti. Quando i poliziotti lo hanno raggiunto la notte scorsa, l’uomo ha tentato di investirli con la sua auto. L’uomo era poi stato portato in ospedale in stato di fermo con l’accusa di tentato omicidio nei confronti degli agenti.

VIRGILIO NOTIZIE | 01-09-2019 10:14

Il romanzo di Romano De Marco “Nero a Milano”, di Lia Tommi

“Nero a Milano” di Romano De Marco

I favori vanno ricambiati… Una villetta alla periferia di Milano, luogo ideale per la vita di coppia. Peccato che qualcuno abbia deciso di dividere quella coppia.
Anzi, di unirla per sempre, nella morte.
“Nero a Milano” di Romano De Marco (Piemme, 2019) inizia con due cadaveri carbonizzati e nessun indizio, nessun movente. All’apparenza…

A indagare dovrà pensarci il commissario Luca Betti, che in realtà avrebbe ben altre gatte da pelare, per le mani. Una moglie che ha deciso che le loro vite devono dividersi per sempre e un rapporto con la figlia che definire conflittuale non renderebbe per nulla l’idea. Purtroppo, quando il lavoro chiama…
L’altro protagonista di questa storia risponde al nome di Marco Tanzi, che ora è un detective privato. Un bravo detective. Un uomo con un passato burrascoso e tormentato che ormai è alle spalle. Ma, si sa, i ricordi decidono di venire a galla sempre nel momento meno opportuno. E provate a fermarli, se ci riuscite…

Il modo migliore per scacciare i fantasmi del passato? Ma buttarsi a capofitto nel lavoro, che diamine! Per questo accetta un caso che, in realtà, rischia di farlo sprofondare ancor di più nella sua disperazione.
Deve ritrovare un ragazzo con problemi mentali che è fuggito di casa. E dalle proprie ossessioni. Purtroppo il ragazzo è maggiorenne, anche se da poco e trovarlo non significherà necessariamente riportarlo a casa, se la volontà del fuggitivo non sarà quella.
Il ragazzo vive per strada, ai margini della società e forse è già troppo tardi, per lui. Forse. In tutto questo una mente impazzita decide di far strage di clochard, una strage comandata dall’odio e dall’irrazionalità, una strage che sembra destinata a none esaurirsi, alimentata dall’odio dell’assassino e dall’indifferenza delle persone “normali”.

 

Incidenti lavoro:cade da 12metri e muore

Incidenti lavoro:cade da 12metri e muore

L’infortunio a San Giuliano, l’uomo è precipitato da un tetto

Redazione Ansa http://www.ansa.it

9dbafc5edf24ca597a539c1365200b2f.jpg

MILANO

(ANSA) – MILANO, 26 AGO – Incidente sul lavoro a San Giuliano Milanese dove un uomo di 40 anni è morto mentre stava lavorando sul tetto di un capannone della zona industriale dal quale è precipitato.
L’uomo è caduto facendo un volo di quasi 12 metri. Sul posto sono intervenuti il 118, con una eliambulanza, e la polizia locale di San Giuliano, ma ogni tentativo di rianimare il 40enne è stato vano.

Ventenne in coma dopo un party in un attico: ha lesioni cerebrali

Ventenne in coma dopo un party in un attico: ha lesioni cerebrali

I carabinieri stanno indagando e mettendo sotto torchio gli amici del ventenne che è finito in coma e con lesioni cerebrali dopo aver fatto festa in un attico a Nerviano, zona nell’hinterland milanese

Nicola De Angelis -http://www.ilgiornale.it/

ventenne.jpg

La dinamica di come Luca sia finito in coma è tutta da chiarire, l’unica cosa certa è che un ragazzo di 20 anni di Milano sta lottando tra la vita e la morte dopo aver trascorso una serata facendo festa in un attico nell’hinterland milanese.

Il tutto è avvenuto nella notte di venerdì 27 luglio quando Luca, insieme ad alcuni amici, si era recato a far festa in un attico.

Dopo qualche ore la chiamata ai soccorritori; il personale dell’ambulanza, giunto sul posto, si è immediatamente accorto della gravità della situazione: il giovane era disteso a terra privo di sensi. La corsa verso l’ospedale di Legnano. I medici che lo hanno visitato hanno riscontrato lesioni cerebrali irreparabili dovute ad un forte trauma cranico. Il problema ora è capire come si sia procurato questo trauma cranico visto che ancora oggi, dopo più di dieci giorni non si riesce a capire cosa sia avvenuto durante quel party a Milano. Continua a leggere “Ventenne in coma dopo un party in un attico: ha lesioni cerebrali”

Giornata Nazionale del Grano Italiano: addio a 1 campo su 5 negli ultimi dieci anni

Giornata Nazionale del Grano Italiano: addio a 1 campo su 5 negli ultimi dieci anni

I dati divulgati in occasione del Villaggio Coldiretti che si è svolto a Milano con la presenta di 700.000 persone che hanno visitato la fattoria in città

Coldiretti.jpg

Molti gli alessandrini che hanno preso parte all’iniziativa #stocoicontadini realizzata nel centro della metropoli finanziaria su 200mila metri quadrati  

Nell’ultimo decennio è scomparso un campo di grano su cinque con la perdita di quasi mezzo milione di ettari coltivati ed effetti dirompenti sull’economia, sull’occupazione e sull’ambiente.

Dati divulgati in occasione della Giornata Nazionale del Grano Italiano e che si riflettono sulla produzione cerealicola della provincia di Alessandria che si attesta sui 67.020 ettari riferiti al 2018 per una produzione media stimata di quintali 4.666.493 (nel 2015 gli ettari erano 72.439, facendo registrare un decremento pari a -7,48%).

Per la trebbiatura 2019, secondo una prima stima Coldiretti si prevede a livello nazionale un raccolto di quasi 7 miliardi di chili di grano, coltivati su oltre 1,8 milioni di ettari, rispetto ai circa 2,3 milioni di un decennio fa. Se i terreni coltivati calano, si registra però in controtendenza un boom della coltivazione di grani antichi che nel giro di due anni hanno visto moltiplicarsi per sei le superfici coltivate, passando dai 1000 ettari del 2017 ai 6000 attuali, trainato dal crescente interesse per la pasta 100% italiana e di qualità. Continua a leggere “Giornata Nazionale del Grano Italiano: addio a 1 campo su 5 negli ultimi dieci anni”

Il caso ‘Piastra dei servizi’ Expo. Sala condannato a sei mesi, convertiti in pena pecuniaria. L’ex ad: “Resterò sindaco”

Il caso ‘Piastra dei servizi’ Expo. Sala condannato a sei mesi, convertiti in pena pecuniaria. L’ex ad: “Resterò sindaco”

logo-alessandria-today-ok-copia

Schermata 2019-07-05 a 16.10.00.png

Il sindaco di Milano Giuseppe Sala, ex ad di Expo, è stato condannato a semi mesi di reclusione, convertiti in pena pecuniaria di 45 mila euro, nel processo milanese in cui era imputato per falso materiale e ideologico per la presunta retrodatazione di due verbali con cui, nel maggio del 2012, sono stati sostituiti due componenti della commissione di gara per l’assegnazione del maxi appalto per la Piastra dei servizi dell’Esposizione Universale del 2015.

“Piastra Expo”, chiesti 13 mesi per il sindaco di Milano Sala Expo, Pm Corte dei Conti archivia Sala su fornitura alberi Inchiesta Expo, archiviata accusa di turbativa d’asta per ex commissario e ora sindaco Giuseppe Sala

La sentenza è stata emessa dai giudici della decima sezione penale.  “Questa sentenza non produrrà effetti sulla mia capacita di essere sindaco di Milano”. È il primo commento del sindaco di Milano Giuseppe Sala dopo la condanna a sei mesi nel processo Expo.   “Assicuro i milanesi – ha aggiunto – che resterò a fare il sindaco per i due anni che restano del mio mandato.

Di guardare avanti ora non me la sento”.  “Una sentenza del genere, dopo sette anni, per un vizio di forma, allontanerà tanta gente per bene dall’occuparsi dalla cosa pubblica”. Così Sala dopo la condanna. “I sentimenti che ho sono negativi – ha aggiunto – qui è stato processato il lavoro e io ne ho fatto tanto”.  Continua a leggere “Il caso ‘Piastra dei servizi’ Expo. Sala condannato a sei mesi, convertiti in pena pecuniaria. L’ex ad: “Resterò sindaco””

Il morso del ragno violino, un pericolo da non sottovalutare

Il morso del ragno violino, un pericolo da non sottovalutare

E’ un ragno di modeste dimensioni e dall’aspetto apparentemente insignificante, ma estremamente pericoloso. Si tratta del Loxosceles rufescens, conosciuto anche come ragno violino, per via di una caratteristica macchia che riachiama lo strumento musicale presente sul corpo. Come proteggersi dal ragno violino e dal suo morso? L’abbiamo chiesto al Direttore del Centro Antiveleni.

ragno_violino_loxosceles_rufescens

Il ragno violino dove si trova e come si riconosce?

Ha una colorazione marrone-giallastro con lunghe zampe. Il ragno violino può raggiungere le dimensioni di 7 mm (corpo del maschio) e di 9 mm (corpo della femmina). Il ragno violino dove si trova? Nelle regioni del nord è presente principalmente nelle nostre case, dato che non sopporta le nostre temperature invernali, ma nella stagione più calda si può trovare anche negli spazi aperti in vicinanza delle abitazioni, come ad esempio nei giardini. Noto anche come ragno eremita, è un animale notturno che di giorno rimane rintanato in anfratti e fessure. Il ragno violino in casa può trovare riparo dietro a mobili, battiscopa, sotto scatole di cartone o anche all’interno di guanti, calzature e soprattutto tra la biancheria. Tra gli habitat dove vive il ragno violino ci sono sono anche solai, scantinati e bagni. E’ tra i ragni italiani più velenosi.

Quali sono le caratteristiche del morso del ragno violino?

Inizialmente è asintomatico, indolore e l’area interessata non presenta alterazioni. Nelle ore successive almorso di ragno compare una lesione arrossata con prurito, bruciore e formicolii che nell’arco delle 48-72 ore successive, può diventare necrotica e può ulcerarsi. Oltre all’iniezione del veleno, il ragno violino con lapuntura può veicolare nei tessuti batteri anaerobi (microrganismi che vivono in assenza di ossigeno), che proliferano e complicano il decorso della lesione. La loro azione provoca infatti la liquefazione dei tessuti. Nelle situazioni più gravi oltre a febbre, rash cutaneo, ecchimosi, possono presentarsi danni ai muscoli, ai reni ed emorragie. In molti casi, inoltre, può essere necessario un trattamento in camera iperbarica. Continua a leggere “Il morso del ragno violino, un pericolo da non sottovalutare”

“CUORI FRA LE RIGHE”, di Chiara Cipolla

“CUORI FRA LE RIGHE”, di Chiara Cipolla

di Chiara Cipolla. Buongiorno amici lettori, 

Vi segnalo “Cuori fra le righe” di Chiara Cipolla, Barbara Anderson, Alberto Guerrini, Matilde Bonetti, Chiara Casalini, Gianni Ciardi, Lorena Corvin, Daniela Delaiti, Alessandra Di Girolamo, Mirta Drake, Pitti Duchamp, Annabella Lee. 

cuori-cipolla

Dodici autori uniti da una nobile causa: aiutare gli animali abbandonati. Il ricavato delle vendite, infatti, sarà interamente devoluto all’Associazione Tom&Jerry onlus di Buccinasco (MI).  

Tom & Jerry, onlus nata nel 2002, si ispira al principio di non violenza e antispecismo e riconosce il diritto al rispetto ed alla dignità della vita di ogni essere vivente. Lavora per la diffusione ad ogni livello della cultura e della salvaguardia dell’ambiente, della natura e degli animali, lottando contro ogni loro possibile sfruttamento. L’obiettivo primario consiste nella tutela, aiuto e protezione di ogni forma di vita animale.

Titolo: Cuori fra le righe

Autori: Chiara Cipolla, Barbara Anderson, Alberto Guerrini, Matilde Bonetti, Chiara Casalini, Gianni Ciardi, Lorena Corvin, Danila Delaiti, Alessandra Di Girolamo, Mirta Drake, Pitti DuChamp, Annabelle Lee

Genere: Raccolta

Disponibile in ebook a € 1,99

e in formato cartaceo a € 9,07

TRAMA:

Dodici autori di generi molto differenti – dal rosa al gotico, dal fantasy al distopico, dallo storico alla poesia – uniti per la prima volta per rendere omaggio al sentimento più nobile: l’amore. Continua a leggere ““CUORI FRA LE RIGHE”, di Chiara Cipolla”

Teatro Menotti Milano: Premio Scintille – il Teatro in vetrina

Teatro Menotti Milano: Premio Scintille – il Teatro in vetrina

IL NUOVO TEATRO IN VETRINA MILANO 20-21 GIUGNO 2019

foto

Dopo il successo delle passate edizioni, torna SCINTILLE, il concorso rivolto a compagnie teatrali under 35 finalizzato alla produzione di uno spettacolo teatrale da promuovere sul territorio nazionale. Il concorso, giunto alla decima edizione, è promosso e realizzato dal Teatro Alfieri di Asti in collaborazione con Tieffe Teatro Milano e la Fondazione Piemonte dal Vivo.

Si svolgerà il 20 e 21 giugno a Milano al Teatro Menotti e il 21 e 22 giugno ad Asti, nei cortili del centro storico, all’interno di Asti Teatro 41.

Il 20 e 21 giugno a Milano le otto compagnie finaliste presenteranno 20 minuti propedeutici al progetto finale e saranno giudicati dal pubblico, che potrà manifestare il proprio voto e da una giuria tecnica, che dovrà decretare il vincitore. Continua a leggere “Teatro Menotti Milano: Premio Scintille – il Teatro in vetrina”

Compleanno di Corrado Coccia presso Le Trottoir a Milano

(by I.T.Kostka)

Un emozionante reportage scattato durante l’evento “Cento di questi giorni” in occasione del Compleanno di Corrado Coccia presso Le Trottoir a Milano, nell’ambito del Verseggiando sotto gli astri di Milano. Con la partecipazione di: Corrado Coccia, Vito Silvestro, Giuseppe Leccardi, Patrizia Varnier, Umberto Barbera, Gianfranco Carpine, Margherita Bonfilio, Marinella Brandinali, Annamaria Gallo, Veronica Liga, Annamaria Citino, Maria Murriero, Tito Truglia, Izabella Teresa Kostka, Barbara Rabita, Antonio Laneve, Michelle Vasseur, Rodica Cosma, Maria Rosa Oneto, Luciano Di Sisto e tanti altri, a me purtroppo sconosciuti di cognome. L’evento pieno di gioia e calore per festeggiare il 48° Compleanno del Carissimo e talentuoso Corrado! Sala gremita, impregnata di affetto e tanta allegria.

Presentazione: Izabella Teresa Kostka
Organizzazione: Izabella Teresa Kostka in collaborazione con Michelle Vasseur e Maria Teresa Tedde

Foto: Umberto Barbera e Luciano Di Sisto
26 maggio 2019, Milano

Continua a leggere “Compleanno di Corrado Coccia presso Le Trottoir a Milano”

NUOVA EDIZIONE DI MILANO ASIAN ART, di Maura Mantellino

NUOVA EDIZIONE DI MILANO ASIAN ART, di Maura Mantellino

NUOVA EDIZIONE DI MILANO ASIAN ART

Fino al 31 maggio 2019

60476939_1115694351960519_8267339598397440000_n

Come tradizione, Milano Asian Art si snoda nel centro cittadino per sconfinare, quest’anno, fino a Parabiago: l’itinerario, infatti, si allarga per fare spazio alle novità di questa decima edizione. Con David Sorgato, La Galliavola, Mirco Cattai e Renzo Freschi -che da anni costituiscono l’ossatura portante della manifestazione- il 2019 vede l’ingresso di tre nuove gallerie milanesi: Esh Gallery, Mastromauro Japanese Works of Art e Oro Incenso e Mirra.

Tutte le Gallerie presentano un cartellone di mostre interessanti anche per chi non è esperto d’Oriente ma è amante del bello, dell’armonia che queste opere esprimono e, da quest’anno, anche della natura nella “rilettura” dei maestri bonsaisti.

Studiate e realizzate con rigore e professionalità le dieci mostre tematiche danno vita a un stimolante ventaglio di proposte culturali e artistiche offrendo interessanti spaccati del mondo orientale.

Una realtà vista di volta in volta sotto luci ed aspetti diversi: da quello sociale a quello religioso a quello artistico, spaziando dalle epoche più antiche al mondo contemporaneo, passando dall’India alla Cina al Giappone, dalla ceramica antica e moderna all’arte tessile e al ricamo contemporaneo, dalla scultura d’alta epoca ai gioielli e all’oreficeria dei Maharaja.

Una ricca sfumatura di espressioni artistiche che oggi, in nome della commistione che intreccia oriente a occidente come accompagna l’antico al moderno, godono il favore delle mode, l’interesse dei collezionisti ma anche quello di dealer internazionali, specialmente asiatici, sul mercato del Vecchio Continente, Italia compresa.

Teatro Menotti Milano: Paolo Re, rassegna di narrazione e contaminazione Talkin’ Menotti 2019

Teatro Menotti Milano: Paolo Re, rassegna di narrazione e contaminazione Talkin’ Menotti 2019

Sesto appuntamento della rassegna di narrazione e contaminazione Talkin’ Menotti 2019 11 Maggio ore 20:30

Love (pop).jpg.jpg

PAOLO RE Love (POP)

Commedia semplice in due atti

Tratta dal romanzo “All we need is love”, edito Bookabook Editore.

Ruggero Dondi, nella parte di Ariel della Tempesta, Paolo Re, in quella dell’autore, e con la partecipazione straordinaria  di Paolo Jannacci nel ruolo del fattorino delle pizze.

Con loro i musicisti dell’Orchestra “Allegro Moderato”diretta dal M°Marco Sciammarella, e la cantante Elena Mottarelli.

Regia e drammaturgia di Paolo Re e Ruggero Dondi. Direzione Musicale di Marco Sciammarella. Ambientazioni sonore: Mirko Ori

“A volte le cose succedono quando meno ce lo aspettiamo, quando pensiamo che la parola fine sia l’ultima battuta disponibile, quando ci accorgiamo che abbiamo smesso di credere all’impossibile come i bambini.”

Love (POP) Commedia semplice in due atti è una favola per adulti.

Un’avventura comica, qualche volta un incubo di situazioni grottesche.

Sesso, calcio, una tonnellata di musica, qualcosa da mangiare, perché a volte ci viene fame e Dio solo sa come sia bello farlo, quella fastidiosa rompicoglioni della morte e infine, naturalmente, la nostra normale vita di tutti i giorni che spesso ci dimentichiamo di vivere. Continua a leggere “Teatro Menotti Milano: Paolo Re, rassegna di narrazione e contaminazione Talkin’ Menotti 2019”

Teatro Menotti: Kabir Tavani, rassegna di narrazione e contaminazione Talkin’ Menotti 2019

Teatro Menotti: Kabir Tavani, rassegna di narrazione e contaminazione Talkin’ Menotti 2019

Quinto appuntamento della rassegna di narrazione e contaminazione Talkin’ Menotti 2019

10 Maggio ore 20:30

schifo KabirTavani_Schifo.jpg

KABIR TAVANI

SCHIFO

VINCITORE PREMIO SCINTILLE 2018

Autore: Robert Schneider

Traduzione: Maddalena Longo

Di e con: Kabir Tavani

Light Design: Gianni Staropoli

DURATA: 60’ circa

Un uomo entra in scena da solo e si siede davanti ad uno specchio immaginario; accanto a lui un vaso pieno di rose rosse.

Comincia a parlare.

Dice di chiamarsi Sad, ma forse mente. Dice di essere un disertore iracheno, partito da Basra e arrivato in una sconosciuta cittadina della Germania per studiare la filosofia occidentale.

Oggi vive in uno squallido appartamento con il suo amico egiziano Nabil ed è un immigrato illegale, come ce ne sono tanti.

Ogni sera percorre a piedi dodici chilometri, entra in cinquantotto locali e cerca di vendere le sue cinquanta rose rosse. Lo fa per sopravvivere.

Ama la lingua del paese che lo ospita, ama i suoi artisti e i suoi pensatori. Eppure, tutto quello che della Germania lo aveva affascinato e che aveva studiato in Iraq, qui non gli serve a niente Continua a leggere “Teatro Menotti: Kabir Tavani, rassegna di narrazione e contaminazione Talkin’ Menotti 2019”