MCL si occupa di Balcani. Graziano Canestri il 27 giugno alla Gambarina per spiegare il giorno di San Vito (Vidovdan)

MCL si occupa di Balcani. Graziano Canestri il 27 giugno alla Gambarina per spiegare il giorno di San Vito (Vidovdan)

Appuntamento il 27 giugno 2019 nella sala riunioni del Museo etnografico “C’era una volta” alle ore 18,00 per parlare di Balcani, un’area geograficamente vicina a noi, ma la cui storia è poco conosciuta. E dire che Alessandria è gemellata con Karlovac (Croazia) e i contatti con gli esponenti della città slava sono frequenti e in certi periodi della storia hanno anche concretizzato iniziative solidali ed economiche.

Vidovdan (1).jpg

Ma, al di là di questo, l’area geopolitica è particolarmente importante anche per il futuro dell’Europa e per la sua eventuale espansione, oltre che proporre un percorso di coabitazione fra esponenti di religioni monoteistiche quali il cristianesimo e l’islamismo, la cui conoscenza risulta utile per la nostra esperienza nazionale a seguito degli intensi fenomeni migratori vissuti dal nostro Paese. In aggiunta a ciò, vi è anche il percorso della storia, lo snodarsi di tensioni post prima guerra mondiale e questioni legate all’esodo istriano-giuliano e dalmata che non possono solo essere ri- cordate nel giorno deputato del calendario istituzionale italiano. Continua a leggere “MCL si occupa di Balcani. Graziano Canestri il 27 giugno alla Gambarina per spiegare il giorno di San Vito (Vidovdan)”

MCL si occupa di Balcani. Graziano Canestri il 27 giugno alla Gambarina per spiegare il giorno di San Vito (Vidovdan)

MCL si occupa di Balcani. Graziano Canestri il 27 giugno alla Gambarina per spiegare il giorno di San Vito (Vidovdan)

Locandina Vidovdan.jpg

Alessandria today: Appuntamento il 27 giugno 2019 nella sala riunioni del Museo etnografico “C’era una volta” alle ore 18,00 per parlare di Balcani, un’area geograficamente vicina a noi, ma la cui storia è poco conosciuta. E dire che Alessandria è gemellata con Karlovac (Croazia) e i contatti con gli esponenti della città slava sono frequenti e in certi periodi della storia hanno anche concretizzato iniziative solidali ed economiche.

Ma, al di là di questo, l’area geopolitica è particolarmente importante anche per il futuro dell’Europa e per la sua eventuale espansione, oltre che proporre un percorso di coabitazione fra esponenti di religioni monoteistiche quali il cristianesimo e l’islamismo, la cui conoscenza risulta utile per la nostra esperienza nazionale a seguito degli intensi fenomeni migratori vissuti dal nostro Paese. Continua a leggere “MCL si occupa di Balcani. Graziano Canestri il 27 giugno alla Gambarina per spiegare il giorno di San Vito (Vidovdan)”

Libri. Il profumo dei mandarini ovvero come ti cucino l’identità, di Rosa Mazzarello Fenu

Libri. Il profumo dei mandarini ovvero come ti cucino l’identità, di Rosa Mazzarello Fenu

Libri/Rosa Mazzarello Fenu

Il Foglio di Piercarlo Fabbio Alessandria

Il profumo dei mandarini ovvero come ti cucino l’identità

Il ricordo attiene alla memoria e tutti sappiamo come quest’ulti- ma sia fallace e ci restituisca una verità artefatta. Eppure, a leggere tra i ricordi di Rosa Mazzarello Fenu, si riesce ad estrarre una realtà dalla quale non molti anni sono passati, ma che ci distanzia dal nostro odierno quotidiano per ritmi, modi, tempi dell’azione, predisposizione degli animi, relazioni fra simili.

libri

Insomma, viene alla luce, giocando su un luogo così coinvolgente ed avvolgente come la cucina di famiglia, soprattutto uno stile di vita con le sue disponibilità alimentari e la sua conseguente cultura gastronomica. Quando l’autrice, con una punta di orgoglio, dichiara che “Il profumo dei mandarini” è un libro di cucina e non di ricette, centra perfettamente il tema, esprime con sicurezza la consapevolezza della materia su cui ha voluto lavorare.

Non per caso, dunque, la Mazzarello giunge a questa redazione, ma per progetto volutamente pianificato. È talmente lucida nel suo procedere che consente al lettore e al critico di viaggiare tra il retroscena della pagina, gli concede la libertà di spaziare nel “mondo tre” descritto da Karl Popper, cioè il macrocosmo degli assiomi, il prodotto di altri mondi dell’uomo tra loro intrecciati, quello delle cose e quello delle idee. Continua a leggere “Libri. Il profumo dei mandarini ovvero come ti cucino l’identità, di Rosa Mazzarello Fenu”

Il Presidente nazionale MCL, Carlo Costalli in Alessandria

Il Presidente nazionale MCL, Carlo Costalli in Alessandria. Sì all’Europa con Massimiliano Salini – Guardare con speranza all’Europa per innovarla

Da quando è nato il Movimento Cristiano Lavoratori in provincia, cioè dagli anni Settanta, oltre un quarantennio fa, si è sempre registrata una profonda relazione tra la dirigenza nazionale e quella provinciale.

Si rinnova questa tradizione il 21 maggio, alle ore 17,30 al Borsalino, il Centro Sportivo Comunale di viale Massobrio, con l’arrivo di Carlo Costalli, Presidente nazionale del Movimento Cristiano Lavoratori, che sarà in Alessandria per parlare di Europa. Anzi per commentare il Manifesto “Sì all’Europa per farla”.

Carlo Costallicarlo ALESSANDRIA - INVITO CONVEGNO EUROPA (004)_Pagina_1

Un documento che, senza mezzi termini, sposa l’idea di un’Europa nuova, fuori dagli schemi che fin qui l’hanno caratterizzata tra burocrazia e dimenticanza delle radici.

Un’iniziativa che vedrà impegnati relatori di grande qualità per commentare il Manifesto lanciato dall’Associazione Esserci e sostenuto dal MCL. “Sì all’Europa per farla” è più di un semplice appello, è un vero e proprio richiamo ai valori fondanti dell’Europa ed uno sforzo per poterla innovare dopo la stagione dell’accordo fra popolarismo e socialismo.

Carlo Costalli, insieme a Giancarlo Cesana, leader laico di Comunione e Liberazione, hanno firmato il Manifesto, che sarà illustrato durante l’incontro alessandrino da Carlo Amedeo Tabellini. Continua a leggere “Il Presidente nazionale MCL, Carlo Costalli in Alessandria”

Ricordo del Bombardamento del Cristo. Gli amici del Museo della Gambarina leggono Giovanni Rapetti

Ricordo del Bombardamento del Cristo. Gli amici del Museo della Gambarina leggono Giovanni Rapetti

Alessandria: L’occasione del 75esimo anniversario del bombardamento alleato sul quartiere Cristo di Alessandria, in cui perirono 239 persone, è stata propizia alla lettura di una lunga poesia in vernacolo di Giovanni Rapetti, artista, poeta alessandrino di ricercati componimenti, che hanno trovato particolari riconoscimenti in città e non solo.

Elena e Chaco leggono Rapetti.jpg

Giovanni Rapetti, testimone oculare del bombardamento del 30 aprile 1944, racconta con trasporto ed emozione quei momenti e il 30 aprile 2019, su iniziativa del Consigliere Giuseppe Bianchini, è toccato a Elena Garneri Ulandi e a Vincenzo Chaco Marchelli presentarsi davanti alle autorità e ai bambini della scuola elementare Zanzi per offrire la loro interpretazione a due voci e bilingue (dialetto alessandrino e italiano) della poesia “Trenta d’avrì quarataquater”.

La lettura è stata particolarmente emozionante ed è avvenuta sul piazzale della scuola Zanzi, laddove è stata posta, nel 2011, una targa che ricorda i tragici fatti della seconda guerra mondiale. Nel silenzio e nell’attenzione più assoluti degli astanti, i versi di Rapetti hanno consentito la rievocazione dei fatti e la riproposizione di quei sentimenti di rabbia e di impotenza che hanno caratterizzato quei momenti e che non si sono voluti dimenticare. Continua a leggere “Ricordo del Bombardamento del Cristo. Gli amici del Museo della Gambarina leggono Giovanni Rapetti”

“L’incubatrice, il giacimento e il Purgatorio”, come nasce il libro, gli autori, temi trattati, disegni e caratteristiche tecniche editoriali

“L’incubatrice, il giacimento e il Purgatorio”, come nasce il libro, gli autori, temi trattati, disegni e caratteristiche tecniche editoriali

Alessandria, al Museo della Gambarina conferenza stampa di presentazione del libro di Piercarlo Fabbio e Piero Teseo Sassi, con la collaborazione di Mauro Remotti: “L’incubatrice, il giacimento e il Purgatorio”. Il libro sarà in vendita presso il Museo della Gambarina.

Come nasce il libro, gli autori, temi trattai e disegni

Fabbio e Sassi conf stampa

Come nasce il libro

Un giorno può capitare di incontrarsi sulla passerella pedonale del ponte Meier… Quel manufatto era stato costruito proprio per questo. Per far incrociare le persone in arrivo da diverse anime di Alessandria.

La lunghezza del passaggio era quella di una piazza del tempo, che durava da 850 anni. Così era successo a Teseo e Piercarlo. Il primo veniva dalla Cittadella, cioè da Bergoglio; il secondo dal centro di Alessandria, ossia Rovereto. E lì avevano incominciato a discutere, senza essersi preparati prima, senza sapere il perché, senza la sicurezza delle cose certe e conosciute, senza tentennamenti.

Avevano preso a parlare della nascita di Alessandria, addirittura spingendosi a ipotizzare come potesse funzionare quel territorio senza ancora la presenza di una città. Deserto o viva plaga animata quel tanto che basta per essere considerata già socialmente pregevole? E perché doveva proprio lì nascere un’urbe?

Si erano dunque ritrovati nella biblioteca del Museo della Gambarina. Non si erano neppure dati appuntamento, ma erano lì, l’uno di fronte all’altro. Continua a leggere ““L’incubatrice, il giacimento e il Purgatorio”, come nasce il libro, gli autori, temi trattati, disegni e caratteristiche tecniche editoriali”

UNPLI Piemonte: 6 aprile il giorno della maturità

UNPLI Piemonte: 6 aprile il giorno della maturità

di Piercarlo Fabbio

Perché dopo il grande raduno al Centro Congressi Santo Volto di Torino, le Pro Loco hanno com- preso di essere già cambiate in meglio. Il Manuale di Buone Pratiche per organizzare gli eventi.

UNIPLI Il Foglio 1-2 aprile 2019.jpg

Il mondo del terzo settore è variegato a tal punto che comprenderlo in mere categorie di argomenti è perlomeno riduttivo. Se andiamo a vivisezionare un’associazione piuttosto che l’altra, troveremo difficoltà a ricondurla a principi generali, tante sono le diversità che il fattore umano imprime loro.

Eppure, questo è uno sforzo che si deve tentare, magari alla luce della difficoltà interpretative della recente riforma del terzo settore, che tende a dare a questo macrocosmo un aspetto più leggibile, non senza rischiare di far perdere in identità e diversità i singoli componenti che lo caratterizzano.

L’UNPLI, Unione delle Pro Loco d’Italia, fa al caso nostro, come se ci trovassimo di fronte ad un osservatorio privilegiato, ad una sorta di balconata sulla valle ove lo sguardo riesce a toccare i punti cardinali più reconditi.

Individuare, capire le regole a cui si ispira l’organizzazione piemontese dell’Unione, può essere utile per l’esperto che si occupa di sistemi di gestione della qualità, così come per il singolo fruitore a cui piace scegliere le tradizioni popolari come guida del suo tempo libero, a cui riesce meglio ricordare le sue radici, attraverso indicatori particolari come un piatto, un libro, una festa, una gara, una visita guidata, una leggenda, un racconto fattuale. Continua a leggere “UNPLI Piemonte: 6 aprile il giorno della maturità”

Vendetta tremenda vendetta!

Vendetta tremenda vendetta!

di Pier Carlo Fabbio – Il Foglio di Fabbio

Contabilità 1a Il Foglio 1-2 aprile 2019 2

Alessandria: Molti mi suggeriscono, dopo la pronuncia di febbraio della sezione di controllo della Corte dei Conti del Piemonte sui 5 bilanci della Giunta Rossa, praticamente dichiarati falsi oppure “taroccati”, che è il termine abusato dai giornalisti per indicare il computo del Patto di stabilità del 2010, che tanti lutti addusse al centrodestra, di prendermi finalmente la mia rivincita adottando una sorta di vendetta politico-giudiziaria contro l’ex sindaco di sinistra e i suoi acritici sostenitori, imbrattacarte compresi.

Chi mi conosce sa che non sono vendicativo e che quella che ritengo un’ingiustizia nei miei confronti non penso debba essere riprodotta nei confronti di altri che certamente hanno colpe gravi, ma che non è detto debbano avere la loro vittima designata come carnefice.

Mi basta in tale fase constatare quanti errori siano stati fatti in questi anni dal popolo della sinistra malamente guidato da Mara Scagni, prima e da Rita Rossa, poi. E quanti concittadini abbiano in buona fede creduto a panzane sparate a bizzeffe su media compiacenti e parziali. Continua a leggere “Vendetta tremenda vendetta!”

Contabilità del Comune sempre tra i marosi. 5 bilanci su 5… non attendibili!

Contabilità del Comune sempre tra i marosi. 5 bilanci su 5… non attendibili!

di Piercarlo Fabbio – Il Foglio di Fabbio

Contabilità 1a Il Foglio 1-2 aprile 2019 2

Il caso che sta squassando un’altra volta le segrete stanze della contabilità comunale, cioè l’entrata a piedi giunti della Corte dei Conti che ha dichiarato non attendibili e non veritieri 5 bilanci su 5 della Giunta Rossa (in buona fine “falsi” o “taroccati” se vi piace adoperare termini più volte utilizzati in maniera superficiale), è ormai un dato di cronaca. 5 su 5. Bingo!

Tanto per ricordare in sintesi, la Corte ha scritto 45 pagine in cui ha spazzato via i 5 anni di quello che l’ex sindaco Rossa ha più volte dichiarato essere un meraviglioso risanamento, purtroppo mai realizzato in pratica.

Molti vi hanno creduto, peccato. Così la città non solo ha perso cinque anni, ma ha anche bruciato una classe dirigente che si era distinta per opere come le ripavimentazioni di corso Roma, corso Acqui, il Meier, la conclusione della tangenziale, decine di chilometri di nuove fognature e nuove reti gas, un decoro urbano più evidente, una politica della sicurezza più tranquillizzante e molto altro ancora. Continua a leggere “Contabilità del Comune sempre tra i marosi. 5 bilanci su 5… non attendibili!”

Il Museo C’era una Volta compie vent’anni di permanenza in piazza della Gambarina. Il 4 maggio intera giornata dedicata al Museo aperto

Il Museo C’era una Volta compie vent’anni di permanenza in piazza della Gambarina. Il 4 maggio intera giornata dedicata al Museo aperto

museo-gambarina

ALESSANDRIA. Il Museo etnografico della Gambarina compie vent’anni. Forse sarebbe meglio dire che sono ormai passati vent’anni da quando l’istituzione museale, originaria di Valle San Bartolomeo, si è trasferita nella nuova sede ricavata dalla ristrutturazione post alluvionale della manica rimasta dopo l’abbattimento di fine anni Ottanta della vecchia caserma detta della Gambarina Vecchia. Il 30 maggio 1999, infatti, Francesca Calvo, accompagnata dalla Maestra Elena Garneri Ulandi, tagliava il nastro per entrare la prima volta all’interno della sede che è rimasta per quattro lustri ininterrottamente operativa.

museo-bambole-20180328_114200

Con qualche giorno d’anticipo e allo scopo di dedicare il mese di maggio a questo ricordo, i responsabili del museo hanno dato il via ad un open day, che si terrà nell’intera giornata di sabato 4 maggio 2019: praticamente un intero giorno dedicato al Museo Etnografico “C’era una volta” e alle sue molteplici attività, magari solo accennate, ma dimostrative di ciò che ogni giorno succede nell’istituzione che gli alessandrini hanno imparato ad apprezzare e ad amare come una parte essenziale della loro identità.

Uno sforzo in allegria – dice la maestra Elena Garneri – fatto con levità, perché connaturato agli Amici del Museo che fanno del sorriso una delle loro armi migliori, pur approfondendo le questioni culturali più ponderose, che riguardano i mondi contadino, delle classi sociali, dell’operaismo, del tempo libero, dei bambini e delle loro predisposizioni ludiche ed educative. Continua a leggere “Il Museo C’era una Volta compie vent’anni di permanenza in piazza della Gambarina. Il 4 maggio intera giornata dedicata al Museo aperto”

MCL Alessandria incontra Marzo Donna 2019. Primo appuntamento: obiettivo sulle donne alessandrine tra Ottocento e Novecento

MCL Alessandria incontra Marzo Donna 2019. Primo appuntamento: obiettivo sulle donne alessandrine tra Ottocento e Novecento

Alessandria: Sarà Emiliani Conti, vicepresidente del Movimento Cristiano Lavoratori e segretario della Consulta Pari Opportunità del Comune di Alessandria, ad aprire il primo appuntamento del Movimento con il Marzo Donna (12 marzo ore 18,00 – Museo della Gambarina).

MarzoLocandina A3 donne

La nostra attenzione – dichiara Emiliana Conti – si è soffermata sulle donne alessandrine tra Ottocento e Novecento, sui loro mille volti e sulle loro poliedriche personalità: contadine, madri di famiglia, cittadine, operaie, borghesi, miranti all’emancipazione, partendo dal posto di lavoro, orientate al sociale. Sarà un excursus che metterà insieme la storia con i magici oggetti del Museo della Gambarina”.

E infatti è proprio il Museo a far diventare gli oggetti della quotidianità, simboli di evoluzioni e trasformazioni sociali travolgenti. La relazione su quattro oggetti all’apparenza anonimi (un secchiello, un cappello, un ombrellino da sole, una macchina per scrivere), che si trasformeranno in testimoni del tempo, sarà tenuta da Piero Teseo Sassi del Museo della Gambarina. Continua a leggere “MCL Alessandria incontra Marzo Donna 2019. Primo appuntamento: obiettivo sulle donne alessandrine tra Ottocento e Novecento”

MCL Alessandria partecipa alle manifestazioni del Marzo Donna. Obiettivo sulle donne alessandrine tra Ottocento e Novecento e su Maria Bensi

MCL Alessandria partecipa alle manifestazioni del Marzo Donna. Obiettivo sulle donne alessandrine tra Ottocento e Novecento e su Maria Bensi. I giovani si occupano delle Lettere di D’Annunzio alla moglie

Il Movimento Cristiano Lavoratori ha deciso di partecipare alle manifestazioni del Marzo Donna, un’iniziativa della Consulta Pari Opportunità del Comune di Alessandria.

mcl-logo-2

Saranno tre le iniziative sulle quali a vario titolo il Movimento apporterà il proprio contributo al mese dedicato alla donna. Primo appuntamento il 12 marzo al Museo della Gambarina, che è partner in due dei tre appuntamenti. Il tema sarà quello della Donna alessandrina tra Ottocento e Novecento, un’epoca dove si assiste all’uscita sociale delle figure femminili tra campagna, fabbrica e città. Il tema verrà svolto da Emiliana Conti, vicepresidente provinciale MCL, e Piero Teseo Sassi, mentre Elena Garneri (Museo C’era una volta) guiderà i presenti tra le parti più nascoste del Museo della Gambarina, luogo dove appunto si svolge, alle ore 18, l’incontro. Continua a leggere “MCL Alessandria partecipa alle manifestazioni del Marzo Donna. Obiettivo sulle donne alessandrine tra Ottocento e Novecento e su Maria Bensi”

MCL: Una posizione chiara sul Venezuela

Una posizione chiara sul Venezuela

Consegnata a Mauro Bovone, consigliere comunale, una riflessione sul tema del Consiglio provinciale MCL del 7 febbraio scorso

Una posizione

Piercarlo Fabbio

Il Consiglio provinciale MCL di Alessandria, tenutosi Giovedì 7 febbraio 2019, presso i locali del Museo della Gambarina (g.c.), ha chiesto all’unanimità al proprio componente, Mauro Bovone, di raccogliere in un documento le riflessioni condotte dal Movimento sulla attuale situazione del Venezuela. Il MCL ha dunque approvato all’unanimità un testo che potrebbe trovare, nelle prossime ore, anche una discussione ed una conseguente approvazione in Consiglio Comunale ad Alessandria. Ecco come è stato sintetizzato il dibattito del Consiglio provinciale MCL sul tema:

La pericolosa situazione che il Venezuela sta vivendo è causa di grosse preoccupazioni. Del resto nel corso della storia recente, il Paese dell’America del Sud è stato traguardo di fenomeni migratori italiani, che hanno interessato anche i nostri territori, come luogo di partenza, per cui si è creato, nel corso dei decenni, un collegamento naturale fra popoli nel segno della fraternità, delle comuni origini, dell’identità condivisa. Si sono cioè generati legami fortissimi e inscindibili.

L’MCL Alessandria ritiene come non possa non scuotere la coscienza politica dei cittadini, una situazione in cui il popolo è la vera vittima di una lotta ove la libertà si paga a prezzi troppo alti e la dittatura è presa a dimostrazione di una possibile, accettabile forma di governo;

Oltre 2 milioni di venezuelani sono fuggiti dal proprio Paese trovando asilo provvisorio nei Paesi limitrofi; Continua a leggere “MCL: Una posizione chiara sul Venezuela”

MCL Alessandria: cosa vogliamo dalla politica

MCL Alessandria: cosa vogliamo dalla politica

Il Consiglio provinciale inquadra i temi di rilievo, tra cui il lavoro, la donna e il rilancio del pensiero cattolico nelle decisioni delle istituzioni. Il testo

MCL 1a

Piercarlo Fabbio 

Il Consiglio provinciale MCL di Alessandria, tenutosi Giovedì 7 febbraio 2019, presso i locali del Museo della Gambarina (g.c.), ha approvato all’unanimità il seguente documento, che prende le mosse dallo svolgimento del dibattito del XIII Congresso Nazionale e dalla relazione del Presidente Carlo Costalli. Il documento è anche uno strumento di ragionamento per le forze politiche che saranno impegnate nelle prossime competizioni amministrative, regionali ed europee. Ecco il testo

Il Movimento Cristiano Lavoratori di Alessandria 

Alla luce delle risultanze del XIII Congresso Nazionale, svoltosi a Roma nei giorni 25, 26, 27 gennaio 2019, ritiene opportuno ed utile esprimere alcune valutazioni, che potrebbero essere raccolte anche dalla politica locale, al fine del miglioramento del bene co

Comprendiamo di essere di fronte ad un necessario tempo nuovo, una fase nella quale le soluzioni ai grandi problemi del Paese devono fondarsi, come è sempre stato nella storia d’Italia, sul contributo dei cattolici che ispirano la risorsa culturale e politica del popolarismo e non si rassegnano all’irrilevanza politica”.

Ne è convinto Carlo Costalli, presidente del Movimento Cristiano Lavoratori, per il quale è necessario che “il mondo cattolico riscopra il carattere essenziale della presenza pubblica nell’esperienza di fede”. E ne siamo fortemente convinti noi in Piemonte, e segnatamente nella Provincia di Alessandria, pronti a cucire quelle esperienze che hanno “la stoffa” della qualità umana inconsunta dal tempo proprio come quegli abiti regali che hanno attraversato tante epoche. Continua a leggere “MCL Alessandria: cosa vogliamo dalla politica”

MCL a Roma elegge i propri vertici nazionali. I delegati di Alessandria Emiliana Conti e Marie Christine Selea propongono alcune loro valutazioni.

MCL a Roma elegge i propri vertici nazionali. I delegati di Alessandria Emiliana Conti e Marie Christine Selea propongono alcune loro valutazioni. Piercarlo Fabbio eletto nel Consiglio Nazionale del Movimento

mcl-logo-2

È terminato a Roma, all’Hotel Ergife nel pomeriggio di domenica 27 gennaio il XIII Congresso Nazionale del Movimento Cristiano Lavoratori (MCL). Il Movimento ha regalato al dibattito nazionale dei corpi intermedi una vera lezione di adesione alla Dottrina Sociale della Chiesa, rivolgendosi alla società italiana ed europea con l’autorevolezza di chi non ha mai lasciato la strada dell’attenzione al mondo del lavoro e della dignità della persona.

Un Congresso da Movimento maturo a cui hanno reso omaggio, con la loro presenza e i loro interventi il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte e il Presidente del Parlamento Europeo, Antonio Tajani. Ricca, articolata e profonda la relazione del Presidente Carlo Costalli, che sarà ancora a capo del Movimento per i prossimi quattro anni. Continua a leggere “MCL a Roma elegge i propri vertici nazionali. I delegati di Alessandria Emiliana Conti e Marie Christine Selea propongono alcune loro valutazioni.”