Dottoressa presa a pugni al pronto soccorso mentre sta operando: “Sono schifata”

Dottoressa presa a pugni al pronto soccorso mentre sta operando: “Sono schifata”

Sconcertante quanto avvenuto al pronto soccorso dell’ospedale San Giovanni Bosco di Napoli. Lo sfogo del chirurgo: “Non ho paura, spero di tornare presto a lavorare perché siamo in pochi”

Redazione

Schermata 2019-08-23 a 08.41.18.png

Stava suturando il braccio di un giovane paziente, tagliatosi nel corso di un incidente domestico, e aveva chiesto che venisse allontanata una parente del ragazzo che stazionava davanti alla sala suture. Questo ha fatto scattare la reazione della donna che – secondo la ricostruzione degli addetti dell’ospedale che erano lì – ha aggredito la dottoressa prendendola a pugni e rompendole il setto nasale.

La prognosi per lei, un chirurgo donna del pronto soccorso dell’ospedale San Giovanni Bosco di Napoli, è di almeno 30 giorni. E’ successo stanotte. 

Dottoressa aggredita all’ospedale San Giovanni Bosco di Napoli: il suo sfogo

La donna ferita ha fatto sapere di essere “schifata”, ma anche di voler tornare quanto prima a lavorare, questo soprattutto perché nell’ospedale c’è carenza di personale: “Sono schifata ma, come ho detto a mia madre che mi ha chiamato dalla Calabria, non ho paura e spero di tornare presto a riempire la mia casella nei turni del pronto soccorso, perché siamo in pochi e lavoriamo al limite – ha affermato all’Ansa il medico aggredito -. Ho una frattura alle ossa nasali ma fortunatamente pare che non dovrò operarmi. Sto facendo gli esami, oggi faccio la paziente”…. continua su: http://www.today.it/attualita/dottoressa-presa-a-pugni-ospedale.html

L’ospedale di Alessandria e la chirurgia ortopedica ‘su misura’ di Marco Schiraldi protagonisti a Zurigo

L’ospedale di Alessandria e la chirurgia ortopedica ‘su misura’ di Marco Schiraldi protagonisti a Zurigo

Author: Enrico Sozzetti

ortopedia.jpg

Alessandria: Interventi di chirurgia ortopedica su misura, mininvasivi, personalizzati e con impianti di protesi realizzati con materiali di avanguardia. Ma, soprattutto, interventi eseguiti solo quando è necessario. La struttura di Ortopedia e Traumatologia dell’azienda ospedaliera è da tempo un centro di riferimento per il quadrante sud orientale Alessandria – Asti e per tutto il Piemonte per la chirurgia protesica di primo impianto per l’anca e il ginocchio.

Una particolare eccellenza riguarda la chirurgia protesica di revisione, che viene svolta in pochi centri selezionati, in collaborazione con la Banca dell’osso regionale. Da circa un anno l’ospedale di Alessandria è l’unico in Italia a utilizzare una protesi di preservazione dei legamenti del ginocchio che permette di intervenire senza danneggiare il tessuto connettivo fibroso.

A settembre la tecnica e la casistica trattata finora dall’azienda ospedaliera ‘Santi Antonio e Biagio e Cesare Arrigo’ sarà al centro di un convegno specialistico che si svolgerà a Zurigo. «Questa metodica – spiega Marco Schiraldi, direttore della struttura complessa di Ortopedia e Traumatologia dell’ospedale alessandrino – si utilizza per non sacrificare i legamenti e quando non presentano un danno importante e quindi possono essere preservati. In pazienti giovani è importante farlo per garantire un recupero più rapido ed efficace, mentre in quelli anziani l’operazione risulta di minore impatto, meno dolorosa e più rapida nella successiva fase di recupero». Continua a leggere “L’ospedale di Alessandria e la chirurgia ortopedica ‘su misura’ di Marco Schiraldi protagonisti a Zurigo”

SUL TRENO, di Silvia De Angelis

sul treno 10

Un evento davvero importante da non perdere… quello del “ XX Premio internazionale di pattinaggio artistico”, che si svolgerà a Vienna fra circa un mese. Carol è gasatissima, vuole partecipare a questa importante gara che la vedrà piroettare e saltare su una notevole pista ghiacciata.

Si è sempre allenata gioiosamente, perché quella disciplina rappresenta, per lei, un punto di incontro fra realtà e creatività personale, che la gratificano enormemente.

I suoi pattini volano sulle candide piste e lei, sicura di sé  si cimenta in “ axel”,” toe loop”,” flip” e” lutz”, tutti salti specialistici della categoria, cui appartiene.

Prima di partire per questa esaltante impresa, Carol vuole trascorrere una serata col suo ragazzo, Tony, e anche se stanchissima per i logoranti allenamenti, in quella romantica cena indossa un meraviglioso e scollatissimo abito che la farà sentire affascinante, e molto corteggiata dal suo uomo.

I nostri personaggi, infatti, trascorrono un’ indimenticabile sera. Diventa davvero importante perché Tony, regala alla ragazza un prezioso anello di fidanzamento. Carol è felicissima e diventa addirittura euforica, perché dentro di sé sente che sta per vivere un periodo molto brillante.

Arriva il giorno della partenza per Vienna, e la donna munita di maxi trolley con tutto l’ occorrente per la sua permanenza fuori casa, sale sull’ aereo. Continua a leggere “SUL TRENO, di Silvia De Angelis”

‘Dove si fa ricerca, si cura meglio’ fra Irccs e università. Alessandria, Centini, l’ospedale e il futuro della sanità

‘Dove si fa ricerca, si cura meglio’ fra Irccs e università. Alessandria, Centini, l’ospedale e il futuro della sanità

di Enrico Sozzetti   https://160caratteri.wordpress.com

«Dove si fa ricerca, si cura meglio». Giacomo Centini, direttore generale dell’azienda ospedaliera ‘Santi Antonio e Biagio e Cesare Arrigo’ va diritto al punto, dopo avere tracciato il quadro generale dell’attività aziendale.

unnamed-1.jpg

E lo fa guardando a un obiettivo del 2023 che non vedrà perché l’incarico è triennale e lui è stato nominato dalla giunta regionale nel mese di maggio del 2018. Ma quello che ha voluto fare subito dopo l’insediamento è stato imprimere una svolta manageriale e gestire una riorganizzazione che ha trovato, dopo alcuni mesi, una sintesi nel piano strategico 2018 – 2023.

Un impegno di cinque anni «perché il piano non è della direzione, ma di tutti gli operatori che lavorano all’interno dell’azienda» come aveva detto lo stesso Centini in apertura della presentazione. Un concetto ribadito durante la relazione svolta di fronte ai soci del Lions Club Alessandria Marengo (presidente è Giuliana Cellerino), dove è stato invitato per una serata intitolata ‘Aso 2023, sfide e opportunità in anni di crescita e trasformazione’ Continua a leggere “‘Dove si fa ricerca, si cura meglio’ fra Irccs e università. Alessandria, Centini, l’ospedale e il futuro della sanità”

Pierpaolo Guazzotti. Lega: Attenzione ai problemi della sanità nell’interesse dei cittadini

Pierpaolo Guazzotti. Lega: Attenzione ai problemi della sanità nell’interesse dei cittadini

Alessandria: Nella seduta del 29.1.2019 il Consiglio Comunale di Alessandria ha ancora una volta ribadito la sua attenzione ai problemi della sanità occupandosi di Ospedale nell’interesse sia dei cittadini di  Alessandria che di tutto il territorio.

guazzotti_pierpaolo

Richiamando la normativa nazionale è stato infatti discusso ed approvato un Ordine del Giorno presentato dal Consigliere della Lega Pierpaolo Guazzotti in cui si chiede al Consiglio Regionale di approvare la proposta di legge attualmente in discussione, presentata dal Consigliere Regionale Gianluca Vignale, sostenuta anche da altri Consiglieri della minoranza.

La nuova Legge Regionale adeguando il numero dei posti letto nei presidi ospedalieri piemontesi a quanto previsto dalla normativa nazionale, in Alessandria o meglio nelle strutture ospedaliere di Alessandria e Provincia probabilmente determinerebbe un aumento dei posti letto nei vari Ospedali del territorio provinciale, con un conseguente miglioramento del servizio al cittadino, che per le scelte operate dalla Regione a targa Chiamparino / PD ha negli ultimi 5 anni visto ridimensionare servizi e professionalità presenti sul territorio e negli ospedali di Alessandria e provincia.

L’ordine del giorno ha ottenuto il consenso ed il voto favorevole di tutti i consiglieri di maggioranza (Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia, Siamo Alessandria) ma anche dei rappresentanti della minoranza Cinque Stelle, Quarto Polo, Gruppo Dema, i Moderati, l’unico consigliere PD si è astenuto mentre gli altri esponenti Pd per “precedenti impegni” non risultavano presenti.

Il consigliere Oria Trifoglio medico (Quarto Polo) ha in particolare effettuato un attento intervento a sostegno, con parole di apprezzamento  per l’ iniziativa.

Festa sotto una buona stella per AIDO, di Lia Tommi

Alessandria: Sono ufficialmente iniziati i festeggiamenti per il 40° anniversario di AIDO Alessandria, ieri sera, con la “Cena sotto una buona stella “.

Un’ atmosfera elegante  e raffinata ha accolto i numerosissimi ospiti al ristorante “I Due Buoi “, che hanno particolarmente gradito i bellissimi cuori realizzati all’uncinetto da Antonietta Capra, utilizzati come segnaposto.

Sorrisi, abbracci, scambi di attenzioni tra persone che ben sanno il senso del donare , semplicità e simpatia nelle relazioni e nelle conversazioni si raccoglievano girando tra i tavoli.

Molto gradito il menù proposto dallo chef Jumpei Kuroda, e così pure la musica del “Franco Rangone group“.

Sono state ringraziate tante persone che hanno profuso il loro impegno per la crescita di AIDO, e così pure volontari e amici di AIDO, che nel 2018 ha visto 391 nuovi iscritti e già tanti nel primo mese del 2019.

Un buon risultato, che però ancora non basta, ancora bisogna lavorare per una sempre più diffusa cultura del donare.

Prossimo appuntamento : l’inaugurazione della mostra “Con il cuore ” di Fabio Gagliardi, l’ 8 febbraio, nell’atrio dell’Ospedale Civile di Alessandria.

Celebrazioni per Sant’Antonio, di Cristina Saracano

Alessandria: Oggi, 16 gennaio all’ospedale alessandrino, Santi Antonio e Biagio, verrà ricordato Sant’Antonio, ricorrenza che cade il 17 gennaio, ma, le celebrazioni locali saranno già oggi stesso.

Verranno ringraziate le Associazioni di volontariato, a cominciare dalla fondazione Uspidalet, co-organizzatrice dell’evento, le famiglie e i collaboratori.

Le iniziative cominceranno alle ore 16 con una Santa Messa e alle 17 una cerimonia di ringraziamento per i donatori nel salone di rappresentanza.

Formiche di nuovo su paziente ricoverato al San Giovanni Bosco a Napoli, l’ira del ministro Grillo

Formiche di nuovo su paziente ricoverato al San Giovanni Bosco a Napoli, l’ira del ministro Grillo

Giovedì 3 Gennaio 2019 di Melina Chiapparino

4207145_1441_frm

Formiche, ancora una volta, in un ospedale di Napoli. Lo stesso, il San Giovanni Bosco, dove lo scorso 10 novembre una paziente, una 70enne dello Sri Lanka, ne fu ritrovata ricoperta.

Questa volta gli insetti sarebbero stati entrati nel reparto di rianimazione. Secondo quanto denunciato dai parenti di un paziente, una sola formica sarebbe stata notata sul volto di un anziano di 78 anni… continua su: https://www.ilmessaggero.it/italia/formiche_ospedale_san_giovanni_bosco_napoli-4207145.html

La prima MaBim in un ospedale piemontese grazie a Zonta, di Lia Tommi

Un altro primato per Zonta.

Non ne esiste una uguale in nessun ospedale piemontese. Nel nuovo anno, verrà consegnata la prima MaBim!
Ci sono tanti modi diversi per celebrare la Giornata dei Diritti Umani.
Zonta lo ha fatto con qualche giorno di anticipo, legando i diritti di chi giunge nel nostro paese, di chi è additato come diverso, di chi un lavoro non riesce a trovarlo, di chi è malato ed emarginato, di chi ogni giorno subisce violenze inaudite all’interno delle mura domestiche, con una grande finalità per esaudire il diritto di chi è disabile a poter avere accanto a se il proprio bimbo a poche ore dalla nascita, come tutte le altre mamme.
Sarà la prima culla del genere a fare il suo ingresso in un Ospedale del Piemonte.

Lo spettacolo “La valigia prima di Natale” è stato tutto questo. E dopo le feste verrà consegnata MaBim , la culla per il co-sleeping.

Sozzetti: Il ‘monoblocco’ dell’ospedale di Alessandria sarà più efficiente (e con luci a led), se sarà antisismico

Sozzetti: Il ‘monoblocco’ dell’ospedale di Alessandria sarà più efficiente (e con luci a led), se sarà antisismico

di Enrico Sozzetti  https://160caratteri.wordpress.com

unnamed

Per migliorare l’efficienza energetica è necessario verificare la sicurezza sismica. Niente di particolarmente strano e la procedura avviata dall’azienda ospedaliera ‘Santi Antonio e Biagio e Cesare Arrigo’ di Alessandria segue un percorso ampiamente annunciato e spiegato più volte.

Quella che però stimola,ancora una volta, è una riflessione sugli investimenti in sanità e sui progetti, ogni tanto ricorrenti, di un nuovo ospedale. Se la sanità decide di impegnare risorse su una struttura purtroppo vecchiotta e che per molti versi rappresenta una netta antitesi all’efficienza, allora vuol dire che nel medio periodo ad Alessandria non si vedrà nascere un nuovo nosocomio.

L’azienda ospedaliera, diretta da Giacomo Centini, intende sfruttare le opportunità e i finanziamenti previsti dal bando regionale ‘Interventi di riduzione dei consumi energetici negli edifici e nelle strutture pubbliche del patrimonio ospedaliero-sanitario regionale’ per una serie di lavori che interesseranno il ‘monoblocco’.

È prevista la realizzazione “di un sistema di cappotto termico, la sostituzione dei serramenti interni, l’isolamento termico della copertura, la realizzazione di un impianto fotovoltaico sulla copertura, l’efficientamento della illuminazione interna degli immobili con corpi illuminanti a led”. Continua a leggere “Sozzetti: Il ‘monoblocco’ dell’ospedale di Alessandria sarà più efficiente (e con luci a led), se sarà antisismico”

Convegno Nazionale di Diritto Sanitario ad Alessandria, di Lia Tommi

XVI Convegno nazionale di Diritto Sanitario – Prologo

29 novembre 2018 – ore 19:00–22:30
Associazione Cultura e Sviluppo
Piazza Fabrizio De Andrè
15121 Alessandria

Roberto Turno intervista l’onorevole Rosy Bindi su Salute, sanità e società italiana: 40 anni di cambiamenti.

Dopo la pausa buffet Renato Balduzzi, Rosy Bindi, Antonio Brambilla e Giacomo Centini dialogano sul tema Servizi sanitari e sociosanitari tra ospedale e territorio.

Clown Marameo O.N.L.U.S.: “Tu chiamalo se vuoi…2019”

Clown Marameo O.N.L.U.S.: “Tu chiamalo se vuoi…2019”

Alessandria: Donare un sorriso a chi soffre, o comunque a chi affronta la degenza ospedaliera e una malattia, non è semplice. Ma c’è chi, con grande forza di volontà ed altruismo, riesce a creare qualche momento magico, a distogliere per qualche minuto i pensieri da ciò che si sta vivendo, regalando un po’ di allegria. Ogni piccolo gesto infatti è determinante per rafforzare la speranza di chi sta vivendo un tratto difficile del proprio cammino.

CLOWN MARAMEO Copertina Calendario 2019-001

Sono i Clown Marameo, attivi in Alessandria da ormai più di sedici anni.

I Marameo sono presenti ogni fine settimana all’ospedale infantile “C. Arrigo”, all’ospedale civile “SS. Antonio e Biagio” e al centro di riabilitazione “Borsalino” di Alessandria oltre che in alcune case di riposo della provincia e a sostegno di diverse altre associazioni.

Anche quest’anno è possibile sostenere i Marameo attraverso il loro calendario dell’anno 2019. I fondi raccolti da questa distribuzione saranno devoluti alla Fondazione Uspidalet Onlus e all’Associazione “Un naso rosso per…” Onlus. Continua a leggere “Clown Marameo O.N.L.U.S.: “Tu chiamalo se vuoi…2019””

Torino, bimba in ospedale per denutrizione. Genitori la portano via e spariscono

Torino, bimba in ospedale per denutrizione. Genitori la portano via e spariscono

310x0_1533390474772.rainews_20180804154651777

Una bimba di 10 anni ricoverata per denutrizione all’ospedale Regina Margherita di Torino è stata portata via dai genitori senza l’autorizzazione dei medici.

A quanto racconta  la Stampa, è accaduto mercoledì, quando i genitori, accompagnati da un uomo che si è detto il loro avvocato, forse temendo che i servizi sociali potessero togliere loro la bambina, sono andati al reparto dove si trovava la figlia e se la sono portata via tra le proteste degli infermieri e dei medici, che poi hanno allertato la polizia.

Della famiglia si sono quindi perse le tracce e il caso è finito all’attenzione della procura dei minori, alla quale la Direzione sanitaria dell’ospedale ha fatto avere atti e cartelle sanitarie. 

See more at: http://www.rainews.it/

Domenico Ravetti, PD: ”Il punto nascite di Casale Monferrato va salvato e potenziato. Se necessario la Destra locale non rinunci alla battaglia contro il suo Governo.”

Domenico Ravetti, PD: ”Il punto nascite di Casale Monferrato va salvato e potenziato. Se necessario la Destra locale non rinunci alla battaglia contro il suo Governo.”

04/07/2017 - X LEGISLATURA - Ravetti

Bisogna avere rispetto per un comunicato congiunto di un Deputato della Lega (Tiramani), del Vice Presidente della Provincia di Alessandria di Fratelli d’Italia (Riboldi) e di un Consigliere Comunale mi pare della Lega (Capra) di una città importante come Casale Monferrato. I tre titolano: “Battaglia in ogni sede per salvare il Punto Nascite del Santo Spirito di Casale Monferrato e argomentano con le solite invettive principalmente contro la parte politica avversa alla loro.

Per ottenere chiarezza ho chiesto in apertura di seduta del Consiglio di martedì 24 luglio le comunicazioni in Aula sul merito all’Assessore alla Sanità della Regione Antonio Saitta. Mi è sufficiente leggere la sua nota per la stampa per consigliare ai tre politici di fare eventualmente battaglia sotto le finestre del Governo Nazionale che direttamente o indirettamente sostengono. Continua a leggere “Domenico Ravetti, PD: ”Il punto nascite di Casale Monferrato va salvato e potenziato. Se necessario la Destra locale non rinunci alla battaglia contro il suo Governo.””

Uomo e robot, insieme si può. La chirurgia di eccellenza di Alessandria, voluta da Spinoglio e oggi diretta da Priora, è destinata ‘a crescere’ assicura Centini (in attesa del recupero delle vecchie sale)

Uomo e robot, insieme si può. La chirurgia di eccellenza di Alessandria, voluta da Spinoglio e oggi diretta da Priora, è destinata ‘a crescere’ assicura Centini (in attesa del recupero delle vecchie sale)

Questa presentazione richiede JavaScript.

di Enrico Sozzetti

https://160caratteri.wordpress.com

Sullo smartphone appare la riproduzione degli organi e permette già di individuare sul piccolo schermo l’area dell’intervento e le vie di accesso. I monitor interni invece rilanciano l’immagine reale: la microtelecamera inquadra i sottili tubi da cui sbucano gli strumenti che stanno per essere utilizzati per un intervento di splenopancreasectomia distale per un tumore della coda pancreatica. L’operazione è poi andata bene, benché sia una di quelle il cui indice di complessità viene classificato come ‘alto’.

Fabio Priora, direttore della Struttura complessa di Chirurgia generale dell’azienda ospedaliera ‘Santi Antonio e Biagio e Cesare Arrigo’ di Alessandria, ripone in tasca il cellulare e spiega come l’operazione che si appresta a compiere sia “certamente complessa”, ma rappresenti perfettamente la nuova frontiera dell’innovazione chirurgica cui ha guardato Giuseppe Spinoglio quando ha avuto l’intuizione di puntare sul robot chirurgico. Spinoglio ha guidato per lungo tempo la chirurgia alessandrina e ha creduto nella robotica al punto di trasformare la prima esperienza pionieristica in un centro di riferimento nazionale e internazionale, coinvolgendo anche la Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria che ha investito risorse per sostenere il progetto di sviluppo che fra il 2005 e il 2010 ha registrato il salto di qualità. Continua a leggere “Uomo e robot, insieme si può. La chirurgia di eccellenza di Alessandria, voluta da Spinoglio e oggi diretta da Priora, è destinata ‘a crescere’ assicura Centini (in attesa del recupero delle vecchie sale)”

Sozzetti: Corso di medicina ad Alessandria: tutti contenti. Ma senza specializzazione rischierà di essere solo una replica

Sozzetti: Corso di medicina ad Alessandria: tutti contenti. Ma senza specializzazione rischierà di essere solo una replica

unnamed

di Enrico Sozzetti  https://160caratteri.wordpress.com

Alessandria: Tutti contenti per l’apertura del corso di laurea magistrale a ciclo unico in Medicina e Chirurgia anche nel polo formativo di Alessandria per l’anno accademico 2018-2019. La conferenza stampa organizzata nella sede del Disit (Dipartimento di scienze e innovazione tecnologica) di viale Michel, che ospiterà il triennio di didattica, è stata organizzata non per dare la notizia, bensì per fare parlare un po’ tutti quelli che hanno contribuito al risultato.

Quello dell’assegnazione di cinquanta posti in più all’Università del Piemonte Orientale (Upo), con la Scuola di Medicina presieduta da Marco Krengli che passa da 95 a 145 posti. Ed è grazie a questi cinquanta che verrà attivato ad Alessandria il corso decentrato di medicina.

Il capoluogo avrà creato delle condizioni territoriali che hanno portato a questo risultato, ma quello che ha sbloccato l’accesso programmato ai corsi di laurea di medicina è stato l’aumento dei posti a livello nazionale che sono passati da 9100 a 9779. Una richiesta avanzata da anni, alla luce della progressiva carenza di figure professionali, e che finalmente ha trovato una, seppur minima, risposta. Continua a leggere “Sozzetti: Corso di medicina ad Alessandria: tutti contenti. Ma senza specializzazione rischierà di essere solo una replica”

AMOS: SIGLATO IL CONTRATTO INTEGRATIVO AZIENDALE SUL WELFARE

AMOS: SIGLATO IL CONTRATTO INTEGRATIVO AZIENDALE SUL WELFARE

Schermata 2018-06-29 a 18.35.15

Si è conclusa positivamente la trattativa per la stipula dell’accordo integrativo di welfare aziendale con la società AMOS SCRL.

AMOS è la società consortile, di proprietà pubblica, che gestisce nell’ambito piemontese importanti attività affidate dalle ASL territoriali di Cuneo, Alessandria ed Asti relativamente a servizi di ristorazione e sanificazione ospedaliera e servizi logistico-amministrativi di supporto all’attività sanitaria.

Occupa alle proprie dipendenze circa 1750 lavoratrici e lavoratori.

E’ un risultato di grande rilevanza, frutto di un importante impegno sindacale unitario avviato nei mesi scorsi con l’elaborazione di una piattaforma sindacale di innovativi contenuti e approdato oggi ad un accordo che riteniamo di valore. Continua a leggere “AMOS: SIGLATO IL CONTRATTO INTEGRATIVO AZIENDALE SUL WELFARE”

Sozzetti: ‘Mamma con bambino’, ostetricia, ginecologia e il trasloco delle polemiche all’ospedale di Alessandria

Sozzetti: ‘Mamma con bambino’, ostetricia, ginecologia e il trasloco delle polemiche all’ospedale di Alessandria

unnamed

di Enrico Sozzetti  https://160caratteri.wordpress.com

Quando le delibere arrivano all’ultimo giorno di mandato, magari avendo avuto mesi per definire i contenuti, fanno sempre discutere. Se poi sono quelle dell’azienda ospedaliera di Alessandria e riguardano la struttura complessa di Ginecologia e Ostetricia, ancora di più. Cosa è successo? Che il 31 maggio, ultimo giorno del mese di proroga del mandato di Giovanna Baraldi, ex direttore generale dell’azienda ‘Santi Antonio e Biagio e Cesare Arrigo’ di Alessandria, vengono approvati alcuni atti con cui ora si trova a che fare il nuovo direttore, Giacomo Centini.

Il progetto si chiama ‘Mamma con bambino e Tin (Terapia intensiva neonatale)’ e prevede di trasferire la terapia intensiva neonatale dal ‘Cesare Arrigo’ al settimo piano del ‘civile’, negli spazi lasciati liberi dalla terapia intensiva polivalente che è entrata in funzione a fianco del nuovo blocco operatorio realizzato sopra il Pronto Soccorso. Lo spostamento dovrebbe avvenire entro settembre. Continua a leggere “Sozzetti: ‘Mamma con bambino’, ostetricia, ginecologia e il trasloco delle polemiche all’ospedale di Alessandria”

Sozzetti. Nuovo ospedale? Sì, ma per l’Asl ‘e vendendo Novi e Tortona’. Alessandria invece ‘deve crescere per specialità e posti letto’. Lo studio Ires e la missione (possibile?) per la nuova sanità

Sozzetti. Nuovo ospedale? Sì, ma per l’Asl ‘e vendendo Novi e Tortona’. Alessandria invece ‘deve crescere per specialità e posti letto’. Lo studio Ires e la missione (possibile?) per la nuova sanità

Nuovo Ospedale

di Enrico Sozzetti  https://160caratteri.wordpress.com

Un nuovo ospedale per Alessandria? Sì, ma non quello dell’azienda ospedaliera ‘Santi Antonio e Biagio e Cesare Arrigo’ che andrà comunque potenziato perché centro di eccellenza, bensì dell’Asl Al. Un nosocomio da 350 posti letto, multispecialistico e a media complessità. Ma per un ospedale che nasce, altri devono chiudere o essere ridimensionati.

Quindi, “adeguamento e adattamento ai nuovi carichi insediativi degli ospedali dell’azienda ospedaliera di Alessandria e degli ospedali ‘Santo Spirito’ di Casale Monferrato e ‘Civile di Ovada’ (Asl Al) e dismissione dei presidi di Acqui Terme, Tortona e Novi Ligure”. Per Novi e di Tortona si ipotizza “l’alienazione, poiché le loro specifiche costruttive, morfologiche e localizzative ne permettono la trasformazione in un patrimonio valorizzabile”.

L’ospedale di Acqui Terme “rimane nelle disponibilità dell’azienda a fronte di una trasformazione per l’esercizio di altre funzioni sanitarie (post acuzie, residenzialità non ospedaliera o altre funzioni territoriali)”. Continua a leggere “Sozzetti. Nuovo ospedale? Sì, ma per l’Asl ‘e vendendo Novi e Tortona’. Alessandria invece ‘deve crescere per specialità e posti letto’. Lo studio Ires e la missione (possibile?) per la nuova sanità”

Sozzetti: Il manager di Siena e l’esperto di territorio per la sanità alessandrina che intanto saluta Giovanna Baraldi e Gilberto Gentili

Sozzetti: Il manager di Siena e l’esperto di territorio per la sanità alessandrina che intanto saluta Giovanna Baraldi e Gilberto Gentili

Il manager

di Enrico Sozzetti https://160caratteri.wordpress.com

Durante l’inaugurazione delle cinque tele donate all’ospedale infantile ‘Cesare Arrigo’ dall’Ics Onlus, realizzate dai detenuti della Casa di reclusione di San Michele di Alessandria, Carlo Origo, direttore della Struttura complessa di Ortopedia e Traumatologia Pediatrica, ha sollecitato un commento a Giovanna Baraldi, direttore generale dell’azienda ospedaliera ancora per due giorni, concludendo “è la sua ultima inaugurazione”.

E lei, prontamente, ha risposto “non è detto, in questo paese tutto è possibile”. Cosa abbia spinto Giovanna Baraldi a pronunciare queste parole non è chiaro dato che nemmeno due ore prima la giunta regionale aveva nominato i nuovi direttori generali delle aziende sanitarie e ospedaliere piemontesi, con mandati di durata triennale.

Giovanna Baraldi intanto chiude il mandato in coincidenza con l’invio, per via telematica, alla Sezione Lavoro del Tribunale di Alessandria, del ricorso di Davide Dealberti in ordine al processo motivazionale sfociato nella delibera di assegnazione del posto di direzione del reparto di Ostetricia e Ginecologia dell’ospedale di Alessandria.

Ad attivare la procedura saranno gli avvocati Gianpaolo Sartirana del foro di Alessandria e Marco Durante dello Studio Fieldfisher di Torino. Continua a leggere “Sozzetti: Il manager di Siena e l’esperto di territorio per la sanità alessandrina che intanto saluta Giovanna Baraldi e Gilberto Gentili”

Sozzetti: Ospedale di Alessandria, la Corte dei Conti rileva ‘disfunzioni del sistema e criticità gestionali’

Sozzetti: Ospedale di Alessandria, la Corte dei Conti rileva ‘disfunzioni del sistema e criticità gestionali’

osp

di Enrico Sozzetti

https://160caratteri.wordpress.com

“Sono emerse nei confronti dell’azienda ospedaliera irregolarità, nonché disfunzioni del sistema e criticità gestionali tali da rendere necessario e opportuno relazionare all’amministrazione regionale, al fine di stimolare l’adozione di misure correttive da parte tanto della Regione, quanto dell’azienda in esame”. La delibera della Corte dei Conti è del 19 aprile 2018, quello sotto esame è il Bilancio 2016 e l’azienda è quella ospedaliera ‘Santi Antonio e Biagio e Cesare Arrigo’ di Alessandria, diretta per tre anni (dal primo maggio 2015) da Giovanna Baraldi (l’incarico è stato prorogato per tutto il mese di maggio in attesa della nomina dei nuovi direttori da parte della Regione Piemonte).

Alle contestazioni, l’azienda ha risposto con lettere e documenti, seguiti da un incontro nella sede di Torino della magistratura contabile. Alcuni andamenti particolarmente critici hanno registrato un miglioramento fra il 2017 e il 2018, come è avvenuto per i tempi di pagamento, però emergono voci su cui la Corte dei Conti si è soffermata con particolare attenzione, evidenziando, per esempio, il contenzioso giudiziale che “spicca” per 348.848 euro. Continua a leggere “Sozzetti: Ospedale di Alessandria, la Corte dei Conti rileva ‘disfunzioni del sistema e criticità gestionali’”

Sozzetti. Specchio delle mie brame, chi sarà il direttore… non del reame, ma della sanità alessandrina?

Sozzetti. Specchio delle mie brame, chi sarà il direttore… non del reame, ma della sanità alessandrina?

specchio

di Enrico Sozzetti  https://160caratteri.wordpress.com

E alla fine il lungo elenco è arrivato. La commissione tecnica incaricata ha concluso il lavoro e ora tocca alla giunta regionale piemontese l’ultima parola. Antonio Saitta, assessore regionale alla Sanità, lo aveva detto chiaro e tondo: la proroga degli incarichi ai direttori di Asl e aziende ospedaliere durerà solo un mese perché entro la fine di maggio verranno nominati i nuovi vertici.

Scorrere i 48 nomi lascia capire qualcosa, ma non molto. Infatti i candidati potevano indicare una o più sedi come preferenza ed è per questa ragione che nell’elenco molti nomi compaiono in più aziende. Si scopre, così, che c’è chi vorrebbe magari tornare, da direttore generale, dove la carriera ha registrato un cambio di marcia, e chi ha invece indicato più sedi, ma intanto ha già incassato una promessa ben precisa. Vedremo. Continua a leggere “Sozzetti. Specchio delle mie brame, chi sarà il direttore… non del reame, ma della sanità alessandrina?”

Sozzetti: Ospedale di Alessandria, la Corte dei Conti rileva ‘disfunzioni del sistema e criticità gestionali’

Sozzetti: Ospedale di Alessandria, la Corte dei Conti rileva ‘disfunzioni del sistema e criticità gestionali’

osp

di Enrico Sozzetti

https://160caratteri.wordpress.com

“Sono emerse nei confronti dell’azienda ospedaliera irregolarità, nonché disfunzioni del sistema e criticità gestionali tali da rendere necessario e opportuno relazionare all’amministrazione regionale, al fine di stimolare l’adozione di misure correttive da parte tanto della Regione, quanto dell’azienda in esame”.

La delibera della Corte dei Conti è del 19 aprile 2018, quello sotto esame è il Bilancio 2016 e l’azienda è quella ospedaliera ‘Santi Antonio e Biagio e Cesare Arrigo’ di Alessandria, diretta per tre anni (dal primo maggio 2015) da Giovanna Baraldi (l’incarico è stato prorogato per tutto il mese di maggio in attesa della nomina dei nuovi direttori da parte della Regione Piemonte).

Alle contestazioni, l’azienda ha risposto con lettere e documenti, seguiti da un incontro nella sede di Torino della magistratura contabile. Alcuni andamenti particolarmente critici hanno registrato un miglioramento fra il 2017 e il 2018, come è avvenuto per i tempi di pagamento, però emergono voci su cui la Corte dei Conti si è soffermata con particolare attenzione, evidenziando, per esempio, il contenzioso giudiziale che “spicca” per 348.848 euro. Continua a leggere “Sozzetti: Ospedale di Alessandria, la Corte dei Conti rileva ‘disfunzioni del sistema e criticità gestionali’”

Sozzetti: Berlinguer, il parcheggio ostaggio delle carte. Poi forse arriverà il giorno dell’illuminazione e delle telecamere

Berlinguer, il parcheggio ostaggio delle carte. Poi forse arriverà il giorno dell’illuminazione e delle telecamere

8vXuGJnm1YqvsaJRTwfw5MXVFYdZzjgI_7bUcRxCLZUvcADqG5YsV48L0QeEUPSwefrM5GfBjWamrWiAiCQKoA3OFk6dw2KxkhPnGYdWlVSmDlBw-PXmpFadRA=s0-d-e1-ft

di Enrico Sozzetti
https://160caratteri.wordpress.com
Parcheggio Berlinguer, di fronte all’ospedale di Alessandria. Prima alcune delle date che hanno scandito il confronto tra il Comune di Alessandria e l’azienda ospedaliera: 29 settembre 2017, 12 ottobre 2017, 21 febbraio 2018, 1 marzo 2018, 26 aprile 2018.

Cinque momenti che sono serviti per risolvere definitivamente il problema della gestione e della messa in sicurezza dell’area? Secondo le dichiarazioni degli amministratori di Palazzo Rosso, la risposta è positiva. I dirigenti (in scadenza) del ‘Santi Antonio e Biagio e Cesare Arrigo’ stanno invece in silenzio.

E lasciano che ancora una volta siano le carte a parlare. E il problema, oggi, sono proprio le carte. Sono stati necessari mesi per definire un atto, da sottoscrivere di fronte a un notaio, che per ora è in bozza. Morale, prima di vedere luci e telecamere, oltre al resto degli interventi di manutenzione, c’è da attendere ancora molto.

Una volta concluso il percorso, la gestione del parcheggio (l’area rimane di proprietà dell’azienda ospedaliera) sarà interamente nelle mani del Comune. Continua a leggere “Sozzetti: Berlinguer, il parcheggio ostaggio delle carte. Poi forse arriverà il giorno dell’illuminazione e delle telecamere”

Sozzetti: Sanità, ‘no’ a direttori prorogati. Intanto Alessandria deve fare i conti con il concorso contestato, le tensioni in direzione e i sindacati vittoriosi

Sanità, ‘no’ a direttori prorogati. Intanto Alessandria deve fare i conti con il concorso contestato, le tensioni in direzione e i sindacati vittoriosi

Sanità

di Enrico Sozzetti
https://160caratteri.wordpress.com
L’accorpamento fra l’ospedale e l’Asl Al si allontana. Parola di Antonio Saitta, assessore regionale alla Sanità. “Il merito della proposta e la discussione che è scaturita sotto la presidenza di Domenico Ravetti della Commissione Sanità è andata nella direzione di fare emergere in modo chiaro l’esigenza di mettere in rete le competenze e di come usarle.

L’integrazione è il tema vero, insieme alla ripartizione dei compiti e ai Dipartimenti interaziendali. Ai nuovi direttori verranno dati obiettivi nuovi, non sono economici ma anche di salute, e un metodo preciso: gli atti aziendali dovranno essere fatti insieme”. Parole pronunciate la termine della presentazione del Bilancio sociale e di mandato dell’azienda ospedaliera.

E Ravetti (oggi capogruppo Pd in Consiglio regionale, dopo avere ricoperto la carica di presidente della Commissione Sanità) dal canto suo risponde con un semplice ‘no’ alla mozione presentata dai Consiglieri regionali del gruppo di Forza Italia con cui chiedono alla Giunta regionale di prorogare gli incarichi attuali dei direttori generali delle aziende Sanitarie per almeno dodici mesi. Continua a leggere “Sozzetti: Sanità, ‘no’ a direttori prorogati. Intanto Alessandria deve fare i conti con il concorso contestato, le tensioni in direzione e i sindacati vittoriosi”

Ortopedia: il Policlinico di Monza fa scuola nel mondo

clinica_1

Ortopedia: il Policlinico di Monza fa scuola nel mondo

Monza, 24 aprile 2018
È nata un’importante convenzione tra il Policlinico di Monza Spa e il Vsevolozhsky Clinical Interdistrict Hospital di San Pietroburgo. L’Ospedale Interdistrettuale Clinico di Vsevolozhsky è ad oggi la base del Dipartimento di Traumatologia e Ortopedia della Prima Università Medica Statale della metropoli russa.
Grazie a questo accordo viene oggi formalizzato un interessante processo di formazione tramite il quale Chirurghi ortopedici russi raggiungono la Clinica Città di Alessandria per assistere agli innovativi interventi di protesi d’anca e di ginocchio eseguiti dal Dott. Andrea Camera (Presidente della Fondazione Spotorno per l’eccellenza protesica dell’anca e del ginocchio) e della sua Équipe composta dagli specialisti: Dott. Andrea Capuzzo, Dott. Riccardo Tedino e Dott. Stefano Biggi. Continua a leggere “Ortopedia: il Policlinico di Monza fa scuola nel mondo”

Sozzetti: Confintesa Ugs Medici, Avanzi e il concorso ospedaliero: la parola all’Upo e al ‘Maggiore’ di Novara

f8-xG0GSZeMdc7CC52jC6Zm3S9gWgSVGKFZcHg6ghztoFij22y7KbmR4iM8i-PktkcEnpG_6uGgkHjrK0lnogXt82V9-TM8NSu_g_-QhWs0-JyLl0Fqt2zRRH6We9k_2yPdxs68rGCjo=s0-d-e1-ft

Confintesa Ugs Medici, Avanzi e il concorso ospedaliero: la parola all’Upo e al ‘Maggiore’ di Novara
di Enrico Sozzetti
https://160caratteri.wordpress.com

Dopo l’uscita del pezzo “Medicina ad Alessandria? Una battaglia ancora tutta da vincere” scrivono Cesare Emanuel, rettore dell’Università del Piemonte Orientale, e Mario Minola, Commissario dell’azienda ospedaliera universitaria ‘Maggiore della Carità’ di Novara.

L’intervento è relativo alla parte finale dell’articolo dove si parla di un potenziale caso sollevato da Pietro Luigi Garavelli, medico e sindacalista di Confintesa Ugs Medici che su Facebook è intervenuto con alcuni post in cui ha manifestato la personale “curiosità da sindacalista in quanto Gian Carlo Avanzi (candidato alla carica di Rettore insieme a Salvatore Rizzello, ndr) pur vincendo un concorso ospedaliero, non si dimise, né prese aspettativa dall’Università, come previsto, mi pare, dalla normativa vigente”.

Il riferimento era alla posizione del medico all’epoca del conferimento dell’incarico ospedaliero di direttore della Struttura complessa di Medicina e Chirurgia d’accettazione d’urgenza, avvenuto con una delibera dell’azienda ospedaliero universitaria Maggiore della Carità del marzo 2010. Continua a leggere “Sozzetti: Confintesa Ugs Medici, Avanzi e il concorso ospedaliero: la parola all’Upo e al ‘Maggiore’ di Novara”

I clown Marameo, di Lia Tommi

di Lia Tommi, Alessandria

L’Associazione Clown Marameo si occupa di clownterapia e opera presso l’Ospedale infantile “Cesare Arrigo ” e l’Ospedale civile “SS. Antonio e Biagio”.

La loro mission è portare il sorriso a chi ne ha bisogno., perché il sorriso è il modo più spontaneo per portare gioia, la medicina che contagia chi lo dona e chi lo riceve, infondendo energia positiva e stimolante.

Essere gruppo è la forza di questa Associazione, momento di unione e collaborazione che permette di essere persone che camminano verso un obiettivo comune. Il gruppo è la possibilità di scambiare esperienze, è l’insieme delle individualità che si fondono per confrontarsi e crescere insieme. È il luogo dove ci si ripara e si trova l’energia per ripartire.

In corsia si usano creatività e fantasia, agendo però con prudenza e moderazione, evitando di invadere la sfera privata del paziente.

A richiesta effettuano interventi nelle Case di Riposo, o in eventi organizzati da altre Associazioni, come nei giorni scorsi, a Librinfesta, dove hanno offerto piacevoli momenti ludici ai visitatori.

La loro attività è gratuita, ma in quanto ONLUS possono ricevere donazioni, anche attraverso il 5×1000.

Sozzetti: Ospedale e Asl, nuovi direttori entro maggio. Ma la fusione per ora non si farà.

Ospedale

Sozzetti: Ospedale e Asl, nuovi direttori entro maggio. Ma la fusione per ora non si farà. Intanto apre il Poliambulatorio di Oculistica e a giugno toccherà alla nuova terapia intensiva
di Enrico Sozzetti https://160caratteri.wordpress.com/
Alessandria: Gli incarichi dei direttori delle aziende sanitarie e ospedaliere del Piemonte saranno prorogati di un mese ed “entro la fine di maggio ci saranno le nuove nomine, niente commissari”.

Antonio Saitta, assessore regionale alla Sanità, conferma lo slittamento, ma anche la volontà di dare un assetto definitivo a tutte le Asl e le Aso. Lo dice durante la presentazione del Bilancio sociale e di mandato 2015-2018 che chiude la stagione di Giovanna Baraldi alla guida dell’azienda ‘Santi Antonio e Biagio e Cesare Arrigo’.

Una fine che viene celebrata con i numeri di un fatturato in crescita e un incremento di dodici milioni (138.964.994 di euro nel 2015, 146.029.390 nel 2017) raggiunto a risorse sostanzialmente invariate, oltre dieci milioni di investimento per impianti e fabbricati e circa nove milioni per attrezzature, solo per ricordare alcuni dei numeri maggiori. Continua a leggere “Sozzetti: Ospedale e Asl, nuovi direttori entro maggio. Ma la fusione per ora non si farà.”

Sozzetti: L’ospedale di Alessandria, il corso nazionale e i commenti (ancora amari) sulla nomina per l’Ostetricia e la Ginecologia

L'ospedale

L’ospedale di Alessandria, il corso nazionale e i commenti (ancora amari) sulla nomina per l’Ostetricia e la Ginecologia
di Enrico Sozzetti
https://160caratteri.wordpress.com
Quattro giorni di corso specialistico e ancora una volta l’ospedale di Alessandria è stato al centro di un evento scientifico nazionale. Protagonista è stata la Scuola italiana di chirurgia mini invasiva ginecologica (Sicmig) con il corso “Approccio endoscopico alla patologia uterina. Isteroscopia, laparoscopia e robotica” che ha riunito nel capoluogo 270 tra medici e personale infermieristico.

Fra i relatori alcuni dei migliori chirurghi italiani specializzati. Il corso, che ha visto la presenza anche di Mario Malzoni, presidente della Società italiana di endoscopia ginecologica, ha alternato le lezioni alle esercitazioni (con postazioni virtuali e modelli inanimati), oltre a trasmissioni in diretta dalla sala operatoria di interventi isteroscopici, laparoscopici e robotici.

Una tecnica chirurgica da tempo fiore all’occhiello, anche per il reparto di Ostetricia e Ginecologia dell’azienda ospedaliera di Alessandria. Una tecnica che ha portato Alessandria alla ribalta nazionale e internazionale grazie a Giuseppe Spinoglio che per lungo tempo ha guidato il reparto di chirurgia. Continua a leggere “Sozzetti: L’ospedale di Alessandria, il corso nazionale e i commenti (ancora amari) sulla nomina per l’Ostetricia e la Ginecologia”

Sozzetti: Ospedale, verso il ricorso per Ginecologia. Mentre la fusione della sanità alessandrina rallenta

TTf2AZMoXzjPuHcZnEogTz0STIfYeqi_cZpax_czNgTbFfAODswZxp_fNq4pS2ygn5ijupj5XOkfz4MEQm4QZkZEJPr3aEne20Aue3oGoMOUUIcrkBr2jTfpCVvfO-RHn3tj56dxPjH-77NE1L26=s0-d-e1-ft

di Enrico Sozzetti https://160caratteri.wordpress.com/

Alessandria: E così, nel giorno della presentazione pubblica del Bilancio sociale e di missione 2015-2018 dell’azienda ospedaliera ‘Santi Antonio e Biagio e Cesare Arrigo’ di Alessandria, arriva la notizia che Davide Dealberti, chirurgo ginecologo specializzato in chirurgia mini invasiva e in complessità ostetriche, ha deciso di valutare ufficialmente se esistono gli estremi per fare ricorso. Il medico ha infatti affidato l’incarico agli avvocati Gian Paolo Sartirana di Alessandria e Marco Durante dello studio Fieldfisher di Torino di tutelare i proprio diritti.

I legali, dopo una attenta valutazione, dovranno decidere “quali azioni attuare e quale giurisdizione adire, amministrativa ovvero ordinaria”, come precisa una nota diffusa nella serata di ieri. Continua a leggere “Sozzetti: Ospedale, verso il ricorso per Ginecologia. Mentre la fusione della sanità alessandrina rallenta”

Sozzetti: L’ospedale di Alessandria, il corso nazionale e i commenti (ancora amari) sulla nomina per l’Ostetricia e la Ginecologia

L'ospedale

L’ospedale di Alessandria, il corso nazionale e i commenti (ancora amari) sulla nomina per l’Ostetricia e la Ginecologia
di Enrico Sozzetti
https://160caratteri.wordpress.com
Quattro giorni di corso specialistico e ancora una volta l’ospedale di Alessandria è stato al centro di un evento scientifico nazionale. Protagonista è stata la Scuola italiana di chirurgia mini invasiva ginecologica (Sicmig) con il corso “Approccio endoscopico alla patologia uterina. Isteroscopia, laparoscopia e robotica” che ha riunito nel capoluogo 270 tra medici e personale infermieristico.

Fra i relatori alcuni dei migliori chirurghi italiani specializzati. Il corso, che ha visto la presenza anche di Mario Malzoni, presidente della Società italiana di endoscopia ginecologica, ha alternato le lezioni alle esercitazioni (con postazioni virtuali e modelli inanimati), oltre a trasmissioni in diretta dalla sala operatoria di interventi isteroscopici, laparoscopici e robotici.

Una tecnica chirurgica da tempo fiore all’occhiello, anche per il reparto di Ostetricia e Ginecologia dell’azienda ospedaliera di Alessandria. Una tecnica che ha portato Alessandria alla ribalta nazionale e internazionale grazie a Giuseppe Spinoglio che per lungo tempo ha guidato il reparto di chirurgia. Continua a leggere “Sozzetti: L’ospedale di Alessandria, il corso nazionale e i commenti (ancora amari) sulla nomina per l’Ostetricia e la Ginecologia”

Sozzetti: Medicina ad Alessandria? Non è proprio così veloce come si dice. Ma per il corso come per l’Irccs per l’ospedale è il momento degli atti e delle responsabilità

Medicina

Medicina ad Alessandria? Non è proprio così veloce come si dice. Ma per il corso come per l’Irccs per l’ospedale è il momento degli atti e delle responsabilità
di Enrico Sozzetti
https://160caratteri.wordpress.com
Lo sdoppiamento ad Alessandria del corso di Medicina di Novara dell’Università del Piemonte Orientale? “A breve dovremmo avere il parere della Conferenza Stato Regioni”. Perché “è intenzione dell’attuale Rettore ed è l’auspicio del futuro Rettore ampliare la collaborazione con l’ospedale di Alessandria, attraverso quella fra la Scuola di Medicina e il Disit (Dipartimento di scienze e innovazione tecnologica) di Alessandria”.

I 50 posti in più chiesti dall’Ateneo però sono al momento ancora un desiderio perché non è stato superato alcun passaggio istituzionale.

Le parole di Gian Carlo Avanzi (già presidente del Corso di laurea in Infermieristica, attualmente diretto da Gianluca Aimaretti, e oggi direttore del Dipartimento di medicina traslazionale di Novara) arrivano al termine della cerimonia di consegna dei diplomi di laurea e della proclamazione dei laureati che è stata ospitata nell’aula magna, stracolma, del Disit. Ancora una volta decine di neolaureati hanno pronunciato il giuramento dell’infermiere e ora sono pronti per l’ingresso nel mondo del lavoro. Continua a leggere “Sozzetti: Medicina ad Alessandria? Non è proprio così veloce come si dice. Ma per il corso come per l’Irccs per l’ospedale è il momento degli atti e delle responsabilità”

Enrico Sozzetti: Infortunio alla Michelin. Ma Cgil, Cisl e Uil stanno in silenzio… Perché?

infortunio

Infortunio alla Michelin. Ma Cgil, Cisl e Uil stanno in silenzio… Perché?
di Enrico Sozzetti
https://160caratteri.wordpress.com
Incidente sul lavoro alla Michelin di Alessandria. Un dipendente è stato investito da un carrello elevatore in movimento e il trauma da schiacciamento è risultato subito gravissimo quando è arrivato al Pronto soccorso. I medici dell’ospedale del capoluogo hanno fatto tutto il possibile, ma alla fine è stato necessario procedere all’amputazione del piede.
Fin qui i fatti. Che però sono accaduti intorno alla metà di gennaio. Sono trascorsi mesi, da allora, nel più totale silenzio delle organizzazioni sindacali. Sempre pronte a lanciare proclami, dichiarare mobilitazioni e scioperi, anche quando magari l’infortunio non è grave, stavolta Cgil, Cisl e Uil non hanno pronunciato una sola parola. Continua a leggere “Enrico Sozzetti: Infortunio alla Michelin. Ma Cgil, Cisl e Uil stanno in silenzio… Perché?”

Tentano rapina, agente spara, due feriti

Un bandito 18enne, l’altro minorenne: entrambi in ospedale

(ANSA) – NAPOLI, 14 APR – Un poliziotto sventa una rapina in un supermercato del quartiere Fuorigrotta di Napoli ma spara e ferisce i banditi – uno diciottenne, l’altro ancora minorenne – che gli hanno puntato la pistola contro. I due rapinatori sono ora ricoverati negli ospedali San Paolo e Cardarelli della città.
Secondo una prima ricostruzione dell’accaduto i due sono entrati in azione nel market Md di via Pietro Tosti: un agente della Squadra Mobile della Questura di Napoli si è qualificato e poi è intervenuto. Il rapinatore che era vicino alla cassa gli ha puntato la pistola contro e l’agente ha sparato ferendolo.
Non è ancora chiaro come sia stato ferito l’altro rapinatore.
Secondo quanto si è appreso uno dei banditi ha compiuto 18 anni lo scorso ottobre, l’altro li compirà il prossimo maggio.
(ANSA).

Baraldi pronta a festeggiare il mandato, ma intanto il personale dell’ospedale “ha 24.000 giorni di ferie residui”, di Enrico Sozzetti

5Px-g8C2Qezn5GGhN90wq7HUw-KVk8DDbU97OvJ8JUJcEZ9dG7rj1FDSVzkQJfjf4YIfIDJhzOrPgkQwSe2_0mdAYPqadzM9hMyiRtG1izsDzpLAl7zV5YKJQm0dv9ofB4JRKGHSqSB9V_4=s0-d-e1-ft

Baraldi pronta a festeggiare il mandato, ma intanto il personale dell’ospedale “ha 24.000 giorni di ferie residui”, di Enrico Sozzetti  https://160caratteri.wordpress.com

Mentre Giovanna Baraldi, direttore generale dell’azienda ospedaliera ‘Santi Antonio e Biagio e Cesare Arrigo’ di Alessandria si appresta a celebrare la fine del mandato triennale (è entrata in carica il primo maggio 2015) con la prossima presentazione del ‘Bilancio sociale e di missione 2015-2018’ che si annuncia particolarmente positivo, a suo giudizio ovviamente, c’è chi non la pensa in questo modo.

“Quasi 24.000 giorni di ferie residui”. Il dato arriva, secco e diretto, dalla segreteria del sindacato Nursind di Alessandria. “Questo – si legge su una nota – è il preoccupante ed emblematico numero che riguarda le giornate di ferie residue accumulate dal personale dell’ospedale”. Il Nursind (rappresenta gli infermieri alessandrini) ha chiesto all’azienda di organizzare “al più presto un piano d’emergenza per affrontare e sopperire le criticità presenti, rendendosi disponibile a collaborare. Continua a leggere “Baraldi pronta a festeggiare il mandato, ma intanto il personale dell’ospedale “ha 24.000 giorni di ferie residui”, di Enrico Sozzetti”

LegaNord: Accorpamento Asl-Aso, Alessandria non farà da cavia

Lega Nord

LegaNord: Accorpamento Asl-Aso, Alessandria non farà da cavia

Mercoledì 28 marzo in Comune si è svolta un’altra commissione consiliare politiche sociali e sanitarie sull’ordine del giorno “contrarietà all’accorpamento Asl-Aso”, presentato dal nostro consigliere Guazzotti e già approvato dal Consiglio Comunale.

Un tema su cui il gruppo Lega Nord ha le idee chiare, e durante quella seduta riteniamo di aver trovato ulteriori conferme.

L’audizione in particolare del Dott. Giancarlo Forno ha messo in luce tutte le criticità (a voler usare un eufemismo) presentate dalla mozione del Partito Democratico, appoggiata anche dal Movimento 5 Stelle, e dalla Delibera Regionale. “Un documento, quello regionale, basato sul nulla, privo di reali motivazioni”, questa la sintesi emersa dalla sua relazione. Continua a leggere “LegaNord: Accorpamento Asl-Aso, Alessandria non farà da cavia”

Primari ospedalieri ad Alessandria? Ride bene chi arriva ultimo, di Enrico Sozzetti

Primari

Primari ospedalieri ad Alessandria? Ride bene chi arriva ultimo

di Enrico Sozzetti

https://160caratteri.wordpress.com

Anni per completare il concorso (a un certo punto è stato anche sospeso) e poi chi lo vince? Il terzo classificato che si piazza a ben undici punti di distacco dal primo candidato selezionato. Succede all’azienda ospedaliera di Alessandria, ancora guidata, per poco meno di un mese, da Giovanna Baraldi. La notizia è ormai nota.

È stato affidato a Nicola Strobelt l’incarico di dirigere la struttura complessa di Ostetricia e Ginecologia dell’ospedale per i prossimi cinque anni. Strobelt, nato a Milano nel 1965, arriva dall’ospedale di Bergamo, dove ha ricoperto l’incarico di responsabile della struttura semplice ‘Medicina Materno – Fetale Ostetricia e Ginecologia’. Sarà lui a raccogliere il testimone da Oria Trifoglio che dall’ottobre del 2013 ha diretto come ‘facente funzioni’ la struttura complessa del ‘Santi Antonio e Biagio e Cesare Arrigo’.

Un interregno decisamente, e forse anche un po’ stranamente, lungo che il medico-politico (è stata vicesindaco di Rita Rossa, oggi è in Consiglio comunale in rappresentanza del Quarto Polo per il quale si era candidata a sindaco l’anno scorso, salvo poi apparentarsi con la Rossa prima del ballottaggio, peraltro vinto dal centrodestra con Gianfranco Cuttica di Revigliasco) ha gestito arrivando al momento del pensionamento proprio con questa qualifica. Continua a leggere “Primari ospedalieri ad Alessandria? Ride bene chi arriva ultimo, di Enrico Sozzetti”

Accorpamento ASL ASO Alessandria. Ravetti “Noi vogliamo dare un’opportunità ai cittadini, non ai protagonisti della politica del passato.

04/07/2017 -  X LEGISLATURA - Ravetti

Manca la volontà di dialogare seriamente. Questo confronto è avvelenato dalle strumentalizzazioni.

Destra irresponsabile e incompetente! Basta con le chiacchiere, il bar è chiuso e i giochini sono spenti. In questa deriva della ragione tocca alla Giunta imporre la svolta opportuna.”

Ho letto il resoconto dei lavori eccentrici della Commissione Sanità del Comune di Alessandria del 28 marzo u.s.  e ho raccolto su vari fronti diverse bizzarre dichiarazioni politiche; ora giungo a meditate conclusioni a tutela dei servizi ospedalieri e territoriali della nostra provincia. Grazie al M5S, in particolare alla serietà del collega Paolo Mighetti, e con l’intero sostegno della maggioranza abbiamo avviato una discussione sull’ipotesi di accorpamento dell’Asl e dell’Azienda Ospedaliera di Alessandria; l’unico obiettivo è quello di rafforzare e rendere più efficiente la sanità della provincia di Alessandria e la sanità piemontese, sottoponendo all’approvazione del Consiglio regionale e al confronto sul merito ogni ipotesi di riorganizzazione.

Purtroppo mi spiace constatare come invece la discussione, che dovrebbe attenersi al piano dell’organizzazione sanitaria e dovrebbe riguardare le modalità di miglioramento dell’offerta sanitaria per i pazienti, sia scivolata sul piano delle opportunità individuali e dei posizionamenti politici in particolare della destra. Continua a leggere “Accorpamento ASL ASO Alessandria. Ravetti “Noi vogliamo dare un’opportunità ai cittadini, non ai protagonisti della politica del passato.”

Parcheggio Berlinguer, l’ospedale paga e adesso tocca al Comune. Ma quando inizierà i lavori? di Enrico Sozzetti

Berlinguer

di Enrico Sozzetti  https://160caratteri.wordpress.com

Alessandria: Dopo anni di contendere, adesso per il parcheggio Berlinguer una prima svolta è arrivata. L’azienda ospedaliera di Alessandria ha approvato la monetizzazione, pari a 153.954 euro, calcolata dal Comune che corrisponde alla derubricazione del permesso di costruire del novembre 2005 relativo alla sopraelevazione del Pronto Soccorso di Spalto Marengo che oggi ospita il nuovo blocco operatorio.

La somma è vincolata alla realizzazione di un sistema di videosorveglianza e di impianto di illuminazione pubblica. Ma se il ‘Santi Antonio e Biagio e Cesare Arrigo’ è pronto, visto che i soldi a bilancio ci sono, lo sarà altrettanto il Comune di Alessandria?

Il quesito non appare di poco conto visto che spetta proprio a Palazzo Rosso l’installazione di telecamere e luci.

La rapidità delle decisioni non è proprio un elemento caratterizzante della pubblica amministrazione e sono stati necessari circa due anni, scanditi da scambi di mail e incontri non sempre risolutivi fra le parti in causa. Continua a leggere “Parcheggio Berlinguer, l’ospedale paga e adesso tocca al Comune. Ma quando inizierà i lavori? di Enrico Sozzetti”

Lega Nord, Alessandria: Consiglio comunale, i motivi del no all’accorpamento ASL e ASO

Comune

Nella Provincia di Alessandria il servizio sanitario è garantito da:

  • dall’Ospedale “S. Antonio e Biagio”, dall’Ospedale Infantile “C. Arrigo” e dal Centro Riabilitativo “Borsalino” che costituiscono l’AZIENDA SANITARIA OSPEDALIERA (ASO) di Alessandria;
  • dalle strutture facenti parte dall’ASL-AL che si occupa del territorio (medici di base, assistenza domiciliare ecc.) e di 5 presidi ospedalieri: Casale M., Acqui T., Novi L., Ovada, Tortona.    

È ovvio che, pur essendo l’ASO e ASL due entità burocraticamente distinte, debbano collaborare per garantire il massimo dell’efficienza in base alle risorse disponibili.

Il giorno 17/10/2017 al Consiglio della Regione Piemonte è stata presentata una proposta di accorpamento dell’ASO e dell’ASL (con la creazione, cioè, di un’unica struttura burocratico-organizzativa) indicando, tra le motivazioni, proprio la difficoltà di comunicazione delle due strutture alla base dei problemi di efficienza con spreco di risorse. Continua a leggere “Lega Nord, Alessandria: Consiglio comunale, i motivi del no all’accorpamento ASL e ASO”

Una riflessione del Dr. Giancarlo Forno, sulla Mozione di Ravetti PD, relativa all’accorpamento ASL e ASO di Alessandria

ospedaleAlessandria: MOZIONE N. 1212 PRESENTATA AL CONSIGLIO REGIONALE IL 17 OTTOBRE 2017 RELATIVA ALL’ACCORPAMENTO ASL E ASO DI ALESSANDRIA: RIFLESSIONI.

Prima di tutto sono dovute le presentazioni: mi chiamo Giancarlo Forno e nella mia “prima vita professionale” ho svolto le funzioni di Direttore Sanitario dell’Azienda Ospedaliera di Alessandria fino al 2005.

Ho letto solo recentemente il testo completo della mozione presentata al Consiglio regionale, primo firmatario Domenico Ravetti, sull'”Accorpamento dell’ASL (Azienda Sanitaria Locale) e dell’ASO (Azienda Sanitaria Ospedaliera) di Alessandria”.

Mi è stato insegnato che ogni decisione “politico/istituzionale”, nel senso specifico del termine, deve sempre essere supportata da una analisi calibrata sull’argomento in trattazione: più è importante la decisione, maggiormente approfondita deve essere l’analisi a monte.

Ebbene, nel caso di cui trattasi non è nota l’analisi sul tema; in ogni caso, la mozione difetta di oggettive motivazioni che portino alle conclusioni prospettate (accorpamento ASL-ASO Alessandria).

Vorrei procedere per gradi seguendo il testo.

“Premesso che (…) i tentativi compiuti negli anni per mettere in rete tutti i presidi sanitari con l’obiettivo di razionalizzare, qualificare e potenziare l’offerta non hanno prodotto risultati soddisfacenti. La cooperazione tra ASL e ASO è sempre stata debole perché hanno prevalso le esigenze delle singole aziende”. Continua a leggere “Una riflessione del Dr. Giancarlo Forno, sulla Mozione di Ravetti PD, relativa all’accorpamento ASL e ASO di Alessandria”

Le cartelle incenerite, il problema ‘di vicinato’ e l’edificio dimenticato dall’ospedale di Alessandria

Le cartelle

di Enrico Sozzetti

https://160caratteri.wordpress.com

L’area è stata quasi totalmente distrutta da un incendio nel 2009. Restano in piedi solo i muri esterni, una porzione di edificio in mattoni, parte del tetto. All’interno, rifiuti di ogni genere. Siamo in via 1821, di fianco al carcere di Alessandria, all’altezza del numero civico 93.

Una zona fatiscente, abbandonata, dimenticata, sulla quale una interpellanza del consigliere comunale Maurizio Sciaudone cerca di riportare un po’ di attenzione. La richiesta, indirizzata al sindaco di Alessandria, è di “mettere in sicurezza” l’area per evitare che diventi “un ricovero di animali e un sito di deposito di immondizia”.

Poi il consigliere comunale di Forza Italia chiede se sia possibile “procedere con una notifica” ai “soggetti aventi causa” affinché “provvedano a ripristinare le strutture in modo da garantire il decoro della via e dei residenti”. Continua a leggere “Le cartelle incenerite, il problema ‘di vicinato’ e l’edificio dimenticato dall’ospedale di Alessandria”

Barosini: Illuminato e messo in sicurezza, il passaggio pedonale di fronte all’Ospedale di Alessandria

Barosini-nuova-2--287x300

Attraversamento pedonale luminoso

Sarà terminata nella giornata di oggi, mercoledì 28 febbraio, l’installazione di un sistema luminoso per tutelare l’attraversamento pedonale in spalto Marengo/via San pio V, di fronte all’ospedale.

I sensori saranno attivi già nella serata di oggi.

“Abbiamo scelto di avviare questo percorso sperimentale per tutelare la sicurezza degli attraversamenti pedonali urbani – ha spiegato l’assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Alessandria -. Iniziamo da questo punto che è sempre piuttosto critico per la presenza cospicua e concomitante di automobili e pedoni. Si tratta di un piccolo passo per iniziare, ma sono allo studio progetti ancor più incisivi e definitivi per intervenire in altre zone della Città”.

Sozzetti: Alessandria, luci sui pedoni ospedalieri. Ma il ‘Berlinguer’ resta eternamente al buio

unnamed

di Enrico Sozzetti https://160caratteri.wordpress.com

È da migliorare la sicurezza dell’attraversamento pedonale si fronte all’ingresso del padiglione ‘Fiandesio’ dell’ospedale di Alessandria. Un dato di fatto scontato. Rispetto al quale nessuno si è più attivato da tempo immemore. Finora.

Una determina dirigenziale del Comune di Alessandria, infatti, affida la “posa di segnaletica luminosa in fase di attraversamento di pedoni” (il burocratese è implacabile) alla Blindo Office Energy Srl di Valenza, “specializzata nei lavori, idonea ed adeguata in relazione ai lavori che si intendono affidare per un importo complessivo di 9.899,08 euro (8.114 più Iva 22per cento)”.

Luci e maggiore sicurezza per il pedone che attraversa e magari va a prendere la macchina parcheggiata all’interno del piazzale Berlinguer. Dove, invece, la situazione non è cambiata di un millimetro dopo gli annunci dal tono trionfalistico dell’ottobre scorso. Continua a leggere “Sozzetti: Alessandria, luci sui pedoni ospedalieri. Ma il ‘Berlinguer’ resta eternamente al buio”

Intervista a Elisabetta Onetti, Consigliere comunale di Siamo Alessandria, di Pier Carlo Lava

di Pier Carlo Lava

Alessandria, Intervista a Elisabetta Onetti, Consigliere comunale di Siamo Alessandria, che risponde alle seguenti domande:

Accorpamento ASl e Aso, qual’è la tua opinione dal punto di vista del paziente

Politiche sociali, il regolamento di assegnazione degli alloggi di edilizia sociale è stato contestato, ora che succede?

Il piano per la messa insicurezza della Cittadella e la riqualificazione dell’ex Ospedale militare, a che punto sono?

Consulta pari opportunità, quali eventi in programma?

Sicurezza, l’ordinanza non ha funzionato, il piazzale Berlinguer rimane al buio e senza telecamere, a quando gli interventi annunciati?

Immigrazione, un problema o un opportunità?

video:

https://youtu.be/ES2wUk87f50

Giovanna Baraldi, direttore dell’ospedale di Alessandria, non è più fra i manager della sanità

Giovanna Baraldi

di Enrico Sozzetti

https://160caratteri.wordpress.com

Giovanna Baraldi, direttore generale dell’azienda ospedaliera ‘Santi Antonio e Biagio e Cesare Arrigo’ di Alessandria, non è più fra i manager della sanità. Nella tarda serata di lunedì è stato pubblicato sul sito del ministero l’elenco nazionale degli idonei al conferimento dell’incarico di direttore generale delle aziende sanitarie locali, delle aziende ospedaliere e degli altri enti del servizio sanitario nazionale. In tutto sono 758 (di cui 209 donne) i candidati risultati idonei al termine del lungo lavoro della Commissione del Ministero della Sanità che ha lavorato dal 4 settembre all’8 febbraio.

E Giovanna Baraldi non compare, mentre altri altri manager hanno superato l’esame. Così fra i piemontesi inseriti nell’elenco nazionale compare Gilberto Gentili, direttore dell’Asl Al, insieme ad alcuni dirigenti che hanno lavorato in provincia di Alessandria: Gianni Bonelli (Asl di Biella), Flavio Boraso (direttore generale Asl Torino 3), Nicola Giorgione (direttore di presidio all’ospedale San Giovanni Bosco), Ida Grossi (direttore generale Asl Asti), Stefano Manfredi (direttore generale Asl di Lecco). Continua a leggere “Giovanna Baraldi, direttore dell’ospedale di Alessandria, non è più fra i manager della sanità”

Berlinguer, parcheggio più sicuro? Solo quando i lavori saranno finiti. Il fatto è che non si sa quando inizieranno…

Berlinguer

di Enrico Sozzetti

https://160caratteri.wordpress.com/

Alessandria: Il parcheggio Berlinguer (quello di fronte all’ingresso dell’ospedale e del Pronto soccorso) illuminato, controllato dalle videocamere e più sicuro? C’è tempo. In fondo era solo il 2005 quando il Comune di Alessandria aveva autorizzato l’ospedale a realizzare la sopraelevazione del Pronto soccorso per costruire il nuovo blocco operatorio e il permesso prescriveva come compensazione urbanistica secondaria proprio l’ampliamento del parcheggio.

Dal 2005 arriviamo all’ottobre del 2017, quando viene approvata la delibera di Palazzo Rosso, illustrata in pompa magna, durante una conferenza stampa, da Gianfranco Cuttica di Revigliasco, sindaco di Alessandria, Davide Buzzi Langhi, vicesindaco e assessore all’Urbanistica, Giovanna Baraldi, direttore generale dell’azienda ospedaliera ‘Santi Antonio e Biagio e Cesare Arrigo’, e da Francesco Arena, direttore amministrativo dell’ospedale. Facciamo un altro salto in avanti e arriviamo al 30 gennaio.

Durante i lavori della Commissione consiliare Affari istituzionali, convocata per esaminare e approvare alcune modifiche e integrazioni al regolamento di Polizia urbana, a una domanda specifica sullo stato dell’arte del parcheggio (al centro di episodi di microcriminalità e aggressioni), è il primo cittadino a rispondere con queste parole: “L’accordo con l’azienda ospedaliera deve ancora vedere attuati gli atti conseguenti all’intesa. Continua a leggere “Berlinguer, parcheggio più sicuro? Solo quando i lavori saranno finiti. Il fatto è che non si sa quando inizieranno…”

Una laurea in medicina val bene una cena alessandrina? Basta che non sia delle beffe (la cena)…

medicina

di ENRICO SOZZETTI

https://160caratteri.wordpress.com

Metti una sera a cena per parlare di un progetto di sviluppo in cui mancano alcuni protagonisti e istituzioni. In cui siedono intorno a un tavolo personaggi che non mancano di predicare bene e razzolare male.

E che scelgono volutamente di privilegiare la presenza di alcuni commensali, lasciando a casa altri. Succede ad Alessandria. Un capoluogo di provincia dove potrebbe sbarcare il nuovo corso di laurea in Medicina, destinato a innescare inattesi processi di sviluppo e a modificare profondamente il peso e ruolo delle aziende sanitarie.

Ma non c’è niente da fare, ad Alessandria una cosa normale è difficile da realizzare. Singolare, e significativa, la frase che chiude una breve nota diffusa da Domenico Ravetti, presidente della Commissione regionale Sanità e consigliere regionale. “Un corso di laurea, in particolare di Medicina e Chirurgia, cambia in meglio le città. Continua a leggere “Una laurea in medicina val bene una cena alessandrina? Basta che non sia delle beffe (la cena)…”

Baraldi a fine mandato? Sì. O anche no? L’ospedale di Alessandria alla ricerca di nuove identità

Baraldi

di Enrico Sozzetti

https://160caratteri.wordpress.com/

Mancano meno di quattro mesi alla fine del mandato di Giovanna Baraldi alla direzione generale dell’azienda ospedaliera ‘Santi Antonio e Biagio e Cesare Arrigo’ di Alessandria e il discorso pronunciato prima della messa che ogni anno celebra la giornata dedicata alla Festa di Sant’Antonio suona un po’ come un addio, fra diversi momenti di sintesi rispetto alle cose fatte e ai ringraziamenti a tutto il personale, ma anche un po’ come una sorta di ‘prenotazione’ per ‘tempi supplementari’ alla guida dell’azienda.

Giovanna Baraldi riassume in pochi minuti i quasi tre anni di attività e dopo avere ringraziato l’intero personale (“Oggi in questa azienda siamo in 2.345”), fatto il punto sulle attività quotidiane “dei processi di diagnosi e cura” che hanno “sempre al centro il paziente” e ricordato le azioni di programmazione messe a fuoco “in un contesto di armonia”, lancia alcuni messaggi rivolti, anche in chiave un po’ criptica, alla politica discretamente rappresentata nei banchi riservati alle autorità (da quella locale a quella regionale, passando per alcuni aspiranti parlamentari già in campagna elettorale). Continua a leggere “Baraldi a fine mandato? Sì. O anche no? L’ospedale di Alessandria alla ricerca di nuove identità”