Crisi dello Stato e Revisionismo Storico

naoggan-702x459

L’ascesa dei nuovi nazionalismi che riscrivono la Storia

di FRANCESCO SNORIGUZZI

Recentemente, un caso proveniente dall’Inghilterra ha riportato in primo piano il tema del Revisionismo Storico.

Nigel Biggar, Professore di Teologia Morale e Pastorale dell’Università di Oxford, ha affermato in un’intervista che bisognerebbe essere fieri dell’epoca del Colonialismo Britannico. Le affermazioni di Biggar hanno innescato una forte polemica all’interno dell’Università, tanto più che il Professore ha deciso di far partire un progetto universitario intitolato ‘Etica dell’Impero. Episodi di Revisionismo Storico non sono certo una novità, tanto più in un’epoca dominata da sistemi di comunicazione di massa che non prevedono alcun filtro; in questo caso, però, ci troviamo di fronte ad un evento peculiare per due ragioni: in primo luogo, il fatto che la nuova ‘teoria’ venga dalla Gran Bretagna e riguardi il tema del Colonialismo (cosa insolita in quanto, dal secondo dopoguerra in poi, la grandissima parte delle teorie revisioniste era stata volta a mitigare, quando non ad assolvere, le esperienze di Fascismo e Nazismo); in secondo luogo, il fatto che questa nuova ‘teoria’ sull’Imperialismo non venga dai chiassosi tavoli di un pub dei sobborghi di Londra, ma dalle austere cattedre di una delle istituzioni universitarie più prestigiose al mondo… continua su: http://www.lindro.it/crisi-dello-stato-e-revisionismo-storico/