Mozione. Mauro Bovone e Paolo Berta: Riqualificazione urbana – Lavori stradali di via Vespucci

Mozione. Mauro Bovone e Paolo Berta: Riqualificazione urbana – Lavori stradali di via  Vespucci

Alessandria: La problematica vicenda di via Vespucci vede da lungo tempo ristagnare in una situazione critica di “improcedibilità” amministrativa, l’urbanizzazione e il completamento viabile  di un area del Cristo, dettata dalla dissonante  configurazione urbanistica delineata sul PRGC  vigente, rispetto al reale stato delle infrastrutture poste in parziale realizzazione.

Alessandria_Panorama.jpg

Da qui, scaturisce il permanere dello stallo procedurale e l’impossibilità di chiudere i lavori con il conseguente perenne disagio dei Residenti. 

Lo stato di degrado dei luoghi e le derivanti problematiche di sicurezza hanno indotto recentemente l’AC a chiudere il tronco stradale in questione a mezzo di barriere jersey in calcestruzzo, per porre momentaneo rimedio ad una condizione ritenuta ormai insostenibile.

Con Interpellanza n. 57/2018, il Consigliere Paolo Berta ha chiesto al Sindaco e agli Assessori competenti di esprimere la volontà di superare con un’azione risolutiva gli ostacoli posti in evidenza, la Commissione poi, ha preso visione della documentazione fornita dagli Uffici competenti, cui ha fatto seguito specifico sopralluogo della Stessa in data 11.12.2018.

Alla luce delle risultanze, il presidente della Commissione Territorio Mauro Bovone unitamente al Consigliere Berta, hanno sottoscritto una mozione da  sottoporre all’Amministrazione Comunale per l’individuazione e la programmazione di un percorso procedurale puntuale per risolvere in via definitiva la “questione” via Vespucci. Continua a leggere “Mozione. Mauro Bovone e Paolo Berta: Riqualificazione urbana – Lavori stradali di via Vespucci”

Battisti: mozione Lega per chiedere estradizione di altri 50 terroristi protetti all’estero 

Battisti: mozione Lega per chiedere estradizione di altri 50 terroristi protetti all’estero 

Roma, 13 gen.- “Battisti deve essere il primo di una lunga serie. La Lega presenterà una mozione alla Camera per sollecitare con determinazione l’estradizione degli oltre 50 terroristi condannati in via definitiva e latitanti in Francia Nicaragua, Argentina, Cuba, Algeria, Libia, Angola”.

salvini

Così il capogruppo alla Camera della Lega Riccardo Molinari e il deputato Daniele Belotti primo firmatario della mozione. 

“La svolta impressa dal nuovo governo brasiliano – sottolineano i due deputati del Carroccio – può segnare la fine delle vergognose protezioni garantite da alcuni Stati stranieri, in particolare la Francia, a terroristi condannati a pene definitive, molti all’ergastolo.

I familiari delle vittime di questi terroristi stanno attendendo da fin dagli anni 70 e 80 di avere giustizia e lo Stato non può permettersi di vedere le proprie condanne, per lo più definitive, assolutamente disattese per la copertura politica offerta da autorità estere.

Tra i terroristi in latitanza in Francia – concludono Molinari e Belotti -, figurano diversi condannati all’ergastolo come le ex brigatiste Simonetta Giorgieri e Carla Vendetti, entrambe condannate all’ergastolo nel processo Moro ter e chiamate in causa anche per i delitti D’Antona e Biagi, i Br Sergio Tornaghi e Marina Petrella, mentre in Nicaragua risulta latitante Alessio Casimirri, su cui gravano ben 6 ergastoli per il sequestro e l’omicidio di Aldo Moro”.

Domenico Ravetti (Pd): “Una mozione per evitare i tagli nazionali all’editoria e per tutelare il settore”

Domenico Ravetti (Pd): “Una mozione per evitare i tagli nazionali all’editoria e per tutelare il settore”

Torino – 18 dicembre 2018 – “Nella seduta di oggi del Consiglio regionale ho presentato una mozione, sottoscritta da molti colleghi di maggioranza e opposizione, che impegna la Giunta regionale ad adoperarsi affinchè le disposizioni normative riferite ai tagli all’editoria vengano ritirate e si avvii, con urgenza, un Tavolo di confronto con tutte le categorie di questo settore” ha spiegato il Presidente del Gruppo Pd in Consiglio regionale Domenico Ravetti.

domenico-ravetti3

“Il maxiemendamento inserito nella Legge di Bilancio attualmente in discussione al Senato” ha spiegato Ravetti “prevede rilevanti tagli al Fondo per il Pluralismo e l’Innovazione dell’Informazione, tagli che causerebbero la chiusura di centinaia di organi di informazione, quotidiani, settimanali, periodici, editi da cooperative no profit e da enti morali o, comunque, li costringerebbe ad una drastica riduzione dei loro organici”.

“Il Piemonte vanta, da sempre, una grande ricchezza editoriale” ha concluso il Presidente Ravetti “e la norma inserita nella Legge di Bilancio non ha nulla a che vedere con un’ipotesi di riforma del settore, peraltro auspicata dagli operatori stessi. E’ fondamentale che venga modificata una disposizione che causerebbe gravissimi danni ad un settore che, già da tempo, vive una situazione di grave difficoltà e alle tante persone che lavorano nella filiera”.

Domenico Ravetti

Presidente

Gruppo consiliare Partito Democratico

Locci: Mozione in Commissione Politiche Sociali per rinviare la mozione Locci-Trifoglio

Locci: Mozione in Commissione Politiche Sociali per rinviare la mozione Locci-Trifoglio

Locci Emanuele

Alessandria: In apertura della seduta odierna del  Consiglio comunale il presidente, Emanuele Locci, ha comunicato che la conferenza dei Presidenti dei Gruppi Consiliari, all’unanimità, ha concordato di rinviare in Commissione Politiche Sociali la mozione Locci-Trifoglio per consentire un approfondimento sul tema.
Saranno invitate ed audite in Commissione Politiche Sociali tutte le Associazioni che in questi giorni hanno manifestato un interesse sull’argomento oggetto di dibattito.

ME.DEA chiede il ritiro della Mozione PRO-VITA Locci – Trifoglio

ME.DEA chiede il ritiro della Mozione PRO-VITA Locci – Trifoglio

Alessandria: Abbiamo appreso con stupore e preoccupazione la notizia della mozione pro-vita presentata dal presidente del Consiglio Comunale Emanuele Locci e dalla capogruppo del Quarto Polo Oria Trifoglio, avente per oggetto “Iniziative per  la prevenzione dell’aborto ed il sostegno alla maternità nel 40° anniversario della Legge 194/1978”, e il cui contenuto ci ha profondamente indignate.

medea

Proviamo, di seguito, a spiegare le nostre ragioni, forti del lavoro che svolgiamo ogni giorno da dieci anni, ad Alessandria e nel resto della provincia, al fianco di tante donne.

Il documento traccia un bilancio nefasto dell’applicazione della legge 194, dimostrando scarsissima obiettività, qualità che ci si aspetterebbe da chi è chiamato a ricoprire un ruolo istituzionale, quale il presidente di un Consiglio Comunale, e ha sempre fatto della trasparenza e della correttezza i suoi cavalli di battaglia politica.

Perché, pur riconoscendo dei limiti alla legge, è innegabile che il provvedimento, da un lato ha ampliato la libertà delle donne, dall’altro è riuscito a ridurre in maniera importante il fenomeno, diffusissimo prima del 1978, dell’aborto clandestino, salvando le vite di molte donne. Continua a leggere “ME.DEA chiede il ritiro della Mozione PRO-VITA Locci – Trifoglio”

Mozione Provita (Antiaborto): Fiaccolata di protesta in Alessandria

Mozione Provita (Antiaborto): Fiaccolata di protesta in Alessandria

Piazza della Lega

da: redazione

Alessandria, la mozione provita di Locci e Trifoglio, sul tipo di quella presentata al Comune di Verona continua a determinare reazioni.

Oggi pomeriggio alle ore 18.00 in piazzetta della Lega fiaccolata di protesta di “Non una di meno”. Secondo le responsabili dell’Associazione mette in discussione la legge 194 che consente alle donne di praticare l’aborto.

La mozione provita secondo Emanuele Locci presidente del Consiglio comunale di Alessandria, oltre che con la Trifoglio è stata presentata anche con Carmine Passalacqua, Giuseppe Bianchini e il Capo Gruppo della Lega Evaldo Pavanello, tutti componenti della maggioranza di Centro destra al Governo della città.

Il Consigliere Bianchini presenta una Mozione sulle deiezioni canine

Il Consigliere Bianchini presenta una Mozione sulle deiezioni canine

Alessandria, il Consigliere comunale Giuseppe Bianchini presenta una Mozione sulle deiezioni canine, questo che segue è il testo integrale:

giuseppe-bianchini

MOZIONE Alessandria, 08 novembre 2018

OGGETTO: DEIEZIONI CANINE – PROVA DNA – OBBLIGATORIETA’ DNA.

AGGIORNAMENTO ANAGRAFE CANINA. TUTELA IGIENE URBANA. SANZIONI.

PREMESSO CHE

nel centro cittadino e nelle periferie, nonostante ogni buon volere degli organismi preposti all’igiene pubblica, si incappa spesso in deiezioni canine e residui  di urina imputabili a cani di grossa taglia, non rimosse dai relativi conduttori;

CONSIDERATO CHE

“batteri e parassiti contenuti nelle deiezioni canine potrebbero essere veicolati, attraverso le suole delle scarpe, nelle nostre abitazioni, trasmettendo vermi e malattie infettive”; Continua a leggere “Il Consigliere Bianchini presenta una Mozione sulle deiezioni canine”