Disposizioni anti-Smog in attuazione delle Legge Regionale

Disposizioni anti-Smog in attuazione delle Legge Regionale

Dal 1° ottobre il Comune di Alessandria attua le norme regionali in materia di disposizioni Anti-Smog e pertanto, anche quest’anno, l’assessorato all’Ambiente dell’Ente ha predisposto una Ordinanza Sindacale i cui si specificano le limitazioni temporanee che verranno attuate solo in caso che si verifichi il superamento delle soglie stabilite dal “Nuovo accordo di programma per l’adozione coordinata e congiunta di misure per il miglioramento della qualità dell’aria nel bacino padano”.

smog-1024x662.jpg

L’ordinanza sarà in vigore dal 1° ottobre fino al prossimo 31 marzo 2020 con questi parametri:

  • con il livello di allerta (arancio) — che viene attivato dopo quattro giorni consecutivi di superamento di 50 microgrammi/m3 della concentrazione di PM10 — scatteranno le seguenti misure:
  • divieto di circolazione veicolare dalle ore 8.30 alle 18.30 dei veicoli adibiti al trasporto di persone aventi al massimo 8 posti a sedere oltre il conducente (categoria M1) dotati di motore diesel con omologazione uguale a EURO 4;
  • divieto di circolazione veicolare dalle ore 8.30 alle 12.30 il sabato e nei giorni festivi, dei veicoli adibiti al trasporto merci (categorie N1, N2, N3) dotati di motore diesel con omologazione uguale a EURO 4;
  • divieto di utilizzo di generatori di calore domestici alimentati a biomassa legnosa (in presenza di impianto di riscaldamento alternativo) aventi prestazioni energetiche ed emissive che non sono in grado di rispettare i valori previsti almeno per la classe 3 stelle in base alla classificazione ambientale introdotta dal decreto attuativo dell’articolo 290, comma 4, del decreto legislativo 3 aprile 2006 n. 152;
  • divieto assoluto, per qualsiasi tipologia (falò rituali, barbecue e fuochi d’artificio, scopo intrattenimento etc.), di combustioni all’aperto anche relativamente alle deroghe consentite dall’art. 182, comma 6 bis, del decreto legislativo 3 aprile 2006 n. 152 rappresentate dai piccoli cumuli di residui vegetali bruciati in loco;
  • introduzione del limite a 19°C (con tolleranza di 2°C) per le temperature medie nelle abitazioni, negli spazi ed esercizi commerciali, negli edifici pubblici fatta eccezione per le strutture sanitarie;
  • divieto di spandimento dei liquami zootecnici e, in presenza di divieto regionale, divieto di rilasciare le relative deroghe. Sono assimilati ai liquami zootecnici, ai sensi dell’art. 2, comma 1, lettera s) del regolamento 10/R/2007, i digestati tal quali e le frazioni chiarificate dei digestati. Sono tuttavia ammesse in deroga le seguenti tecniche di spandimento:

Continua a leggere “Disposizioni anti-Smog in attuazione delle Legge Regionale”

GOVERNO. RAVETTI (PD): “RIDARE CENTRALITÀ AL PIEMONTE. ECCO I CINQUE BANCHI DI PROVA PER IL CONTE BIS: INFRASTRUTTURE, SANITÀ, TERRITORI, AMBIENTE E GREEN ECONOMY”

GOVERNO. RAVETTI (PD): “RIDARE CENTRALITÀ AL PIEMONTE. ECCO I CINQUE BANCHI DI PROVA PER IL CONTE BIS: INFRASTRUTTURE, SANITÀ, TERRITORI, AMBIENTE E GREEN ECONOMY”

 “Sin dai primi giorni della crisi di governo ho manifestato dubbi e perplessità sull’ipotesi di un’alleanza Pd-5Stelle. Anche dopo il giuramento del Conte bis resto della mia idea ma mi auguro che il nuovo esecutivo mi smentisca e possa davvero realizzare quel ‘cambiamento’ tanto invocato ed atteso.

Domenico Ravetti.png

Strada facendo, valuteremo alla prova dei fatti. Ciò detto, da capogruppo Pd mi aspetto un’inversione di tendenza rispetto ad un passato dove le priorità sono sempre state quelle lombardo-venete. Il Nord non è solo il Nord Est ed il Piemonte non è una marca di confine. Nelle politiche nazionali e nelle relazioni con il resto dell’Europa è fondamentale ridare centralità alle esigenze della nostra Regione, a cominciare dal grande tema delle infrastrutture e della logistica.

Non solo Tav ma anche lo sviluppo retroportuale ligure. La seconda questione è quella del salvataggio della sanità pubblica ed anche qui ci attendiamo un approccio diverso rispetto ai due grandi progetti infrastrutturali che sono il Parco della Salute di Torino e la Città della Salute di Novara. Continua a leggere “GOVERNO. RAVETTI (PD): “RIDARE CENTRALITÀ AL PIEMONTE. ECCO I CINQUE BANCHI DI PROVA PER IL CONTE BIS: INFRASTRUTTURE, SANITÀ, TERRITORI, AMBIENTE E GREEN ECONOMY””

IL MOVIMENTO ANIMALISTA PRESENTA IL COORDINAMENTO DEL PIEMONTE E LE PROPOSTE DI REVISIONE DELLE LEGGI SUL MALTRATTAMENTO

IL MOVIMENTO ANIMALISTA PRESENTA IL COORDINAMENTO DEL PIEMONTE E LE PROPOSTE DI REVISIONE DELLE LEGGI SUL MALTRATTAMENTO

WhatsApp Image 2019-09-04 at 11.06.44.jpeg. UFFICIALE

SABATO 14 SETTEMBRE
Le proposte per migliorare l’attuale legislazione sul maltrattamento degli animali, il ruolo dei volontari e delle guardie zoofile, il funzionamento del nucleo operativo del Movimento Animalista saranno alcuni dei temi affrontati sabato 14 settembre 2019, dalle ore 17 alle ore 19,  nel salone ex Taglieria del Pelo di via Wagner 38/D ad Alessandria  in occasione della presentazione dei coordinamenti provinciali del Movimento Animalista del Piemonte.

Interverranno Gabriele Merlo, responsabile nazionale del Nucleo Operativo del Movimento Animalista, Roberto Brognano, coordinatore regionale del Movimento Animalista; Gaia Montalto, coordinatrice della provincia di Alessandria; Barbra Ansaldo coordinatrice della provincia di Asti, Giovanni Barosini, assessore al Welfare del Comune di Alessandria; Claudio Malaspina, presidente della Associazione Onlus ATA di Alessandria.

Seguirà rinfresco vegano.

Piemonte, Legambiente: “Inaccettabile il depotenziamento dei provvedimenti antismog da parte della Regione

Piemonte, Legambiente: “Inaccettabile il depotenziamento dei provvedimenti antismog da parte della Regione

I Sindaci si smarchino a tutela della salute pubblica”

“Un provvedimento miope che mette a rischio la salute e le tasche dei cittadini”. Legambiente è dura sulla recente approvazione da parte della Giunta regionale piemontese dello schema di ordinanza sindacale-tipo per l’applicazione delle misure di limitazione delle emissioni per la stagione invernale 2019-2020 che prevede una serie di nuove deroghe per i blocchi al traffico. Tra queste l’esclusione dall’area soggetta alle limitazioni di 10 Comuni dell’agglomerato di Torino e la deroga per i veicoli condotti da persone con ISEE inferiore ai 14.000 euro.

legambiente_logo-1.png

“La Regione si impegni a garantire alternative efficaci all’uso dell’auto privata piuttosto che a depotenziare provvedimenti antismog già oggi insufficienti a tutelare la salute pubblica –dichiara Fabio Dovana, presidente di Legambiente Piemonte e Valle d’Aosta-. Da diversi anni la nostra regione è sotto procedura d’infrazione europea per smog e questo, oltre ad indicare che la salute dei cittadini è costantemente messa a rischio, rappresenta una scure milionaria sulle casse regionali e locali. Andare nel senso opposto a quanto si dovrebbe fare non potrà che aumentare le possibilità che il Piemonte, e pro quota le amministrazioni locali, siano chiamate dalla Corte di Giustizia Europea a pagare sanzioni nei prossimi anni. Soldi pubblici che anziché per le multe potrebbero essere spesi per politiche antismog veramente efficaci, a partire da progetti per la mobilità a zero emissioni nei centri abitati e dal completo ripristino delle linee ferroviarie pendolari tagliate”. 

Per Legambiente occorre prendere come riferimento il Piano Aria regionale approvato a marzo 2019 che concentra la maggior parte delle misure sul settore dei trasporti ed in particolare della mobilità urbana costituendo così una matrice indispensabile per l’efficacia delle politiche anche su scala locale. Un piano che, sottolinea l’associazione, mira al rispetto minimo degli attuali limiti di legge senza però considerare che di qui al 2030 l’Unione Europea potrebbe inasprire tali standard in conformità alle raccomandazioni dell’OMS che abbassano ad esempio l’asticella del PM10 ad una media annua inferiore a 20 mg/mc come riferimento per la tutela della salute pubblica.  Continua a leggere “Piemonte, Legambiente: “Inaccettabile il depotenziamento dei provvedimenti antismog da parte della Regione”

In Piemonte quasi 1 milione di Euro da Fondazione Telethon alla ricerca scientifica sulle malattie genetiche rare

In Piemonte quasi 1 milione di Euro da Fondazione Telethon alla ricerca scientifica sulle malattie genetiche rare

UPO: La Commissione medico-scientifica di Fondazione Telethon ha selezionato i vincitori del bando progetti 2019: finanziati complessivamente 35 progetti di ricerca su 34 malattie genetiche.

logo

Milano, 15 luglio 2019 – Sono stati selezionati i vincitori del bando di concorso 2019 promosso dalla Fondazione Telethon per la ricerca sulle malattie genetiche rare. In Piemonte sono stati finanziati cinque progetti di ricerca che hanno ottenuto fondi per un totale di oltre 960mila euro.

I gruppi di ricerca che hanno ottenuto fondi, dopo un’attenta selezione della Commissione medico-scientifica composta da 30 scienziati di statura internazionale provenienti da diversi Paesi del mondo per garantire l’oggettività della scelta, sono quelli diAntonia Follenzi ed Armando Genazzani dell’Università del Piemonte Orientale “A. Avogadro” di Novara, oltre a quelli diMaurizio Giustetto, Salvatore Oliviero e Marina Boido dell’Università di Torino.

Antonia Follenzi del Dipartimento di Scienze della Salute dell’Università del Piemonte Orientale coordinerà un progetto, a cui prenderà parte anche il gruppo di Salvatore Oliviero del Dipartimento di Scienze della Vita e Biologia del Sistema dell’Università di Torino, dedicato all’emofilia A, malattia genetica dovuta a un difetto in uno dei fattori coinvolti nel processo della coagulazione del sangue e che si traduce nella tendenza a sviluppare emorragie, sia esterne che interne. Il progetto ha due scopi principali: da una parte capire il ruolo delle mutazioni del fattore VIII nella fragilità dei vasi sanguigni riscontrata negli emofiliaci, dall’altra mettere a punto in modelli animali un approccio di terapia genica con vettori lentivirali. Continua a leggere “In Piemonte quasi 1 milione di Euro da Fondazione Telethon alla ricerca scientifica sulle malattie genetiche rare”

Rai, senatori piemontesi Lega, quesito in Commissione vigilanza su problemi ricezione tv a Cortemilia (CN), stop disservizi

Rai, senatori piemontesi Lega, quesito in Commissione vigilanza su problemi ricezione tv a Cortemilia (CN), stop disservizi

512px-Logo_of_RAI.svg

Roma, 23 lug – “Abbiamo presentato un quesito alla società concessionaria, in sede di Commissione vigilanza Rai, per avere chiarimenti in merito ai problemi di ricezione del segnale televisivo sul territorio di Cortemilia, in provincia di Cuneo.

1200px-Lega_Nord.svg.png

Sono numerose e insistenti le segnalazioni da parte dei cittadini, riportate anche dagli organi di informazione, relative alle difficoltà di ricezione del segnale Rai e Mediaset, a causa di malfunzionamenti che interessano i ripetitori di Castella e Perletto: disservizi per i quali si è tenuto un tavolo tecnico tra Rai e amministratori locali per approfondire i problemi sulla ricezione dei segnali radiotelevisivi.

Questa problematica non può essere ignorata e va risolta nel più breve tempo possibile: per questo motivo abbiamo chiesto chiarimenti sulla questione e come si intenda intervenire, per consentire ai cittadini cortemiliesi una corretta fruizione del servizio pubblico radiotelevisivo, nonché per chiedere alla Società concessionaria come intenda risolvere definitivamente gli annosi problemi di ricezione del segnale che interessano tutto il Piemonte”.

Lo dichiarano in una nota Giorgio Maria Bergesio, Marzia Casolati, Roberta Ferrero, Enrico Montani, Cesare Pianasso, senatori piemontesi della Lega, firmatari del quesito.

Ufficio Stampa Lega Senato

Alluvione 1994: il punto sulla situazione in Piemonte a 25 anni dalla tragedia

Alluvione 1994: il punto sulla situazione in Piemonte a 25 anni dalla tragedia

Il 6 novembre il DISIT di Alessandria ospita il convegno che ripercorre quanto fatto e quanto ancora bisogna migliorare per evitare nuove catastrofi di carattere alluvionale

alluvione.jpg

Tra il 5 e il 6 novembre 1994 il Piemonte fu colpito da eventi alluvionali che causarono l’esondazione del Po, del Tanaro e di svariati loro affluenti, causando 70 vittime e lo sfollamento di oltre 2.000 persone. A 25 anni da quell’evento il Dipartimento di Scienze e innovazione tecnologica dell’Università del Piemonte Orientale, in collaborazione con AISAM (Associazione Italiana di Scienze dell’Atmosfera e della Meteorologia), organizza un convegno per definire i progressi fatti nel corso degli anni nella previsione degli eventi estremi e quanto ancora si debba fare per riuscire a prevenire e scongiurare eventi catastrofici come quello del 1994.

Il coordinamento scientifico del convegno sarà curato dal professor Enrico Ferrero, docente di Fisica del Sistema Terra e del mezzo circumterrestre presso il DISIT. L’evento è supportato da Progetto RISK-GEST – PITEM RISK, Interreg 2014-2020 Alcotra IT-FR, da Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria e da AMAG Spa, mentre hanno concesso il loro patrocinio Comune di Alessandria, Provincia di Alessandria, Regione Piemonte, ARPA Piemonte, Protezione Civile, Autorità di bacino del Po, Aeronautica Militare, Prefettura di Alessandria, Associazione Cultura e Sviluppo Alessandria, Istituto di Scienze dell’Atmosfera e del Clima (CNR-ISAC) e Fondazione CIMA. Continua a leggere “Alluvione 1994: il punto sulla situazione in Piemonte a 25 anni dalla tragedia”

IL DIALETTO PIEMONTESE, di Silvia De Angelis

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Il dialetto piemontese fa parte del gruppo gallo-italico, discendendo in parte dal latino, misto alla lingua delle popolazioni celte,  che abitavano la regione prima dei romani. Influenzato anche dal latino che si usava parlare nella Gallia Transalpina, lingua davvero pregiata, il piemontese attinge alcune peculiarità da queste influenze galliche, come la pronuncia gutturale della lettera “n”, quando finale come in man.

Nel secondo secolo, il Piemonte fu un luogo di passaggio di grandi flussi umani, in viaggio da oriente ad occidente e viceversa, che modificarono la lingua cambiando in modo tangibile la pronuncia di variegate parole.

Riguardo al vocabolario, esistono in Piemonte gruppi di parole di origine diversa, che nella lingua italiana si attribuiscono a un determinato significato…del tutto diverso per il dialetto piemontese. Inoltre si nota una distinzione accentuata nelle forme di singolare e plurale come “caval” e “cavai” per cavallo e cavalli e la desinenza in “i” per nomi femminili al plurale come “gambi” per “gambe”

La fiucada

Gnanca un sëgn

sü la fioca bianca

stamatich bunora;

quarcià

ad tzücru

la smëia

al mè ort d’inzóra.

Al mund al droma:

s’ha svigià ‘ncó ‘nzüna…

‘ma lungh la grunda

dal magazzìch dal Ristunda

as vëga di sciampìt:

imprunti dal mè gat

che dopu ciapà ‘l rat

l’è pasà sü la fiòca

nunda l’eva pòca

par gnì fin cà. (Antonio Lavatelli)

Traduzione 

La nevicata

Nemmeno

un segno sulla neve bianca

stamane all’alba;

coperto

di zucchero

sembra

il mio orto, visto da sopra.

Il mondo dorme:

nessuno si è ancora svegliato…

Soltanto lungo la gronda

del magazzino del Porazzi

si vedono delle piccole impronte:

orme del mio gatto

che catturato il topo

è passato sulla neve

dov’era poca

per tornare fino a casa.

costumi piemontesi 3

Fiaip Piemonte domani, martedì 4 giugno, a convegno su dati di mercato e normativa

Fiaip Piemonte domani, martedì 4 giugno, a convegno su dati di mercato e normativa

 piemonte

Gli affitti brevi hanno trasformato le dinamiche della ricettività turistica tradizionale.

Con nuove modalità di accoglienza si sono rotti gli schemi tipici e si sono create ampie opportunità di guadagno con ricadute positive sul territorio e sugli investimenti dei cittadini.

Anche la città di Torino vive queste trasformazioni. I flussi turistici registrano aumenti costanti anche grazie alla possibilità di muoversi a prezzi accessibili. 

Fiaip Piemonte è stata chiamata a intervenire al convegno “Affitti brevi a Torino tra immobiliare e turismo”, che si terrà domani, martedì 4 giugno, dalle ore 16.30, al Golden Palace di Torino (via dell’Arcivescovado, 18), in quanto sigla di categoria che ha partecipato al tavolo di lavoro in Regione per il regolamento attuativo della nuova legge del turismo extralberghiero.  Continua a leggere “Fiaip Piemonte domani, martedì 4 giugno, a convegno su dati di mercato e normativa”

CONTROLLI POLFER MERCI PERICOLOSE: 37 IRREGOLARITà E SANZIONI PER 62.000 EURO

CONTROLLI POLFER MERCI PERICOLOSE: 37 IRREGOLARITà E SANZIONI PER 62.000 EURO

Questura di Alessandria: Appena terminati gli sviluppi dei controlli svolti nella scorsa settimana interamente dedicata ai controlli ai convogli ferroviari che trasportano merci pericolose, volti a prevenire situazioni che possano pregiudicarne la sicurezza nelle fasi di  partenza, transito e arrivo.

Questura

I controlli nelle stazioni, predisposti dal Servizio di Polizia Ferroviaria a livello nazionale, hanno visto impegnato il Compartimento Polfer Piemonte e Valle d’Aosta nelle province di Torino, Alessandria e Verbania dove insistono scali ferroviari adibiti alla sosta, composizione dei convogli con carrozze attrezzate al trasporto di merci pericolose, nonché raccordi con aziende di settore. Continua a leggere “CONTROLLI POLFER MERCI PERICOLOSE: 37 IRREGOLARITà E SANZIONI PER 62.000 EURO”

“DEBULLYING ON STAGE – SII TU L’EROE”, promosso da Cesare Pozzo

“DEBULLYING ON STAGE – SII TU L’EROE”, promosso da Cesare Pozzo

Il video sul bullismo, promosso da Cesare Pozzo, sarà visualizzato in anteprima nazionale, sabato 1 giugno ad Alessandria in occasione di Urban Space.

Un video per conoscere, sensibilizzare e superare. Con questa finalità la Mutua sanitaria Cesare Pozzo ha scelto di promuovere la realizzazione e diffusione del video “Debullying on stage – Sii tu l’eroe”.

manifesto dfl cissaca teatro nello spazio 1 giugno.cdrCesarePozzo presenta Debullying on stage

Con il soggetto di Andrea Di Tullio, la fotografia di Paolo Bernadotti e la regia di Lucio Laugelli, il video ha voluto dare voce ai ragazzi delle scuole per raccontare episodi comuni di bullismo e sensibilizzare su una problematica violenta e molto diffusa.

Il video potrà essere visualizzato in anteprima nazionale attraverso l’utilizzo di un QRcode, da sabato 1 giugno in occasione di Urban Space, l’evento organizzato da Teatro nello SpazIO che si terrà ad Alessandria e che prende spunto dalla “popular art” intesa come cultura di massa.

In occasione della manifestazione, verrà utilizzato tutto quello che può diventare soggetto di un’opera d’arte, proprio secondo il concetto della pop art. Un “Urban space” che occuperà diverse parti della città piemontese sarà la cornice nella quale gli attori del progetto/laboratorio entreranno in contatto con lo spettatore, producendo insieme cultura. Continua a leggere ““DEBULLYING ON STAGE – SII TU L’EROE”, promosso da Cesare Pozzo”

FIAIP: Casa, ecco il nuovo agente immobiliare post-riforma

FIAIP: Casa, ecco il nuovo agente immobiliare post-riforma

Fiaip Piemonte, insieme al presidente nazionale Baccarini, spiega le novità previste dalla nuova legge, venerdì 31 maggio dalle ore 9.00 alla Nuvola Lavazza in via Bologna 32

Fiaip Locandina evento 31 maggio Riforma Legge 

La riforma della legge 39/89, che entrerà in vigore il 26 maggio, ha cambiato la professione del mediatore immobiliare, ampliandone le competenze da un lato e stringendo, dall’altro, sulle incompatibilità e sul conflitto di interesse. Chi può fare oggi l’agente immobiliare? E che cosa fa il nuovo agente immobiliare? A rispondere è Fiaip Piemonte (Federazione italiana agenti immobiliari professionali) che organizza un convegno, aperto a tutti i professionisti del settore, per far luce sui nuovi obblighi e le nuove opportunità della riforma, a cui partecipa il presidente nazionale Fiaip, Gian Battista Baccarini.

L’appuntamento è venerdì 31 maggio dalle ore 9.00 al Centro Congressi della Nuvola Lavazza in via Bologna 32, a Torino.
(Registrazione al link: http://bit.ly/Convegno_FIAIP_31_maggio)

Sarà anche un’occasione d’incontro con i giornalisti per ottenere tante informazioni sul mondo dell’immobiliare torinese e piemontese. La modifica del comma 3 dell’art. 5 della legge professionale adempie alle disposizioni europee sugli obblighi del mediatore immobiliare e trasforma la figura dell’intermediatore, introducendo liberalizzazioni e incompatibilità nell’esercizio dell’attività di agente. Continua a leggere “FIAIP: Casa, ecco il nuovo agente immobiliare post-riforma”

Elezioni, affluenza alle ore 19.00

Elezioni, affluenza alle ore 19.00

Ultimo aggiornamento: domenica 26 maggio 2019, ore 19.00

Schermata 2019-05-26 a 19.28.26

Seconda rilevazione degli elettori che si sono recati ai seggi. Alle ore 19.00 di domenica 26 maggio 2019 la percentuale degli elettori che si sono recati ai seggi è la seguente:

Europee: 46,62 % precedenti 41,32%

Regionali Piemonte: 51,27 % precedenti 51,28%

Alessandria: 53,29 % precedenti 51,99%

 

fonte Ministero Interno, dati non definitivi…

Paola Ferrari si presenta ai lettori di Alessandria today

Paola Ferrari si presenta ai lettori di Alessandria today

di Pier Carlo Lava

Alessandria today: Paola Ferrari è candidata nelle elezioni regionali con la lista civica “Chiamparino Sì-Demos”, a sostegno di Sergio Chiamparino, gli abbiamo chiesto si presentarsi ai nostri lettori, ecco la sua biografia:

paola-ferrari-2.png

PAOLA FERRARI

Nata a Tortona, ha frequentato l’Istituto “Dante Alighieri “ di Tortona e ha svolto studi in giurisprudenza. Già imprenditrice agricola, nel 1998 è stata premiata come la più giovane imprenditrice agricola della provincia di Alessandria.

Specializzatasi in turismo rurale con progetti mirati presso la Comunità Europea, ha successivamente concentrato la propria attenzione al mondo femminile, prima con incarichi alla Coldiretti e successivamente presso la Regione Piemonte. Dal 2000 al 2008 è stata componente della Commissione regionale delle Pari Opportunità ricoprendo anche l’incarico di vicepresidente e con delega alla Cooperazione.

Mamma, attualmente è impegnata nel mondo del volontariato e del sociale, con particolare attenzione al volontariato carcerario.

Svolge anche il delicato compito di tutore volontario dei minori stranieri non accompagnati (Msna).

Ama gli animali, “perché mi curano anche l’anima”, ritiene che mai come oggi si debba accompagnare per mano i nostri figli nel rispetto del prossimo e dell’ambiente. Quest’ultimo, un argomento che le sta particolarmente a cuore.

M5S: l’11 maggio un incontro che proietta Alessandria verso il lavoro del domani, tra robotica e sostenibilità

M5S: l’11 maggio un incontro che proietta Alessandria verso il lavoro del domani, tra robotica e sostenibilità

Come si evolverà il mondo dell’impresa e del lavoro nei prossimi anni?

Progresso e sostenibilità ambientale: esistono punti di incontro?

Quali sono e quali saranno le figure professionali più ricercate?

In un mondo che cambia troppo in fretta, sono molti gli interrogativi a rimanere in sospeso.

s LocandinaS_Fogagnolo

L’11 maggio ad Alessandria, dalle ore 10,30, presso l’ex Taglieria del pelo, il Movimento 5 Stelle cercherà di dare delle risposte, confrontandosi con esperti del mondo dell’impresa, del lavoro, della formazione e della green economy. L’obiettivo è fare il punto sulla situazione attuale e tracciare le linee del futuro del nostro territorio, con un’unica certezza: in cima alle priorità oggi c’è il lavoro.

L’evento, organizzato da Sonia Fogagnolo, candidata alla Regione per il M5S si intitola: “Il futuro del lavoro, il lavoro del futuro: il nostro domani professionale ed umano, tra robotica e sviluppo sostenibile”. Sonia Fogagnolo ha 38 anni e vive a Solero, oggi svolge la professione di insegnante ma viene dal mondo delle imprese. Ha infatti curato per circa otto anni l’ufficio stampa della Confapi nazionale a Roma ed ha ricoperto in seguito lo stesso ruolo a Milano per un’associazione di categoria del settore del cleaning e dell’igiene ambientale. Continua a leggere “M5S: l’11 maggio un incontro che proietta Alessandria verso il lavoro del domani, tra robotica e sostenibilità”

Paolo Papi. Casa, Fiaip Piemonte: Una buona notizia per i 4.800 agenti immobiliari piemontesi

Paolo Papi. Casa, Fiaip Piemonte: Una buona notizia per i 4.800 agenti immobiliari piemontesi

 fiaip.png

La riforma della legge 39/89 è una buona notizia per i 4.797 agenti immobiliari piemontesi, ma anche per tutti i cittadini che devono comprare o vendere casa.

“La professione di mediatore immobiliare fa un passo avanti nel riconoscimento legislativo e giuridico grazie alla riforma della legge 39/89, fresca di approvazione parlamentare”, dichiara Paolo Papi, presidente di Fiaip Piemonte (Federazione italiana agenti immobiliari professionali).

“Alzare la qualità professionale tutela il consumatore – spiega Papi -. Il principio di terzietà accolto nella modifica della legge va esattamente in questa direzione. Il conflitto di interessi sottolinea le incompatibilità per l’esercizio della mediazione immobiliare a garanzia delle parti coinvolte in una trattativa”.

Così come l’attività di un impiegato pubblico, magari nell’ufficio tecnico comunale, è considerata incompatibile con l’essere parte terza, anche i dipendenti di istituti bancari, finanziari, assicurativi e le professioni intellettuali ora sono esclusi dall’esercizio della professione di agente immobiliare se in condizione di conflitto di interesse perché ‘afferenti al settore merceologico per cui si esercita l’attività di mediazione’,  come recita la legge. Continua a leggere “Paolo Papi. Casa, Fiaip Piemonte: Una buona notizia per i 4.800 agenti immobiliari piemontesi”

Sabato sera Matteo Salvini a Torino in Piazza Carlo Alberto: migliaia di persone in arrivo da tutto il Piemonte

Sabato sera Matteo Salvini a Torino in Piazza Carlo Alberto: migliaia di persone in arrivo da tutto il Piemonte

matteo-salvini-1026x640

Sabato sera il segretario federale della Lega Matteo Salvini aprirà ufficialmente la campagna elettorale del Piemonte con un comizio in Piazza Carlo Alberto, accompagnato dall’on. Riccardo Molinari, segretario della Lega Piemonte e capogruppo della Lega alla Camera

Salvini presenterà sul palco i candidati piemontesi della Lega alle Elezioni Europee, tutti i candidati al Consiglio Regionale, e i candidati sindaco delle città che andranno al voto il 26 maggio.

Sarà presente anche Alberto Cirio, candidato del centro destra alla Presidenza della Regione Piemonte.

L’arrivo del Ministro degli Interni è previsto per le ore 18.30 a Biella, a supporto del candidato sindaco del centro destra Claudio Corradino.

Poi ci sarà il trasferimento a Torino: di fronte all’entusiasmo di queste ore, con la previsione di centinaia di amministratori locali in arrivo da tutto il Piemonte, ma anche dell’affluenza di migliaia di militanti e di elettori, si è deciso di optare per il comizio in Piazza Carlo Alberto, anziché l’iniziale ipotesi di incontro al Golden Palace Hotel di Torino.

Ufficio Stampa Lega Piemonte

Lega, presentate le liste ufficiali di candidati e candidate alle Regionali 2019: tutti i nomi provincia per provincia

Lega, presentate le liste ufficiali di candidati e candidate alle Regionali 2019: tutti i nomi provincia per provincia

Sono state presentate ufficialmente venerdì mattina nei tribunali del Piemonte le liste di candidate e candidati della Lega al prossimo consiglio regionale, a sostegno del candidato Presidente del centro destra Alberto Cirio.

Riccardo Molinari.jpg

“Le elezioni del prossimo 26 maggio rappresentano per il nostro Paese, e per il Piemonte, una grande occasione di cambiamento. La Lega arriva all’appuntamento dopo quasi un anno di Governo che, secondo tutti i sondaggi, ha visto il nostro operato premiato da un consenso crescente del popolo, della gente comune che sa ben pesare i fatti, e non le parole.  Ossia quota cento, aliquota al 15% per i professionisti e tanti altri investimenti concreti a sostegno di famiglie, imprese, sviluppo.

Noi però crediamo alle urne, non ai sondaggi: ed è lì che chiediamo agli elettori del Piemonte, e in particolare della nostra provincia, di sostenerci in un percorso di rilancio dell’Italia, che è solo agli inizi”. Così l’on. Riccardo Molinari – capogruppo della Lega alla Camera dei Deputati e segretario della Lega in Piemonte. Continua a leggere “Lega, presentate le liste ufficiali di candidati e candidate alle Regionali 2019: tutti i nomi provincia per provincia”

Dove e Come Mi Curo, Alessandria. Protesi anca: SS. Antonio e Biagio 4° in Piemonte per n° interventi

Dove e Come Mi Curo, Alessandria. Protesi anca: SS. Antonio e Biagio 4° in Piemonte per n° interventi

www.doveecomemicuro.it, portale di public reporting delle strutture sanitarie italiane, ha realizzato un’indagine sugli ospedali più performanti per volume d’interventi per frattura del collo del femore e per tempestività dell’operazione (fondamentale per il buon esito e per la sopravvivenza del paziente). Nel comunicato stampa riportiamo, oltre ai dati relativi alla frattura del collo del femore, anche le classifiche regionali (e nazionali in un allegato a parte) dei 5 ospedali ai primi posti per numero di interventi per protesi d’ancaprotesi di ginocchio e protesi di spalla. Inoltre, le percentuali dei residenti che scelgono di farsi operare nella propria Regione (fonte dati: PNE 2017).

Schermata 2018-10-29 a 17.17.47

Quanto alle fratture del collo del femore – raddoppiate in Europa in 50 anni – evidenziamo che solamente poco più di un terzo degli ospedali italiani accreditati (37%) rispetta gli standard minimi per volume e per percentuale d’interventi eseguiti entro 48 ore dal ricovero.

C’è, però, un dato positivo: migliora la tempestività dell’operazione sugli over 65. Le strutture che eseguono almeno il 60% delle operazioni entro 48 ore dal ricovero sono passate, infatti, dal 31% nel 2010 al 58% nel 2016.

Francesco Traina, Direttore della Struttura Complessa di Ortopedia e Chirurgia Protesica dell’Istituto Ortopedico Rizzoli di Bologna, dice in un’intervista (che alleghiamo) che l’obiettivo è arrivare al 100% e che gli studi invitano a intervenire addirittura entro 24 ore. Spiega, poi, quale prevenzione è possibile contro l’osteoporosi – prima causa delle fratture del collo del femore – fin dall’infanzia e a quali controlli sottoporsi se si rientra nella fascia di rischio di sviluppare la malattia (che, nel nostro Paese, colpisce 1 donna su 3 e 1 uomo su 5).

Segnaliamo che la struttura che effettua un maggior numero di interventi per frattura del collo del femore rispettando al contempo il valore di riferimento istituzionale per cui almeno il 60% delle operazioni sono eseguite entro 48 ore dal ricovero è l’Ospedale Maggiore Carità di Novara. Al 1° posto, per volume di interventi per protesi d’anca, invece, c’è il Centro Traumatologico Ortopedico (CTO) di Torino; per protesi di ginocchio, la Casa di Cura Città di Bra (CN); mentre per protesi di spalla, la Casa di Cura Villa Igea di Acqui Terme (AL). L’Ospedale Civile Santi Antonio e Biagio di Alessandria è al  posto in Piemonte per protesi d’anca mentre la Clinica Salus di Alessandria è al  per protesi di spalla. Continua a leggere “Dove e Come Mi Curo, Alessandria. Protesi anca: SS. Antonio e Biagio 4° in Piemonte per n° interventi”

Sabato Matteo Salvini a Biella e poi a Torino: parte ufficialmente la campagna elettorale della Lega in Piemonte

Sabato Matteo Salvini a Biella e poi a Torino: parte ufficialmente la campagna elettorale della Lega in Piemonte

Sabato 27 aprile sarà il segretario federale Matteo Salvini ad aprire ufficialmente la campagna elettorale della Lega in Piemonte.

L’arrivo del Ministro degli Interni è previsto per le ore 18.30 a Biella, a supporto del candidato sindaco del centro destra Claudio Corradino.

matteo-salvini-1026x640.jpg

Sarà poi il Golden Palace Hotel di Torino (Via dell’Arcivescovado 18) alle ore 21 la cornice in cui Matteo Salvini presenterà ufficialmente tutti i candidati piemontesi della Lega al Parlamento Europeo e al Consiglio Regionale, oltre a tutti i candidati sindaco.

In una serata che si annuncia piena di pathos e di entusiasmo Matteo Salvini, accompagnato dall’on. Riccardo Molinari, segretario della Lega Piemonte e capogruppo della Lega alla Camera, incontrerà centinaia di amministratori locali, militanti ed elettori, illustrando il programma, le idee e i progetti con cui la Lega si appresta a chiedere a tutti i piemontesi un voto di cambiamento, per l’Europa, per il Piemonte e per numerose amministrazioni locali.

Ufficio Stampa Lega Piemonte

UNPLI Piemonte: 6 aprile il giorno della maturità

UNPLI Piemonte: 6 aprile il giorno della maturità

di Piercarlo Fabbio

Perché dopo il grande raduno al Centro Congressi Santo Volto di Torino, le Pro Loco hanno com- preso di essere già cambiate in meglio. Il Manuale di Buone Pratiche per organizzare gli eventi.

UNIPLI Il Foglio 1-2 aprile 2019.jpg

Il mondo del terzo settore è variegato a tal punto che comprenderlo in mere categorie di argomenti è perlomeno riduttivo. Se andiamo a vivisezionare un’associazione piuttosto che l’altra, troveremo difficoltà a ricondurla a principi generali, tante sono le diversità che il fattore umano imprime loro.

Eppure, questo è uno sforzo che si deve tentare, magari alla luce della difficoltà interpretative della recente riforma del terzo settore, che tende a dare a questo macrocosmo un aspetto più leggibile, non senza rischiare di far perdere in identità e diversità i singoli componenti che lo caratterizzano.

L’UNPLI, Unione delle Pro Loco d’Italia, fa al caso nostro, come se ci trovassimo di fronte ad un osservatorio privilegiato, ad una sorta di balconata sulla valle ove lo sguardo riesce a toccare i punti cardinali più reconditi.

Individuare, capire le regole a cui si ispira l’organizzazione piemontese dell’Unione, può essere utile per l’esperto che si occupa di sistemi di gestione della qualità, così come per il singolo fruitore a cui piace scegliere le tradizioni popolari come guida del suo tempo libero, a cui riesce meglio ricordare le sue radici, attraverso indicatori particolari come un piatto, un libro, una festa, una gara, una visita guidata, una leggenda, un racconto fattuale. Continua a leggere “UNPLI Piemonte: 6 aprile il giorno della maturità”

Chiamparino per il Piemonte del si: Incontro pubblico all’ex Taglieria del pelo

Chiamparino per il Piemonte del si: Incontro pubblico all’ex Taglieria del pelo

aaa comunicato 18 aprile

Alessandria: Giovedì 18 Aprile ore 21, presso il Salone ex- Taglieria del pelo via Wagner 38d, incontro pubblico della lista ” Chiamparino per il Piemonte del si” .

Àurora Mulas presenta la sua candidatura a Consigliere Regionale, insieme agli altri candidati della Provincia di Alessandria.

Sarà presente Mario Giaccone capogruppo regionale gruppo Piemonte per il si. Sei invitato a partecipare, ti aspettiamo.

Felice Borgoglio

Scelta Civica del Fare. “Il Vinitaly e la scommessa vincente del Piemonte come la Borgogna”

Scelta Civica del Fare. “Il Vinitaly e la scommessa vincente del Piemonte come la Borgogna”

“Il Vinitaly di Verona dimostra come i questi in questi anni il vino sia divemtato un settore trainante nell’agricoltura piemontese, dando un importante contributo all’economia regionale e nazionale. È una sfida vinta che ha trovato come interlocutrice attenta e pronta a sostenere i produttori la Regione Piemonte”: ad affermarlo sono il consigliere regionale Alfredo Monaco e Paola Ferrari, coordinatrice provinciale di Alessandria di Scelta Civica del Fare.

0.jpg

“Abbiamo fatto la nostra parte sia per le misure OCM (109 milioni spesi in 5 anni) sia per il PSR, su cui a febbraio eravamo la seconda Regione del Centronord, dopo il Veneto, per risorse già pagate agli agricoltori. Come si vede, è un settore dell’amministrazione regionale che funziona a pieno ritmo” spiega Monaco.

“Il grande risultato del comparto enologico, che si riscontra anche nell’aumento per il secondo anno consecutivo dopo decenni di calo della superficie coltivata a vite e nel peso dell’export (oltre un miliardo, un quinto dell’export vinicolo italiano), ha effetti importanti anche sull’indotto e sul turismo” evidenzia Ferrari. Continua a leggere “Scelta Civica del Fare. “Il Vinitaly e la scommessa vincente del Piemonte come la Borgogna””

Dieci poesie di Sibilla Aleramo, di Donatella Pezzino

Ritmo

Ritrovata adolescenza,
gioia del colore,
occhi verdi di sole sul greto,
scheggiato turchese immenso de l’onde,
biondezza di cirri e di rupi,
rosea gioia di tetti,
colore, ritmo,
come una bianconera rondine
l’anima ti solca.

*

Son tanto brava

Son tanto brava lungo il giorno.
Comprendo, accetto, non piango.
Quasi imparo ad aver orgoglio quasi fossi un uomo.
Ma, al primo brivido di viola in cielo
ogni diurno sostegno dispare.
Tu mi sospiri lontano: «Sera, sera dolce e mia!»
Sembrami d’aver fra le dita la stanchezza di tutta la terra.
Non son più che sguardo, sguardo sperduto, e vene.

*

Nuda nel sole

Nuda nel sole
per te che dipingi sto immobile,
il seno soltanto ritmando
la vita gagliarda del cuore.
Come un cielo soave d’aurora
è per te questa mia forma lucente,
un prato un’acqua una solitaria fiorita di petali,
tralci di vigna in festività.
E adori, e fervente le dolci dita
su la tela conduci.
Nuda nel sole ed immobile,
frammento di natura,
ti miro orante ed oprante.
Da te invasa da te riassorbita,
sei tu che mi divinizzi
o la mia divinità è che ti crea,
artista, arte, spirito?
Tacitamente il seno respira. Continua a leggere “Dieci poesie di Sibilla Aleramo, di Donatella Pezzino”

Piemonte, Legambiente “Finalmente approvato il Piano Aria. Ora i Sindaci mettano in campo politiche ambiziose per liberare le città dalle auto”

Piemonte, Legambiente “Finalmente approvato il Piano Aria. Ora i Sindaci mettano in campo politiche ambiziose per liberare le città dalle auto”

Approvato dopo un iter lungo 4 anni il nuovo Piano Regionale per la Qualità dell’Aria.

Piem Legambiente Piemonte e Valle d'Aosta

“Dopo 4 anni di gestazione il Piemonte ha finalmente il suo nuovo Piano Aria. Non possiamo che essere felici per la conclusione di un lungo iter che ci ha visti fin dal primo minuto fare da pungolo alla Giunta Chiamparino affinché venisse superato un piano ormai vecchio di 19 anni, evidentemente inadeguato a tracciare le politiche utili nel 2019 ad uscire da una situazione di smog che pretendiamo venga affrontata con urgenza e strumenti adeguati”. E’ questo il commento di Fabio Dovana, presidente di Legambiente Piemonte e Valle d’Aosta a seguito dell’approvazione in Consiglio Regionale del Piano Regionale per la Qualità dell’Aria.

“Il Piano ha il merito di concentrare la maggior parte delle misure sul settore dei trasporti ed in particolare della mobilità urbana, prima responsabile della grave situazione di inquinamento che interessa la nostra regione, e di essere quindi una matrice indispensabile per l’efficacia delle politiche anche su scala locale –aggiunge il presidente regionale di Legambiente-.

Ciò nonostante vogliamo sottolineare che il Piano indica misure ancora insufficienti a garantire un’effettiva tutela della salute pubblica e anche il tardivo rispetto della normativa europea, per la quale il Piemonte da anni è sotto procedura d’infrazione. Per questo ci rivolgiamo in particolare ai Sindaci dei Comuni di più grandi dimensioni affinché siano più ambiziosi e interpretino gli interventi a favore di una mobilità nuova, sia pubblica che privata, attiva (piedi e bici) e con mezzi a zero emissioni (dalla micromobilità all’autobus) come occasione per ridisegnare lo spazio pubblico, strada per strada, piazza dopo piazza, restituendo lo spazio oggi occupato da parcheggi e carreggiate a funzioni nuove, destinate alla mobilità sostenibile ma anche al drenaggio delle acque, al verde, al turismo, al commercio e alla socialità”. Continua a leggere “Piemonte, Legambiente “Finalmente approvato il Piano Aria. Ora i Sindaci mettano in campo politiche ambiziose per liberare le città dalle auto””

Una pioniera del teatro contemporaneo: Giacinta Pezzana, di Donatella Pezzino

 

Giacinta Pezzana nacque a Torino il 28 gennaio 1841.

Attrice teatrale e cinematografica, fu attiva fra l’Unità Italiana e la prima guerra mondiale: di questo periodo, la sua figura incarnò pienamente la sensibilità e gli ideali, esprimendoli attraverso una recitazione innovativa e  anticonformista. Fu una vera pioniera: e, non di rado, le sue coraggiose sperimentazioni suscitarono scalpore, urtando la società perbenista dell’epoca e fruttandole appellativi come attrice garibaldina, petroliera (ovvero incendiaria), grande vagabonda. Trasformista, ardita, sanguigna, la Pezzana provocava sulla scena le reazioni più disparate, dall’ammirazione senza riserve alle critiche feroci. Insomma, le sue esibizioni non passavano mai inosservate.

La sua vocazione artistica si manifestò precocemente, e la portò ad iscriversi, appena sedicenne, all’Accademia Filodrammatica di Torino, dalla quale però un anno dopo fu respinta perché – così la valutò, fin troppo sbrigativamente, l’avvocato Giuseppe Garberoglio – ritenuta del tutto priva di attitudini. Come in tante altre occasioni, Giacinta diede prova di grande determinazione continuando i suoi studi nella scuola di Carolina Gabusi Malfatti, che la introdusse in alcuni circoli di fede mazziniana; accanto a lei, Giacinta conobbe patriote di grande valore, come Giuditta Sidoli (la cospiratrice compagna di Mazzini), Laura Mantegazza e Giulia Calame.

Dal 1859, l’apprendistato di Giacinta proseguì direttamente “sul campo” nella Prina-Boldrini, sua compagnia d’esordio; passò poi alla compagnia dialettale piemontese di Giuseppe Toselli (già allievo dell’intellettuale-attore Gustavo Modena), con la quale riscosse i primi successi. Qualche anno dopo (1862) era già prima attrice nella compagnia Dondini, accanto ad Ernesto Rossi. All’epoca, aveva ancora un repertorio di tipo tradizionale, incentrato prevalentemente su Shakespeare, Goldoni e la drammaturgia romantica. Continua a leggere “Una pioniera del teatro contemporaneo: Giacinta Pezzana, di Donatella Pezzino”

Gli agrichef del Piemonte a una due giorni di aggiornamento; di Lia Tommi

Il territorio alessandrino ha ospitato il gruppo dei “cuochi contadini”,
espressione dell’impresa agricola, territorio e cibo .

E’ stata scelta la zona di Acqui Terme, provincia di Alessandria, per il corso di aggiornamento degli agrichef del Piemonte.
Le lezioni si sono svolte lunedì e martedì scorso all’agriturismo di Campagna Amica “Orto dei Nonni”, a Cavatore: presenti Diego Scaramuzza, primo agrichef d’Italia e presidente nazionale di Terranostra Campagna Amica, ed Elisabetta Montesissa, vice direttore Fondazione Campagna Amica.
Al centro della due giorni la cucina contadina di Campagna Amica, il food fotography con la foodblogger Germana Busca (Mammagy), il servizio web Piemonte dati turismo e tanti altri temi
“Dopo i due corsi dello scorso anno che hanno formato in totale circa 40 agrichef, quest’anno la progettualità è stata quella di fermarsi per due giorni per un aggiornamento congiunto che dia nuovi stimoli, consigli e linee guida per l’ospitalità”, ha affermato Stefania Grandinetti presidente degli Agriturismi di Campagna Amica del Piemonte e della provincia di Alessandria. Continua a leggere “Gli agrichef del Piemonte a una due giorni di aggiornamento; di Lia Tommi”

Piemonte: Lega, da questo Governo più di 80 mln. Uncem e Anci si documentino prima di parlare

Piemonte: Lega, da questo Governo più di 80 mln. Uncem e Anci si documentino prima di parlare

Roma, 13 mar. – “Grazie al ministro Salvini il Piemonte ha ottenuto più di 80 milioni. 4,8 per la videosorveglianza, 52,28 milioni per 1.150 comuni sotto i 20mila abitanti e più di 23 per la manutenzione di scuole e strade. Se per la messa in sicurezza degli edifici del territorio la nostra regione non riceverà un euro è a causa del folle controsenso voluto dal governo Gentiloni.

SaLVINI

Nella finanziaria firmata PD del 2017, infatti, è stata inserita questa clausola insensata che premia i comuni peggiori a discapito di chi, al contrario, ha saputo amministrare intelligentemente la cosa pubblica.

Una linea completamente opposta a quella della Lega che invece, da quando è al governo, si è impegnata per premiare i comuni virtuosi liberando, ad esempio, gli avanzi di bilancio bloccati per anni dalla sinistra.

Quindi Uncem e Anci che oggi si stracciano le vesti per il mancato arrivo di contributi per la messa in sicurezza di edifici e attaccano il ministero dell’interno, si informino bene e se la prendano con i veri responsabili di questo pasticcio”.

Lo dichiarano in una nota i parlamentari piemontesi della Lega.

Sozzetti: Solo grano italiano (quasi tutto piemontese) per i biscotti Oro Saiwa. E il Piemonte è sempre più strategico per il gruppo Mondelez

Sozzetti: Solo grano italiano (quasi tutto piemontese) per i biscotti Oro Saiwa. E il Piemonte è sempre più strategico per il gruppo Mondelez

di Enrico Sozzetti  https://160caratteri.wordpress.com

solo grano

Solo grano italiano, anzi quasi tutto piemontese, per il biscotto Oro Saiwa classico prodotto nello stabilimento di Capriata d’Orba. Al progetto di filiera lavora ormai da molti anni il gruppo Mondelez (la multinazionale statunitense è presente in 150 paesi nel mondo e ha chiuso il 2018 con un fatturato di 26 miliardi di dollari) che in Italia viene concretizzato per la prima volta con un prodotto che utilizza materia prima interamente nazionale.

Per l’Oro Saiwa classico (nato nel 1956, è stato il primo biscotto confezionato italiano) è infatti usato unicamente grano che arriva dalle province di Alessandria, Asti, Torino, Cuneo e Pavia (i terreni sono compresi in un raggio di settantacinque chilometri da Capriata d’Orba).

La filiera coinvolge 173 aziende agricole, dodici cooperative, due molini, circa 2.940 ettari seminati per una produzione di 14.400 tonnellate di grano. La produzione è iniziata in questi giorni e a marzo l’Oro Saiwa classico sarà su tutti gli scaffali di negozi e supermercati italiani.

Lo stabilimento, acquisito nel 2007 dalla Mondelez, produce diverse tipologie di biscotti (28.000 tonnellate) e snack (11.000 tonnellate). Nato a metà degli anni Ottanta del secolo scorso, è stato ampliato all’inizio del 2000, occupa 370 persone impiegatedal lunedì al venerdì su tre turni ed è il cuore di Mondelez Italia. Continua a leggere “Sozzetti: Solo grano italiano (quasi tutto piemontese) per i biscotti Oro Saiwa. E il Piemonte è sempre più strategico per il gruppo Mondelez”

EVENTI: 23° VERSEGGIANDO – POESIA, MUSICA e SPETTACOLO presso TEATRO CENTRO POLIVALENTE DI SANDIGLIANO (BI)

(by I.T.Kostka)

Con grande piacere Vi invitiamo al 23° pomeriggio di poesia, teatro e musica, organizzato nell’ambito del programma culturale ciclico itinerante “Verseggiando sotto gli astri di Milano” dal titolo “L’ aurora della pace”. La kermesse avrà luogo sabato 23 febbraio dalle ore 17.00, presso il Teatro Centro Polivalente di Sandigliano (BI), via Maroino 12.

L’evento ha ottenuto il patrocinio del Comune di Sandigliano, dell’Assessorato alla cultura, dell’Associazione degli Alpini A.N.A. di Sandigliano e l’importante supporto organizzativo dell’Associazione Amici del Cinema. Nel corso della serata si esibiranno sul palco numerosi affermati artisti, tra cui il Coro A.N.A. “La Cesëta” di Sandigliano, il cantautore e pianista Corrado Coccia, l’attrice drammatica Domitilla Colombo e ben diciotto poeti contemporanei provenienti da diverse regioni del Bel Paese. Condurrà lo spettacolo Izabella Teresa Kostka, scrittrice italo – polacca fondatrice e coordinatrice generale del programma. Si ringrazia il poeta biellese Umberto Barbera per il suo prezioso contributo all’organizzazione dell’evento.

Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti.

Per info:

verseggiando.eventi@yahoo.it

Inquinamento pozzi non imputabile al Terzo Valico, lo conferma ARPA Piemonte

Inquinamento pozzi non imputabile al Terzo Valico, lo conferma ARPA Piemonte

Novi Ligure: Il 30 gennaio scorso il Comune di Novi Ligure ha emesso un’ordinanza di divieto di utilizzo dell’acqua di pozzi destinati all’uso irriguo, non allacciati all’acquedotto comunale, situati nella proprietà della casa di riposo La Serenella.

Il provvedimento si è reso necessario dopo che le analisi effettuate dall’Arpa hanno individuato la presenza di solventi clorurati ad una concentrazione superiore al limite consentito dalle norme ambientali e sanitarie di riferimento.

Arpa colori

Sebbene le analisi siano state condotte nell’ambito del monitoraggio dell’attività dei cantieri del Terzo Valico, l’Agenzia Regionale per la protezione ambientale esclude che la causa dell’inquinamento possa derivare dai lavori per la tratta ferroviaria.

A questo proposito si riporta un estratto della nota ufficiale pubblicata ieri pomeriggio, mercoledì 6 febbraio, sul sito internet istituzionale dell’Arpa Piemonte: «Vista la posizione dei pozzi, rispetto alla falda drenante delle acque della valle dello Scrivia e la localizzazione del cantiere del Terzo valico in località Pieve, si è esclusa una possibile interferenza tra l’opera e i pozzi.

Sulla scorta dei dati ottenuti e dell’analisi delle serie storiche in possesso del Dipartimento Sud Est, è stata avviata una campagna d’indagine delle acque sotterranee che riguarda l’area a monte delle abitazioni nelle quali è stato riscontrato l’inquinamento. Appena disponibili – conclude l’Arpa -verranno divulgati i risultati di tale indagine».

Lega: Nel week end 110 gazebo aperti in tutto il Piemonte per esprimere concreta solidarietà al Ministro dell’Interno, Matteo Salvini, accusato di sequestro aggravato per il caso dei 177 richiedenti asilo della nave Diciotti.

Lega: Nel week end 110 gazebo aperti in tutto il Piemonte per esprimere concreta solidarietà al Ministro dell’Interno, Matteo Salvini, accusato di sequestro aggravato per il caso dei 177 richiedenti asilo della nave Diciotti.

Volantino

“La Giunta delle elezioni e immunità del Senato della Repubblica – sottolinea l’on. Riccardo Molinari, capogruppo della Lega alla Camera e segretario della Lega in Piemonte – sta esaminando il caso in questi giorni, e siamo fiduciosi che sia la Giunta stessa, sia poi eventualmente il Senato prendano atto del fatto che Matteo Salvini ha semplicemente esercitato nel ‘caso Diciotti’ le proprie prerogative di Ministro, peraltro con il pieno appoggio di tutto l’Esecutivo.

Ma il popolo della Lega, di fronte ad un simile attacco politico, non può che muoversi compatto, e far sentire in maniera forte e chiara l’appoggio al proprio Segretario. Siamo certi che, nonostante il maltempo che in questo fine settimana caratterizza tutto il Piemonte, la nostra Regione saprà mobilitarsi in massa per difendere l’esercizio della democrazia. Continua a leggere “Lega: Nel week end 110 gazebo aperti in tutto il Piemonte per esprimere concreta solidarietà al Ministro dell’Interno, Matteo Salvini, accusato di sequestro aggravato per il caso dei 177 richiedenti asilo della nave Diciotti.”

(AGV) Trasporti, Federico Fornaro (Leu): Inaccettabile cancellazione treni tra Liguria e Piemonte

(AGV) Trasporti, Federico Fornaro (Leu): Inaccettabile cancellazione treni tra Liguria e Piemonte

(IL VELINO) Roma, 30 Gen – “E’ inaccettabile che in previsione di una nevicata di pochi centimetri, assolutamente di carattere ordinario, il Gruppo FS abbia cancellato il trenta percento delle corse regionali sulle linee di collegamento tra Liguria e Piemonte.

federico-fornaro

Il Gruppo FS dovrebbe ricordarsi che gestisce un servizio pubblico che deve essere garantito sempre. Ho presentato una interrogazione urgente con il collega Nico Stumpo, componente della Commissione Trasporti, per chiedere al Ministero dei Trasporti di porre un argine a questi comportamenti lesivi dei diritti dei pendolari”. Lo afferma il capogruppo di Liberi e Uguali alla Camera, Federico Fornaro.

Boldi (Lega): “Sanità piemontese prima della classe? Chiedetelo ai cittadini/pazienti! Per fortuna da giugno cambieremo musica e spartiti”

Boldi (Lega): “Sanità piemontese prima della classe? Chiedetelo ai cittadini/pazienti! Per fortuna da giugno cambieremo musica e spartiti”

“La sanità del Piemonte prima della classe? Non esageriamo con la propaganda pre elettorale sulla pelle dei cittadini/pazienti piemontesi, per favore”. L’onorevole Rossana Boldi, vice presidente della XII Commissione (Affari Sociali) della Camera dei Deputati, ma anche medico di professione, non ha dubbi, a fronte di comunicati e dichiarazioni dal tono ‘trionfalistico’ fatti circolare nei giorni scorsi da esponenti di spicco del Partito Democratico piemontese.

rossana boldi

“Ho letto di Piemonte modello di eccellenza, sulla base di statistiche elaborate dal Ministero della Salute, e allora forse è il caso di fare un po’ di chiarezza. La classifica a cui immagino si faccia riferimento è quella che misura le performance dei LEA (Livelli essenziali di assistenza), poco significativi rispetto alla soddisfazione percepita dai pazienti per i servizi sanitari erogati. Chiamparino e la sua squadra, nel corso della loro gestione quinquennale della sanità piemontese, hanno tagliato costi. Ma se pretendono che questo significhi che la sanità regionale è migliorata, siamo decisamente al ridicolo”.

L’on. Boldi fornisce alcuni altri strumenti di riflessione: “Basta andare a consultare le classifiche CREA elaborate dall’Università di Tor Vergata, o quelle GIMBE, per rendersi conto che il Piemonte ‘sprofonda’,  a vantaggio di altre realtà come Trentino, Friuli, Veneto o anche Toscana, là dove si cerca di misurare anche il livello di soddisfazione dei cittadini/pazienti, in termini di liste di attesa e di facilità di accesso ai servizi. Altro elemento ‘tragico’, e da non sottovalutare, è la ‘migrazione’, in costante crescita, dei pazienti piemontesi verso altri modelli sanitari: a partire dalla vicina Lombardia e dalla Liguria”. Continua a leggere “Boldi (Lega): “Sanità piemontese prima della classe? Chiedetelo ai cittadini/pazienti! Per fortuna da giugno cambieremo musica e spartiti””

Alessandria, lite in famiglia in corso Acqui: intervengono 118 e carabinieri. Piemonte. Il Secolo XIX

Alessandria – «Solo una lite familiare, è tutto finito». Forse per quella coppia che abita al 361 di corso Acqui tutto in realtà è iniziato proprio ieri sera, o forse sta continuando oggi. Si sa che i giorni di festa a volte acuiscono i dissidi nelle famiglie e aumentano dissapori che in altri periodi sarebbero archiviati con poche parole.

Da raccontare sulla vicenda di ieri sera c’è solo la chiamata ai carabinieri dei vicini di casa e la corsa sul posto delle pattuglie dei carabinieri, due per la precisione, perché la prima segnalazione era di un uomo che teneva sotto minaccia la moglie con un coltello e si era asserragliato in casa. Per questo è stata chiamata anche l’ambulanza del primo soccorso del 118…. continua su: Alessandria, lite in famiglia in corso Acqui: intervengono 118 e carabinieri | Piemonte | Il Secolo XIX

Ravetti PD: Il Piemonte è la Regione dell’arsenale della Pace – Serming

Ravetti PD: Il Piemonte è la Regione dell’arsenale della Pace – Serming

Domenico Ravetti (capogruppo PD). “Onorato d’essere stato il relatore di una legge che costruisce Pace mentre altri costruiscono muri”

Così stabilisce la legge approvata oggi all’unanimità in sede legislativa dalla Commissione Bilancio che individua quali valori fondanti per il Piemonte l’educazione alla pace e alla nonviolenza, la cultura dell’accoglienza, della coesione sociale, l’integrazione e la cooperazione tra i popoli.

domenico-ravetti3

Tra le disposizioni, anche l’installazione, ai confini regionali, di 16 cartelli e insegne stradali con l’indicazione “Piemonte – Regione dell’Arsenale della Pace” e lo stemma della Regione.
Nel 1964 a Torino un luogo di guerra, un arsenale, veniva trasformato in un luogo di pace. Da allora il Sermig-Arsenale della Pace è diventato un simbolo di accoglienza, solidarietà, fratellanza.

Qui tanti giovani hanno praticato concretamente il bene verso il prossimo e hanno imparato come la pace rappresenti la condizione indispensabile per la civiltà ed il progresso. Continua a leggere “Ravetti PD: Il Piemonte è la Regione dell’arsenale della Pace – Serming”

Piemonte e valle d’Aosta: LA POLIZIA DI STATO PROSEGUE con l’operazione “oro rosso”

Piemonte e valle d’Aosta: LA POLIZIA DI STATO PROSEGUE con l’operazione “oro rosso”

Nell’ottica della prevenzione e contrasto dei reati connessi al furto e successiva commercializzazione del rame in uso in ambito ferroviario, la Polizia Ferroviaria del Compartimento del Piemonte e Valle d’Aosta ha avviato il 12 dicembre u.s. un controllo straordinario, che si susseguono ormai a scadenze serrate, denominati “Operazione Oro Rosso”.

oro rosso PolFer AL controlli rottamai

Le operazioni, che si svolgono contemporaneamente in tutta la penisola su disposizione del Servizio di Polizia Ferroviaria di Roma, hanno interessato numerose località delle due regioni e si sono inoltrate sino a tarda serata, con sviluppi investigativi appena conclusi. 

La tipologia del reato comporta un costo altissimo per la collettività, giovi rammentare che i costi di ripristino e messa in sicurezza degli impianti violati è superiore al valore commerciale del metallo; oltre al danno provocato dai ritardi accumulati dai convogli in seguito al mancato funzionamento degli impianti, ritardi che si traducono in ore rubate al lavoro dei pendolari, studenti ed in generale agli utenti del servizio pubblico.

L’impegno della Polizia di Stato è quindi massimo nella prevenzione del reato, l’ideale perseguito è rendere sempre più difficile la sottrazione e la commercializzazione del metallo. Continua a leggere “Piemonte e valle d’Aosta: LA POLIZIA DI STATO PROSEGUE con l’operazione “oro rosso””

La prima MaBim in un ospedale piemontese grazie a Zonta, di Lia Tommi

Un altro primato per Zonta.

Non ne esiste una uguale in nessun ospedale piemontese. Nel nuovo anno, verrà consegnata la prima MaBim!
Ci sono tanti modi diversi per celebrare la Giornata dei Diritti Umani.
Zonta lo ha fatto con qualche giorno di anticipo, legando i diritti di chi giunge nel nostro paese, di chi è additato come diverso, di chi un lavoro non riesce a trovarlo, di chi è malato ed emarginato, di chi ogni giorno subisce violenze inaudite all’interno delle mura domestiche, con una grande finalità per esaudire il diritto di chi è disabile a poter avere accanto a se il proprio bimbo a poche ore dalla nascita, come tutte le altre mamme.
Sarà la prima culla del genere a fare il suo ingresso in un Ospedale del Piemonte.

Lo spettacolo “La valigia prima di Natale” è stato tutto questo. E dopo le feste verrà consegnata MaBim , la culla per il co-sleeping.

DOMENICO RAVETTI (Capogruppo PD Consiglio Regionale): “Tutti insieme abbiamo fatto tanto ma per Alessandria la vera sfida inizia ora”

DOMENICO RAVETTI (Capogruppo PD Consiglio Regionale): “Tutti insieme abbiamo fatto tanto ma per Alessandria la vera sfida inizia ora”

GIORNATA SCIENTIFICA ORGANIZZATA DALL’AZIENDA OSPEDALIERA.

Ravetti

Il settore della ricerca scientifica dovrebbe dare slancio e speranze al nostro territorio. L’avanzamento scientifico e tecnologico, frutto della ricerca di base e applicata nei suoi più svariati settori, è volano per lo sviluppo del Paese e stimola il circuito dell’economia, del benessere e della crescita.

Purtroppo dalle dichiarazioni ai fatti, dalle promesse al Governo dei processi, si mette in luce quanto i fondi per la ricerca pubblica siano stati considerati un orpello, un optional, nei bilanci dello Stato e non una necessità basilare della società.

Eppure la fase di recessione economica cui siamo andati incontro in questi anni ha infatti confermato come la capacità competitiva di un territorio sia intimamente e imprescindibilmente legata agli investimenti in ricerca scientifica e tecnologica. Continua a leggere “DOMENICO RAVETTI (Capogruppo PD Consiglio Regionale): “Tutti insieme abbiamo fatto tanto ma per Alessandria la vera sfida inizia ora””

Giorgio Maria Bergesio: LA GRANDA A FIANCO DI SALVINI

LA GRANDA A FIANCO DI SALVINI

80.000 persone e tanto entusiasmo in Piazza del Popolo

Piemonte Lega

Un successo per la manifestazione indetta dalla Lega a Roma in Piazza del Popolo nella giornata di oggi senza precedenti che testimonia il crescente consenso del Governo e soprattutto delle battaglie portate avanti da Matteo Salvini. Dalla Granda pullman con direzione Roma, partiti nella notte di venerdì a sostegno della Lega che come sempre non hanno fatto mancare la loro vicinanza al Segretario Federale Matteo Salvini.

“Un ringraziamento – commenta il Senatore Giorgio Maria Bergesio – va a tutti i Segretari di Sezione e militanti che si sono adoperati come ogni volta per l’organizzazione di una trasferta impegnativa. Una trasferta mossa da un crescente entusiasmo per i numerosi successi di questi 6 mesi di Governo e per gettare le basi per le battaglie dei prossimi mesi”.

“Oggi una folla oceanica e un impegno a livello nazionale – conclude Bergesio – che rilanciamo ulteriormente a livello locale, consci che il lavoro del nostro Ministro Matteo Salvini debba trovare analogo corrispettivo in un nostro continuo impegni sul territorio come da sempre facciamo”.

Ufficio Stampa Lega Senato

Panettoni con ADMO, di Cristina Saracano

panettoni-admo-770x420.jpg

Alessandria: ADMO, Associazione contro le leucemie, ritorna con la vendita natalizia di panettoni e pandori, acquistabili con un’offerta libera, ricevendo informazioni per diventare donatori di midollo osseo

La donazione delle Cellule del Midollo Osseo è spesso l’unica via di salvezza per molti pazienti oncoematologici.

In Piemonte, nei primi undici mesi dell’anno, si sono iscritti 3800 nuovi donatori, e 25 di loro hanno potuto contribuire a salvare la vita a pazienti malati, grazie alla loro compatibilità.

I panettoni saranno in vendita dal 3 al 5 dicembre all’ingresso dell’Ospedale Civile (padiglione Fiandesio) e il 6 dicembre, sempre per l’intera giornata, all’ingresso dell’ospedale Infantile.

Come sempre, oltre ai donatori, un sentito ringraziamento ai volontari che rendono possibile quest’iniziativa.

Giulio Guderzo. Ferrovie nel Piemonte preunitario: Giovedì 6 dicembre la presentazione in Biblioteca

Ferrovie nel Piemonte preunitario: Giovedì 6 dicembre la presentazione in Biblioteca

Giovedì 6 dicembre alle ore 20,45 alla Biblioteca Civica Canna di Casale Monferrato, in via Corte d’Appello 12, sarà presentato il saggio “Ferrovie nel Piemonte preunitario” (Hoepli, 2018) a cura di Giulio Guderzo. Con l’autore, durante un appuntamento a ingresso gratuito, dialogheranno il direttore Roberto Botta e Dionigi Roggero, capo delegazione del FAI di Casale Monferrato.

Ferrovie guderzodicembre

ferroviepiemontesi1ferroviepiemontesi2

Nel corso dell’evento, il professor Guderzo proporrà anche una proiezione di slide con una selezione delle immagini, mappe e foto d’epoca che corredano il volume; uno spazio “visivo” sarà dedicato anche a fotografie delle ferrovie casalesi tratte dall’Archivio Fotografico “Francesco Negri”.

I casalesi che si trovarono a passeggiare per la città nel 1855 poterono leggere, affisso ai muri, un manifesto del “Comitato Promotore per la Strada Ferrata da Vercelli a Valenza per Casale” con il quale si invitavano i cittadini “a concorrere con sollecitudine all’acquisto delle azioni di lire 500 cadauna per coprire il capitale sociale” necessario al completamento della tratta ferroviaria. Nata attraverso una “mobilitazione” cittadina, questa linea ferroviaria, al pari delle altre dismesse negli anni scorsi, oggi è al centro di un altro vivace dibattito e di una mobilitazione che ne chiede il ripristino. Continua a leggere “Giulio Guderzo. Ferrovie nel Piemonte preunitario: Giovedì 6 dicembre la presentazione in Biblioteca”

Confagricoltura – Piemonte agricolo in evoluzione, le nuove emergenze chiedono una forte capacità d’innovazione

Confagricoltura – Piemonte agricolo in evoluzione, le nuove emergenze chiedono una forte capacità d’innovazione

logo

Bilancio annata agraria

Il Piemonte è una delle principali regioni agricole del Paese, ma per mantenere alti i livelli di competitività delle imprese e dell’intero territorio occorrono interventi urgenti su diversi fronti. Il 2018 si chiude da un lato come un anno complessivamente buono per la qualità delle produzioni piemontesi, con picchi di eccellenza per alcuni comparti e un ottimo andamento delle esportazioni; dall’altro emerge chiaramente che occorre riportare l’attenzione sul settore primario, rimettendolo al centro delle politiche economiche regionali e nazionali.

Per Confagricoltura Piemonte occorre un vero e proprio cambio di marcia per rispondere celermente ai mutamenti in atto su vari fronti, a partire da quelli climatici per arrivare a quelli sociali e culturali. Continua a leggere “Confagricoltura – Piemonte agricolo in evoluzione, le nuove emergenze chiedono una forte capacità d’innovazione”

Confagricoltura Piemonte: è una buona annata, ma occorre un cambio di passo

Confagricoltura Piemonte: è una buona annata, ma occorre un cambio di passo

Le nuove emergenze chiedono una forte capacità d’innovazione 

È stata un’annata bizzarra dal punto di vista meteorologico, con una primavera particolarmente fredda e piovosa e un’estate calda e siccitosa.

logo

Per le coltivazioni giunte a maturazione a inizio estate l’annata non è stata positiva: in diminuzione i raccolti di grano e orzo, di verdure primaverili e di frutta precoce, quali le albicocche. È andata meglio per le altre produzioni: si è registrato un ottimo raccolto di mais, una buona annata per il riso, una buona produzione di soia. La vendemmia è stata eccellente, con un sensibile recupero della produzione rispetto all’anno scorso. Di buona qualità, con un mercato interessante, le pesche, le mele, i piccoli frutti, mentre per l’actinidia le produzioni si stanno rivelando scarse, con un prezzo di mercato inferiore al 2017. Annata non positiva anche per il nocciolo, che ha fatto registrare il 20% in meno di produzione e per le castagne, con un raccolto scarso.

Per quanto riguarda gli allevamenti zootecnici, dopo anni di grande crisi il mercato avicolo – polli da carne, tacchini e uova – va abbastanza bene. Stabili i prezzi dei bovini di razze francesi, mentre continua l’interesse per la carne di razza Piemontese. Il mercato del latte presenta dei prezzi sostanzialmente allineati ai valori del 2016 e 2017, mentre si registra un calo delle quotazioni per i suini. Continua a leggere “Confagricoltura Piemonte: è una buona annata, ma occorre un cambio di passo”

Roberto Moncalvo eletto alla presidenza di Coldiretti Piemonte

Roberto Moncalvo eletto alla presidenza di Coldiretti Piemonte

Una grande soddisfazione anche a livello provinciale, sinonimo di crescita per il territorio e per tutto il comparto dell’agroalimentare 

“E’ naturalmente una grande soddisfazione anche per Coldiretti Alessandria l’elezione di Roberto Moncalvo alla presidenza regionale di Coldiretti Piemonte. Un’emozione che è sinonimo di crescita per il nostro territorio provinciale che vede nell’agricoltura una risorsa per garantire alle imprese opportunità di sviluppo e reddito in un quadro di piena integrazione con gli interessi economici e sociali del Paese”.

Roberto Moncalvo

Così il presidente di Coldiretti Alessandria Mauro Bianco al termine dell’Assemblea che ha nominato Roberto Moncalvo nuovo presidente di Coldiretti Piemonte per il prossimo quinquennio durante il quale sarà affiancato dai due vice presidenti Fabrizio Galliati,  presidente di Coldiretti Torino, e Marco Reggio, presidente di Coldiretti Asti.

Nato l’8 agosto 1980 e residente a Settimo Torinese, Roberto Moncalvo da neolaureato in Ingegneria al Politecnico di Torino, ha preferito impegnarsi nell’ azienda agricola familiare con innovazioni tecniche, gestionali e di orientamento produttivo. Continua a leggere “Roberto Moncalvo eletto alla presidenza di Coldiretti Piemonte”

Legambiente. Ecosistema Urbano: performance ambientali deludenti per le città piemontesi

Legambiente. Ecosistema Urbano: performance ambientali deludenti per le città piemontesi

Presentata la XXV edizione di Ecosistema Urbano, l’annuale rapporto di Legambiente realizzato con il contributo scientifico di Ambiente Italia

Soltanto Verbania e Biella nella top 25. Torino guadagna 3 posizioni ma resta nella parte bassa della classifica. Peggiorano Vercelli, Cuneo, Asti, Novara e Alessandria

Legambiente Piemonte e Valle d'Aosta

L’Italia del buon ecosistema urbano è principalmente l’Italia che fa, che fa bene e spende bene le sue risorse, che si evolve e pianifica le trasformazioni future, che non s’accontenta dello scenario contemporaneo, che in uno o più ambiti produce ottime performance o raggiunge l’eccellenza.

È l’Italia dei capoluoghi in testa alla graduatoria di Ecosistema Urbano di quest’anno: Mantova, Parma, Bolzano, Trento e Cosenza. Ed è anche l’Italia dell’AreaC e della mobilità condivisa di Milano, della gestione dei rifiuti di Oristano, Parma, Trento, Mantova, Treviso e Pordenone, della tramvia di Firenze (e magari in prospettiva quella dell’ambiziosa rete su binari di Palermo), che contiene lo spreco di acqua come Macerata e Monza, che investe sul solare come Padova, che teleriscalda 6mila studenti delle superiori come ha fatto Udine esattamente un anno fa.

O ancora è quella parte di Paese che amplia gli spazi a disposizione dei pedoni come ha fatto Firenze, che allarga come Bergamo la Ztl fino a farla diventare la più estesa d’Italia o diventa bike friendly come Ferrara, Reggio Emilia, Bolzano con la sua ciclopolitana e Pesaro con la bicipolitana. Continua a leggere “Legambiente. Ecosistema Urbano: performance ambientali deludenti per le città piemontesi”

Fabio Favola nuovo Segretario Generale Regionale della Filcams Cgil Piemonte

Fabio Favola nuovo Segretario Generale Regionale della Filcams Cgil Piemonte

Al termine dell’11° Congresso Regionale svoltosi a Torino il 25 e 26 ottobre u.s. l’Assemblea Generale ha eletto il neo Segretario Generale della Filcams CGIL del Piemonte.

E’ Fabio Favola, già Segretario Provinciale dal 2015, oggi chiamato alla guida della Federazione piemontese.

Filcams Fabio Favola

Fabio Favola, 55 anni, da molti anni impegnato nel sindacato, ha iniziato a muovere i primi passi nella CGIL alessandrina nel lontano 1989.

Un percorso avviato con i primi anni di scuola e di “gavetta” presso l’Ufficio Vertenze provinciale e poi proseguito con diversi incarichi: già Segretario della FILIS e FILPT nel 1994, poi divenuto SLC (Sindacato Lavoratori della Comunicazione); Segretario Provinciale della Funzione Pubblica nel 2006 fino al 2011, poi Segretario Organizzativo della Camera del Lavoro di Alessandria fino al 2014.

Nel 2015 è stato chiamato alla guida della categoria sindacale più importante in Provincia, la FILCAMS.

Il nome di Fabio Favola, proposto dai centri regolatori nazionale e regionale, si aggiunge a quelli “alessandrini” che in questi anni sono stati chiamati ad assumere incarichi di responsabilità fuori dalla nostra provincia, un riconoscimento ad un territorio che dal punto di vista sindacale ha dimostrato in questi anni di riconosciuto come una realtà di valore. Continua a leggere “Fabio Favola nuovo Segretario Generale Regionale della Filcams Cgil Piemonte”

Molinari (Lega) su referendum Vco: “Chiamparino e centro sinistra hanno messo a rischio l’unità del Piemonte. Dal 2019 massima centralità alle esigenze delle periferie”

Molinari (Lega) su referendum Vco: “Chiamparino e centro sinistra hanno messo a rischio l’unità del Piemonte. Dal 2019 massima centralità alle esigenze delle periferie”

“Il referendum del Vco dimostra prima di tutto una cosa: il forte disagio di una porzione di Piemonte, e l’inadeguatezza del governo regionale di centro sinistra, a guida Chiamparino. che è arrivato a mettere a rischio l’unità del Piemonte. Ancora pochi mesi, e poi per fortuna gli elettori potranno dare al Piemonte una guida di centro destra”. Così Riccardo Molinari, Capogruppo della Lega alla Camera e Segretario Nazionale della Lega Piemonte commenta il risultato del referendum di domenica 21 ottobre nel Verbano Cusio Ossola.

Riccardo MOlinari

“La gran parte dei votanti del Vco – prosegue Molinari – si è pronunciata a favore di un passaggio alla Lombardia, e francamente se fossi nel Presidente Chiamparino avrei ben poco di cui rallegrarmi. Sarebbe opportuno che, almeno in questa occasione, il centro sinistra provasse ad interrogarsi su questioni centrali come l’abbandono dei territori, la mancanza di prospettive offerte in questi anni ai cittadini, i servizi sempre più carenti. Noi come Lega non ci siamo schierati direttamente, sempre e comunque rispettosi della volontà popolare. Ma certamente fra pochi mesi, se gli elettori ci affideranno il Governo del Piemonte, metteremo le istanze del Vco, come quelle di tutte le periferie piemontesi, al centro del programma di rilancio della nostra Regione.”

Ufficio Stampa Lega Piemonte

legapiemontepress@gmail.com

Legambiente: Scuole piemontesi tra luci e ombre

Legambiente: Scuole piemontesi tra luci e ombre

Bene i servizi, male la manutenzione degli edifici: il 67% delle scuole ha bisogno di interventi urgenti

Presentata la XIX edizione di Ecosistema Scuola, l’indagine di Legambiente sullo stato dell’edilizia e la qualità dei servizi scolastici

Schermata 2018-10-18 a 12.45.58

Verbania (9°) guida la graduatoria della qualità dell’edilizia scolastica piemontese, seguita da Biella (14°), Torino (20°), Asti (23°). Buone pratiche: le scuole piemontesi in cima alla classifica per pasti bio e raccolta differenziata; ancora basso l’utilizzo di fonti rinnovabili

Dossier completo qui: https://www.legambiente.it/contenuti/dossier/ecosistema-scuola-2018

Ecosistema Scuola 2018, l’indagine annuale di Legambiente sullo stato del patrimonio edilizio scolastico e dei servizi educativi, presentato oggi a Napoli nel corso del Forum Scuola, vede in cima alla classifica Bolzano e Trento, due realtà particolarmente virtuose in tema di sicurezza (tutti gli istituti presentano le certificazioni di agibilità, collaudo statico, prevenzione incendi, agibilità igienico sanitaria e hanno effettuato i monitoraggi per radon e amianto), e di innovazione, con il 6% di edifici costruiti secondo i criteri della bioedilizia a fronte di una media nazionale che non raggiunge l’1%, frutto di una chiara scelta di governance confermata anche dalla spesa per la manutenzione straordinaria degli ultimi cinque anni, pari a circa 175 mila euro per edificio, cioè circa dieci volte la media nazionale. Un mix di programmazione, di investimenti costanti e di innovazione che manca in molte altre zone d’Italia. Continua a leggere “Legambiente: Scuole piemontesi tra luci e ombre”

VALTER OTTRIA. Pulizia fiumi e rischio alluvioni: question time in Regione

VALTER OTTRIA; Pulizia fiumi e rischio alluvioni: question time in Regione

“Il Piemonte, e l’alessandrino in particolare, è sempre a rischio alluvioni, specie in questo periodo dell’anno; ce lo ricordano quotidianamente i nostri Sindaci. Quali sono le risorse a disposizione oggi e quali potranno essere mettere in atto per mettere in sicurezza il nostro territorio?” È questa la domanda che il consigliere regionale Valter Ottria, ha posto questo pomeriggio in Regione per riportare a Torino i problemi dell’alessandrino.

Ottria

L’Assessore regionale Francesco Balocco, in risposta al Question Time del consigliere alessandrino, ha elencato tutte le risorse messe in campo dalla Regione al proposito: “per l’anno 2017 sono stati stanziati 3milioni e 590mila euro per 120 interventi in corso di esecuzione da parte dei Comuni e 1 milione e 400 mila euro per 51 interventi sul reticolo idrografico che da Aipo è passato alla Regione. Su quest’ultime tipologie di interventi, per il 2018 sono stati stanziate misure straordinarie per un totale di 700.000 euro. Continua a leggere “VALTER OTTRIA. Pulizia fiumi e rischio alluvioni: question time in Regione”