Momenti di poesia. La foglia… di Miriam Piga

Momenti di poesia. La foglia… di Miriam Piga

Miriam Piga

Rendi piatta
e immortale la foglia
quando fai la conta
degli anni posati
con garbo
sulla sedia rosa.

Ossa fragili
di inverni dimentichi
che l’affanno,

le rughe,
gli occhi bassi,
il bianco del velo
che ti vide sposa,
sul suolo piccolo
orme ha affranto.

Non importa
anima bella,
vispa di spirito,
sorriso di sillabe
che il sussurro
ha intrappolato
al mio udito attento.

Non importa sai,
è ancora l’estate
a spianare sentieri
sul tuo tempo breve,
sul grembo
a sfioro il fogliame
e il silenzio
che zittisce la calura.

Non ha nemico,
non ha spada
né lama che rivendichi
fardello sul fianco.

No, non ha elemosina
questo meriggio.
Solo anditi,
corse appartate
tra brividi
di mani incrociate.

Sono stipite,
sono soglia,
sono uscio
e sono casa.

Miriam Piga