Android, Google abbandona le password a favore del riconoscimento dell’impronta digitale

Android, Google abbandona le password a favore del riconoscimento dell’impronta digitale

Sempre meno password, sempre maggiore l’utilizzo dell’autenticazione biometrica: ecco come cambieranno Google e Android nei prossimi mesi e anni.

di Simone Pettine

android-q_jpg_800x0_crop_upscale_q85.jpg

Gli utenti su dispositivi android (smartphone e tablet) potranno prestoverificare la propria identità online optando per metodi diversi rispetto a quelli tradizionali. Dimenticatevi le vecchie password: Google sta pensando a qualcosa di molto più moderno e attuale.

Nel dettaglio, Google abbandonerà le password come sistema di riconoscimento e autenticazione su internet, a favore invece dell’autenticazione biometrica, cioè del riconoscimento dell’impronta digitale. Questa modifica cambierà le abitudini di milioni e milioni di utenti su dispositivi android, già nei prossimi mesi: saranno i Google Pixel 4 ad introdurla ufficialmente, poi debutterà anche sui firmware da Android 7 in poi.

L’aggiornamento da parte di Google e Android serve per rimanere al passo con i tempi: le password sono sempre più vulnerabili e obsolete, e ormai praticamente qualsiasi dispositivo di fascia media dispone del riconoscimento dell’impronta digitale. I dati, tra l’altro, non verranno inviati ai server di Google ma resteranno salvati in locale su smartphone e tablet. Attualmente il riconoscimento del volto non è previsto, ma la sua implementazione potrebbe arrivare in un secondo momento… da: https://multiplayer.it/notizie/android-google-abbandona-password-a-favore-riconoscimento-impronta-digitale.html

Tumbir svenduto a WordPress, senza porno non vale niente

Tumbir svenduto a WordPress, senza porno non vale niente

Tumblr è stato letteralmente svenduto al proprietario di WordPress, che lo ha acquistato per un tozzo di pane, svalutato dopo la cancellazione dei porno.

di Simone Tagliaferri  

tumblr_jpg_800x0_crop_upscale_q85

Verizon ha annunciato di aver svenduto Tumblr, il noto social raccoglitore di milioni di blog, diventato famoso per i contenuti porno, ad Automattic Inc, la società che possiede WordPress. La cifra di vendita sarebbe irrisoria, visto che si parla di appena 3 milioni di dollari. Considerando che nel 2013 Yahoo acquistò Tumblr per 1,1 miliardi di dollari, la svalutazione di Tumblr appare profonda come il suo declino.

Il problema di Tumblr è noto: pur ospitando più di 450 milioni di blog, il suo punto di forza era la tolleranza verso la pornografia, di cui era letteralmente pieno. Purtroppo per rimanere negli store mobile ed evitare guai legali, l’anno scorso Verizon fu costretta a bandire tutti i contenuti controversi, desertificando letteralmente la piattaforma, che da allora ha subito un vero e proprio boicottaggio, in particolare dalle comunità progressiste, tipo quella LGBTQ, che lo consideravano uno spazio di libertà.

Insomma, Tumblr da faro per i blogger è diventato un peso che Verizon si è tolto di torno svendendolo ad Automattic. Quest’ultima saprà sicuramente sfruttarla al meglio integrandola in qualche modo con WordPress…. da: https://multiplayer.it