MCL Alessandria incontra Marzo Donna 2019. Primo appuntamento: obiettivo sulle donne alessandrine tra Ottocento e Novecento

MCL Alessandria incontra Marzo Donna 2019. Primo appuntamento: obiettivo sulle donne alessandrine tra Ottocento e Novecento

Alessandria: Sarà Emiliani Conti, vicepresidente del Movimento Cristiano Lavoratori e segretario della Consulta Pari Opportunità del Comune di Alessandria, ad aprire il primo appuntamento del Movimento con il Marzo Donna (12 marzo ore 18,00 – Museo della Gambarina).

MarzoLocandina A3 donne

La nostra attenzione – dichiara Emiliana Conti – si è soffermata sulle donne alessandrine tra Ottocento e Novecento, sui loro mille volti e sulle loro poliedriche personalità: contadine, madri di famiglia, cittadine, operaie, borghesi, miranti all’emancipazione, partendo dal posto di lavoro, orientate al sociale. Sarà un excursus che metterà insieme la storia con i magici oggetti del Museo della Gambarina”.

E infatti è proprio il Museo a far diventare gli oggetti della quotidianità, simboli di evoluzioni e trasformazioni sociali travolgenti. La relazione su quattro oggetti all’apparenza anonimi (un secchiello, un cappello, un ombrellino da sole, una macchina per scrivere), che si trasformeranno in testimoni del tempo, sarà tenuta da Piero Teseo Sassi del Museo della Gambarina. Continua a leggere “MCL Alessandria incontra Marzo Donna 2019. Primo appuntamento: obiettivo sulle donne alessandrine tra Ottocento e Novecento”

MCL Alessandria partecipa alle manifestazioni del Marzo Donna. Obiettivo sulle donne alessandrine tra Ottocento e Novecento e su Maria Bensi

MCL Alessandria partecipa alle manifestazioni del Marzo Donna. Obiettivo sulle donne alessandrine tra Ottocento e Novecento e su Maria Bensi. I giovani si occupano delle Lettere di D’Annunzio alla moglie

Il Movimento Cristiano Lavoratori ha deciso di partecipare alle manifestazioni del Marzo Donna, un’iniziativa della Consulta Pari Opportunità del Comune di Alessandria.

mcl-logo-2

Saranno tre le iniziative sulle quali a vario titolo il Movimento apporterà il proprio contributo al mese dedicato alla donna. Primo appuntamento il 12 marzo al Museo della Gambarina, che è partner in due dei tre appuntamenti. Il tema sarà quello della Donna alessandrina tra Ottocento e Novecento, un’epoca dove si assiste all’uscita sociale delle figure femminili tra campagna, fabbrica e città. Il tema verrà svolto da Emiliana Conti, vicepresidente provinciale MCL, e Piero Teseo Sassi, mentre Elena Garneri (Museo C’era una volta) guiderà i presenti tra le parti più nascoste del Museo della Gambarina, luogo dove appunto si svolge, alle ore 18, l’incontro. Continua a leggere “MCL Alessandria partecipa alle manifestazioni del Marzo Donna. Obiettivo sulle donne alessandrine tra Ottocento e Novecento e su Maria Bensi”

MCL: Una posizione chiara sul Venezuela

Una posizione chiara sul Venezuela

Consegnata a Mauro Bovone, consigliere comunale, una riflessione sul tema del Consiglio provinciale MCL del 7 febbraio scorso

Una posizione

Piercarlo Fabbio

Il Consiglio provinciale MCL di Alessandria, tenutosi Giovedì 7 febbraio 2019, presso i locali del Museo della Gambarina (g.c.), ha chiesto all’unanimità al proprio componente, Mauro Bovone, di raccogliere in un documento le riflessioni condotte dal Movimento sulla attuale situazione del Venezuela. Il MCL ha dunque approvato all’unanimità un testo che potrebbe trovare, nelle prossime ore, anche una discussione ed una conseguente approvazione in Consiglio Comunale ad Alessandria. Ecco come è stato sintetizzato il dibattito del Consiglio provinciale MCL sul tema:

La pericolosa situazione che il Venezuela sta vivendo è causa di grosse preoccupazioni. Del resto nel corso della storia recente, il Paese dell’America del Sud è stato traguardo di fenomeni migratori italiani, che hanno interessato anche i nostri territori, come luogo di partenza, per cui si è creato, nel corso dei decenni, un collegamento naturale fra popoli nel segno della fraternità, delle comuni origini, dell’identità condivisa. Si sono cioè generati legami fortissimi e inscindibili.

L’MCL Alessandria ritiene come non possa non scuotere la coscienza politica dei cittadini, una situazione in cui il popolo è la vera vittima di una lotta ove la libertà si paga a prezzi troppo alti e la dittatura è presa a dimostrazione di una possibile, accettabile forma di governo;

Oltre 2 milioni di venezuelani sono fuggiti dal proprio Paese trovando asilo provvisorio nei Paesi limitrofi; Continua a leggere “MCL: Una posizione chiara sul Venezuela”

MCL Alessandria: cosa vogliamo dalla politica

MCL Alessandria: cosa vogliamo dalla politica

Il Consiglio provinciale inquadra i temi di rilievo, tra cui il lavoro, la donna e il rilancio del pensiero cattolico nelle decisioni delle istituzioni. Il testo

MCL 1a

Piercarlo Fabbio 

Il Consiglio provinciale MCL di Alessandria, tenutosi Giovedì 7 febbraio 2019, presso i locali del Museo della Gambarina (g.c.), ha approvato all’unanimità il seguente documento, che prende le mosse dallo svolgimento del dibattito del XIII Congresso Nazionale e dalla relazione del Presidente Carlo Costalli. Il documento è anche uno strumento di ragionamento per le forze politiche che saranno impegnate nelle prossime competizioni amministrative, regionali ed europee. Ecco il testo

Il Movimento Cristiano Lavoratori di Alessandria 

Alla luce delle risultanze del XIII Congresso Nazionale, svoltosi a Roma nei giorni 25, 26, 27 gennaio 2019, ritiene opportuno ed utile esprimere alcune valutazioni, che potrebbero essere raccolte anche dalla politica locale, al fine del miglioramento del bene co

Comprendiamo di essere di fronte ad un necessario tempo nuovo, una fase nella quale le soluzioni ai grandi problemi del Paese devono fondarsi, come è sempre stato nella storia d’Italia, sul contributo dei cattolici che ispirano la risorsa culturale e politica del popolarismo e non si rassegnano all’irrilevanza politica”.

Ne è convinto Carlo Costalli, presidente del Movimento Cristiano Lavoratori, per il quale è necessario che “il mondo cattolico riscopra il carattere essenziale della presenza pubblica nell’esperienza di fede”. E ne siamo fortemente convinti noi in Piemonte, e segnatamente nella Provincia di Alessandria, pronti a cucire quelle esperienze che hanno “la stoffa” della qualità umana inconsunta dal tempo proprio come quegli abiti regali che hanno attraversato tante epoche. Continua a leggere “MCL Alessandria: cosa vogliamo dalla politica”

MCL a Roma elegge i propri vertici nazionali. I delegati di Alessandria Emiliana Conti e Marie Christine Selea propongono alcune loro valutazioni.

MCL a Roma elegge i propri vertici nazionali. I delegati di Alessandria Emiliana Conti e Marie Christine Selea propongono alcune loro valutazioni. Piercarlo Fabbio eletto nel Consiglio Nazionale del Movimento

mcl-logo-2

È terminato a Roma, all’Hotel Ergife nel pomeriggio di domenica 27 gennaio il XIII Congresso Nazionale del Movimento Cristiano Lavoratori (MCL). Il Movimento ha regalato al dibattito nazionale dei corpi intermedi una vera lezione di adesione alla Dottrina Sociale della Chiesa, rivolgendosi alla società italiana ed europea con l’autorevolezza di chi non ha mai lasciato la strada dell’attenzione al mondo del lavoro e della dignità della persona.

Un Congresso da Movimento maturo a cui hanno reso omaggio, con la loro presenza e i loro interventi il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte e il Presidente del Parlamento Europeo, Antonio Tajani. Ricca, articolata e profonda la relazione del Presidente Carlo Costalli, che sarà ancora a capo del Movimento per i prossimi quattro anni. Continua a leggere “MCL a Roma elegge i propri vertici nazionali. I delegati di Alessandria Emiliana Conti e Marie Christine Selea propongono alcune loro valutazioni.”

Il Diario di Albertina Prato:  Un allievo fuori-classe

Cuore-illustrazione-originale-300x224

Alessandria: da RADIO BBSI · di Piercarlo Fabbio LMCA

Riprendo il discorso già affrontato. Vi ricordate? Parlavo di un diario particolare scritto da una maestra di San Giuliano Nuovo, Albertina Prato. Vi ho anche promesso di farvi raccontare, estratto direttamente dalle sue parole, un episodio significativo raccolto in quelle pagine.

Bene. È arrivato il momento di farlo, ma prima lasciatemi ricordare quale personalità caratterizzasse la Maestra Albertina, che era nata a San Giuliano Vecchio il 26 maggio 1870. Figlia di buona famiglia, visto che la madre, Vincenzina Parini, era già maestra a San Giuliano fin dal 1857, mentre il padre, Angelo Prato, era chirurgo e flebotomo, come allora si chiamavano coloro che operavano direttamente sui pazienti, e svolgeva la sua attività proprio in paese. Continua a leggere “Il Diario di Albertina Prato:  Un allievo fuori-classe”

Come si viveva in Alessandria tra il 1000 e il 1200?

Come si viveva in Alessandria tra il 1000 e il 1200?

di Pier Carlo Lava

Alessandria: Come vivevano gli alessandrini tra il 1000 e il 1200, lo raccontano Piercarlo Fabbio e Teseo Sassi, con la collaborazione di Mauro Remotti, nel libro: “L’incubatrice, il giacimento e il Purgatorio”. La vita quotidiana al tempo della fondazione di Alessandria e del Barbarossa.

libro-dupp

“L’incubatrice, il giacimento e il Purgatorio”, come nasce il libro, gli autori, temi trattati, disegni e caratteristiche tecniche editoriali

Alessandria, al Museo della Gambarina conferenza stampa di presentazione del libro di Piercarlo Fabbio e Piero Teseo Sassi, con la collaborazione di Mauro Remotti: “L’incubatrice, il giacimento e il Purgatorio”. Il libro sarà in vendita presso il Museo della Gambarina.

Come nasce il libro, gli autori, temi trattai e disegni

fabbio-e-sassi-conf-stampa

Come nasce il libro

Un giorno può capitare di incontrarsi sulla passerella pedonale del ponte Meier… Quel manufatto era stato costruito proprio per questo. Per far incrociare le persone in arrivo da diverse anime di Alessandria.

La lunghezza del passaggio era quella di una piazza del tempo, che durava da 850 anni. Così era successo a Teseo e Piercarlo. Il primo veniva dalla Cittadella, cioè da Bergoglio; il secondo dal centro di Alessandria, ossia Rovereto. E lì avevano incominciato a discutere, senza essersi preparati prima, senza sapere il perché, senza la sicurezza delle cose certe e conosciute, senza tentennamenti.

Avevano preso a parlare della nascita di Alessandria, addirittura spingendosi a ipotizzare come potesse funzionare quel territorio senza ancora la presenza di una città. Deserto o viva plaga animata quel tanto che basta per essere considerata già socialmente pregevole? E perché doveva proprio lì nascere un’urbe?

Si erano dunque ritrovati nella biblioteca del Museo della Gambarina. Non si erano neppure dati appuntamento, ma erano lì, l’uno di fronte all’altro.

E così si erano seduti e si erano messi a parlare… Continua a leggere “Come si viveva in Alessandria tra il 1000 e il 1200?”

“L’incubatrice, il giacimento e il Purgatorio”, come nasce il libro, gli autori, temi trattati, disegni e caratteristiche tecniche editoriali

“L’incubatrice, il giacimento e il Purgatorio”, come nasce il libro, gli autori, temi trattati, disegni e caratteristiche tecniche editoriali

Alessandria, al Museo della Gambarina conferenza stampa di presentazione del libro di Piercarlo Fabbio e Piero Teseo Sassi, con la collaborazione di Mauro Remotti: “L’incubatrice, il giacimento e il Purgatorio”. Il libro sarà in vendita presso il Museo della Gambarina.

Come nasce il libro, gli autori, temi trattai e disegni

Fabbio e Sassi conf stampaLibro dupp

Come nasce il libro

Un giorno può capitare di incontrarsi sulla passerella pedonale del ponte Meier… Quel manufatto era stato costruito proprio per questo. Per far incrociare le persone in arrivo da diverse anime di Alessandria.

La lunghezza del passaggio era quella di una piazza del tempo, che durava da 850 anni. Così era successo a Teseo e Piercarlo. Il primo veniva dalla Cittadella, cioè da Bergoglio; il secondo dal centro di Alessandria, ossia Rovereto. E lì avevano incominciato a discutere, senza essersi preparati prima, senza sapere il perché, senza la sicurezza delle cose certe e conosciute, senza tentennamenti.

Avevano preso a parlare della nascita di Alessandria, addirittura spingendosi a ipotizzare come potesse funzionare quel territorio senza ancora la presenza di una città. Deserto o viva plaga animata quel tanto che basta per essere considerata già socialmente pregevole? E perché doveva proprio lì nascere un’urbe?

Si erano dunque ritrovati nella biblioteca del Museo della Gambarina. Non si erano neppure dati appuntamento, ma erano lì, l’uno di fronte all’altro. Continua a leggere ““L’incubatrice, il giacimento e il Purgatorio”, come nasce il libro, gli autori, temi trattati, disegni e caratteristiche tecniche editoriali”

Il nuovo Consiglio provinciale MCL conferma Piercarlo Fabbio presidente. Al suo fianco i vice Alfonso Conte ed Emiliana Conti. Le prime iniziative

Il nuovo Consiglio provinciale MCL conferma Piercarlo Fabbio presidente. Al suo fianco i vice Alfonso Conte ed Emiliana Conti. Le prime iniziative

fabbio-piercarlo

ALESSANDRIA. Giovedì 20 Dicembre, negli splendidi locali-mostra del Museo della Gambarina (g.c.) si è svolta la prima adunanza del neo eletto Consiglio Provinciale del Movimento Cristiano Lavoratori (MCL) di Alessandria, presente ormai nella nostra provincia da oltre quarant’anni. Il nuovo Consiglio era stato scelto durante i lavori del Congresso Provinciale svoltosi il 15 novembre scorso. Il Congresso infatti aveva eletto i componenti del Consiglio provinciale nelle persone di: Mario Basile, Simona Bellantoni, Bovo Efrem, Silvano Carrea, Fulvio Cellerino, Alfonso Conte, Emiliana Conti, Maria Luisa Cotroneo, Roberto Cristiano, Piercarlo Fabbio, Ornella Guazzotti, Adolfo Licandro, Carlo Orsi, Marie Selea, Antonietta Vilardo.

Il Consiglio aveva l’onere di eleggere il nuovo Presidente, i vicepresidenti, il tesoriere, il segretario e i componenti dell’esecutivo.

schermata 2019-01-07 a 13.10.30

Per il Presidente si registra una riconferma: all’unanimità è stato infatti eletto Piercarlo Fabbio, che ha ricordato come il motto del Congresso fosse “stai insieme a noi” e che a tale mandato ha affermato di riferirsi. “Ringrazio il Consiglio e i componenti dei Revisori dei Conti e dei Probiviri presenti, che hanno ritenuto di confermarmi la loro fiducia, ma devo chiedere loro un maggiore impegno rispetto al passato anche recente, che ha fatto registrare buone iniziative. Le potenzialità del Movimento sono ampie. Sfruttarle meglio in termini di nuove performance penso sia un atto doveroso, che richiami tutti a vivere la loro esistenza con l’idea del MCL accanto. Penso che se ragionassimo costantemente in questa direzione, molte sarebbero le idee e le realizzazioni da mettere in campo”. Continua a leggere “Il nuovo Consiglio provinciale MCL conferma Piercarlo Fabbio presidente. Al suo fianco i vice Alfonso Conte ed Emiliana Conti. Le prime iniziative”

Una passeggiata sul nuovo ponte Meier, di Pier Carlo Lava

Succedeva il5 dicembre 2017…

 

di Pier Carlo Lava

Alessandria: Premetto che non ero tra i favorevoli all’abbattimento del vecchio ponte della Cittadella, dato che si poteva evitare di farlo realizzando le casse di laminazione, che nel caso di alluvioni consentono un esondazione controllata (ora pare che nonostante il nuovo ponte si debbano comunque fare). 

Va comunque detto che una volta abbattuto era necessario guardare avanti e ricollegare la città alla Cittadella e al vecchio quartiere Borgoglio con un nuovo ponte.

Lo stesso nasce idealmente durante la Giunta Calvo con un progetto dell’architetto statunitense Richard Meier (il primo e probabilmente unico ponte della sua lunga e importante carriera), nell’agosto del 2009 durante la Giunta Fabbio venne abbattuto il ponte della Cittadella, ma i lavori del Meier iniziarono solo nel 2012-2013 durante la Giunta di Rita Rossa.  Continua a leggere “Una passeggiata sul nuovo ponte Meier, di Pier Carlo Lava”

“L’incubatrice, il giacimento e il Purgatorio”: la vita quotidiana al tempo della fondazione di Alessandria

Di Maria Luisa Pirrone

Come vivevano i rustici nelle curtes prima della nascita di Alessandria? Cosa mangiavano? Che lingua parlavano? Seguivano il diritto romano o le leggi longobarde? Perché si unirono per fondare Alessandria?

E ancora, i ritmi dell’agricoltura, l’importanza dei fiumi, il ruolo dei monaci, la città che nasce e cresce con i suoi monumenti e i suoi personaggi, ma anche con i suoi usi e peculiarità: di tutto questo, e di molto altro, parla “L’incubatrice, il giacimento e il Purgatorio” (MF Studios Editore), il nuovo libro di Piercarlo Fabbio e Piero Teseo Sassi, con la collaborazione di Mauro Remotti, presentato martedì 27 novembre al Museo Etnografico “C’era una volta”.

Se il titolo può creare curiosità e spingere ad una lettura chiarificatrice, è nel sottotitolo che troviamo la chiave che fa da trait d’union di tutti i capitoli: “Vita quotidiana al tempo della fondazione di Alessandria e del Barbarossa”. Quindi, non solo la grande Storia con i suoi grandi fatti, ma anche e soprattutto la quotidianità dei nostri avi nei suoi aspetti sociali, economici, religiosi e ludici.

Scopriamo, per fare qualche esempio, che se una donna di Bergoglio voleva sposare un uomo di Gamondio, i riti e le usanze erano diversi; che una donna alessandrina aveva il diritto di fare testamento; che c’era apertura nei confronti dei forestieri (oggi li chiameremmo migranti…).

Nel libro viene utilizzato l’artificio letterario dell’incontro casuale tra i due autori, prima sul ponte Meier e successivamente alla Gambarina, incontro da cui scaturiscono un dialogo e uno scambio di studi e conoscenze che rimarranno costanti lungo tutto il testo.

La presentazione al “C’era una volta” è stata impreziosita da alcuni momenti musicali in cui i volontari del Museo hanno suonato e interpretato canti in dialetto molto antichi, alcuni precedenti all’anno Mille.

Inoltre, i volontari insieme agli autori hanno letto un brano tratto da Baudolino di Umberto Eco, proprio quello sull’assedio di Alessandria e Gagliaudo. Continua a leggere ““L’incubatrice, il giacimento e il Purgatorio”: la vita quotidiana al tempo della fondazione di Alessandria”

Museo della Gambarina:Presentazione del libro “L’Incubatrice, il giacimento e Il Purgatorio

Alessandria: MARTEDI’ 27 NOVEMBRE ALLE ORE 17.30 PRESSO IL MUSEO ETNOGRAFICO DELLA GAMBARINA

27 Novembre locandina

PRESENTAZIONE DEL LIBRO

L’INCUBATRICE, IL GIACIMENTO E IL PURGATORIO

VITA QUOTIDIANA AL TEMPO DELLA FONDAZIONE DI ALESSANDRIA E DEL BARBAROSSA

di Piercarlo Fabbio, Piero Teseo Sassi MF STUDIOS EDITORE

Con la partecipazione di Antonio Maconi, Efrem Bovo, Mauro Remotti

Associazione Amici del Museo Etnografico Gambarina (ONLUS) Museo Etnografico “C’era una Volta” Piazza della Gambarina, 1 – 15121 Alessandria – Tel 0131 40030 Sito internet: http://www.museodellagambarina.it e-mail: museogambarina6@gmail.com

Museo della Gambarina, presentato in conferenza stampa il libro: L’incubatrice, il giacimento e il Purgatorio

Museo della Gambarina, presentato in conferenza stampa il libro: L’incubatrice, il giacimento e il Purgatorio

di Piercarlo Fabbio e Piero Teseo Sassi

Alessandria, questa mattina 20 novembre 2018 al Museo della Gambarina, gli Autori Piercarlo Fabbio e Piero Teseo Sassi, hanno presentato il loro libro:

Libro duppFabbio e Sassi conf stampa

L’incubatrice, il giacimento e il Purgatorio

Cosa significa vita quotidiana quando si parla di un’epoca che fluttua fra gli 850 e i mille anni fa? È veramente possibile con una sortdi operazione di archeoantropologia culturale ricostruire a che ora si alzassero gli alessandrini o i protoalessandrini, come lavorassero nei campi, cosa cucinassero, come si alimentassero e magari come la pensassero su temi diversi come la religione, la salute, la donna e gli uomini? Il libro realizzato da Piercarlo Fabbio e Teseo Sassi, al netto delle incursioni di Mauro Remotti su alcuni temi speciali, prova a dare qualche risposta ai quesiti sopra posti, aprendo un nuovo modo di proporre la realtà della fondazione di Alessandria privilegiando il punto di vista dei cittadini e un poco meno quello degli uomini illustri.

Così diventa importante studiare come si arriva in zona, quali vie concepiscano la città quando la città non è ancora neppure nella testa dei suoi fondatori più sognatori, che caratteristiche abbia l’agro alessandrino o ancor più la stretta fra i due fiumi, che in quel tempo sono più vicini di quanto siano oggi e paludi, acquitrini e pietraie mangino non poco terreno utile a edificare case e chiese e abitazioni rurali. Continua a leggere “Museo della Gambarina, presentato in conferenza stampa il libro: L’incubatrice, il giacimento e il Purgatorio”

Intervista a Piercarlo Fabbio e Piero Teseo Sassi autori del libro: “L’incubatrice, il giacimento e il purgatorio”

Intervista a Piercarlo Fabbio e Piero Teseo Sassi autori del libro: “L’incubatrice, il giacimento e il purgatorio”

di Pier Carlo Lava

Intervista al Museo della Gambarina di Alessandria, a Piercarlo Fabbio e Piero Teseo Sassi che ci parlano del loro libro: L’incubatrice, il giacimento e il purgatorio.

La vita quotidiana di Alessandria al tempo della fondazione e del Barbarossa. Il libro racconta la storia della città in un periodo storico che va dall’anno 1000 al 1200 e si iscrive nelle iniziative dell‘850esimo anno dalla fondazione della città, da parte del Museo della Gambarina.

video: https://youtu.be/QhenaHzE8Zg

Piercarlo Fabbio. Forza Italia Alessandria, sul caso suscitato dalla mozione presentata sulle iniziative a favore della vita e della famiglia

Piercarlo Fabbio. Forza Italia Alessandria sul caso suscitato dalla mozione presentata sulle iniziative a favore della vita e della famiglia

Alessandria: Da subito occorre stigmatizzare e condannare democraticamente il comportamento di chi, spinto dalla cieca furia di bloccare l’espressione delle diverse opinioni, ha impedito al Consiglio Comunale di esprimersi sulla mozione presentata da alcuni consiglieri, primo firmatario Emanuele Locci, offrendo lo scontato spettacolo che la politica, secondo alcuni, altro non sia che gazzarra, rissa e sopraffazione.

Fabbio Piercarlo

Forza Italia, valutato il tenore della mozione, ha concordato con il capogruppo Maurizio Sciaudone che, a fronte di temi del genere, che coinvolgono la vita, la libertà della donna e la funzione genitoriale, non si possa che consentire la libertà di espressione del voto secondo coscienza ad ogni singolo consigliere che intenderà prendere parte alla votazione.

Ciò nondimeno, al di là del fatto che una legge di quarant’anni fa potrebbe certamente essere sottoposta ad una manutenzione utile a consentire che le eventuali modifiche inglobino le esperienze maturate nel corso della sua applicazione, ritiene che il principio fondamentale su cui la 194 si basa è la tutela della vita e il riconoscimento sociale della gravidanza, non certo l’automatismo di un sistema di controllo delle nascite. Continua a leggere “Piercarlo Fabbio. Forza Italia Alessandria, sul caso suscitato dalla mozione presentata sulle iniziative a favore della vita e della famiglia”