Aperte le selezioni per “SOGNO DI UNA NOTTE DI GIUGNO” – 29° Verseggiando sotto gli astri di Milano

Carissimi!

Fino al 15 giugno 2019 aspettiamo le Vs poesie e i mini racconti / le fiabe per partecipare all’ultimo grande evento del programma ciclico “Verseggiando sotto gli astri di Milano” previsto prima della pausa estiva.

Nella pittoresca cornice del CORTILE della CASCINA LINTERNO, via Fratelli Zoia 194 a Milano, SABATO 29 GIUGNO 2019 alle ore 20.00 si svolgerà uno spettacolo “SOGNO DI UNA NOTTE DI GIUGNO” arricchito dalla performance teatrale (il grande Shakespeare a sorpresa) dell’attrice DOMITILLA COLOMBO e dal recital del bravissimo cantautore milanese CORRADO COCCIA con lettura di poesie e brevi racconti di autori selezionati. Continua a leggere “Aperte le selezioni per “SOGNO DI UNA NOTTE DI GIUGNO” – 29° Verseggiando sotto gli astri di Milano”

ArchiRock: Rassegna di narrazione e contaminazione Talkin’ Menotti 2019

ArchiRock: Quarto appuntamento della rassegna di narrazione e contaminazione Talkin’ Menotti 2019

Teatro Menotti Milano  9 Maggio ore 20:30

Helena Hellwig & Khora Quartet in concerto

Archirock.jpg.JPG

ArchiRock

Helena Hellwig Voce
Luca Campioni Violino
Andrea Aloisi Violino
Simone Rossetti Bazzaro Viola

Francesco Saverio Gliozzi Violoncello
Jacopo Biffi Elettronica

Un quintetto molto particolare: all’espressiva ed elegante voce della passionale Helena si unisce la forza interpretativa di un quartetto d’archi che anziché suonare Mozart e Beethoven, suonerà i Led Zeppelin, i Guns n’ Roses, Radiohead e Bjork.
Il progetto prevede repertorio internazionale con arrangiamenti originali e spazio all’improvvisazione sia vocale che strumentale. Suoni distorti e ritmi inusuali per un quartetto d’archi classico diventano l’habitat ideale per una voce graffiante e grintosa, ma anche finemente emozionale come quella di Helena.
Continua a leggere “ArchiRock: Rassegna di narrazione e contaminazione Talkin’ Menotti 2019”

L’Abbazia di Rivalta Scrivia accoglie la musica di Echos 2019

L’Abbazia di Rivalta Scrivia accoglie la musica di Echos 2019

Echos Rivalta.jpg

Il Festival Internazionale di Musica Echos 2019, giunto alla XXI edizione domenica 28 aprile, alle ore 17, propone un prestigioso appuntamento a Rivalta Scrivia.

L’Abbazia cistercense di Santa Maria sarà infatti la suggestiva cornice del concerto proposto dall’Asolo Chamber Orchestra, diretta dal Maestro Valter Favero, che realizzerà musiche di Mendelssohn, Boccherini, Vieuxtemps, Massenet.

Cantovivo “Oltre il ponte” da Elvio Bonbonato

Cantovivo “Oltre il ponte”

da Elvio Bonbonato

Il testo è di Italo Calvino, partigiano a 20 anni col fratello Floriano 16enne; la musica di Sergio Liberovici. 

La ragazza dalle guance di pesca, destinataria della canzone, sarà presto Giovanna, la figlia tanto desiderata dallo scrittore. 

Il compianto Alberto Cesa, fondatore dei Cantovivo, suona anche la ghironda. 

I Cantovivo erano un importante gruppo torinese attivo per 20 anni, che faceva ricerca di canti popolari, piemontesi e occitani, da eseguire nei loro concerti.

 

“E adesso, Tango!” chiude la seconda edizione di GamondiumMusicFestival

“E adesso, Tango!” chiude la seconda edizione di GamondiumMusicFestival

Castellazzo Bormida

Sabato 27 aprile calerà il sipario sulla seconda edizione del GamondiumMusicFestival. L’ultima appuntamento con il duo Bianchi-Demicheli

E adesso.jpg

CASTELLAZZO BORMIDA – Sabato 27 aprile, alle ore 21, presso la Sala Consiliare del Comune di Castellazzo Bormida, con il concerto “E adesso,Tango!” calerà il sipario sulla seconda edizione del GamondiumMusicFestival, stagione concertistica promossa dalla SOMS, in collaborazione con il Comune di Castellazzo Bormida, grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Torino.

Dopo il memorabile concerto di sabato 13 aprile dall’ Ensemble Lorenzo Perosi, il Duo Bianchi – Demicheli (Marcello Bianchi – violino e Daniela Demicheli – pianoforte), dedicherà il terzo ed ultimo appuntamento dell’edizione 2019 ad una delle espressioni artistiche più popolari del mondo, coinvolgendo il pubblico nel caleidoscopio di emozioni che il tango, con le sue molte varianti ed innumerevoli sfaccettature espressive, evoca, catturando letteralmente animo e corpo tanto dell’esecutore quanto dell’ascoltatore. Continua a leggere ““E adesso, Tango!” chiude la seconda edizione di GamondiumMusicFestival”

Borotti e Li Calzi: “Un festival creativo, ricco di produzioni originali”

Borotti e Li Calzi: “Un festival creativo, ricco di produzioni originali”

La realizzazione in una grande città come Torino di un jazz festival con un programma diverso dagli stereotipi, dove gli artisti del territorio suonano insieme ai musicisti internazionali, dove il biglietto d’ingresso è estremamente accessibile e il vero protagonista è il pubblico potrebbe sembrare un’utopia, invece è una realtà.DIEGO-BOROTTI-DIR.-ARTISTICO_300-200x300.jpg

Diego Borotti

Lo dimostra il successo ottenuto lo scorso anno dal Torino Jazz Festival, dai suoi musicisti, dai suoi operatori e dagli spettatori. A essere premiato, nel 2018, è stato soprattutto il pubblico perché abbiamo dato vita a un festival creativo, non commerciale, in grado di far conoscere a tutti quella che è considerata come la musica fondamentale del Novecento, il jazz. Crediamo che i caratteri distintivi di questa manifestazione si esprimano nella preminenza dei luoghi e dei gruppi di lavoro stabili, nelle produzioni originali frutto di residenze artistiche, nell’attenzione al sociale, nell’alta caratura qualitativa equamente distribuita tra teatri e jazz club e nell’estrema varietà stilistica.

Giorgio licalzi-_300-251x300.jpg

Giorgio Li Calzi

Noi jazzisti abbiamo sempre desiderato che il festival della città riconoscesse il nostro lavoro. Le collaborazioni del territorio con il resto del mondo vengono proposte anche nei club, dove capita di accogliere grandi personaggi stranieri che suonano con musicisti torinesi.

Diego Borotti e Giorgio Li Calzi

http://www.torinoclick.it/?p=83280

Conclusa la stagione musicale del Cinema Macallè “Movie Blues 2018 / 2019”

Conclusa la stagione musicale del Cinema Macallè “Movie Blues 2018 / 2019”

Castelceriolo: Venerdì 12 Aprile 2019, si è conclusa la stagione musicale del Cinema Macallè “Movie Blues 2018 / 2019”. 

Sul palco Ray Gelato accompagnato da The Good Fellas, una Big Band che ha proposto una serata di grande swing con suoni anni 50 blues, rock’n’roll. 

Ray Gelato and The Good Fellas 1Ray Gelato and The Good Fellas

Questa stagione ha visto alternarsi sul palco del Cinema Macallè artisti di livello internazionale come la pianista cantante californiana Taryn Donath con il  suo Jump Blues, Paolo Bonfanti con la su Big Band che ha proposto il suo progetto musicale dedicato a New Orleans dal titolo Crescent City Funk, alla meravigliosa voce di Sydney Ellis supportata dalla band del grande pianista Henry Carpaneto e dal leggendario chitarrista inglese Wilko Johnson.

Il pubblico proveniente da tutto il Nord Italia ha sempre affollato la sala, apprezzando le proposte musicali.

La Direzione artistica è già al lavoro per la stagione 2019 / 2020 che inizierà nel mese di ottobre e vedrà la conferma di artisti di fama mondiale.

Grazie ad Alegas e Al51puntolab per il supporto e la collaborazione. 

Io Amo il Macallè !

Salvatore Coluccio e Fausto Montanari

È per “Verseggiare” che siamo nati – kermesse di grandi emozioni a Sovico

Foto finale di gruppo

(by I.T.Kostka)

Sabato, il 13 aprile a Sovico, presso l’accogliente e gremita Sala Civica Aldo Moro, grazie all’ospitalità delle autorità locali tra cui il Presidente della ProLoco di Sovico Corrado Villa, l’Assessore alla cultura Liliana Saini e il Sindaco Alfredo Colombo, abbiamo vissuto un altro immenso momento di condivisione artistica sotto l’egida del programma ciclico culturale itinerante “Verseggiando sotto gli astri…”.

La kermesse ispirata ai versi del grande Pablo Neruda “È per rinascere che siamo nati. Ogni giorno”, ha sorpreso il pubblico con notevole poliedricità delle performances e stilistiche proposte. Gli Ospiti Speciali di alto rilievo artistico hanno incantato gli spettatori con sublimi esibizioni piene di passione e fine talento: il M° Francesco Parravicini (pianoforte) e il cantautore Roberto Durkovic nei loro contrastanti e raffinati recital individuali e, ovviamente, il M° Umberto Bombardelli (compositore), l’attore Diego Ghisetti, il violinista Roberto Arnoldi e gli autori Barbara Rabita e Antonio Laneve nel melologo “Sogni accelerati” ispirato ai testi tratti dal libro “Convergenze” – un connubio straordinario tra diverse sfumature dell’arte contemporanea come musica, poesia e lettura scenica.

Tante lacrime di commozione e felicità hanno segnato i volti e le voci dei Poeti partecipanti alle recite (Francesco Saverio Bascio, Lorenza Auguadra, Maria Teresa Tedde, Umberto Barbera, Anna Vercesi, Massimiliana Pieri, Giusy Guarino, Giulia Rutigliano, Rosalba Napolitano, Giusy Trisolini, Maria Rosa Oneto,
Gianpiera Sironi, Giuseppe Leccardi, Pasqualina Di Blasio, Margherita Bonfilio, Patrizia Varnier, Izabella Teresa Kostka) e, a sorpresa, anche quella del Presidente della ProLoco di Sovico Corrado Villa (in veste di un sensibile poeta). Continua a leggere “È per “Verseggiare” che siamo nati – kermesse di grandi emozioni a Sovico”

Rassegna concertistica “Musei & Musica” aprile-luglio 2019, Musei Civici di Alessandria

Rassegna concertistica “Musei & Musica” aprile-luglio 2019, Musei Civici di Alessandria

Alessandria: Musei & Musica” è la nuova offerta culturale per il territorio alessandrino che coinvolge, da un lato, i musei più importanti della Città di Alessandria e, dall’altro, giovani promettenti musicisti di rilevanza internazionale.

Locandina Programma generale Rassegna Musei e Musica_Alessandria.jpg

La rassegna concertistica intende in particolare mettere in luce il prestigio delle collezioni presso il Museo di Palazzo Cuttica (via Parma, Alessandria) e quello di Marengo Museum (via Delavo, Spinetta Marengo) e, al contempo, offrire la fruizione di concerti di musica classica, proposti in un orario speciale: l’ora dell’aperitivo.

“Musei & Musica” è promosso da CulturAle-ASM Costruire Insieme e dall’Amministrazione Comunale di Alessandria, in collaborazione con il Concorso Internazionale di Chitarra Classica “Michele Pittaluga”, il Club per l’Unesco di Alessandria e la Fondazione Gioventù Musicale d’Italia di Milano.

IMG_2588IMG_2592

Alla conferenza stampa di presentazione, che si è svolta questa mattina nella Sala Giunta del Palazzo Comunale di Alessandria, erano presenti il Sindaco della Città di Alessandria, con delega alle Politiche culturali, l’Assessore comunale alle Manifestazioni ed Eventi di Alessandria, Cristina Antoni, Presidente di CulturAle-ASM Costruire Insieme di Alessandria e Micaela Pittaluga, Presidente Comitato Promotore del Concorso Internazionale di Chitarra classica “Michele Pittaluga” di Alessandria.

L’obiettivo precipuo della rassegna è quello di favorire la fruizione del patrimonio artistico e dell’arte dei Musei Civici alessandrini, di diffondere la musica e la cultura musicale, in particolare tra i giovani, e di valorizzare e sostenere giovani musicisti talentuosi attraverso esperienze di eccellenza Continua a leggere “Rassegna concertistica “Musei & Musica” aprile-luglio 2019, Musei Civici di Alessandria”

Cinema Macallè: Ray Gelato meets The Good Fellas

Cinema Macallè: Ray Gelato meets The Good Fellas

Il Cinema Macallè chiude la stagione musicale 2018 / 2019 con una serata di Grande Swing 

Ray Gelato con The Good Fellas

Concerto Imperdibile di Ray Gelato e The Good Fellas   

Venerdì 12 Aprile 2019 

Ray Gelato meets The Good Fellas

Apertura Porte ore 21,15 Inizio Concerto ore 22,15

Ingresso € 30 Platea € 25 Galleria

Info e Prenotazioni 389 422 61 72

WEB Ray Gelato https://www.raygelato.com/

WEB  The Good Fellas https://www.facebook.com/TheGoodFellasItaly/

RAY GELATO.jpg

Ray (Raymond Keith Irwin) Gelato, nato a Londra, figlio di un italo-americano di Atlantic City militare Usa in Inghilterra, è influenzato fin da piccolo dai dischi del padre che ascolta Sinatra e Sammy Davis Jr. Nelle schede critiche e biografiche Ray Gelato è definito sassofonista, cantante e leader di band jazz, swing e jump blues, oltre a essere noto come uno dei principali musicisti che hanno riportato in auge lo swing.

RAY GELATO1

Tra gli “highlights” della carriera, lo stesso Ray nel suo sito annovera otto esibizioni a Umbria Jazz, il Montreal Jazz Festival, la Carnegie Hall, il Blue Note di New York, dove ha suonato anche al Lincoln Center. Ha suonato alle nozze di Paul McCartney, ha aperto per Robbie Williams alla Royal Albert Hall, e si è esibito in due occasioni per la Regina Elisabetta.

Ad Accompagnare sul palco l’artista inglese  The Good Fellas, nati nel lontano 1993 da un’idea del contrabbassista Mr. Lucky Luciano e l’inseparabile batterista Fabrice “Bum Bum” La Motta. The Good Fellas sono una delle swing band italiane più note e gettonate con un grande numero di concerti sulle spalle. Al loro attivo partecipazioni a festival del calibro dell’Umbria Jazz e del Summer Jamboree di Senigallia. Molte anche le collaborazioni tra cui quelle con il grande Germano Montefiori, il trio comico Aldo, Giovanni e Giacomo e con Cochi e Renato nel loro ultimo tour teatrale.

Apertura Porte ore 21,15 Inizio Concerto ore 22,15 , Ingresso € 30 Platea € 25 Galleria POCHI POSTI DISPONIBILI

Info e Prenotazioni 389 422 61 72

“Movie Blues” la stagione musicale del Cinema Macallè è organizzata con il sostegno di Alegas e Al51 Alessandria 

da Salvatore Coluccio

“Note di viaggio” di Ermanno Librasi, Daniel Kolle e Laura Zahira: un progetto fiabesco diventato spettacolo da togliere il fiato

” Gli scienziati dicono che siamo fatti di atomi, ma un albero mi ha sussurrato che siamo fatti di sogni, un’onda mi ha detto che siamo fatti di viaggi, un bambino che gioca con le fate mi ha raccontato che siamo fatti di meraviglia”.
(cit. Fabrizio Caramagna)

Siamo fatti di viaggi e sogni fiabeschi, di fragranze speziate e magia dei Paesi lontani, dove le donne velate con le loro danze sensuali dipingono davanti ai nostri occhi immagini surreali di sorprendente bellezza e raffinatezza. Sicuramente da un grande incanto è nata una coraggiosa e preziosa idea artistica dal nome “Sharg Uldusù” che: ” … propone progetti che hanno in comune l’amore per le musiche del vicino e medio Oriente con le possibili collaborazioni che ne possono derivare”. Un progetto che “… abbraccia una vasta area geografica che parte dall’ agorà Mediterraneo, il Mare Nostrum, ricco di storia e culture che abbiamo condiviso per secoli e che oggi ci appaiono così lontane. Uno sguardo rigorosamente laico che abbraccia l’arte e la bellezza, condividendo valori estetici di un mondo che si vorrebbe migliore (…)” cit. Ermanno Librasi, fonte originale http://www.sharguldusu.it/

Proprio all’interno dell’appena menzionato “Sharg Uldusù” è nato un incantevole spettacolo dal titolo “Note di viaggio”: un incontro magico di tre personaggi di estrema sensibilità e attitudine artistica, di tre straordinari professionisti del settore uniti dalla stessa passione e voglia di far conoscere attraverso un linguaggio musicale, canoro e del corpo le antiche e moderne culture del Mediterraneo, un connubio sublime di tre grandi personalità artistiche come Ermanno Librasi, Daniel Kolle e Laura Zahira. Nessuno può rimanere indifferente alla loro travolgente arte che racconta con estrema spiritualità e carisma il pellegrinaggio dell’umanità intera dall’Oriente all’Occidente, la storia e la ricchezza culturale di popoli lontani ma, allo stesso tempo, così vicini al Mare Nostrum.

Lo spettacolo “Note di viaggio”, con la sua prima ufficiale durante il programma “Verseggiando sotto gli astri di… Fagnano Olona” organizzato nell’ambito della rassegna “Percorsi Culturali”, ha lasciato tutto il pubblico senza fiato, con i cuori battenti all’impazzata e con gli occhi lucidi e stregati da cotanta bellezza.

La visione di “Note di viaggio” è un’emozione unica e imperdibile, consigliata a Tutti!

Izabella Teresa Kostka, Milano 2019

ERMANNO LIBRASI – Metal & Bass Clarinet, S. Sax, Balaban (Duduk Azerbaijan), Furulya (Flauto balcanico), Zurna (Oboe turco), EWI, Elettronica

Clarinettista di formazione classica, insegnante di Educazione musicale e organizzatore di eventi culturali e lezioni/concerto presso diversi istituti.
Si dedica successivamente allo studio della musica jazz e del saxofono esibendosi con numerosi gruppi e dirigendo la Saint Gregory Jazz Band, formazione di 21 elementi dedita allo swing.
Nei primi anni ’90 segue la svolta etnica intrapresa da molti artisti che praticano l’improvvisazione come possibile linguaggio di incontro tra culture musicali diverse. Collabora con parecchi gruppi multietnici dedicandosi allo studio di strumenti musicali appartenenti alle tradizioni araba, turca e persiana come Duduk, Zurna, Kaval, e Baglama. Compone e arrangia il repertorio del gruppo Armonia Mundi sui cd “ Cigana “ ed. Aria – 1998 e “Baladi “ ed. Mingus – 1999.
Insieme al musicista di Teheran Darioush Madani fonda l’Ensemble Karevan che, tra l’altro, accompagnerà lo scrittore Younis Tawfik nelle presentazioni del suo libro “ La Straniera “ ed. Bompiani.
Si esibisce col gruppo tedesco Embryo col quale registra una suite che vede la partecipazione del virtuoso cinese di erh-hu Xizhi Nie.
Con Zakaria Aouna, percussionista di Rabat, crea Sahara Karevan che propone musica arabo-andalusa con danza del ventre.
Nel 2002 conosce Fakhraddin Gafarov, virtuoso di Tar azero e già direttore del Conservatorio Nazionale di Baku, capitale dell’Azerbaijan. Da questo incontro nasce l’Ensemble Sharg Uldusù (Stella d’Oriente) che propone una accurata selezione di melodie del vicino e medio oriente in numerosi concerti sia in Italia che all’estero e registra i CD “Sarevan “ ed. Nuvole in Viaggio – 2004, “ Sahara Karevan “ ed. SK – 2005 e “ Ghel Ghel “ ed. SK-2008.
Il 2012 è l’anno dell’incontro con l’armonicista jazz Max De Aloe che invita l’Ensemble Sharg Uldusù al decimo Gallarate Jazz Festival.
Nasce così una proficua collaborazione che porterà alla fondazione di Sharg Uldusù 4Tet con il virtuoso di Oud Elias Nardi e il poliedrico percussionista Francesco D’Auria.

Ermanno Librasi, foto: Umberto Barbera

DANIEL KOLLE – voce e percussioni.

Nato a Douala in Camerun nel ‘69, Daniel Kollè è figlio di un pastore protestante e titolare di un diploma in filosofia e lettere. Fa le sue prime apparizioni musicali in Italia nel ‘96, collaborando con vari gruppi e associazioni di tendenze afro, etnico e tribali.
Dall’esperienza maturata nei cori delle zone centrali dell’Africa, si esibisce inizialmente come corista vocalista. Ben presto però arricchisce il suo messaggio musicale esibendosi contemporaneamente come vocalista-percussionista accompagnatore.
Nello stesso periodo approfondisce le sue conoscenze partecipando a vari corsi e seminari in prestigiosi istituti milanesi, come il C.P.M. (Centro Professione Musica) e la Civica Scuola Jazz affiancando personaggi come Giorgio PALOMBINO e Toni ARCO.
Quello di Daniel è un percorso acustico che vanta molte tappe, dalle collaborazioni con diversi ensemble musicali, alla costituzione della Bantu Band, gruppo con il quale ha partecipato a innumerevoli manifestazioni canore e Festival in tutta Italia, in Europa e in Sud America. Tra queste,una tappa di rilievo è stata il Festival in memoria di Lucio Battisti a Poggio Bustone (città natale del cantautore italiano) nel 2001, dove ha emozionato la platea con una versione afro del brano “Canto Libero“; ma anche il Tour europeo e quello brasiliano con il coro Cantosospeso, la cantante americana Liz Mc Comb, Mouna Mari della Tunisia, Angelique Kidjo del Benin, Sandro Cerino, Mauro Pagani e Luca Dell’Anna (Italia); Rubens de la Corte e Davi Vieira (Brasile), Kolon Kandya (Burkina Faso); Lazare Ohandja (Camerun); Mercan Dede (Turchia); Ermanno Librasi (Medio Oriente). Tutte situazioni nell’ambito delle contaminazioni world music. Tra i riconoscimenti ricevuti vi è il primo posto conquistato all’Extra Festival di Radio Popolare nel 2004 con i likembe, per la rivisitazione all’africana del celebre pezzo “Lo shampoo” di Giorgio Gaber.
Dal ’96 ad oggi, musicista docente, impegnato in educazione alla mondialità ed inter-culturalità in varie scuole, palestre e biblioteche sul territorio nazionale. Continua a leggere ““Note di viaggio” di Ermanno Librasi, Daniel Kolle e Laura Zahira: un progetto fiabesco diventato spettacolo da togliere il fiato”

EVENTI: “Verseggiando a Sovico” e la sorprendente forza espressiva di Roberto Durkovic (cantautore)

(By I.T.Kostka)

La prossima puntata del programma ciclico culturale itinerante “Verseggiando sotto gli astri” di Sovico, sarà ricca di illustri Ospiti Speciali, tra cui potremo rivedere con immensa gioia il tanto amato cantautore Roberto Durkovic. L’artista già ben conosciuto al pubblico del Verseggiando regalerà con il suo breve recital numerosi momenti di profonda emozione, felicità e poetica riflessione.

Biografia di Roberto Durkovic e i “Fantasisti del metrò”:

Uno dei più originali cantautori italiani, Roberto Durkovic è riuscito a creare un linguaggio altamente poetico in cui unisce la tradizione della canzone d’autore più colta e raffinata con le sue origini slave. Coadiuvato dai Fantasisti del Metrò – un gruppo di musicisti così chiamati proprio perchè scoperti mentre si esibivano in metropolitana, Durkovic trasforma ogni suo concerto in un gioco divertente e fantasioso che mescola i colori della musica balcanica con i ritmi del flamenco, della melodia tzigana e del jazz; una miscela di note e di culture diverse che attraverso il linguaggio universale della musica vuole comunicare anche un importante messaggio sociale.

I “Fantasisti del metrò”, sono i bravissimi musicisti rom che Roberto Durkovic ha ha visto suonare nelle stazioni della metropolitana milanese molti anni fa. Da allora sono passati sette album, molti successi vincitori di 3 premi nazionali 2010, musica sulle aie 2011, premio Amnesty International e successivamente “Suoni senza confine”, due generazioni di musicisti straordinariamente virtuosi e, per il 2016 il nuovo tour “Oltre il Ponte”.

Bosnea Mitica un autentico fuoriclasse del clarinetto- Massimilano Alloisio segnalato dalla critica tra i migliori chitarristi Italiani-Florin Marinel cymbalon strumento meraviglioso suonato da un grande -Luigi Scuri batterista completo e virtuoso, Florin Cercel con la sua magica fisarmonica e si sono aggiunti Edward, Stefan, Juke Dumitru che appartengono alla seconda generazione e sono tre virtuosi del violino. Spettacolo Durkovic di “Fantasisti del metrò” in Praga (Gipsy classica), Bucarest (follie tzigane ), Siviglia (flamenco) (Milano ) musica d’autore le nostre composizioni omaggi Guccini ,De Andre e altri, un incrocio di destini in un grande spettacolo per la bellezza dell’interazione come ricchezza reciproca.

QUANDO e DOVE:

Sabato 13 aprile 2019 ore 17.00 presso Sala Aldo Moro, viale Brianza 4, Sovico (MB).

Ingresso libero.

EVENTI: “Verseggiando a Sovico” – tra gli Ospiti Speciali il M° Francesco Parravicini

Francesco Parravicini

(By I.T.Kostka)

Tra gli Ospiti Speciali del prossimo incontro organizzato nell’ambito del programma culturale ciclico itinerante “Verseggiando sotto gli astri…”, tra numerosi importanti personaggi del mondo artistico avremo piacere di ammirare e ascoltare il talentuoso e raffinato pianista cresciuto a Sovico, il M° Francesco Parravicini. La sua preziosa partecipazione all’evento sarà sicuramente molto apprezzata e attesa con grande entusiasmo, aggiungendo alla kermesse culturale un tocco di sublime bellezza.

In seguito la breve nota biografica dell’artista.

FRANCESCO PARRAVICINI ha iniziato lo studio del pianoforte presso la scuola media “G. Paccini” di Sovico (MB).
Dopo un periodo di studi presso il Liceo musicale “V. Appiani” di Monza, la Scuola civica di musica “G. Donizetti” di Sesto san Giovanni, il Conservatorio “G. Verdi” di Milano dove ha anche conseguito la maturità artistica ad indirizzo musicale, ha completato gli studi di composizione presso l’Istituto musicale “G. Donizetti” di Bergamo nonché il diploma di pianoforte presso il Conservatorio “A. Boito” di Parma.
Ha al suo attivo numerose esecuzioni in pubblico sia in veste di solista che di accompagnatore nei più svariati ambiti e contesti musicali.
Insegna pianoforte, teoria, armonia, propedeutica presso l’Accademia Musicale Italiana di Monza e presso l’Associazione Voci Bianche di Agrate Brianza (MB), nonché come libero professionista.
È inoltre organista e voce di basso presso la parrocchia “Cristo Re” e Associazione Corale “Laudamus Dominum” di Sovico.
È anche autore di una raccolta di lezioni di propedeutica per i più piccoli.

QUANDO e DOVE:

Sabato 13 aprile 2019 ore 17.00 presso Sala Aldo Moro, viale Brianza 4, Sovico (MB).

Ingresso libero.

Vinile Fiera del disco da collezione e musica, intervista a Salvatore Coluccio, a cura di Pier Carlo Lava

Vinile Fiera del disco da collezione e musica, intervista a Salvatore Coluccio, a cura di Pier Carlo Lava

di Pier Carlo Lava

Vinile Alessandria Fiera del disco da collezione e della Musica al Teatro Comunale,  Alessandria, domenica 7 aprile.

51771334_3811584145548902_2829612767722340352_o.jpg

Intervista a Salvatore Coluccio.

link al post: https://alessandria.today/2019/04/04/vinile-alessandria-fiera-del-disco-da-collezione-e-della-musica-al-teatro-comunale/

video: https://youtu.be/vjPM976bf0M

JAZZ AL PARVUM: TJFPiemonte 6 aprile

JAZZ AL PARVUM: TJFPiemonte 6 aprile

Torino Jazz Festival Piemonte e Piemonte dal vivo

Presentano JAZZ AL PARVUM Sabato 6 aprile 2019 ore 21 al Teatro Parvum, via Mazzini 85, Alessandria. Sul palco due giovani gruppi:

jaaz _DSC6455

MATT CHIAPPIN QUARTET

Matt Chiappin (trumpet) Michele Curedda (piano/keyboards) Nicolò Magistrali (bass) Andrea Farinelli (drums)

Il progetto musicale di Matt Chiappin nasce a gennaio 2018, mese in cui registra Sleepwalker, EP di 6 tracce originali pubblicato dalla Ultra Sound Records. Il sound del quartetto è il risultato di un mix tra jazz e influenze ritmiche hip hop/r’n’b, tipiche del jazz americano attuale, e si ispira al lavoro di alcuni grandi artisti contemporanei come Robert Glasper, Christian Scott, Chris Dave and The Drumhedz, Keyon Harrold. L’alternanza di sonorità acustiche ed elettriche e l’interazione tra le due sono le caratteristiche principali che definiscono la natura del progetto, basato soprattutto su brani originali e alcuni brani standard tratti dalla tradizione jazz rivisitati e riarrangiati.

jaaz spigoli posa + logo

SPIGOLI TRIO

Alessio Zanovello (clarinetto) Gabriele Montanari (violoncello) Lorenzo Guacciolo (chitarra)

Il tutto ha inizio dall’incontro di un clarinetto e un violoncello. Alessio e Gabriele suonano insieme per diversi anni, fino al 2014, quando sul loro percorso trovano il terzo spigolo, il chitarrista Lorenzo. Nasce così Spigoli Trio, formazione in cui le caratteristiche di ogni musicista vengono fuse in una musica personale, contaminata da diversi suoni e generi: ritmi inconsueti, melodie che si inseguono e si sovrappongono, effetti timbrici acustici e suoni digitali che richiamano rumori presenti in natura e nella vita quotidiana, improvvisazione e creazione estemporanea di “paesaggi sonori” è l’anima di “Spigoli”. Così uno standard jazz di Benny Goodman può trasformarsi in un brano popolare italiano, un brano rock di Steve Vai può diventare un brano di musica classica con echi di musica psichedelica. I brani originali degli Spigoli possono richiamare luoghi dell’est Europa nell’immaginario di un ascoltatore. Il viaggio musicale che propone il trio è vario e ricco di sorprese strumentali che vogliono incuriosire il pubblico e catapultarlo in paesaggi sognanti. Continua a leggere “JAZZ AL PARVUM: TJFPiemonte 6 aprile”