“Un breve preludio d’eternità”, la silloge di Mariangela Ottonello

“Un breve preludio d’eternità”, la silloge di Mariangela Ottonello

di Pier Carlo Lava

Alessandria today dopo la biografia è lieta di presentare ai lettori “Un breve preludio d’eternità”, la silloge della poetessa Mariangela Ottonello. Seguirà un intervista in esclusiva per il blog.

Prefazione, a cura di Rosamaria Alagna, curatrice della collana “Inchiostro dell’anima” della Pluriversum Edizioni.

Un breve preludio di eternità, di mariangela ottonello copiabiog Mariangela Ottonello 033 copia

Quando ho letto le poesie di Mariangela, sono stata subito conquistata da grazia e freschezza scevre di retorica. La silloge si mostra come un dolcissimo canto di primavera in cui la natura e la vivacità del creato prorompono in modo immediato e spontaneo.

Il sentimento d’amore che percorre l’intera raccolta è espresso con toni delicati e passionali. Si avverte il desiderio di celebrare l’amore per il suo uomo, che diviene fonte di ispirazione. “io ci sarò nei tuoi momenti grigi” o “nel blu dei tuoi giorni”, sussurra la poetessa, quasi a voler rassicurare la persona amata e farsi, a sua volta, sostenere come un neonato che attinge all’amore materno. “E cullerai la mia immagine tra onde fresche di tenerezza”. In altre liriche si pone “ in punta di piedi”, non vuole essere invasiva, ma umile e modesta, quasi inconsapevole del proprio valore. Continua a leggere ““Un breve preludio d’eternità”, la silloge di Mariangela Ottonello”

Lacrime dell’anima, ‎di Rosamaria Alagna‎

Lacrime dell’anima, ‎di Rosamaria Alagna‎

Lacrime dell’anima, Rosamaria Alagna
La Pluriversum Edizioni ha il piacere di presentare a dicembre il mio libro lacrime dell’anima. 
Chi è interessato all’acquisto può rivolgersi direttamente a me in chat privata oppure direttamente alla Pluriversum Edizioni.
Vi invito tutti a visitare il sito ci sono tutte le pubblicazioni in uscita.
Il mio libro sarà in vendita nelle librerie e nei siti online della Pluriversum.
Grazie a tutti
Copertina un dipinto gentilmente concesso da Giorgio Melis che dal Paradiso spero che la vedrà