La leggenda del cactus, di Stefania Pellegrini

La leggenda del cactus, di Stefania Pellegrini

copyright Stefania Pellegrini

Con il nome di cactus vengono comunemente chiamate tutte quelle piante che fanno parte della famiglia delle Cactaceae. Si trovano in quasi tutte le parti del mondo, anche se la loro origine è più americana. I cactus sono detti anche piante succulente, ovvero piante in grado di trattenere una buona quantità di acqua, necessaria per sopravvivere anche nei lunghi periodi di siccità.

Grazie a questa peculiarità, i cactus tendono a diventare particolarmente carnosi sia nel fusto che nelle foglie, e sono considerati piante xerofile, ovvero piante che si ambientano bene in luoghi aridi e desertici dove l’acqua non è quasi mai presente. Fanno parte della famiglia delle Cactaceae oltre 3000 specie.

I cactus sono facilmente riconoscibili grazie alla presenza di spine che rappresentano le foglie. Molti tipi di cactus hanno spine uncinate, fastidiose e spesso dolorose anche solo se si sfiorano.

Questo tipo di pianta può avere dimensioni minime di un centimetro ma raggiungere anche i venti metri di altezza. La sua forma può variare ed essere a crescita verticale con fusto a colonna, oppure globosa, oppure piatta. Viene apprezzata per la sua particolarità ornamentale e per la sua facile coltivazione.

copyringht di Stefania Pellegrini

Esprime fedeltà e sentimento duraturo, e tutto ciò è legato alla sua durata, molto lunga nel tempo, se opportunamente gestita.

Una leggenda d’oltreoceano racconta:

di Quehualliu, un indiano particolarmente bello e apprezzato. Il giovane non aveva occhi che per Pasancana, la figlia del suo capotribù. I due erano praticamente nati e cresciuti insieme, con il tempo si erano innamorati, ma il capo voleva per sua figlia un altro sposo, un eccellente cacciatore.

Disperati perchè vedono il loro sogno d’amore sfumare, i due giovani decidono di scappare. Ma il capo indiano, quando si accorge della loro fuga, va su tutte le furie e manda parte dei suoi guerrieri a cercare i due amanti.

Quehualliu e Pasancana camminano a lungo, cercando di sfuggire ai guerrieri, ma a un certo punto devo fermarsi perché molto stanchi e decidono di sedersi per qualche minuto.
Vengono, però, scorti da alcuni uomini. Per fortuna Quehualliu e la sua compagna, si accorgono in tempo del loro arrivo, ma non sapendo più che fare, implorano la dea della terra, Pachamama, di nasconderli.

La dea allora li fa passare attraverso un buco nella montagna, così i loro inseguitori, insieme al padre della ragazza, li aspetteranno, invano, tutta la notte.

Poi per dare modo ai giovani innamorati di stare insieme senza che nessuno li separi, li trasforma in cactus.

Cit.“La natura è fantastica. Un miliardo d’anni fa non avrebbe mai sospettato che noi avremmo portato gli occhiali, eppure ci ha fatto le orecchie!”
(Milton Berle)

Le piante abbattute vanno sostituite, di Pier Carlo Lava

Le piante abbattute vanno sostituite, di Pier Carlo Lava

Alessandria today: Come tutti dovremmo sapere le piante fanno ombra, riducono la temperature nei periodi estivi, combattono lo smog e sappiamo bene quanto ne ha bisogno Alessandria, che come inquinamento da PM10 è da anni nei primi cinque posti fra i 104 capoluoghi di provincia in Italia e infine migliorano l’immagine della città e la qualità della vita.

IMG_20190531_191859_resized_20190607_084410134IMG_20190605_114700_resized_20190607_084408519

Pertanto alla luce di quanto sopra è indispensabile che in città si incrementi il numero delle piante e nel caso di qualche abbattimento di quelle esistenti si provveda tempestivamente a sostituirle.

Poco tempo fa in via Moccagatta ne sono state abbattute due che sono morte in quanto ammalate, a causa del fatto che a partire dalla calda estate del 2012, allora erano ancora giovani, non sono state mai più bagnate, i ceppi e i tronchi tagliati sono ancora al suolo.

Invitiamo perciò l’Amministrazione comunale e nelle specifico l’Assessore al verde urbano Giovanni Barosini a dare le relative disposizioni per sostituirle

LE PIANTE PARLANO, di Silvia De Angelis

piante parlano3

Sembrerebbe incredibile, ma le piante comunicano tra loro, soprattutto in presenza d’un pericolo.

Esse rilasciano dei gas, che vengono subito intercettati dalle piante più vicine e decodificati come segno di pericolo. Inoltre i vegetali sono in grado di ascoltare ed emettere suoni per mezzo di bocche speciali : le radici. Infatti, le radici dei baccelli giovani, riescono a rilasciare suoni particolari simili a dei clic. Questa speciale forma di dire, si è riscontrata nelle piante di mais, da cui provenivano rumori specifici a cadenza precisa.

Le radici sospese in acqua, tendono a spostarsi verso l’emissione d’un suono, riuscendo addirittura a captarlo, soprattutto quelli  di frequenza simile,  a quella emessa dai clic delle radici stesse.

Sembra sia stato dimostrato che le piante, tramite il loro segnale acustico facciano in modo di stabilire se chi gli cresce accanto sia, o meno, un buon vicino. Quindi la scoperta induce a pensare che questi esseri non solo possano “sentire l’odore” di sostanze chimiche e “osservare la luce emessa dal vicino”, ma che possano anche “ascoltare precisi suoni” emessi da altri vegetali. Pertanto si può affermare che questi organismi siano più complessi, di quanto possa apparire “de visu”.

Il linguaggio delle piante è un mondo incredibile e affascinante, anche se ancora non ci è del tutto chiaro nelle sue peculiari manifestazioni.

La ricerca dell’uomo si è soffermata soprattutto sulla reazione “emotiva” più evidente delle piante : quella che riguarda gli stimoli visivi. Ma i vegetali  parlano tra di loro attraverso vari canali, trasmettendo messaggi che superano di gran lunga la risposta alla luce.

Accertato che le radici delle piante cliccano per  informarsi tra di loro, resta ancora da capire cosa abbiano da dirsi.

@Silvia De Angelis

piante parlano19

FIORI E DINTORNI  di Nadia Presotto e Renato Luparia – Rosa Iceberg

FIORI E DINTORNI  di Nadia Presotto e Renato Luparia

Alessandria today: Come anticipato e promesso ecco il primo post della rubrica del blog: “Fiori e dintorni” a cura di Nadia Presotto e Renato Luparia.

Rosa Iceberg_DSC_0448_R.jpg

Rosa Iceberg

Una rosa moderna a cespuglio, nata in Germania nel 1958 (Kordes è il suo ibridatore) è la Rosa Iceberg, una Floribunda dall’aspetto tondeggiante con fiori doppi, rotondi, candidi che in estate si macchiano di rosa alla base dei petali e contrastano piacevolmente con le foglie ampie e lucide. Quando, dall’estate all’autunno,  gli eleganti  boccioli, piccoli e armoniosi si aprono, ecco che profumano dolcemente il giardino.

La Rosa Iceberg è adatta per essere coltivata come esemplare isolato,  in grandi aiuole o per formare siepi e bordure. Si può abbinare alla lavanda, ad altri fiori bianchi, come le Impatiens oppure con le  erbacee a foglia grigia.

L’altezza del cespuglio varia da 75 centimetri al un metro e mezzo, a seconda della potatura, che deve essere comunque leggera.

Esiste anche la varietà climber nata nel 1968, rifiorente,  con le stesse qualità del cespuglio e le dimensioni di una rampicante, adatta per pergole e archi ed avendo i fiori che “chinano il capo” , si lasciano guardare dal basso verso l’ alto. E’ piacevole ammirarli mentre si passeggia sotto gli archi o ci si riposa all’ ombra di un pergolato ricoperto da queste rose.  Continua a leggere “FIORI E DINTORNI  di Nadia Presotto e Renato Luparia – Rosa Iceberg”

Caro Assessore Barosini, la Giunta Fabbio ascoltava i cittadini

Caro Assessore Barosini, la Giunta Fabbio ascoltava i cittadini

Se non si provvede nemmeno a chiudere una buca in Centro città, ci domandiamo quali speranze possiamo nutrire che vengano risolti i problemi, piccoli e grandi che siano in una zona periferica come il villaggio Borsalino.

Pier Carlo Lava ok copia 2

di Pier Carlo Lava

Alessandria: Abbiamo più volte segnalato i numerosi problemi esistenti al villaggio Borsalino e recentemente anche Alberto Marello Direttore del giornale “Il Piccolo” ha pubblicato la lettera riportante gli stessi ma sinora senza esito nemmeno per i problemi minori come la mancanza di scivoli dai marciapiede per i disabili e le persone anziane con problemi di deambulazione (nella zona c’è anche una casa di riposo), le panchine rotte e gli alberi morti da sostituire.

Ovviamente tutti noi residenti e non solo, restiamo in attesa per capire se ci saranno eventuali sviluppi.

Relativamente ai problemi della città venerdì scorso abbiamo letto sul giornale Il Piccolo il testo di un breve articolo che riportava quanto aveva segnalato una signora in merito ad una buca all’inizio di via Pontida, praticamene nel centro della città, ecco il testo integrale:

Il Piccolo logo copiaBuca Il Piccolo copia

Alessandria. E la buca diventa più profonda…

Qualche mese fa, avevamo pubblicato la foto di una buca all’inizio di via Pontida: la lettrice per evidenziarne la pericolosità, aveva pure misurato la sua profondità con un metro in legno. Le cose, oggi, saranno migliorate? “Il cartello che era stato messo per evitare che le auto vi parcheggiassero è stato rimosso  – scrive lei stessa – E questa (guardare lo scatto, ndr) è la situazione…”. Continua a leggere “Caro Assessore Barosini, la Giunta Fabbio ascoltava i cittadini”

Le piante sul balcone nella morsa del gelo a – 5

Le piante sul balcone nella morsa del gelo a – 5

50519301_2051458674949983_4733694842327007232_n50721798_2051458594949991_2028049682764136448_n50934422_2051458514949999_7425428912055779328_n50973558_2051458628283321_1425316203194220544_n50532345_2051458704949980_3692665860075290624_n

Alessandria: La temperatura si è abbassata, il balcone è una lastra di ghiaccio è tutto gelato e noi siamo ancora influenzati perciò non possiamo coprire le piante, almeno quelle che rischiano di più… ma provvederemo appena possibile, forse già oggi pomeriggio con l’aumento delle temperature..

Borasio. Piazzale Berlinguer: il valore della legalità

Borasio. Piazzale Berlinguer: il valore della legalità

Alessandria: L’articolo comparso sul quotidiano La Stampa nella giornata di ieri (pag. 39) dal titolo ‘Sradicati i nuovi alberi piantati nel piazzale della protesta ecologista’, riporta alcune dichiarazioni del Laboratorio Sociale che lamenta il fatto che i due bagolari piantumati siano stati estirpati.

Paolo Borasio

L’assessore all’Ambiente del Comune di Alessandria, Paolo Borasio, precisa in merito quanto segue:

I due bagolari piantati, in modo illegittimo, nei giorni scorsi sono stati semplicemente rimossi, rinvasati e ricoverati nelle nostre serre comunali. Saranno prossimamente messi a dimora, in luogo idoneo, insieme alle altre cento piante entro dicembre.

Non era possibile mantenerli a piazzale Berlinguer per il fatto che il loro posizionamento ostacolava i lavori da realizzarsi nell’area. Spiace rilevare che nell’articolo non si sia dato spazio alla posizione dell’Amministrazione Comunale che, a riguardo, avrebbe potuto fornire tutte le informazioni del caso, senza alimentare inutili polemiche. Continua a leggere “Borasio. Piazzale Berlinguer: il valore della legalità”

Gianfranco Cuttica di Revigliasco: Nuove piantumazioni ad Alessandria

Gianfranco Cuttica di Revigliasco: Nuove piantumazioni ad Alessandria

La Giunta Comunale di Alessandria, a seguito della riunione tenutasi in data odierna, su istanza del Sindaco Gianfranco Cuttica di Revigliasco, alla presenza degli Assessori Paolo Borasio, Giovanni Barosini, Piervittorio Ciccaglioni e dei Responsabili dei Servizi Comunali Verde pubblico, Patrimonio, Giardino Botanico ha valutato l’opportunità di procedere ad una piantumazione straordinaria di alberi sul territorio comunale comprensiva di piante già sviluppate di circonferenza tronco 14/16 cm., oppure 20/25 cm.

cuttica

Delle piante predette si è decisa la piantumazione di 100 esemplari, da collocare nel seguente modo:

  • circa 20 su area contigua a piazzale Berlinguer
  • circa 15 a Spinetta Marengo, via Genova
  • 10 nei pressi della scuola Morando
  • 10 nei pressi della rotonda “Paniate”
  • 10 area cani nei pressi del “Cento Grigio”
  • 35 area di via Nenni (con creazione di un parco pubblico alberato).

L’intervento sarà effettuato entro la metà del prossimo mese di dicembre.

Inoltre, si segnala che la Regione Piemonte, ai sensi della Legge 113/1992 (cd. “piante per ogni neonato”), ha dato — nel mese di ottobre c.a. —  la propria disponibilità a fornire circa 2.500 piantine di altezza circa 1 mt. Continua a leggere “Gianfranco Cuttica di Revigliasco: Nuove piantumazioni ad Alessandria”

Gianfranco Cuttica di Revigliasco: Taglio alberi al piazzale Berlinguer

Come cittadini prendiamo atto con piacere che finalmente si darà il via alla messa in sicurezza del piazzale Berlinguer antistante l’ospedale civile di Alessandria, con l’illuminazione dell’area e l’installazione delle telecamere. Una zona che in passato è stata teatro di diversi episodi di aggressione alle persone, che con questi interventi sarà messa in sicurezza. 

Dispiace ovviamente per il taglio delle piante, ci auguriamo come precisato nel comunicato del Sindaco che ne vengano piantate altre, però non solo nei giardini circostanti, ma ad esempio, come già segnalato da tempo agli Assessori Piervittorio Ciccaglioni e Giovanni Barosini, al villaggio Borsalino, quartiere Galimberti: 

  • Parco giochi di via Don Giovine, dove da diverso tempo ne sono morte tre.
  • Via Don Giovine lato Clinica Città di Alessandria, dove a seguito di atti vandalici durati diversi giorni e perpetrati nelle ore notturne, ne sono stati abbattuti ben 10.
  • Via Boves, lato Media Word – Coop e lato Croce Verde – Circoli Telma e La Familiare, dove complessivamente ne mancano oltre 15.

Pier Carlo Lava

alessandria

Taglio alberi al piazzale Berlinguer

Alessandria: Con la conclusione, lo scorso 1° giugno,  del complicato iter burocratico per  l’acquisizione dell’area del parcheggio Berlinguer, possono finalmente iniziare i lavori di competenza dell’Amministrazione comunale per la messa in sicurezza della zona con il potenziamento dell’illuminazione, l’installazione degli impianti di telesorveglianza e, infine, il ripristino del manto stradale.

I lavori devono essere preceduti da una bonifica della zona con l’abbattimento di  circa 50 piante. I lavori di abbattimento se le condizioni meteorologiche lo permetteranno, inizieranno sabato 3 novembre; in caso contrario i lavori saranno effettuati  nella prima giornata utile della prossima settimana. Continua a leggere “Gianfranco Cuttica di Revigliasco: Taglio alberi al piazzale Berlinguer”

Fiorissima autunno, mostra florovivaistica nel parco di Villa Schella, Ovada

Fiorissima autunno, mostra florovivaistica nel parco di Villa Schella, Ovada

di Giovanna Zerbo

Fiorissima autunno, una mostra florovivaistica che si svolgerà il 22 e 23 settembre nel parco di Villa Schella, Ovada AL

La seconda edizione di Fiorissima-autunno, completa l’edizione estiva dando al pubblico la possibilità di scegliere le piante per il proprio spazio verde anche in autunno.

Fiorissima

L’autunno è una stagione molto importante per il giardinaggio periodo  in cui si pongono le basi  per le fioriture della primavera.

Fiorissima propone per gli amanti dei fiori e dei giardini due giorni nello splendido parco di villa Schella situata vicino alla stazione ferroviaria di Ovada, ove sono anche i parcheggi. 

Due incantevoli giornate autunnali da trascorrere in mezzo a vivaisti selezionati e alle loro piante: erbacee perenni, rose, piante acquatiche, tillandsie, aromatiche, piante grasse, piante ortive, bulbi. Non mancano espositori di generi attinenti prodotti naturali, artigianato di qualità e quest’anno acquarelli a tema vegetale. Continua a leggere “Fiorissima autunno, mostra florovivaistica nel parco di Villa Schella, Ovada”

Parchi da gustare 2018: da maggio a settembre la terza edizione de IL MENÙ DEL PARCO

Parchi da gustare 2018: da maggio a settembre la terza edizione de IL MENÙ DEL PARCO

parchi tortariso

Dalla piccola trattoria intima e accogliente, al grande ristorante per cerimonie, sono 5 i ristoranti delle Aree protette del Po vercellese/alessandrino che hanno aderito all’iniziativa lanciata da Piemonte Parchi.

Nei ristoranti aderenti alla terza edizione de IL MENÙ DEL PARCO si potranno gustare piatti preparati con prodotti locali.

Si parte da Verrua Savoia e precisamente dalla frazione Sulpiano, dove le colline del Monferrato si spingono a ridosso del Po, vicino alla Riserva naturale Isola di Santa Maria, una delle tante aree protette distribuite lungo il grande fiume. Qui, presso il Ristorante Antico Palter, Wanda e il figlio Luca, propongono ricette ormai consolidate da oltre un secolo di tradizione familiare in cucina. Il ristorante, giunto alla ormai alla quinta generazione di chef, propone piatti tipici della tradizione piemontese con un’attenzione a quelle che sono le esigenze di oggi: dal fritto misto alla piemontese, al tagliere di salumi, i tomini aromatici e il riso con le verdure di stagione, il tutto annaffiato dai vini del territorio. Continua a leggere “Parchi da gustare 2018: da maggio a settembre la terza edizione de IL MENÙ DEL PARCO”

Le piante migliorano la qualità della vita, di Pier Carlo Lava

Le piante migliorano la qualità della vita

Tre platani da abbattere ai giardini pubblici, verranno sostituiti, oppure no come al solito?

di Pier Carlo Lava

Alessandria, apprendiamo che l’Assessore ai lavori pubblici e al verde urbano Giovanni Barosini ha comunicato che verranno abbattuti tre platani nell’area dei giardini pubblici della stazione ferroviaria, lato piazza Garibaldi.

Una decisione che fa seguito alla caduta di un platano nella notte fra il 4  e il 5 aprile  e ad una successiva verifica tecnica in zona, dalla quale sarebbe emersa la necessità abbatterne altri tre, in quanto risulterebbero a rischio caduta. Continua a leggere “Le piante migliorano la qualità della vita, di Pier Carlo Lava”

Tre platani da abbattere ai giardini pubblici, verranno sostituiti, oppure no come al solito?, di Pier Carlo Lava

Tre platani da abbattere ai giardini pubblici, verranno sostituiti, oppure no come al solito?

di Pier Carlo Lava

Questo slideshow richiede JavaScript.

Alessandria, apprendiamo che l’Assessore ai lavori pubblici e al verde urbano Giovanni Barosini ha comunicato che verranno abbattuti tre platani nell’area dei giardini pubblici della stazione ferroviaria, lato piazza Garibaldi.

Una decisione che fa seguito alla caduta di un platano nella notte fra il 4  e il 5 aprile  e ad una successiva verifica tecnica in zona, dalla quale sarebbe emersa la necessità abbatterne altri tre, in quanto risulterebbero a rischio caduta.

Non abbiamo la competenza tecnica per mettere in discussione tale decisione, inoltre la sicurezza dei cittadini va posta in cima all’agenda ma ci chiediamo se anche in questo caso come solitamente succede ogni volta che vengono abbattute delle piante, non si provvederà a metterne a dimora delle nuove. Continua a leggere “Tre platani da abbattere ai giardini pubblici, verranno sostituiti, oppure no come al solito?, di Pier Carlo Lava”

Continuano le piantumazioni per ‘ Un bosco per la Città’

Continuano le piantumazioni per ‘ Un bosco per la  Città’

Alessandria: Continuano le fasi di piantumazione previste nel progetto didattico un  ‘Un Bosco per la Città’, organizzato dall’Assessorato al Welfare Animale in collaborazione con l’Assessorato alle Politiche Educative del Comune di Alessandria.

Venerdì 18 maggio sono stati protagonisti gli alunni della classe 3° della Scuola Alfieri di Valle San Bartolomeo che, accompagnati dalle loro insegnanti, insieme all’esperto dell’ufficio Welfare Animale, Sandro Lucca, hanno concluso il loro percorso didattico, mettendo a dimora sette pioppi bianchi su cui hanno legato un cartellino indicante il progetto e  il nome della loro classe. Continua a leggere “Continuano le piantumazioni per ‘ Un bosco per la Città’”